Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONCineprospettive

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 23/09/07 20:40 - 2040 commenti

I gusti di Fabbiu

Erano gli anni 90 quando si poteva parlare al cellulare in macchina come De Sica e Rinaldi, quando le pubblicità progresso (diventano Regresso quelle di Greggio) sull'uso del preservativo erano all'ordine del giorno e quando Spillo era il testimonial del telefono azzurro da cui è ispirato uno sketch (il telefono blu). Mi è piaciuta la scena del matrimonio dell'amante del cinema, Boldi e moglie in un locale scambista e anche quella dell'analisi, mentre non mi è piaciuta la storia dei trans. Il più divertente a mio parere è Frassica.
MEMORABILE: Boldi imita Abatantuono su richiesta della moglie / Frassica: Mi viene da vomitare, ho il cognato... il cognato di vomito!

Undying 8/01/08 21:03 - 3814 commenti

I gusti di Undying

Ci si lamenta di certi prodotti, mentre forse bisognerebbe ribaltare il punto di vista: perché alcuni film sono il riflesso speculare dei nostri tempi, nello specifico dei movimentati "anni '90". Sotto questa ottica, dopo aver risposto con il sorriso a battute volgari, ma efficaci, predomina l'idea di trovarsi di fronte ad un "Mondo", che si ammanta d'ilarità per scongiurare le lacrime. Eccessivo forse e con contenuti indecenti, ma che sono l'esatta immagine delle nostre città e dei nostri giovani (di notte). Molto bella la musica (dell'epoca).

Galbo 26/02/08 15:22 - 11848 commenti

I gusti di Galbo

Si spera che la cosidetta società civile sia migliore di come viene dipinta da questo film di Enrico Oldoini che adoperando la solita compagnia di giro (De Sica e Boldi su tutti ma anche attori dai trascorsi più "nobili" come Flavio Bucci) confeziona una ripetitiva sequela di gag che sebbene possa strappare (e lo fa) qualche risata, è complessivamente mediocre nell'insieme fatta com'è di umorismo quasi sempre volgare e triviale.

Lovejoy 10/03/08 15:06 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Divertente ripresa dei film a episodi, si avvale di un buon cast e di una sceneggiatura particolarmente ispirata. Riusciti sono sopratutto gli episodi che vedono al centro Ezio Greggio. Memorabili gli spot Regresso e quello del Telefono Blu, Boldi e signora al night equivoco e quello finale con Frassica e Roncato. Il resto è nella media ma comunque di gran lunga superiore al successivo.

Cangaceiro 22/05/08 20:29 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Nel bene e/o nel male questo film è lo specchio fedele dei 90's con le musiche, le mode e i malcostumi tipici di quegli anni puntualmente messi alla berlina come la psicosi da HIV, il telefono azzurro ecc. Assolutamente geniali le pubblicità regresso interpretate quasi tutte dal solo Greggio in evidente stato di grazia, mentre il resto dell'affollato cast fornisce una discreta prova, Frassica e Boldi su tutti.
MEMORABILE: Greggio esibizionista...

Sunchaser 1/09/08 18:21 - 127 commenti

I gusti di Sunchaser

Sulla scia di Vanzina, Oldoini imbastisce una commedia ad episodi volgare e spenta: non basta mettersi sulla scia della commedia di costume italiana degli anni '60 per dare un ritratto sociologico. Ci vuole anche un certo spirito d'osservazione che vada aldilà della moda spicciola. E per fare una buona commedia ci vuole un buon ritmo ed una capacità di valorizzare gli attori che Oldoini e i Vanzina non hanno affatto. Qualche barzelletta divertente tra le "Pubblicità regresso" che intervallano i vari episodi.

Ciavazzaro 5/11/08 14:47 - 4772 commenti

I gusti di Ciavazzaro

La qualità è quel che è. Molto volgare, con un cast di caratteristi italiani 80's. Bravo Greggio, accettabili Frassica e Boldi, c'e pure Nino Frassica. Ma il livello medio della pellicola sinceramente non colpisce, un passo quasi falso per la commedia italiana. Diciamo due pallini, oggi sono buono.

Cotola 1/01/09 14:47 - 8306 commenti

I gusti di Cotola

Brutto film, fatto di tante gag, che si ispira in tutto e per tutto alle pellicole dei Vanzina di cui riprende tutti i vizi possibili ed immaginabili ed in primis quello della volgarità che a quanto pare piaceva tanto sia al pubblico di allora che a quello di oggi. Non è il caso di sprecarsi troppo nel commentare film del genere.

Puppigallo 28/02/09 15:46 - 4853 commenti

I gusti di Puppigallo

Film a episodi, più pubblicità "comiche" varie, che ha decisamente fatto il suo tempo (sempre che un suo tempo l'abbia mai avuto). Una mitragliata di cretinate, spesso da latte alle ginocchia, che i vari, Boldi, De Sica, Greggio, Frassica, Andrea Roncato e chi più ne ha più ne metta, non riescono proprio a salvare, naufragando inevitabilmente in un mare di scemenze e di battute dozzinali che, qua e là, al massimo possono far assumere una smorfia vagamente simile a un mezzo sorriso (i comunisti visti come zombi, con la scritta "A volte ritornano"). La grana parecchio grossa completa l'opera.
MEMORABILE: Andrea si sfoga sull'altare: "Questa mi ha registrato Beautiful sull'Ultimo imperatore! Beautiful su 9 Oscar!". Gli inseguiti da nessuno.

Renato 11/03/09 09:11 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Tremendo collage di scenette senza un filo logico girate da cani. Ogni possibile gag è stiracchiata fino alla noia, specialmente quando compaiono Frassica e un Roncato bollito come poche altre volte; ovvio che la situazione migliori con De Sica e Boldi in scena, ma anche loro possono pochino con un materiale così scadente. E magari qualcuno un giorno ci spiegherà a chi venne la brillante idea che Francesco Benigno potesse far ridere...
MEMORABILE: Le sorelle "Pistolao"...

Christian De Sica HA RECITATO ANCHE IN...

Iochisono 31/03/09 20:53 - 133 commenti

I gusti di Iochisono

Agghiacciante. Film a sketch davanti al quale si rimane allibiti non tanto per la sempre rimarcata volgarità, quanto per la più totale assenza di verve comica, recitativa o di messinscena. Tenta di rifare il verso a "I mostri", ma inanella una serie incredibile di gag degne di una scuola elementare degli anni '30 e quasi tutte prive di chiusura. Oldoini ci riprova nel 2009 con "I mostri oggi", senza fare il minimo progresso... anzi, con l'aggravante dell'utilizzo del titolo dopo la morte di Risi

Tarabas 8/07/09 17:47 - 1843 commenti

I gusti di Tarabas

Scenette dall'Italia degli Anni Novanta. Cos'è questo pastrocchio? Una riedizione de I mostri? Un instant movie con ambizioni di satira sociale? Un catalogo di tic e vizi nazionali? No, è una scemenza, per di più volgarissima e che non fa mai ridere. Difficile scegliere il peggio, anche se l'episodio con Benigno riesce a spiccare per scelleratezza. Si conferma quel che diceva una vecchia sigla tv (Avanzi): "È un grave rischio procreare dei piccini / se me li tiri su co' film de Oldoini". Inenarrabile e con un seguito.

G.Godardi 12/10/09 15:27 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Oldoini, dopo svariate commedie di un certo successo, tenta qui la carta del film ad episodi di chiara ispirazione risiana. Dalla sua ha un discreto ritmo, il che rende il film abbastanza scorrevole (complici anchele pubblicità regresso) e in linea di massima riesce a fotografare bene le storture dei primi anni 90. L'episodio migliore è quello finale, il più divertente il punultimo con la coppia Boldi-De Sica en travesti. Sempre simpatico Frassica ma il più bravo rimane Boldi. Greggio è poco più di una comparsata.

Vstringer 10/11/09 02:54 - 349 commenti

I gusti di Vstringer

Solita vanzinata usa e getta di Oldoini, con sette episodi più o meno inutili prima dello stupefacente e splendido episodio finale, con la coppia Frassica-Roncato che scappa per la strada impaurita da una minaccia inesistente: ma si può dare la sufficienza solo per quello? Per il resto, il più in palla sembra Greggio, che è il meno sfruttato negli episodi e si concentra sui finti spot che li dividono. Curiosa la comparsata della bella argentina Udenio, miss teenager 1977 che ha sempre lavorato poco in Italia (dove peraltro è cresciuta).

Pinhead80 28/09/10 16:26 - 4276 commenti

I gusti di Pinhead80

Il film si snoda attraverso una serie di piccole storie (intervallate da diverse pubblicità regresso) con i più importanti cabarettisti del momento. Alcune sono particolarmente riuscite (su tutte quella di Greggio come operatore anti-violenza ai bambini e quella di un Frassica terrorizzato dai delinquenti); le altre si susseguono senza infamia e senza lode.
MEMORABILE: Boldi vestito da donna.

Rambo90 25/11/10 18:10 - 7058 commenti

I gusti di Rambo90

Film a episodi (non uscito a Natale perché quell'anno c'erano i Vanzina con Sognando la California) che vorrebbe rispecchiare il modo di fare dell'italiano medio negli anni 90. Se non ci fosse il supercast di comici sarebbe un film abbastanza inutile, invece grazie a loro si ride e in alcuni momenti anche tanto. L'episodio migliore secondo me è quello che riunisce il quartetto Boldi-Mattioli-Roncato-Frassica; Greggio appare in brevi parodie di spot pubblicitari e in un solo episodio. Nel complesso buono.

Herrkinski 3/07/11 14:16 - 6588 commenti

I gusti di Herrkinski

Oldoini, dopo aver girato due capitoli dei Vacanze di Natale, celebra l'inizio degli Anni Novanta con questa commedia demenziale ad episodi, dal cast pressochè identico ai precedenti cinepanettoni. Delle varie micro-storie satiriche, le migliori forse rimangono quella con Greggio e Frassica e poi quella con la coppia classica Boldi-De Sica, che vestiti da donna riescono a strappare qualche risata. Ormai celebri gli stacchetti pubblicitari con Greggio. Si ridacchia, ma il film è usa e getta, nonchè figlio del periodo storico, ormai già lontano.
MEMORABILE: De Sica-Boldi-Roncato vestiti da donna: agghiaccianti; le botte date al bambino.

Ale nkf 17/12/11 23:06 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Partito male e con troppe volgarità spesso superflue, Anni 90 si rivela un film, almeno a mio avviso, divertente e piacevole. A sorpresa, buona la coppia Roncato-Frassica nello sketch finale e le pubblicità regresso di Greggio. Fra le gag più spassose spicca quella di De Sica e Boldi travestiti da battone che grazie soprattutto alla straordinaria comicità del primo riesce benissimo.

Mutaforme 17/08/12 22:57 - 402 commenti

I gusti di Mutaforme

Parte bene, ma il divertimento finisce dopo un paio di gag simpatiche in cui si fa la parodia delle pubblicità televisive di quegli anni. In sostanza gli intermezzi "pubblicità regresso" sono l'unica cosa da salvare del film. Il resto è estremamente volgare (vedi la scena nel night), ma soprattutto molto noioso. *!
MEMORABILE: "Di chi è questo?"

Nando 18/08/12 11:33 - 3627 commenti

I gusti di Nando

Le brutture dell'italiano medio con l'avvento degli anni 90. Narrazione pecoreccia e volgare ma che rispecchia abbastanza il momento. Alcuni episodi sono godibili (vedi la telefonata tra De Sica e la Rinaldi), altrison troppo marcati e macchiettistici. Greggio appare in atroci pubblicità regresso.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

B. Legnani 26/12/12 15:39 - 5165 commenti

I gusti di B. Legnani

Operina che qualcosa possiede (*!). Sconta il solito inconveniente del film ad episodi: il rischio di occupare troppo tempo per l'ideuzza che origina il segmento. Difatti l'episodio peggiore è il più lungo, che conferma la teoria (mia, ma non solo mia...) secondo la quale quando non si hanno idee ci si abbassa a travestire gli uomini da donne. Episodi migliori: quello con Boldi e la D'Obici e quello con Flavio Bucci, bravissimo pure qui. L'infante schiaffeggiato è quello de Il bambino e il poliziotto. La Cortellesi canta "Cacao meravigliao"!
MEMORABILE: I velocissimi spot "Di chi è questo?".

Piero68 20/05/13 09:40 - 2866 commenti

I gusti di Piero68

Nonostante tutti gli ovvi limiti di sceneggiatura, il film di Oldoini ha almeno il pregio di essere l'unico, tra i tantissimi dei soliti noti, che almeno cerca di fare una satira di costume, seppure con la comicità tanto cara ai Vanzina. Vizi, fobie e desideri dell'italiano anni 90 attraverso i soliti sketch di Boldi, De Sica e compagnia cantante. L'Aids, lo yuppismo, il consumo di droghe, le terapie di gruppo alcune delle tematiche trattate a volte con intelligenza altre con la solita sciatteria. Ottima l'idea degli spot pubblicitari tarocchi.

Ramino 22/10/13 14:44 - 127 commenti

I gusti di Ramino

Molti episodi comici mal collegati da parodie di spot pubblicitari dell'epoca. Visto all'epoca sembrava molto divertente nonostante la volgarità e la chiara impostazione del film ricalcata sulla falsa riga de I mostri. Boldi, De Sica e Frassica al loro massimo.
MEMORABILE: L'arrivo in sgommata di Benigno in discoteca e la telefonata tra De Sica e la Rinaldi.

Panza 12/03/14 20:38 - 1637 commenti

I gusti di Panza

Semiotico per comprendere gli anni '90, periodo in cui si telefonava in macchina, si sbeffeggiava l'AIDS, l'arrivo dei transessuali, le droghe e le terapie di gruppo. Oldoini cerca di vanzineggiare con una comicità di grana grossissima ma almeno con interpreti in forma (escluso Roncato, davvero sottotono!). Paradossalmente funzionano più le scenette più corte (le pubblicità fra gli episodi) che magari i segmenti più lunghi che inevitabilmente svaccano. Funzionano i calembour di Frassica, molto meno la tamarraggine di Benigno. Notevole il finale.

Dengus 15/04/14 16:23 - 361 commenti

I gusti di Dengus

Film con i protagonisti messi al posto giusto, soprattutto Boldi, Frassica e De Sica. Simpatico Greggio che nel trailer parodiava gli spot pro-preservativo. L'episodio cult per me resta quello della telefonata al cellulare tra De Sica e la Rinaldi che criticava le chat telefoniche, antesignane delle varie chat e social network odierni, che in maniera lungimirante voleva far capire allo spettatore che dietro un telefono (oggi Pc) si può celare chiunque e è facile mentire ed essere buggerati. Nell'insieme è assai superiore ai cinepanettoni odierni.
MEMORABILE: Benigno bardato come una mummia per andare a letto con la ragazza; L'inseguimento paranoico dalla metropolitana alle vie della città.

Maxx g 8/07/14 18:55 - 537 commenti

I gusti di Maxx g

Oggetto di numerosi trailer, dal più breve al più lungo, il film di Oldoini, si salva solamente per un episodio, quello della metropolitana. Il resto non è nulla di che, con una pesante caduta di gusto nell'episodio dei viados. Simpatiche le pubblicità regresso (ma ci sono anche dei tagli sospetti rispetto al trailer, come l'episodio dei neri che sputano vino sulle piante), poi nient'altro. Merita comunque almeno una visione.
MEMORABILE: La pubblicità regresso contro il fumo.

Ultimo 23/01/15 21:16 - 1532 commenti

I gusti di Ultimo

Film a episodi dei primi anni 90 con un cast ricco dei migliori attori da commedia del periodo. Nel complesso non può considerarsi male, ma non fa ridere più di tanto e in certe scene risulta eccessivamente volgare. Simpatico l'episodio iniziale con Benigno e divertente quello della terapia di gruppo; per il resto nulla di memorabile. Sufficiente ma sicuramente non un "cult", fra le commedie italiane.

Gabrius79 21/04/15 21:53 - 1321 commenti

I gusti di Gabrius79

Una carrellata di sketch di livello poco più che mediocre che lasciano spazio a pochi momenti comici. Sulla sufficienza le varie "pubblicità" tra uno sketch e l'altro con un buon Ezio Greggio. De Sica, Roncato, Boldi e Frassica sono piuttosto sprecati, ma col loro mestiere rendono "meno doloroso" l'andazzo del film.

Metuant 23/01/16 09:30 - 455 commenti

I gusti di Metuant

Comicità come questa andava molto in voga allora e i cosiddetti anni 90 in questo senso sono perfettamente rappresentati; per il resto è una sequela di gag intervallate da finte pubblicità che paiono riprese dal Drive-in. Peccato, perché la struttura a episodi era una buona idea e poteva riuscire molto meglio, persino con lo stesso cast. Qua e là ci sono spunti anche simpatici e non tutto è da buttare, ma in mezzo al resto è ben poca cosa.
MEMORABILE: Le "pubblicità regresso"...

Minitina80 5/07/18 16:31 - 2740 commenti

I gusti di Minitina80

Oldoini gira la sua versione de I nuovi mostri attualizzando i contenuti agli anni Novanta, anche se cerca di buttarla più sul comico puro. La paura dell’AIDS, i vizi nascosti e tutte quelle manie e vanità che hanno contraddistinto una parte numericamente importante della società italiana vengono messi sotto la lente e sviscerati. Qualche timido sorriso scappa qua e là, soprattutto quando in scena ci sono Boldi e De Sica, ma la commedia assume una valenza leggermente più ampia per l’irrisione a colpi di satira dell’Italia del periodo.
MEMORABILE: Boldi e De Sica vestiti da donna.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Il Dandi 19/03/19 16:23 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Blanda istant-satira su tormentoni dell'epoca, dalla manìa per Beautiful alla fobia dell'Aids, passando per la moda degli Swatch e la corsa ai primi imperfetti cellulari. Greggio, Boldi e De Sica si limitano però a confermare il cavallo di battaglia dei loro yuppies del decennio precedente, mentre funziona poco l'innesto del Roncato solista e per nulla il tentativo del siciliano Benigno (già in Mery per sempre) di riciclarsi in contesto comico. Il meglio restano le pubblicità regresso, solo se si è abbastanza vecchi da ricordare le originali.
MEMORABILE: La parodia delle "pubblicità progresso" ai tempi celebri (contro il fumo, contro l'abbandono degli animali, a favore del preservativo).

Daidae 21/03/19 20:03 - 2933 commenti

I gusti di Daidae

Parte alla grande con un episodio divertente che vede Francesco Benigno in coppia con la bella Fabiana Udenio, prosegue con alcuni divertenti episodi (bellissimo quello con il finto esibizionista); peccato che poi per almeno metà film ci si perda in episodi davvero noiosi come quello all'altare e la seduta di gruppo. Nel complesso una sufficienza un po' risicata la strappa.

Noodles 21/07/20 23:02 - 1460 commenti

I gusti di Noodles

Sinchè il film si snoda tra sketch brevi riesce anche a strappare qualche sorriso. Ma quando comincia con le parti lunghe diventa estremamente ripetitivo e noioso, e si aggrappa come sempre alla volgarità e trivialità senza riuscire a creare nulla di valido. Non provoca neanche nostalgia di quegli splendidi anni. De Sica e Boldi come sempre a loro agio in questi film. Nino Frassica simpatico ma dopo poco stanca, Andrea Roncato appare svogliato, sprecato Flavio Bucci. Si salvano solo le pubblicità con Ezio Greggio e i titoli di testa con l'iconica "Rhythm is a Dancer". Da evitare.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Xtron • 16/02/12 17:29
    Servizio caffè - 1982 interventi
    C'è il dvd Filmauro:
    Durata 1h35m48s
    Extra: Trailer

    immagine a 26:03
    Ultima modifica: 16/04/16 14:27 da Xtron
  • Discussione B. Legnani • 26/12/12 15:31
    Consigliere - 14564 interventi
    Zender, fa' sapere al Davinotti che il "romanaccio" è Maurizio Mattioli...
  • Curiosità B. Legnani • 26/12/12 15:44
    Consigliere - 14564 interventi
    La voce femminile che canta Cacao Meravigliao è di Paola Cortellesi. (fonte: crediti finali)
  • Discussione Zender • 27/12/12 08:38
    Pianificazione e progetti - 45723 interventi
    Ahah, va capito. All'epoca Mattioli era ben poco noto, come volto comico, nonostante avesse fatto altro. Son papiri d'epoca...
  • Curiosità Maxspur • 19/07/13 12:16
    Galoppino - 207 interventi
    L'uomo che viene additato come spacciatore da Nino Frassica all'interno della metropolitana é Enrico Oldoini, il regista del film. Grazie a Panza per il fotogramma.

  • Curiosità Panza • 11/03/14 18:35
    Contratto a progetto - 5091 interventi
    Quando vediamo Frassica e Roncato partire nella stazione della metro possiamo notare come una comparsa vistosamente saluti alla camera:


  • Musiche Panza • 15/03/14 18:22
    Contratto a progetto - 5091 interventi
    Le canzoni del film:

    Snap, Rhythm is a dancer (Benites - "Virgo" Garret III - Austin)
    Jon Secada, Just another day (Morejon - Secada)
    Bimbo blues (Galardini - Nuti)
    Quartetto Cetra, Donna (Garinei - Giovannini)
    Nino Frassica e Paola Cortellesi, Cacao meravigliao (Arbore - Mattone)
    Queen, I want to break free (Beacon)
    Ultima modifica: 15/03/14 18:22 da Panza
  • Discussione Maxx g • 8/07/14 19:04
    Servizio caffè - 26 interventi
    L'attrice che interpreta la moglie di Boldi
    ( Neris ) è Valeria D'Obici, che nel film per la tv Cuore ( 1984, di Comencini ), interpreta la madre di Franti.

    La ragazza che rimorchia Benigno in discoteca è Fabiana Udenio, che recita anche in
    " Re- animator 2 " di Brian Yuzna.
  • Discussione Alex1988 • 27/03/19 19:17
    Fotocopista - 23 interventi
    Eppure Mattioli, con Boldi, aveva già fatto "Fratelli d'Italia" pochi anni prima. E' vero che ruoli da protagonista, al cinema, non ne ha mai fatti. Però, penso fosse già abbastanza conosciuto in quel periodo...
    Ultima modifica: 27/03/19 19:17 da Alex1988