Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONCineprospettive

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Lui di notte si trasforma in lupo, lei - di giorno - in falco (da cui il titolo). Di fatto, da umani, si riescono a incontrare solo per qualche istante al tramonto e all'alba. Un bello scherzo davvero, gli ha combinato il vescovo: un incantesimo sadico dal quale i due (Rutger Hauer e Michelle Pfeiffer) non vedono l'ora di liberarsi per poter finalmente “consumare” il loro amore beffardamente platonico. Un'idea originale e affascinante, che unita al magnetismo dei due attori ha reso la loro storia uno dei più apprezzati e maturi fantasy di sempre. Girato nella fantastica cornice naturale del Parco Nazionale degli Abruzzi tra paesaggi appenninici verdi e incontaminati, LADYHAWKE riesce, con la bellezza di alcune immagini e qualche squarcio...Leggi tutto di poesia pura (il volo del falco al ralenti sul lago) a far dimenticare la povertà di un soggetto che la sceneggiatura, al di là di un paio di dialoghi ispirati, non contribuisce a “riempire”. Soprattutto nella prima parte si avverte forte l'assenza di una storia più ricca, perché la figura in quel momento preponderante di Matthew Broderick appare tutt'altro che "profonda", come invece il film ambirebbe ad essere. Per fortuna in soccorso alle fasi (tante) di stanca giungono sempre la spettacolare fotografia di Vittorio Storaro e le inusuali musica di Andrew Powell (cui il noto producer Alan Parsons, alla sua unica soundtrack e allora all'apice del successo col suo "project", dona l'inconfondibile tocco synth), con un main theme strepitoso e incalzante. Nell’affollatissimo panorama fantasy dell’epoca un approccio più adulto del consueto ed effetti speciali sostituiti da grandiosi scenari naturali.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 2/03/07 09:03 - 4904 commenti

I gusti di Puppigallo

Favola un po’ dark con un bravo Rutger Hauer (cavaliere con un segreto) e con un ladruncolo furbo e scaltro (il Topo) ben interpretato da Broderick. Michelle Pfeiffer (anche lei nasconde un segreto) è stupenda (bene anche la recitazione). Da segnalare, il vecchio prete spretato considerato matto e il vescovo, che non si vede molto ma rende bene l’idea del personaggio (viscido e eternamente rancoroso). La storia, piuttosto originale, con qua e là spunti interessanti, è ben supportata da tetri boschi alternati a vasti paesaggi e accompagnata da una colonna sonora moderna e azzeccata. Notevole.

Stubby 6/03/07 19:18 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Una bella avventura, ambientata durante il periodo Medievale, con un bravo Rutger Hauer nella parte del cavaliere solitario accompagnato dal suo fido falcone (che si rivelerà la sua amata). Durante il suo girovagare incontrerà un giovane Matthew Broderick che diverrà il suo scudiero e, grazie alla sua presenza, darà alla storia più leggerezza.

Sadako 15/03/07 15:28 - 177 commenti

I gusti di Sadako

Un piccolo capolavoro del genere, prevedibile (ma non troppo) e scorrevole come una favola, arricchito di paesaggi di fiaba (forse per la prima volta tutti italiani) e musiche perfette nel loro accompagnamento. Personaggi ben delineati (era essenziale che i buoni e i cattivi fossero riconoscibili senza ombra di dubbio) e attori ben calati nelle parti... soprattutto i non umani, Goliah (il cavallo) in testa. Detiene il record di essere uno dei pochi fantasy graditi anche al pubblico di non appassionati.

Caesars 5/07/07 15:33 - 3391 commenti

I gusti di Caesars

Una storiellina esile (lui e lei si amano ma non possono incontrarsi se non per pochi secondi al giorno a causa di un sortilegio) che viene esaltata al suo massimo dai bellissiimi luoghi in cui è ambientata e dalle caratterizzazioni fornite ai personaggi dagli attori (Hauer e Broderick bravi, la Pfeiffer splendida oltre che brava). Anche la regia di Richard Donner contribuisce a rendere interessante la pellicola. Da vedere.

Fabbiu 15/09/07 15:20 - 2052 commenti

I gusti di Fabbiu

Questo film è un'immortale favola senza tempo, piena di buoni sentimenti e sceneggiata (seppur non perfettamente) in modo da garantire interesse dall'inizio alla fine. La love-story tra i due personaggi castigati dalla maledizione è piuttosto contenuta e non si sbilancia mai troppo come accade in molti film. È avvincente e ogni tanto strappa anche qualche sorriso. Una particolarità molto gustosa poi è la colonna sonora dell'Alan Parson Project, che si gusta molto.
MEMORABILE: I due, prima di trasformarsi, fanno in tempo a guardarsi negli occhi.

Gugly 5/03/08 21:24 - 1059 commenti

I gusti di Gugly

Favola romantica che in certe scene riesce addirittura a commuovere. Se Michelle Pfeiffer è bellissima, Rutger Hauer è legnoso come si conviene ad un cavaliere tutto d'un pezzo e Broderick è un simpatico ladro invocante sempre il Signore. Efficaci anche gli altri comprimari, a partire dal perfido vescovo e dal monaco ubriacone.

Galbo 10/03/08 15:46 - 11900 commenti

I gusti di Galbo

Film non memorabile ma gradevole. Clima da fiaba di ambientazione medioevale, ha il suo punto di forza proprio nelle location in cui è ambientato (un borgo francese ma si tratta in realtà dell'Italia centrale, con puntate anche al Nord) ben rese dalla suggestiva fotografia della pellicola. Simpatico il terzetto di protagonisti, specie la Pfeiffer (bellissima) e Breoderick. Buona la colonna sonora di Alan Parsons.

Redeyes 3/07/08 12:00 - 2297 commenti

I gusti di Redeyes

Una simpatica e gradevole fiaba medievale che ha proprio nell'ottima ambientazione il suo punto di forza. Se ne apprezzano le location e la cura dei particolari, così come l'interpretazione dei personaggi. La storia, va da sè, non brilla per i suoi colpi di scena, che in effetti non esistono o quasi, ma si lascia guardare con piacere. La Pfeiffer deliziosa!

Magistra51 21/07/08 06:31 - 1 commenti

I gusti di Magistra51

Fiaba delicata e romantica ma con aspetti di una certa crudezza che consolidano la visione spesso approssimativa e scorretta che si ha del medioevo. Gli attori stanno alla perfezione nei personaggi; certo lo sforzo non è titanico in quanto sono senza chiaroscuri. Girata in gran parte nel Parco Nazionale d'Abruzzo e annessi, con la chicca della Rocca di Calascio (paese di nascita di mia madre) che scalai a 9 anni a grave rischio di "pelliccia", quando era fatiscente e piena di rovi e vipere... Finale bruttino, pomposo ma anche melenso.

Scarlett 9/07/08 00:34 - 307 commenti

I gusti di Scarlett

È diventato quasi un classico, nel suo genere. Lo apprezzo molto per il cast, specialmente per l'interpretazione di Rutger Hauer e per la storia, anche se semplice, sicuramente ben resa. Memorabile è la locazione della rocca dove si nasconde il frate. Merita quantomeno una visione.
MEMORABILE: Quei pochi secondi in cui i cui i protagonisti possono quasi guardarsi.

Richard Donner HA DIRETTO ANCHE...

Matalo! 20/07/08 21:49 - 1371 commenti

I gusti di Matalo!

Mica male; i suggestivi panorami dell'Abruzzo fanno da splendida cornice a qesta tenera fiaba, niente di nuovo ma ben fatta, diretta da un mestierante di polso e interpretata da due attori fascinosi e col phisique du role. A fare da collante l'imberbe Matthew Broderick anche lui calzante. Un piccolo amabile film che sembra essere un appuntamento fisso delle tv di Berlusconi, sicuramente per il costante gradimento del pubblico. Meglio iterare questo che Poliziotto a quattro zampe, comunque...

Lovejoy 19/07/08 14:03 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Fantasy avventuroso in cui la parte più riuscita è senz'altro quella finale, ovvero dai titoli di coda in giù. La storia è poco o niente di che, i personaggi prevedibili, a partire dal cattivo; gli effetti speciali niente di particolarmente memorabile. E il cast non brilla di luce propria. Insomma, un filmetto abbastanza trascurabile. Donner ha fatto (e farà) di meglio.

Bruce 12/12/08 10:16 - 1007 commenti

I gusti di Bruce

Fantasy che ha il maggior pregio nella fotografia di Vittorio Storaro, il quale riesce a cogliere splendidamente i paesaggi aspri ed innevati del Parco Naturale del Gran Sasso in Abruzzo. L’idea di fondo è buona ma la sceneggiatura è stucchevole per povertà di contenuti, con dialoghi a monosillabi da prima elementare. La colonna sonora rimbombante e tipicamente anni ottanta appare del tutto avulsa dal contesto medievale del film, facendone così perdere buona parte del fascino. Interpreti non indimenticabili. Peccato.

Pigro 17/12/08 09:33 - 8867 commenti

I gusti di Pigro

Due amanti sono condannati da un sortilegio che li ha trasformati in animali a non incontrarsi mai da umani. La classica trama di una fiaba cavalleresca rivive in una rigogliosa natura realistica, sollevando la storia dal puro racconto fantasy a una più sottile simbologia alchemica sull'amore, sugli opposti che si attraggono e in definitiva sull'esistenza. Quasi un'allegoria, mediata dall'ingenuo ragazzino che ci guida nei misteri della storia, consentendoci un'immedesimazione che allontana il dolore dell'amore impossibile. Intrigante.

R.f.e. 3/07/09 10:35 - 816 commenti

I gusti di R.f.e.

Molti di noi (è il caso mio) lo andarono a vedere all'epoca pensando di assistere al "solito" fantasy, magari infantile o insignificante, ed invece ne fummo piacevolmente sorpresi. Una straordinaria favola medievale ambientata in paesaggi adeguati (quasi tutti italiani, per esempio abruzzesi) con un grande Rutger Hauer, una splendida Michelle Pfeiffer e eccellenti attori di contorno. È anche una sofferta e bellissima storia d'amore (e d'amicizia).

Blacky 13/10/10 20:12 - 2 commenti

I gusti di Blacky

Musiche coinvolgenti, attori strabilianti, storia originale e narrata superbamente. Perchè no? Perchè non attribuire il titolo di capolavoro a questa fiaba così struggente? Una metafora meravigliosa la maledizione del crudele arcivescovo lanciata su Navarra (Rutger Hauer) e Isabeu (bellissima Michelle Pfeiffer): La notte e il giorno impediscono l'amore dei due giovani costringendoli a vivere insieme ma nel contempo separati (memorabile la scena dell'eclisse solare).

B. Legnani 8/01/11 02:07 - 5226 commenti

I gusti di B. Legnani

La storia tiene bene per un'ora, inizia a calare con la partenza da Rocca Calascio e frana nel melensissimo finale ("da fotoromanzo", per Morandini) in quel di Tuscania. La forza nel film sta nell'ambientazione italica (Nord e Centro: il luogo più frequente è Soncino, nel Cremonese), nella meravigliosa fotografia di Storaro, nei rutilanti costumi, in riprese spesso suggestive e nella faccia di Hauer. **½

Greymouser 20/02/11 14:32 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Avventura fantasy con toni romantici (ma non melensi), fa del tema dell'amore impossibile il nucleo portante e commovente della trama. Sostanzialmente riuscito, anche grazie alla convinta interpretazione di due fuoriclasse come il truce Hauer e la splendida Pfeiffer. Buono l'equilibrio fra le parti d'azione e quelle più sentimentali e introspettive. Piacevole.

Tomastich 6/06/11 23:07 - 1248 commenti

I gusti di Tomastich

Dei tanti fantasy da "cassetta" che furono realizzati nei magici anni '80, Ladyhawke è il più lirico e romantico. Isabeu resta nei cuori degli aficionados per gli anni a venire, le musiche sono a livelli di top-production e si rimane sempre incantati nel vedere lo svolgersi di questi fatti arcani, misteriosi.

124c 19/08/11 13:00 - 2834 commenti

I gusti di 124c

Fiaba fantasy girata negli anni '80, con tre degli attori più rappresentativi di quell'epoca. I set italiani, la storia del cavaliere Rutger Hauer (che, di notte, si tramuta in lupo) e del falco (che si trasforma nella dama Michelle Pfeiffer), mista fra romanticismo, magia e dannazione è stata uno dei miti della mia adolescenza. Il regista del primo Superman ci regala un lungometraggio che non stancherà mai di piacere, perché tutti avremmo voluto essere al posto di Hauer (o, al massimo, di Matthew Broderick) e amare la bella bionda donna-falco.
MEMORABILE: La dama e il cavaliere che s'incontrano, per un istante, all'alba, prima di trasformarsi.

John Wood HA RECITATO ANCHE IN...

Giacomovie 26/12/11 02:41 - 1378 commenti

I gusti di Giacomovie

Fiaba ricca di simbolismi incentrata sul potere dell'amore. Ambientata in un contesto medioevale efficacemente ricostruito in Abruzzo, è un film con un lato avventuroso teso ed onirico e una componente fantastica entro i limiti del tollerabile. Spicca la qualità della regia di Donner e della fotografia di Storaro. La Pfeiffer incarna l'essenza della bellezza. Per le sue caratteristiche e le suggestioni che assicura, lo si può considerare un classico. ***!

Disorder 28/12/11 23:05 - 1414 commenti

I gusti di Disorder

Da bambino non ne perdevo una replica e probabilmente gli avrei dato il massimo dei voti. Oggi, con l'occhio critico dell'adulto, non posso fare a meno di notarne i grossi difetti: ritmo blando, trama appena sufficiente ed un finale quasi da dimenticare. Resistono le belle ambientazioni ed il fascino di due personaggi come Etienne e Isabeau, vere icone del fantasy anni 80. A conti fatti, un film appena discreto.

Trivex 17/05/12 15:04 - 1634 commenti

I gusti di Trivex

Un lacrima movie d'avventura. Originale storia di un sortilegio, che divide in modo crudelissimo due innamorati. Il predatore dei cieli è tra gli animali più belli, possenti e liberi presenti sul nostro pianeta. Quindi la libertà d'amare negata alla donna viene ricompensata con tale trasformazione? Se non ci fosse l'amore, sarebbe pure sopportabile volare per sempre, rinunciando al raziocinio? E il lupo non è forse un grande animale libero, ma monogamo? Ritornando sulla terra, è una pellicola girata complessivamente bene, divertente e per tutta la famiglia.
MEMORABILE: Ovviamente i romanticissimi momenti in cui avvengono i brevi incontri quotidiani.

Rambo90 29/06/12 16:16 - 7137 commenti

I gusti di Rambo90

Splendida favola avventurosa, molto commovente dal punto di vista sentimentale quanto avvincente da quello dell'azione e del ritmo. Il cast è perfetto: Hauer all'apice della carriera, la Pfeiffer bellissima, McKern bravissimo e Broderick mai così in parte. Ottima la colonna sonora. Un film da vedere almeno una volta nella vita.

Nando 1/07/12 08:30 - 3653 commenti

I gusti di Nando

Un sortilegio religioso condanna due amanti a non incontrarsi mai. Nell'oscurantista clima medioevale si dipana una narrazione avvincente e fantasiosa in cui si osservano bei paesaggi e momenti avvincenti. Validi i protagonisti, con una Pfeiffer sfolgorante e un Hauer deciso e combattivo.

Rigoletto 13/08/12 09:52 - 1734 commenti

I gusti di Rigoletto

Sicuramente è uno dei film che ho amato di più nella mia infanzia, identificandomi tanto nel cavaliere quanto nel ladruncolo. Girato parzialmente nel nostro bellissimo Abruzzo, può vantare una regia agile e disinvolta per 4/5 del film, con solo un attimo di pausa, subito riassorbito dalla bellezza della storia. Attori eccellenti e adattissimi al loro ruolo, ma assolutamente stratosferici McKern e John Wood. Bellissime le musiche. Fotografia super. Davvero un gran bel film, splendida allegoria "magica" di tante storie d'amore impossibili. ***1/2
MEMORABILE: Il racconto di Imperius a Philippe sui due sventurati.

Vito 1/12/17 13:15 - 687 commenti

I gusti di Vito

Fantasy dai toni dark diretto da un Richard Donner in forma e con un terzetto di protagonisti affiatati e indimenticabili: Hauer, Broderick e la stupenda Michelle Pfeiffer. Girato tutto in Italia e con scene d'azione, combattimenti e duelli con la spada avvincenti ed epici. Forse come qualcuno dice lo score ottantiano cozza un po' con l'atmosfera medievale, ma si ci può passar sopra. A chi lo ha visto da bambino è rimasto nel cuore.

Schramm 27/09/17 17:27 - 2974 commenti

I gusti di Schramm

Donner sa destreggiarsi disinvolto tra i generi, e non teme di shiftare dall'horror all'action (foss'anche per o con ragazzi). Anche davanti al fantasy, sa elargire un manicaretto solido quanto originale, senza capitombolare nel più melenso romanticismo (e il rischio si fregava le manine dietro l'angolo) né delegare tutto agli f/x, mettendo d'accordo grandi e preadolescenti. Broderick sbarazzino, ad Hauer e alla Pfeiffer bastano le pose, il taglio e il ritmo son sapienziali e non fanno pesare le quasi due ore di narrato. A steccare è lo score, pacchiano e tutt'altro che in asse col nobile resto.

Minitina80 2/08/18 15:27 - 2746 commenti

I gusti di Minitina80

Meravigliosa e semplice storia d’amore che affonda le radici nello sterminato universo del fantastico. Si dimostra essenziale nella descrizione dei personaggi e molto coinvolgente nella narrazione che ruota attorno all’ottima intuizione dell’incantesimo che affligge i due protagonisti. Difficile stabilire se sia meglio la fotografia di Storaro oppure gli scenari, la cui maestosità risiede nella loro autenticità. Le sonorità scelte sembrerebbero stonare con il contesto, ma con lo scorrere dei minuti si rivelano gradevoli da ascoltare.

Saul 19/08/19 11:23 - 11 commenti

I gusti di Saul

Quando un film è una meraviglia! Broderick simpatico e scaltro; Rutger Hauer eccelso nella parte del cavaliere tormentato che rincorre il suo amore che gli è sempre accanto, la meravigliosa Michelle Pfeiffer incarna in modo superbo la parte della bella dama. Alle volte lento, ma anche in quelle volte non ci si annoia mai per la potenza della trama e dei personaggi, specialmente di Hauer. Un eccellente film targato anni '80 da vedere e rivedere.
MEMORABILE: Il finale, perfetto.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Samdalmas 9/10/19 11:36 - 302 commenti

I gusti di Samdalmas

Uno dei migliori fantasy degli anni '80, con una trama semplice ma efficace. Una coppia di amanti, colpiti da una maledizione, si trasformano in un lupo e in un falco. Il compianto Rutger Haeur è perfetto nel ruolo di cavaliere, splendida la giovane Michelle Pfeiffer. Meno riuscito il ruolo di Broderick. Fotografia del grande Storaro. Curioso scoprire che la colonna sonora è degli Alan Parsons Project.
MEMORABILE: Il finale nella cattedrale.

Lupus73 28/12/19 11:40 - 1247 commenti

I gusti di Lupus73

Ambientazione medievale con elementi fantasy ben ponderati. L'ex capitano delle guardie Navarre e la sua amata sono stati maledetti dal crudele vescovo/stregone di Aguillon: Navarre è lupo di notte, lei è aquila di giorno e non si possono incontrare. Li aiuteranno un giovane e un frate. Piacevole scenografia (c'è anche Rocca Calascio) e sceneggiatura che si regge molto sulla bravura di Hauer, Pfeiffer e Broderick; buona la regia e affascinante l'atmosfera epica storico-fiabesca tipicamente ottantiana.
MEMORABILE: La scena notturna in cui Broderick salva il lupo (Navarre) dal ghiaccio.

Daniela 20/05/21 01:53 - 11622 commenti

I gusti di Daniela

A causa di un sortilegio lanciato da un Vescovo malvagio, il prode Etienne e la bellissima Isabeau non possono essere amanti: durante il giorno lei diventa un falco, durante la notte lui si trasforma in lupo... Gradevole fiaba di ambientazione medievale che trova il suo punto di forza soprattutto nelle suggestive ambientazioni nell'Italia meridionale (spacciata per Francia) esaltate dalla fotografia di Storaro, mentre risulta poco congrua la ost di Powell dalle sonorità troppo moderne. Fascinosi Hauer e Pfeiffer, funzionale Broderick nel ruolo del ladruncolo terzo (in)comodo.

Jena 1/07/22 18:56 - 1388 commenti

I gusti di Jena

Divertente ma girato superficialmente un po' troppo all'americana (vedasi la colonna sonora da disco music completamente fuori contesto). Del resto dal regista di Arma letale non ci si potevano aspettare chissà quali finezze. Bella l'ambientazione italiana (curiosamente fatta passare in Italia per francese). La trama non riserva gran sorprese ed effetti speciali quasi non ce ne sono (e sì che siamo nel pieno degli anni 80). Dialoghi un po' troppo elementari. Broderick quasi irritante e ben poco medievale, molto meglio il grande Rutger in un ruolo congeniale e la bellissima Pfeiffer.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Fabbiu • 11/02/08 13:40
    Portaborse - 647 interventi
    Nell'elenco completo del cast spicca anche una Nicolina Papetti accreditata come Mrs. Pitou.Nicolina Papetti era la mamma di Bruno Sacchi (Fabbrizio Bracconieri) nei ragazzi della terza c!!!!!
    Ancora però non riesco a ricordare chi fosse Mrs. Pitou in LadyHawke!
    Qualcuno ne sa di più?
  • Curiosità Gugly • 5/03/08 20:28
    Portaborse - 4664 interventi
    Si sono levate alcune critiche sulla chioma della Pfeiffer: in effetti, a ben guardare, le damigelle medioevali dovrebbero avere lunghi capelli (simbolo di verginità), mentre la protagonista sfoggia un corto molto anni 80 che sarebbe stato più adatto ad una monaca (che offriva la propria bellezza a Dio)...
  • Discussione Kaciaro • 3/04/11 11:55
    Galoppino - 494 interventi
    ed invece il paesino che si vede varie volte in lontananza , avete capito in realta' quale sia??
  • Discussione Raton79 • 21/05/11 13:21
    Disoccupato - 1 interventi
    Mrs. Pitou è la moglie del carbonaio, nella scena in mezzo al bosco, quando Etienne Navarre e Phillipe Gastone chiedono asilo per la notte. Lei pronuncia solo dei mugolii di approvazione al marito, titubante se accogliere la richiesta o no.
  • Homevideo Galbo • 7/06/11 05:46
    Consigliere massimo - 3920 interventi
    Disponibile in BR con queste specifiche tecniche (fonte dvd-store.it)
    Formato video 2,40:1 Anamorfico 1080p
    Formato audio 2.0 Stereo Dolby Digital: Ceco Tailandese Ungherese
    5.1 Dolby Digital: Spagnolo Portoghese Polacco
    5.1 DTS: Italiano Francese Tedesco Spagnolo Russo
    Sottotitoli Italiano Inglese Francese Tedesco Spagnolo Portoghese Russo Ceco Ungherese Polacco Tailandese Danese Finlandese Olandese Norvegese Svedese Croato Greco Islandese Ebraico Coreano Mandarino Turco Ucraino
    extra: trailer
  • Discussione Wylly • 19/08/11 09:14
    Disoccupato - 90 interventi
    E' morto pochi giorni fa l'attore che impersonava il malvagio Vescovo: John Wood
    http://www.sepolcri.it/news/5772-morto-l-attore-inglese-john-wood/
  • Homevideo Xtron • 22/02/12 16:57
    Servizio caffè - 2001 interventi
    L'edizione dvd 20th Century Fox ha il solo trailer come extra
    La durata è di 1h56m00s

  • Curiosità Buiomega71 • 6/11/14 17:11
    Pianificazione e progetti - 24127 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (Ciclo: "Nati per vincere", 20 ottobre 1987) di Ladyhawke.

    NB: Non solo la foto a sinistra è estrapolata da L'amore e il sangue, ma si spaccia Jennifer Jason Leigh (accanto a Rutger Hauer) per Michelle Pfeiffer!

  • Discussione Mauro • 23/08/15 14:21
    Disoccupato - 10895 interventi
    Kaciaro ebbe a dire:
    ed invece il paesino che si vede varie volte in lontananza , avete capito in realta' quale sia??

    Il paese è Pereto (L'Aquila)