Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONCineprospettive

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Con MOONRAKER la saga di James Bond opera una rivoluzione: l'intreccio spionistico diventa subordinato all'avventura, la parodia si fa ampiamente strada e il risultato diventa un folle concentrato; sembra di vedere sei Bond-movies in uno, da tante sono le cose che accadono, i set che cambiano, i generi che si intersecano, gli effetti speciali che si sprecano. Fin dal prologo, altamente spettacolare (e che la Bigelow di POINT BREAK ha tenuto bene a mente) capiamo di aver a che fare con un Bond diverso; Moore è più divertito e torna lo “Squalo”, il killer dalla dentatura d'acciaio de LA SPIA CHE MI AMAVA...Leggi tutto. La sigla di testa è l'ennesima variazione scialba sul tema delle sagome femminili nere che volteggiano nel vuoto, ma poi si nota subito che c'è fretta di entrare nel vivo dell'azione: Bond va ben presto a Venezia, fa partire gondole a motore, le fa correre in Piazza San Marco, si tuffa a Rio de Janeiro, vola sulla funicolare, finisce in mezzo alle cascate, nella giungla, lotta con un serpente marino, fugge in motoscafo, si lancia nello spazio... fa di tutto e di più, mentre non trascura di accoppiarsi come di consueto (arrivando però anche in questo caso subito al sodo...). Tutta l'ultima parte, imbevuta di mistica parakubrickiana (con tanto di sinfonie classiche), risente dell’allora recente successo di GUERRE STELLARI e inventa una follia dietro l'altra per arrivare a una conclusione degnamente trash. Ed è curioso vedere come si cerchi di mantenere un briciolo di serietà professionale mentre si mandano al macero miliardi e miliardi di budget. Ai fan duri e puri di Bond MOONRAKER farà inorridire, gli amanti del trash lo adoreranno.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Don Masino 7/07/07 14:03 - 63 commenti

I gusti di Don Masino

E' chiaro che un film del genere non potrà che disgustare i fan di Bond, che vedono virare clamorosamente in farsa la serie. La forza di Moonraker però sta proprio qui, e cioè nell'essere il più ridicolo, esagerato, folle, eccessivo Bond di sempre. Moore, che sta già invecchiando a vista, è più rigido che mai eppure si lancia (d'accordo, sono i suoi stunt) in acrobazie talvolta esilaranti (vedi il deltaplano) e si avvia verso un finale mistico-spaziale che lascia allibiti. Ci fosse un po' più di ritmo nelle scene extra-action sarebbe perfetto.

Puppigallo 7/07/07 16:56 - 4880 commenti

I gusti di Puppigallo

Chi, come me, non venera di certo l’agente più famoso del mondo, si può fare quattro risate e può almeno apprezzare lo sforzo economico fatto per mettere su un tale baraccone che va dal cielo, alla terra, al Rio delle Amazzoni, per finire addirittura nello spazio (con una sorta di spassosa guerra stellare senza astronavi). Clownesco lo “Squalo”, gigantone con denti di ferro e carattere un po’ difficile. La pellicola finisce per essere comica volontaria e involontaria, col ridicolo dietro l’angolo (la gondola “speciale”). Non male.
MEMORABILE: il pulsante del vigliacco.

Galbo 5/10/07 06:00 - 11876 commenti

I gusti di Galbo

Episodio poco riuscito della saga Bond. L'ambientazione spaziale lo trasforma infatti in una baracconata poco credibile e alla lunga noiosa, anche perché i personaggi sono poco caratterizzati (alcuni delle vere e proprie macchiette) e non paga l'idea di riproporre uno dei personaggi migliori del film precedente (lo "squalo" Kiel, che qui ha un'insopportabile virata buonista). Nota di merito per le spettacolari scenografie del mitico Ken Adam, una delle anime della serie di 007.

Mfisk 13/10/07 12:31 - 127 commenti

I gusti di Mfisk

Ci sono film che invecchiando migliorano (film-vino) e che peggiorano (film-olio). Moonraker fa a pieno titolo parte dei film-olio. Meraviglioso (in senso etimologico) al tempo per aver trasformato in commedia la spy-story e per le scenografie e gli effettacci di gran scuola; visto al giorno d'oggi rimane però un lavoro soporifero, anche per colpa dei trenta minuti di troppo di girato. Parziale riscatto la storia d'amore tra Richard Kiel (squalo) e Blanche Ravalec (pura fiaba) e la figura ieratica di Lonsdale. Elegantissimo, very british, Moore.

Capannelle 29/01/09 14:47 - 4053 commenti

I gusti di Capannelle

Molto spettacolare, poco credibile. Per fortuna Roger Moore riesce, con il suo sense of humour, ad attenuare la sensazione di essere dentro ad un circo. Alcune sequenze riuscite (Venezia, im Amazzonia) e altre meno conducono ad un gran finale in stile spaziale: tecnicamente ben realizzato ma troppo da fumetto con tutti gli omini che si sparano a vicenda. Fa tenerezza l'amore tra la Pippi calzelunghe e Squalo, ormai consacrato (a ragione) una delle star dell'era Roger Moore.

124c 4/04/09 12:14 - 2832 commenti

I gusti di 124c

"Moonraker" non doveva essere girato dopo "La spia che mi amava". Nel 1979, era previsto "Solo per i tuoi occhi", che ritardò di due anni. Remake del film precedente, perché c'era in sella lo stesso regista del 1977, Lewis Gilbert (che ebbe contrasti con Sean Connery nel 1967 mentre girava "Si vive solo due volte", ma che andava in sintonia con Roger Moore), è un omaggio a "Guerre Stellari", "Incontri ravvicinati del terzo tipo" e "2001 Odissea nello spazio". È una baracconta, ma di classe.
MEMORABILE: Squalo (il terribile killer che aveva debuttato ne "La spia che mi amava") che ruba la scena a Moore, diventando un gigante buono per amore.

R.f.e. 23/02/10 14:15 - 816 commenti

I gusti di R.f.e.

Ora, d'accordo che è una scienziata e agente segreto e posso apprezzare la donna piacevolmente sicura di sé, ma Lois Chiles si aggira nel film come se non stesse vivendo una (comunque) straordinaria avventura spaziale, ma come se si trovasse ad acquistare i surgelati nel supermarket sotto casa! Tacendo degli effetti speciali, arretrati e ridicoli paragonati a quelli coevi di Guerre stellari. Un film sbagliato, abbastanza divertente la prima volta che te lo vedi, ma meglio non ricascarci. Corinne Clery davvero sprecata.

Disorder 18/03/10 21:20 - 1414 commenti

I gusti di Disorder

Bello, ma davvero troppo esagerato. Fino al finale "spaziale" è il tipico Bond stile Moor: ironia a vagonate, scene d'azione esagerate (al limite dell'autoparodia) e tante belle donne conquistate dalla simpatica spia. Col lancio del Moonraker si entra però nella fantascenza pura, con tanto di scontri spaziali tra astronauti a colpi di laser (comunque ineccepibilmente realizzati) e qui Bond è un po' fuori luogo. Divertente, comunque...
MEMORABILE: L'incredibile gondola "truccata" di Bond, con cui sale direttamente in piazza San Marco.

Rambo90 16/07/12 16:37 - 7113 commenti

I gusti di Rambo90

Un Bond particolarmente ironico, al limite della parodia in alcuni casi, ma comunque attento a costruire mega scene d'azione e a imbastire una debole trama spionistica. Moore è impeccabile come sempre, la Chiles una buona Bond girl (ma Corinne Clery le ruba la scena all'inizio) e rivedere Kiel rabbonito fa piacere, non male Lonsdale anche se non è uno dei cattivi più memorabili. Effetti speciali notevoli, ritmo veloce, ma un po' troppo lungo. Ci si diverte.

Nando 3/10/12 17:44 - 3643 commenti

I gusti di Nando

Una divertente baracconata che si muove per il mondo e per lo spazio come un fantasmagorico fumettone. L'aplomb britannico di Moore è conclamato e alterna momenti simpatici ad altri più lenti. Lievemente prolisso, con le scene spaziali poco interessanti, ma i momenti veneziani e le innumerevoli bellezze (la Clery è esplosiva anche se si vede poco) lo rendono una visione dignitosa.

Lois Chiles HA RECITATO ANCHE IN...

Mutaforme 17/10/12 18:03 - 402 commenti

I gusti di Mutaforme

Non sono un fan di Bond, ma essendo amante della fantascienza questo film mi aveva davvero incuriosito. Purtroppo sono rimasto piuttosto deluso: di bello ci sono solo delle splendide attrici, ma ciò non basta certo a salvare un film improntato su una sceneggiatura estremamente trash e confusionaria. Soporifero.

Lucius 9/02/13 16:04 - 2953 commenti

I gusti di Lucius

Uno 007 in piena regola che riesce quasi a competere con gli ultimi tre grandi capitoli della saga. Un grande spettacolo che miscela abilmente avventura, belle donne, location spettacolari e mirabolati scene d'azione. Le grandiose scenografie fantascientifiche sono all'altezza dei migliori film del settore di quel periodo. L'interpretazione di Moore è perfetta. Il folle progetto di Hitler al servizio di una sceneggiatura dal sapore primordiale.

B. Legnani 31/05/14 13:58 - 5196 commenti

I gusti di B. Legnani

Tutto è così follemente e dichiaratamente baracconesco (si pensi alla fase veneziana) che finisce per far sopportare i difetti più vistosi dei film "normali" di 007. Merito anche di un cast (in buona parte francofono, in rispetto della coproduzione) che presante un Lonsdale perfetto come sempre in questi ruoli negativi (ma con grandezza, qui corroborata da un lessico gustosamente aulico) ed una Bond-girl che, oltre che bella, sa pure recitare. Forse brutto per il bondiano di stretta osservanza, ma salvabile per chi ha spirito critico cartesiano.

Modo 9/11/14 16:44 - 891 commenti

I gusti di Modo

James Bond leggermente fuori dagli schemi. L'azione c'è tutta e a tratti diverte. Naturalmente gli effetti speciali sono quel che sono. Ci trovo un pizzico di surrealismo inglese senza scomodare la serie tv Agente speciale! Qualcosa me lo ricorda, forse perché è un'anomala pellicola fanta-spionistica, magari solo per l'istrionismo di Roger Moore specialmente all'inizo del film. Prima parte decisamente migliore. Lo trovo gradevole.

Almicione 5/02/15 21:37 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Ampio budget, grande successo ma poca fantasia per questo episodio di Bond molto fantascientifico, influenzato ragguardevolmente da Star Wars. A un Moore sempre più a suo agio nella parte si contrappone un Lonsdale poco più che anonimo; i due si muovono in una sceneggiatura che mostra poca attrattiva e zelo nella sua realizzazione. A questa mancanza non vanno a sopperire le numerosissime scene e dettagli comici che stonano completamente con la pellicola e non ne migliorano la qualità. Lodevole, però, la spettacolarità di alcune scene.
MEMORABILE: "È sulla buona strada, signore"; La lotta in aria per il paracadute; L'inseguimento sulle "gondole".

Lythops 30/08/15 19:20 - 982 commenti

I gusti di Lythops

Il film si basa sullo spettacolo puro, con scenografie d'eccezione e un'ottima direzione della fotografia ancora una volta esaltata dal Technicolor. Bellissime le sequenze veneziane e quelle iniziali senza paracadute. Sotto questo profilo può essere definito più "serio" degli altri, anche se si sente la mancanza del "cattivo" raffinato e l'ingenuità dei primi film è sostituita dall'incongruenza di alcune situazioni (la vetreria priva di allarmi e sitemi di sicurezza). Si cita anche Incontri ravvicinati del terzo tipo. Patonza di alto livello.
MEMORABILE: "L'inico contributo del suo Paese alla civiltà occidentale è il the delle cinque".

Piero68 12/10/15 12:14 - 2877 commenti

I gusti di Piero68

La produzione richiama Gilbert alla regia e non è che faccia poi un affarone. Sceneggiatura che mantiene intatti tutti i cliché delle pellicole della saga ma che vira spesso nel ridicolo involontario. La Chiles non mi fa impazzire e lo Squalo qui riesce a essere vera e propria macchietta da circo. L'ambientazione spaziale poi non fa altro che farlo sembrare un B-movie come tanti. Ritengo che la pellicola paghi malamente scotto per una serie interminabile di scelte sbagliate, cattivo a seguito compreso: Drax/Lonsdale non incute affatto timore.
MEMORABILE: Al carnevale di Rio lo squalo che cerca di uccidere la Chiles (scena involontariamente comica).

Daniela 23/12/15 16:18 - 11530 commenti

I gusti di Daniela

Il cattivo di turno - Lonsdale, piuttosto imbambolato ma efficace nel ruolo - questa volta ha un piano più ambizioso del solito, ma ha fatto i conti senza l'oste, per l'occasione più ipertecnologico che mai grazie ai graziosi gadget di cui è fornito... Uno dei punti più bassi della saga, spettacolare certo, ma di quella spettacolarità da attrazione di luna park che può incuriosire ma non stupisce e non conquista. Spiace soprattutto ritrovare lo Squalo Kiel, il personaggio migliore del precedente capitolo, in un ruolo tanto ridicolo. Apprezzabili invece alcune scenografie futuribili.

Vito 6/09/16 17:58 - 687 commenti

I gusti di Vito

James Bond incontra Star Wars. Il film di 007 più esagerato: dall'ambientazione spaziale all'alto tasso di ironia. Bond fa pure una capatina a Venezia dove approda a Piazza San Marco a bordo di una gondola-hovercraft con tanto di piccione che strabuzza gli occhi! Belle le Bond girl Lois Chiles e Corinne Cléry, bravo Lonsdale nei panni del cattivo Hugo Drax, ritorna anche Squalo che questa volta si ravvede e si trova pure la fidanzata.

Jena 3/09/16 18:00 - 1379 commenti

I gusti di Jena

Non sono un fan sfegato di James Bond e ancora meno di quello un po' snaturato dell'epoca Moore. Qui il nostro più che un agente segreto sembra un supereroe che passa indenne nelle situazioni più incredibili e baracconesche. Solita trama esile pretesto per mostrare scenari grandiosi e magniloquenti, gadget spettacolari, effetti speciali a profusione, belle donne. Alla fine il tutto risulta un po' indigesto e comincia a stancare. Bene Lonsdale nella parte del cattivo più folle che mai, Moore ha classe.

Lewis Gilbert HA DIRETTO ANCHE...

Faggi 26/08/16 16:10 - 1528 commenti

I gusti di Faggi

L'apocalittico imprenditore aerospaziale Drax vuole rigenerare l'umanità (previo sterminio). Curioso come le sue astronavi siano identiche allo Space Shuttle, il cui primo lancio sarà effettuato più di un anno dopo. Lo fermerà 007-Moore, negli eccessi di uno spettacolo che da Venezia sino a oltre l'esosfera terrestre passerà per l'Amazzonia; il tutto farcito da donne stupende, giganti-killer (Squalo), buffonate, battute sagaci, amplessi, gadget tecnologici, eventi pirotecnici e chi più ne ha più ne metta. Una specie di circo, insomma.

Giacomovie 2/03/17 18:57 - 1376 commenti

I gusti di Giacomovie

L’incursione nello spazio di 007 si rivela proficua, con un lato fantascientifico quasi avveniristico per l’epoca, diverse sequenze tese e spettacolari (l’introduzione e la scena sulla funivia) e suggestive location (quelle sudamericane, con le belle riprese del carnevale di Rio e quelle italiane, con una Venezia da spot turistico). Lo humour non è affidato a superflue sottigliezze ma è più concreto del solito. Tra il nutrito cast femminile fa bella figura Corinne Cléry, ma nessuna emerge come vera Bond girl.

Saintgifts 2/03/17 12:28 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Più ironico del solito, questo 007 che unisce diversi punti sulla Terra allo spazio, con azioni che divertono (penso volutamente) più che creare tensioni alle quali il personaggio non ci ha mai abituati. Effetti speciali notevoli, un Roger Moore in forma e Bond girl affascinanti. La regia di Lewis Gilbert, esperto ormai in materia, è buona e attenta a particolari che arricchiscono. Tutto sommato un tassello della serie che non sfigura.

Darkknight 24/07/17 10:50 - 353 commenti

I gusti di Darkknight

Piani folli, belle donne, marchingegni, smargiassate, battute: la summa del Moore-style che tanto ha inciso nell'immaginario collettivo (anche solo per le parodie). Per chi ama Bond è il Male da estirpare. Per chi lo odia, quest'ironia bonaria è l'unico modo per renderlo digeribile. E poi meglio Moore, che si divertiva in quel che faceva e divertiva pure noi, di Daniel Craig che salva il mondo e concupisce donne bellissime mantenendo tuttavia l'espressione cupa e la nuvoletta di Fantozzi.
MEMORABILE: Il prologo; Squalo innamorato; La citazione dai Magnifici Sette.

Myvincent 27/10/17 16:32 - 3221 commenti

I gusti di Myvincent

Incursione space dell'agente più famoso al mondo, forte del sorriso ironico di Roger Moore, sostenuto dalle bellone di turno, sempre disponibilissime verso le braccia di Bond. C'è molto Star Wars nella parte finale e tutto il caravanserraglio funziona, grazie alle componenti comiche e caricaturali che alleggeriscono le occasioni paniche offerte dalla storia. Come un viaggio attorno al mondo, fra Venezia, Rio De Jainero, Guatemala.
MEMORABILE: La conturbante scollatura di Corinne Clery.

Daidae 24/04/18 13:17 - 2941 commenti

I gusti di Daidae

Appena passabile. Ha i suoi punti forti nella scelta del cast (femminile in particolare), in qualche bella scena di azione e nelle ovvie, belle ambientazioni (fatta eccezione per la ridicola "città" spaziale). I punti deboli sono invece la trama e alcune "trovate" davvero ridicole. Ritorna il personaggio di Squalo, ma era preferibile nel capitolo precedente.
MEMORABILE: La scena di inseguimento in aria con i paracadute.

Nicola81 21/11/21 11:51 - 2418 commenti

I gusti di Nicola81

Il più baracconesco della saga. Con l'aplomb e l'ironia di sempre, Moore si lancia in un vero e proprio giro del mondo che lo porta a Venezia e Rio, e persino nello spazio. Un piano criminale gustosamente folle, grandi effetti speciali e gadget ancora più sofisticati, ma il ridicolo è costantemente in agguato. Lonsdale meglio altrove, bellissime Chiles e Cléry, Kiel potevano lasciarlo nel film precedente, ultima (purtroppo) apparizione di Bernard Lee nei panni di M, title track di una rediviva Shirley Bassey. I puristi di 007 magari inorridiranno, gli altri si possono pure divertire.
MEMORABILE: La gondola particolare; La funicolare a Rio; La battaglia spaziale.

Sircharles 9/12/21 00:01 - 104 commenti

I gusti di Sircharles

Le idee in casa 007 sembrano latitare: sono d'attualità le spedizioni spaziali ed è l'occasione per virare verso la quasi-fantascienza, fungendo addirittura da anteprima al progetto Shuttle in orbita di lì a un paio d'anni (guardare per credere). Forse perché il film esce nel 40esimo dell'inizio della Seconda guerra mondiale, compaiono poi venature pseudo-naziste nelle mire dello psicopatico di turno. Morale: di verosimile c'è poco, comprese le sorti dell'improbabile Squalo, eppure si respira un'aria ancor genuina nella costruzione di un intreccio comunque godibile, variegato, teso.
MEMORABILE: Il sorprendente Squalo e la sua nuova "fiamma".

Trivex 14/12/21 11:13 - 1629 commenti

I gusti di Trivex

Con il suo sorriso, ironico e beffardo, il mitico 007 ne passa davvero di tutti i colori. Riuscita baraonda ricca di esagerazioni, poliedrica nelle location e oltremisura nei contenuti, fino a giungere improbabili quanto divertenti “guerre stellari”. Rocambolesco, esagerato al 100% ma i tratti distintivi della “serie” non mancano, musica compresa. Dinamico, ampio nei mezzi e nelle idee, ideale anche per chi non è patito del genere, perché qui siamo oltre la soglia dei film di spionaggio e d’avventura; film per tutti che deluderà pochi.
MEMORABILE: La gondola a Venezia, prima "turbo" in acqua e poi hovercraft tra le vie della città.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Xtron • 4/03/12 09:47
    Servizio caffè - 1992 interventi
    L'edizione MGM The best edition 2 DVD ha una durata di 2h01m11s

  • Musiche Samuel1979 • 2/11/12 21:22
    Call center Davinotti - 3565 interventi
    Il brano dei titoli di testa è "Moonraker" eseguito da Shirley Bassey
  • Musiche Zelig46 • 3/11/12 00:46
    Galoppino - 94 interventi
    Le musiche sono di John Barry con il solito tema di Monty Norman.
    Le edizioni sono innumerevoli, con una marea di compilation di ogni tipo (James Bond saga), ma la vera sorpresa (e furto con scasso) è che il CD originale con 10 tracce (di varie etichette) dura solo 30 minuti (il che non lo rende certo un CD da collezione)!
    Si aspetta una Special Edition come si deve.
    Ultima modifica: 3/11/12 09:59 da Zender
  • Musiche Lucius • 21/09/14 00:09
    Scrivano - 8806 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il 45 giri originale giapponese:

    Ultima modifica: 21/09/14 07:45 da Zender
  • Curiosità Buiomega71 • 11/06/15 17:10
    Pianificazione e progetti - 24014 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv ("Lunedifilm", lunedì 30 ottobre 1989) di Agente 007 - Moonraker operazione spazio:

  • Discussione 124c • 11/06/15 17:42
    Comunicazione esterna - 5176 interventi
    Spattacoloso fanta-instant-remake de La spia che mia amava
  • Discussione Vito • 15/06/15 11:46
    Fotocopista - 92 interventi
    Rivalutato pure io recentemente questo Moonraker.Fumettone divertentissimo.Mitica la scena di Bond in gondola/hovercraft a Piazza San Marco!
  • Discussione 124c • 15/06/15 16:29
    Comunicazione esterna - 5176 interventi
    Vito ebbe a dire:
    Rivalutato pure io recentemente questo Moonraker.Fumettone divertentissimo.Mitica la scena di Bond in gondola/hovercraft a Piazza San Marco!

    Io vidi questo film in VHS prima del precedente La spia che mi amava. Era l'autunno del 1986...qualcosa d'indimenticabile (perché Roger Moore era impresso nella mia mente, per via dei suoi Simon Templar e lord Brett Sinclair)! Il prologo dentro e fuori l'aereo ad alta quota, in tempi recenti è stato copiato in così tanti film che ho smesso di contarli!
    Ultima modifica: 15/06/15 16:58 da 124c
  • Discussione Zender • 15/06/15 17:30
    Pianificazione e progetti - 45840 interventi
    Resta sempre il mio Bond preferito con Goldfinger. Il più eccessivo, il più pagliaccesco, il più strabordante anche negli effetti e nelle location!
  • Discussione 124c • 15/06/15 17:55
    Comunicazione esterna - 5176 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Resta sempre il mio Bond preferito con Goldfinger. Il più eccessivo, il più pagliaccesco, il più strabordante anche negli effetti e nelle location!

    Da quel che ne so, ifilm di Roger Moore, sopratutto i due di Lewis Gilbert, sono molto apprezzati in Giappone...Per questo, in piena seconda serie animata di Lupin III (1977-1980) c'è qualche personaggio che dice: "Le piacciono più i James Bond di Sean Connery o Roger Moore? Perché sa, io preferisco quelli di Moore!"
    Ultima modifica: 15/06/15 18:04 da 124c