Harry, ti presento Sally... - Film (1989)

Harry, ti presento Sally...
Media utenti
MMJ Davinotti jr
Lo trovi su

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Una delle più celebrate commedie degli Anni Ottanta è in realtà una romanticheria ruffiana in salsa alleniana (New York d'autunno, il sottofondo jazz, la coppia di amici che litiga...) furba al punto giusto da toccare temi cari al pubblico giovane (l'eterno dilemma sulla possibilità di un'amicizia vera tra un uomo e una donna) affrontati con le facce adatte: Meg Ryan è splendida con la sua aria tenera capace di alternare dolcezza e decisione, Billy Crystal è invece un coprotagonista insolito, cinico e ironico, che trova le battute giuste senza strafare. Ma la storia (nella sua prima parte sintetizzata bene dal titolo originale WHEN HARRY MET SALLY)...Leggi tutto è ripetitiva, intervallata da insopportabili siparietti di coppie stagionate che raccontano il loro primo incontro come in un'intervista, priva di un vero senso dell’umorismo che si vede sì, a sprazzi, ma nel complesso non riesce a incidere come vorrebbe. Inoltre, forse per colpa dell'assenza quasi totale di un sottofondo musicale nelle tante scene di dialogo (prive anche di rumori di fondo, così da far inevitabilmente risaltare le paure), forse invece di una sceneggiatura monotona pur se brillante in alcuni casi, il film si fa piuttosto faticoso. Scritto da Nora Ephron con sensibilità tutta femminile, risulta decisamente più appetibile al gentil sesso, che solidarizzerà subito con la tenera e “indifesa” Meg Ryan apprezzando le sfumature misurate dei dialoghi. Magari nel desolato panorama delle commedie Anni Ottanta WHEN HARRY MET SALLY è in effetti superiore alla concorrenza, ciò non toglie che sia stato ampiamente sopravvalutato. Come la famosa scena del finto orgasmo al ristorante, di una comicità elementare quanto, in definitiva, volgare. Meritava una scrittura più vivace.

Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Supervigno 4/06/07 11:53 - 229 commenti

I gusti di Supervigno

Film imprescindibile, che fa riflettere (sulla possibilità dell’amicizia tra uomo e donna) non tanto, e non solo, per ciò che i protagonisti dicono, quanto, e soprattutto, per ciò che non dicono, che svelano con i gesti e i comportamenti, e che spesso smentisce le categoriche affermazioni di entrambi a riprova di come sia impossibile chiudere i sentimenti in categorie astratte, valide per tutti ed in ogni momento della vita. Scritto benissimo, sceneggiato meglio, con protagonisti e comprimari perfetti e finale amarognolo davvero realistico.
MEMORABILE: Il racconto della propria separazione fatto da Harry a Jess allo stadio, con la "ola" a sottolineare i momenti "più significativi"

Caesars 5/09/07 13:46 - 3826 commenti

I gusti di Caesars

Commedia molto brillante che vanta una sceneggiatura praticamente perfetta; anche gli attori sono particolarmente in parte e la regia è spigliata al punto giusto. Per carità, non siamo di fronte ad un capolavoro ma sicuramente ad un prodotto molto gradevole che farà la felicità di quanti hanno voglia di cinema disimpegnato. In futuro Rob Reiner (che già aveva ci aveva regalato due ottimi film: Stand by me e La storia fantastica) non riuscirà più ad evere il tocco leggero mostrato in questa occasione, e ciò è un vero peccato.

Galbo 7/09/07 16:38 - 12456 commenti

I gusti di Galbo

La quintessenza della commedia americana moderna e leggera. Riuscitissimo film che ha i suoi punti di forza nella sceneggiatura (scritta da una grande signora del cinema, Nora Ephron), nella scelta delle "location" splendidamente fotografate (New York si conferma la città "cinematografica" per eccellenza) e negli interpreti: l'alchimia tra i due protagonisti è palpabile, ma oltre a questi è tutto il cast a essere stato selezionato con cura (si vedano le prove offerte dai bravi Bruno Kirby e Carrie Fisher). Leggero in modo geniale.

Magnetti 15/02/08 10:04 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Famoso film che porta sul grande schermo, con i modi tipici americani, le problematiche del rapporto uomo-donna nel caos frenetico della vita metropolitana. I due protagonisti sono bravi, ma è Crystal che ne esce vincente utilizzando la sua personale verve per un personaggio cinico, spigliato, ansioso e irrimediabilmente solo. La Ryan invece recita con le espressioni del volto (che è indubbiamente quello giusto per questa parte) dando il meglio nella famosa scena del ristorante. I dialoghi sono molto brillanti con una nota di pessimismo.

Lovejoy 17/02/08 00:41 - 1823 commenti

I gusti di Lovejoy

Divertente pellicola diretta da un Reiner in ottima forma e ben interpretata da un cast su di giri. Splendida la coppia Crystal/Ryan, ben affiatata e a cui si deve una scena da antologia (quella del ristorante). Perfetti anche Kirby e una volta tanto anche la Fisher risulta simpatica e in palla. Divertente.
MEMORABILE: Quella del ristorante, ovviamente.

Capannelle 12/03/08 09:12 - 4445 commenti

I gusti di Capannelle

Gradevole commedia sentimentale, con riflessioni varie sull'amicizia tra uomo e donna e sui rimpianti amorosi. Ebbe un notevole successo all'uscita ma rivedendola mi pare un'opera sopravvalutata. Da cui deduco che il finto orgasmo al ristorante, scena cult del film, abbia svolto egregiamente il suo compito. Bravi comunque i due attori e regia solida.

B. Legnani 29/04/08 21:47 - 5567 commenti

I gusti di B. Legnani

Celebre, sopravvalutata, gradevole commediola statunitense, con il non frequente pregio di essere priva di americanate deteriori; è pure dotata di alcune battute notevoli (i Robinson in spagnolo...). La simpatia dei due protagonisti riesce a rendere, se non credibile, almeno accettabile che per esigenze di trama non copulino per mesi e mesi e mesi... Finale appiccicaticcio (però si cita Catullo: “Odi et amo”), ma era difficile chiudere meglio. Quasi discreto.

Tarabas 21/01/09 14:43 - 1883 commenti

I gusti di Tarabas

Pene d'amore tra un cinico pubblicitario e un'amica di vecchia data, che in fin dei conti è proprio la sua anima gemella: si redimerà la notte di Capodanno. Uno dei vertici della commedia brillante-romantica di sempre, servito da una scrittura di dialoghi perfetta e due protagonisti nati per i rispettivi ruoli. Inevitabilmente e direi doverosamente, ruffiana in alcuni momenti. Astenersi musoni e quelli che"se c'è il lieto fine allora è un film da babbei". Si ride, ci si commuove, si tifa: insomma, cinema come dev'essere, emozionante.

Giacomovie 14/07/09 01:01 - 1401 commenti

I gusti di Giacomovie

Originale commedia dalle sfumature romantiche che, tra situazioni divertenti e dialoghi briosi, solleva un interrogativo destinato, come i grandi misteri della vita, a rimanere senza soluzione: uomini e donne potranno mai essere solo amici? Perfetti per la riuscita del film sono l'ingenuo candore della Ryan (chi avrebbe potuto, meglio di lei, simulare così bene un orgasmo?) e la faccia tosta di Crystal. Il doppiaggio italiano dei due conferisce più verve ai dialoghi rispetto alla versione originale. ***1/2

Stefania73 10/08/09 12:24 - 1 commenti

I gusti di Stefania73

Bravi Meg Ryan e Billy Cristal a rappresentare gli universi maschile e femminile, forse un po’ stereotipati, presenti nell’immaginario collettivo, a partire dalla giovane età post-laurea fino a quella della stabilità e della piena consapevolezza, volendo rappresentare uno spaccato di vita “vera” fatta di carriera, amori, amicizie e delusioni. Il film è un crescendo di battute scattanti e argute supportate da un’ironia agrodolce che sfocia in un risultato finale che è, come spesso di consueto, la rappresentazione dell’americano-tipo.
MEMORABILE: ...Io quando compro un libro leggo subito l'ultima pagina, così se muori prima so come va a finire... questo amica mia è il lato oscuro...

Steven Ford HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Carrie 2: la furiaSpazio vuotoLocandina L'uomo sbagliatoSpazio vuotoLocandina Persi nell'oceanoSpazio vuotoLocandina The eleventh commandment

R.f.e. 11/08/09 16:23 - 816 commenti

I gusti di R.f.e.

Pellicola orrenda, utile a consolare gli sfigati illusi dalla strofa finale della canzone "Teorema" di Ferradini o da analoghe scemenze. Abilmente travestito da film trasgressivo (la famosa scena dell'orgasmo simulato a tavola) o da spaccato di vita "vera" di una (o di più) coppie, è in realtà un'opera ipocrita, moralistica, familista, squallidamente piccolo-borghese, molto preoccupata del fenomeno dei "padri assenti" e così via. Mia risposta personale al quesito sollevato: sì, ma solo se lei è racchia!

Cotola 15/10/09 23:06 - 9173 commenti

I gusti di Cotola

Commedia a "orologeria" che più ruffiana non ci potrebbe essere. Pensata per piacere a tutti i costi, raggiunge l'obiettivo commerciale e, a tratti, anche di provocare qualche sorriso. Billy Cristal ha la faccia da schiaffi adatta al ruolo, la Ryan fornisce una buona prova. Naturalmente allo spettatore mediamente intelligente è chiaro fin dopo cinque minuti come finirà. In ogni caso non disprezzabile; simpatico ma non certo degno delle lodi sperticate che a volte se ne leggono.
MEMORABILE: Indovinate un po'?... Ristorante please...

Mcfly87 8/02/10 14:47 - 75 commenti

I gusti di Mcfly87

L'eterno dilemma dell'amicizia tra uomo e donna viene osservato da due prospettive: al cinico e disilluso Harry si contrappone una Sally ingenua e sognatrice, discreto l'affiatamento tra i due protagonisti. Qualche dialogo di pregevole fattura accompagna un susseguirsi, quasi pedante, di incontri "casuali" tra i due protagonisti, il tutto poi converge nel solito finale mielenso a lieto fine ma il film non verrà ricordato solo per l'indimenticabile scena del pranzo. Come si risolve il dilemma? l'amicizia tra uomo e donna difficilmente resta tale.
MEMORABILE: "Quello che ha preso la signorina".

Stefania 27/02/10 00:36 - 1599 commenti

I gusti di Stefania

Giudicato secondo i parametri della "commedia sofisticata" della penultima generazione, non è male. Tradizionale spunto "boy meets girl", ma il film è decisamente uno studio di caratteri, non profondo, ma divertente. Alla realizzazione della storia d'amore di Harry e Sally non ci sono ostacoli esterni, ma solo i loro preconcetti riguardo al rapporto uomo-donna. E' più la storia della costruzione di una complicità che dell'esplodere di una passione, punteggiata da situazioni sia comiche che malinconiche. Trionfo dell'amore, senza fanfare.

Ilcassiere 14/04/10 13:39 - 284 commenti

I gusti di Ilcassiere

Un uomo e una donna possono essere solo amici? Provono a rispondere a questa domanda i due protagonisti, cinico e spietato lui, romantica sognatrice lei, le cui vite si intrecciano negli anni grazie ad alcune coincidenze. Decisamente sopravvalutato, questo film diverte ma lo fa solo per le battute esilaranti (soprattutto del protagonista maschile) che si susseguono, per fortuna numerose, lungo una trama piuttosto scontata.
MEMORABILE: Allora stai dicendo che un uomo riesce ad essere amico solo di una donna che non è attraente? No, di norma vuole farsi anche quella.

Rambo90 4/10/10 20:56 - 7740 commenti

I gusti di Rambo90

Splendida commedia, uno dei migliori film di Reiner, dove il punto di forza sono la sceneggiatura vivace e ironica e le interpretazioni dei due protagonisti. Crystal e la Ryan sono così agli antipodi nei loro personaggi che si completano simpaticamente a vicenda. Buona la colonna sonora e alcune trovate, come quella del karaoke del film Casablanca visto contemporaneamente da entrambi mentre sono nei propri letti o le varie interviste di coppie che si sono messe insieme alla Harry e Sally (e sono anche io tra queste, per questo mi piace).
MEMORABILE: La teoria di Harry: un uomo e una donna non possono avere un'amicizia sincera.

Paruzzo 4/11/10 18:08 - 140 commenti

I gusti di Paruzzo

Commedia americana leggera, ma con una sceneggiatura e dei dialoghi straordinari. Vengono presi di mira i luoghi comuni del rapporto tra uomini e donne con grande ironia. Attori protagonisti pressochè perfetti, Meg Ryan è deliziosa. Bene anche i comprimari Bruno Kirby e Carrie Fisher. Finale per certi versi scontato, ma il film non ne risente assolutamente.
MEMORABILE: "Per voi è diverso: Charlie Chaplin ha avuto figli fino a 73 anni" "Ma non ce la faceva a tenerli in braccio".

Didda23 1/03/11 12:37 - 2436 commenti

I gusti di Didda23

Giudicare un film dopo più di vent'anni dall'uscita è sempre complicato. La prima impressione è di assistere ad un'opera ampiamente sopravvalutata. La sceneggiatura è gradevole, i dialoghi sono brillanti e piacevoli, ma oggettivamente nulla di più. La coppia Ryan-Crystal non mi ha fatto impazzire. Comunque da vedere. Non male dopotutto.

Deepred89 21/02/11 00:56 - 3742 commenti

I gusti di Deepred89

Riuscita commedia americana, basata sulla stimolante (soprattutto per gli scettici, come il sottoscritto) questione della possibilità di un'amicizia tra persone di sesso opposto. Il punto di forza del film sono senza dubbio i dialoghi, fin troppo abbondanti ma quasi sempre divertenti e talvolta folgoranti. Nulla da dire neppure sulla confezione e sulle interpretazioni, mentre l'effetto del buonismo di fondo dipende più che altro dal palato dell'eventuale spettatore. Praticamente un Woody Allen privato della componente cinica e beffarda. Buono.
MEMORABILE: Harry spiega a Sally perché un uomo e una donna non possono essere amici. Dialogo da trascrivere e diffondere!

Nancy 13/12/11 21:29 - 778 commenti

I gusti di Nancy

Una delle prime commedie sentimentali sul quale modello sono impostate molte "copie" che ad oggi imperversano nei multisala e nei blockbusters; un ottimo film che diverte senza mai risultare languido o banale. Crystal e la Ryan sono grandiosi e il film è ulteriormente impreziosito da una regia accorta sulla quale si innesta un'ottima colonna sonora (It had to be you...!). Farcito da chicche che hanno fatto la storia del cinema (chi non ricorda l'orgasmo di Sally al bar), questo prodotto, per quanto semplice ed essenziale, funziona decisamente bene.
MEMORABILE: "Lo stesso che ha preso la signorina!"

Rob Reiner HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina This is Spinal TapSpazio vuotoLocandina Stand by me - Ricordo di un'estateSpazio vuotoLocandina Misery non deve morireSpazio vuotoLocandina Codice d'onore

Cangaceiro 11/02/12 19:28 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Il crepuscolo degli Anni 80 ci offre questa famosa e giustamente celebrata commedia sentimentale d'oltreoceano. Harry e Sally sono semplicemente due persone che hanno bisogno l'una dell'altra. Se si cercano istruzioni per l'uso sulla vita di coppia o altre verità da mettere nel taschino volgete lo sguardo altrove. Il punto di forza sono chiaramente i dialoghi, il cui motore indiscusso è l'ottimo Billy Crystal, qui di fatto travestito da alter ego alleniano. Il ritmo è scorrevole tra le diverse stagioni e gli svariati paesaggi newyorkesi. Niente male.
MEMORABILE: Il nesso tra necrologi e mercato immobiliare; Il finto orgasmo (da notare le facce di Crystal!).

Jandileida 26/05/12 00:17 - 1583 commenti

I gusti di Jandileida

D'accordo, siamo di fronte a un film campione della commedia sentimentale americana di fine anni '80, quando il reaganismo trionfava, l'economia USA girava e i cattivoni si disintegravano. Tutto questo si respira nel film, risposta ultra semplificata (e pure un po' ruffiana) all'annosa questione: uomini e donne possono condividere la vita ma non le lenzuola? Tuttavia, se si cerca il disimpegno, ci siamo decisamente: la storia fila, i due protagonisti sono credibilissimi e in parte, la regia è di mestiere e mai troppo invasiva. Resistente all'usura del tempo.

Luchi78 12/07/12 11:03 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Impossibile negare la presa che un argomento del genere suscita tra la gente comune; tutti prima o poi sono passati nelle tenaglie di un'amicizia che fatica a trasformarsi in qualcosa in più. Mettici il bel visetto indifeso della Ryan e la strafottenza prettamente maschilista di Billy Crystal e la commedia perfetta è fatta, gradevole e scontata al punto giusto.

Disorder 9/08/12 11:51 - 1416 commenti

I gusti di Disorder

Non un capolavoro, ma una buona commedia sentimentale che di fatto ristabilisce i canoni del genere per gli anni a venire. Patinatissima e ruffiana la regia, che non lesina nel mostrare tutti i più scontati luoghi comuni newyorkesi (pattinaggio al Rockefeller, jogging in Central Park, stanze con vista sui grattacieli scintillanti e chi più ne ha più ne metta!). Simpatici invece i personaggi e bella la storia di insolita amicizia fra uomo e donna. Si rivede sempre con piacere!

Trivex 17/10/12 14:41 - 1757 commenti

I gusti di Trivex

Finalmente, dopo l'ennesima visione (coercitiva), commento questo film. Non sempre le scelte in libertà sono le migliori e quelle obbligate danno invece cattivi frutti; infatti il prodotto è un vero capolavoro dell'intrattenimento del riso/sorriso/con piccole lacrime nel finalone. Spassoso il viaggio con l'uva sputata e grande l'orgasmo pubblico artificiale (attenti men!), con tutta la vicenda svolta all'interno di quella normalità auspicabile, con i suoi dritti e i suoi rovesci. La coppia scoppia, ma personalmente credo nella predestinazione perpetua!
MEMORABILE: Billy Crystal e Meg Ryan: loro sono tutto il film!

Saintgifts 19/11/12 11:04 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Ho trovato il film (nonostante dialoghi ben costruiti) di una noia mortale. Per di più non mi ha aiutato la faccia di Billy Crystal, per me totalmente inadatto al ruolo. Buona confezione, con una N.Y. per tutte le stagioni, fotografata in modo originalconvenzionale, direzione senza errori ma piatta, musica di un convenzionalsofisticato. A spezzare l'apatia, la signora che ordina il piatto di Sally.

Paulaster 29/05/14 10:03 - 4526 commenti

I gusti di Paulaster

Commedia alla stregua di un trattato sociologico, riesce con dialoghi indovinati a dare linfa alla relazione uomo/donna. Inizio con più possibilità, poi quando l’argomento viene ampiamente sviscerato si dirotta l’attenzione sulle componenti emotive e l’effetto melassa è dietro l’angolo. NY fa da riempitivo a qualche vuoto in un’operazione adulatrice. Reiner si aiuta con qualche doppia inquadratura altrimenti vira sul classico. Crystal ha qualche cartuccia in più della Ryan, ma come coppia faccio fatica a trovare un’alchimia.

Redeyes 15/06/14 18:46 - 2456 commenti

I gusti di Redeyes

La commedia. Quando penso a una storia d'amore che non per questo ingrassi esponenzialmente il mio diabete con trucchetti farlocchi, io volo a Harry & Sally. Reiner dirige perfettamente (nonostante non sia entusiasta degli intermezzi/confessione) aiutato da una sceneggiatura arguta. I due protagonisti dal canto loro entrano immediatamente in sintonia completandosi l'un l'altro. La faccia dolcissima e graziosa della Ryan e quella da schiaffi di Crystal imperversano dall'inizio alla fine in una NY da cartolina.
MEMORABILE: L'orgasmo simulato; La dichiarazione d'amore di Harry.

Alex75 13/08/15 09:21 - 887 commenti

I gusti di Alex75

Commedia sentimentale, vagamente alleniana, sull’annosa questione dell’amicizia tra uomo e donna, che evita le svenevolezze tipiche del genere grazie ai personaggi non stereotipati e all’ottima scelta degli attori protagonisti, simpatici e adeguati al ruolo (basti pensare alla Ryan nella famosa scena al ristorante), assistiti da un’ottima sceneggiatura. Le musiche aggiungono un tocco di classe.
MEMORABILE: La teoria di Harry sull’amicizia uomo-donna; La scena al ristorante, of course.

Taxius 4/05/15 23:17 - 1656 commenti

I gusti di Taxius

Commedia romantica che ha il pregio di non essere assolutamente zuccherosa (se non verso la fine), cosa assai rara per questo genere di film; molto divertente (indimenticabile la scena in cui Meg Ryan simula l'orgasmo alla tavola calda). Cala un po' verso la fine, più scontata e meno divertente, ma ci può stare. Nel complesso resta un gran bel film che può essere visto più volte senza mai stancare.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Tutti contro tuttiSpazio vuotoLocandina Speaking of sexSpazio vuotoLocandina Una ragazza a Las VegasSpazio vuotoLocandina Facciamola finita

Furetto60 31/07/15 11:25 - 1201 commenti

I gusti di Furetto60

Bella commedia newyorkese (ennesima conferma di Manhattan come set naturale) in cui il soggetto, leggero ma non troppo, si sposa felicemente a una ottima prova dei protagonisti. Non soltanto infatti la Ryan e Crystal sono un esempio di bravura, ma lo sono anche le figure di contorno. Non a caso, credo, gli anni passano e il film si rivede con piacere.
MEMORABILE: Il finto orgasmo al ristorante.

Ryo 10/08/15 04:00 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Commedia romantica cult, che crea un precedente. Protagonisti Meg Ryan (stupenda) e Billy Crystal (impeccabile), di una credibilità attoriale rara. Curiosa la trovata di alternare il film a momenti di interviste di coppie veterane, interessante come viene esplorato e affrontato il rapporto uomo/donna amicizia/sesso.
MEMORABILE: "Siamo in un ristorante dell'Etiopia". "Non sapevo che in Etiopia mangiassero, mi aspettavo un piatto vuoto".

Lou 8/09/15 00:16 - 1124 commenti

I gusti di Lou

Passato alla storia per la famosa scena al ristorante in cui Sally (Meg Ryan) simula l'orgasmo, il film è una commedia ben confezionata da Rob Reiner e ottimamente sceneggiata da Nora Ephron. Le varie fasi della sofferta amicizia tra Harry e Sally, fino alla svolta finale, sono rappresentate con garbo e ironia. I dialoghi sono brillanti, le ambientazioni ottime e la colonna sonora di qualità. Apprezzabile anche la scelta di intervallare la narrazione con interviste a coppie anziane che raccontano come si sono conosciute e sposate.

Scarlett 26/01/16 01:20 - 307 commenti

I gusti di Scarlett

Celebre e chiacchierato classico della commedia sentimentale statunitense che fa assurgere la Ryan al ruolo di migliore interprete da finto coito mondiale. La sceneggiatura è ottima, malgrado non brilli per originalità; nonostante sia palese l'epilogo già dalla prima battuta, non perde un colpo. Ottimi la recitazione e i dialoghi, a tratti geniali. Naturalmente rientra tra i film da vedere almeno una volta.

Parsifal68 27/01/16 09:05 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

Fulminante, bellissima e romantica commedia che grazie alla perfetta alchimia dei due attori protagonisti, Billy Cristal e Meg Ryan, travolge di emozioni e di brividi ancora oggi. La domanda è: possono un uomo e una donna rimanere solo amici senza alcun coinvolgimento sessuale? Per tutta la durata del film parrebbe di sì, ma poi qualcosa manda in tilt la teoria. Il finale è tra i più romantici della storia del cinema. Ottimi attori di contorno e ragia di Reiner perfetta. Da vedere e rivedere assolutamente.
MEMORABILE: La scena del finto orgasmo della Ryan al ristorante; Lo split screen della telefonata notturna; Il finale romanticissimo.

Ginestra 14/08/18 10:54 - 53 commenti

I gusti di Ginestra

Commedia sentimentale ispiratissima, con battute degne del migliore Woody Allen, costruita sui luoghi comuni del rapporto uomo-donna (esiste l'amicizia tra due sessi diversi?) mai banale e con momenti che rimangono nella storia del cinema (l'orgasmo di lei, simulato) arricchendo il repertorio delle relazioni tra i due sessi. Un film perfetto, sicuramente di grande divertimento anche rivisto dopo quasi vent'anni. Bravissimi i due attori e le comparse.
MEMORABILE: "Vogliamo ringraziare Harry e Sally perché se uno di noi due avesse trovato uno o l'altra minimamente attraenti ora non saremmo qui" (al matrimonio).

Pigro 14/10/19 08:45 - 9799 commenti

I gusti di Pigro

Si stuzzicano allo sfinimento, ma tanto sai già come va a finire fin dall’inizio, perché poi sembra aver ragione lui: un uomo non può essere amico di una donna. In realtà, il nocciolo del film (newyorkese in tutti i sensi) non sta nella risibile trama e neanche nei personaggi sbozzati, ma nelle situazioni (leggendario l’orgasmo finto) e soprattutto nei dialoghi, cinematograficamente perfetti, esemplari per la loro fluidità e l’umorismo sottile, da godere a prescindere da tutto: un implacabile contrappunto. Bravi i protagonisti a sostenerli.

Westonberg 2/01/20 23:12 - 31 commenti

I gusti di Westonberg

Fresca e brillante commedia sentimentale giocata soprattutto su dialoghi acuti e intelligenti. Lui e lei si conoscono nel 1977 durante il viaggio Chicago-New York in macchina e sebbene all'inizio vi siano incomprensioni e screzi, nascerà ben presto un'amicizia. Un film che si lascia guardare facilmente, accompagnato da musiche jazz simpatiche e azzeccate e dall'alternarsi delle stagioni nella Grande Mela. Meg Ryan gigioneggia un po' nella parte mentre ben più sul pezzo risulta Billy Crystal, dal volto sornione e la battuta sempre pronta.
MEMORABILE: Gli amici di Harry e Sally; La canzone "Tomato-potato" nel finale.

Noodles 4/03/20 15:53 - 2320 commenti

I gusti di Noodles

Si incontrano, si perdono, si rincontrano, diventano amici e si amano. Sin qui, niente di nuovo. La storia del film infatti è tremendamente semplice. Ciò che la rende speciale sono anzitutto gli splendidi dialoghi, sempre arguti e mai volgari, da manuale. Inoltre la storia d'amore (e più in generale la storia del film) viene raccontata senza zucchero inutile, che avrebbe finito per rovinare il lavoro. Film piacevolissimo, divertente e intelligente. E non è poco. Ottimi i due protagonisti.

Nando 5/03/20 23:17 - 3837 commenti

I gusti di Nando

Commedia americana assurta a cult per la famosa scena del finto orgasmo realizzato da una Ryan (forse il suo miglior ruolo) che, tendenzialmente, scivola verso una trama abbastanza telefonata sin dall'inizio. Crystal è magistrale nel ruolo ma la pellicola mostra un certa ruffianeria "made in USA" che a rivederla ora appare vetusta, anche se sufficiente.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Pain & gain - Muscoli e denaroSpazio vuotoLocandina Taxxi 3Spazio vuotoLocandina Giorni di gioventùSpazio vuotoLocandina L'uomo della mia vita

Camibella 13/04/20 23:03 - 277 commenti

I gusti di Camibella

La domanda è: possono un uomo e una donna restare solo amici? Il finale ci dà la risposta. Prima di esso c'è senza dubbio una delle commedie romantiche più riuscite di sempre, grazie alla perfetta simbiosi fra i due personaggi ottimamente impersonati da Crystal e dalla Ryan e da dialoghi e battute perfettamente azzeccate. La New York che fa da skyline alla storia è sublime e le musiche che l'accompagnano sono molto eleganti. Insomma, un film da tenere nella propria videoteca.
MEMORABILE: La scena del finto orgasmo della Ryan nel ristorante; Il finale romanticissimo.

Anthonyvm 21/04/21 15:41 - 5885 commenti

I gusti di Anthonyvm

Fra le più iconiche commedie romantiche degli anni '80, divertente, un po' cinica, leggera ma profonda, in questo (anche considerata l'ambientazione newyorkese) molto alleniana. Un ispirato Reiner costruisce inquadrature esteticamente impeccabili (stupendi i colori autunnali), anche se la vera forza dell'opera risiede nella sceneggiatura di Nora Ephron, traboccante di dialoghi sagaci affidati alle ottime doti di Billy Crystal (giusto compromesso fra sempliciottaggine e spigliatezza) e Meg Ryan (carinissima e divertente come poche altre). Dolcissima e onesta la dichiarazione finale.
MEMORABILE: Le interviste alle vecchie coppie; L'archivio fotografico della Fisher; L'orgasmo simulato al ristorante; La romantica corsa di Crystal nel finale.

Daniela 22/04/21 21:39 - 12781 commenti

I gusti di Daniela

A distanza di molti anni dall'uscita, vien da chiedersi se questa commedia pluri-citata sia davvero all'altezza della sua fama. Ad una visione recente, ne emergono i limiti, al di là della prevedibilità che si deve mettere in conto con film di questo genere soprattutto se made in USA, però si confermano anche i pregi: Ryan e soprattutto Crystal sono bravi e funzionano come coppia di opposti che si attraggono, i comprimari sanno il fatto loro, la sceneggiatura infila nel mezzo buone gag e Reimar dirige con abilità. Non un capolavoro ma un film tuttora godibile. 
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Discussione Uomomite • 13/08/09 20:15
    Galoppino - 85 interventi
    Brainiac ebbe a dire:
    Beh,insomma,sulla tua frase:

    "C'è più messaggio etico in Vanzina che in Truffaut, senza alcun dubbio"

    potresti argomentare meglio!


    un film veicola sempre un'etica, anzi: il messaggio etico è tanto più forte quanto il film è apparentemente disimpegnato.

    L'etica nei film di Truffaut se c'è è quella dell'autore, comunque un'etica d'elite, intellettuale, "raffinata". Nei film di Vanzina c'è rappresentata, direttamente o indirettamente, la coscienza, le meschinità, lo squallore di un tre quarti degli italiani. E non importa che Vanzina rappresenti, condanni o aderisca. Quell'Italia viene fuori comunque. Anche la sciatteria della loro messa in scena ci dice tanto. E' un cinema, in sintesi, più ricco di segnali, sociologicamente più interessante.
    Ultima modifica: 13/08/09 20:18 da Uomomite
  • Discussione R.f.e. • 13/08/09 20:27
    Fotocopista - 826 interventi
    Uomomite ebbe a dire:

    il messaggio etico è tanto più forte quanto il film è apparentemente disimpegnato.

    [...] Nei film di Vanzina c'è rappresentata, direttamente o indirettamente, la coscienza, le meschinità, lo squallore di un tre quarti degli italiani. E non importa che Vanzina rappresenti, condanni o aderisca.


    Spesso si finge (in televisione, per esempio) di condannare o confutare qualcosa, ma in realtà trattasi di un vecchio espediente atto a ottenere l'esatto contrario, cioè esporre, pubblicizzare, la medesima cosa che si finge di criticare.

    Un esempio un po' demenziale può essere Maurizio Costanzo, che a parole finge di stigmatizzare maghi e paragnosti, ma poi li invita in continuazione nel suo programma facendo così loro una grande pubblicità.

    Un altro potrebbero essere quelle trasmissioni sui superdivi o super-ricchi che fanno su MTV, dove si finge di ironizzare sulle loro spese folli, sulle loro pretese da star, ed invece si mira a far morire d'invidia i ragazzi che solitamente guardano MTV.
    Ultima modifica: 13/08/09 20:40 da R.f.e.
  • Discussione Brainiac • 13/08/09 20:30
    Call center Davinotti - 1464 interventi
    Ora ho capito perfettamente cosa intendevi dire.
  • Discussione Tarabas • 13/08/09 20:47
    Segretario - 2069 interventi
    Uomomite ebbe a dire:
    Nei film di Vanzina c'è rappresentata, direttamente o indirettamente, la coscienza, le meschinità, lo squallore di un tre quarti degli italiani.

    Tre quarti? Nientemeno. Ho capito, vi lascio discutere tra voi, che evidentemente appartenete a una schiera di eletti.

    Mah.
  • Discussione Brainiac • 13/08/09 22:37
    Call center Davinotti - 1464 interventi
    Io veramente avevo solamente chiesto un chiarimento sulla frase:"
    "C'è più messaggio etico in Vanzina che in Truffaut".Se però proprio te lo devo dire, penso effettivamente che(facciamo più della metà,tre quarti magari è eccessivo)gli italiani siano meschini e squallidi.E non mi serve un film dei Vanzina,mi basta vivere tutti i giorni a contatto con soprusi,arroganza,inciviltà,violenza.Purtroppo (e per altri versi fortunatamente)vivo a Roma,e ti assicuro che questa è la situazione.E non mi dilungo in dati e particolari perchè non è questo l'ambito.
    Comunque che succede?Noto un certo nervosismo in alcuni di voi,cosa che prima era del tutto assente.Sarà che è troppo caldo,sarà che molti come me non sono partiti per lavoro,però rilassiamoci,dai!Non è divertente discutere di film con risentimento.
  • Discussione Gugly • 13/08/09 22:49
    Portaborse - 4710 interventi
    approvo l'esortazione di Brainiac. Siamo sul Davinotti perchè in generale amiamo il cinema. La maggior parte di noi si diletta a livello amatoriale, qualcuno anche per studio, e tuttavia non è il caso di scaldarsi troppo; fa già caldo, soprattutto qui nella bellissima Roma che visito sempre con piacere (anche se alcuni difetti sopra citati traspaiono).

    :)
  • Homevideo Galbo • 8/06/11 05:46
    Consigliere massimo - 3994 interventi
    Esce in Blu Ray il 22/6
  • Homevideo Zender • 8/06/11 08:01
    Capo scrivano - 48083 interventi
    Galbo, sarebbe bene mettere qualche informazione, oltre alla data di uscita...
  • Homevideo Galbo • 8/06/11 17:59
    Consigliere massimo - 3994 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Galbo, sarebbe bene mettere qualche informazione, oltre alla data di uscita...

    vero, per il momento ho trovato solo l'annuncio....
  • Homevideo Gestarsh99 • 20/12/11 11:40
    Vice capo scrivano - 21546 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc per MGM/20th Century Fox:



    DATI TECNICI

    * Formato video 1,85:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 2.0 Surround Dolby Digital: Portoghese Giapponese
    5.1 Dolby Digital: Polacco
    5.1 DTS: Italiano Francese Spagnolo Tedesco Russo
    5.1 DTS HD: Inglese
    * Sottotitoli Italiano Inglese NU Spagnolo Francese Olandese Portoghese Tedesco Finlandese Svedese Giapponese Norvegese Russo Cantonese Mandarino Croato Estone Danese Ungherese Ebraico Polacco Rumeno Coreano Tailandese Turco Lettone Lituano Sloveno
    * Extra 2 Commenti audio
    Come Harry ha incontrato Sally
    Featurette
    Scene eliminate
    Video musicale