LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/11/08 DAL BENEMERITO ILFIGO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ilfigo 5/11/08 11:38 - 75 commenti

I gusti di Ilfigo

L'ebreo Lot e i suoi compagni si accampano in una valle vicino alle città di Sodoma e Gomorra e sono coinvolti negli intrighi della depravata regina Bera e di suo fratello Astaroth. L'ira divina distruggerà le città. Lento e un po' noioso. Non è all'altezza dei film storici americani, da Ben-Hur in poi. Peccato.

Lucius 3/08/10 01:21 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Una regina perversa e incestuosa che impera in una pellicola biblica a cui in parte sembrerà rifarsi Il faraone e che si fa apprezzare scenograficamente, in particolare per i costumi particolarmente adatti al mito di Sodoma e Gomorra e per certe "nefandezze" tipo i balli saffici, la cavalleria sodomita e, in linea di massima, per l'avanguardia, considerato che è un film del 1962. Per il resto momenti di stanca e lunghe battaglie che tediano non poco. Sarebbe auspicabile un remake.

Lupoprezzo 8/02/11 22:14 - 635 commenti

I gusti di Lupoprezzo

Peplum sconclusionato e all'acqua di rose in cui l'ambiguità sessuale è relegata sullo sfondo in favore della schiavitù (ma siamo agli inizi degli anni sessanta). Gli attori non sono convincenti (Stewart Granger è un improponibile Lot). Qualche scena si salva, ma è ben poca cosa. Sicuramente un lavoro alimentare per Robert Aldrich. Le scene delle battaglie sono dirette da Sergio Leone.

Galbo 19/02/11 10:04 - 11267 commenti

I gusti di Galbo

Kolossal biblico codiretto da Sergio Leone e Robert Aldrich. Le vicende narrate nei libri sacri vengono alquanto stravolte (nonostante il titolo, Gomorra non si vede mai) e il film è piuttosto pasticciato ed interpretato da attori inadatti al ruolo (uno per tutti Granger). Godibili le parti dedicate alle battaglie ma nel complesso si tratta di un film mediocre.

Homesick 26/04/11 18:07 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Kolossal dai piedi d’argilla. L’impegno di Granger e Baker, la gran panoplia di sensuali attrici e danzatrici e l’effetto delle scene di massa – la distruzione finale di Sodoma – sono magro riscatto di una trama tanto reboante quanto lenta, confusa e inconcludente: peplum coevi hanno saputo produrre di meglio anche con mezzi assai più modesti. Praticamente nulli gli agganci con le Sacre Scritture.

Belfagor 5/05/11 00:03 - 2617 commenti

I gusti di Belfagor

Nonostante i rimandi epici e i due nomi celebri alla regia, è un kolossal dalla trama aggrovigliata e dallo svolgimento piuttosto disomogeneo, in cui vari momenti di tedio sono in parte riscattati dalle discrete scene di battaglia (dirette da Leone) e dai balli sensuali delle danzatrici di Sodoma. Gli eventi seguono solo in parte l'episodio biblico citato dal titolo e la sensazione generale è quella di una gran confusione.

Enzus79 26/05/11 15:41 - 1723 commenti

I gusti di Enzus79

Sodoma e Gomorra è un filmone "tutto fumo e niente arrosto". Se non fosse per il buon finale e le belle scene di azione sarebbe completamente insufficiente. Stewart Granger in un non credibile Lot (assomiglia a Little Tony). Si è visto di meglio.

Nando 30/06/11 17:37 - 3440 commenti

I gusti di Nando

Peplum di discreto impatto visivo ma poco legato alle reali vicende bibliche. Valide le riprese belliche e della distruzione di Sodoma (a proposito, Gomorra menzionata nel titolo non appare pervenuta nella narrazione). Cast altisonante, tuttavia in alcuni frangenti la lentezza regna sovrana.

Von Leppe 16/12/11 18:35 - 1010 commenti

I gusti di Von Leppe

Film con tutti i luoghi comuni del cinema peplum-kolossal di stampo religioso; qui gli ebrei illuminati da Dio (invece dei cristiani con i romani) si lasciano corrompere dagli abitanti delle città di Sodoma e Gomorra, che già dai nomi (e dal titolo) lasciano intendere perversioni sessuali e violenza: la seconda c'è, la prima è appena accennata nel buon finale. Gli esterni sono girati in Marocco e vi sono molte scene di folla da vero kolossal; proprio per questo il film tedia e non esce dagli schemi religiosi e da un genere stantio.

Pinhead80 26/04/12 20:40 - 3780 commenti

I gusti di Pinhead80

Forse tra i film di Aldrich meno interessanti, questo peplum narra le gesta del popolo ebraico condotto da Lot lungo le sponde del fiume Giordano in prossimità delle città di Sodoma e Gomorra. Il punto debole del film sta nella scarsa caratterizzazione dei personaggi e nell'aver aprioristicamente compiuto delle gravi dimenticanze in fase di sceneggiatura (di Gomorra non vi sono tracce). Fiacco.
MEMORABILE: La caduta della città di Sodoma.

Quietcrash 21/06/15 23:43 - 83 commenti

I gusti di Quietcrash

Kolossal peplum in cui Sergio Leone è l'assistente di regia. La storia si allontana un po' dai testi biblici di riferimento e la gran parte è inventata di sana pianta, ma nonostante ciò la trama è piacevole da seguire e non annoia, mentre le scene della battaglia sono tra le migliori tra i film contemporanei e precedenti a questo. La colonna sonora coinvolge e il tema principale rimane in testa anche dopo la visione. Da vedere assolutamente.

Rigoletto 28/09/16 11:55 - 1478 commenti

I gusti di Rigoletto

Di fatto è un peplum a sfondo biblico, altamente infedele al testo e al messaggio originale. Ma l'infedeltà rappresenta solo uno dei problemi: il cast è decisamente fuori contesto, a cominciare dal protagonista Granger, sprecato in un ruolo che evidentemente non sente. In principio durava 2 ore e mezza e non è da escludere che l'ampio rimaneggiamento abbia finito per vanificare un lavoro che si trascina avanti a fatica. A parte la bella scena dell'attacco della cavalleria elamita e il finale è evidente che poteva essere più guizzante.

Daniela 24/05/19 21:19 - 8957 commenti

I gusti di Daniela

Passato alla storia come il fiasco clamoroso che quasi portò alla rovina la Titanus, "Sodoma e Sodoma" (come sarebbe stato più giusto intitolarlo data la latitanza di Gomorra) non è peggiore della media dei peplum di blanda ispirazione biblica del periodo, anzi possiede qualche pregio, ma è penalizzato dalla distanza fra il risultato e le aspettative, considerato che Aldrich aveva già diretto film molto più grintosi ed appassionanti. Qui invece tutto appare come imbalsamato, a cominciare da Granger che recita Lot atteggiandosi a Mosé.
MEMORABILE: I condannati legati ad una grande ruota che viene fatta rotolare nelle fiamme
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Undying • 6/10/09 00:44
    Scrivano - 7640 interventi
    Hanno scritto... "(...) qui l'aspetto erotico non è nelle scarse scene di tortura e di libidine cruenta, che qua e là intersecano la vicenda principale, quanto nella concezione generale dell'opera. Rivelatrici al riguardo alcune affermazioni della regina di Sodoma che, contrastando con Loth, sostiene il dogma fondamentale del sadismo: "Quello che tu", dice al capo ebreo "chiami vizio, io chiamo virtù e i miei dèi sono il piacere e il terrore." Nel film Sodoma non è stata concepita come la città del vizio e della cupola, ma come il simbolo di un regno sadiano organizzato sugli stessi valori, rovesciati, che regolano la vita delle altre nazioni." Gian Piero Brega, in Film, 1963
  • Homevideo Homesick • 30/03/10 10:45
    Capo scrivano - 1384 interventi
    Dal 22 maggio in dvd per 01 Distribution.
  • Curiosità Lucius • 25/03/11 00:41
    Scrivano - 8448 interventi
    Sodoma è attualmente una zona industriale sulla riva occidentale del Mar Morto, più o meno nella zona della penisola che ne distingue la parte settentrionale da quella meridionale. Nelle vicinanze, esiste un'altura chiamata Monte di Sodoma (Geb el Usdom, nella penisola di El Lisan), che secondo alcuni archeologi corrisponderebbe al sito dell'antica città.