Biancaneve e i sette nani

Media utenti
Titolo originale: Snow White and the Seven Dwarfs
Anno: 1937
Genere: animazione (colore)
Cast: (animazione)
Numero commenti presenti: 45

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/05/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 27/05/07 19:14 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Il primo lungometraggio a cartoni animati della storia del cinema è anche uno dei suoi capolavori. La ricetta Disney è già perfezionata, un mix di melassa, horror, musica e comicità che lascia stupefatti (aiutava non poco la scelta di "copioni", diciamo, collaudati...). Naturalmente qui la crema sta nella componente horror, con una delle più azzeccate figure nere (la Strega) di ogni tempo, e numerosi contributi all'iconografia novecentesca, definitivi - specie i nani. Esplicitamente citato/omaggiato all'inizio di Quarto potere.

Puppigallo 12/06/07 08:30 - 4513 commenti

I gusti di Puppigallo

Capolavoro. Difficile trovare personaggi più spiritosi dei sette nani nel panorama mondiale animato (e così ben caratterizzati). Per non parlare dell'altissimo livello di animazione, sia dal punto di vista delle forme (morbide e plastiche), che dei colori (vivi, ma anche tetri al punto giusto quando entra in scena la perfida regina). Un pazzesco lavoro d'insieme, con sfondi curati, che rende Biancaneve un esempio da seguire e un punto di partenza per qualunque animatore (sempre che non usi il computer, spesso troppo freddo). Mitico Brontolo!
MEMORABILE: La scena del balletto nella casa dei nani, dove ci sono un'infinità di particolari gustosi e trovate visive e acustiche. Ma anche quando si lavano.

B. Legnani 24/06/07 00:05 - 4743 commenti

I gusti di B. Legnani

Cosa si può dire di una pellicola di tale livello e di tale genere, che resta così ricca di fascino dopo così tanti anni e che ci ha pure dato i “veri” volti ai personaggi della fiaba? Ce la teniamo stretta e manco ci accorgiamo delle sdolcinature. Capolavoro. I sette con la lanterna sono citati dai "poeti estinti" in L’attimo fuggente.
MEMORABILE: I nani che vanno a lavorare.

Ciavazzaro 28/04/08 14:41 - 4763 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Uno dei migliori lungometraggi d'animazione Disney, forse il migliore. La storia la conoscono tutti, ma la tecnica con la quale viene girato è eccellente. Il cast vocale è qualcosa di superbo (anche se chissà come era il doppiaggio originale andato perduto), così come l'animazione. Non ci sono parole: capolavoro.

Galbo 1/05/08 11:09 - 11414 commenti

I gusti di Galbo

Con il primo lungometraggio animato della storia del cinema (oltre che uno dei migliori in assoluto), il cartoon diventa decisamente adulto. Biancaneve non è un film per bambini, ma una storia a molti livelli dalla commedia brillante-comica (dovuta ai nani del titolo), al noir-horror-gotico (la vicenda della strega), perfino al film sottilmente erotico (la figura della protagonista). Il tutto in una miscela perfetta e con l'equlibrio narrativo, marchio di fabbrica della Disney.

Lovejoy 8/07/08 16:50 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Capolavoro indiscusso, nella storia di Hollywood e del cinema d'animazione. Con una cura dei personaggi e dei dettagli impressionante, con personaggi entrati di forza nella mitologia, con canzoni memorabili (su tutte "Andiam, andiam, andiamo a lavorar..."). Cucciolo, Brontolo, Pisolo e Dotto per sempre nel mio cuore.
MEMORABILE: I nani che si dirigono in miniera cantando; i nani che, tornati a casa, trovano Biancaneve nel letto.

Cotola 12/07/08 13:18 - 7546 commenti

I gusti di Cotola

Il primo film d'animazione della storia del cinema è anche uno dei più incredibili dal punto di vista tecnico, nonostante da allora ne sia passata di acqua sotto i ponti. La perfezione dei disegni e delle animazioni è rimasta immutata. Gustoso e riuscito anche dal punto di vista narrativo ed emozionale. Gli anni sul "groppone" aumentano, ma la visione della pellicola resta sempre piacevole.

Gugly 13/07/08 18:39 - 1015 commenti

I gusti di Gugly

Primo lungometraggio d'animazione di Disney che, a distanza di settant'anni, conserva un fascino indiscusso: la morbidezza del disegno, le caratterizzazioni azzeccate, i livelli di lettura che si adattano ad ogni età ne fanno un classico da vedere e rivedere con piacere. Notare la differenza con i disegni spigolosi ed aguzzi degli ultimi anni...
MEMORABILE: La trasformazione della Regina.

Renato 28/12/08 02:20 - 1579 commenti

I gusti di Renato

Il fascino di questo film per chi lo ha visto da bambino è qualcosa di magico; forse la differenza rispetto ai più bei film di animazione odierni è che qui ci sono scene che fanno davvero paura, e nemmeno poca. Ma direi che la chiave del successo mondiale della pellicola è stata la caratterizzazione dei sette nani, tutti memorabili e protagonisti di scene davvero divertenti... e che dire delle musiche? Un vero classico, senza tempo.

Bruce 16/02/09 12:45 - 1005 commenti

I gusti di Bruce

Capolavoro del cinema d’animazione e non. Una meraviglia per gli occhi, le orecchie, il cuore... è incredibile pensare che sia stato realizzato settanta anni orsono. Una combinazione assolutamente perfetta di commedia sentimentale, brillante e musicale, di horror gotico, di comicità e di dramma, con ritmo sorprendente, personaggi accurati ed approfonditi. Non ricordo una sola sbavatura. Straordinario.

Ford 24/04/09 09:35 - 582 commenti

I gusti di Ford

Il fatto che personalmente malsopporti le canzoni nei cartoon non scalfisce minimamente il giudizio: ci troviamo di fronte al Quarto Potere del cinema d'animazione: un tal numero di rivoluzioni stilistiche in un solo film del genere mai s'era visto e si vedrà (e non scordiamoci che questo film ha 70 anni)!

Undying 25/04/09 18:17 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Inappuntabile caposaldo generazionale che guida per mano interi plotoni di adolescenti (ma non solo) attraverso il territorio della fiaba e del mistero. Pur, ovviamente, godendo di happy end, il prodotto mette in scena streghe, sortilegi, freaks (i nanerottoli buoni, ma anche inquietanti) e -più in generale- solletica la porzione più conturbante della fantasia fanciullesca. Ecco perché senza Biancaneve non sarebbe esistito Suspiria, o perché senza il pudico erotismo della protagonista, non avremmo avuto le successive versioni sleazy, tipo quella firmata Damiano, realizzate per il mercato hard.

Caesars 6/05/09 16:32 - 2716 commenti

I gusti di Caesars

Ottimo, primo lungometraggio cartoon, della Disney che ci regala la più celebre trasposizione cinematografica della nota favola. Straordinari i sette nani, protagonisti dei più divertenti momenti del film, paurose (almeno per i più piccoli) le apparizioni della strega, forse un po' melensi alcuni passaggi con Biancaneve. Questa è storia del cinema, anche se personalmente di Disney preferisco sempre La carica dei 101 e La spada nella roccia.

Ale nkf 26/05/09 20:43 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Il migliore lungometraggio della Disney in una fantastica versione animata e decisamente il meglio riuscito di sempre. Ogni personaggio sta al posto giusto e le chiavi di lettura sono innumerevoli, per potere adeguare la visione anche ad un pubblico di adulti. Eccellentissimo.

Scarlett 23/10/09 15:43 - 307 commenti

I gusti di Scarlett

Primo lungometraggio d'animazione a colori, primo lungometraggio della Disney e primo in assoluto per la categoria animazione. Un film creato interamente a mano e dipinto ad acquerello con tecniche ai tempi innovative, un lavoro enorme che viene comunque ripagato del successo, ben meritato, di questa pellicola, un vero e proprio capolavoro intramontabile, apprezzato ancora dopo settantanni dalla sua uscita, sempre attuale.

Magnetti 11/01/10 16:19 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

1937: cosa sono riusciti a fare Wal Disney & Co! Un prodigio dell'animazione, una gioia imperdibile, anche nell'ultima versione remasterizzata (uscita nel 2009) di alta qualità. Dopo circa 30 anni è stato bello rivederlo e apprezzarne sia gli aspetti infantili che quelli più "adulti" come il male assoluto rappresentato dalla strega DOC (ben doppiata). I sette nani sono uno spasso anche se un po' inquietanti (i nani, i diversi che vivono segregati). Una vera favola come tutte dovrebbero essere.
MEMORABILE: Il volto che fluttua etereo nello specchio "delle mie brame" e che risponde alla matrigna.

Pigro 24/02/10 10:10 - 7814 commenti

I gusti di Pigro

Su un film-mito è difficile pronunciarsi. Straordinarie la reinvenzione della fiaba di Biancaneve, la caratterizzazione dei personaggi, la personalizzazione dei nani. Magnifiche l'ambientazione, l'animazione, la sensibilità visiva. E se qua e là agli occhi moderni offre un sapore di antico (soprattutto per qualche melensaggine), la raffica di gag, il buon ritmo e l'equilibrio narrativo e artistico assolutamente perfetto riescono ad avvincere ed emozionare ancora. Il primo lungo della Disney, prototipo insuperato.

Belfagor 26/06/10 14:03 - 2624 commenti

I gusti di Belfagor

Innegabile la sua importanza storica in quanto primo lungometraggio animato, ma altrettanto ammirevole è la qualità dell'animazione, la caratterizzazione dei personaggi (esemplare quella dei sette nani) e la mescolanza dei registri narrativi, dal romanticismo all'orrore. C'è da mettere in conto la reazionaria ideologia völkisch (tanto cara a papà Walt) che permea la pellicola, ma a più di 70 anni di distanza possiamo goderci tranquillamente questo cartone. E poi, Eisenstein lo definì uno dei film migliori della storia: basta e avanza.

Funesto 15/06/10 18:20 - 525 commenti

I gusti di Funesto

Ormai s'è detto tutto, il mio sarebbe solo fiato sprecato. Un film semplicemente perfetto, fantastico, ineccepibile. Il capolavoro della Disney (paragonabile solo con Cenerentola) è nell'elenco dei must assoluti. Animazione impeccabile, colori vivacissimi, disegni senza la minima imperfezione, cast vocale mai superato da nessun cartone (menzione speciale per Grimilde), musiche eccezionali, mai banali e spesso persino inquietanti. Una grande finezza nella realizzazione complessiva mette la ciliegia (anzi, la mela) sulla torta. Che dire ancora?
MEMORABILE: La preparazione del veleno per la mela.

Ilcassiere 9/09/10 13:48 - 283 commenti

I gusti di Ilcassiere

Un vero capolavoro, un classico senza tempo. Assolutamente affascinante la storia, i protagonisti, l'ambientazione, le musiche... Parla d'amore e di buoni sentimenti, di personaggi malvagi (superbi ed invidiosi) e di personaggi buoni... Biancaneve è un film d'animazione che tiene letteralmente attaccati allo schermo i bambini e che i grandi ricordano perfettamente, anche decenni dopo averlo visto. Chi non conosce a memoria i sette nomi dei nani?

Deepred89 2/10/10 21:12 - 3290 commenti

I gusti di Deepred89

Visionare tale pellicola nel 2010 e in età adulta può provocare effetti curiosi: 1) Accorgersi di quanto Biancaneve appaia molto meno attraente e fascinosa della matrigna-strega; 2) Trovarvi tutti gli stereotipi del cinema di stampo fiabesco apparso successivamente; 3) Scoprire che in tale film risiede l'origine di frasi e musiche ormai entrate nell'immaginario collettivo. Senza dubbio datato, ma ricco di finezze e aperto a più chiavi di lettura. Per questi motivi, oltre che per tre i punti sopra citati (il primo compreso), un film imperdibile.

Capannelle 13/12/10 23:54 - 3729 commenti

I gusti di Capannelle

Tributiamogli la giusta importanza considerando l'anno di produzione (il 1937) e l'aver osato dipingere una storia a tinte decisamente fosche (anche troppo, avendo in mente un pubblico di bambini). Come molti rilevano sono i caratteri dei sette nani la linfa vitale della storia (ma a Brontolo una mela gliela darei...) oltre alla varietà degli ambienti che spazia dall'idilliaco all'horrorifico. Qualche perplessità sulla figura di Biancaneve, troppo sdolcinata, ma tant'è...

R.f.e. 3/01/11 09:31 - 817 commenti

I gusti di R.f.e.

Sarò malizioso, ma non posso evitare di notare che le varie parodie "erotiche" di Biancaneve - come quella di Frollo - sono quasi pleonastiche, giacchè a ben vedere i sottintesi erotici - e gotici! - sono già ben presenti - d'accordo, in senso translato, simbolico - in questo capolavoro evergreen (non soltanto del cinema d'animazione) a partire dalla protagonista, "una minorenne con l'incarnato bianco come la neve" (sic!). Il vecchio doppiaggio italiano era suggestivo, ma anche il ridoppiaggio C. V. D. non è affatto male, forse persino superiore.

Smoker85 3/01/11 21:49 - 393 commenti

I gusti di Smoker85

Per disegni e musiche è sicuramente un capolavoro. A guardare questo film, rispetto a tanta roba di recente produzione in computer graphic, viene sicuramente nostalgia. Fa parte di quei lavori Disney dove la bellezza della fattura distoglie dalla trama. Qui, più che in altri lavori, essa, almeno per uno spettatore cresciuto, appare spuntata e quasi affrettata. Lontano quindi da altri film posteriori come La spada nella roccia o Robin Hood, divertenti anche per gli adulti. Non il mio film Disney preferito, ma gradevole.
MEMORABILE: Biancaneve che scappa nel bosco e ovviamente la frase rituale di Grimilde.

Piero68 4/01/11 11:40 - 2765 commenti

I gusti di Piero68

Film Disney ne ho visti tanti e, onestamente, anche se bisogna considerare l'anno di produzione di Biancaneve, non riesco ad essere solidale con le lodi sperticate concesse a questa pellicola. È vero, nell'immaginario collettivo è sicuramente uno dei più famosi e belli. Sicuramente quello più evocativo. Eppure lo trovo con una sceneggiatura talmente scialba da sembrare inesistente. Così come trovo alcuni temi trattati non proprio adatti al pubblico cui è destinato. Ma tant'è... "eho eho andiamo a lavorar".

Fabbiu 7/01/12 10:08 - 1948 commenti

I gusti di Fabbiu

Quando i corti e mediometraggi della Disney avevano raggiunto una qualità ed una tecnica ottima, si tentò il lungometraggio prendendo ispirazione da una nota favola: furono enormi gli sforzi (non solo economici, dei produttori) di tutto il team, ma il risultato è una vera opera cinematografica che ancora oggi, quando ci rendiamo conto che parliamo della fine anni 30, fa impressione per l'accuratezza non solo del tratto e degli infiniti particolari, ma anche per la resa totale della sceneggiatura nel suo complesso. Il classico dei classici!
MEMORABILE: Ogni singolo momento riguardante la strega, per tutto quel clima dark-gotico e horror, efficace oggi e molto criticato in quegli anni.

Luchi78 28/02/11 11:57 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Capolavoro Disney che non accusa minimamente i suoi 74 anni d'età. Credo che al momento dell'uscita nelle sale abbia suscitato notevole impressione per la veridicità dell'animazione, nonchè per la semplicità narrativa nell'esposizione della fiaba ormai entrata nell'immaginario collettivo. Pensate se Disney avesse trasposto anche altri elementi "horror" della versione originale dei Grimm (vedi la strega che moriva con scarpette incandescenti ai piedi...).

Rigoletto 13/11/11 15:11 - 1594 commenti

I gusti di Rigoletto

Capolavoro senza età di Walt Disney nella rivisitazione della fiaba dei fratelli Grimm. Nonostante sia una pellicola del 1937 rimane sempre splendida da vedere, capace di suscitare momenti di grande allegria (soprattutto con i nani e gli animali della foresta) alternati ad altri assai commoventi (i nani che piangono raccolti attorno al corpo di Biancaneve). Straordinarie le musiche. Fossero tutti così! *****
MEMORABILE: L'orchestrina dei nani. Le pulizie della casetta.

Mickes2 8/12/12 14:26 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

Prototipo indissolubile dell’animazione Disney; quintessenza della poetica disneyana che farà proseliti in lungo e in largo. La storia della dolce Biancaneve vittima della propria bellezza, profondamente odiata dalla regina, cadrà in un sonno che solo il principe azzurro potrà lenire. Romantico e simpatico: anche nelle situazioni più drammatiche la dicotomia tra caratterizzazione dei personaggi e sceneggiatura risulta vincente nella sua innata delicatezza, contaminando i generi facendone un arcobalenico tutt’uno di musica e poesia in movimento.

Modo 2/04/13 16:12 - 825 commenti

I gusti di Modo

Quando per "dovere" diventa un piacere. Erano quasi tre decenni che non guardavo il cartone animato Biancaneve. Costretto per "forze minori" a rivederlo posso solo dire che il fascino del primo lungometraggio rimane inalterato nel tempo. Inutile soffermarsi sulla storia, geniale. I bambini rimangono giustamente incantati e i grandi tornano piccini. Una gemma, forse la più pura del mondo disneyano. 5 pallini nonostante le canzoni siano troppo lunghe, ma è una mia insofferenza e non un difetto del film.

124c 18/12/13 18:20 - 2775 commenti

I gusti di 124c

Film d'animazione fiabesco, divertente ma anche angoscioso e un po' horror. La vicenda della principessa Biancaneve, perseguitata dalla Regina Cattiva e adottata dai sette nani minatori, è epocale. Le animazioni sono molto anni '30/'40, ma perfette, le canzoni sono bellissime e diversi i personaggi azzeccati, come il dolce Cucciolo e il saggio Dotto. C'è posto anche per il Principe azzurro, che ha un simpatico ruolo all'inizio del film, quando duetta al pozzo con Biancaneve. Peccato per le scene eliminate: anche quelle sono suberbe.
MEMORABILE: La Regina Cattiva trasformata in Strega mostra al suo corvo la mela e dice: "Vuoi beccare? Eh, eh, eh!"

Daniela 19/05/14 13:38 - 9489 commenti

I gusti di Daniela

Il primo lungometraggio animato è un capolavoro di tecnica e racconto: se la grande invenzione di Disney è quella di aver trasformato ciascuno dei sette nani - personaggi indifferenziati e innominati nella fiaba dei fratelli Grimm - in un carattere ben preciso ed inconfondibile, risulta decisiva anche la scelta di sottolineare il carattere dark della matrigna/strega, con sequenze potenti come la trasformazione oppure l'inseguimento nel bosco, mentre l'epilogo, sfumato nei colori del sogno, si presta a varie interpretazione, arricchendo il valore di questa opera affascinante.

Stelio 23/06/14 14:18 - 384 commenti

I gusti di Stelio

Sulla votazione è perfino futile disquisire troppo. Sul commento quasi: parliamo di una delle opere figurative più rilevanti di tutto il XX secolo, in casa Disney accompagnata da diverse altre. Sugli approfondimenti si può continuare a rilevare il pionerismo estremo che ha caratterizzato la sua nascita, come della genuina follia di un artista assoluto quale Walt Disney. Monumentale.
MEMORABILE: "Date retta a me. C'è un pericolo in vista. Me lo sentivo da stamane. Mi dolgono i calli!" (Brontolo agli altri poco prima di incontrare Biancaneve).

Taxius 28/03/15 16:57 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Correva l'anno 1937 e Walt Disney presentava Biancaneve, il primo lungometraggio animato della storia del cinema, che è e resterà per sempre un capolavoro assoluto della storia del cinema. Questa Biancaneve di Disney mantiene quel lato oscuro e orrorifico tipico delle favole dei fratelli Grimm comprensibile solo a un pubblico adulto, cosa ormai persa nei cartoni moderni della Disney. Guardando questi disegni e questi colori ci si chiede perché ormai venga fatto tutto col computer... non era meglio un tempo?

Pinhead80 23/07/15 00:11 - 3966 commenti

I gusti di Pinhead80

La favola Disney per eccellenza è anche una delle più amate in assoluto. La bella Biancaneve deve sfuggire alla perfidia della regina cattiva pronta a ogni genere di malefatta pur di essere la più bella del reame. I due opposti sono rappresentati dalla dolcezza di Biancaneve e della natura (oltre che alla simpatia dei nani) e dalla cattiveria della regina. E' una storia forte che diverte tantissimo ma che presenta elementi di riflessione anche per gli adulti. Stupendo.

Rambo90 8/09/15 22:28 - 6380 commenti

I gusti di Rambo90

Capolavoro indiscusso del cinema d'animazione, fosse anche solo per il suo valore storico (è stato il primo lungometraggio del suo genere) e per essere stato l'iniziatore dei favolosi classici di Walt Disney. Certo oggi la sua "età tecnica" inizia a notarsi (soprattutto nell'animazione che caratterizza Biancaneve), ma il fascino e la validità del racconto rimangono intatti. Ottimi momenti comici, con i sette nani fra i migliori personaggi in assoluto dell'universo Disney e finale addirittura commovente. Splendide le musiche.

Furetto60 27/11/15 10:44 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Come non amare il capostipite dei classici Disney? Basta solo pensare agli sforzi che è costato! La storia è ben bilanciata da aspetti comici, sentimentali e horror. Mentre la protagonista è un pochino scipita (ricorda Cenerentola), il sale è rappresentato dai nani, mentre il... pepe è fornito dalla stupenda figura della Regina, tanto bella quanto “nudamente” umana nella sua plateale invidia.

Vito 17/04/17 02:37 - 661 commenti

I gusti di Vito

Ottimo lungometraggio animato della Disney. Simpaticissimi i nani e odiosa al punto giusto la Strega cattiva, mentre il personaggio di Biancaneve, per quanto troppo sdolcinato, resta un archetipo delle varie principesse Disney. Numerosi poi i momenti dark e orrorifici come la fuga nel bosco spaventoso e naturalmente la trasformazione della strega. Animazione pazzesca per essere un film del '37.

Giùan 22/12/17 10:20 - 3009 commenti

I gusti di Giùan

Talmente potentemente iconografico che sarebbe puerilmente trasgressivo parlarne male. Resta il fatto che le fattezze di Biancaneve mi son state sempre personalmente urticanti (e quella boccuccia e il vestitino e le canzoncine pesantemente d'antan... uff). E tuttavia, saltato a piè pari il "mezzo" della protagonista, il resto, a partir dalla formidabile caratterizzazione dei nani, resta di un avanguardia impressionante, un "fine" che giustifica la imperitura gloria di Walt Disney. Semplicemente strepitosi i colori e ancora raccapricciante la "buona" vecchina.

Il Dandi 2/01/18 18:20 - 1812 commenti

I gusti di Il Dandi

Sembra incredibile che risalga addirittura al 1937 (o piuttosto che risulti ancora così attuale) ma il primo classico Disney è una fatica monumentale che standardizzò una formula (fiaba, musical, horror gotico) destinata a rimanere invariata per decenni. Non si contano gli omaggi (fin dagli ammirati contemporanei) ma è anche un film "maledetto" che con le sue controversie (il sottotesto erotico, o la presunta identificazione di Biancaneve con la cocaina e dei sette nani con i suoi effetti collaterali) ha ingenerato vari miti.
MEMORABILE: La canzone "Hey-Ho!"; Frasi e fattezze della perfida Grimilde (ispirata a Joan Crawford e a sua volta ispiratrice di tante "streghe" a venire).

Minitina80 29/03/18 10:32 - 2364 commenti

I gusti di Minitina80

Si rischia di impallidire ogniqualvolta si legge 1937 sul certificato di nascita. Le ragioni sono ascrivibili all’avanguardia che ha rappresentato al tempo e alla capacità di mantenersi sempre fruibile, nonostante le decadi accumulate sul groppone. Ottimo il lavoro di scrittura, anche se il personaggio più debole è in realtà proprio Biancaneve, incapace di rubare la scena ai sette nani e alla strega malefica. Saggia la scelta di enfatizzare la componente gotica del racconto dei Grimm, utile anch’essa a elevarlo a classico dell’animazione.

Von Leppe 2/01/19 23:00 - 1032 commenti

I gusti di Von Leppe

Primo lungometraggio Disney, che segna lo stile delle altre favole che verranno trasposte in seguito sullo schermo dalla famosa casa di produzione. Ottimi i personaggi che circondano Biancaneve: i sette nani, con i loro buffi nomi legati alle loro caratteristiche e la perfida strega, che regala scene orrorifiche. Ambientazione riuscita tra il castello in stile romanico e la casa a graticcio nel bosco, che creano la giusta atmosfera nordeuropea, come vuole la fiaba originale trascritta dai fratelli Grimm.

Graf 26/12/18 00:25 - 698 commenti

I gusti di Graf

Film archetipo della storia del cinema, editato nel 1937, ma ancora fresco, fantasioso e poetico e senza appesantimenti retorici ed effetti magniloquenti, predispone uno sguardo innocente e candido sul mondo mentre, più che l’eterea e impalpabile figura di Biancaneve, hanno catturato la mia attenzione i movimenti, i gesti, gli sguardi e le espressioni dei sette nani, tutti personaggi strampalati da commedia dell’arte ma ciascuno con un carattere ben definito e con una psicologia realistica ed empirica. Per bambini di tutte le età.

Noodles 18/01/20 12:56 - 869 commenti

I gusti di Noodles

Perla Disney dal fascino rimasto intatto nel tempo (anche se lo scempio del ridoppiaggio e del cambiamento di molti dialoghi grida vendetta), autentica pietra miliare della storia del cinema, primo lungometraggio animato della storia. La storia è nota, la favola dei Grimm è stata dilatata creando una bella caratterizzazione per i nani e inserendo qualche elemento orrorifico (la trasformazione della strega ha grande effetto). A volte rallenta, ma può starci. Musiche immortali. Bellissimo.

Faggi 14/09/20 12:36 - 1506 commenti

I gusti di Faggi

La forma - ovvero lo specchio delle brame dell'artista - è il contenuto. Walt Disney è qui uno spirito guida illuminato e invasato, sorprendente e sinuoso, soave e audace, divertito e avventuriero, rigoroso e fantasioso, manipolatore e seduttore; architetto di emozioni e deliziatore d'occhi. L'animazione non è più solo fantasmagoria di disegni pazzerelli incensatori di leggerezza, spiritosaggini varie, non-sense, sberleffi, gag assurde, salti e capriole: corteggia l'ulteriore e lo conquista, restando squisitamente popolare - dunque ha la chiave della meraviglia.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Scarlett • 23/10/09 15:39
    Magazziniere - 7 interventi
    Inizialmente anche Cucciolo avrebbe dovuto parlare, ma fu reso muto quando non si riuscì a trovare una voce adatta.

    La doppiatrice della matrigna, durante la trasformazione in strega, fu costretta a recitare le battute senza dentiera, per evidenziare il mutamento di voce.

    Nel 2002/2003 la Disney mise in produzione un seguito, Snow White Returns. Il film fu fermato in pre-produzione su richiesta di una petizione (contenente migliaia di firme). Da allora, la Disney non ha più manifestato l'intenzione di voler realizzare un seguito.

    In alcune scene, Cucciolo cammina in un modo simile a quello dell'attore comico Charlie Chaplin.

    Nei primi anni nel cinema il film Biancaneve e i Sette Nani era vietato ai minori di 16 non accompagnati per via della strega Grimilde e del bacio finale.
  • Discussione Magnetti • 11/01/10 16:32
    Call center Davinotti - 212 interventi
    Una scena mi ha colpito particolarmente, una sorta di divertissment dell'orrore.

    La matrigna cattiva si trasmorma in strega, va negli antri sotterranei del castello, bui e raggelanti, per porre in essere il maleficio della mela.

    A cose fatte scende altre scale (verso l'inferno sembra) e passa di fianco a una cella dove uno scheletro giace disteso, con le "braccia" protese all'esterno verso una brocca d'acqua.

    La strega è carica come una molla, soddisfatta della sua bella mela avvelenata, e ne ha per tutti (come in preda a crescendo di delirio malefico) e dice "hai sete, e allora bevi!" infilando un calcio alla brocca e distruggendo lo scheletro.

    Che spasso!

    p.s.
    Tanto per rincarare la dose quei mattacchioni della Disney fanno uscire dalla brocca un ragno e mettono un fiume sotterraneo tipo Stige dell'inferno: il quadro di insieme è completo.
    Ultima modifica: 11/01/10 16:39 da Magnetti
  • Discussione Ciavazzaro • 12/01/10 09:14
    Scrivano - 5602 interventi
    Me la ricordo bene quella scena,davvero ben fatta,uno dei miei primi incontri con l'horror hehehe.
  • Homevideo Gestarsh99 • 30/10/11 00:10
    Scrivano - 14693 interventi
    Disponibile in edizione Combo Pack (2 Blu-Ray Disc + DVD) per Walt Disney Studios Home Entertainment:



    DATI TECNICI

    * Formato video 1,33:1 1080p
    1,33:1
    * Formato audio 5.1 Dolby Digital: Hindi Spagnolo
    5.1 DTS: Italiano Spagnolo Olandese
    7.1 DTS HD: Inglese
    * Sottotitoli Italiano Inglese Spagnolo Olandese Inglese NU
    * Extra Commento audio di Walt Disney
    Musica & Altro:
    - Nuovo video musicale “Il mio amore un dì verrà” interpretato da Ariel
    - “One day my prince will come” di Tiffany Thornton
    Dietro le quinte Disney: Il ritorno di Biancaneve
    Scene eliminate
    Giochi & Attività:
    - Specchio, specchio delle mie brame
    - Cosa vedi?
    - Il calderone dei diamanti
    Gioco “La corsa spericolata di Cucciolo nella miniera”
    Dietro le quinte Disney:
    - Gli Hyperion Studios
    - Quello che ha dato inizio a tutto
    Ehi-ho! Karaoke - Canta con noi
    La Disney attraverso i decenni
  • Homevideo Lucius • 7/04/14 10:48
    Scrivano - 8319 interventi
    Due le sequenza che Disney decise di eliminare: una in cui i nani mangiano rumorosamente un piatto di minestra e un'altra in cui costruiscono un lettino per Biancaneve.
    La prima completa anche di canzone (Music in your soup) è possibile vederla nella sua rough version senza colore:
    è contenuta nella videocassetta (edizione restaurata v.o.) edita nel 1994.
  • Curiosità Lucius • 7/04/14 10:54
    Scrivano - 8319 interventi
    Nel 1972 il doppiaggio italiano fu rifatto: furono perse per sempre le voci di Rosetta Calavetta (futura voce italiana di Marilyn Monroe), di Tina Lattanzi, Aldo Silvani, Mario Bisesti e persi anche tutti i toni e le parole veramente drammatici, le rime, le finezze e gli arcaismi lessicali.
    E dire che lo stesso Disney aveva approvato una per una le voci di ciascun doppiatore.

    Fonte: Ciak, Un secolo di grandi capolavori, supplemento riservato ai lettori di Ciak n.3