Bermude: la fossa maledetta

Media utenti
MMJ Davinotti jr

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Nell'anno di grazia 1978 escono nelle sale almeno quattro pellicole sull'argomento del giorno (portato all'attenzione del mondo dal best seller di Charles Berlitz): è il triangolo delle Bermude, fossa atlantica dove scomparvero intere squadriglie di aerei, inspiegabilmente. Oltre a questa co-produzione italo-spagnola uscì il celebre IL TRIANGOLO DELLE BERMUDE di Cardona jr. (sorprendentemente simile, e non solo per l’idea della bambola), il documentario BERMUDA NOW... IL FILM e infine I MISTERI DELLE BERMUDE. In effetti l'alone di mistero che circondava all'epoca quel tratto di mare non poteva non essere sfruttato cinematograficamente: troppo ghiotta, l’idea, e così...Leggi tutto Anthony Richmond (pseudonimo anglicizzato del nostrano Tonino Ricci) confeziona un film raffazzonato inferiore ai contemporanei ma con almeno una scena da ricordare: è quella in cui uno squalo apparentemente guidato da un’entità aliena (che si materializza sullo schermo in maniera ridicolissima) sbrana crudelmente la sua vittima. La scena a dire il vero sembrerebbe più degna di un film sugli squali (altro filone caro ai nostri registi di genere), ma vale comunque la pena di vederla: in un tripudio di sangue, confusione, bollicine e arti strappati, c'è da divertirsi. Come nel resto del film, d'altronde, perché i dialoghi rasentano il trash più deteriore e la fotografia cambia da inquadratura a inquadratura lasciando predominare un blu notte più vicino alla notte che al blu. Come a dire: buio pesto! Budget zero anche nella creazione degli umanoidi subacquei e in alcune sparatorie alla Maurizio Merli. Il successo comunque, pur se relativo, arriva e l'anno dopo Tonino Ricci ritornerà sull'argomento girando URAGANO SULLE BERMUDE: L’ULTIMO SOS, noto anche non a caso col titolo di INCONTRO CON GLI UMANOIDI.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 9/09/07 20:30 - 3840 commenti

I gusti di Undying

La presenza di Cinzia Monreale (L'Aldilà, Buio Omega, Ritorno dalla Morte) e la regia di Tonino Ricci (Bakterion) sono l'unico motivo d'interesse che può spingere l'appassionato a visionare questa pellicola: una coproduzione italo/spagnola caratterizzata da una pedestre fotografia (con predominanza di scene buie) e qualche malriuscito, ma ferocissimo, effetto tipo quello di un pescecane (posseduto da un'entità astratta!) che divora una vittima. Il tema dello squalo verrà (La Notte degli Squali - 1987) rivisto in seguito dallo stesso autore.

Schramm 21/11/07 01:14 - 2414 commenti

I gusti di Schramm

Dunque, fossa maledetta. Anche regia e produzione non è che fossero tanto benedetti... Domanda retorica: che film è quello in cui un bambolotto riesce a essere più espressivo di tutto il cast e più sinistro di tutta l'opera? Ma soprattutto: quale bambina giocherebbe con un bambolotto simile? Ciò oziosamente chiesto, uno yawn-movie efficace che nemmeno una confezione di Bonomelli.

Daidae 26/02/10 14:25 - 2738 commenti

I gusti di Daidae

Come al solito, nelle opere di Ricci (regista davvero poco dotato) predomina la noia assoluta. Salvo solo le belle riprese tropicali, da buttare tutto il resto. Il cast è composto da attori validi che però danno il peggio di sè per un film smorto e insensato. Solo per collezionisti di film anni 70.

Tomastich 21/06/10 10:58 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Classico prodotto all'italiana che mischia avventura, horror e fanta-mystery. Un film che ai più potrebbe risultare inutile, io l'ho trovato intrigante fino all'ultimo, dove si respira un'aria che solo l'Italia cinematografica ci ha regalato negli anni 70/80. Piccolo (piccolo) cult.

Herrkinski 21/01/11 11:44 - 5138 commenti

I gusti di Herrkinski

Il film, rispetto ad altri italiani di genere del periodo, ha il merito se non altro di esser girato e montato con una certa professionalità; ma a parte le belle riprese subacquee e le calzanti musiche di Cipriani, il resto è abbastanza soporifero e la storia non riesce ad ingranare. Un peccato, perché il cast è buono e qualche scena è riuscita, specialmente le belle riprese con gli squali e gli ultimi 20 minuti, assolutamente deliranti. Se Ricci fosse riuscito a mantenere un ritmo più sostenuto, il giudizio sarebbe stato migliore.

Buiomega71 15/12/10 01:37 - 2266 commenti

I gusti di Buiomega71

Da Tonino Ricci mi aspettavo la solita trashata, vedi Rush o La notte degli squali. Invece sono rimasto piacevolmente sorpreso, questo piccolo film, nato a ridosso del Triangolo delle Bermude di René Cardona jr, ha un che di bizzarro e inquietante. La scena dei ragazzi dello yacht che si buttano a mare, con la bambola che sputa sangue dalla bocca e gallegia con cipiglio demoniaco, a qualcosa di visionario e surreale. Enzo G. Castellari riprenderà le scene di "shark attack" per il suo Shark hunter.
MEMORABILE: La sequenza dei ragazzi che si buttano in mare, soggiogati dalla bambola demoniaca.

Lucius 28/12/10 01:50 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Ancora le Bermude con i loro scenari esotici ed una fotografia subacqua degna di nota, ancora Cipriani con le sue sonorità, ancora un bambolotto stregato e ancora Andres Garcia, primattore che sembra aver preso la patente di marittimo, con i suoi personaggi intrigati dall'oceano. Alcuni effetti speciali sono casalinghi, altri stranamente notevoli, ma in queste produzioni è sempre l'oceano col suo fascino a coinvolgere nella visione. Non siamo ai livelli di Tintorera, ma vale una visione. Curioso l'accenno alla cività sotto il mare. Da riscoprire.

Fauno 3/01/11 00:16 - 1919 commenti

I gusti di Fauno

Spazzatura e poco altro l'idea di imperniare il film su una valigetta contenente documenti segreti da recuperare a tutti i costi nei fondali, per quanto ci sia di mezzo uno "squalo umano" come Arthur Kennedy... Per il resto vengono intercalate con discrezione tutte le spiegazioni plausibili della maledizione del triangolo. Attenzione alla scena dello yacht col suicidio collettivo: ora come 30 anni fa non è che mi faccia solo rabbrividire, mi fa proprio una paura di quelle da star male e non sto scherzando...
MEMORABILE: L'immobilità degli squali, i vuoti di memoria, la ferocia dei sicari

Myvincent 9/06/14 22:24 - 2553 commenti

I gusti di Myvincent

Sembra iniziare come il classico triangolo amoroso e poi si tramuta in quello "balneare" e con uno stile inqualificabilmente tedioso. Effetti speciali risibili e interminabili riprese sott'acqua, talvolta senza tanto significato, completano l'opera. Talmente assurdo che quando arriva il finale siamo già risucchiati dal buco nero del triangolo maledetto...

Claudius 3/09/14 13:41 - 410 commenti

I gusti di Claudius

Uno dei tanti film girati sfruttando l'onda del mistero del famigerato Triangolo delle Bermude e che risulta inferiore al coevo film di Cardona, nonostante la buona prova di Garcia e di Kennedy. Gli elementi del film rimandano al film sopracitato, di suo Ricci aggiunge una componente esotico-avventurosa non disprezzabile. Affascinante la colonna sonora seventy vintage.
MEMORABILE: La terribile scena del suicidio collettivo (improvvisa e in silezio).

Homesick 23/11/15 13:18 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Cade giù rovinosamente nella risibile e fallimentare trama criminosa e nei suoi risvolti, ma si rialza di scatto non appena Ricci si dedica a creare una greve atmosfera di tensione con le ottime riprese subacquee e il sanguinario finale eterodosso; lo appoggia lo score di Cipriani, stridulo e inquietante nel perlustrare i misteriosi fondali oceanici e più concitato e rock nel sostegno delle scene d'azione. Per quanto riguarda il "Triangolo maledetto" allora in voga, c'è tutto il sensazionalistico compendio berlitziano di blue-holes, magnetismo, varchi dimensionali, civiltà inabissate e alieni.
MEMORABILE: Gli squali-guardiani; il suicidio collettivo; lo sviluppo della fotografia scattata dalla Agren; il raggio alieno; l'attacco degli squali.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Lucius • 28/12/10 01:53
    Scrivano - 8325 interventi
    Il fratello "gemello" de "Il triangolo delle Bermude" e il cugino di "Tintorera".Più fili conduttori in comune e Andres Garcia che se li è fatti tutti e tre...
    Ultima modifica: 28/12/10 01:54 da Lucius
  • Musiche Lucius • 28/12/10 01:55
    Scrivano - 8325 interventi
    Tre colonne sonore a tema, di Cipriani, in un doppio cd:
    1.Il triangolo delle bermude;
    2.Bermude:la fossa maledetta;
    3.Uragano sulle bermude.

  • Discussione Buiomega71 • 28/12/10 11:15
    Pianificazione e progetti - 21911 interventi
    Ah, Lucius, quanto adoro questa specie di sequel, la scena della bambola che sputa sangue in mare , mentre i ragazzi si buttano in acqua come ipnotizzati , e' da antologia. Di Ricci mi manca S.O.S Incontri con gli umanoidi...dici che mi perdo qualcosa?
  • Discussione Lucius • 28/12/10 11:54
    Scrivano - 8325 interventi
    Solo se come me ami i film degli anni settanta con in più implicazioni misteriose e scenari oceanici.In tal caso direi di si...
  • Discussione Buiomega71 • 28/12/10 11:56
    Pianificazione e progetti - 21911 interventi
    Ok Lucius, grazie per la dritta. E che, ahime', sembra sia scomparso sul suolo italico, non riscontro uscite in vhs, ne' tantomeno su supporto digitale.E in tv manco a parlarne.
  • Discussione Buiomega71 • 28/12/10 12:09
    Pianificazione e progetti - 21911 interventi
    Questa e' una novita'! Sai per caso la label? Grazie per l'info.
  • Discussione Lucius • 28/12/10 15:26
    Scrivano - 8325 interventi
    No.
  • Discussione Fauno • 3/01/11 00:25
    Compilatore d’emergenza - 2533 interventi
    L'unica scena che mi abbia fatto altrettanto paura è quella del film LA TERZA MANO,con la medium nella seduta spiritica,mentre di Dario un effetto del genere me l'ha fatto il secondo delitto del GATTO A NOVE CODE,dove la cinepresa seguiva la tensione dello spettatore e si spostava sempre più nello studio fotografico,con l'occhio dell'assassino immancabile.Qui è pazzesca la calma piatta che non promette niente di buono,una canzone triste in sottofondo tra i piedi nudi e le corde di una chitarra,le carte che girano male sia come numero che come figura,questa bambola mostruosa,queste persone,che pur essendo giovani sono inespressive,han la faccia di chi deve morire,si lanciano nell'acqua come automi,e,dulcis in fundo,la bambola che richiama gli squali emettendo un fiotto di sangue dalla bocca.Per me una scena così è da APOCALISSE.FAUNO.
    Ultima modifica: 3/01/11 00:27 da Fauno
  • Discussione Zender • 3/01/11 08:53
    Consigliere - 43527 interventi
    La ricordo anch'io molto piacevolmente in efetti. Una delle poche cose riuscite del film.
  • Musiche Ciavazzaro • 14/05/11 21:02
    Vice capo scrivano - 5600 interventi
    Dalla soundtrack il brano Bermuda's Bossa

    http://www.youtube.com/watch?v=vxor1JVEcEE&feature=related