LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Dopo la sfortunata parentesi con George Lazenby (AL SERVIZIO SEGRETO DI SUA MAESTA’) torna in sella Sean Connery. E non solo; per il rilancio viene richiamato in regia Guy Hamilton, l'autore di GOLDFINGER (il miglior 007 di sempre). Tutto quindi farebbe presupporre un rientro in grande stile, e invece DIAMONDS ARE FOREVER rappresenta fino all'epoca il peggior capitolo della serie. Una storia insulsa, Bond girls bollite, Blofeld (qui Charles Gray) che salta fuori solo verso la conclusione, nessun personaggio che si erga sopra la desolante anonimità del cast, ambientazioni scialbe...Leggi tutto (Las Vegas, troppi interni, sprazzi di deserto, una piattaforma persa nell'oceano...) degne di un telefilm, una sigla di testa scadente come non mai (nonostante Shirley Bassey, che canta la title track), un Sean Connery stanco e ormai quasi privo dell'ironia che l'aveva fin lì contraddistinto. Che si fosse giunti al capolinea era evidente, insomma. Nemmeno il finale, solitamente occupato da effetti speciali, corse pazze e adrenalina, regge il passo coi predecessori (ricordate Lazenby e Savalas sui bob impazziti?). Si respira un'aria di smobilitazione generale insomma e infatti l'avvento di Roger Moore è imminente. Cosa dire ancora di un film incapace di appassionare, incapace di produrre anche solo un paio di sequenze da ricordare? Persino le poche buone idee presenti, come quella dei sosia di Blofeld, sono appena abbozzate e presto accantonate. Forse la carne al fuoco era davvero troppa e gestire un soggetto (da Ian Fleming, naturalmente) così complesso nell'intreccio ha penalizzato il disegno dei caratteri e l'attenzione per la messa in scena. Certo è che se si fosse passati da Lazenby direttamente a Moore non avremmo perso niente.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

G.Godardi 21/06/07 16:56 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Dopo due quasi flop consecutivi, di cui l'ultimo con Lazenby, la palla ripassa a Connery (estromesso, pare, dal film precedente per questione di budget) e la regia ad Hamilton, già autore del fortunato Goldfinger, per alcuni il miglior 007 di sempre. Le novità ci sono e si vedono subito: il montaggio è più serrato, specie nella prima mezzora, i gadget sono praticamente assenti e si punta tutto sull'avventura, e, per la prima volta, l'azione si svolge quasi tutta in America (Las Vegas). In più vi è il felice inserimento quasi neopulp di due killer omosessuali!
MEMORABILE: L'espediente del codice di lancio impresso sul nastro magnetico di una musicassetta, che sarà ripreso-parodizzato da Carpenter in Fuga da New York.

Galbo 22/06/07 20:52 - 11392 commenti

I gusti di Galbo

Anche se leggermente imbolsito, Connery torna nei panni di Bond in un film di pura routine. Avesse interpretato il film precedente al posto di Lazenby avrebbe avuto a disposizione una delle migliori sceneggiature di un Bond movie (Al servizio segreto di sua maestà è un ottimo e sottovalutatissimo film, sprecato dalla scarsa presenza scenica del protagonista); qui invece si limita al solito repertorio che nulla aggiunge al carnet precedente. Riusciti alcuni espedienti (vedi i killer omosessuali) per l'epoca rivoluzionari.

Lovejoy 14/07/08 14:56 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Sesto Bond per Connery, tornato a rivestirne i panni dopo la parentesi Lazenby. Buon film con una struttura ben delineata, personaggi calibratissimi, scene d'azione ben costruite (in questo film vi è un errore di montaggio memorabile: la macchina di Bond che entra in un vicolo in un modo e ne esce in un altro..). Buona prova di Connery con un parrucchino incredibile. In definitiva, un buon prodotto.

Capannelle 28/01/09 11:43 - 3724 commenti

I gusti di Capannelle

Un film che scorre a sbalzi dove manca un'anima forte, per via di interpreti insipidi e ambientazioni made in USA (Las Vegas, Arizona, etc) poco riuscite. L'action è prevedibile e alcune scene, come la fuga dal laboratorio con la Moon Buggy, sfiorano il ridicolo. Molto bene invece la coppia di omo-killer, Kidd e Wint, perfidi come la fine che li aspetta; ogni volta che compaiono il film si ravviva.

Ciavazzaro 2/02/09 16:10 - 4763 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Non male. Torna nel ruolo dell'agente segreto il grandioso Sean Connery. Il ritmo è ottimo, variegato il cast (ottimo Charles Gray nel ruolo del capo della spectra). Ci sono alcune buone invenzioni visive (il finale sulla nave da crociera ad esempio). Buone le musiche e i titoli di testa. Un "gioiellino".

124c 26/03/09 15:45 - 2773 commenti

I gusti di 124c

Nonostante Sean Connery e Guy Missione Goldfinger Hamilton alla regia, il film è solo una divertente commedia d'azione. Sì, ci si diverte, ma non si raggiunge mai l'apice dei primi quattro film della saga. Due killer omosex non "seccano", per poco, James Bond, con tanti saluti all'astuzia del vecchio Sean Anni Sessanta. Charles Grey è il meno riuscito dei 3 Blofeld, Jill Saint John è bella ma un po' troppo oca. Connery fa lo stesso box-office, dimostrando che è lui l'asso di 007.
MEMORABILE: Tiffany Case (Jill St John): "Ehi, ma lo sai che hai fatto fuori James Bond?" Bond: "Davvero? Ciò dimostra che nessuno è indistruttibile!"

R.f.e. 21/02/10 12:44 - 817 commenti

I gusti di R.f.e.

Il film soffre dell'evidente tentativo, da parte di Guy Hamilton, di ripetere in qualche modo l'exploit del suo precedente Goldfinger (c'è pure una bella canzone di Shirley Bassey come nel modello, una delle poche cose veramente piacevoli di questo film) con un'ambientazione (stavolta "davvero") statunitense. Non uno dei miei Bond preferiti, anche se in fondo è potabile. Connery ha un parrucchino assurdo! D'altra parte, Jill St. John e Lana Wood sono adorabili, ma è un po' poco.

Matalo! 20/10/11 11:06 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Torna Connery, dopo il film con Lazenby; per capire quanto il precedente sia il miglior 007 mai realizzato basta vedere quanto questo sia un telefilm per cinema e quanto ampio respiro avesse quello. Connery rifà se stesso svogliatamente. La St. John, bellissima, è una delle Bond girl più tonte, Gray replica in tono minore i Blofeld che l'han preceduto. La coppia di killer gay è la cosa migliore, simpatici e odiosi in egual misura. Memorabili Bambi e Tamburino ma durano poco e Bond, agente troppo fortunato, ha sempre la meglio.
MEMORABILE: La bella voce della Bassey canta il tema "Diamonds are forever" in più lingue nelle varie edizioni.

Coyote 14/05/12 19:31 - 185 commenti

I gusti di Coyote

Il ritorno a grande richiesta di Sean Connery non regge il confronto, a livello di ritmo e sceneggiatura, con il tentativo sfortunatamente poco apprezzato con George Lazenby. Sicuramente lo scozzese è un attore più carismatico del suo "rivale" australiano e forse per questo gli autori hanno preferito puntare sul suo fascino più che sull'originalità della trama. Alla fine la trovata più interessante sono i killer omosessuali; il resto scivola via per inerzia.

Piero68 3/10/12 09:11 - 2760 commenti

I gusti di Piero68

Pellicola un po' atipica nel genere 007. Pochi gadget, pochi spostamenti di location ma tanto ritmo e una buona prova di Connery che questa volta più di un agente segreto impersona un avventuriero ma sempre col vizio delle belle donne. Qualche gag divertente in più il che non guasta. Molto bella la location di Vegas 40 anni fa. Si possono chiaramente vedere gli immensi spazi vuoti degli spettacolari hotel-casinò che ancora non sono stati costruiti. Bene montaggio e fotografia.

Lucius 29/01/13 00:08 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Un aplomb eccessivo e fuori luogo fa apparire 007 rilassato e quindi poco credibile anche nelle sequenze in cui teoricamente rischierebbe la vita. Un film statico, noioso, superato negli effetti speciali, con personaggi la cui psicologia è del tutto irreale, che pecca perfino nei dialoghi (vedi la discutibile battuta su Rock Hudson). Un paio di riuscite sequenze non bastano a risollevarne le sorti. Connery appare prigioniero del suo personaggio, incapace di tratteggiarlo ulteriormente.
MEMORABILE: La canzone "Diamonds are forever", quasi sprecata per questo film.

Disorder 6/08/13 16:48 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Rispetto ai film precedenti questo compie non uno, ma almeno dieci passi indietro. Il taglio generale si fa molto leggero fra battute, personaggi assurdi e azione rocambolesca spesso oltre i limiti dell'incredibile (vedi la fuga col modulo lunare!). La strada è ormai spianata verso la "giocattolosa" era Moore. Probabilmente fu una scelta dettata del flop economico (ma non certo artistico) del film precedente, che invece aveva toni talvolta seri e toccanti. Alla fine si lascia vedere, ma resta uno tra gli episodi meno incisivi dell'intera serie.

Nando 2/10/13 17:43 - 3477 commenti

I gusti di Nando

Torna Connery, nel ruolo a lui più congeniale, in una pellicola in cui il suo acerrimo nemico si destreggia tra diamanti e raggi laser. Il ritmo è dignitoso, con discrete scene d'azione. Le location americane appaiono appropriate e la Bond girl di turno stavolta colpisce poco, nonostante la notevole sensualità. Interessante il finale.

B. Legnani 23/04/14 22:31 - 4725 commenti

I gusti di B. Legnani

La prima metà non è neanche male, specialmente per chi non ama i Bond esageratamente inverosimili. Poi arrivano i buchi di sceneggiatura, che si fanno voragini, fino ad una parte finale nella quale si cade nella follìa ipertecnologica da una parte, affiancata nell'assurdità delle ingenuità dall'altra, il che aumenta la grande delusione. Azzeccati, invece, i momenti con i killer gay.

Bruce 18/08/14 19:14 - 1004 commenti

I gusti di Bruce

Uno dei peggiori Bond di sempre, nonostante il ritorno di Connery. Una sceneggiatura puerile, dialoghi deludenti, scene d'azione al limite del goffo, forse con qualche velleità pop, umorismo spesso incomprensibile. Insomma, ben poco da salvare; giusto il finale esplosivo sulla nave da crociera...

Almicione 6/01/15 20:16 - 765 commenti

I gusti di Almicione

È nuovamente Connery a vestire i panni di Bond mentra la regia è affidata all'Hamilton di Goldfinger. L'agente segreto deve scoprire cosa si nasconde dietro un illegale traffico di diamanti e si avvale di una delle migliori bond girls. Nonostante qualche scelta biasimevole – la sequenza iniziale, così come la coppia criminale (si danno persino la mano!) – la pellicola scorre bene grazie al ritmo sostenuto e ai colpi di scena giusti al momento giusto. Gradevole la colonna sonora. Connery ci sei mancato (e ci mancherai)!
MEMORABILE: "Te lo chiedo un'ultima volta con le buone"; La lotta nell'ascensore, molto realistica; L'inseguimento in automobile.

Cotola 22/03/15 10:36 - 7532 commenti

I gusti di Cotola

Bond di routine che fa segnare il ritorno di Connery dopo la parentesi Lazenbyiana. Globalmente siamo dalle parti della sufficienza un po' stiracchiata, con qualche momento più riuscito e le solite esagerazioni (di cui è inutile lamentarsi visto il genere di pellicola). Riuscita la coppia di killer omosessuali. Gli 007 migliori sono altrove, ma non ci si annoia e gli si può dare tranquillamente uno sguardo.

Xamini 30/07/15 23:35 - 1014 commenti

I gusti di Xamini

L'avvio, a mano dei due killer omosessuali e disturbanti, promette bene, ma ben presto si è costretti a ricredersi; questo 007 manca di stile: a cominciare dai tagli scelti per il montaggio, passando per la mancanza delle giuste pause, per arrivare a un Connery che forse non ci crede appieno e il cui fascino pare compromesso. Insomma, l'impressione globale è quella di un capitolo del tutto privo di grazia.

Lythops 26/08/15 13:49 - 972 commenti

I gusti di Lythops

Ma sì, la presenza di Connery rende più tradizionale del precedente questo film, che in quanto tale nulla di nuovo aggiunge a quelli precedenti. Sceneggiatura scritta da buontemponi che non fanno altro che riciclare gli stereotipi cui si è già fatta abbondantemente l'abitudine. Sempre gradevole la figura del cattivo di turno, con le sue consuete "buone maniere" e l'apprezzabile intervento dei due killer: un po' poco per un giudizio positivo.
MEMORABILE: Il veicolo lunare; Bamby e Tamburino poco credibilmente tenute sott'acqua.

Furetto60 26/10/15 09:39 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Mai dire mai... più. Il ritorno di Connery coincide con uno dei migliori film della serie in cui un intreccio godibile, sempre nei limiti-meriti del genere, si sposa a vari momenti leggeri; anzi, la leggerezza è forse il connotato principale: dalla bizzarra coppia di killer alle assurde situazioni in cui si trova il nostro, a cominciare dal finto funerale. È anche un Bond più maturo e cruento che uccide, mena e s’arrampica come un ossesso e le Bond-girl si fanno più audaci.
MEMORABILE: I killer fidanzatini Kidd e Wint; Bond che corre sul tetto e travolge chiunque trova di fronte; La fuga nel deserto col mezzo lunare.

Daniela 22/12/15 08:21 - 9417 commenti

I gusti di Daniela

Il redivivo Blofeld ed il suo gatto fanno incetta di diamanti rubati per il solito piano criminale, questa volta orbitante... Connery richiamato in servizio per l'ultima corvé nella serie ufficiale dell'agente segreto meno segreto del mondo. Il risultato è di routine, nonostante il brio non scontato della bond girl di turno e qualche personaggio bizzarro di contorno. Benché si esibisca anche en travesti, Charles Gray non è un malvagio di quelli memorabili, gli effetti speciali sono mediocri ed anche Connery appare svogliato.

Vito 15/04/16 13:37 - 650 commenti

I gusti di Vito

Sesto film dell'agente segreto più famoso del mondo interpretato dal bravo Connery. Jill St. John è un'ottima Bond girl e Charles Gray un cattivissimo ed elegante Blofeld. Simpoatica anche la bizzarra coppia di killer mr. Kidd e mr. Wint. Buon ritmo e belle scene d'azione come l'inseguimento tra le strade di Vegas o il finale con l'assalto alla base del capo della Spectre. Conturbante la lotta con le bellissime e letali assassine Bambi e Tamburino.

Il Dandi 31/07/16 11:04 - 1783 commenti

I gusti di Il Dandi

L'ultimo Bond con Connery (dopo la parentesi Lazenby) chiude non troppo in bellezza: il protagonista recupera in sarcasmo, ma a distanza di quasi un decennio dall'esordio il peso degli anni inizia francamente a farsi sentire; Charles Gray (futuro Mycroft Holmes) è un villain con le carte in regola, ma meno incisivo di Pleasence e Savalas. Piacevole la vena ironica della sceneggiatura (la coppia di killer) ma né la canzone, né la Bond girl sono più quelle dei tempi d'oro. Solo discreto.
MEMORABILE: Idea giusta... ma gatto sbagliato.

Giacomovie 22/03/17 10:13 - 1350 commenti

I gusti di Giacomovie

James Bond cambia identità per scoprire gli intenti di Blofeld sul traffico di preziosi. Dopo la parentesi con Lazenby e prima di affermare Mai dire mai, Sean Connery torna a vestire i panni di 007 ma non è un ritorno da ricordare. Senza tenere conto dei diamanti, è il film che va in cascata. Un episodio anonimo e superfluo, con una tensione al minimo sindacale e poco interesse, a parte qualche momento isolato e un pizzico di audacia erotica in più. Manca l'impennata spettacolare nel finale che contraddistingue i film della serie.

Saintgifts 21/03/17 10:26 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Sean Connery è di nuovo James Bond. Un ritorno auspicato ma non così taumaturgico come forse ci si aspettava. Connery fisicamente è in una fase critica, non è più il Bond di dieci anni prima e non è ancora diventato il fascinoso e artisticamente evoluto attore che poi diverrà. Se ci si aggiunge un'avventura poco stimolante e una sceneggiatura non troppo curata, ne vien fuori un episodio da metter tra quelli meno riusciti della serie. Le location sono da salvare come pure, data la sua originalità, il prologo con la citatissima coppia di killer.

Nicola81 18/11/19 21:15 - 1958 commenti

I gusti di Nicola81

Archiviata la parentesi Lazenby, ecco il grande ritorno di Connery, per l'ultima volta (fatto salvo l'apocrifo Mai dire mai) nei panni di 007. Stavolta però la storia non è memorabile e anche le ambientazioni statunitensi risultano troppo aride rispetto al livello medio della saga. Rimangono (e comunque non è pochissimo) la consueta vena ironica e la spettacolarità di molte sequenze. Charles Gray capo della Spectre non demerita, la radiosa Jill St. John è una Bond girl non troppo perspicace, molto sexy la Wood, originale la coppia di killer.
MEMORABILE: L'inseguimento della polizia; Il gatto sbagliato; Lo scontro sulla piattaforma; Il finale nella nave.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Xtron • 3/03/12 10:48
    Servizio caffè - 1831 interventi
    L'edizione MGM The best edition 2 DVD ha una durata di 1h55m07s

  • Musiche Lucius • 16/02/13 15:08
    Scrivano - 8321 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il 45 giri originale italiano:

    Ultima modifica: 15/02/14 21:32 da Lucius
  • Musiche Lucius • 17/02/13 14:34
    Scrivano - 8321 interventi
    Il lato B del 45 giri presenta la versione italiana di "Diamonds are forever", testo pazzesco, mai sascoltato prima e probabilmente mai inserita in altra incisione nè su lp nè su cd.
    La voce è sempre quella inconfondibile di Shirley Bassey.
    Ultima modifica: 17/02/13 14:35 da Lucius
  • Musiche Zender • 17/02/13 18:58
    Consigliere - 43519 interventi
    Credo sia questa, no?
    http://www.youtube.com/watch?v=6eTtTSpn9ao
  • Musiche Lucius • 17/02/13 19:37
    Scrivano - 8321 interventi
    Esattamente :), un'incisione che deve aver fatto proprio per l'uscita del 45 giri in Italia, almeno credo.
  • Musiche Zender • 18/02/13 08:03
    Consigliere - 43519 interventi
    Sì, penso anch'io. Una volta usava. Beh, anche oggi tutto sommato, se è vero che Bowie ha appena ricantato in italiano la leggendaria "Space oddity" per l'ultimo di Bertolucci ("Ragazzo solo, ragazza sola").
  • Curiosità Zender • 17/05/16 17:52
    Consigliere - 43519 interventi
    Dalla collezione "Sorprese d'epoca Zender" il flano del film:

  • Curiosità Buiomega71 • 27/03/17 19:10
    Pianificazione e progetti - 21926 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (mercoledì 20 gennaio 1988) di Agente 007-Una cascata di diamanti: