The Predator

Media utenti
Titolo originale: The Predator
Anno: 2018
Genere: fantascienza (colore)
Note: Dato che nel film vengono citate le "visite" del 1987 e del 1997, può essere considerato un sequel dei primi due capitoli.
Numero commenti presenti: 20

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 11/10/18 DAL BENEMERITO RIKYCROC77
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Jena 21/10/18 09:51 - 1219 commenti

I gusti di Jena

Shane Black... appunto. In certi momenti sembra più di vedere un episodio di Arma letale o di A-Team con ampi spazi lasciati agli scambi semi-comici di battute. Il Predator sembra quasi "marginale" visto che il film si concentra sugli scontri tra umani buoni e cattivi con ampie scene appunto alla Arma letale (Holbrook e Rhodes sembrano un po' Riggs e Murtagh). Questo ai fan può piacere fino a un certo punto. Per il resto trama banale, assurdità, ritmo veloce ma un po' confuso, un predator gigante, Schwarzy distante anni luce, molte idee sprecate.

Rikycroc77 11/10/18 21:39 - 54 commenti

I gusti di Rikycroc77

Shane Black firma la reinvenzione che il franchise meritava, con la sua inconfondibile e irresistibile impronta stilistica. Il ritmo è frenetico e l'atmosfera da action anni '90 rende il tutto più grezzo e divertente, tra battutacce, sangue e situazioni al limite del cartoonesco. Il cast è azzeccatissimo e i personaggi, nel loro essere volgari e matti da legare, strappano ben più di una genuina risata. Tantissime le citazioni ai film precedenti, effetti speciali fantastici e colonna sonora sparata al massimo. Get to the choppa!
MEMORABILE: "Perché hai sparato al tuo comandante?" "Perché era uno stron*o"; Il risveglio del Predator nel laboratorio; Il cane Predator "lobotomizzato".

Noncha17 11/10/18 22:00 - 87 commenti

I gusti di Noncha17

Pur partendo dal Messico, il "grosso" si svolge da qualche parte negli Stati Uniti. Quindi, abbiamo questo Gruppo 2 di militari (che, per fisionomia, ricordano gli stessi del primo capitolo) dichiarati pazzi che vengono trasportati a mo' di Distretto 13 da un carcere all'altro. È quando, però, il predator evoluto decide che è ora di avviare una sorta di "guerra simulata" (qui vera!) che il film diventa un giocattolone a tutti gli effetti. Se lo si prende come i film di cassetta di una volta ci sta tutto! Ben più di un'analogia col contemporaneo Venom.
MEMORABILE: Nello spazio; Il braccio mozzato usato per dare l'ok; "Leccati la figa"; "Ecco il tuo dolcetto!"; Il cavo che fa volare due teste; Il predator killer.

Digital 12/10/18 14:59 - 1123 commenti

I gusti di Digital

Gradevolissimo sequel di un celebre film con Schwarzy. Trasuda Anni Ottanta da tutti i pori, con una corposa dose di umorismo che fortunatamente non si mangia la parte strettamente horror, il che determina una perfetta alchimia tra le due componenti. Il cast, pur non brillando particolarmente (Holbrook è protagonista poco carismatico), non dispiace, mentre la regia riesce a orchestrare amabilmente le sequenze action con effetti speciali mai troppo invasivi, ma anzi dal tocco retrò. Un pop-corn movie che senza pretesa alcuna diverte anzichenò.

Rambo90 16/10/18 23:22 - 6442 commenti

I gusti di Rambo90

Molto più ironico dei predecessori e con una trama che, cercando di dire qualcosa di nuovo, si fa via via più pasticciata. Prima parte molto godibile, col gruppo che mostra affiatamento e diverte, poi quando le cose si fanno serie manca un climax degno e la tensione che ogni capitolo creava (si anche quello del 2010) manca del tutto lasciando che lo spettatore se ne freghi della sorte dei personaggi. Ritmo veloce, buoni effetti e belle location, ma manca un certo non so che. Comunque gradevole, con il tema musicale classico che svetta.

Taxius 19/10/18 20:07 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

Divertente ed esplosivo terzo capitolo della saga di Predator diretto eccellentemente da Shane Black: ha il merito di rivitalizzare una saga che, dopo il brutto film del 2010, pareva morta. Il timbro è molto diverso da quello di tutti gli altri capitoli della saga; Shane Black infatti lo infarcisce di battute, barzellette e scene comiche senza però cadere nell'eccesso. Il ritmo è molto veloce e fin dall'inizio è un susseguirsi di esplosioni, inseguimenti e squartamenti. Un giocattolone adrenalitico ben realizzato.

124c 22/10/18 01:20 - 2779 commenti

I gusti di 124c

Difficile trovare un seguito degno e serio del film del 1987 con il mitico Arnold, così qui si contatta come regista Shane Black che chiama a raccolta un gruppo di attori semi-sconosciuti (il più noto è l'ex-Punisher Thomas Jane) e gira un sequel caciarone e tamarro, dove i protagonisti sembrano mezzi matti provenienti da serial alla A-team. Fra predatori che si danno la caccia sulla Terra, bambini autistici che la sanno lunga sulle tecnologie aliene e i soliti scienziati cattivi non ci si annoia.
MEMORABILE: Il cane-Pradator che suscita più risate che terrore.

Belfagor 26/10/18 21:44 - 2627 commenti

I gusti di Belfagor

Nessun capitolo della saga ha raggiunto la qualità del capostipite e questo non fa eccezione. Gli Yautja si riscoprono cacciatori di DNA come i rivali Xenomorfi e prendono di mira un bambino autistico in quanto "prossimo passo sulla linea evolutiva", parola di biologa. Al netto del pessimo trattamento riservato ai disturbi mentali, il film non decolla a causa di un alternarsi poco ragionato fra momenti comici e scene d'azione che non permette mai di ottenere la giusta atmosfera. Da salvare giusto un paio di attacchi del Predator.

Maxx g 11/11/18 16:34 - 492 commenti

I gusti di Maxx g

Dopo otto anni (Predators è del 2010) ecco un altro film sull'alieno rasta che esordì nei nostri schermi 31 anni fa. A dirigerlo è Shane Black, noto sceneggiatore che proprio nel primo film ebbe una piccola parte. La suspense c'è, la trama ha un proprio senso (anche se non originalissima) e c'è un tocco di humour che ci sta a pennello. Il cast è valido (Olivia Munn ha un tocco particolare) e i fan del Predator saranno accontentati quanto basta. Film da vedere quindi, sempre domandandosi se la saga avrà un ulteriore seguito.
MEMORABILE: Il breve incontro faccia a faccia tra il Predator e la dottoressa.

Capannelle 15/11/18 00:09 - 3746 commenti

I gusti di Capannelle

Come stile narrativo non vuole emulare Predator né sarebbe in grado di farlo. Pensa piuttosto di aggiungere l'arma dell'ironia a quelle già in uso e la cosa funziona per la prima parte di proiezione. Poi l'escalation in action puro diventa prevedibile e confusa. Anche i personaggi alla lunga perdono smalto e in ogni caso rimangono più simpatici i reclusi quando giocano a fare gli schizzati che tutto il resto.

Ryo 18/11/18 22:16 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Imbarazzante operazione dallo scopo incomprensibile. È davvero difficile descrivere quanto il film sia stato scritto senza cognizione di causa sortendo l’effetto di assistere a un’enorme buffonata con la conseguenza di uscire dalla sala con la sensazione di essere stati presi in giro. Non si salva nulla: né gli attori, pessimi e spacconi, né la regia, che non prende mai una posizione netta (commedia o film serio?), né gli effetti speciali, decisamente scadenti o la sceneggiatura, la cosa peggiore. Fa davvero rimpiangere Predator 2.

Puppigallo 24/11/18 08:41 - 4526 commenti

I gusti di Puppigallo

Manipolazione genetico-aliena, adattamento ai cambiamenti climatici, mutazioni e gigantismo. Sono questi gli ingredienti-scusa per riesumare una volta di troppo l'alieno predatore (definito anche pescatore di spigole, perchè non mangia le prede, contestando il termine predator...). La sceneggiatura è così poca cosa da non dare adito a dubbi sullo scopo: fornire altra carne da macello al bestione, che prima però avrà uno scontro in famiglia. Ci saranno anche decapitazioni e smembramenti, ma resta un filmaccio inutile. Nota di "merito" per la spedizione a casa, dove c'è pure un bambino curioso.
MEMORABILE: "Sei un bel mostro schifoso" (frase omaggio, che riprende quella di Arnold nel capostipite); "Sono andato per i talebani e rimasto per l'oppio".

Daniela 6/12/18 10:48 - 9655 commenti

I gusti di Daniela

Reduce alla buona accoppiata Crowe-Gosling, Black affronta una sua vecchia conoscenza, questa volta non nel ruolo di preda ma come regista: premessa stuzzicante per un risultato inaspettatamente molto mediocre, confuso, incerto nei toni fra il serio ed il faceto, con personaggi tanto fasulli e pretestuosi (la scienziata guerrigliera per caso, il genietto in erba) da far sospettare una parodia che risulta però affossata dalla sceneggiatura raffazzonata e dai dialoghi pedestri. A parte l'incipit decoroso, nessuna scena memorabile e molti sguardi al cielo, ma non per rimirar le stelle.
MEMORABILE: In positivo, la ripresa del tema musicale classico; in negativo, il cane del predatore

Viccrowley 7/12/18 18:51 - 803 commenti

I gusti di Viccrowley

Shane Black torna alla sua creatura, il feroce predatore alieno che tanti grattacapi ha dato a Schwarzy nel 1987. Purtroppo non tutto va per il verso giusto e guardando il film si intuiscono i dissapori tra Black e la produzione. Da qui una trama confusa con qualche voragine di troppo e un registro che non viene mai calibrato alla perfezione. Peccato, perché il divertimento non manca e il gruppo di disadattati ha battute di gran gusto e un'ottima alchimia. L'appassionato si divertirà comunque, anche se la sensazione di bersaglio mancato di poco c'è.

Hackett 5/02/19 18:56 - 1748 commenti

I gusti di Hackett

Divertente e fracassona, la pellicola si discosta dall'idea del sequel per celebrare l'originale pellicola capostipite (il ritorno nella foresta è d'obbilgo) cercando di esaltarne il lato umoristico ed esaltando l'epicità ormai fuori moda del cinema d'azione anni '80. Dialoghi e situazioni volutamente stucchevoli fanno da contorno a un action comunque divertente e girato con grande vitalità. Ci si diverte.

Pumpkh75 25/03/19 13:34 - 1337 commenti

I gusti di Pumpkh75

Emergono il cagnolone Predator e, grazie a Black, l’avvincente amalgama creata tra la banda di matti improvvisatisi guerriglieri. Intorno, un esercizio di maniera adrenalinico e pompatissimo ma anche bendato e avaro con la mitologia della saga: a trionfare è il primo principio della termodinamica e tra lo splatter che non manca e l’andirivieni tra le location quel che affiora è un approccio fin troppo spiritoso che alla lunga camuffa le minacce della creatura. Piacevole, ma finisce lì.

Piero68 5/07/19 11:40 - 2783 commenti

I gusti di Piero68

Al quarto capitolo (senza contare gli spin-off vs/Alien) il soggetto viene praticamente snaturato e non c'è quasi nessuna continuità col mitico capostipite, se non nella figura del "cacciatore". Aggiungere poi come sottotrama uno scontro tra predator "sceriffo" e predator "contrabbandiere" sembra francamente troppo anche per una sceneggiatura come questa. In realtà il film di Black è uno scatolone che serve solo a divertire gli occhi e, qualche volta, le orecchie. E almeno in questo il compito lo assolve alla grande.

Pinhead80 19/08/19 17:47 - 4007 commenti

I gusti di Pinhead80

Questa volta non c'è da rimaner delusi dal taglio che il regista ha voluto dare alla vicenda. Siamo in una sorta di continuità con i capitoli principali della saga, ma anche in un'inevitabile passaggio a qualcosa di oltre che deve in qualche modo riferirsi all'evoluzione della specie. L'uomo in questo senso viene coinvolto maggiormente e per una volta si lasciano da parte gli Alien.

Herrkinski 22/08/19 03:51 - 5302 commenti

I gusti di Herrkinski

Sequel che per l'impostazione hollywoodiana e fracassona parrebbe girato da Michael Bay o qualcuno dei suoi discepoli; a parte i predator stessi, sempre ben realizzati, il resto degli SPFX è un tripudio di CGI, dalle riprese aeree agli elementi sci-fi fino alle scene splatter; la durata è eccessiva e nel complesso gli alieni si vedono meno del solito mentre molto minutaggio è riservato agli improbabili militari-eroi e ai poco credibili personaggi di contorno. Un giocattolone blockbuster innocuo e pacchiano che fa rimpiangere quello del 2010.

Minitina80 8/12/19 09:38 - 2404 commenti

I gusti di Minitina80

Inutile e velleitario capitolo di una serie che ha ampiamente esaurito il suo potenziale già da tempo. Non si capisce quale sia il senso di questa ennesima rivisitazione che non apporta variazioni significative di alcun tipo. È uno dei tanti filmetti rumorosi che si dimenticano nel giro di poco e il cui valore è molto basso. Non lesina in fatto di sangue e carni smembrate, grazie a effetti speciali senza i quali sarebbe ancora più povero e privo del minimo interesse. Povera la trama, buttata lì senza nulla a pretendere.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Noncha17 • 16/10/18 14:05
    Magazziniere - 1073 interventi
    Ma, come mai il titolo qui ha il sottotitolo italiano..?! O.o

    Che io sappia, quella è la tagline che è stata usata ovunque per promuovere il film.


    Da noi (come anche in Francia) è uscito con lo stesso titolo che ha il film all'origine: IMDb
  • Discussione Zender • 16/10/18 14:09
    Consigliere - 43743 interventi
    Sì, la questione sottotitoli è sempre molto complessa e non esiste mai una regola uguale per tutti. Io l'avevo aggiunto per distinguerlo dall'originale, che però non ha il THE davanti i sa (mentre per il remake è stato mnantenuto, forse perché negli anni anche gli italiani han capito cosa significa "the").

    Lo posso anche togliere, non è un problema.
    PS: non ti era arrivata la mia risposta via mail?
  • Discussione Noncha17 • 16/10/18 14:19
    Magazziniere - 1073 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Sì, la questione sottotitoli è sempre molto complessa e non esiste mai una regola uguale per tutti. Io l'avevo aggiunto per distinguerlo dall'originale, che però non ha il THE davanti mi sa (mentre per il remake è stato mantenuto, forse perché negli anni anche gli italiani han capito cosa significa "the").

    Lo posso anche togliere, non è un problema.
    PS: non ti era arrivata la mia risposta via mail?


    No, ho controllato anche poco fa..ecco perché l'ho scritto ora! ;)

    Comunque, sia il primo che il terzo (a cui è stata aggiunta la "s"..) non hanno il "The" davanti.
    Nemmeno nel titolo originale! :)

    Ecco perché penso che NON ci sia stato bisogno aggiungere nulla..se non quel "The", appunto!
  • Discussione Zender • 16/10/18 14:30
    Consigliere - 43743 interventi
    Me la dà spedita correttamente il
    lun 15 ott, 17:17 (21 ore fa).
    Son le cose che odio, quando scrivo e le mail non arrivano :) Sta certo che se non trovi la mia risposta è perché ci sono problemi di mail.

    Comunque è il segno che ormai si fa sempre di meno per variare i titoli rispetto all'originale.
    Ultima modifica: 16/10/18 14:31 da Zender
  • Discussione Noncha17 • 16/10/18 14:36
    Magazziniere - 1073 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Me la dà spedita correttamente il
    lun 15 ott, 17:17 (21 ore fa).
    Son le cose che odio, quando scrivo e le mail non arrivano :) Sta certo che se non trovi la mia risposta è perché ci sono problemi di mail.

    Comunque è il segno che ormai si fa sempre di meno per variare i titoli rispetto all'originale.



    Sì, no..ci credevo!

    Ma, se l'avevi letta, perché non l'hai tolto dapprima..?! ahahah


    Io preferisco che rimangano quasi sempre gli stessi. O, al limite, una variazione ci sta se è "iconica"..
  • Discussione Zender • 16/10/18 17:57
    Consigliere - 43743 interventi
    Perché ti avevo spedito un link dove sta la scritta e capire da dove avevi letto che non ci andava il sottotitolo, ma poi appunto, ho deciso di toglierlo.

    https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/static.screenweek.it/movie/34508/poster/ita/share.jpg?1536659948
  • Discussione Raremirko • 24/10/18 00:05
    Addetto riparazione hardware - 3505 interventi
    Piacevole sorpresa, per il miglior film della serie assieme al primo.

    Tanti begli effetti, volgarità, violenza e l'ho trovato più serioso di quanto pensassi,

    Facce un pò anonime (pure Munro, quello di Scary movie 1, fa un cameo di pochi secondi), non tutti gli spunti sviluppati (lo spunto del dna umano nel predator è lasciato un pò a se stesso, anzi, solo accennato; bella la trovata degli ibridi, comunque), ma la mano di Black si sente comunque molto.

    Molto buono, è una degna continuazione della saga, che ho sempre trovato su livelli discreti/buoni.

    Un riuscito horror fanta-action più violento e volgare degli altri capitoli.