Flashdance

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 11/04/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 12/04/07 00:01 - 4672 commenti

I gusti di B. Legnani

Pellicola per ragazzi, più che altro. Storiella elementare con trama trita e ritrita (lui ricco, lei povera, sai che novità dirompente…). Spiccano una splendida fotografia ed una celeberrima colonna sonora. La carta vincente, però, è il volto non perfetto, ma affascinantissimo, di Jennifer Beals che, se incontrata al ristorante, può causare dei coccoloni.

Il Gobbo 16/09/07 21:27 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Film di immensa quanto immeritata fortuna, ma fra i fondamentali nella definizione e (oggi) nella raffigurazione di una certa estetica degli Anni Ottanta: non a caso, la sua duratura influenza si sente non al cinema, ma nella pubblicità. Trama di esemplare banalità, gran colonna sonora in cui spicca la celebre Maniac di Michael Sembello.

Deepred89 6/03/08 13:30 - 3257 commenti

I gusti di Deepred89

Chi rimprovera a Lyne di aver realizzato, con questa pellicola, una specie di spot pubblicitario lungo un'ora e mezzo non ha tutti i torti: inquadrature studiatissime e patinatissime si susseguono senza sosta per tutta la durata, rendendo il tutto piuttosto stucchevole. Il film comunque non è malvagio, scorre bene, ha una buona fotografia, è discretamente interpretato e ha una colonna sonora (di Giorgio Moroder) con molte canzoni che, nel bene o nel male, hanno segnato un'epoca. Molti buoni sentimenti che però non stonano più di tanto. Si può vedere.

Capannelle 7/08/08 21:16 - 3690 commenti

I gusti di Capannelle

Vedendolo in piena fase adolescenziale, trascinato dalla colonna sonora, devo dire che mi era piaciuto. La trama non è profonda ma è portata avanti dignitosamente. La regia di Lyne e l'impegno della Beal, surrogati da un paio di hit decisamente riuscite, possono essere premiati: non tanto da una seconda visione ma da un voto generoso.

Galbo 27/11/08 05:48 - 11311 commenti

I gusti di Galbo

Film dallo straordinario (e spropositato considerati i suoi meriti artistici) successo commerciale, è un opera ad alto livello di "furbizia", appositamente confezionata (come spesso accade ai film di Adrian Lyne) per piacere ad una vasta platea. Storia e sceneggiatura piuttosto esili, cast adeguato ma non straordinario; il vero valore aggiunto del film sono i numeri musicali, quasi sempre di ottima fattura.

Undying 29/11/08 16:31 - 3841 commenti

I gusti di Undying

Sorta di "musical" ruffiano e destinato ad un pubblico eterogeneo, sorretto - quasi unicamente - dall'ottima performance di Jennifer Beals. La modesta regia può contare su artisti qualificati (su tutti il grande Moroder) in grado di dare dignità ad un prodotto privo di trama e senza alcuna attinenza con la realtà. Il film ebbe un certo riscontro, tanto che persino Fulci ne subì l'influsso quando ne girò una versione thriller (Murderock - Uccide a passo di danza, 1984). Fruibile, ma difficilmente memorizzabile.

Disorder 27/11/09 22:43 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

La favola di Cenerentola aggiornata agli anni 80. Siamo nell'era di Saranno Famosi e la bella protagonista non aspetta fate madrine o principi azzurri, ma lavora sodo per raggiungere l'obiettivo: passare l'agognato provino e dare la svolta alla propria vita. Un buon film, leggero nella trama ma con qualche momento memorabile (le scene di ballo); buona parte del merito comunque va alle spendide musiche firmate Giorgio Moroder. Più per appassionati di costume e società che per cinefili, ma bello.
MEMORABILE: La canzone principale "What A Feeling" cantata da Irene Cara (vinse addirittura l'Oscar...).

Belfagor 30/11/09 10:00 - 2620 commenti

I gusti di Belfagor

Ovviamente si tratta di un film studiato per il successo commerciale, questo è innegabile. Ma l'operazione è ben riuscita, grazie ad una buona interpretazione della Beals e, soprattutto, all'eccellente colonna sonora in puro stile anni '80. La buona qualità del prodotto fa passare senza problemi anche i momenti più patinati. Bello per la sua leggerezza, senza essere stucchevole.
MEMORABILE: Più che altro le canzoni: "What a Feeling", "Maniac", "Gloria"...

Ciavazzaro 30/11/09 12:24 - 4754 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Pessimo. Non mi è mai piaciuto e nel corso degli anni il mio giudizio non è cambiato, anzi è soltanto peggiorato. Successo dal punto di vista commerciale, un fiasco per la cinematografia. Evitabilissimo, meglio vedere altro!

Nando 22/05/10 03:29 - 3454 commenti

I gusti di Nando

Un film americano per eccellenza. L'operaia ballerina che cerca il successo, nonostante il boyfriend ricco e belloccio. Operazione puramente commerciale, di grande successo, che non aggiunge nulla a livello cinematografico. Sorgono emozioni nell'osservare le vicende dell'eroina ma rimane un film musicarello da vedere senza impegno.

Ziovania 16/12/10 10:18 - 337 commenti

I gusti di Ziovania

La giovane Alex (Jennifer Beals) ispira tenerezza e simpatia e si vorrebbe fare il "tifo" perché i suoi sogni possano realizzarsi. Il castello che le è costruito attorno è però di una superficialità tale che tutta quella freschezza e gioia di vivere tipici della sua età sembrano sprecati. Epidermico.

Stefania 10/04/11 18:33 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

"Lady, lady, lady lady, I know it's in your heart to stay...": come restare indifferenti? La Beals ha un faccino ruvido e un sorriso dolce, e questo film è ruvido e dolce: ruvido come la Philadelphia industriale, come l'armatura da saldatrice di Alex, dolce come i suoi balletti, una farfalla che esce dalla larva! Poi il mentore, l'antagonista cattiva, il principe azzurro, l'indimenticabile pit bull toilettato (ruvido e dolce anche lui, anche lui Cenerentola-principessa). Tutti gli stilemi della fiaba, una fiaba rock splendidamente coreografata.
MEMORABILE: In negativo: "Gloria" era già una brutta canzone cantata da Tozzi (che in genere non mi dispiace), la versione americana è veramente rozza!

124c 21/09/11 18:13 - 2756 commenti

I gusti di 124c

Manifesto del cinema musical degli anni '80, Flashdance l'ho sempre considerato come la risposta al femminile de La febbre del sabato sera, del 1977, con John Travolta. Avrei voluto essere come Micheal Nuori, per incitare il personaggio di Jennifer Beals a fare quel provino da ballerina e, come da prassi, amarla. Le canzoni sono diventate leggenda (oltre a "What a feeeling" c'è la versione americana di "Gloria" di Umberto Tozzi), come lo scroscio d'acqua che cade sul corpo della protagonista, quando balla nel night. Finale scontato, ma assai epico.

Homesick 2/01/12 18:01 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Ruffiano, commerciale, volatile. Lusinga con un montaggio da videoclip, colori rutilanti e tormentoni disco-music, ma la storia – aggiornamento in chiave anni Ottanta della favola di Cenerentola e insieme riaffermazione dei miti americani dell’etica del lavoro e dello spirito di sacrificio – è di una banalità sconcertante; quella banalità che però piace tanto alle masse che si accalcano ai botteghini. La Beals è carina, umile, sveglia, onesta, generosa, determinata e va pure in chiesa a confessarsi: i genitori dell’epoca potevano forse pretendere di più come modello per i loro figli?
MEMORABILE: «Chi rinuncia ai propri sogni è costretto a morire».

Paulaster 29/05/13 10:56 - 2677 commenti

I gusti di Paulaster

Ciò che colpisce è l'ottima fotografia, che tiene insieme il film dando l'impronta precisa degli anni 80. Neon, luci strobo, sudore in controluce, fumi uniti alla musica di Moroder confezionano un prodotto destinato a durare. Poi certo la trama è risicatissima, con il padrone e l'operaia ballerina, l'aiutino e l'audizione. La Beals è graziosa, anche se all'inizio sembra spaesata, e il contorno attoriale resta sempre in superficie. Qualche sentimento sparso per oliare il meccanismo.

Pumpkh75 22/06/13 19:56 - 1286 commenti

I gusti di Pumpkh75

Pur facendo acqua da tutte le parti, è commercialmente un capolavoro: regia glamour, fotografia mirabile, colonna sonora ricca di hit da top ten, una giovane protagonista caparbiamente zuccherosa e a tratti un po’ sgualdrina. Jennifer Beals fa gli occhioni dolci, va in bicicletta e balla per tutto il film: oltre a questo c’è un deserto di stereotipi. Salvo "Maniac" di Sambello e il cane, il migliore di tutti: ancora complimenti per la montagna di soldi incassati.

Nancy 13/10/13 00:46 - 771 commenti

I gusti di Nancy

Immensa fama per poca sostanza, alla fine c'era da aspettarselo; la trama trasuda superficialità da ogni parte a partire dal rapporto amoroso della Beals con Nouri. Il film non poteva che essere figlio della sua epoca, gli anni 80, e l'ha decisamente segnata. Il merito che gli va riconosciuto è di essere in un certo senso il primo film-favola per adolescenti con un'estetica da videoclip che va molto di moda ancora oggi (Honey ne è stato una sorta di rifacimento...). Carina la soundtrack, carina (molto) pure la Beals. Si fa vedere e non lascia niente.

Fafo1970 14/10/13 13:22 - 30 commenti

I gusti di Fafo1970

Un vorticoso e lungo videoclip, sorretto da una robusta e gradevole colonna sonora che si aggiudicò un Oscar grazie al tema centrale, cantato da Irene Cara. Per chi ama i rampanti Anni Ottanta una moderna favola a tratti godibile e con due protagonisti affiancati da caratteristi giusti. La sequenza finale verrà riproposta nel 2001 in un video di una hit di Geri Halliwell e, in alcune sequenze, Marine Jahan balla al posto di Jennifer Beals.

Mco 17/04/16 18:51 - 2127 commenti

I gusti di Mco

Film che quasi tutti conoscono per la musica che lo contraddistingue (premio Oscar nel 1983) ma che, forse, pochi hanno davvero apprezzato. Qui si descrive una realtà fatta di emarginazione, sudore, compromessi. Ma anche di sopportazione e tenacia. La Beals, mai così bella, caratterizza di rabbia il suo personaggio, che lavora come operaia ma sogna le coreografie del ballo. Il principe azzurro non è propriamente quello delle fiabe ma l'amore non ha schemi. Dramma e commedia si uniscono sotto il cappello musicale per raggiungere il pubblico.
MEMORABILE: Il "piedino" al ristorante; Il provino finale.

Parsifal68 1/03/16 12:24 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

Filmetto poco più che giovanile e limitato all'epoca in cui è stato girato, dove spesso il ritmo era quello di un lungo videoclip. La storia banale e ritrita è assolutamente pleonastica rispetto ai numeri di danza della bella Beals, ma visto una volta si può tranquillamente riporlo nel cassetto. Adrian Lyne ha sempre confezionato film dove si sfocia spesso nella furberia, con sceneggiature più rivolte ai gusti del pubblico che a una sua personale linea artistica e questo, forse, è il difetto principale della sua filmografia.

Daidae 14/05/17 23:54 - 2719 commenti

I gusti di Daidae

Film tutto sommato passabile: immeritata la fama di cult, ma è un dato di fatto che da questo film ne siano nati tanti dalla trama simile legati al connubio ballo-musica. Colonna sonora curata e balli ben coreografati, dalle scene di ballo della sempre ottima Cynthia Rhodes a quelle con le controfigure della Beals. Si balla praticamente ovunque: nei night, sul ghiaccio, in casa da soli... Ai suoi tempi ebbe un gran successo e tuttora viene omaggiato.
MEMORABILE: La trashissima giuria, tra scrutatori che starnutiscono altri che fumano sigari e sigarette, altri che mantengono il tempo; Le belle scene di ballo.

Darkknight 10/09/17 20:56 - 350 commenti

I gusti di Darkknight

La trama è la sola discriminante tra un film riuscito o meno? No. Qui la trama è banale (Cenerentola working class vagamente Rocky) se non addirittura frammentaria (restano insoluti i subplot di Richie e Jennie), eppure musica e fotografia sono un capolavoro di estetica anni '80. E non me la sento di dire che sia sopravvalutato, visto che la canzone e la coreografia finale sono ad esempio effettivamente splendide e meritevoli del loro successo.
MEMORABILE: "All alone I have cried, silent tears full of pride, in a world made of steel, made of stone..."

Fulcanelli 24/04/18 04:50 - 100 commenti

I gusti di Fulcanelli

La prima impressione dopo la prima visione è quella di volerlo rivedere subito da capo. Il fascino del periodo in cui fu girato ha sua rilevanza ma è per lo più la somma dei tanti singoli elementi elaborati con cura e tatto a rendere il tutto quasi fiabesco: la spontaneità delle interpretazioni, la storia semplice e coerente, l'ottimo lavoro nel montaggio, le musiche e le coreografie ideali, la fotografia stellare. Un film speciale quanto la sua insostituibile protagonista Jennifer Beals. Gioiellino di rara finezza.

Modo 13/11/18 21:08 - 816 commenti

I gusti di Modo

Storia tra le più banali di sempre ma grazie alla prova della protagonista, all'ottimo ritmo e alla spettacolare colonna sonora il film fa il botto al botteghino. Energia pura, che rispecchia la vitalità degli anni '80 dove tutto è possibile, anche che un capo ricco e bello si innamori di una giovane caparbia operaia di giorno amante del ballo la notte. Gran successo in fondo meritato.

Noodles 20/02/20 21:45 - 787 commenti

I gusti di Noodles

Cult anni '80 tra i più celebri, ma come spesso accade in questi casi è molto deludente. La storia è scontatissima e non presenta alcun tipo di novità; anzi, a dire il vero praticamente non ce n'è, a parte la consueta storia d'amore. Anche la musica dopo un po' stanca; si salva solo l'immortale main theme "What a Feeling". Jennifer Beals è brava, bellissima e recita abbastanza bene, ma attorno a lei c'è il nulla. Per ragazzi appassionati del genere.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Disorder • 19/09/11 11:23
    Addetto riparazione hardware - 379 interventi
    Zender ebbe a dire: Ah beh certo, se poi mi voglion fare anche un sequel ambientato in un ospizio con la Beals che allieta gli altri ospiti dopo la mela cotta delle sei e mezza ben venga, io lo guarderei di sicuro. ahaha! Ma povera Jennifer! Avrà si e no 50 anni... Comunque per come finiva il film (lei che si accasa definitivamente con l'industrialotto new-yorkese) è difficile ipotizzare un sequel...mi domando come mai invece non abbiano ancora pensato al remake, visto che tanto il revival anni 80 quanto il genere "ballo" tirano ancora tra i ragazzini
  • Discussione Tarabas • 19/09/11 15:53
    Formatore stagisti - 2051 interventi
    Non mi toccate la Beals, per favore. Tendenzialmente, direi una splendida 48enne.
    Ultima modifica: 17/12/18 09:53 da Zender
  • Discussione Capannelle • 19/09/11 16:25
    Scrivano - 2491 interventi
    Ma che l'hanno criogenizzata per un ventennio?
  • Discussione Tarabas • 19/09/11 18:27
    Formatore stagisti - 2051 interventi
    La Jenny spacca.
  • Discussione Ruber • 20/09/11 02:02
    Compilatore d’emergenza - 8939 interventi
    Infatti è veramente una bella donna, come avevo scrito nel primo post avendola vista da Carlo Conti a diversi anni di distanza.
    Ultima modifica: 20/09/11 09:34 da Zender
  • Musiche Lucius • 25/01/12 12:19
    Scrivano - 8423 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, due 45 giri originali:
    Ultima modifica: 12/04/13 07:56 da Zender
  • Curiosità Buiomega71 • 17/12/18 09:47
    Pianificazione e progetti - 21654 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv ( "Il Filmissimo", mercoledì 9 ottobre 1985) di Flashdance:
  • Curiosità Caesars • 15/07/19 14:47
    Scrivano - 10218 interventi
    In un primo tempo il film avrebbe dovuto essere diretto da Brian De Palma. Ci lavorò per qualche settimana in fase di pre-produzione, prima di abbandonare il progetto per dedicarsi a Scarface. Curiosamente, quattro anni dopo De Palma non accettò di girare Attrazione fatale, altra pellicola che (come questa) venne diretta da Adrian Lyne. Fonte: Imdb
  • Discussione Daidae • 28/03/20 16:08
    Compilatore d’emergenza - 853 interventi
    Ho rivalutato Flashdance, chiedo se possibile la modifica del commento con un alzamento a **! Film tutto sommato passabile: immeritata a mio avviso la fama di cult, ma è un dato di fatto che da questo film ne sono nati tanti dalla trama simile con il connubbio ballo-musica.Colonna sonora ben curata e balli ben coreografati: le scene di ballo della sempre ottima Cynthia Rhodes e delle varie controfigure della Beals. Si balla praticamente ovunque: nei night, sul ghiaccio, in casa da soli... Ai suoi tempi ebbe un gran successo e tuttora viene omaggiato.
  • Discussione Zender • 28/03/20 18:12
    Consigliere - 43803 interventi
    Cambiato, però anche per te Daidae: la regola 6 del modulo dei commenti. Mai usare la prima persona quindi frasi "a mio avviso", "per me il migliore di quelli che ho visto" ecc. eviatale grazie.