La carica dei 101

Media utenti
Titolo originale: One hundred and one dalmatians
Anno: 1961
Genere: animazione (colore)
Note: Uscito originariamente come "La carica dei cento e uno".
Numero commenti presenti: 28

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/03/07 DAL BENEMERITO CAESARS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 13/03/07 09:45 - 2690 commenti

I gusti di Caesars

A quasi cinquant'anni dalla sua realizzazione rimane uno dei più divertenti film di animazione mai realizzato (tanto che ne è stato girato anche un remake con attori in carne ed ossa e con la brava Glenn Close nel ruolo di Crudelia De Mon). Spassosissimi i due loschi "compari" della cattiva di turno che saranno copiati in molte altre pellicole (si pensi ad esempio a Mamma ho perso l'aereo). Da non perdere assolutamente.

B. Legnani 22/05/07 01:08 - 4721 commenti

I gusti di B. Legnani

Notevolissimo film disneyano, che conquista il pubblico e lancia nel mondo la moda del cane dalmata (creando anche molte delusioni). Strepitoso il personaggio di Crudelia De Mon (nome e cognome geniali), uno di quei cattivi da "cartoon" che si finisce con l'amare quasi più dei "buoni". L'incontro casuale fra i due coniugi, ne ricorda uno di inizio Novecento!

Puppigallo 29/06/07 17:03 - 4508 commenti

I gusti di Puppigallo

Notevole prodotto Disney con un tratto accattivante (un piacevole disegno quasi spigoloso, soprattutto per la realizzazione di Crudelia), un buon senso dell'umorismo (nel laghetto, il cucciolo grasso che ha sempre fame) e una storia piuttosto coraggiosa per un cartone targato appunto Disney (si parla infatti di scuoiare cuccioli per farne una pelliccia. Anche solo l'idea...). il Ritmo è buono e le peripezie dei simpatici quadrupedi maculati, aiutati da animali vari (la fattoria) mantengono alto l'interesse dello spettatore (grande, o piccolo).
MEMORABILE: La descrizione del padrone da parte del cane; Crudelia va a trovare la sua "amica" e lì il marito inventa la canzone su di lei.

Il Gobbo 30/06/07 17:45 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Titolo proverbiale, e grandissimo evergreen. A conferma che il versante più ganzo di Disney è quello oscuro, ancora una volta a restare impresso è il cattivo, anzi La Cattiva. Davvero, nomen omen. Fra l'altro la dimensione sulfurea della De Mon cresce col tempo, se si pensa che al giorno d'oggi dire in pubblico non già che si condivide l'idea delle pellicce, ma che si detestano comunque cordialmente i quadrupedi, comporta l'esclusione dal consesso civile. Crudelia forever!

Galbo 2/09/07 08:32 - 11386 commenti

I gusti di Galbo

Capolavoro assoluto dell'arte Disney, La carica dei 101 segna un'importante svolta stilistica per lo studio americano. Cavalcando il clima degli anni '60, i disegnatori trovano un tratto stilistico nuovo, più "pop" per così dire e lo applicano ad una storia ricca di colpi di scena in cui non tanto i cani sono i protagonisti, ma uno dei più grandi (se non il più grande) cattivo della storia Disney: Crudelia, meraviglioso personaggio che fa dell'ossessione per la pelliccia dalmata la sua ragione di vita. Intramontabile.

Cotola 7/08/08 15:32 - 7521 commenti

I gusti di Cotola

Ottimo film di animazione che, nonostante sia passato quasi mezzo secolo dalla sua realizzazione, continua a mantenere intatti ancora oggi tutto il suo splendore e la sua vigorìa. Divertente, coinvolgente, splendidamente realizzato e con un cattivo tra i più riusciti e celebri della Disney: la gustosamente cattivissima Crudelia De Mon, ormai entrata a far parte della storia del cinema di animazione, e non solo.

Pigro 4/01/09 09:46 - 7788 commenti

I gusti di Pigro

Una cattivona fa rapire cuccioli di dalmata per farne pellicce, ma la solidarietà canina e animale condurrà al salvataggio. Un classico che è un vero gioiello. Non c'è nulla di sbagliato in questo film e nulla che non sia sempreverde: dalla storia, emozionante e intelligente, alla grafica del disegno, efficace e raffinata. Fra le tante meraviglie di quest'opera indimenticabile, ricordo solo la descrizione dei padroni che assomigliano ai cani, che scende dritto dritto dal gusto della grande tradizione caricaturale.

Bruce 2/03/09 17:15 - 1004 commenti

I gusti di Bruce

Altro bel classico della Disney, con un tratto grafico ed una ispirazione di fondo simili al successivo Gli Aristogatti. La perfida Crudelia e i suoi due scagnozzi Gaspare e Orazio vogliono ad ogni costo rubare i cuccioli dalmata ma troveranno pane per i loro denti. Belle canzoni, tante emozioni, avventura e divertimento, per una bella storia di amicizia, ovviamente a lieto fine.

Ciavazzaro 13/09/09 12:47 - 4762 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Ottimo cartone della Disney. L'animazione è ben curata e la regia è affidata a ottimi specialisti del genere; il personaggio di Crudelia è entrato negli annali dei villian, la storia piace ed avvince. Sicuramente promosso a mio avviso, da vedere senza dubbio.

Belfagor 20/12/09 12:13 - 2623 commenti

I gusti di Belfagor

Un ottimo cartone animato targato Disney, che entra a buon diritto nella lista dei classici. La grafica è semplice ma elegante e funzionale, soprattutto per quanto riguarda la marea di cuccioli e una delle Cattive per eccellenza: la perfida, scheletrica, intramontabile Crudelia De Mon. L'unione di comicità e avventura è perfettamente riuscita e il tono della storia non cala mai. Da (ri)vedere assolutamente.
MEMORABILE: Pongo che osserva i padroni simili ai loro cani.

Undying 24/12/09 19:12 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Altro caposaldo dell'animazione disneyana a base di sentimenti (spesso mielosi) e ideologie conformiste evidentemente recluse dietro intenzioni buone (e/o buoniste) destinate a rimanere tali solo nel concetto. I migliori amici dell'uomo, qui razza dalmata, sono utopisticamente umanizzati e rispettati. Peccato la realtà sia ben diversa, come cronaca (estiva) insegna. Al di là della cruda (e reale) perversione umana, il film in questione gode di ottimi disegni e, per bilanciare tanto stomachevole patetismo, di qualche figura contrastante dal nome quantomeno azzeccato (Crudelia De Mon). Latrante.

Funesto 7/09/10 13:59 - 525 commenti

I gusti di Funesto

Altro grande film Disney, tra i migliori in assoluto. Ambientato in quel di Londra, dove una perfida Crudelia Demòn (una delle migliori villain di sempre), appassionata di pellicce, assolda due pasticcioni per catturare dei cuccioli di dalmata per scuoiarli e ottenerci una pelliccia; tutti gli animali della zona si faranno avanti per salvare quei poveri cagnolini. Spassoso per tutta la sua durata, a livello tecnico è forse il miglior Disney in circolazione per l'ottima animazione e il tratto grafico eccellente. Diversi i momenti da ricordare.
MEMORABILE: Il gatto sergente.

Ale nkf 3/03/11 14:22 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Capolavoro disneyano che a distanza di mezzo secolo non perde di smalto e di divertimento. L'animazione è ottima e la psicologia dei personaggi è scritta notevolmente (da ricordare la malvagia Crudelia De Mon che sogna pellicce con il manto di questi bellissimi cani dalmata). Funziona tutto molto bene. Consigliato sicuramente.

Luchi78 26/08/11 11:00 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Classicone Disney ben riuscito, soprattutto per la creazione del mitico personaggio di Crudelia De Mon, la cattiva per antonomasia. I cuccioli fanno una tenerezza incredibile e poco importa se i due dalmati genitori (Pongo e Peggy) sono stucchevoli all'inverosimile, tanto nei cartoni Disney il buonismo è permesso fino all'eccesso. L'animazione, ambientata in una Londra fredda, umida e uggiosa, ha forme spigolose addolcite dai tratti morbidi dei protagonisti cuccioli.

Rigoletto 19/11/11 16:48 - 1563 commenti

I gusti di Rigoletto

Praticamente un film perfetto. Uno dei grandi classici Disney e anche uno dei più belli in assoluto. Tante le trovate da ricordare ed ancora una volta viene confermata la teoria che i cattivi sono spesso più interessanti degli altri personaggi. Da questo punto di vista Gaspare e Orazio, i maldestri collaboratori di Crudelia, sono assolutamente impagabili. Da collezionare.
MEMORABILE: La canzone di Rudy su Crudelia De Mon.

Nipo 20/06/12 00:25 - 40 commenti

I gusti di Nipo

Film che riscatta l'insuccesso del precedente La bella addormentata, dalla trama semplice: 101 cani rapiti tornano a casa. Ma la base del film è Crudelia, personaggio chiave senza il quale questa pellicola sarebbe del tutto anonima. Personaggio creato e interamente animato da Marc Davis (caso unico: farà ogni singolo disegno di Crudelia nel film, che sarà il suo ultimo lavoro prima di lasciare l'attività). Nuovo stile grafico per l'uso dello xerox, novità tecnica dell'epoca!
MEMORABILE: Ogni apparizione di Crudelia: animazione superba!

Deepred89 20/12/12 02:23 - 3282 commenti

I gusti di Deepred89

Non ho visto tutti i film di produzione Disney, ma questo penso sia tra i migliori. Personaggi memorabili, suggestivi fondali di stampo impressionista, architetture fumettistiche e gustosissime, una narrazione svelta e spassosa e, per una volta, canzoni ridotte all'osso e sempre funzionali al narrato (evitando così l'effetto melassa tipico di molti film marchiati dal buon Walt). A ciò si aggiungono l'ottima descrizione della Londra anni 60, una buona OST tipicamente sixties e qualche inaspettata frecciata antitelevisiva. Intramontabile.
MEMORABILE: La scelta della partner; L'ombra di Cruella/Crudelia dietro la porta.

Giùan 17/11/13 08:14 - 2989 commenti

I gusti di Giùan

E’ il primo film che mia figlia ha visto per intero e confesso il debito sentimentale nei suoi confronti. Ciò detto, a dimostrazione di come necessità economica (i tagli dovuti al fiasco de La bella addormentata) faccia virtù estetica (l’astrazione del disegno, i cromatismi antirealistici), è tra i cartoni Disney più longevi, stringati e brillanti mai realizzati. Tutto finalizzato alla narrazione e al coinvolgimento emotivo, con gli stessi dosati intermezzi musicali che acquistan (finalmente!) una precipua funzionalità. Tutto perfetto ma Crudelia è di più.
MEMORABILE: La nascita dei cuccioli; Gaspare e Orazio; Crudelia De Mon Crudelia Demon farebbe paura perfino a un leon.

Ilcassiere 30/12/13 09:02 - 283 commenti

I gusti di Ilcassiere

Se molti bimbi nati 50 anni dopo la sua uscita ancora adorano questo film, qualcosa vorrà dire. Tra i classici di Disney, infatti, la carica dei 101 è sicuramente uno dei migliori: una storia avvincente accompagnata da una grande varietà di vicende, personaggi e ambientazioni. Spicca poi alla grande il personaggio di Crudelia De Mon, cattiva e solitaria protagonista che rappresenta la vanità e l'egoismo in contrapposizione ai buoni e innamorati Anita e Rudy.
MEMORABILE: La prima irruenta apparizione di Crudelia a casa di Anita e Rudy.

Daniela 31/12/13 13:21 - 9392 commenti

I gusti di Daniela

Capolavoro nella prima era d'oro Disney, visto innumerevoli volte senza che si attenui il divertimento e l'ammirazione per la superba tecnica di animazione, in grado di far muovere contemporaneamente una miriade di cagnolini bianchi a pallini neri, cosa che per il tempo in cui venne realizzato doveva sembrare una pazzia, come in effetti avvenne. Disney osò, ed il risultato è fra i più deliziosi fra quelli prodotti dalla casa: personaggi (animali ed umani) simpatici ed ottimamente caratterizzati, una cattiva memorabile e stilosa, una storia avvincente e ricca di sorprese: sempreverde.
MEMORABILE: I cuccioli che assistono al cartone animato in tv

Ultimo 30/07/14 10:49 - 1359 commenti

I gusti di Ultimo

Uno dei migliori film realizzati dalla Walt Disney, rappresenta l'apice del cinema d'animazione. La vicenda è bella, intensa e contornata da un'alea di umorismo che non guasta. Nonostante la presenza degli umani, i veri protagonisti sono i bellissimi cani Dalmata che devono fuggire dalla terribile Crudelia. Rivisto a distanza di anni pare non invecchiare mai. Capolavoro indimenticabile.

Alex75 21/12/15 09:33 - 676 commenti

I gusti di Alex75

Tra i lungometraggi di animazione disneyani uno dei più complessi dal punto di vista tecnico e uno di quelli che meglio ha resistito alla prova del tempo, al punto da avere tuttora un grande richiamo. Pur essendo girato all’insegna dei buoni sentimenti non è mai stucchevole, grazie al ritmo elevato e all’accurata caratterizzazione dei “cattivi”, gli indimenticabili Crudelia De Mon e i suoi due aiutanti (Gaspare e Orazio). In poche parole un grande classico.
MEMORABILE: Ovviamente, Crudelia De Mon; Le scene di massa con i dalmata (prova dell’eccellente livello tecnico degli animatori disneyani).

Rambo90 23/02/16 16:44 - 6345 commenti

I gusti di Rambo90

Classico intramontabile. Divertente e dall'animazione raffinata, curata sia nel tratteggio dei personaggi che nella particolarizzazione degli sfondi. La storia è appassionante, con tanti momenti divertenti ma anche alcuni di vera tensione, grazie anche alla bella costruzione del personaggio di Crudelia, un villain di tutto rispetto. Ritmo veloce, tante idee riuscite (il passaparola fra i cani) e doppiaggio italiano perfetto.

Vito 27/12/16 01:38 - 649 commenti

I gusti di Vito

Ottimo film Disney con gli scatenatissimi e famosissimi dalmata. Anche il resto dei protagonisti sia umani sia animali sono riuscitissimi, ma a eclissare tutti è la perfida, cattivissima Crudelia De Mon, uno dei personaggi della Disney più celebri e conosciuti, fantastica nell'inseguimento finale dove si rivela la sua natura demoniaca.

Minitina80 2/04/18 09:08 - 2336 commenti

I gusti di Minitina80

Come in ogni buon cartone è inevitabile la presenza di buoni sentimenti rivolti al rispetto e al benessere dei cani. Tuttavia,in questa occasione non manca un retrogusto horror piuttosto insolito, per un’opera destinata a bambini. Come spesso accade il personaggio meno convenzionale e più strambo resta impresso maggiormente. Si tratta ovviamente di Crudelia De Mon, un’isterica senza scrupoli davvero ben caratterizzata. I disegni non sono più raffinati come in passato, ma appaiono più stilizzati senza per questo smarrire eccessivamente in bellezza.

Von Leppe 18/02/19 16:09 - 1026 commenti

I gusti di Von Leppe

I disegni si adeguano ai tempi e vengono inseriti dei contorni neri molto netti, che diventano persino un tratteggio come nei fumetti. Non ci sono molti pezzi cantati tranne quello dedicato a Crudelia De Mon (Cruella De Vil nel doppiaggio originale), riuscito personaggio che si inserisce tra le varie e migliori, cattive della Disney. Ottima la sceneggiatura per un altro notevole lungometraggio della Walt Disney Productions.

Didda23 26/02/19 14:33 - 2287 commenti

I gusti di Didda23

Delizioso classico Disney con una sceneggiatura semplice ma efficace, con caratterizzazioni molto argute (dalla cattivissima e indimenticabile Crudelia agli "adorabili" Gaspare e Orazio). Il disegno è di classe, soprattutto negli sfondi di stampo impressionista. Il doppiaggio è meraviglioso e rende egregiamente la brillantezza dei dialoghi. Un'opera ricca di spunti interessanti che riesce a rivolgersi all'intero pubblico facendo sognare i bambini e riflettere quelli più adulti. Indimenticabile la canzone creata da Rudy.
MEMORABILE: Pongo che cerca la compagna al padrone Rudy; La cucciolata che segue alla tv le avventure di Fulmine; Da dalmata a terranova.

Ryo 5/04/20 19:01 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Non molto coinvolgente. La sceneggiatura originale ha del potenziale, ma al film manca quel qualcosa che tenga viva l'attenzione. Sicuramente il raggiungere per forza un preciso minutaggio ha fatto sì che qualche scena venisse inspiegabilmente allungata, senza aggiungere nulla alla trama e spezzando il ritmo. La cosa migliore nel film sono probabilmente i criminali stupidi, principali responsabili delle scene divertenti.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Lucius • 6/10/13 13:09
    Scrivano - 8325 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il 45 giri originale italiano:



    Ultima modifica: 6/10/13 13:35 da Zender
  • Curiosità Deepred89 • 31/03/14 23:25
    Comunicazione esterna - 1427 interventi
    Quando il film uscì nelle sale italiane nel Natale 1961, il titolo era La carica dei cento e uno (come si sente nel doppiaggio italiano), mentre il titolo con cui il film circola attualmente è comparso la prima volta in occasione della riedizione del 1970.

  • Discussione Zender • 1/04/14 08:17
    Consigliere - 43512 interventi
    Deepred89 ebbe a dire:
    Quando il film uscì nelle sale italiane nel Natale 1961, il titolo era La carica dei cento e uno (come si sente nel doppiaggio italiano), mentre il titolo con cui il film circola attualmente è comparso la prima volta in occasione della riedizione del 1970.



    Davvero curioso questo, proprio non lo sapevo!
  • Discussione Caesars • 4/12/15 14:05
    Scrivano - 10707 interventi
    Furetto60 nel suo commento scrive:

    "Crudelia e le sue orribili pellicce (e siamo solo nel ’61!) e l’infido Edgar, il peggiore in quanto viscido e traditore. Grazie a loro la vicenda acquista in spessore e, nel caso di Edgar, anche in comicità."

    A me pare (ma potrebbe essere che la mia memoria faccia "cilecca", mi succede spesso...) che Edgar sia personaggio de "Gli aristogatti" e non lo ricordo in questo film. Sbaglio io, o Furetto60 ha mischiato due commenti?
  • Discussione Didda23 • 4/12/15 14:26
    Comunicazione esterna - 5716 interventi
    Edgar è il maggiordomo negli Aristogatti.
    In questo Crudelia ingaggia Gaspare e Orazio per rapire i dalmata.

    Mi sembra proprio uno di quei commenti basati solo sui ricordi.
    Ultima modifica: 4/12/15 14:27 da Didda23
  • Discussione Furetto60 • 4/12/15 20:43
    Call center Davinotti - 45 interventi
    Mi sto facendo una scorpacciata di cartoni Disney, può capitare che si confondano i nomi.
    Forse Didda avrebbe bisogno di un pochino di bromuro.
  • Discussione Zender • 5/12/15 09:38
    Consigliere - 43512 interventi
    Furetto, innanzitutto moderati tu. Se Didda dice che gli sembra un commento fatto sui ricordi (come spesso capita ancora per alcuni utenti, purtroppo) non c'è niente di male e ha il diritto di dirlo. Male è invece fare errori così perché quella detta da Didda è inevitabilmente l'impressione che si dà a chi legge (e che ho avuto anch'io nonostante abbia visto i film secoli fa). Quelli che tengono al sito te lo dicono, gli altri se la ridono sotto i baffi e si convincono che ovviamente chi scrive qui i film non li vede o li abbia visti anni prima.

    Confondere due cartoni (o film) tra loro - non si tratta solo dei nomi, quello sarebbe anche comprensibile - è erroraccio proprio da evitare e se si commentassero i film appena visti o poco dopo dubito ci si potrebbe confondere così. E qui siamo abituati a ringraziare chi ci fa notare gli errori, non a dirgli di prendersi del bromuro. Ora, dal momento che il commento si basa sui due cattivi e uno non c'entra nulla, possiamo anche eliminarlo e lasciarlo qui.

    Frizzante classico d’animazione, un manifesto canino-animalista-ecologista che presenta due cattivi memorabili: Crudelia e le sue orribili pellicce (e siamo solo nel ’61!) e l’infido Edgar, il peggiore in quanto viscido e traditore. Grazie a loro la vicenda acquista in spessore e, nel caso di Edgar, anche in comicità. Grafica di prim’ordine.
    Ultima modifica: 5/12/15 10:05 da Zender
  • Discussione Furetto60 • 5/12/15 20:08
    Call center Davinotti - 45 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Furetto, innanzitutto moderati tu. Se Didda dice che gli sembra un commento fatto sui ricordi (come spesso capita ancora per alcuni utenti, purtroppo) non c'è niente di male e ha il diritto di dirlo. Male è invece fare errori così perché quella detta da Didda è inevitabilmente l'impressione che si dà a chi legge (e che ho avuto anch'io nonostante abbia visto i film secoli fa). Quelli che tengono al sito te lo dicono, gli altri se la ridono sotto i baffi e si convincono che ovviamente chi scrive qui i film non li vede o li abbia visti anni prima.

    Confondere due cartoni (o film) tra loro - non si tratta solo dei nomi, quello sarebbe anche comprensibile - è erroraccio proprio da evitare e se si commentassero i film appena visti o poco dopo dubito ci si potrebbe confondere così. E qui siamo abituati a ringraziare chi ci fa notare gli errori, non a dirgli di prendersi del bromuro. Ora, dal momento che il commento si basa sui due cattivi e uno non c'entra nulla, possiamo anche eliminarlo e lasciarlo qui.

    Frizzante classico d’animazione, un manifesto canino-animalista-ecologista che presenta due cattivi memorabili: Crudelia e le sue orribili pellicce (e siamo solo nel ’61!) e l’infido Edgar, il peggiore in quanto viscido e traditore. Grazie a loro la vicenda acquista in spessore e, nel caso di Edgar, anche in comicità. Grafica di prim’ordine.


    Caro Zender, non mi sognerei mai di non ammettere errori o erroracci. Ne ho commesso uno poco tempo fa, con la Piovra 8 quando commentai senza essermi accorto di aver visto solo la prima parte! In quel caso mi corressi da solo. E sono senz’altro disponibile a ringraziare chi mi fa notare l’errore, ma non accetto chi mette in dubbio la mia buona fede. E poi, se non si ha la certezza, le impressioni personali non si esprimono in pubblico, altro che non c’è nulla di male!
    Ieri sera ho visto ho visto Oscure presenze. Verso la metà uno dei protagonisti, il padre, assale un amico del primogenito reo, secondo lui, di aver fatto dei tatuaggi al proprio figlio. L’aggredisce senza dargli il tempo di parlare e senza accertare se quanto riteneva fosse vero, tant’è che si prende un pugno e la moglie vuole rivolgersi ai servizi sociali. Un comportamento senz’altro deprecabile. Ma poverino un minimo di comprensione la merita: in casa sua gli alieni entrano e escono.
    Questo mi ricorda il comportamento di Didda. Forse anche lui ha omini blu che mettono in pericolo la sua preziosa collezione di dvd e quindi dovrei giustificare la sua aggressività? No. Proprio no.
  • Discussione Zender • 6/12/15 08:33
    Consigliere - 43512 interventi
    Caro Furetto, devi accettare che uno possa dire SEMBRA PROPRIO un film di quelli fatti sui ricordi. Primo perché la cattiva fede non c'entra (nel senso che non è cosa vietata da fare), secondo perché inevitabilmente, per chi legge e conosce i film, l'impressione è quella. Quindi meglio che lo dica apertamente qualcuno e che ci permetta di correggere che non lo dicano invece altri divertendosi alle spalle tue e del sito.

    Chi ha detto che un'impressione personale non si esprime in pubblico? Mica ti ha accusato di aver ucciso qualcuno! Avesse detto Furetto mi pare uno di quegli utenti che fa commenti solo sui ricordi ti avrei dato immediatamente ragione, ma essendosi lui riferito a UN SOLO specifico commento non c'è proprio da prendersela. L'aggressività è in questo caso soprattutto di chi risponde a un "mi sembra" con il bromuro e insiste citando omini blu e cose del genere. Se si fanno errori gravi (nei limiti di una gravità relativa, è ovvio) si ha il diritto di scrivere che SEMBRA, perché quella è NETTAMENTE l'impressione che quel commento dava, a chiunque lo leggesse.

    Ho sempre chiesto di scrivere dopo aver visto i film proprio per evitare errori del genere. Se li si fa si deve accettare anche che uno possa dire che sembra un commento fatto sui ricordi (che poi ripeto, non è un'accusa così terribile e non giustifica il tirare in ballo bromuro e alieni). Poi li si corregge e fine della storia.
    Ultima modifica: 6/12/15 08:54 da Zender
  • Discussione Alex75 • 13/06/16 17:59
    Call center Davinotti - 622 interventi
    Lo ricordo come il primo film visto al cinema. Avevo 3 o 4 anni. Lo rividi poi nella stessa sala, poco prima che chiudesse i battenti, qualche anno dopo. Mi domando per quanti bambini l'iniziazione al cinema sia avvenuta con un film Disney.