Delitto al Blue Gay

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Ultima avventura per l'ispettore Nico Giraldi, che visti anche i deludenti risultati di questo, tra i peggiori episodi della serie, smetterà definitivamente i panni del più trucido poliziotto della storia. Già l'ambientazione, nel mondo del travestitismo da spettacolo visto ne IL VIZIETTO, suggerisce la sensazione di “ultima spiaggia”, acuita dalle gesta di un Tomas Milian meno scatenato del solito. Sarà la nascita del secondogenito che gli toglie il sonno, sarà il divorzio richiesto dalla moglie (Olimpia di Nardo) che lo trova al Blue Gay abbracciato ad un travestito, sarà più probabilmente una sceneggiatura fiacca e priva dell'indispensabile apporto umoristico (che si rifugia...Leggi tutto spesso in gag scontate legate all'omosessualità); comunque sia Bruno Corbucci non chiude certo in bellezza: la sottotrama poliziesca è più pretestuosa del solito, ma il maggior spazio lasciato a Bombolo non è questa volta sufficiente ad incrementare il divertimento. Sono soprattutto le parti con la diva gay Colomba Lomar (Vinicio Diamanti) ad annoiare, i numeri musicali sciatti (compreso un intermezzo fuori luogo di break dance), un inseguimento per i campi su di una biga romana, un finale inutilmente prolungato a Berlino (dove l'umorismo scompare del tutto). Ancora resiste qualcosa, della programmatica volgarità popolaresca di Nico (basta vedere i duetti con l’insospettabilmente ruspante Olimpia di Nardo) e la formula che ha permesso agli autori di vivere spesso di rendita si conferma a suo modo geniale, ma ormai la luce si è spenta e mancando un ritmo accettabile il film si affloscia.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Dusso 2/02/07 07:56 - 1539 commenti

I gusti di Dusso

L'ultimo film di un personaggio che ha fatto storia, è anche l'ultimo film della coppia Milian-Bombolo ed è probabilmente (anzi sicuramente) il meno riuscito dei delitti, ma strappa comunque qualche sorriso.

Fabbiu 3/03/07 12:21 - 1952 commenti

I gusti di Fabbiu

Storica la scena di Bombolo con l'aspirapolvere che cerca di simulare i rumori di aereoporto. Fantastica la sequenza di Principessa che strilla di notte svegliando Nico e Moglie. Irresistibilmente comico lo scambio di battute tra Nico e Rocky in sala d'attesa nell'ospedale. Corbucci ha fatto sicuramente di meglio in altre sue commedie poliziesche: in questo film il tasso comico non è molto coerente e ci sono varie ricadute. Però ci sono delle piccole cose che fanno morire dal ridere.

Almayer 19/03/07 19:48 - 169 commenti

I gusti di Almayer

Ultimo della serie dei "delitti", e purtroppo si sente: il ritmo è blando e non bastano un Milian sempre bravo e un immenso Bombolo per eliminare quell'aria da "signori, si chiude" che pervade la pellicola. Potenzialmente il film potrebbe essere interessante, vuoi per il soggetto "en travesti", vuoi per la parte girata in Germania. Ma a parte qualche battuta azzeccata ("Per un pugno di froci", "per qualche frocio in più") e un memorabile inseguimento con la biga, quest'ultimo episodio del commissario Giraldi gira a vuoto.

G.Godardi 12/04/07 16:19 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

La decadenza di un mito. Perso Cecchi Gori, il film si affida a una produzione minima di fortuna. Il tema si vorrebbe ricollegare al Vizietto. Purtroppo una sceneggiatura maldestra con radice spionistica rende il tutto indigesto. Ma è lo stesso Milian che ormai non crede più nell'operazione: visibilmente ingrassato e decaduto nel fisico si aggira svogliato per tutto il film solo per onorare il contratto. Si ride poco e le uniche risate vengono dal Bombolo en travesti, unica cosa rimarchevole di un film ormai troppo fuori tempo massimo. Only for fan.

Atter 6/11/07 10:43 - 9 commenti

I gusti di Atter

Finita l'era "buonista" di Cecchi Gori, il commissario Giraldi ritorna più volgare che mai in un film che è tutto un programma sin dal titolo. Alcuni siparietti con Bombolo-Venticello fanno morire dal ridere e sono ormai entrati nella leggenda. E, nonostante qualche battutaccia pesante, il film è più "gay-friendly" (si dice così?) di quanto possiate pensare. L'ultimo capitolo di una serie leggendaria.
MEMORABILE: Venticello prepara uno "spezzatino alla gattara" con una scatoletta di cibo per gatti... e Giraldi lo obbliga a mangiarlo a suon di sberle!

Herrkinski 21/07/08 21:10 - 5281 commenti

I gusti di Herrkinski

Ultimo episodio della serie, che chiude discretamente un vero e proprio capitolo di storia del cinema popolare italiano. Quest'aria di "tristezza" pervade stranamente la pellicola, rivista oggi, anche se tutto sommato ci sono parecchie scene degne di nota, con un sempre esilarante Bombolo e un Milian ingrassato ma comunque ancora divertente. Alcune battute e scenette entrano di diritto tra le migliori della serie, ma la parte poliziesca lascia a desiderare e il film soffre di molti riempitivi, spesso in forma di balletti temibili. Caruccio.
MEMORABILE: "Ninna nanna ninna ò, me so rotto li cojò!"

Ianrufus 19/08/08 20:58 - 139 commenti

I gusti di Ianrufus

Quanto ho sofferto vedendolo al cinema; arrivavo dal precedente Giraldi e non mi aspettavo certo un crollo del genere, sia di qualità che di interesse (il cinema era vuoto). Milian ingrassato o invecchiato è un falso problema... è che nessuno ha scritto il film! Fa tenerezza vedere Milian (svogliato e demotivato) mentre si lascia scappare qualche sorriso alle prese con Bombolo (lo spezzatino alla gattara) mentre la compianta Olimpia Di Nardo si trasforma nel vero Monnezza. Il finale a Berlino è grigio e desolante: signori, avevate Tomas Milian!
MEMORABILE: Gli ultimi battibecchi e schiaffi tra Nico e Venticello.

Undying 22/08/08 22:42 - 3839 commenti

I gusti di Undying

Volgare (pur se sgargiante) parodia in salsa polizi(ott)esca del più celebre Il Vizietto. Qualche momento di sano divertimento è garantito dalla presenza di Tomas Milian nei panni d'incallito "vessatore" di Venticello (Bombolo). Per il resto, a parte qualche siparietto musicale, il film si trascina tra un set improvvisato e poca fantasia narrativa.

B. Legnani 28/09/08 01:22 - 4780 commenti

I gusti di B. Legnani

Debole chiusura della saga Giraldi. A non esserci è proprio la storia, tirata via, per rimpolpare la quale si usano vari riempitivi, talora noiosetti. Si guarda fino in fondo solo perché Tomas Milian è sempre interessante, Bombolo è simpatico e così via. C’è Marina Frajese-Hedman-Lotar, che non si spoglia.
MEMORABILE: Gli effetti sonori del finto aeroporto.

Cangaceiro 27/09/08 13:50 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Sono evidenti i segni di cedimento nello "schema" Amendola-Corbucci, ormai più che logoro e ripetitivo. Ci si affida in toto al talento di Milian e alle divertenti incursioni di Bombolo. Giraldi infiltrato negli ambienti gay è uno spasso e i suoi turpiloqui ed arrabbiature, per usare un eufemismo, sono la "mica salis" del film, altrimenti impantanato in un improbabilissimo intrigo KGB/America. Troppe lungaggini inutili, tipo le estenuanti esibizioni delle drag-queen. Da vedere per dovere istituzionale in omaggio alla mitica serie.
MEMORABILE: Bombolo con l'aspirapolvere simula i rumori dell'aeroporto...

Renato 22/12/08 13:58 - 1590 commenti

I gusti di Renato

Capitolo conclusivo della saga giraldiana, mischia il solito umorismo con un'improbabile sottotrama gialla che tira in ballo addirittura la CIA. Se il film regala qualche risata (e lo fa) si deve principalmente a Bombolo, grandioso anche in abiti femminili; ma le lungaggini sono davvero troppe e si respira un'aria da "rompete le righe". Però l'abbraccio finale a Berlino tra Nico e Bombolo che sale sul taxi, visto oggi, quasi quasi commuove un po'.

Giuliam 4/08/09 16:17 - 178 commenti

I gusti di Giuliam

Ritmo serrato e poca voglia per l'ultimo episodio di Nico Giraldi, il "piedipiatti" ex-ladruncolo di Roma. Si vede che Tomas Milian vuole chiudere in bellezza la saga cominciata con Squadra antiscippo, ma non si diverte e non fa divertire. Il gruppo rimane, ma la musica è un'altra.

Rickblaine 2/08/09 16:11 - 635 commenti

I gusti di Rickblaine

Anche se er pirata ovvero commissario Giraldi torna alle parolacce e più violento di prima, non convince molto. È vero, ora c'è una storia più contorta da risolvere, però non è solito rifugiarsi molto spesso dietro alle gag di Bombolo (peraltro si scopre tifoso juventino?!?). Inoltre la storia della moglie e dei figli lo ha sul serio cambiato e questo un po' stanca.
MEMORABILE: ...e daie er latte... e daie er vino...

Enzus79 3/08/09 10:23 - 1845 commenti

I gusti di Enzus79

E siamo arrivati all'ultima avventura di Nico Giraldi (purtroppo o no?). Come gli ultimi episodi anche questo non si smentisce: storia troppo piatta, anche se ad onor del vero, fino a quando Giraldi non parte per Berlino, ci si diverte non poco. Bombolo è mattattore, Milian al tramonto.

124c 20/04/10 18:39 - 2778 commenti

I gusti di 124c

Che brutto modo per finire una saga, però bisogna finirla e perché non con una follia? Stavolta Nico Giaraldi si finge onosessuale e inizia a frenquentare travestiti che alcuni recensori hanno definito "indegni di un capolavoro come Il Vizietto". Dietro a tutto, il solito caso d'omicidio da risolvere, il solito Bombolo da piglisre a schiaffi anche vestito da donna e le solite parolacce. Tomas Milian appare imbolsito, non crede più a Giraldi e Corbucci dimostra di non essere Edouard Molinaro.
MEMORABILE: "Che cos'è sta robba?" "Spezzatino alla gattara, ispetto'"! (Splap) "Te lo magni te, Ventice'... Vamme a fa du spaghetti!"

Galbo 23/04/10 17:52 - 11447 commenti

I gusti di Galbo

Ultima avventura del poliziotto romano Giraldi; si respira un'aria di decadenza e triste malinconia. I momenti migliori sono dovuti alla presenza del caratterista Bombolo ma il film non decolla mai e rimane nei confini di una certa mediocrità raramente risollevata da momenti divertenti.

Rambo90 14/08/10 15:57 - 6427 commenti

I gusti di Rambo90

E così arriva la fine anche per l'ispettore Giraldi di Milian e, purtroppo, l'avventura non è delle migliori. Inizia bene, con dei bei duetti con Bombolo e con un tassista parolacciaro, ma poi (specialmente nella parte a Berlino) si appiattisce tutto e l'intreccio giallo arriva alla sua assurda conclusione. Poca azione (Milian ormai ha passato i 50), un po' di volgarità in più rispetto ai precedenti e l'addio definitivo di uno dei personaggi più simpatici del poliziesco italiano.

Gestarsh99 29/08/10 11:52 - 1334 commenti

I gusti di Gestarsh99

Ultimissimo sequel di questa storica saga, in cui Milian investiga su un assassinio all'interno di locale di drag-queen. Un film coloratissimo e scintillante, che vanta incredibili scenografie e costumi in puro stile kitsch/edonista ottantiano. Il trattamento dell'argomento gay risente sempre dei limiti legati al periodo, oltre che della scia modaiola lasciata da Il vizietto (l'omosessuale mostrato come effeminato e checca isterica). Oltre alla comparsata del compianto Franco Caracciolo, troviamo come co-protagonista l'artista romano Vinicio Diamanti.
MEMORABILE: Giraldi e Venticello che entrano "travestiti" nel Blue Gay.

Mark70 1/09/11 12:11 - 118 commenti

I gusti di Mark70

Il commissario Giraldi avrebbe meritato un'uscita di scena migliore; non è il peggiore della serie, ma la sceneggiatura è raffazzonata, le scenografie minimali (si vede che è girato con quattro soldi), troppi riempitivi inutili (le scene di ballo sono stucchevoli) e una trama gialla più irreale del solito. Però i duetti tra Milian e Bombolo sono entrati nella leggenda e l'ingresso nel mondo gay regala alcune scene molto divertenti. A posteriori commuove l'abbraccio finale tra Milian e Bombolo. Imperdibile, per gli appassionati.
MEMORABILE: Tutte le scene con Bombolo e Milian... "Bombolo sei della Juventus?" "Sì, perchè?"

Jandileida 11/09/12 18:17 - 1274 commenti

I gusti di Jandileida

Smobilitazione: brevissimamente, si potrebbe riassumere così. Eh sì perché, a cominciare da uno svogliatissimo (ma c'è anche da capirlo) Milian, tutto sa di sipario che sta per calare definitivamente: la storia raffazzonata e improbabile (lo scienziato atomico e il KGB?), le stanche "pizze" date al povero Bombolo, lo sguardo terribilmente macchiettistico lanciato sul mondo gay, la tristissima trasferta finale nella già non allegrissima Berlino. Insomma, di comico c'è veramente poco (l'aeroporto) e a vincere è la malinconia. Triste, solitario y final.
MEMORABILE: "Din don, in arrivo un jumbo da Collefero. Din don parte il volo Trastevere - Frosinone".

Homesick 22/10/12 16:51 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

L’ispettore Nico Giraldi si congeda con il peggior episodio della serie. L’esilissima trama giallo-poliziesca è mera giustificazione per un repertorio sempre più trash – qui si rincara la dose on deprimenti svenevolezze en travesti - e dai soliti schiaffoni al povero Bombolo/Venticello. Milian è visibilmente e comprensibilmente demotivato, stanco dei panni di un personaggio certo storico per il nostro cinema popolare, ma che ormai non ha più nulla da dire.
MEMORABILE: I falsi annunci di Bombolo all’aeroporto, ricordati anche ne Il ritorno del Monnezza; il balletto dei mostri.

Trivex 13/02/15 08:30 - 1506 commenti

I gusti di Trivex

Si apre un nuovo mondo coloratissimo, in antitesi a quello incolore delle passate "Squadre". Una dimensione inedita e tipica degli 80s, dove la componente semi-seria degli episodi 70s si dissolve, lasciando come "scoria" un vago sentore malinconico nelle gesta dell'Ispettore che ha moglie, due figli ma non disdegna comunque le "tedesche" (ma era in fase di potenziale separazione, suvvia!). La storia è quella che è, ma almeno ha valenza "internazionale" e comunque è in linea con le "pretese" del film. Tante parti in musica e danze... tanto per fare metraggio!

Gabrius79 15/12/14 23:58 - 1206 commenti

I gusti di Gabrius79

La saga di Nico Giraldi si chiude con questo film piuttosto pasticciato e noioso, con gag e scene risapute. Tant'è vero che anche i duetti (generalmente memorabili) fra Tomas Milian e Bombolo risultano a volte un po' patetici e privi di spessore. Un vero peccato, per gli affezionati al cinema di questo genere.

Minitina80 5/06/15 00:06 - 2392 commenti

I gusti di Minitina80

Il canto del cigno per l’ispettore Giraldi; forse non il migliore della serie, ma alla fine neanche tanto male. I siparietti con Bombolo sono sempre divertenti e lo spirito trucido e goliardico di Milian è quello che conosciamo, anche se si intravede una leggera malinconia di fondo. La storia non sarà avvincente, ma vive sulla falsariga di quanto visto in altri episodi. A rivederlo viene un po' di nostalgia, sapendo che Milian e Bombolo indosseranno quei panni per l’ultima volta.

Taxius 13/06/15 16:12 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

L'ultimo film in cui compare Nico Giraldi e come quasi tutte le ultime apparizioni anche questa risulta un po' stanca, anche perché l'epoca dei B-movies all'italiana stava tramontando definitivamente. La storia è comunque divertente soprattutto grazie al solito Bombolo, che vestito da donna risulta essere veramente spassoso. Sicuramente non il miglior film di Tomas Milian, ma qualche bella risata la tira fuori.

Ultimo 3/03/16 18:17 - 1383 commenti

I gusti di Ultimo

Decisamente deludente questa ultima avventura dell'ispettore Giraldi, che parte anche bene con un Bombolo in più momenti esilarante. Il vero lato negativo è la vicenda, poco interessante e un conseguente finale deludente e insipido. Qualche battuta di Milian va a segno, Bombolo che imita uno speaker aeroportuale diverte, ma al di là di questo non funziona quasi nulla. Bocciato.

Myvincent 25/04/17 08:30 - 2603 commenti

I gusti di Myvincent

Strepitosa coppia Tomas Milian/Bombolo nella migliore tradizione di cinema "zozzo" che (proprio come per il grande Totò) sarebbe ampiamente da rivalutare. L'ispettore Giraldi è alle prese con un delitto "gay" che lo porterà fino a Berlino per scoprirne le nebulose dinamiche. Ma la trama è solo un pretesto per assistere a gustosi siparietti e a fragorosi ceffoni ai danni del povero Venticello. Un po' debitore de Il vizietto, ma va bene così com'è.

Pessoa 22/06/17 01:36 - 1222 commenti

I gusti di Pessoa

L'omega del commissario Giraldi cede la scena a Bombolo, che mostra la stoffa dell'attore vero davanti a un Milian divertito più che impegnato, ormai visibilmente stanco del personaggio. L'ambientazione gay serve a mostrare alcuni numeri drag e un bravissimo Vinicio Diamanti, grande interprete del nostro teatro, che era anche nel cast de Il vizietto. La storia funzionerebbe, se avesse una sceneggiatura degna di questo nome, ma si salvano solo alcuni splendidi duetti Milian-Bombolo. Non fra i migliori della saga, nemmeno fra i peggiori.
MEMORABILE: "Tu 'na volta facevi er generico ar cinema. 'O fai ancora er generico?" (Milian a Bombolo); Milian che ride per davvero dopo una scenetta di Bombolo.

Il Dandi 16/10/17 12:15 - 1843 commenti

I gusti di Il Dandi

Squallida chiusura del ciclo di Giraldi, già avvezzo alle macchiette gay ("A chiappe', su sta fava nun se scureggia") di cui qui fa le spese Bombolo/Venticello, costretto a suon di ceffoni (ormai gratuiti) a fingersi compagna en travesti del commissario. Meno riproposto, forse più a causa del politicamente scorretto che spadroneggia che non di una effettiva inferiorità agli altri episodi. Dopotutto questa debole variazione sui temi con un Milian ormai invecchiato non fa pena: fa a tratti tenerezza, che forse è anche peggio.
MEMORABILE: Bombolo improvvisa i rumori di sottofondo dell'aeroporto.

Samuel1979 3/03/18 22:22 - 474 commenti

I gusti di Samuel1979

Ultimo capitolo e probabilmente il più debole della lunga saga dell'ispettore Giraldi; tuttavia, nonostante la pellicola non sia da annoverare fra le più riuscite, non tutto è da buttare e si ride a sprazzi grazie alla vena comica del fido Bombolo. Da salvare la sequenza dello "spezzatino alla gattara" fatto assaggiare al Commissario Trentini e la scena del "3333 4 volte 3".

Rigoletto 28/05/19 20:35 - 1621 commenti

I gusti di Rigoletto

Inferiore agli altri film della serie ma eccellente dal punto di vista dell'affinità fra Milian e Bombolo (qui impagabile). È l'unico motivo per vedere (e forse anche rivedere) un film che comunque non ha molto da dire e che sa di canto di un cigno che, stringi stringi, cigno non lo è mai stato. Bruno Corbucci, anche dirigendo lo stesso Milian, ha fatto molto meglio.

Lucius 7/07/19 19:32 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Le parti migliori sono quelle en travesti, le peggiori la comicità farsesca di Bombolo (simpatico attore che starebbe meglio in un comico che non in una commedia a matrice thriller) e il finale: disarmante, ingenuo, scontato. Un rimaneggiamento del film gli darebbe nuova linfa vitale, reindirizzandolo verso un genere probabilmente più congeniale. In definitiva un prodotto goliardico, che ci restituisce l'immaginario drag degli anni Settanta in una capitale già allora trasgressiva.

Lupus73 4/12/19 02:06 - 680 commenti

I gusti di Lupus73

Ultimo e sottovalutato della serie, il film sviluppa l'idea (in embrione in Squadra antitruffa) del gay club, con scene nel locale patinate (Nico perfino elegante "a suo modo"). Seconda parte all'estero come nelle "squadre" (ma in Germania). Completa la mutazione del poliziottesco in commedia/farsa e nonostante i sintomi di stanchezza il film ha oggi freschezza e genialità, ma il genere era esausto e scese il sipario. In un'epoca, quella attuale, del politically correct, questo film e i precedenti sono una sana ventata di schietta sfacciataggine.
MEMORABILE: Le gag a casa di Bombolo (con lo spezzatino alla gattara) e l'inseguimento con la biga romana.

Graf 5/01/20 04:06 - 700 commenti

I gusti di Graf

La saga di Nico Giraldi all’ultimo giro. Si chiude mestamente con un film girato con la mano sinistra che è una pura goliardata ambientata nel mondo dei travestiti. Siamo al riciclo dei vecchi avanzi di sceneggiatura fritti nell’olio vecchio. Trama gialla rimediata e assolutamente inverosimile, indagine che si trascina stancamente, messa in scena sciatta e malinconica, personaggi inverosimili e senza nessuno spessore; ma, come al solito, si salva la sintonia comica tra Giraldi e Venticello, che è l’unica occasione per generare un refolo di divertimento.
MEMORABILE: La sorpresa di Giraldi quando scopre la fede juventina del romano de Roma Bombolo.

Deepred89 22/11/20 14:06 - 3307 commenti

I gusti di Deepred89

Il capitolo conclusivo della saga di Giraldi, pur al netto di tutti i suoi limiti, si rivela meno peggio di quanto generalmente riportato. Se il soggetto è ben poca cosa e l'ennesima rappresentazione kitsch - per quanto non discriminatoria - del mondo omosessuale smorza l'umorismo anziché esaltarlo, va detto che il ritmo regge bene per tutta la durata e che il duo Milian-Bombolo funziona sempre. Straniante, invece, il pestaggio ai danni di quest'ultimo, mentre la scena danzereccia di rito risulta eliminabile come tutte le altre della saga.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo John trent • 2/02/14 11:30
    Servizio caffè - 511 interventi
    E' la riproposizione del vecchio master fullscreen utilizzato dalla CVC per la prima uscita in dvd di qualche anno fa.
  • Homevideo Geppo • 2/02/14 15:25
    Addetto riparazione hardware - 4019 interventi
    Ho letto che c'è l'intervista a Milian negli extra del DVD CG. È una recente o è la solita vista e stravista?
    Ultima modifica: 2/02/14 15:25 da Geppo
  • Homevideo Rogerone • 15/10/14 16:47
    Galoppino - 178 interventi
    Confermo che nell'edizione tedesca, arrivatomi oggi dall'Amazzone, non è presente l'audio italiano. Il master è molto buono, soprattutto impostato nel corretto formato 1:85 anamorfico.
    Ma pellicola non integrale
    Ultima modifica: 15/10/14 16:48 da Rogerone
  • Homevideo Zender • 15/10/14 20:36
    Consigliere - 43731 interventi
    Senza italiano e cut? Chi te l'ha fatto fare, Rogerone? :)
  • Homevideo Rogerone • 15/10/14 22:12
    Galoppino - 178 interventi
    dovevo comprarlo per verificare... e va be, una buona azione per il Davinotti :)
  • Homevideo Zender • 16/10/14 08:05
    Consigliere - 43731 interventi
    Ah meritevole, se è per questo. Mi spiace solo che tu abbia dovuto comprarlo...
  • Homevideo Schramm • 16/10/14 11:42
    Risorse umane - 6724 interventi
    che poi cut perché? cosa c'era mai da tagliare in questo film?
  • Discussione Mauro • 24/09/18 10:57
    Disoccupato - 9593 interventi
    Paco Fabrini, che interpretò il ruolo del figlio di Nico Giraldi, mi ha rivelato che il film fu girato anche in Germania nel tentativo di vendere il film ai tedeschi e far conoscere anche a loro questo personaggio.

    Qui trovate il trailer tedesco del film

    https://www.youtube.com/watch?v=pauINBVOp60
    Ultima modifica: 24/09/18 10:59 da Mauro
  • Discussione 124c • 24/09/18 11:11
    Risorse umane - 5156 interventi
    Mauro ebbe a dire:
    Paco Fabrini, che interpretò il ruolo del figlio di Nico Giraldi, mi ha rivelato che il film fu girato anche in Germania nel tentativo di vendere il film ai tedeschi e far conoscere anche a loro questo personaggio.

    Qui trovate il trailer tedesco del film

    https://www.youtube.com/watch?v=pauINBVOp60


    Questo era intuibile, ma la vera news sarebbe l'annuncio di un nuovo passaggio tv di questo film, che dai nostri palinsesti manca da troppi anni.
    P.S.: Le parolacce in romanesco sono intraducibili in tedesco e quindi quel pubblico si è perso 3/4 delle risate.
  • Discussione Lucius • 7/07/19 19:41
    Scrivano - 8308 interventi
    La villa potrebbe effettivamente essere ubicata nelle aree verdi (non tutte coperte da street) adiacenti l' Internationales Congress Centrum Berlin (in verificate). In quella zona ce ne sono diverse architettonicamente similari.