LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Il prologo prometteva bene: l'orologio-telescrivente, un bell’inseguimento sugli sci che si conclude con uno spettacolare volo nel vuoto, il paracadute con la bandiera inglese... Il film invece, diretto da quel Lewis Gilbert che si era già reso responsabile di uno dei peggiori Bond dell'era Connery (SI VIVE SOLO DUE VOLTE), non convince affatto: il cattivo di turno (Curd Jürgens) è troppo anonimo, il suo killer personale (chiamato “Squalo” per via di un apparato di ferro spaccatutto che sostituisce la dentatura) sembra un mostro di Frankenstein grosso e scemo privo di carisma, l'enorme petroliera laboratorio ricorda il vulcano attrezzato di SI VIVE SOLO DUE VOLTE...Leggi tutto, un montaggio imperfetto confonde una sceneggiatura già di per sé abbastanza caotica che nella seconda parte induce alla sonnolenza. Il voler sempre, per forza, raggiungere le due ore, ha palesemente nuociuto alla saga, che fino a THUNDERBALL sapeva sintetizzare molto meglio il mix di azione, spionaggio e sentimento. Così invece i film si fanno pachidermici, rallentati, zeppi di scene superflue. Moore poi, al contrario di Connery, è molto meno disinvolto: impacciato nella lotta, inadeguato quando c'è da essere ironici, monolitico nell'espressione, si trova a suo agio solo sotto le coperte. E qui, con Barbara Bach che è più legnosa di lui, il rapporto è asfittico e asettico come non mai. Delude anche il finale, mentre da ricordare sono la fuoriserie che si trasforma in anfibio ed esce sulla spiaggia, il mostro marino gigantesco in cui vive Jürgens, qualche interno di tomba egiziano. Nel complesso un Bond piatto fin dalla sigla di testa, appena ravvivato dalla maestosità classica insolita delle musiche.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 5/10/07 05:56 - 11305 commenti

I gusti di Galbo

È il miglior Bond tra quelli interpretati da Moore, che ha sostituito Connery incrementando la componente ironica a discapito di quella action e virile. In questo film la storia (sebbene inverosimile) è ben strutturata e il regista Gilbert dirige con mano sicura un "giocattolo" spettacolare molto godibile: l'incipit sulla neve è uno dei migliori in assoluto della serie; gli attori convincono (bravo il cattivo Jurgens, indimenticabile lo "squalo" Kiel). Simpatici i gadget tecnologici, bella la canzone dei titoli di testa.

Capannelle 29/01/09 14:40 - 3686 commenti

I gusti di Capannelle

Ottima sequenza iniziale per l'episodio che lancia definitivamente Moore e il suo stile da gentleman inglese. Storia molto artefatta ma ben supportata da gadget tecnologici e trovate spettacolari, su tutte la macchina anfibia (un gioiello per l'epoca) e la fortezza del cattivo Jurgens sul mare. Esordisce Squalo e già si intuisce il suo deciso "affetto" per il nostro eroe. La Bach alias Amasova se la cava, un attimo legnosa ma di forte impatto estetico.

124c 3/04/09 18:26 - 2755 commenti

I gusti di 124c

È il capolavoro del Bond mooriano, forse "Solo per i tuoi occhi" del 1981 gli è leggermente superiore. James Bond, privato della sua grande nemesi Ernest Stavro Blofeld della "Spectre", rispolvera la "formula Goldfinger", con donne affascinanti (Barbara Bach e Caroline Munro), killer bizzarri e indovinati (Squalo di Richard Kiel) e miliardari magalomani. Inoltre, inizia a parlare più in profondità di distensione nel periodo della Guerra Fredda, inserendo il generale Gogol di Walter Gotell.
MEMORABILE: Tripla X: "Hai ucciso tu, l'uomo che amavo, James?" - Bond: "Sì, però mi stava sparando addosso." - Tripla X: "Allora, a fine missione, io ucciderò te!"

Enricottta 23/09/09 19:31 - 507 commenti

I gusti di Enricottta

Terza fatica di Roger Moore al servizio di sua maestà britannica e anche la meglio riuscita. Location da favola, donne da favola, storia da favola non troppo originale. Indovinata la scelta di un personaggio che verrà resuscitato a furor di popolo per il successivo Moonraker: Richard Kiel. Come al solito bisogna registrare l'immancabile diatriba tra il vecchio (Connery) e il nuovo Moore anche dopo tre film dal distacco dello scozzese; io ho una mia idea: Bond è sempre Bond, a prescindere.

Disorder 13/12/09 16:45 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Le avventure di James Bond si staccano definitivamente dall'originale cartaceo (qui il soggetto non è nemmeno tratto dal libro omonimo). Moore è abbastanza lontano dallo 007 immaginato da Fleming, ma sopratutto le storie sono semplici contenitori di effetti speciali, tra l'altro ben fatti e ancora oggi sorprendenti. Massicce comunque le dosi di ironia; alcune scene poi sono quasi da auto parodia (la macchina sommergibile!). Un gustoso giocattolone.
MEMORABILE: "Chiunque beva Dom Perignon del '52 non può essere tanto malvagio"; "Tengo su la bandiera inglese!"

R.f.e. 21/02/10 13:04 - 817 commenti

I gusti di R.f.e.

Io preferisco Solo per i tuoi occhi, il mio prediletto fra quelli interpretati da Moore, ma indubbiamente questo è uno dei migliori Bond con Roger Moore. Beato Ringo Starr, che si è aggiudicato quella splendida donna che risponde al nome di Barbara Bach, bellissima e dotata di gran classe. Tratto da un romanzo atipico di Fleming, un divertente 007, forse un po' sbilanciato sul versante dell'ironia. Jurgens è un credibile cattivo, bella la Munro ma potevano inventarle un ruolo più lungo.

Cotola 22/05/10 11:10 - 7392 commenti

I gusti di Cotola

Il miglior 007 con Roger Moore è un divertente giocattolone pieno di ritmo, scene frenetiche d'azione, gadgets assortiti e ovviamente diverse pupe spettacolari su cui svetta la "sovietica" Bach. Per gli amanti del genere il divertimento è assicurato.

Luckyboy65 1/09/10 03:36 - 144 commenti

I gusti di Luckyboy65

Quando all'età di 12 anni andai al cinema per vederlo, non credetti ai miei occhi: Lotus che sfuggivano agli elicotteri immergendosi in mare, palazzi sottomarini, giganti dai denti d'acciaio, donne bellissime (Caroline Munro da infarto). È il miglior Bond con Roger Moore e uno dei migliori in assoluto per azione, ironia, gadget, location esotiche e una sceneggiatura per una volta originale, il tutto impreziosito da una splendida canzone a doppio senso (Nobody does it better). Delle ingenuità che vediamo oggi nel 1977 non se accorgeva nessuno.
MEMORABILE: L'inseguimento fra l'elicottero e la Lotus anfibia, con Bond che dice: "Hai mai l'impressione di essere antipatico a qualcuno?"

Bruce 20/09/10 10:50 - 999 commenti

I gusti di Bruce

Semplice prodotto di evasione ma di qualità, due ore di avventure con poche pause e tanta azione, si passa dall'abisso degli oceani alle nevi austriache, dalle piramidi d'egitto alla costa smeralda. Moore e la Bach formano una bella coppia di spie, ben realizzato, divertente, nulla di trascendentale.

Rambo90 7/06/11 16:59 - 6266 commenti

I gusti di Rambo90

Divertente avventura dell'agente 007, non una delle migliori secondo me (la durata è francamente eccessiva) ma piena d'azione e di simpatica ironia. Roger Moore è il mio Bond preferito e qui è simpatico come sempre, la Bach è splendida e lo Squalo di Kiel uno scagnozzo che rimane impresso. Jurgens invece non mi ha colpito molto, sottotono rispetto ad altri cattivi. Un po' noiosa la prima mezz'ora, più interessante dopo; in generale un buon action.

Homesick 18/04/12 17:45 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

La gigantesca, mostruosa figura di “Squalo” con i suoi denti di ferro e la forza sovrumana è da sé indicativa di come la saga di 007 si abbandoni ormai all’inverosimile e all’esagerazione dei fumetti: un giocattolo costoso e ipertecnologico (grande set subacqueo e gadgets quali l’automobile-sottomarino) molto ricco nelle locations, che spaziano dalle Alpi austriache, all’Egitto delle piramidi e alla Costa Smeralda. Moore ha già cinquant’anni, ma il ruolo del gentleman rubacuori gli calza sempre a pennello, facilitatogli dal suo humour inglese e da donne affascinanti come la Bach e la Munro.
MEMORABILE: L’incipit sulle Alpi con il volo di Moore sugli sci e l’apertura del paracadute, “afferrato” dalle mani dei titoli di testa.

Lucius 25/02/13 23:04 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Delizioso e innovativo se si guarda con l'occhio dell'anno di realizzazione, soprattutto per quel che riguarda i gadgets e le vetture a disposizione dell'agente 007, ma non solo... Possono due spie amarsi contro tutto e tutti? Sì, se si è capaci di lasciarsi andare, ma quanto è ardua la strada... Avventuroso molto ironico e con scenografie meravigliose. Si aggiungano ingredienti come il fascino immortale dell'antico Egitto, dei personaggi ben tratteggiati e l'originalità della sceneggiatura et voilà, le jeux sont fait!

Nando 6/10/13 10:43 - 3450 commenti

I gusti di Nando

Moore in un altro episodio della saga dell'agente segreto britannico. Ironia e azione con notevoli spruzzate di fumettone adrenalinico. Il risultato porta a un prodotto di evasione realizzato con discreta cura. La Bach sfoggia una bellezza inarrivabile e la presenza della Lotus Espirit rende la visione ancora più accattivante.

Piero68 14/10/13 15:20 - 2750 commenti

I gusti di Piero68

Dopo un inizio al fulmicotone, il film si perde nei soliti cliché e anche peggio, visto che il montaggio unito ad alcune scene di sparatorie francamente puerili rende il film troppo caotico. Alla fine questo Moore-Bond picture si ricorderà solo per la mitica scena della macchina che si trasforma in sommergibile e per l'apparizione di Squalo, gigante dai denti d'acciaio che addirittura si permette il lusso di prendere a morsi uno squalo vero. Ah, c'è pure la Bach, a mio parere una delle Bond-girl più affascinanti di sempre, ma è solo presenza.

Almicione 21/01/15 22:03 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Avventura più fantascientifica che spionaggistica per questo Bond non carismatico quanto i precedenti, il quale si muove fra rovine egizie e mondi acquatici in ambientazioni piuttosto irreali che avvicinano la pellicola ai B-movie di quel periodo. La scelta di accoppiare un agente donna a 007 non è delle più riuscite, così come l'alleanza fra Russia e Gran Bretagna. Poche le sequenze d'azione e non coinvolgenti, mentre totalmente ridicolo è il personaggio di Squalo (attenzione alla traduzione!). Lungo e a tratti noioso, nonostante i gadget.
MEMORABILE: L'inseguimento iniziale sugli sci.

Lythops 29/08/15 15:24 - 972 commenti

I gusti di Lythops

Il primo motivo per vedere il film è Caroline Munro, la cui partecipazione è purtroppo breve. Per il resto possono venire in mente nell'ordine l'inseguimento sulla neve all'inizio, i gadget della Lotus (alcuni dei quali andrebbero montati di serie su macchine anche meno nobili) e sicuramente le scenografie. Per il resto è il solito Bond, da vedere consci di assistere a una colossale, tutto sommato divertente, bambinata. Richard Kiel interessante, Barbara Bach si rivela più adatta a film dove non serva necessariamente recitare.

Samdalmas 1/12/15 14:22 - 302 commenti

I gusti di Samdalmas

Tra i migliori film di James Bond con Roger Moore. Siamo in piena guerra fredda e la spia del titolo è un’affascinate collega russa con il volto di Barbara Bach. Il regista Lewis Gilbert spinge sul lato avventuroso, come dimostra la parte in Egitto e Moore sfoggia il suo lato da seduttore incallito. Nel cast altre bellezze notevoli come Caroline Munro e Olga Bisera. Carly Simon canta "Nobody does it better".
MEMORABILE: Il prologo sulle Alpi; Il paracadute con la bandiera inglese; I titoli di testa di Maurice Binder.

Daniela 19/12/15 14:30 - 9064 commenti

I gusti di Daniela

La scomparsa di due sommergili atomici costringe GB e URSS a mettere in gioco i loro migliori agenti: l'ovvio Bond e la meno ovvia (perché donna) Tripla x... Dopo un prologo, spettacolare ma compromesso da vistosi trasparenti, parte una nuova avventura di 007/Moore, più a suo agio nei panni del gentleman autoironico che in quelli dell'action man. La propensione verso gli aspetti più fumettosi, evidente soprattutto nel personaggio dello Squalo, vero cartoon vivente che mette in ombra pure il cattivo "ufficiale" Jurgens, può essere divertente ma finisce per generare un filo di noia.

Giacomovie 25/02/17 00:29 - 1338 commenti

I gusti di Giacomovie

La locandina lo definisce il più spettacolare e il più bello. Ci sono sia la spettacolarità che la bellezza (soprattutto nelle scene girate sulla neve e in Egitto) ma è eccessivo parlarne in termini assoluti. Si trova sempre un buono spunto su cui sviluppare la trama (qui il dirottamento dei sottomarini nucleari), la tecnologia in certe cose risulta attuale dopo 40 anni, Roger Moore è sempre più padrone del ruolo, la vivacità e i momenti di suspense non mancano. I soliti ingredienti sono completati dal lato sexy, affidato alla bella Barbara Bach.

Magi94 4/08/17 23:10 - 648 commenti

I gusti di Magi94

Un buon 007 tutto action e trucchi a livello quasi fumettistico, ma proprio per questo pienamente riuscito e divertente come doveva essere. Si tratta inoltre di una gradevole testimonianza della riappacificazione tra USA e URSS in un'opera non impegnata (si pensi a quanto sarebbe stata improbabile pochi anni più tardi). Bellissima la Bach, esilarante l'auto-batiscafo e il cattivo Squalo; forse la parte finale è tirata più in lungo di quel che si sarebbe dovuto.
MEMORABILE: Lo Squalo che apre una catena a morsi.

Saintgifts 4/08/17 10:23 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Se i due zero nella sigla di James Bond danno la licenza di uccidere, cosa significano le tre x dell'affascinante spia russa? Illazioni a parte, la supremazia britannica non è per nulla velata in questa ennesima missione, in collaborazione con i russi, del famoso agente, anche se la bella Barbara afferma di conoscere già da tempo il progetto della mitica auto-sommergibile. La poderosa forza dello squalo Kiel a ben poco serve senza l'inventiva del tuttologo Bond (c'è qualcosa che non sa fare?), qui impersonato da un vero gentleman come Roger Moore.

Vito 20/11/17 12:11 - 636 commenti

I gusti di Vito

Bel film di 007 con Moore, ricco di azione, sparatorie, divertimento e ironia. La trama è il solito pretesto da guerra fredda ma rimangono impressi lo spietato e folle Curd Jürgens, la bellissima spia russa Barbara Bach che farà coppia con Bond e naturalmente l'indistruttibile Squalo di Richard Kiel. Ottimo l'inseguimento per le strade di Porto Cervo e avvincenti le scene sottomarine. Grande film.

Daidae 14/04/18 10:56 - 2716 commenti

I gusti di Daidae

Non è un capolavoro, ma siamo da quelle parti. Belle musiche, belle (anzi splendide) donne, grandi scene di azione e notevoli ambientazioni (il film è infatti girato parte nell'Oceano Pacifico, parte nella Sardegna e in diversi altri bei posti). Eccellente la regia e sul cast niente da dire: Moore, la Bach, Jürgens, ma la parte migliore se la ritaglia senza dubbio Kiel nel ruolo di Squalo (non per niente sarà presente anche in un film successivo). Unica nota stonata: la parte con Caroline Munro è davvero troppo breve.
MEMORABILE: Gli inseguimenti; I missili deviati; Squalo che sfascia un furgoncino usando le mani.

Aco 21/10/19 23:44 - 41 commenti

I gusti di Aco

Tra tutti i film interpretati da Roger Moore senza dubbio il migliore. Storia interessante e credibile (operando la sospensione del giudizio, s’intende), bella musica, un cast valido, un villain interessante (Squalo) e un'attraente Bond Girl, location da sogno, mezzi (navi, auto) affascinanti, combattimenti spettacolari. Un film riuscito, un tributo agli anni 70 nel ritmo narrativo, situazioni e musiche, da far vedere a chi non ha mai visto Moore nei panni di James Bond.

Nicola81 10/12/19 22:20 - 1900 commenti

I gusti di Nicola81

Alimentata da un promettente prologo, la vicenda spionistica assume ben presto contorni fumettistici (i piani del cattivo, il personaggio di Kiel, la Lotus che si trasforma in sottomarino...) che danno al film la consistenza di un giocattolone ipertecnologico. Le location sono sempre splendide (Alpi austriache, Egitto, Sardegna), Moore è sempre Moore, Curdens una sorta di Capitano Nemo molto più malvagio, la Bach (tripla X!) bellissima ma un po' legnosa, spiace la prematura uscita di scena della Munro. Non male la canzone di Carly Simon.
MEMORABILE: Il prologo; L'inseguimento in Sardegna; Lo scontro decisivo nella base subacquea; Il finale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione 124c • 9/05/09 19:47
    Risorse umane - 5140 interventi
    Roger Moore l'ho trovato più in parte qui che nei suoi primi due film bondiani, girati ancora sotto l'ombra severa di Sean Connery, anche perchè il regista di "Vivi e lascia morire" e "L'uomo dalla pistola d'oro" era Guy Hamilton, quello di "Missione Goldfinger" e "Una cascata di diamanti" (il primo eccezionale, il secondo, nonostante Connery, appena, appena, passabile). Certo, "La spia che mi amava" ha la regia di Lewis Gilbert, quello di "Si vive solo due volte" con lo scozzese, ma il film del 1967 ha solo un'ottimo Blofeld (Donald Pleasance) e la trovata della base sotto il vulcano giapponese, il resto, dai ninja alle Bond-girl dagli occhi a mandorla, è deludente. Si dice che Gilbert non andasse molto d'accordo con Connery (che si trovava più a suo agio con Terence Young, il regista del primo, del secondo e del quarto film della serie), ma che andò perfettamente in sintonia con Roger Moore...Evidentemente, entrambi amavano i fumetti, perchè "La spia che mi amava" è un gran bel fumettone. Voi che dite ?
  • Curiosità Cotola • 22/05/10 11:05
    Consigliere avanzato - 3603 interventi
    La scena con la petroliera che nasconde tre sommergibili nella stiva è stata realizzata dallo scenografo Ken Adam che per l'occasione fece costruire a Pinewood il più grande studio cinamatografico del mondo dalle dimensioni di 118 metri per 49. Fonte: Il Mereghetti 2002 Dizionario dei film
  • Musiche Lucius • 10/06/11 21:02
    Scrivano - 8425 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, due 45 giri originali:
    Ultima modifica: 10/02/12 19:09 da Zender
  • Musiche Disorder • 11/06/11 10:23
    Addetto riparazione hardware - 379 interventi
    Ero sul punto di acquistare il vinile tempo fà ma desistetti perchè non conteneva il pezzo forte Aria sulla quarta corda, la sigla de "Il mondo di Quark" per intenderci! Chissa perchè...
  • Musiche Lucius • 11/06/11 10:50
    Scrivano - 8425 interventi
    Succede saltuariamente che fra il vinile e il cd ci sia un pezzo in più o uno in meno.Vedi ad esempio La chiesa.Io quelli di 007 li ho in cd, ma i titoli di testa della serie sono pezzi di storia del cinema, se mi capita di trovarli, prendo i relativi 45 giri.Ciao
  • Homevideo Xtron • 4/03/12 09:52
    Servizio caffè - 1829 interventi
    L'edizione MGM The best edition 2 DVD ha una durata di 2h00m27s
  • Discussione Zender • 11/09/14 18:04
    Consigliere - 43778 interventi
    Già scritto in L'umanoide di Lado.
    Ultima modifica: 11/09/14 18:05 da Zender
  • Curiosità Buiomega71 • 4/04/16 19:34
    Pianificazione e progetti - 21637 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv ("Lunedifilm", lunedì 24 ottobre 1988) di Agente 007 - La spia che mi amava:
  • Discussione Daidae • 14/04/18 10:58
    Compilatore d’emergenza - 852 interventi
    Grande film, hanno azzeccato quasi tutto.