Captain America - Il primo vendicatore

Media utenti
Titolo originale: Captain America: The first avenger
Anno: 2011
Genere: action (colore)
Note: Aka "Capitan America - Il primo vendicatore".
Numero commenti presenti: 38

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/07/11 DAL BENEMERITO DIDDA23
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Darkknight 4/01/12 13:57 - 353 commenti

I gusti di Darkknight

Pupillo di Spielberg, Joe Johnston, già regista di Rocketeer (altro cinecomic d’ambientazione bellica), non si smentisce e gira un altro kolossal per famiglie, spettacolare e divertente, più simile ad Indiana Jones che a Salvate il soldato Ryan. Certo, i cultori dei bat-polpettoni alla Nolan pretendevano un film più crudo e realistico, con personaggi più tormentati ed ambiguamente divisi tra Bene e Male. Ma un eroe come Cap, coi valori che incarna, non può permettersi d’essere ambiguo e men che mento cupo…
MEMORABILE: Bucky a Steve, dopo aver visto Teschio Rosso togliersi la maschera: “Tu non hai una di quelle, vero?”

Didda23 22/07/11 21:04 - 2298 commenti

I gusti di Didda23

Sinceramente mi aspettavo un risultato profondamente diverso. Nel film quasi nulla funziona: l'introspezione psicologica dei personaggi è pressapochista, la sceneggiatura piatta e scadente, la regia di routine e mai incisiva nelle scene d'azione. Spreco totale ed ignobile del cast. Bocciato senza scuse.

Rambo90 23/07/11 02:02 - 6444 commenti

I gusti di Rambo90

Finalmente un action divertente, con personaggi ben costruiti e una durata non eccessiva. Più compiuto di Thor e sicuramente meno caotico dell'incredibile Hulk. Johnston sa come creare un blockbuster che coinvolga lo spettatore, anche grazie a una buona fotografia che aiuta a ricreare l'atmosfera d'epoca (siamo negli Anni Quaranta). Evans è il protagonista giusto, ma di meglio fanno gli splendidi Tommy Lee Jones e Stanley Tucci nei ruoli del colonnello Phillips e del dottor Herskin. Finale insolito.
MEMORABILE: Tommy Lee Jones: "Io non ti bacio".

124c 25/07/11 12:04 - 2779 commenti

I gusti di 124c

Con Captain America si chiudono, finalmente, le pellicole collegate al progetto Vendicatori (il cui film sarà portato in sala nel 2012). Film interessante, anche se del vero Capitan America dei fumetti hanno tolto il patriottismo e i nazisti, soastituiti dagli agenti dell'Hydra agli ordini del Teschio Rosso. Chris Evand, alla fine, può andare, anche se Hugo Waaving, Tommy Lee Jones e Stanley Tucci gli sono superiori. Detesto quando dicono, nella versione italiana, "Capitano Rogers": lo scambio per un altro eroe dei fumetti, Buck Rogers!

Tyus23 26/07/11 12:30 - 220 commenti

I gusti di Tyus23

Il problema principale (ma non l'unico) di Captain America è l'essere in maniera troppo evidente poco più di uno film-traino per l'ambizioso progetto Avengers dell'estate 2012. Non che i Marvel Studios ci abbiano finora abituato alla qualità a tutti i costi, ma il film di Johnston, che pure aveva delle potenzialità, sembra scritto frettolosamente e non riesce a caratterizzare a sufficienza né il protagonista né i personaggi di contorno. Qualcosa funziona (il piccolo Chris Evans, Tommy Lee Jones), ma il tutto si fa dimenticare in fretta.

Ford 30/07/11 23:04 - 582 commenti

I gusti di Ford

Complice il luglio più piovoso degli ultimi 40 anni sono finito in sala a vedere questo film. Sceneggiatura spaventosamente banale, effetti speciali davvero fastidiosi (a parte gli stratagemmi per far sembrare tappetto il protagonista all'inizio...), salviamo giusto la fotografia, le attrezzature retrofuturistiche e i costumi; un po' poco per un film costosissimo in cui anche le scene d'azione annoiano. I titoli di coda, oltre ad essere davvero bellissimi, hanno il merito di fermare questa farsa.
MEMORABILE: Gli spettacolari titoli di coda, unica cosa per cui vale la pena di pagare il sovrapprezzo del 3d.

Puppigallo 6/08/11 01:47 - 4526 commenti

I gusti di Puppigallo

La comparsa della noia persino durante le scene d'azione ne determina il totale fallimento. E se aggiungiamo una regia ordinaria, senza guizzi e una sceneggiatura pietosamente normale, ecco che la frittata è fatta. Persino il cattivo non risolleva le sorti di questa pellicola, che si trascina quasi sempre. In più, il povero Lee Jones sembra che sia approdato in questo film per finire i suoi ultimi giorni attorici prima del pensionamento. Il protagonista poi, è poca cosa. Evitabile.
MEMORABILE: Lee Jones, con bistecca e contorno, che parla al prigioniero tedesco (lo scienziato).

Mickes2 3/08/11 14:04 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

Tanto di cappello a Johnston che non ha abusato degli odiosi ralenti tanto cari al ridicolo cinema a tre dimensioni. Il film è onesto: prima parte atta a delineare, seppur in maniera del tutto superficiale, il contesto ed i personaggi che ne fanno parte, senza calcare la mano. Tra gesti e situazioni comunque abbastanza discutibili, si giunge alla seconda parte quasi del tutto dedita allo spettacolo pim-pum-pam, come si suol dire. Non è il mio genere, ma il film si dimentica in un battito di ciglia.

Ishiwara 14/08/11 17:38 - 214 commenti

I gusti di Ishiwara

Lo schema della vicenda è fin troppo standard e quanto a trovate originali c'è decisamente poco se non nulla. Ci si poteva sforzare un po' di più per immaginare le super-armi naziste. Un cattivo sottoutilizzato che si dilegua appena intravede lo scudo stellato distruggendo tutto alle sue spalle non è il massimo dell'avversario per un "eroe" che già di suo è patetico. Il film fallisce nel tentativo di creare un'atmosfera e quanto a recitazione siamo al minimo sindacale. Lee Jones ormai è troppo pigro per leggere un copione ed accetta ogni parte.
MEMORABILE: Ogni carta geografica (e ne appaiono anche troppe) è una perla di insipenza storica.

Siregon 16/08/11 22:38 - 353 commenti

I gusti di Siregon

Naviga nella mediocrità più assoluta come da standard per i film di Johnston. Peccato perché l'ambientazione avrebbe potuto regalare spunti ben diversi nelle mani di un regista più capace e ricercato. Scorre abbastanza veloce, il ritmo non è il problema ma lo è la sceneggiatura. Anche il poco espressivo protagonista non aiuta. La Marvel sbaglia tutto nella scelta dei registi e spreca delle ottime occasioni.

Nando 22/08/11 15:04 - 3496 commenti

I gusti di Nando

Fumettone americanissimo in cui le atmosfere belliche sono ricreate discretamente: l'adrenalina e un pizzico di sentimentalismo sono i capisaldi della narrazione. Dopo una prima parte in cui si osserva la genesi del supereroe si passa all'azione pura con le solite peripezie. Cast nella norma e finale prima malinconico poi personalmente poco gradito.

Gelido 19/08/11 11:47 - 16 commenti

I gusti di Gelido

I film sui supereroi difficilmente riescono ad essere originali e di solito sono variazioni sul tema del "viaggio dell'eroe". Questo Capitan America non si discosta di un millimetro dalle attese, senza che ci siano almeno divertenti effetti speciali a controbilanciare il tutto e proprio per questo risulta un po' noioso. Comunque la confezione è buona, gli attori accettabili ed il cattivo non è male (anche se Weaving in Matrix era un'altra cosa!). Finale futuristico avvilente. Probabilmente la cosa migliore sono i titoli di coda...

Daniela 30/10/11 18:25 - 9661 commenti

I gusti di Daniela

Abbastanza godibile nella prima parte, con Evans minuzzolo che cerca invano di arruolarsi e poi, una volta diventato l'ipervitaminico Evans al naturale, obbligato a far da testimonial per lo sforzo bellico. Ma poi si stufa e in guerra ci va davvero, non contro Hitler ma contro uno che dovrebbe essere ancora più cattivo (Hitler non bastava?), ma in realtà fa un po' pena perché va in giro con una maschera da Halloween e poi ha tanti soldati, ma scacissimi, basta un pugnetto dei nostri per farne strage. Insomma, una mezza bischerata.
MEMORABILE: L'unica battuta carina spetta a Tommy Lee Jones, rivolto a Evans che si è appena sbaciucchiato con la sua bella: "Io non ti bacio"

Mutaforme 31/10/11 11:54 - 392 commenti

I gusti di Mutaforme

Il rischio americanata era altissimo, tutto sommato invece Capitan America se la cava senza diventare uno spot della bandiera a stelle e strisce. Per il resto però il film non decolla mai, restando sempre un po' troppo scontato, anche se in fondo accettabile. Fa eccezione il finale, piuttosto sorprendente.

Redeyes 12/11/11 09:27 - 2164 commenti

I gusti di Redeyes

Soporifero. D'accordo, non faccio salti di gioia per i Marvel essendo più Bonelliano, ma questo vendicatore è una barba... Stucchevole persino nella ricostruzione storica che, perlomeno, nella propaganda risulta godibile. Hugo è, forse, il personaggio che parrebbe risultar migliore, ma è relegato a ruolo di emerito idiota. Anche la cosiddetta action non eccita e dulcis in fundo ci ricordano del 2012 e degli Avengers. Fast forward!!!

Galbo 27/11/11 20:06 - 11454 commenti

I gusti di Galbo

Quintessenza degli Stati Uniti del periodo bellico (durante il quale è stato creato), il personaggio di Captain America è protagonista di un film che, anche se non resterà nella storia del cinema, è abbastanza godibile. Il regista Joe Johnston non è un mostro di talento, ma sa come "muovere" un film d'azione e la pellicola sembra in grado di cogliere lo spirito originario del personaggio. Migliore nella prima parte rispetto alla seconda, maggiormente convenzionale, il film si avvale di un buon cast, anche nei ruoli secondari.

Harrys 2/03/12 13:18 - 682 commenti

I gusti di Harrys

Lo stampino della Marvel sembra palesare i primi accenni di latenza d'inchiostro: direzione Transformers! Oltre alla suggestiva ucronia (che ricorda, cinematograficamente parlando, il Watchmen di Snyder) il nulla. Action sfrigolante cui lo spettatore moderno risulta ampiamente assuefatto; indi soporifero, in tutta la sua pachidermica opulenza d'effetti speciali (comunque sempre di buona fattura) destrutturalizzanti e disarmonici, in quanto scarsamente coadiuvati dalla recitazione tout court, incolore e di facciata. Soprassediamo sulla moralina di fondo. *1/2

Zuni 6/01/12 14:09 - 68 commenti

I gusti di Zuni

Ad una prima parte interessante e ben tenuta ne segue una seconda atroce in cui le scene action sembrano attaccate quasi per forza (e vedendo il mese di reshoot che è stato fatto non è da escludere) in un canovaccio praticamente inesistente. Ci pensa il finale a rialzare un po' le sorti, ma è dura arrivarci. Tommy Lee Jones da ospizio e una sottotrama pietosa legata all'osceno personaggio del sergente donna (nel '45 con sei strati di rossetto rosso e mini gonna) che fa invocare gli antichi. Poteva andare comunque peggio. Tremendo doppiaggio italiano.
MEMORABILE: La fase "pubblicitaria" di Cap; La rivelazione di teschio rosso.

B. Legnani 6/02/12 23:21 - 4790 commenti

I gusti di B. Legnani

Abbastanza tremendo. Protagonista e suo contorno sono così insopportabili che si rischia di fare il tifo per il nazista secessionista (il quale elimina pure, per chi ha l'occhio fino, il dottor Gõbbels). Non serve difendersi con l'aderenza all'archetipo quando un film è inguaribilmente brutto e, più prosegue, più peggiora, fino al grottesco finale, che pare lì per cullare il pubblico statunitense nella sua infanzia perenne. Le scene di azione sono noiose, quelle "normali" sono di rara prevedibilità, il protagonista è di piena insulsaggine. *½
MEMORABILE: Che ogni buono elimini 100 cattivi ci sta, ma che gli americani arrivino in poche ore, a piedi, dall'Austria al Centro Italia potevano evitarcelo...

Greymouser 9/02/12 12:18 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Una versione del noto super-eroe Marvel piuttosto deprimente, a cominciare dall'assurda interpretazione del costume. Ma questo sarebbe un dettaglio: il fatto è che il personaggio (che nel fumetto è pensoso e tormentato) è banalizzato oltre ogni misura, e ne viene sottolineato solo il lato peggiore, ovvero la retorica tutta stelle e strisce (che negli Anni Sessanta e Settanta aveva pure un senso, ma non oggi) richiamata già nel nome di battaglia. Chiassoso e noioso, con il solito Evans bamboccione che non si può guardare. Pessimo.

Jena 3/03/12 12:26 - 1219 commenti

I gusti di Jena

Poteva essere intrigante: per combattere i nazisti si crea un soldato che ha tutte le caratteristiche del superuomo nazi, ma Johnston è un piattone e lo cosa non è nuppure accennata. Trionfa quindi il banale a suon di dollari: un misto degli ultimi Indiana Jones (quelli brutti) e 007, così politically correct che perfino i nazisti (reali nemici del Cap America originale) sono sostituiti da una certa Hydra. Attori scialbi, Tommy Lee Jones c'è per l'assegno, un po' meglio (ma inferiore al fumetto) il Teschio Rosso di Weaving. Fiacco.
MEMORABILE: Unica scena emozionante: il finale con Cap America che si sveglia ai gironi nostri.

Piero68 3/04/12 13:46 - 2784 commenti

I gusti di Piero68

Il flop del film era già nel soggetto. Capitan America infatti, nato come fumetto di propaganda anti-nazista nel 40, era già un progetto fallito alla fine della guerra. Riproporlo pertanto in una sorta di chiave moderna (seppur sullo sfondo della II Guerra Mondiale) snaturandone tra l'altro tutte le peculiarità presenti nel fumetto originale, era una sorta di suicidio annunciato. Male anche la regia e le caratterizzazioni. Per non parlare del cast dove Lee Jones sembra più un nonnetto petulante di un colonello. L'eccessiva durata non fa che aumentare la noia.

Ryo 1/05/12 18:00 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Capitan America, creato come fumetto negli anni 40 per propaganda bellica, è divenuto col finire della guerra uno dei supereroi più noiosi della Marvel. Il film è solamente un lungo incipt: è ambientato infatti al 98% durante la seconda guerra mondiale e solamente nei 5 minuti finali Mr. Rogers si ritrova nel nostro secolo. A tratti simpatico e ironico, ma fin troppo prevedibile, si lascia vedere anche senza prestare la massima attenzione. Cast ben assortito con la piacevole presenza di Weaving e di Tommy Lee Jones.
MEMORABILE: Steve che usa uno sportello come scudo... con una stella al centro; Tommy Lee: "Io non ti bacio!"

Tarabas 12/06/12 23:15 - 1721 commenti

I gusti di Tarabas

Newyorkese rachitico si trasforma in supersoldato (come in XFiles, ma lui è buono) e viene impiegato per vendere i prestiti di guerra. Come promotore finanziario è così così, come ammazzasette con scudo multicolore è un fenomeno. Dopo 20 minuti non malvagi, soprattutto per l'ambientazione d'epoca, il film diventa una scemenza senza ritegno, il cui culmine è il nazista così cattivo da spodestare Hitler al fine di dominare il mondo (il supercattivo mica può accontentarsi della periferia di Dusseldorf). In più, ha uno scheletrico crapone rosso fuoco. Bum.

Cloack 77 22/05/12 14:45 - 547 commenti

I gusti di Cloack 77

La sorpresa è lo spirito goliardico, ironico, leggiadro, ma non leggero che pervade la pellicola: non si può negare che sia grande l'idea di accostarsi a Flags of our fathers, naturalmente con i dovuti distinguo. L'azione scorre, senza invadere eccessivamente e il finale "diverso" sottolinea una certa linea di demarcazione con altri film supereroistici. Il vero problema di Captain America fumetto e, di conseguenza, film, sono gli antagonisti: purtoppo non tutti hanno a che fare con un pagliaccio sanguinario...

Hackett 15/08/12 09:44 - 1748 commenti

I gusti di Hackett

Tentativo abbastanza riuscito di rendere appetibile uno dei piú stereotipati e meno carismatici eroi Marvel. Il connubio supereroe-film di guerra funziona ed esce dagli schemi dei soliti film sui supereroi (e ovviamente l'azione non manca). Poco incisivo il cattivo della situazione e un po' frettoloso il finale.

Schramm 9/09/12 11:34 - 2454 commenti

I gusti di Schramm

Anche il meno tragico, contraddittorio, sfaccettato e paranormale dei paladini della giustizia si ritrova blockbusterato a colpi di effetti speciali ultravivaci. E' impresa ingrata rendere magnetico un character che già su fumetto stava in fondo alla graduatoria e lambiva l'interzona dei superheroes secondari, vuoi per le caratteristiche di cui sopra, vuoi per la sfacciata letteralità patriottica (un uomo bandiera). A vivacizzarlo e rendercelo interessante e divertente Johnston ce la mette tutta offrendo comunque equo intrattenimento, ma non si può certo gongolare che il bioheropic spacchi.

Belfagor 15/09/12 14:35 - 2627 commenti

I gusti di Belfagor

Le origini di un supereroe già di per sè poco interessante sono narrate in modo piatto da una pellicola che sembra essere stata realizzata solo per completare il ciclo degli Avengers prima del film collettivo. Il protagonista è interpretato da un Evans con poco carisma, il contesto è tracciato in modo superficiale e colmo di inutile enfasi retorica, il cast di contorno non ha il rilievo che meriterebbe (soprattutto Cooper nei panni di Howard Stark), mentre Weaving dà vita ad un Red Skull più che discreto. Bambocciata.
MEMORABILE: "Io non ti bacio"; I titoli di coda.

Matalo! 9/12/12 19:57 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Nel passaggio dalla pagina al cinema e nonostante le meraviglie della tecnologia odierne, pare che gli eroi Marvel poco guadagnino, se non perdono addirittura. Basti pensare a tutto il lavoro di contestualizzazione storica che francamente non va al di là di un catalogo di reclàme da mercatino del modernariato. Forse ho attribuito troppo spessore ai fumetti Marvel quand'ero adolescente? Nulla in questo capitan America mi fa pensare che possa provare del pathos, nemmeno quando è un nanetto (e sì che dovrebbe accadere). Puerile.

Blutarsky 31/10/13 18:16 - 353 commenti

I gusti di Blutarsky

Personaggio Marvel tra i meno interessanti, troppo retorico senza le sfumature o l'ironia di altri supereroi della casa americana. Sceneggiatura prevedibile senza guizzi di sorta, con personaggi monodimensionali e perlopiù anonimi e attori sprecati (Lee Jones, Tucci). Data la profonda retorica del personaggio si fatica a simpatizzare per il Capitano e le sue avventure e a fine visione ben poco rimane nella memoria. Finale purtroppo aperto a possibili seguiti.

Vito 8/11/13 10:42 - 665 commenti

I gusti di Vito

Il più patriottico dei supereroi Marvel lotta con i suoi uomini contro il nazista Red Skull durante la Seconda Guerra Mondiale. Joe Johnston sforna un buon film che riprende le atmosfere dieselpunk del suo precedente Rocketeer. Belle le scene d'azione e ottimi gli effetti speciali. Bravo Evans nei panni di Steve Rogers, ottimo come sempre Weaving e bellissima Hayley Atwell.

Saintgifts 5/11/14 11:20 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Lo preferisco senz'altro al suo sequel (da me visto prima), anche perché non essendo un conoscitore in genere di fumetti e men che meno di questo, qui si assiste alla nascita del supereroe e tutto diventa più comprensibile e di conseguenza godibile. Ho apprezzato il passaggio tra la trasformazione fisica e la nascita del vero supereroe in guerra, con la parentesi degli spettacoli in calzamaglia; molto americano l'utilizzo del personaggio per raccattare soldi e buon trampolino per quello che avverrà dopo. Ottima la regia "moderata".
MEMORABILE: Tommy Lee Jones; I titoli di coda.

Fabbiu 15/04/15 21:01 - 1957 commenti

I gusti di Fabbiu

Una volta tanto, ed è sempre più raro, ci si mantiene sul piano fumettistico a livello di introspezione e narrazione, poiché il film è un cinecomic e non certo un dramma sul patriottismo bellico, bene; apprezzabili quindi la nascita dell'eroe (il Bravo Evans nei panni di Roger/America, non uno che nasconde la sua identità) e il tecnico-inventore, come il nemico e il suo assistente pazzo, ma proprio non sopporto la caratterizzazione di Peggy Carter (la bella H. Atwell), che non è credibile sotto nessuna logica. Buon ritmo e fotografia fascinosa.

Pigro 23/04/15 14:53 - 7923 commenti

I gusti di Pigro

C’è poco da salvare in un film basato sul supereoe più retorico del catalogo Usa, quel Capitan America che incarna il milite invincibile che sconfigge i nazisti. Da salvare è il parallelo tra lui e l’antagonista: entrambi “mostri” incompresi in cerca di rivalsa. Per il resto, dopo un lungo e pedante preambolo narrativo parte la solita sequela di scene topiche da action movie, senza che ci sia mai un brivido un po’ diverso: tutto scorre in modo piatto e noioso (talvolta pataccaro), nell’incapacità di trovare punti (e protagonisti) stimolanti.

Thedude94 3/09/18 23:59 - 618 commenti

I gusti di Thedude94

Nelle mani del mestierante Johnston viene messo un personaggio significativo del fumetto americano, interpretato da uno scialbo Evans, che deve affrontare un cambiamento fisico inaspettato e una guerra contro Teschio Rosso che a conti fatti non è difficile come sembra. Scenograficamente e dal punto di vista delle scene action e di guerra il regista non si comporta male, ma è nella sceneggiatura piatta la pecca più grande di questo film. Il tutto forse può essere giustificato dal fatto che è solo la prima rappresentazione dell'eroe.

Xamini 20/11/18 00:45 - 1026 commenti

I gusti di Xamini

Ho sempre trascurato il personaggio di Capitan America: troppo convenzionale, pulito, ortodosso, americano. Ma il gran lavoro del Marvel Cinematic Universe, uno sforzo volto a portare su grande schermo i suoi supereroi con tanto di continuity, mi ha convinto a recuperare. Il film, ambientato quasi interamente durante la WWII, non risulta particolarmente brillante, pur riservandosi qualche battuta di tanto in tanto (Tommy Lee Jones, in particolare). Il suo eroe rimane pur sempre nei canoni sopra menzionati, ma la regia funziona a sufficienza da intrattenere e, se considerato come casella di un mosaico più ampio, vale la visione.

Il ferrini 18/07/19 18:52 - 1736 commenti

I gusti di Il ferrini

Difficile trovare qualcosa di decente, soprattutto nella soporifera seconda parte. Certo, si racconta una parte della storia del tesseract, oggetto attorno al quale ruotano altri film (Captain Marvel, Thor The dark world, etc) e quindi i completisti del Marvel Cinematic Universe dovrebbero vederlo, tutti gli altri invece farebbero bene a starne alla larga. Gli unici momenti salvabili sono quelli con Stanley Tucci; dopodiché, vuoi una regia piatta, vuoi una sceneggiatura imbarazzante, il film precipita nell'anonimato più assoluto.

Capannelle 26/04/20 21:50 - 3747 commenti

I gusti di Capannelle

Scena top è vedere il nostro eroe che nell'oscurità attacca la base nemica col suo bello scudo lucido a righe bianche e rosse. Mimetizzazione perfetta. Il film partirebbe anche bene con Evans mingherlino, ma una volta che ci si sposta all'interno del conflitto perde colpi e affonda nel bieco patrottismo. Non funziona l'allegra banda di soldati (derivata da classici del genere) e anche la scelta di abbandonare i lineamenti di Weaving non fa che peggiorare il personaggio del cattivo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Didda23 • 18/07/11 18:06
    Comunicazione esterna - 5733 interventi
    Greymouser ebbe a dire:
    A me Capitan America non piaceva neppure da piccolo, quando leggevo i fumetti Marvel dei Vendicatori. Personaggio troppo a stelle e strisce fino al midollo, con tutta la tronfia retorica patriottica che ne consegue.

    Sono curioso di vedere come questa retorica patriottica viene trattata.
    C'è il rischio concreto di orticaria.
    Spero di vedere un buon film, senza moralette e didascalie da 4 soldi..
  • Discussione 124c • 18/07/11 18:40
    Risorse umane - 5156 interventi
    Greymouser ebbe a dire:
    A me Capitan America non piaceva neppure da piccolo, quando leggevo i fumetti Marvel dei Vendicatori. Personaggio troppo a stelle e strisce fino al midollo, con tutta la tronfia retorica patriottica che ne consegue.

    Mi pare che il troppo patriottismo l'abbiano eliminato in questo film, ma devo ancora vederlo. Per ora, posso dire che la scelta di Chris Evans, già Johnny Storm/la Torcia Umana dei (poco) Fantastici Quattro di Tim Story, mi ha fatto storcere alquanto il naso. E' come chiedere a Tobey Maguire d'interpretare Nova, un altro supereroe Marvel, che è quasi la risposta della cosiddetta "casa delle idee" a Green Lantern!
    Ultima modifica: 18/07/11 18:43 da 124c
  • Discussione Capannelle • 23/07/11 19:21
    Scrivano - 2511 interventi
    Ruber ebbe a dire:
    peccato solo che esca in un periodo (quello estivo) dove di fatto le sale sono sempre quasi vuote e quindi temo per gli incassi, dovevano secondo me optare per un uscita autunnale

    Ma nel resto del mondo le sale sono piene anche d'estate per cui possono permetterselo. E credo che per i kolossal preferiscano un'uscita il più possibile in contemporanea.
  • Discussione Galbo • 27/07/11 07:37
    Gran Burattinaio - 3777 interventi
    Noto che finora i giudizi sul film sono parecchio "variegati" e questo fa aumentare il mio interesse, spero di vederlo presto...
  • Discussione Columbo • 27/07/11 10:05
    Magazziniere - 1102 interventi
    Il genere è inflazionato, ma il film sul Cap pensavo di andarlo a vedere per un fatto affettivo: era il mio Marvel preferito.
  • Discussione 124c • 27/07/11 11:28
    Risorse umane - 5156 interventi
    Capannelle ebbe a dire:
    Ruber ebbe a dire:
    peccato solo che esca in un periodo (quello estivo) dove di fatto le sale sono sempre quasi vuote e quindi temo per gli incassi, dovevano secondo me optare per un uscita autunnale

    Ma nel resto del mondo le sale sono piene anche d'estate per cui possono permetterselo. E credo che per i kolossal preferiscano un'uscita il più possibile in contemporanea.


    Da noi, invece, la gente ha preferito dare ancora fiducia a Harry Potter, anche se Cap è al secondo posto, ma distaccato di un milione di euro. Spero che recuperi, anche se temo che si sgonfierà. Il film su Capitan America, a differenza di quello di Batman del 2008, è solo un giocattolone, simpatico finchè vuoi, ma giocattolone!
  • Discussione 124c • 27/07/11 11:31
    Risorse umane - 5156 interventi
    Columbo ebbe a dire:
    Il genere è inflazionato, ma il film sul Cap pensavo di andarlo a vedere per un fatto affettivo: era il mio Marvel preferito.

    Il mio preferito della Marvel è Spider-man, anzi l'Uomo Ragno, perchè rappresenta davvero tutta la Marvel in un personaggio solo! Capitan America lo rispetto (non per nulla sono corso a vedere il suo film), come Superman della Dc (anche se dall'altra parte della barricata, ovviamente, il mio preferito è Batman)!
  • Homevideo Gestarsh99 • 17/10/11 00:19
    Scrivano - 15116 interventi
    Disponibile in "Limited 3D Edition" (Blu-Ray 3D + Blu-Ray Disc + DVD) dal 14/12/2011 per Paramount/Universal:



    DATI TECNICI

    * Formato video 2,35:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 2.0 Stereo Dolby Digital: Inglese (Commento)
    5.1 Dolby Digital: Italiano Tedesco Spagnolo Francese
    5.1 DTS HD: Inglese
    * Sottotitoli Inglese Inglese NU Italiano Tedesco Spagnolo Francese Danese Olandese Finlandese Norvegese Svedese
    * Extra Codice per download copia digitale
    Commento al Film del Regista Joe Johnson, del Direttore della Fotografia Shelly Johnson e dell’Editor Jeff Ford
    Marvel One-Shot: Una cosa Divertente Accaduta al Martello di Thor
    L’Equipaggiamento di un Eroe
    Howling Commandos
    Tecnologia Aumentata
    La Trasformazione
    Dietro il Teschio
    Le Origini di Captain America
    Quattro Scene Eliminate
    Trailer Cinematografico di Captain America
    Trailer del Videogioco di Sega
    Trailers Animato de “I Vendicatori”
  • Discussione Caesars • 9/02/12 11:14
    Scrivano - 11352 interventi
    Il momento memorabile di B.Legnani mi ha divertito un sacco:
    "Che ogni buono elimini 100 cattivi ci sta, ma che gli americani arrivino in poche ore, a piedi, dall'Austria al Centro Italia potevano evitarcelo..."
  • Discussione 124c • 9/02/12 11:35
    Risorse umane - 5156 interventi
    Caesars ebbe a dire:
    Il momento memorabile di B.Legnani mi ha divertito un sacco:
    "Che ogni buono elimini 100 cattivi ci sta, ma che gli americani arrivino in poche ore, a piedi, dall'Austria al Centro Italia potevano evitarcelo..."


    Hai ragione.