Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/11/23 DAL BENEMERITO REEVES
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Reeves 25/11/23 08:06 - 2202 commenti

I gusti di Reeves

Ultimamente Ridley Scott non ne azzecca più una. Questo monumentale kolossal racconta Napoleone Bonaparte con gli occhi sempre spiritati e incapace di togliersi il cappello in qualsiasi occasione, abbacinato dal sesso e che tutto sommato non mostra troppa intelligenza. Un punto di vista inglese, come prova anche lo spazio dato a Ruper Everett come duca di Wellington. Poca storia, molta noia.

Max dembo 26/11/23 16:15 - 427 commenti

I gusti di Max dembo

Versione dalle molte, troppe licenze storiche totalmente inventate (già subito, al primo minuto, una grossa come una casa), che né Bondarciuk né tantomeno Kubrick si sarebbero mai permessi. Detto questo, ciò che manca al film (pur non potendo giudicare la prossima versione di quattro ore), è il senso dell'epica e della riflessione filosofica che permeava per esempio I duellanti, di cui “Napoleone” è filiazione diretta. Resta superficiale su tanti, troppi eventi storici, affrontati didascalicamente; in questo persino la buona serie tv del 2002 era superiore. Non brutto ma superfluo.
MEMORABILE: La pecorina; "Prodotto dalla Apple", meglio che a Kubrick non sia mai capitato; Le piramidi colpite dai colpi di cannone; I tocchi "alla Joe D'Amato".

Fforfake 28/11/23 10:12 - 8 commenti

I gusti di Fforfake

Sesso, bugie e battaglie. Il film, almeno in questa versione accorciata, segue uno schema talmente rigido e ripetitivo da risultare pedante. Le inesattezze storiche fioccano, ma un film non deve avere l'accuratezza di un saggio. Piuttosto, a non funzionare, è il ruolo di una Giuseppina onnipresente, sebbene poco valorizzata nel suo ruolo sociale e un Phoenix capace di un campionario di smorfie da ricordare il miglior Belushi. Le battaglie di Austerlitz e Waterloo mitigano la delusione e il costo del biglietto, ma lo Scott europeo de I duellanti giace sotto una palla di cannone.
MEMORABILE: Il cavallo dilaniato durante l'assalto di Tolone; La trappola raggelante di Austerlitz.

Jandileida 3/12/23 09:59 - 1564 commenti

I gusti di Jandileida

Detto che quanto a veridicità storica se la batte con Druids, il vero problema risiede qui nella mancanza di omogeneità narrativa: si assiste infatti a una sequela di scene buttate lì quasi senza un filo logico. A questo si aggiunga l'onnipresenza di una Giuseppina ridotta a piangente orpello e un Phoenix molto più a suo agio nelle sporche metropoli contemporanee che in groppa a Marengo. Scott si salva in corner grazie alle spettacolari scene di guerra, ma la gloriosa polpettona dell'età napoleonica finisce per risultare indigesta anche per lui. Troppa carne e poco fuoco.

Hiphop 4/12/23 17:04 - 63 commenti

I gusti di Hiphop

Il tempo passa per tutti, anche per Ridley Scott. Lunghissima, estenuante, caricaturale biografia di Napoleone Bonaparte divisa in due blocchi: una parte racconta la vita intima del prima generale, poi imperatore (e pare quasi una telenovela sudamericana), l'altra descrive il genio militare e le grandi battaglie che purtroppo sullo schermo così non sono. Unica consolazione l'apparente somiglianza di Joaquin Phoenix al vero Napoleone così come tramandato da una certa ritrattistica.
MEMORABILE: L'Imperatore e le posizioni sessuali.

Shadow raf 9/12/23 10:57 - 4 commenti

I gusti di Shadow raf

Il grande condottiero e imperatore, celato dietro alla normale debolezza dell’uomo. Ridley Scott ci regala una inedita banalizzazione del personaggio storico e contribuisce alla completa disfatta di un mito, non lesinando neanche il sorvolabile. Restano da apprezzare comunque l’interpretazione magistrale del poliedrico Phoenix, il dettaglio storico-scenografico e il linguaggio iconografico. Nemmeno la colonna sonora di Phipps riesce a emozionarci come lo fecero Vangelis e Zimmer nei suoi film precedenti. Si spera nell’inversione di rotta con la preannunciata director’s cut.
MEMORABILE: L’incipit alla ghigliottina.

Puppigallo 9/12/23 18:35 - 5267 commenti

I gusti di Puppigallo

Per quanto il rapporto con Giuseppina sia stato importante nella vita di Napoleone, purtroppo qui penalizza fortemente la narrazione, appesantendola e finendo per danneggiarla. Se poi si aggiunge una regia che dà il meglio solo nelle scene di battaglia, convincendo poco appena si allontana dalle cannonate, ecco che la pellicola mediocre, seppur vedibile, è servita. Phoenix se la cava dignitosamente in un ruolo certo non facile, anche se bisognerebbe sapere se Napoleone era almeno simile a quello disegnato da Scott, che lascia comunque interdetti.
MEMORABILE: Cannonata al cavallo; L'attacco sfruttando il ghiaccio del lago; La figura del giovane Zar; I famosi quadrati della battaglia di Waterloo.

Panino 19/12/23 00:16 - 15 commenti

I gusti di Panino

Imponente mega-produzione firmata Ridley Scott. Nel ricostruire la vita di questo genio militare, il regista opta per una messa in scena dinamica ed essenziale sacrificando alcuni episodi importanti come la campagna d’Italia e mettendo in risalto l’aspetto sentimentale della vita con Giuseppina. Il tutto è trattato con piglio narrativo “spiritoso” e considerando l’argomento non è una scelta banale. Il secondo tempo è meno efficace del primo ma la sequenza d’apertura e alcune scene di battaglia sono da antologia. Come al solito Phoenix è bravissimo, anche se non molto somigliante.

Capannelle 20/01/24 18:50 - 4408 commenti

I gusti di Capannelle

Un film triste, sotto diversi aspetti. Per l'alone di malinconia che circonda la figura protagonista e in quello la scelta di Phoenix faceva già presagire qualcosa. Per il cielo e i panorami costantemente plumbei, sia che si tratti di Parigi che delle battaglie narrate, ovviamente eccezion fatta per la parentesi in Egitto. Per il rapporto con Giuseppina improntato al male esistenziale e condito da un po' di pepe sparso qui e là (sesso e tradimenti) senza molto costrutto. E soprattutto triste alla fine: le emozioni vissute sono blande. Due pallini generosi.

Daniela 21/01/24 01:33 - 12651 commenti

I gusti di Daniela

Quasi trent'anni di vita condensati in poco più di due ore e mezza con la pretesa di mostrare vita pubblica e privata, imprese militari e faccende d'alcova: anche mettendo in conto che esiste una versione più estesa, impresa quasi impossibile in partenza che Scott però fallisce oltre il prevedibile. Pur lasciando da parte i numerosi svariori storici, il Napoleone interpretato da Phoenix sembra quasi una caricatura di se stesso, la sua relazione con Giuseppina varia dal romanzetto Harmony al porno-soft, le poche sequenze spettacolari annegano in un mare di noia, la mediocrità impera.

Vanessa Kirby HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Questione di tempoSpazio vuotoLocandina [13.01] Poirot: Gli elefanti hanno buona memoriaSpazio vuotoLocandina EverestSpazio vuotoLocandina Kill command

Paulaster 7/02/24 18:00 - 4409 commenti

I gusti di Paulaster

Alla storia del Generale francese manca il senso dell'epica e le vicende storiche son riassunte come fossero un bigino ordinario. Largo spazio a scene con la moglie Giuseppina con inserti sessuomani al limite del trash. Scott mostra una gran mano nelle battaglie con trovate cruente e dispiego di notevoli mezzi. Phoenix ha una discreta mimica e si concede qualche momento più leggero. Il difetto maggiore del film è che non emoziona, anche se si fa seguire.
MEMORABILE: La battaglia sul ghiaccio di Austerlitz; La cannonata al cavallo; Il conto dei morti; Gli inglesi chiusi a Waterloo.

Pinhead80 23/02/24 17:07 - 4752 commenti

I gusti di Pinhead80

In poco meno di tre ore vengono condensati anni di storia francese e non solo a un ritmo vertiginoso. La sensazione per tutto il film è quella di una rincorsa sfrenata nel cercare di dire il più possibile sul personaggio di Napoleone, senza però riuscire quasi mai a essere del tutto esaustivi. Il ritratto che ne esce è quello di un uomo sicuramente unico nel suo genere, con una spiccata predilezione per la moglie Giuseppina che rimarrà la sua musa per tutta la vita. Molto meglio comunque la parte che affronta gli aspetti intimi del protagonista che quella legata alle battaglie.

Enzus79 31/03/24 22:50 - 2888 commenti

I gusti di Enzus79

Delusione. Non supera la mediocrità. Un personaggio complesso, ambizioso, stratega e megalomane quale era Napoleone meritava altra sorte sul grande schermo. In risalto è messo il rapporto amoroso tra l'Imperatore e Giuseppina, che francamente poteva avere meno spazio. Visivamente e stilisticamente impeccabile: da apprezzare le scene delle battaglie. Discreta la colonna sonora.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Discussione Nipo • 26/11/23 18:29
    Galoppino - 97 interventi
    Io lo andrò a vedere presto. Non mi interessa tanto l'epica che ci hanno propinato a scuola, (solfa trita e ritrita), quanto sapere se il regista ha trattato un aspetto molto rivelante nella vita di Napoleone, quello delle razzie e ruberie di opere d'arte convogliate nel suo museo. Di sicuro un cineasta di tale livello non mi deluderà.
  • Discussione Galbo • 10/12/23 08:45
    Consigliere massimo - 3990 interventi
    Volevo precisare che il film non è ancora disponibile su Apple TV (come invece appare dalla scheda presente nella schermata della piattaforma). Peraltro, quando lo sarà, dovrebbe essere disponibile in una versione molto più lunga, per la quale forse sarà il caso di fare una scheda a parte….
  • Discussione Zender • 10/12/23 10:29
    Capo scrivano - 47764 interventi
    Ok grazie Galbo, elimino. No, in questi casi possiamo al limite aprire un speciale, non una scheda doppia
  • Discussione Capannelle • 20/01/24 17:27
    Scrivano - 3503 interventi
    Nipo ebbe a dire:
    Io lo andrò a vedere presto. Non mi interessa tanto l'epica che ci hanno propinato a scuola, (solfa trita e ritrita), quanto sapere se il regista ha trattato un aspetto molto rivelante nella vita di Napoleone, quello delle razzie e ruberie di opere d'arte convogliate nel suo museo. Di sicuro un cineasta di tale livello non mi deluderà.
    Mi sa che rimarrai deluso, Sulle opere d'arte e forse anche sul resto.

  • Discussione Nipo • 20/01/24 18:49
    Galoppino - 97 interventi
    Il contrario. Dispiace deluderti :) E non vedo l'ora di vedere la long version..dove da rumors  sarebbero trattati anche risvolti privati.
    Scott conferma ampiamente le sue qualità! Il film mi è strapiaciuto, nonostante non abbia affrontato neppure lui l'aspetto depredatorio del condottiero. Lo scenografo si era fatto già notare in Il Gladiatore e House of Gucci, merita il massimo riconoscimento per quanto mi riguarda: ha ricreato in maniera pazzesca gli ambienti dell'epoca.. Come ben noto, con tutto il rispetto delle opinioni altrui, ragiono con la mia testa e seguo solo determinati utenti, alcuni dei quali haimè, sembra non scrivano più qui.