LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/01/08 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 12/01/08 12:48 - 11343 commenti

I gusti di Galbo

Sullo sfondo della guerra di secessione americana, una storia d'amore che ha per protagonista un soldato che diserta per raggiungere l'amata che vive in un'isolata fattoria tra molte difficoltà. Un'altra storia di grande respiro e (in parte) di ambientazione bellica per il regista Minghella, dopo Il paziente inglese. I temi di quel film (amore, guerra, dramma) vengono qui riproposti ma senza trovare un felice equlibrio tra le parti così che il risultato pur godibile e professionale è troppo sbilanciato verso il melodramma.

Redeyes 26/01/08 14:45 - 2130 commenti

I gusti di Redeyes

Che Minghella sia abbonato a queste storie d'amore non è una novità; qui, qualcosa però può salvarsi. Film anche troppo prolisso a tratti, pregno di buoni valori di fondo e, come ogni film del regista, di luoghi comuni. Se si ha voglia di provare a piangere un po' (non dico farlo, il film non ne ha la capacità), allora guardiamolo. Film che scivola via ma anche, poi, dalla memoria.

Tarabas 27/12/08 13:37 - 1687 commenti

I gusti di Tarabas

Melodrammone ai tempi della secessione USA con amori contrastati e l'abbruttimento della guerra. Girato con dovizia di mezzi produttivi e scarsità di ispirazione, il film ricalca "Il paziente inglese" e racconta vicende viste e riviste. Interessante il ruolo centrale delle figure femminili, sia protagoniste che comprimarie, dove spiccano Renée Zellweger e, anche se in un cameo, Natalie Portman (forse il momento più vero del film). La Kidman non ha il fisico della fattrice di montagna. Troppo leccato e troppo poco ruffiano. Finale non convenzionale.

Pigro 1/01/09 12:22 - 7728 commenti

I gusti di Pigro

Disertore sudista della guerra di secessione affronta un lungo viaggio per ritornare dalla ragazza. Struttura omerica (Odissea) con ritorno costellato di incontri esemplari e parallela attesa femminile contro ogni avversità. Minghella ne propone una convincente riscrittura facendo leva su un evento storico che è mito fondativo degli Usa, anche se cede spesso allo schematismo (soprattutto nella prima parte). Ma c'è un discreto respiro epico e ci sono belle scene (la battagila iniziale) alternate a scivoloni (la scena di sesso).

Ciavazzaro 29/05/09 18:14 - 4758 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Per niente indimenticabile. La Kidman, oltre ad essere un belvedere, è anche una convincente attrice (da citare la sua scena di sesso), ma per il resto il film risulta essere abbastanza incosistente, senza grandi sorprese e un buon ritmo. Si fa dimenticare.

Saintgifts 31/05/09 16:13 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

È come se il regista, o chi per lui, si sia fatto prendere la mano da un... ma mettiamoci anche questo e poi anche questo. Infatti il lunghissimo film è riempito di idee che ci potevano benissimo stare in due opere. Chissà perché, mi viene in mente Gone with the Wind. Certo, qui le scene sono più forti e crude (la violenza, le battaglie), ma sono passati anche diversi anni. Il prodotto è fatto con cura, naturalmente, ma, a parte qualche scena e qualche personaggio ben caratterizzato, non c'è un gran che. Tutte cose e situazioni già viste e digerite.
MEMORABILE: Quando il protagonista, il buono, la vittima sacrificale, prende la bianca colomba (che si lascia prendere), che si era rifugiata in chiesa. Profetico.

Jorge 6/02/10 16:23 - 164 commenti

I gusti di Jorge

Criticabile quanto si vuole, eppure si tratta di un film che ti resta dentro. Fosse stato girato ai tempi gloriosi di Via col vento parleremmo di capolavoro; ormai l'occhio è abituato ad altro e si critica, a mio avviso, ingiustamente. Attori in parte, belli i camei dei vari coprotagonisti, soggetto e sceneggiatura certamente già visti in altri film ma di effetto, bella la fotografia che accompagna magistralmente il contrasto tra l'amore dei protagonisti e la guerra che vive sullo sfondo, finale struggente e per nulla convenzionale. Gioiello.

Nando 29/02/12 10:22 - 3457 commenti

I gusti di Nando

Epopea melodrammatica ambientata durante la guerra di secessione americana. L'amore tra la bella figlia di un reverendo e un confederato disertore. Un viaggio periglioso e una tormentata attesa. Belle immagini e trasporto emotivo sempre in auge. La Kidman mostra una grazia e un'algida bellezza incomparabili.
MEMORABILE: L'immagine vista nel pozzo tramite lo specchio.

Caesars 8/01/13 16:49 - 2671 commenti

I gusti di Caesars

Minghella racconta le avventure che deve affrontare un soldato sudista per riabbracciare la sua amata. Ne esce un polpettone che con almeno una mezz'oretta in meno di durata sarebbe stato più facilmente digeribile. Il film può comunque contare su una buona realizzazione e una bella fotografia, meriti che contrabilanciano i difetti di una storia tirata troppo per le lunghe e con scarsa originalità. Gli interpreti fanno il loro mestiere con onestà. Mi aspettavo qualcosina di meglio, ma tuttosommato **! ci possono anche stare.

Almicione 4/10/14 01:43 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Pellicola struggente sulle conseguenze devastanti della guerra di secessione americana: gli uomini sono obbligati ad arroluarsi; le donne rimangono sole, indifese e impotenti; i villani spadroneggiano e accoppano i poveri disertori. Attraverso la storia fra due innamorati viene narrato il dramma di un'intera popolazione tramite sequenze – girate da una lodevole regia – mai banali e spesso toccanti. La qualità degrada leggermente nei dialoghi smielati fra Law e Kidman, ma si riprende col mirabile finale. Colonna sonora e cast ottimi! Gran film.
MEMORABILE: Jack White?!; Le devastanti scene con Natalie Portman (ho versato lacrime).

Parsifal68 26/04/16 10:17 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

Bella ma estremamente lunga epopea che Minghella, a suo agio nelle opere di grande respiro cinematografico, disegna con un eccellente occhio di riguardo alla caratterizzazione dei personaggi che si muovono sullo sfondo della Guerra di Secessione Americana, vista con l'occhio degli sconfitti. Lo fa avvalendosi del contributo di tre ottimi attori: Law affascinante disertore, la Kidman algida fidanzatina in dolorosa attesa e la Zellweger dura e rurale al punto giusto. Punto debole, com'è detto, la lunghezza esasperante.

Rambo90 15/05/16 00:54 - 6316 commenti

I gusti di Rambo90

Drammone dalla messa in scena ineccepibile, tra realistiche scene di battaglia e una ricostruzione storica spettacolare tra bei costumi e splendidi paesaggi. Peccato che la narrazione abbia poca epicità e che raramente ci si senta coinvolti emotivamente. Colpa forse di una regia fredda e patinata e di un cast di lusso ma dove nessuno eccelle particolarmente, pur essendoci prove dignitose. Comunque interessante e nemmeno troppo lento, nonostante la lunghezza e alcuni momenti statici. Nel complesso, buono.

Giacomovie 19/06/16 15:11 - 1341 commenti

I gusti di Giacomovie

Bella storia sentimentale venata di nostalgia, girata sullo sfondo degli orrori della guerra (ben rappresentati nella loro crudezza). Come già nel Paziente inglese, Minghella è bravo nel conferire un adeguato respiro epico che rende la lunghezza del film più scorrevole. Gli scenari naturali sono da ammirare e il cast è quello delle grandi occasioni. Nicole Kidman è sempre bella e brava ma anche la Zellweger, quando entra in scena, apporta una ventata di freschezza smorzando col suo brio la serietà del racconto.

Alex1988 23/03/19 19:06 - 636 commenti

I gusti di Alex1988

Produttivamente parlando, si è rivelata un'operazione piuttosto simile a quanto fu Via col vento, anche se non ne eguaglia l'epica. Nonostante tutto, Anthony Minghella è riuscito a tirar fuori un prodotto più che godibile, dalle molteplici sfaccettature; epico e sentimentale, violento e romantico. Non male anche gli attori, la Zellweger su tutti (Oscar alla miglior attrice non protagonista).

Piero68 8/01/20 14:24 - 2754 commenti

I gusti di Piero68

Drammone ad ampio respiro che riporta sullo schermo la Guerra di Secessione americana, argomento stranamente poco trattato dal cinema di genere. Nel mezzo la più classica delle storie d'amore: impossibile e osteggiata dagli eventi. Buona la ricostruzione del periodo, aiutata da una discreta fotografia. Cast ben assortito con una buona Zellweger nel vero ruolo chiave della pellicola. Cattivi da antologia su cui spicca un Winstone particolarmente cinico. La durata forse un è un po' eccessiva, ma nel complesso resta una buona pellicola.
MEMORABILE: La brutalità di Winstone per stanare i due giovani disertori.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Ciavazzaro • 6/06/09 15:23
    Vice capo scrivano - 5596 interventi
    Tom Cruise e Nicole Kidman furono considerati per essere i protagonisti.
    Ma quando Cruise seppe che c'era la Kidman rifiuto' e solamente lei firmo' il contratto.
  • Homevideo Gestarsh99 • 11/09/11 16:15
    Scrivano - 14020 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc dal 09/11/2011 per Miramax/Eagle Pictures: