Paganini horror

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Il PLAN 9 FROM OUTER SPACE italiano! Non è così naturalmente, ma se va detto che Cozzi è stato spesso collaboratore di Argento, autore di qualche buon giallo nonché di film di fantascienza non del tutto disprezzabili come SCONTRI STELLARI OLTRE LA TERZA DIMENSIONE o CONTAMINATION, con PAGANINI HORROR ha firmato uno degli horror più incredibili di tutti i tempi, scrivendo (con la collaborazione di Daria Nicolodi!) una delle sceneggiature più assurde che si possano immaginare. Si apre subito con un delitto-trash:...Leggi tutto una bambina, dopo un solitario giro in gondola per i canali di Venezia, uccide la madre gettandole un phon acceso nella vasca. Cozzi poteva limitarsi a farla dimenare un po' nell'acqua e invece no: sovrincide sulla pellicola ridicoli fulmini azzurri che deturpano il viso della donna. Si continua con un gruppo rock all-female che canta una versione alternata di “You Give Love a Bad Name” dei Bon Jovi (musiche opera del grande Vince Tempera, comunque!) spacciandola per una canzone propria. La produttrice non apprezza il pezzo, si infuria e qui comincia il bello, perché capiamo subito che la recitazione dell'intero cast (Daria Nicolodi compresa) ha qualcosa di divinamente surreale: sentire per credere. Il resto è un insieme di omicidi ridicolissimi, interminabili su e giù per le scale di una casa simil-veneziana, videoclip kitsch all'inverosimile, grida lancinanti continue e dialoghi deliranti. Effetti speciali da baraccone e la presenza di un Donald Pleasence che evidentemente non sa dov'è finito.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lercio 24/03/07 17:25 - 232 commenti

I gusti di Lercio

Film per i cultori del trash involontario. Quando i pochi fondi e una sceneggiatura senza capo né coda possono creare un cult. Sì, perché è un vero e proprio cult (non mi stancherò mai di dirlo), capace di intrattenere schiere di masochisti cinematografici attraverso dialoghi al limite dell'immaginabile e ambientazioni ricavate dalla più pura mancanza di fondi e incapacità di improvvisazione. Cult!

Undying 26/06/07 19:48 - 3840 commenti

I gusti di Undying

L'idea di fondo non era malvagia: il violino stregato ed il soggetto della casa infestata (siamo nel 1988 ed il tema non era abusato come lo è oggi) offre un ottimo spunto di partenza. Quello che - purtroppo - sminuisce l'ultima regia di Cozzi è l'inconsistenza data da un cast non in grado di sorreggere in maniera convincente l'interpretazione: persino Donald Pleasence e Daria Nicolodi sembrano risentire dello scarso apporto dato dagli altri attori. Il basso budget giustifica, in parte, il tutto. Che merita di essere, comunque, visto almeno una volta.

Spectra 18/12/07 15:14 - 84 commenti

I gusti di Spectra

Forse uno dei più deliranti e poveri prodotti della cinematografia horror italiana. Regia inesistente e scadentissima, attori fuori luogo (Daria Nicolodi orrenda) ed una sceneggiatura penosa per una vicenda involontariamente ridicola ed esilarante. La cosa più stupida è il muro energetico invisibile che circonda la villa di Paganini: quando entra in funzione c'è da morire dalle risate. Un film ultra-trash che per questo è diventato un cult.

Ciavazzaro 15/02/08 22:21 - 4763 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Il punto più basso della carriera di Cozzi: storia assurda ai limiti del vedibile, con un doppiaggio che non si può neanche sentire (basta solo la scena della sala d'incisione per rendersene conto), attori cani e cagne (a parte Nicolodi e il povero Pleasence, di sicuro presente qui per ragioni alimentari). Inenarrabile fino al finale, rappresenta la decadenza del nostro cinema di genere negli anni 80'.
MEMORABILE: Nessuno.

Cotola 4/05/08 21:50 - 7521 commenti

I gusti di Cotola

Uno dei più famosi e celebrati trash di tutti i tempi. I cultori del genere non si facciano perciò scappare questo film che raggiunge livelli di ridicolo, involontario (forse), assolutamente ineguagliabili. La storia è semplicemente puerile (e Paganini, ovviamente, non c’entra nulla o quasi), la regia è inesistente e gli attori (compresa, purtroppo, la Nicolodi) sono da denuncia penale. In ogni caso si ride molto, ma davvero tanto. Serve altro per invogliarvi a vederlo?

Herrkinski 12/06/08 14:17 - 5133 commenti

I gusti di Herrkinski

Perla del trash Anni Ottanta made in Italy, questo tremendo film di Cozzi verrà ricordato, se non altro, da una fitta schiera di aficionados, che amano guardarlo e riguardarlo con gli amici ridendo a crepapelle (mi includo nella categoria). Il doppiaggio è sicuramente la cosa più agghiacciante, ma anche la band che suona il pezzo rubato ai Bon Jovi, l'inconsistenza della sceneggiatura, gli effetti speciali penosi... Donald Pleasence inspiegabilmente nel cast, Daria Nicolodi al suo peggio; si salva solo la suggestiva fotografia notturna di alcune scene.
MEMORABILE: L'incompetenza delle attrici, che fanno finta di suonare gli strumenti nel modo meno credibile del secolo.

Ghostship 10/07/08 16:38 - 394 commenti

I gusti di Ghostship

La storia, il cast e la regia non sarebbero malvagi sulla carta. "Paganini Horror" è uno degli esempi della completa deriva del cinema di genere italiano. Tutto è andato per il verso sbagliato, a detta della stessa Nicolodi, già in fase di script e preproduttiva; in poche parole nessuno, tantomeno il regista, sapeva cosa fare esattamente. Ne esce fuori un prodotto dalla regia improponibile, recitato malissimo anche dagli attori di nome e di fatto, ridicolo negli effetti per la pochezza del budget. Disastroso.
MEMORABILE: "Spirito del male, ti detesto!" ma anche la barriera invisibile elettrificata (?!)

Fabbiu 11/08/08 16:57 - 1933 commenti

I gusti di Fabbiu

E' risaputo: il violino è lo strumento del diavolo; ma questo è soggetto sufficiente da sfruttare per un film? Non esiste scena in cui Cozzi sembri aver le idee chiare: povero di contenuto, con penose interpretazioni (nemmeno Daria Nicolodi uscente dalle esperienze con Argento sembra credere al progetto), il film è spesso allungato da dialoghi assurdi (non volevo credere a quello che sentivo quando le tre donne fanno un discorso che spazia dai funghi del '700 alla matematica simile alla musica per arrivare ai suoni dei pianeti). Il finale non regge affatto.
MEMORABILE: L'idea del campo di forza (evidentissima lastra di vetro).

Daidae 26/01/09 20:19 - 2738 commenti

I gusti di Daidae

Ennesima porcata anni 80 partorita in Italia. Si ride di gusto già all'inizio nel sentire il gruppo musicale plagiare senza ritegno "You give love a bad name" dei Bon Jovi e si continua a ridere nel sentire poi il fintissimo doppiaggio pseudo inglese "ciuoe come Maicol Jacson che si è ispirato ai miti degli zombi". Se il doppiaggio è disastroso la recitazione e la sceneggiatura non sono da meno; orribili gli effetti speciali, sprecati Pleasence e la Nicolodi mentre la Maimone si conferma scarsa.
MEMORABILE: Prima di suonare (?) la formula magica la Maimone dà il tempo "E one e two e".

Disorder 15/09/09 20:43 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Questo famigerato horror, pluricitato come perla del trash made in Italy, non sarebbe affatto male se non fosse per un piccolo particolare: attori e doppiatori sono totalmente incapaci. Davvero, si resta increduli di fronte a tanta incompetenza, già dalle prime battute. E dire che regia, ambientazioni e musiche (di Vince Tempera) non sono affatto male, molto superiori ad altri lavori simili (tipo il Bosco 1 o Hansel e Gretel). Un discreto film insomma, rovinato da una scellerata scelta delle attrici protagoniste.
MEMORABILE: Il battibecco iniziale in sala di incisione: la peggiore recitazione mai vista sugli schermi

Bmovie 17/12/09 01:42 - 110 commenti

I gusti di Bmovie

Probabilmente il budget per questo film era di mille lire. Capolavoro trash senza pari. Attori inesistenti con paresi facciali plurime, doppiaggio ai limiti dello scandaloso e vestitini succinti fanno di questo film un classico film brutto senza tempo. E poi, ciuè, c'è Luana Ravegnini, mica pizza e fichi. Le musiche poi sono di un parente stretto di Bon Jovi, mica è plagio!
MEMORABILE: "Spirito malvagio... io ti detesto!"

Daniela 18/02/10 15:51 - 9395 commenti

I gusti di Daniela

Povero Paganini... pur incolpevole, al suo nome è legato il ricordo di due fra i film più brutti che io abbia mai visto: il primo è Kinski Paganini, protagonista proprio il celebre compositore, presentato come un ossesso ipersessuato oggetto dei lascivi desideri femminili, l'altro è questo ridicolo thrillerino, in cui il suo nome è evocato ma c'entra come i cavoli alla famosa merenda. C'è però da dire che film tanto assurdi finiscono per sottrarsi alle categorie meramente estetiche... ossia sono tanto miseri e strampalati da suscitare un certo rispetto.
MEMORABILE: Ingiustificato parlare in questa occasione di attori cani, è offensivo nei confronti di Rin tin tin, Lassie, Marley...

Homesick 3/02/10 18:07 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Case infestate e plot ciclico per un film che, sconfessato da Cozzi medesimo, potrebbe aggiudicarsi il serto di peggior b-movie italiano dei tardi Anni Ottanta: la realizzazione è poco più di una bambinata e gli attori, in prima fila la Nicolodi e la Maimone, allarmano per inettitudine; solo nei pochi istanti in cui è di scena il sardonico vecchio Pleasence si respira una boccata di Cinema. La bambina malefica del prologo è Giada Cozzi, figlia del regista.

Metuant 17/02/10 11:41 - 454 commenti

I gusti di Metuant

La sola cosa che può far rabbrividire in film come questo è il fatto che siano stati concepiti per essere presi sul serio, il che è decisamente improponibile. Se visto con spirito trash, allora è un'altra cosa: effetti speciali che non sono effetti speciali, attori che paiono capitati lì per caso, una storia che più pazzesca non si può e tante trovate del tutto indegne per un horror. Fa tristezza vedere la Nicolodi e soprattutto Pleasence in pellicole come questa.
MEMORABILE: "Spirito del male, ti detesto!"

Pinhead80 9/04/10 22:00 - 3948 commenti

I gusti di Pinhead80

Credo di non sbilanciarmi troppo nel definere questo film una vera schifezza. Una sceneggiatura ridicola (e non è la cosa peggiore del film), una recitazione paradossalmente comica e effetti speciali a dir poco osceni, danno una lieve idea del tipo di film a cui l'incauto spettatore, si troverà a dovere fare fronte. La presenza di Donald Pleasence in un filmaccio di questo genere è inspiegabile.

Myvincent 26/09/10 07:56 - 2551 commenti

I gusti di Myvincent

Con tutta la buona volontà, non si può andare oltre la visione dei primi venti minuti, di questo film (eufemismo) che è un'accozzaglia di tutti quegli aspetti che non dovrebbero esserci in un horror. Senza neanche il beneficio di trovarci ironia, o anche umorismo involontario. Daria Nicolodi dà il peggio di sè! Inclassificabile.

Von Leppe 16/11/10 19:38 - 1027 commenti

I gusti di Von Leppe

È uno di quei film del genere fantastico riusciti male, ma che mi piace guardare e riguardare (e non solo a me). Ci sono delle immagini di Venezia e della villa ben fatte, una fotografia spettrale e una trama buona, fuori dal tempo, onirica; ma per il resto è raffazzonato. Le protagoniste recitano male e sono doppiate peggio, non parliamo poi degli effetti speciali... Tutto è svolto in maniera statica, le ragazze urlano in modo disumano e si scervellano per uscire dalla situazione di pericolo, ma sono poco credibili.
MEMORABILE: La villa del Sol, non come Sole in spagnolo ma come la nota musicale.

Il Dandi 18/11/10 16:43 - 1774 commenti

I gusti di Il Dandi

Allucinante! La nota formazione teatrale della coautrice Daria Nicolodi non nobilita (né giustifica) una messa in scena che è inutile far passare per "minimalista" o "avanguardistica", giacché risulta meramente dilettantesca. A questo punto sarebbe stato meglio che Daria lo dirigesse pure: perché Cozzi, dal canto suo, non rinuncia a voler apparire come un "vero" regista horror, impedendo la totale devianza che rende affascinanti opere altrettanto ridicole (non importa se volontariamente) come quelle di Carmelo Bene; e per ridere, si ride tanto!
MEMORABILE: -Ma se questa musica è di Paganini sarà sicuramente molto famosa! -Ma no, guarda: è uno spartito inedito!

Mdmaster 28/08/11 23:02 - 802 commenti

I gusti di Mdmaster

Qualcuno direbbe "puro pus underground a... basso costo". Infame tentativo di proporre un horror, oltretutto con un occhio al pubblico d'oltreoceano, da parte della premiata ditta Cozzi & Nicolodi. Il primo, regista inetto, la seconda, bruttina interprete principale. Il gruppo hard rock femminile, poi, è inascoltabile e faceva pietà pure come cover band di Bon Jovi. Effetti risibili, trama inesistente e ritmo... oddio, c'è un ritmo? Noiosissimo. Evitare, a meno che non siate grandi fan di Claudio Lippi (c'è la moglie!).

Funesto 10/03/12 18:04 - 525 commenti

I gusti di Funesto

La Maimone che parla italiano con accento inglese e paragona le sue canzonette da locale notturno con Thriller di Jacko ansimando, Satana che fa il moralista (quando lui coi peccati ci andrebbe a nozze!), una producer discografica all'occorrenza micologa, uno spettro killer powerranger-style, campi di forza e fulmini a caso (SFX di questi ultimi sono incommentabili!), chitarre elettriche suonate per finta e un "prologo" che già mette in guardia su tutto: questo (più altro) è Paganini horror, uno dei trashoni più imperdibili che possa capitarvi tra le mani.
MEMORABILE: Videoclip: Paganini spacca la bara che lo contiene e pugnala a morte la Maimone (Dio lo abbia in gloria!), unico momento quantomeno cinematografico.

Markus 28/05/12 12:02 - 3294 commenti

I gusti di Markus

Pellicola che è parte delle ultime cartucce d'un certo cinema orrorifico italiano Anni '80 (con risultati artistici non sempre felici). Cozzi attinge alla moda dell'epoca dei videoclip e dei gruppi rock-melodici (tendenti al danzereccio) avviluppandoli in una fantomatica vicenda che attinge agli stilemi del genere ghost-house. Film terribile sotto tutti i punti di vista e deludente perché privo di gore che, se accentuato, avrebbe potuto contare almeno sull'efferatezza. Dialoghi al limite del trash.

Gugly 27/05/12 03:27 - 1015 commenti

I gusti di Gugly

Horror che definire poveristico è un eufemismo: la casa infestata è un tranquillo casolare con qualche manichino che richiama eco baviane, per simulare la notte gli esterni sono stati girati con un terribile filtro blu, il fantasma sembra Darth Vader... dimentico qualcosa? Ah sì, il doppiaggio delirante (soprattutto) della protagonista e l'inspiegabile presenza di Pleasance (unici momenti decenti) e della Nicolodi (vera icona trash, cambia pure colore dei capelli da una scena all'altra). Guardatelo e sghignazzate!

Corinne 1/06/12 23:36 - 401 commenti

I gusti di Corinne

Famoso per essere un cult del trash, effettivamente mantiene le aspettative: tutto è pessimo, dalla recitazione del cast al doppiaggio, ai dialoghi, agli effetti (poco) speciali. L'antefatto sarebbe quasi buono, con un'atmosfera da horror all'italiana, ma subito l'assurdità della situazione (tua figlia che tiene in mano un phon a due dita dall'acqua in cui stai facendo il bagno?) e il primo assaggio di effettacci ipertrash danno la misura del delirio cui stiamo per assistere.

Danny83 9/02/13 21:30 - 5 commenti

I gusti di Danny83

Un cult della filmologia trash da vedere almeno una volta nella vita! Una sceneggiatura pessima, fotografia dilettantistica, recitazione inesistente e trama incosistente con momenti da "Quark" inspiegabili! Scadentissimo anche il doppiaggio e la scelta di una doppiatrice con la "zeppola"...
MEMORABILE: "Io non posso ogni volta scrivere un pezzo da un milione di copie" (detto con la zeppola è stupendo).

Somai13 12/02/13 07:41 - 11 commenti

I gusti di Somai13

Non si salva niente, un cult assoluto dell'errore/orrore. Il momento più triste è quando il musicista rompe il sigillo dell'antica pergamena srotolandola ed emerge il rotolo di cartone (della carta igienica) che ne è sostegno. Le tre superstiti nella casa scambiano dialoghi improbabili senza nessuna coerenza caratteriale passando dall'isteria alla conversazione amichevole. Ma il mistero più grande resta uno: in che lingua recita la "produttrice"? Anche senza audio è impossibile capire cosa dice. Forse numeri a caso...
MEMORABILE: "One, two, one two tree" (detto dalla protagonista che così prende ritmo prima di suonare il violino in una casa infestata).

Bergelmir 5/05/13 22:33 - 160 commenti

I gusti di Bergelmir

Non è ben chiaro cosa abbia spinto un regista, una produzione, una troupe e tutto il contorno a realizzare un film del genere. Tolto l'impossibile, una delle poche spiegazioni che resta è la burla o, per lo meno, la volontá di fare un lavoro a "o la va o la spacca", tanto per vedere cosa veniva fuori. Storia improbabile o forse inesistente, tecnica improvvisata, attori imbarazzanti ma anche imbarazzati. Ma forse ci stiamo sbagliando: Cozzi è un genio, ce ne accorgeremo solo nel prossimo secolo.
MEMORABILE: Il videoclip nella villa.

Furetto60 14/11/14 09:55 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

All'inizio (non oltre 10 minuti) l'atmosfera creata, grazie soprattutto all'efficace tema musicale in sottofondo, fa sperare in qualcosa di buono, poi tutto si perde in un mare di noia e sciatteria, tra recitazione amatoriale e dialoghi ridicoli ("andiamo, facciamo, dobbiamo, resta qui non ti muovere"). Mancano persino elementi minimi che potrebbero ravvivare l'attenzione, sia pur nel contesto ridicolo, come quello comico (magari involontario) o l'extrema ratio di qualche nudino. Nel trash c'è di meglio (nel peggio).
MEMORABILE: La barriera invisibile; Il diavolo formato ragionierucolo faccendiere.

Taxius 30/03/15 18:56 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Uno dei peggiori horror di sempre. Innanzitutto la storia è ridicola e piena di incongruenze, inoltre gli effetti speciali sono pessimi (il film è prevalentemente ambientato durante la notte, ma si vede benissimo che in realtà è giorno: filtro notte davvero pessimo, di livello mai visto prima). La cosa peggiore è però la recitazione, soprattutto quella della protagonista che, non si sa perché, invece di parlare urla. Il tutto è condito dal colpo di scena finale buttato là a caso, tanto per dare una svegliata allo spettatore.

Minitina80 9/07/15 00:21 - 2336 commenti

I gusti di Minitina80

Porta con sé troppi difetti e imperfezioni che lo fanno sprofondare senza speranza nell’anonimato più completo. L’idea di base non è malvagia, ma una recitazione così deficitaria, un doppiaggio di dubbio gusto e molto altro ancora non lasciano alcuna possibilità di scampo. La noia, poi, la fa da padrona per gran parte del minutaggio e finisce per ammazzarlo definitivamente. Da vedere una volta, però, anche soltanto per curiosità.

Deepred89 12/10/15 23:10 - 3282 commenti

I gusti di Deepred89

Culto dello sculto, di cui stupisce l'incapacità dell'altrove decoroso Cozzi di tenere a bada la tendenza di cast, sfx e doppiaggio a sbilanciarsi verso un folle mood sopra le righe (si noti la Nicolodi, con mimica e gestualità fuori da ogni controllo). E così il tetro matricidio in apertura svacca tra scosse ed effettini, la buona ambientazione è divorata da filtri blu, ridondanze e pareti invisibili e la sognante melodia pop è trashosamente spacciata per uno spartito inedito by Paganini & il Diavolo. Per Pleasance solo due scene: anche troppo.
MEMORABILE: Il ragazzo esegue al piano lo spartito satanico paganinesco: una melodia romantica, bellissima. Peccato sia una mezza cover di "Twilight" degli ELO!

Jurgen77 14/10/15 16:51 - 630 commenti

I gusti di Jurgen77

Pessimo horror firmato da Luigi Cozzi. si cerca di ricreare un clima argentiano ma senza riuscire a riprodurlo. Scarsi anche gli attori a eccezione della Nicolodi e dell'onnipresente Pleasence. Trama modesta e un po' ridicola e di basso profilo anche gli effetti speciali. Cozzi poteva fare sicuramente di più.

Anthonyvm 20/04/18 23:23 - 1932 commenti

I gusti di Anthonyvm

Ottimo esempio di trash italiano: ha tutti gli elementi giusti per vantare il titolo di cult del brutto. C'è ogni difetto che si possa ricercare in prodotti simili, dalla recitazione imbarazzante (con una sguaiata protagonista che non si sa da dove sia uscita) agli effettacci miserrimi, dalla trama assurda (Cozzi ha sempre ammesso di preferire il fantastico all'horror) alle svolte indecenti del plot, passando per dialoghi orrendi che fanno necessariamente sganasciare dal ridere. Qualche idea metafisica è pure buona, ma mal sfruttata. Da vedere!
MEMORABILE: "Spirito del male, ti detesto!"

Rufus68 31/05/19 21:45 - 3086 commenti

I gusti di Rufus68

La disastrosa fama purtroppo lo precede tanto da condizionare lo spettatore che si attende un film disastroso. Quando, a visione in corso, ci si accorge che lo è davvero (disastroso) si ha quasi timore di scriverlo per non incorrere nell'ovvietà. Ma è giusto sparare sulla Croce Rossa: Paganini horror è davvero brutto, né sconclusionato né ridicolo né così scombiccherato da risultare simpatico. Infimi doppiaggio ed effetti speciali. Si sorvoli sugli attori.

Ronax 7/06/19 23:58 - 907 commenti

I gusti di Ronax

Dopo il folle "omaggio" di Kinski, Paganini è costretto suo malgrado a ripetersi con un film che, situandosi in quello spazio che travalica ogni categoria estetica del brutto, può essere indifferentemente ritenuto una mostruosità o un capolavoro. Sorvolando sull'inconsistenza della vicenda e sulla povertà produttiva, particolarmente evidente nei presunti effetti speciali, ciò che affossa in modo definitivo la fatica di Cozzi è la banalità dei dialoghi e soprattutto il livello della recitazione, anch'esso talmente infimo da sfiorare il sublime.
MEMORABILE: Il videoclip con Paganini che esce dalla bara sfondandola.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Deepred89 • 12/10/15 23:23
    Comunicazione esterna - 1427 interventi
    Quello ai danni del buon Bon non è l'unico plagio del film.

    Ad un certo punto della pellicola, un ragazzo, ottenuto da Pleasence un inedito Niccolò Paganini feat the Devil, raggiunge i compagni della troupe ed esegue il pezzo al pianoforte. Mi aspettavo un pezzaccio pseudogoblinesco cupo e tetro, e invece immenso è stato il mio stupore nel ascoltare una melodia romanticissima, raffinata, di quelle che alla seconda nota già ti appartengono. Durante cena e dopocena mi arrovellavo come Marc Daly al minuto 120 di Profondo Rosso: ma dove caspita l'ho già sentita?? Poi l'illuminazione! Il brano è una copia spiccicata di Twilight dei miei amatissimi Electric Light Orchestra. Ora potrò dormire sonni tranquilli...
  • Discussione Daidae • 3/12/15 13:41
    Contratto a progetto - 865 interventi
    Gugly ebbe a dire:
    Beh, già il doppiaggio italiano...pauraaaaaaa
    Per me entrerà nella storia,la mia preferita è quella che doppia Jasmine Main e che parla con le lettere "aspirate",da il suo meglio nel dialogo "pre villa"
    quando il pianista scopiazza(un vizio in questo film)
    un pezzo degli ELO.
    Una voce esilarante,ridicola quanto volete ma unica nel suo genere,in vita mia ho visto qualcosa come 2000 films e mai ho sentito una voce così.
  • Discussione Mco • 3/12/15 17:41
    Scrivano - 9683 interventi
    Ne convengo Daidae!!!
    A parte la mia predilezione per questo Cozzi (sebbene per quasi tutti sia solo icona trash), su quel timbro di voce peculiare mi soffermai sin dalla prima visione.
    E che di pellicole sono un pochino al di là dei 2000, hi hi hi... ;-)))
  • Discussione Herrkinski • 3/12/15 21:22
    Scrivano - 2294 interventi
    Voce indimenticabile hahaha..
  • Discussione Herrkinski • 21/07/17 17:19
    Scrivano - 2294 interventi
    Un articolo sul film da La Stampa del 6 Giugno 1988:

    http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,7/articleid,0960_02_1988_0136_0034_25014971/
    Ultima modifica: 22/07/17 11:17 da Zender
  • Discussione Daidae • 8/01/18 13:29
    Contratto a progetto - 865 interventi
    La copertina originale del film di Cozzi è stata copiata dai produttori della vhs spagnola "La casa del terror" AKA House of terror di S.Goncharoff

    Fonte immagine: https://horrorpedia.com/2013/04/14/house-of-terror-1972-film-review/

    Tra l'altro ho scoperto che un secondo film(!) ha ripreso la copertina

    Hellnight del 1981



    Fonte: The Horrors of Halloween - blogger
    Ultima modifica: 9/01/18 07:51 da Zender
  • Discussione Buiomega71 • 8/01/18 20:59
    Pianificazione e progetti - 21905 interventi
    Il manifesto di Paganini Horror è originale del film di Cozzi (disegnata dal grande Enzo Sciotti)
  • Discussione Daidae • 8/01/18 21:29
    Contratto a progetto - 865 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Il manifesto di Paganini Horror è originale del film di Cozzi (disegnata dal grande Enzo Sciotti)

    Grazie per l'info.

    Ho editato e corretto i messaggi precedenti.
    Ultima modifica: 8/01/18 21:39 da Daidae
  • Homevideo Buiomega71 • 30/07/19 23:05
    Pianificazione e progetti - 21905 interventi
    A settembre esce il blu ray della 88films con audio italiano
  • Homevideo Zender • 10/01/20 17:11
    Consigliere - 43514 interventi
    Il bluray della 88 films mostra il film come mai si è visto prima. Per quanto molto granuloso (colpa anche della qualità del master originario ovviamente) il bluray è ben bilanciato nei colori, molto ben definito e in italiano con sottotitoli removibili. Ricavato in 2K dal negativo in 16mm. Una bella chicca, completata dal disegno originale della locandina.

    Durata: 1h 23' 27".
    Ultima modifica: 10/01/20 17:12 da Zender