LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Il più celebre, il più ricordato, il più parodiato capitolo dell'intera saga di James Bond. Che si stacca subito dai predecessori, fin dal prologo: subito azione, mistero e la classe dell’agente segreto più charmant di sempre che quando si toglie la muta da sub sfoggia uno smoking bianco senza una piega. Poi partono i titoli (splendidi, come sempre) mentre Shirley Bassey canta l'immortale title-theme. GOLDFINGER rompe con la regia legnosa di Terence Young e, con il nuovo Guy Hamilton al timone, propone un film più scattante e ancora ricco di notazioni ironiche. Anzi, Sean Connery è sempre più a suo agio nei panni della simpatica canaglia e non sbaglia una battuta. In aggiunta a tutto questo abbiamo finalmente un antagonista all'altezza:...Leggi tutto il Goldfinger ottimamente interpretato da Gert Fröbe ha un carattere spigliato, lontano per una volta dagli schematismi elementari del dr. No o del fantasmatico Numero Uno di 007 DALLA RUSSIA CON AMORE. Ha una personalità propria, intuizioni geniali, imperturbabilità. Seguito dalla sua guardia del corpo (con il cappello assassino) non vuole conquistare il mondo ma ha mire più sottili. Merito di una sceneggiatura inaspettatamente inventiva (dietro c'è ovviamente il romanzo di Ian Fleming), meno grossolana del previsto. E Bond, che ogni tanto le prende e ammazza come non mai, codifica qui definitivamente il personaggio con l'entrata in scena della storica Aston Martin “truccata”. Il golf, la ragazza uccisa e “indorata”, Pussy Galore... quante scene “cult”! Qualche pausa di troppo...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 14/02/07 01:41 - 4694 commenti

I gusti di B. Legnani

Divertente e nulla più. Ho un rapporto strano coi film di 007. Ne apprezzo garbo e autoironia (fantastico Bond che si toglie la muta da sommozzatore e appare in abito da sera, senza la minima sgualcitura). Ma mi cadono le braccia nel sentire quale "deus ex machina" ha permesso di sventare il piano di Goldfinger: il primato dell'assurdità. Connery e Frobe perfetti, simpatico Cec Linder. Sakata sarà poi impegnato alle Baleari... Donne belle e poppute, che nel camminare stanno erette, ma che spesso zoppicano nel recitare.

Caesars 23/03/07 09:24 - 2674 commenti

I gusti di Caesars

Sicuramente uno dei migliori episodi della serie nonché forse il più famoso. Entrata nell'antologia del cinema la sequenza di apertura nella quale James Bond, levatosi la muta da sommozzatore, si presenta perfettamente vestito in abito bianco (provateci voi se vi riesce). Avventura, (auto)ironia e diavolerie tecnologiche sono gli ingredienti di tutte le avventure bondiane e anche in questo capitolo non mancano. Particolarmente riuscito il rivale di 007, ottimamente interpretato da Gerd Frobe.

Kowalski 26/06/07 02:59 - 40 commenti

I gusti di Kowalski

Terzo capitolo delle avventure di 007, e alla regia subentra Guy Hamilton, che accentua il lato più pop e inverosimile della serie. Tutti gli ingredienti sono elevati alla massima potenza, la malvagità e la megalomania dei cattivi, le tecniche degli omicidi, il potere seduttivo di Bond, ormai vera arma vincente, e il suo stile, la serafica ironia con cui affronta le situazioni più incredibili. Stavolta il blocco comunista non è camuffato eufemisticamente nella Spectre, ma tranquilli, non è la politica ma il sesso la spina dorsale della storia.
MEMORABILE: La ragazza ricoperta d'oro, richiamata anche nei titoli di testa e di coda, e la canzone del film, cantata da Shirley Bassey.

Mfisk 11/11/07 22:56 - 127 commenti

I gusti di Mfisk

Un classico che contiene tutti gli elementi che hanno reso famosa la saga dell'agente segreto, dosati con delicatezza. Manca ancora quell'autoironia che di lì a poco avrebbe dato una marcia in più e le invenzioni di Q non hanno quel tocco di genialità, ma la ricetta è ormai collaudata. Froebe interpreta con spigliatezza Goldfinger, anche se, a dirla tutta, non ha le phisique du role. Splendida la Blackman e soprattutto Tania Mallet che interpreta la sorella vendicativa. Il maggior difetto è nel ritmo, un po' troppo lento per il genere.
MEMORABILE: Il briefing delle pilote.

Galbo 13/11/07 15:11 - 11348 commenti

I gusti di Galbo

Tra i film della prima epoca aurea di Bond (quella con Connery) è il migliore insieme a Dalla Russia con amore. In questo film vengono dispiegati appieno tutti i canoni narrativi che renderanno celebre la serie: azione, belle donne, ironia, supercattivi e location più o meno esotiche. Valore aggiunto di questa pellicola in particolare il malvagio moderno re Mida e le mirabolanti scenografie del grande Ken Adam. Poi grande ritmo e Bond/Connery all'apice del suo carisma di spia. Da vedere.

Lovejoy 14/07/08 14:42 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Terzo film della serie Bond con Connery protagonista e, insieme al precedente Dalla Russia con amore, uno dei migliori. Gran ritmo, sequenze d'azione magnifiche e un Sean Connery che prende sempre più confidenza con il personaggio, regalando battute a iosa. Cattivo memorabile di Frobe, con la scena del laser che sta per tagliare in due Bond da antologia. Grande, come sempre in Bond, la canzone dei titoli di testa. Classico.
MEMORABILE: Bond, rivolgendosi a Goldfinger mentre il laser si avvicina: "Si aspetta che io parli?" Secca risposta di Goldfinger: "No: mi aspetto che lei muoia!".

Matalo! 27/07/08 12:28 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Bond esce dalla dimensione spionistica e si avvicina alla fantascienza per il titolo più celebre della serie. È un discreto film d'azione, con il solito monocorde vincente infallibile superuomo di massa, a tratti divertente. Grande Gert Frobe (i cattivi son la cosa migliore di Bond) e splendida Honor Blackman, intrigante capo della pattuglia di gnocche ("Pussy Galore fying circus", una bella trovata quest'ultima). Immortale title track del grande Barry (cantata da Shirley Bassey), la canzone di Bond che tutti cercano di copiare.
MEMORABILE: La battuta sui Beatles; Shirley Eaton che suggerisce a poker; la bombetta di Objob. Il fatto che Pussy Galore si chiami Pussy di nome.

Manulele81 4/09/08 15:48 - 83 commenti

I gusti di Manulele81

Terzo e migliore capitolo della serie bondiana, quello che ha definitivamente consacrato gli elementi tipici della serie portandoli al loro massimo: sceneggiatura costruita alla perfezione, personaggi memorabili ben costruiti (Bond mai così in difficoltà, alle prese con un avversario più intelligente di lui), tensione palpabile, sequenze spettacolari e grande produzione tenuta in piedi da un'elegante regia. Basti pensare allo straordinario finale, quasi 20 minuti di pura azione senza dialoghi, in pratica. Connery in forma, grande Frobe.

Bond 7/12/08 21:50 - 1 commenti

I gusti di Bond

I primi quattro film, nell'ordine Licenza di uccidere, Dalla Russia con amore, Goldfinger e Operazione Tuono, sono secondo il mio parere i migliori in assoluto sull'agente James Bond; non solo per la presenza del gigantesco Sean Connery, l'unico vero degno interprete del suddetto agente, ma per la freschezza e l'ottima realizzazione dei vari episodi nei quali si può assaporare tutta la fantasia dei mitici Anni Sessanta.

Homesick 11/01/09 17:42 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Inventivo, esagerato, chic. Nel terzo episodio della serie 007 con Connery si accentua l’autoironia e fa la sua prima comparsa la superaccessoriata Aston Martin. Tra le immancabili femme fatales si erge la Pussy Galore della Blackman, seguita dall’aurea Eaton e dalla Mallet. Il wrestler hawaiano Sakata interpreta Oddjob, braccio destro di Goldfinger: muto, fisico tracagnotto ed incrollabile, armato di colpi d’arti marziali e di un cappello a tesa tagliente, è diventato uno dei “cattivi” storici del cinema.

Capannelle 27/01/09 14:44 - 3702 commenti

I gusti di Capannelle

Tra i migliori 007 forse perché quello più iconico (anche se la trama non è sempre riuscita e credibile) con alcune sequenze destinate a rimanere nell'immaginario collettivo: il frac sotto la muta, il raggio laser, il cappello di Oddjob, la partita a poker, l'auto tecnologica di 007 al suo debutto. E un notevole tasso di sensualità per le forme dorate della Shirley Eaton, la canzone della Bassey e la "Pussy" Galore traviata nel fieno.

Puppigallo 16/03/09 23:11 - 4499 commenti

I gusti di Puppigallo

Questo pacioccone fissato con l'oro e, suppongo, con la cucina è uno dei cattivi antiBond più simpatici che mi sia capitato di vedere, forse perchè soccombe quasi sempre nei faccia faccia col protagonista (lo fa perdere a carte, a golf...). Fa quasi tenerezza, nonostante non sia certo uno stinco di santo. Ma si capisce subito che più di tanto non potrà fare, poveraccio, nonostante i cattivi propositi e i mezzi per portarli a termine. Buon ritmo, poche pause e piacevoli scambi rendono piacevole quest'avventura Bondica. Nel suo genere, una pellicola riuscita.
MEMORABILE: Lo scontro finale con l'autista e guardia del corpo di Goldfinger, dotato di cappello segateste, già usato in precedenza per decapitare una statua.

Bruce 23/03/09 10:43 - 1002 commenti

I gusti di Bruce

Certamente uno dei migliori Bond. Visto oggi mantiene ancora classe, humor e fascino, pur essendo come film d'azione quasi risibile rispetto a quel che siamo abituati a vedere (come altro definire la trovata del cappello volante, le scazzottate all'acqua di rose tra i protagonisti o lo stesso Goldfinger, cicciotello imbranatello, nelle parti del cattivo di turno?). Insomma, apprezzabile per quel che ha rappresentato la figura di 007, per le stupende donne che lo circondano, per la musica, ma poco credibile e travolto dal passare degli anni.

124c 24/03/09 17:32 - 2762 commenti

I gusti di 124c

Terzo film di James Bond, l'unico dove Connery non combatte agenti della "Spectre" ma un criminale outsider, Auric Goldfinger (Gert Frobe). È il film che consolida definitivamente il mito dell'agente 007, pieno di trovate geniali come l'Aston Martin DB 5 super-acessoriata di Q, la bella Pussy Galore (Honor Blackman), pilota d'aerei ed esperta di judo e il maggiordomo coreano Oddjob (Harold Sakata), con la bombetta tagliente. Sono innumerevoli le parodie italiane che si basano su questo film.
MEMORABILE: Bond: "Si aspetta che io parli, Goldfinger?" Goldfinger: "No, mi aspetto che lei muoia, signor Bond".

R.f.e. 1/09/09 13:23 - 817 commenti

I gusti di R.f.e.

Questo film lanciò il personaggio di James Bond nel firmamento cinematografico (le pellicole precedenti avevano avuto tiepidi consensi) che poi esploderà definitivamente grazie al successivo Thunderball. Un film mitico, oggi ancora intrigante e appassionante, si porta in maniera sorprendente i suoi 45 anni. Le scenografie di Ken Adam e gl'interpreti sono rimasti nei nostri sogni: la Eaton e la Nolan "golden girls", Honor Blackman (lesbica nel romanzo originale, qui soltanto un po' virago), lo straordinario villain, la canzone della Bassey...

Rambo90 26/01/10 20:18 - 6318 commenti

I gusti di Rambo90

Probabilmente il miglior Bond tra quelli interprati da Connery: l'azione non ha un momento di stanchezza e la storia è decisamente migliore di quella dei precedenti. La regia passa a Guy Hamilton che riesce a dare ancora più ritmo alle avventure di 007. I comprimari sono di grande classe (tra cui Gert Frobe, indimenticabile cattivo) e Sean Connery dimostra anche stavolta di essere un attore simpatico e misurato.
MEMORABILE: Connery che, legato ad una bomba che sta per esplodere, lotta contro uno dei cattivi.

Luckyboy65 31/08/10 01:51 - 144 commenti

I gusti di Luckyboy65

Il film che ha consacrato il mito 007 ha tutti gli elementi della saga: ci sono i comprimari (M, Q, Moneypenny), la sequenza pre-titoli slegata dalla trama principale, una canzone e una colonna sonora che faranno storia, la DB5 modificata, l'autoironia e le donne. Qui addirittura il personaggio femminile si chiama Pussy Galore, che significa letteralmente "Figa a profusione". Insomma un vero cult movie e poco importa se oggi se ne vedono tutti i difetti. Vinse il Premio Oscar 1965 per gli effetti speciali!
MEMORABILE: Il corpo della ragazza completamente ricoperto di vernice color oro.

Tnex 7/12/10 21:11 - 62 commenti

I gusti di Tnex

Il Bond più Bond. È il film per eccellenza della fortunata serie e con tutte le ragioni. Funziona proprio tutto: le location, Connery, Frobe, l'ironia che pervade anche le scene più tese, l'oro, le donne, la musica e soprattutto il finale; l'assalto a Fort Knox, le pareti di lingotti e l'ordigno radioattivo sono rimasti nell'immaginario collettivo di due generazioni. Da rivedere.

Saintgifts 4/06/12 08:49 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Un film "perfetto". Sean Connery al suo apice nel personaggio, cattivi originali e con molta classe, personale femminile adeguato e con il nome giusto, buone location e tecnologia all'avanguardia e infine l'oro e il suo perfetto Re Mida (Gert Frobe), antesignano di tutti i Re Mida che vedremo sfilare dal '64 a tutt'oggi (peccato non avere uno 007 vero a portata di mano). Non dimentichiamo la canzone, vero successo mondiale. Credo non si possa chiedere di più per divertirsi.

Lamax61 4/08/12 15:14 - 30 commenti

I gusti di Lamax61

Meno spy story dei due che l'hanno preceduto ma ugualmente un gran bel film, pieno di trovate e di ironia, abilmente portata al personaggio da un Sean Connery all'apice. I paesaggi svizzeri, gli improvvisi cambiamenti e la stupenda performance della partita a golf lo immortalano come un capolavoro del/nel genere. Hawke porta la sacca e ride per l'imbroglio. Gert Frobe grande cattivo, insieme al suo fedelissimo autista schiaccia palline da golf. E che dire del tavolaccio con laser "chirurgico"? Che tempi ragazzi! Era solo il 1964...
MEMORABILE: Bond: "Forse Lei si aspetta che io parli?" Goldfinger: "Nooo... mi aspetto che lei muoia!" Oro? Se lo vedo lo riconosco.

Piero68 11/10/12 10:31 - 2754 commenti

I gusti di Piero68

Nonostante sia il film che ha lanciato definitivamente Bond nell'Olimpo del cinema e nonostante sia ancora oggi uno dei più parodiati e saccheggiati, francamente lo trovo alquanto imbarazzante e ingenuo, in alcune sequenze. D'accordo che era il '64, però onestamente non si può vedere un milite americano con una MP40 in mano, oppure i movimenti ingenui delle comparse nelle scene di massa alla fine o peggio la controfigura al posto di Connery (riconoscibilissima) in ogni scena di lotta con un montaggio stucchevole. Male per me anche il cattivo.
MEMORABILE: Il nome della bellona di turno, Pussy Galore: una volgarità gratuita che denota una completa caduta di gusto, per questo terzo film.

Jandileida 27/10/12 19:41 - 1247 commenti

I gusti di Jandileida

Lo sappiamo tutti che Bond James lo faceva solo per le ragazze e i Martini: da qui in poi sarà una sfida a renderlo sempre meno spia, fino alle apoteosi kitsch del mitico Moore. La pellicola è invecchiata proprio male: talmente male che fa tenerezza e riporta a un tempo in cui l'occidente mostrava con orgoglio i suoi gioielli. Non si contano le incongruenze, le scene di massa sembrano dirette da qualcuno passato li per caso e la storia è quello che è. Tuttavia i personaggi svavillano: Frobe è un gran cattivone e Connery è un grande spione da bar.

Lucius 8/02/13 20:04 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Uno dei migliori Bond di sempre. Una sceneggiatura che non fa una piega per un film che coniuga sapientemente azione, umorismo, avventura, colpi di scena e sottile erotismo. La prestazione di Sean Connery è elevata, così come la messa in scena. La pellicola regge perfino al tempo, essendo invecchiata benissimo. La soundtrack non teme il confronto con le migliori partiture dell'intera serie. Notevole anche la fotografia.

Liv 15/07/13 12:58 - 237 commenti

I gusti di Liv

Con Goldfinger la Bondmania arriva alla maturità, all'unisono con la Beatlemania (Bond in questo film mostra di non apprezzare i Beatles). Gli ingredienti ci sono tutti ma ancora non sono stati portati all'esagerazione, come si comincerà a fare dal film seguente, dove la tecnologia, il funambolismo e la violenza cominceranno a traboccare e poi a straripare. Erano anni felici, quando l'interminabile filza di crisi non era ancora iniziata e non eravamo ancora intossicati dal relativismo: questo film, al rivederlo oggi, lo dimostra.
MEMORABILE: Q raccomanda a 007 di avere cura della dotazione che gli affida. Bond commenta come le cose si usurino "on the field". Questo introduce la missione.

Il Dandi 14/10/13 01:28 - 1747 commenti

I gusti di Il Dandi

Più esagerato, estremo, fumettistico ed inverosimile dei precedenti: per questo Goldfinger diventa il titolo più iconico e rappresentativo del ciclo bondiano classico dell'era Connery, il più citato in omaggi e parodie. La trama ormai passa in secondo piano ed è solo funzionale ad una giustapposizione di scene cult, in cui i gadget fantascientifici e la battuta pronta del sardonico Bond la fanno da padrone. Giova il cambio di regià in favore di Guy Hamilton, qui in prova a tempo determinato in assenza di Young, ma diverrà titolare più tardi.
MEMORABILE: Il cappello micidiale del tirapiedi giapponese Oddjob; gli accessori dell'Aston Martin DB5; la tortura col laser; la presentazione di Pussy.

Tomastich 24/05/14 01:01 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Primo vero picco della filmografia di James Bond periodo-Connery. Interessante le innovazioni tecnologiche e filmiche, che vengono applicate a un cast ben organizzato, malizioso, cattivo, ironico. Funziona alla grande il finale a Fort Knox con il timer che scorre inesorabilmente...

Almicione 17/12/14 00:34 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Dal primo capitolo al terzo si può vedere un netto miglioramento del contenitore, mentre il contenuto – sebbene la trama risulti più complessa – resta sempre avvincente: una maggiore cura è stata data alla pellicola in generale, a partire dalla regia e passando per gli ambienti, la scenografia, i costumi, ecc. Anche le chicche – le arguzie di Bond e tutti i piccoli dettagli – si possono considerare lodevoli e aiutano ad apprezzare la pellicola, che si è evoluta rispetto alle precedenti da mera narrazione a opera più completa, a film definitivo.
MEMORABILE: "Ridicolo. Assolutamente ridicolo"; "Felix, dì ciao a Dink. Dink, dì addio a Felix"; Jill ricoperta d'oro.

Cotola 21/04/15 21:11 - 7459 commenti

I gusti di Cotola

Tra i più celebrati ed ammirati film di James Bond e con più di una ragione. Il film diverte ed intrattiene piacevolmente e si mantiene coinvolgente per tutta la sua durata. Le scene d'azione sono buone e ci sono delle riuscite spruzzate di humor inglese. Mi è sembrato tra i più "realistici" della serie pur, ovviamente, dovendo ricorrere spesso e volentieri alla sospensione dell'incredulità. Se volete vedere un bel Bond, questo potrebbe essere quello che fa per voi.

Xamini 14/06/15 18:16 - 1000 commenti

I gusti di Xamini

Goldfinger si attesta sul livello qualitativo di Dalla Russia con amore, pur non condividendo lo stesso fascino nelle ambientazioni. I gadget tecnologici di 007 iniziano a farsi vedere nelle scene action e il ruolo del boss assume preponderanza con questo magnate dell'oro dalle manie di grandezza. Presenti anche diverse ingenuità figlie dell'epoca (il gas nervino diffuso dagli aerei in volo e la popolazione che si accascia all'istante su tutti), ma comunque un buon risultato.

Lythops 28/07/15 14:18 - 972 commenti

I gusti di Lythops

Buon film da vedere senza preoccuparsi troppo della logica (gli effetti della depressurizzazione); ma a parte (in fondo è fiction), l'opera è senza dubbio divertente e storicamente istruttiva per lo sviluppo sempre più definito degli elementi tipici della serie; cattivi, intreccio e scenografia compresa, eccellente e destinata ad arricchirsi di materiali sempre più ricchi. Monumentale Sakata (Oddjob), nella vita lottatore di wrestling, uno dei migliori cattivi mai comparsi in 007. Inutili quanto improbabili le pilote.
MEMORABILE: "Sarebbe peggio che ascoltare i Beatles senza tappi nelle orecchie".

Furetto60 14/10/15 19:50 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

L’agente segreto meno segreto del mondo arriva alla sua terza avventura (la migliore) e riscatta il mezzo falso passo del secondo film. Vari gli elementi di spicco, oltre a tanti mezzi profusi e idee azzeccate; senz’altro il podio spetta a un supercattivo che, nella sua megalomania, affascina lo spettatore. Fantasia sfrenata, colpi di scena, tanta autoironia e un ritmo serrato condiscono il tutto.
MEMORABILE: La ragazza d’oro; L’indimenticabile Aston Martin; La partita a golf; Il terribile cappello del coreano.

Il Gobbo 15/11/15 12:35 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Uno dei Bond più Bond, soprattutto per la prima parte, ricca di momenti iconici e che hanno definito il mito di 007, oltreché per la miglior title-song della serie. Meno, a ben vedere, per la trama che dopo la prematura cattura del Nostro perde qualche colpo e si risolve in modo stiracchiato persino per gli elevati standard di inverosimiglianza del ciclo. Apparizione di Burt Kwouk pre-Kato.

Daniela 24/12/15 08:43 - 9232 commenti

I gusti di Daniela

Il miliardario Auric Goldfinger (nomen omen) vuol contaminare la riserva aurea degli USA per far crescere il valore del proprio tesoretto... Il più divertente film dell'era Connery, qui in perfetta forma. Merito di un plot meno lambiccato del solito, di alcune notevoli trovate visive, di una bond girl riluttante e grintosa, di un cattivo coi fiocchi al quale è riservata una spettacolare uscita di scena, di un killer iconico come il tuttofare muto. Ciliegina sulla torta, la voce di Shirley Bassey che canta il motivo più celebre dell'intera saga: Gooooldfingeeeeeer...
MEMORABILE: Lo smoking impeccabile sotto la tuba da sub; Lo scontro finale fra 007 e l'orientale muto bombetta-munito

Vito 26/04/16 15:51 - 639 commenti

I gusti di Vito

Il film che ha lanciato definitivamente la Bond-mania. Connery impeccabile e villain entrato nella storia, come pure il suo braccio destro con cappello tagliente. Vedere Shirley Eaton ricoperta tutta d'oro fa ancora il suo effetto, ma non può competere con una delle Bond-girl migliori di sempre: la sensuale Pussy Galore. Il piano di Goldfinger è del tutto folle, ma nessuno se ne ricorda più ammaliato dal ritmo, dalle scene d'azione e dagli inseguimenti con la Aston Martin zeppa dei gadget tecnologici di Q. Capolavoro.
MEMORABILE: Il timer della bomba che si ferma a "007" secondi.

Giacomovie 23/02/17 01:54 - 1342 commenti

I gusti di Giacomovie

Episodio inventivo ma con pochi fattori umoristici (tra essi il countdown che si ferma a 007 e il nome della Bond girl: Pussy), un ritmo altalenante ma comunque alto, il comparto tecnologico sempre sofisticato e qualche bella sequenza aerea. La tensione diventa gradualmente concreta (dopo un avvio anonimo) grazie agli inseguimenti serrati con momenti spettacolari. Non lo ritengo tra i migliori ma musicalmente si fa ricordare, sia per gli effetti sonori da Oscar che per la bella canzone cantata da Shirley Bassey.

Pinhead80 20/09/17 20:24 - 3898 commenti

I gusti di Pinhead80

Terza volta per Sean Connery nelle vesti del mitico James Bond ma questa volta a dirigere le danze abbiamo Guy Hamilton. L'agente segreto dovrà fare i conti con il temibile Goldfinger, un uomo senza scrupoli a cui interessa solo arricchirsi. E' sicuramente uno dei miei 007 preferiti perché alla storia avvincente abbina anche tutta una serie di personaggi indimenticabili (Oddjob con la sua letale bombetta e la conturbante Pussy Galore su tutti). Azione, divertimento e suspense sono assicurati.
MEMORABILE: Bond legato a un tavolino che assiste impotente all'imminente arrivo di un laser che rischia di dividerlo a metà.

Rigoletto 19/02/19 10:28 - 1506 commenti

I gusti di Rigoletto

Da un punto di vista propriamente spionistico appare inferiore al secondo capitolo, ma ha dei punti di forza straordinari che lo rendono, a conti fatti, migliore rispetto ai predecessori. A un Connery ormai pienamente calato nella parte si aggiunge un cattivo (Fröbe) capace di tenere testa al protagonista e, sovente, di rubargli la scena. Consigliato a chi ha poca dimestichezza con il personaggio di James Bond.

Nicola81 29/05/20 22:27 - 1927 commenti

I gusti di Nicola81

Da molti ritenuto uno dei migliori James Bond di sempre, in realtà non si eleva dalla buona media dei primi capitoli, anche se indubbiamente presenta alcune peculiarità: 007 rischia la pelle più del solito e si trova quasi sempre alla mercé del cattivo di turno (un convincente Gert Fröbe), che dal canto suo stavolta non mira a conquistare il mondo ma persegue obiettivi più concreti. Celebre, ma non la migliore della saga, la title track di Shirley Bassey. La Bond girl Pussy Galore (!) e il micidiale copricapo di Sakata si lasciano ricordare...
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Manfrin • 12/09/11 15:59
    Servizio caffè - 494 interventi
    Fleming si ispirò per il cognome Goldfinger ad un architetto inglese che egli non apprezzava molto per via delle sue opere,in particolare un condominio costruito vicino a casa sua.Nel film gli cambiò il nome di battesimo ma l'architetto,saputa la cosa,minacciò Fleming e la produzione,che dovettero tacitarlo con un compenso in danaro.
  • Homevideo Xtron • 4/03/12 10:20
    Servizio caffè - 1829 interventi
    L'edizione MGM The best edition 2 DVD ha una durata di 1h45m27s

    Ultima modifica: 23/10/13 07:51 da Zender
  • Curiosità Lucius • 21/12/12 11:52
    Scrivano - 8334 interventi
    L'Aston Martin usata da Bond nel film fu venduta il 28 giugno 1986 a New York, da Sotheby, per 275.000 dollari.
    Fonte: Ciak.
  • Discussione Gabriele • 21/12/12 17:10
    Disoccupato - 21 interventi
    Tra le parodie ricordo " Paperino missione Bob Fingher " del 1966 con i disegni di G.B.Carpi in cui l'oro da rubare è quello di Paperone.
  • Homevideo Ruber • 23/10/13 01:25
    Compilatore d’emergenza - 8948 interventi
    E' il piu bel br di tutta la serie! Maniacale la cura con cui il tutto è stato realizzato, per non parlare del vano extra che da solo meriterebbbe cinque stelle! Ma d'altronde e l'episodio più famoso di tutta la serie fin qui realizzata.
    Ultima modifica: 28/05/14 21:43 da Ruber
  • Homevideo Zender • 20/09/14 08:17
    Consigliere - 43400 interventi
    Questo lo piglio di sicuro, grazie Ruber, davvero ottimo!
  • Curiosità Fauno • 1/11/17 11:03
    Compilatore d’emergenza - 2528 interventi
    Dalla collezione cartacea Fauno, il flano del film:

  • Discussione Caesars • 12/03/18 09:48
    Scrivano - 10501 interventi
    Ricordi di casa Caesars:
    visto il successo dei film di Bond negli anni '60 la Elah fece uscire una serie di figurine cartonate dedicate a queste pellicole. Le figurine dedicate alle prime pellicole erano poche, mentre per missione Goldfinger ci fu addirittura una doppia edizione (una in b&n e una a colori). L'ultima pellicola di cui furono realizzate le figurine fu il successivo Thunderball.
    Ricordo bene che con mio fratello (maggiore) raccoglievamo queste figurine (che mi pare venissero date quando si acquistava un certo numero di caramelle).
    Ecco un esempio di tali "reperti" (preso on line)

    Ultima modifica: 12/03/18 15:24 da Zender
  • Curiosità Buiomega71 • 25/06/18 19:15
    Pianificazione e progetti - 21767 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (lunedì 19 gennaio 1987) di Agente 007 - Missione Goldfinger: