La morte ha sorriso all'assassino

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 1973
Genere: horror (colore)
Note: Aka "Sette strani cadaveri", "7 strani cadaveri", "Death smiles on murder".
Numero commenti presenti: 44
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Homesick 31/01/07 19:26 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Interessante horror gotico che sintetizza gran parte delle caratteristiche del cinema di Joe D'Amato, con abbondanti citazioni di classici del passato e anticipando l'inesplicato finale di Ballata macabra di Dan Curtis. Ottime le musiche di Berto Pisano, inquietanti e romantiche a seconda delle esigenze di copione.

Venticello 27/04/07 11:25 - 63 commenti

I gusti di Venticello

Horror di atmosfera gotica ricco di spunti e richiami, talvolta forzati, ai classici del genere (letterario e cinematografico). A mio parere uno dei migliori Massaccesi (che cura anche l'ottima fotografia) con una (con)turbante Ewa Aulin, un sempre ottimo Luciano Rossi (R.I.P.) e una breve comparsa di Klaus Kinski. La vita, la morte, la vita oltre la morte gli ingredienti che portano (passando da discreti effettacci splatter) ad un finale un po' tirato via e forse anche atteso. Salva il tutto, rendendolo apprezzabile, l'abilità del regista.
MEMORABILE: L'omicidio del povero Luciano Rossi da parte del gatto rimane sicuramente la scena più disturbante.

Giapo 2/05/07 14:56 - 232 commenti

I gusti di Giapo

Horror dalle rievocazioni gotiche di indubbio fascino, in cui Massaccesi unisce componenti di raffinato erotismo e horror truculento, conferendo alla storia un’atmosfera malsana e morbosa di rara efficacia. Visivamente incantevole grazie ad una fotografia davvero elegante e suggestiva, paga però una sceneggiatura approssimativa e poco convincente. Peccato. Prodotto comunque assolutamente da recuperare per gli appassionati.

Undying 11/05/07 21:40 - 3841 commenti

I gusti di Undying

Esordio (ufficiale) in regia per Massaccesi, dopo una lunghissima gavetta come tuttofare nell'ambiente del cinema, ed unico film siglato con il suo vero nome (a fronte di un incalcolabile numero di pseudonimi). Si tratta di un horror gotico, con momenti di violenza grafica molto forti per l'epoca, come un volto sfigurato da un coltello, un cadavere sbudellato e una fucilata in faccia. La trama piuttosto contorta e confusa non preclude al regista la possibilità di portare sullo schermo buone sequenze di tensione e di erotismo.
MEMORABILE: La suggestiva sequenza della muratura di Greta (palesemente ispirata al "Gatto Nero" di Allan Poe).

Dusso 22/06/07 11:23 - 1534 commenti

I gusti di Dusso

Bellissimo film, splendida la Aulin, ottima la regia di Massaccesi, superba la fotografia (ma quando Joe è anche direttore della fotografia come in Solange, Peccati in famiglia ecc. è sempre così). Joe D'amato è stato un ottimo regista, ma come direttore della fotografia era veramente da Oscar. Nel film l'unica pecca è un po' il finale, che non mi è piaciuto molto (anche se in effetti non so come potesse andare avanti o come concludersi in un altro modo la storia). Belle anche le musiche.

B. Legnani 24/10/07 00:41 - 4694 commenti

I gusti di B. Legnani

Insomma... D’Amato cava sangue dalle rape, ma sempre rape rimangono. Lento, per arrivare a metraggio decente, impreziosito da fotografia splendida (molte le inquadrature dal basso) e da carezzevoli musiche di Berto Pisano (forse si sente pure il flicorno). Molta eco da Poe. Un po’ buffa l’ambientazione teutonica in un’orgia di... pini marittimi. I migliori sono Kinski e Dottesio (doppiato da Cigoli). La Aulin è, come spesso avviene, talmente candida da sfociare nel perverso.
MEMORABILE: L'apparizione della Aulin dietro la maschera.

Ciavazzaro 30/03/08 13:58 - 4759 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Buon horror firmato D'Amato, con un bellissimo tema musicale, una sensuale Ewa Aulin protagonista e un Kinski più in secondo piano. Ottimo anche il resto del cast e gli effetti di sangue che non si sprecano nel corso della pellicola. Da segnalare anche la scena del ballo e la sorpresa finale. Però, nonostante tutto ciò, non è l'opera migliore di D'Amato; peggio di Buio Omega ma meglio di Antropophagus.

Cotola 11/05/08 02:51 - 7461 commenti

I gusti di Cotola

Mentre tecnicamente qua e là qualcosina funziona (ma giusto qualcosa), dal punto di vista narrativo le cose non funzionano assolutamente: la storia, infatti, è confusionaria e farraginosa ma soprattutto sconta un ritmo molto lento che nemmeno un finale a sorpresa, anche se non troppo, riesce a risollevare. Solo per i fan del regista e, forse, nemmeno loro apprezzeranno.

Ghostship 1/06/08 14:21 - 394 commenti

I gusti di Ghostship

Questo horror-thriller di D'Amato è una vera chicca nella filmografia del regista romano. Pullulano gli zoom ed i grandangoli e la tecnica registica risulta molto personale. Si tratta di un cruento gotico simil-Poe, basato sul binomio sesso-morte, che ha nei colori acidissimi e nei costumi da fiaba i suoi punti di maggior fascino. Da vedere.

Deepred89 24/06/08 20:59 - 3272 commenti

I gusti di Deepred89

Interessante gotico pieno di enormi pregi, ma con qualche difetto non indifferente. Tra i pregi ricordiamo l'ottima regia, la bellissima fotografia, la notevolissima colonna sonora e il buon cast. Tra i difetti invece abbiamo una storia lenta e sconclusionata, che fatica moltissimo ad ingranare e che non riesce assolutamente ad appassionare. Non mancano le scene splatter, a tratti fin troppo esagerate. Il finale verrà ripreso da un horror americano di poco successivo.

Rickblaine 9/11/08 09:54 - 635 commenti

I gusti di Rickblaine

Film lento e noioso. Allunga scene evitabili. Unico complimento che posso fare è un gran merito alle inquadrature che evidenziano la competenza del regista. Kinski, poi, come al solito resta professionale e fa il suo dovere come anche la protagonista.

Enzus79 9/11/08 12:01 - 1763 commenti

I gusti di Enzus79

Mediocre horror nel quale si sentono più suoni, musiche, versi di animali che parole. Lentissimo. Attori meno espressivi di un albero, eccetto Kinski che si vede troppo poco. Le musiche non fanno altro che addormentare il film. Peccato, perché la storia ha una sua logica ed era doveroso far di più.

Trivex 13/03/09 19:42 - 1480 commenti

I gusti di Trivex

Storia horroromantica, dove la bellissima Ewa Aulin seduce tutti, spettatore compreso, con la sua dolcezza carica di sensualità all'inverosimile. Atmosfera morbida e torbida allo stesso tempo, condita da uno splendido tema musicale, perfetto per questo prodotto. Certo, la sceneggiatura alcune volte barcolla, ma l'insieme gustoso degli splendidi costumi e della suggestiva ambientazione, compensa adeguatamente le mancanze. Lo ricordo davvero volentieri questo film, bella creatura dell'indimenticabile Aristide Massaccesi.

Uomomite 29/07/09 04:40 - 174 commenti

I gusti di Uomomite

Un opprimente alone di morte aleggia in questo film: in ogni inquadratura, nel suo respiro affannoso, nel suo incedere morboso, solenne e allucinato. Sangue, cimiteri, cripte, budella. I versi striduli degli animali suonano come trombe dell'apocalisse e neppure i vivi sembrano realmente vivi. Uno dei capolavori assoluti del gotico italiano, anello di congiunzione tra Bava e Argento, questa pellicola di Massacesi è soffocante e spaventosa. Il merito della riuscita va anche alla presenza luciferina del compianto Luciano Rossi.

Mco 17/08/09 15:45 - 2138 commenti

I gusti di Mco

Massaccesi si cimenta in un gotico puro senza far sfoggio di alcuno dei suoi innumerevoli pseudonimi e ambientando la vicenda in un castello spettrale con attori ultraespressivi (su tutti il povero Rossi, pazzo... come nei suoi ultimi anni di vita). Un po' di confusione nella sceneggiatura ed un finale non all'altezza non permettono al film di arrivare al capolavoro, pur restando comunque bello. Effetti molto splatter.

Lucius 18/04/10 01:34 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Un film gotico con delle buone potenzialità ma che reputo non del tutto riuscito soprattutto per i feroci trucchi e per una certa confusione che aleggia per tutta la visione. La scenggiatura è approssimativa e l'erotismo è unito al gore più estremo in un mix di fiaba nera irrisolta. Consigliabile solo per gli amanti del genere ma non vi fate aspettative.

John trent 12/05/10 19:56 - 326 commenti

I gusti di John trent

Aristide Massaccesi per una volta si spoglia dei suoi infiniti pseudonimi e firma col suo nome un horror gotico estremamente personale e raffinato. Merito delle suadenti note della colonna sonora di Berto Pisano, di buone prove degli attori e della sua fotografia, al solito elegantissima. Il montaggio iniziale è piuttosto contorto e disorienta lo spettatore ma alla fine tutti i tasselli vanno al loro posto. Imperdibile Dottesio nei panni del detective e finale non prevedibilissimo. Consigliato.
MEMORABILE: L'omicidio di Klaus Kinski a metà film, spiazzante e inatteso, dal momento che fin dai titoli si lascia credere che sia lui il protagonista...

Greg 15/07/10 16:49 - 19 commenti

I gusti di Greg

Grande film diretto da Massaccesi prima che si dedicasse all'erotico. Gotico, surreale con un pizzico di erotismo e molti colpi di scena, definito il primo splatter romantico, vanta come protagonista la bella Ewa Aulin già interprete di Col cuore in gola. Variante dello zombie movie, è sicuramente uno dei migliori del filone gotico tanto che in certe scene richiama Bava. C'è Luciano Rossi accecato e ucciso da un gatto nero, la protagonista murata viva... Poe in chiave moderna. La colonna sonora è di Berto Pisano.
MEMORABILE: Il ballo in maschera, il finale.

Nicola81 16/09/10 18:32 - 1927 commenti

I gusti di Nicola81

Non sono un appassionato di horror ma questo mi è piaciuto abbastanza. Al suo debutto dietro la macchina da presa, Massaccesi (autore anche di una splendida fotografia) mostra doti registiche non comuni, mescolando abilmente gli ingredienti classici del genere (ambientazione in un castello gotico, illustri citazioni letterarie, notevoli sequenze splatter) ad un'atmosfera elegante eppure intrisa di sensualità. Peccato che la sceneggiatura non sia altrettanto valida, culminando nel solito finale un po' irrisolto. Angelica e perversa la Aulin.
MEMORABILE: L'omicidio compiuto per mezzo del gatto...

Herrkinski 28/03/11 00:26 - 5043 commenti

I gusti di Herrkinski

Mah, questo Massaccesi prima maniera non mi ha convinto troppo. Partendo da un impianto tipico del gotico all'italiana, il regista cerca di costruire una vicenda complessa, con ambizioni forse troppo grandi (Poe), che si concludono in una sceneggiatura confusionaria e in un ritmo veramente soporifero. Un peccato, perché qualche buono spunto c'è, così come qualche audace scena splatter; anche cast, fotografia e musiche non sono male. A mancare è proprio la scorrevolezza e durante la visione spesso si finisce per perdere l'attenzione. Così così.

Ryo 27/02/12 16:18 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Horror puro di alti livelli, forse il migliore di Joe d'Amato. Ci regala inquadrature suggestive e ricercate, con un'ottima fotografia da contorno. Senza tradire il suo stile, il film fa sfoggio di varie scene di soft-eros. Abbondante e buono lo splatter in grottesche scene d'antologia. Kinski perfetto nel suo ruolo. Insomma, un must del genere da non perdere.
MEMORABILE: L'aggressione del gatto che finirà in locandina; La siringa nell'occhio.

Von Leppe 13/03/12 11:01 - 1018 commenti

I gusti di Von Leppe

Ci sono vari difetti come la trama poco risolta e lentezze narrative, mentre sul piano visivo e delle atmosfere il film è riuscito, accompagnato da una malinconica colonna sonora e con scene visionarie in belle location. Il film vanta attori del calibro di Klaus Kinski (purtroppo la sua uscita di scena prematura fa rimanere con l'amaro in bocca), Luciano Rossi (attore sfortunato che avrebbe meritato di più) e Giacomo Rossi Stuart (in breve apparizione). Non mancano i momenti splatter.

Ronax 3/05/12 02:02 - 900 commenti

I gusti di Ronax

Scopiazzatore recidivo, Massaccesi saccheggia sistematicamente il gotico italico anni '60 (la misteriosa visitatrice che piomba nella casa delle vittime designate dopo un incidente in carrozza viene paro paro da La cripta e l'incubo), aggiungendovi quelle audacie in fatto di violenza ed erotismo che ci si poteva permettere solo nel decennio successivo. Il film sconta una sceneggiatura confusa, ma l'eleganza della confezione - fotografia, musiche e soprattutto il fascino magnetico della Aulin - ne fa un prodotto non privo di un certo fascino.
MEMORABILE: Le apparizioni della Aulin "non morta" alle sue future vittime.

Bruce 17/09/12 11:29 - 1002 commenti

I gusti di Bruce

Massaccesi scrive e sceneggia, fotografa e dirige (in una sola settimana!) un giallo gotico originale, lucente, eccessivo ed affascinante. Sceglie i giusti protagonisti, si diverte a mescolare le carte, eros e thanatos, sangue e soprannaturale, senza mai perdere il gusto per il sorriso e lo sberleffo, grazie anche agli stupendi temi musicali di Berto Pisano. Bene faceva l'autore ad esserne orgoglioso. Miracolo all'italiana.

Giùan 3/03/13 21:10 - 2938 commenti

I gusti di Giùan

Tra i primi film diretti dal promiscuo (cinematograficamente parlando) Aristide, presenta già le stimmate destinate a diventar canoniche del suo stile: un andamento catatonico cui fa da controaltare una sensuale, carnale immanenza dello sguardo della mdp. Come (quasi) sempre questo precipuo trance ipnotico si mostra propedeutico al genere horror-gotico, coprendo falle di racconto e schizofrenica imperizia. Nell’eterodosso cast spiccano la Aulin versione “ospite” polimorfa e il sempre allucinato uciano Rossi. Kinski manco a mezzo servizio.
MEMORABILE: La festa in maschera.

Jdelarge 17/02/14 01:24 - 851 commenti

I gusti di Jdelarge

Horror davvero interessante nel quale Massaccesi riesce a esprimere il suo notevole talento visivo, azzeccando molte inquadrature a effetto che rinchiudono lo spettatore in un mondo paurosamente claustrofobico. La Aulin nel ruolo della protagonista fornisce una prova notevole e Kinski, anche se impegnato in una piccola parte, è la solita garanzia. La trama è abbastanza classica per il genere, ma viene sviluppata in modo credibile. L'elemento romantico intriso di necrofilia contribuisce a rendere il film estremamente terrificante.

Metuant 20/02/14 22:13 - 454 commenti

I gusti di Metuant

Poco comprensibile, fin troppo frammentario e a tratti noioso; non siamo certo ai livelli di altri film dello stesso genere ed epoca, anche se qualcosa di buono c'è. Alcune atmosfere sono azzeccate e la fotografia è molto buona, ma gli effetti speciali sono risibili, il cast è di basso profilo (a parte Kinski) e il plot è fin troppo confusionario, sebbene possa assomigliare allo stile lynchiano. I dialoghi sono pochi, ma nessuno degno di nota. Peccato, perché le potenzialità c'erano.
MEMORABILE: I richiami alle opere di Poe.

Motorship 14/04/14 17:43 - 567 commenti

I gusti di Motorship

Riuscitissimo horror del grande e purtroppo mai troppo ricordato Joe D'Amato, al secolo Aristide Massaccesi. Un film ben fatto, ottimamente diretto e con scene interessanti e piene di tensione, oltre che da un'atmosfera sublime valorizzata dall'ottima fotografia dello stesso Massaccesi. Ottimo cast, bravissima e bellissima Ewa Aulin, Kinski perfetto nel suo ruolo, bravo anche Rossi Stuart. Buoni il finale e le musiche di Berto Pisano. Da vedere.
MEMORABILE: L'omicidio di Luciano Rossi attraverso un gatto; Il finale.

Maik271 10/10/14 08:28 - 436 commenti

I gusti di Maik271

Altra pellicola ispirata al racconto di Poe "Il gatto nero". Massaccesi, qui alla sua prima regia accreditata, gira un gotico classico per ambientazione e musiche. Buoni i momenti di tensione, azzeccati gli effetti speciali e, anche se un po' svogliato, il cast, nel quale Kinski è il nome altisonante. Bella la Aulin anche se la sua recitazione non lascia il segno. Alcuni bei momenti di splatter rimangono nella memoria.

Myvincent 19/07/15 16:54 - 2527 commenti

I gusti di Myvincent

La bella Greta sembra vittima di un incantesimo che si rivelerà una trappola mortale per molti. Ancora un Massaccesi doc con il suo stile unico fatto di perversioni, sangue, orride maschere. Ancora un plot neanche tanto cattivo, reso cinematograficamente sgraziato (e pure noioso) per l'approssimazione stilistica. Sprecato cameo di Klaus Kinski.
MEMORABILE: Il gatto lanciato veramente in faccia all'attore Luciano Rossi.

Rufus68 27/07/16 09:39 - 3050 commenti

I gusti di Rufus68

C'è di tutto in questa paella: revenants, Frankenstein fatti in casa, tenerezze saffiche, amuleti, scienziati pazzi, reincarnazioni, splatter da fucilata, gatti d'assalto; non mancano citazioni da Edgar Allan Poe: il maestro di Boston si rigira sempre più ingrugnato nella propria tomba... C'è tutto e non funziona niente. La Aulin si limita a sorridere bamboleggiante: fa la fanciullina perversa o è solo disorientata in questo turbine di scempiaggini?

Fauno 12/08/16 12:55 - 1908 commenti

I gusti di Fauno

Uno dei tentativi più riusciti di affiancare (e non mischiare) diversi generi fino a farne scaturire un'opera molto valida. Ed è proprio perché non è un miscuglio, ma una serie di componenti parallele che convergono solo alla fine, che nell'ultima scena tutto diventa chiaro. E viene anche da chiedersi se certi popoli antichissimi non fossero davvero molto più evoluti di noi e non conoscessero certi segreti. La componente splatter è riuscitissima e impressionante; che la Aulin eccellesse come dark lady già lo sapevo, ma qui ne dà la massima conferma.
MEMORABILE: Il lancio dei fiori come segno di gratitudine; La confessione al vecchio Herbert.

Markus 16/09/16 11:18 - 3259 commenti

I gusti di Markus

Certo se il film avesse mantenuto l'estetica tipica dell'anno in cui è girato a mio giudizio ci avrebbe guadagnato, ma è chiaro l'intento - peraltro in parte riuscito - di tentare una per così dire strada alternativa rispetto agli allora numerosi gialli "settantiani". Massaccesi ci mette l'ottima fotografia (di cui spesso è stato maestro) e una buona dose di eros (la Aulin strepitosa), ma ahimè perde il lume con la vicenda: per una buona parte della pellicola si fatica a comprendere dove il film voglia andare a parare per via di una trama a dir poco farraginosa.

Anthonyvm 7/03/18 22:50 - 1800 commenti

I gusti di Anthonyvm

Interessantissima prima incursione nell'horror da parte di Massaccesi, che dimostra subito di voler sperimentare col genere e osare, tra stilemi gotici classici ed effetti splatter proiettati verso i nuovi e più maturi gusti del pubblico. Non tutto è riuscito: la sceneggiatura è piuttosto confusa e il connubio di troppi elementi (Kinski il mad doctor, vendette ultraterrene, omicidi misteriosi da italian giallo) rende ulteriormente confuso il plot. La regia è comunque molto curata e il cast è davvero buono (la Aulin indimenticabile). Promosso!
MEMORABILE: L'occhio della Aulin trapassato da Kinski con uno spillo; Il ballo in maschera con sorpresa; La famosa scena del gatto.

Minitina80 14/05/18 06:56 - 2304 commenti

I gusti di Minitina80

Si potrebbe parlare di gotico, ma sono riconoscibili diverse sfumature che allargano ad altro l’etichetta di genere. Qualche buona intuizione non manca e se paga un ritmo lento e uno svolgimento dei fatti spesso approssimato, si rifà con un leggero soffio di erotismo, un’efferatezza nei delitti e una discreta fotografia. La musica di Berto Pisano occupa un ruolo essenziale perché contribuisce a creare quelle atmosfere necessarie nei momenti in cui la regia indugia sui volti e sugli sguardi. Si citano Poe e Dan Curtis tra gli altri.

Alexpi94 2/09/18 16:22 - 186 commenti

I gusti di Alexpi94

Horror-gotico (diretto da Massacesi) dal livello estetico davvero notevole. Molto bene il cast, con menzione speciale per la bella Aulin (che recita bene e risulta molto in parte). Regia e fotografia sono sorprendenti (e decisamente superiori ad altre opere del regista), le ambientazioni sono pregevoli (molto bella la villa e gli interni), mentre le malinconiche e passionali musiche di Pisano confezionano degnamente questo valido prodotto, che pecca solo per via di una lentezza generale e di una trama non troppo avvincente. Niente male!
MEMORABILE: Alla festa: la padrona di casa che deve indovinare il nome della dama che si cela sotto la maschera.

Fedeerra 20/09/18 02:15 - 404 commenti

I gusti di Fedeerra

L'intreccio macabro/visionario del film è talmente sottolineato da risultare quasi noioso ed eccessivo. Buona la regia di Massaccesi, anche se spesso si trastulla in romanticherie che odorano di "vecchio" e fa il passo più lungo della gamba. Peccato, perché la fotografia è ben curata e la colonna sonora di Berto Pisani è indimenticabile. Bellissima Ewa Aulin.

Salma 11/04/19 18:51 - 12 commenti

I gusti di Salma

Un buon horror con ottima fotografia e musiche malinconiche. Le riprese e la qualità delle immagini mostrano un po' i segni del tempo ma nel contesto il montaggio è buono e il film non annoia. Non mancano le scene splatter (celebre quella del gatto) a movimentare il film, che pur non raggiungendo i livelli di Buio omega può considerarsi un buon horror all'italiana.

Victorvega 18/03/20 23:39 - 289 commenti

I gusti di Victorvega

Il film è dominato da una certa eleganza formale: belle le ambientazioni gotiche, le inquadrature, tutto conforme ed equilibrato. Però è lento e un po' noioso. La trama è farraginosa, non si capisce la direzione che voglia prendere la storia quando siamo quasi a metà. Peccato, perché un film è fatto di sostanza, oltre che di forma (la quale peraltro di questo è la salvezza). Le musiche, ancorché buone, sono un po' soporifere. Bravi gli interpreti, Rossi è il consueto allucinato.
MEMORABILE: La festa; Il gatto in faccia a Rossi.

Il Dandi 19/03/20 00:29 - 1747 commenti

I gusti di Il Dandi

Il primo horror di Massaccesi è un gotico di stile (per l'epoca) iper-moderno, con grandangoli, inquadrature dal basso, trucchi gore... Onore al factotum Aristide, che con un budget ridicolo (e soli otto giorni di riprese) realizza un film ben più che dignitoso. Peccato che a essere troppo tirata via sia la storia, che se da un lato soffre di lentezze (buttandola occasionalmente sull'erotico), dall'altro contiene fin troppi spunti non sviluppati (come gli esperimenti frankensteinoidi del medico Kinski, sottoutilizzato).
MEMORABILE: L'omicidio in laboratorio.

Oblomoff 19/03/20 00:52 - 41 commenti

I gusti di Oblomoff

Sconta l'assenza di ritmo e un racconto molto confusionario, dai nessi logici traballanti. Alcuni personaggi compaiono e scompaiono senza una valida giustificazione narrativa, come il dottore impersonato da Kinski (una particina di contorno). Non molto comprensibile lo spunto che dà il via alla storia, mentre il finale, che vuol essere a effetto, è in realtà piuttosto scontato e appare anch'esso privo di senso. Un B-movie senza particolari sussulti, con un po' di sesso (bellissima la Aulin!) mescolato a fiumi di salsa di pomodoro.

Jurgen77 19/03/20 08:46 - 630 commenti

I gusti di Jurgen77

Horror gotico con inserti erotici del maestro Massaccesi. Buone le ambientazioni e come sempre Kinski si immedesima bene nei panni del mad doctor. Attori modesti e budget ridicolo, ma tutto sommato, considerato il contesto, il film non è male. Inserti erotici e anche lesbo d'avanguardia, per il periodo. Qualche valido inserto gore casareccio che non guasta. Un po' controversa la storia, ma gradevole. A volta ricorda qualcosa dei classici della Hammer...

Caesars 9/04/20 10:10 - 2674 commenti

I gusti di Caesars

Sconclusionato horror di Massaccesi che cita alla rinfusa echi di Poe ("Il barile di Amontillado", "Il gatto nero"), Frankenstein, e altro, il tutto senza un vero nesso "logico" che li leghi. Se a ciò aggiungiamo una lentezza estenuante, utilizzata per cercare di avvicinarsi ai canonici 90', e colpi di scena poco sensati, ci si trova inevitabilmente davanti a un prodotto mediocre, cui non basta una certa cura tecnica per essere riabilitato. Tra gli interpreti il migliore è Dottesio, ben doppiato dal grande Cigoli.

Noodles 30/04/20 22:41 - 811 commenti

I gusti di Noodles

Nonostante la sceneggiatura non sia perfetta, lascia pienamente soddisfatti. Per tutta la sua durata il film è pervaso da un'aurea di mistero e di morbosità, il tutto ambientato in una location splendida, resa migliore da una grande fotografia, curata dallo stesso regista. Le citazioni a Edgar Allan Poe sono evidenti. Fantastica la scena della festa in maschera. Il cast non è male: il migliore è Attilio Dottesio, tra i più sottovalutati attori italiani.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche John trent • 26/04/10 11:30
    Servizio caffè - 511 interventi
    Musiche di Berto Pisano per questo splendido film.
    Greta (versione 4):
    http://www.youtube.com/watch?v=W8Wlfr_3s8k
  • Musiche Trivex • 26/04/10 16:00
    Segretario - 1292 interventi
    John trent ebbe a dire:
    Musiche di Berto Pisano per questo splendido film.
    Greta (versione 4):
    http://www.youtube.com/watch?v=W8Wlfr_3s8k


    Complimenti!!
    Grande musica..tristissima!!
    Ricorda la splendida Ewa Aulin..
  • Homevideo Xtron • 19/07/12 09:31
    Servizio caffè - 1829 interventi
    Il dvd Cinekult ha una durata di 1h24m13s
    Tra gli extra anche il "Dossier Joe D'Amato" in formato .pdf

    Ultima modifica: 19/07/12 12:16 da Zender
  • Discussione Fauno • 12/08/16 13:05
    Compilatore d’emergenza - 2528 interventi
    A me è piaciuto molto Sergio Doria, ma anche Mariani è molto forte, e la Mancini una volta tanto ha ben più di un fotogramma...
  • Discussione B. Legnani • 12/08/16 13:13
    Consigliere - 13700 interventi
    Fauno ebbe a dire:
    A me è piaciuto molto Sergio Doria, ma anche Mariani è molto forte, e la Mancini una volta tanto ha ben più di un fotogramma...

    Fauno, vado a memoria e potrei errare, ma la Mancini in questo film non è identificabile. Sei certo che sia lei?
  • Discussione Fauno • 13/08/16 01:57
    Compilatore d’emergenza - 2528 interventi
    In effetti mi è sembrato strano leggere il suo nome nel ruolo di Gertrude, ma così recita Imdb.

    Ti ho inviato l'immagine via mail perché son riuscito a rompere il mouse :-( così potrai verificare.
    Ultima modifica: 13/08/16 02:08 da Fauno
  • Discussione B. Legnani • 13/08/16 12:03
    Consigliere - 13700 interventi
    Fauno ebbe a dire:
    In effetti mi è sembrato strano leggere il suo nome nel ruolo di Gertrude, ma così recita Imdb.

    Ti ho inviato l'immagine via mail perché son riuscito a rompere il mouse :-( così potrai verificare.


    Visto il fotogramma. Non è lei.
  • Homevideo Zender • 6/06/18 14:39
    Consigliere - 43386 interventi
    E' uscito il bluray della Arrow del film con lingua italiana e sottotitoli escludibili. Titolo: Death Smiles on a Murderer. Sul solito dvdbeaver una bella analisi del prodotto:

    http://www.dvdbeaver.com/film2/DVDReviews41/death_smiles_on_a_murderer_blu-ray.htm
    Ultima modifica: 6/06/18 15:05 da Zender
  • Homevideo Zender • 23/10/18 20:07
    Consigliere - 43386 interventi
    Ottimo il bluray della Arrow. Un po' di grana, ma definizione davvero alta, lingua italiana e sottotitoli escludibili (tutto confermato quindi). Cover doubleface anche qui, ma in questo caso quella interna (che riprende la locandina originale) NON ha il titolo italiano purtroppo.
    Ultima modifica: 23/10/18 20:08 da Zender
  • Discussione Caesars • 9/04/20 17:48
    Scrivano - 10501 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:
    Fauno ebbe a dire:
    In effetti mi è sembrato strano leggere il suo nome nel ruolo di Gertrude, ma così recita Imdb.

    Ti ho inviato l'immagine via mail perché son riuscito a rompere il mouse :-( così potrai verificare.


    Visto il fotogramma. Non è lei.


    L'attrice che interpreta Gertrude è Ewelin Melcherich. Ho segnalato la cosa a Imdb, chiedendo anche che cancellassero Carla Mancini.
    Hanno inserito subito la Melcherich, mentre è sotto analisi la cancellazione della Mancini (così in questo momento il ruolo di Geltrude ha due interpreti diverse, nella scheda Imdb)
    Ultima modifica: 9/04/20 17:50 da Caesars