LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 16/05/07 01:11 - 4720 commenti

I gusti di B. Legnani

Troppo patinato per l'argomento che tratta e popolato da prestazioni attoriali assai disuguali. Funzionano, per fare un paio di doppi esempi, la Bouquet e l'obeso Peter Berling, mentre non convince per nulla la Agren, qui proprio uno stoccafisso, e non ispira troppa simpatia il Coccioletti. Tre colonne in cronaca è di un altro pianeta.

Deepred89 29/06/08 12:20 - 3282 commenti

I gusti di Deepred89

Scarso gialletto di Vanzina, che strizza l'occhio alle produzioni americane. La Bouquet è bellissima, ma la storia non coinvolge e si trascina stancamente fino al deludente finale. Lo stile è un po' troppo patinato, ma in fondo non è malaccio. C'è di peggio, ma il film è tranquillamente evitabile.

Undying 30/06/08 19:14 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Prima incursione dei fratelli Vanzina nel thriller, ammorbidito da scenografie patinate e fascinosce presenze femminili, sovente di facili costumi. Anche se il risultato finale si discosta dall'ottimo traguardo conseguito con Sotto il Vestito Niente, va riconosciuto ai prolifici autori un certo gusto per la messa in scena ed un taglio personale, in grado di rendere, da subito, identificabile la cifra stilistica del giallo-erotico che contraddistingue una manciata di film di metà Anni Ottanta (non tutti diretti dai Vanzina, che han comunque fatto scuola). Piacevole.

Homesick 22/11/08 09:07 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Benché ampiamente riscattato da Sotto il vestito niente - anch'esso ambientato nel corrotto mondo dell'alta società - il primo approccio dei Vanzina al giallo italiano è un fallimento, sia per la malriuscita confusione tra generi diversi (il thriller e lo spionaggio), che per la leggerezza con cui sono trattati i generi stessi: scarsa la tensione, assente l'erotismo. La Bouquet è ombrosa e incomunicante, la Agren smorta, Coccioletti inconsistente e parodistico, Tinti troppo rapido. Ottimo invece il grande Del Prete e più che buono Berling.

Daidae 30/11/09 20:22 - 2738 commenti

I gusti di Daidae

Morbidissimo di Vanzina (che farà meglio in Sotto il vestito niente e decisamente peggio nelle successive produzioni). Bellissima la Bouquet, bravi gli interpreti maschili (escluso l'ispettore Colt, che somiglia più a un ballerino che a uno sbirro). Ambientazioni lussuose e patinate, tipiche dello stile Vanziniano. Pomposo, per niente sanguinario... ma non male.
MEMORABILE: Perchè ti fai chiamare Mystere? È un mistero.

Lucius 30/12/09 21:48 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Decisamente un bel film ambientato in una Roma più affascinante che mai. Squillo di alto bordo per una storia coinvolgente fatta di sesso e spionaggio. Una sceneggiatura non eclatante ma dignitosa e ben interpretata da tutti e principalmente da una splendida Carole Bouquet, mai bella come in questo film. Segno della naturale (e poco sfruttata) propensione dei Vanzina come giallisti. Da rivalutare.

Tomastich 2/07/12 13:51 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Prima della "Milano da bere" (snocciolata in Sotto il vestito niente e Via Montenapoleone), i Vanzina indagano sulla "Roma da marciapiede.. deluxe" e dirigono questo interessantissimo thriller che si divide tra tentazioni argentiane e ironici sguardi sullo spy-movie d'annata. Cast femminile di una bellezza straordinaria: Vanzina sempre numeri uno in queste scelte e in queste situazioni a cavallo tra diversi generi cinematografici.

Lupoprezzo 25/08/12 20:39 - 635 commenti

I gusti di Lupoprezzo

Prima incursione nel thriller per il regista romano, il quale dimostra di trovarsi perfettamente a suo agio con un'estetica leccatissima e leggera che prese soprattutto campo nella pubblicità anni 80. La storia si segue senza grossi problemi, ma non viene mai insaporita dagli ingredienti della tensione e del mistero, costringedo i protagonisti come marionette in scena, senza alcuna emozione o espressività (va detto che anche il cast ci ha messo del suo). La Bouquet conturba e affascina, ma sembra muoversi all'interno di uno spot pubblicitario.

Lorenz1990 19/07/14 09:30 - 15 commenti

I gusti di Lorenz1990

I Vanzina virano sul giallo confezionando un film che oggi dimostra ben più degli anni che ha: démodé probabilmente già all'epoca, si prende decisamente troppo sul serio strizzando l'occhio a inarrivabili gialli del passato ma, ahinoi, fallisce miseramente. C'è tutto il repertorio dei Vanzina: immotivata ostentazione di lusso e benessere, una sceneggiatura all'acqua di rose per essere il più generalisti possibili e una coppia di protagonisti (Bouquet e Coccioletti) che starebbe bene giusto su un cartellone pubblicitario. Dimenticabile.

Nicola81 12/08/14 18:18 - 1952 commenti

I gusti di Nicola81

I Vanzina hanno il coraggio di buttarsi nel giallo proprio quando il cinema di genere, in Italia, stava esalando gli ultimi respiri e lo fanno inaugurando uno stile che diverrà un vero e proprio marchio di fabbrica, messo al servizio di una storia dai risvolti spionistici. Bellissima la Bouquet, un po' fumettistico Coccioletti, bravi Del Prete, Steiner e Berling, sprecato Tinti, la Agren sarà pure troppo compassata ma mi piace a prescindere. Discrete le musiche di Trovaioli. Disimpegnato finché si vuole, ma sfido chiunque ad annoiarsi.
MEMORABILE: Il prologo; La Bouqut sul tetto braccata dall'assassino; Il prefinale.

Cotola 31/12/14 01:27 - 7517 commenti

I gusti di Cotola

So di essere una mosca bianca, ma l'ho preferito a tutti gli altri thriller vanziniani. La storia è godibile ed avvincente per tutta la sua durata e regge bene, pur con qualche inverosimiglianza, almeno per una cinquantina di minuti. Poi sotto questo punto di vista il film "scade" un po' (la decisione di sbarazzarsi di un cadavere "importante" che poi...; una lotta che diventa praticamente un due contro tutti e che tuttie e altro ancora) ed esagera in più di un'occasione. Con maggiore attenzione ed uno stile meno "leccato" e pubblicitario ne poteva venire fuori qualcosa di più incisivo.

Il Gobbo 5/09/15 22:59 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Tutto sommato migliore della non smagliante reputazione, questa onesta divagazione dei Vanzina bros sulle piste del giallo contaminato con lo spionaggio e dalla patina molto ottantiana. Coi pregi e i difetti che ne conseguono. Della lunghezza giusta, però, ritmo non soporifero e quindi esito finale di intrattenimento easy, non privo di autoironia. Potabile.
MEMORABILE: Le peripezie post-mortem di Del Prete

124c 7/01/16 13:43 - 2771 commenti

I gusti di 124c

Carole Bouquet, allora nota per i film di Buñuel e James Bond, dopo Bingo Bongo continua la sua easperienza italiana facendosi coivolgere dai fratelli Vanzina, che la dirigono in un thriller poliziesco a tinte sexy (non a caso la protagonista è una prostituta d'alto bordo) che sa anche di fumetto adulto. Certe trovate funzionano fino a un certo punto (l'assassino con il bastone truccato e le scarpe con le ghette o l'insipido poliziotto che Carole si porta a letto perché le fa da angelo custode). Cameo della bella Janet Agren.

Markus 13/01/16 18:09 - 3294 commenti

I gusti di Markus

Dopo l'indiscusso successo di Sapore di mare sfido chiunque a cambiare registro e tentare la via di un giallo patinato! I fratelli Vanzina l'hanno fatto con tanto coraggio e, forse, con un po' d'incoscienza. Thriller sofisticato nelle ambientazioni, con escort di lusso e una Roma alla Tenebre che attanaglia lo spettatore con il gusto - forse anche un po' morboso – di assistere a quest’intrigo di sangue e bellezze mozzafiato. Film sfortunato al botteghino, ma anticipatore (anche se lì ci si sposterà a Milano) di Sotto il vestito niente.

Ultimo 5/03/16 20:16 - 1358 commenti

I gusti di Ultimo

Primo ingresso dei Vanzina nel genere thriller con risultato solo in parte positivo. Il tentativo è quello di creare un giallo alla Argento con tensione, omicidi e colpi di scena; se da un lato l'intrigo funziona e gode di qualche buona scena, per contro le prestazione attoriali sono da latte alle ginocchia (ad eccezione dell'esperto Del Prete). Bruttina l'ultima parte in Asia.

Herrkinski 9/01/17 05:07 - 5125 commenti

I gusti di Herrkinski

Il primo tentativo di thriller dei Vanzina non raggiunge i livelli del classico Sotto il vestito niente, collocandosi comunque leggermente sopra la sufficienza rispetto a tanti altri sottoprodotti nostrani del periodo; nulla da eccepire infatti sulla confezione patinata (che ricorda a tratti il contemporaneo Tenebre) e su un cast tutto sommato azzeccato ma la vicenda in sé, a cavallo tra noir e spionistico, si trascina in modo piuttosto blando e innocuo, riscattandosi solo nelle poche scene d'azione e nei lievi accenni ironici. Si fa vedere...
MEMORABILE: L'inseguimento in auto sul lungotevere.

Il Dandi 24/03/17 20:44 - 1770 commenti

I gusti di Il Dandi

Stride il contrasto tra le astmosfere patinate tipiche del periodo e le macchinazioni demodé prese in eredità da un giallo anni '70, o forse perfino anni '60 visto che il tasso di violenza ed erotismo è assai più moderato del previsto. Fino a due terzi il film regge abbastanza bene, poi la deriva spionistica finale cala di interesse oltre di (già scarsa) credibilità. Comunque meno peggio di quanto si dica e, a un livello elementare, funziona.
MEMORABILE: Il prologo a Piazza di Spagna; L'assassino con il rasoio elettrico dentro la vasca da bagno.

Rambo90 17/10/17 02:55 - 6343 commenti

I gusti di Rambo90

I Vanzina in versione spionaggio (perchè di thriller vero e proprio non si può parlare): tutto sommato godibile, buon ritmo e una bella confezione tra la fotografia interessante e le piacevoli musiche di Trovajoli. Il plot è molto semplice e nessun twist arriva inaspettato ma si guarda senza fatica, senza dubbio anche per merito della bellissima Bouquet che trasmette un fascino non comune. Più insipido il suo partner maschile, oscurato dai ruoli di contorno di Del Prete e Steiner. Non male.

Ira72 27/12/17 22:02 - 939 commenti

I gusti di Ira72

Ammetto candidamente che a me i Vanzina, nel genere, piacciono eccome. Anzi, hanno dato una boccata di ossigeno a una media decisamente bassa dei thriller Anni 80. In questo caso, purtroppo, la seconda parte (soprattutto quella ambientata in Asia) è decisamente mediocre, ma la prima parte funziona e Carol Bouquet non deve recitare: basta ammirarla nella sua bellezza che compensa assai. Il tutto svaga e scorre senza tedio, con uno stile riconoscibile.

Myvincent 4/12/19 08:23 - 2549 commenti

I gusti di Myvincent

Stupendi occhi neri incorniciati da un viso latteo di rara bellezza: questa è Mystere, la migliore prostituta d'alto bordo a Roma, negli anni "da bere" in Italia. E così Carlo Vanzina realizza un giallo di costume, seppure dalla trama fragile (l'assassino si annuncia da solo), di affascinante presa e girato con magistrale professionalità. La perfezione fisica qui è di casa, scolpita sui corpi di Carol Bouquet e Phil Coccioletti. Finale fiabesco.

Giùan 31/05/20 10:49 - 2988 commenti

I gusti di Giùan

Mettiamo subito le cose in chiaro: mediocre con un unico perché, Carole Bouquet. Semplicemente fantastica, meravigliosamente fotografata, ancor meglio abbigliata e truccata (il taglio degli occhi poi gliel'ha dato mammà), con la voce della Di Meo che s'attaglia originalmente alla sua sensualità. Per il resto affatto propedeutico al notevolmente superiore Sotto il vestito, se non per il superficiale cotè e la agnizione del titolo nel dialogo tra la anziana coppia. Micidiale e mal condotto il mèlange tra giallo e spionistico, urtante a dir poco Coccioletti.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Schramm • 31/01/13 14:39
    Risorse umane - 6710 interventi
    chi ricorda la frase di lancio del trailer quando il mistero è un film, il film è mystere?
  • Homevideo Buiomega71 • 2/02/13 10:59
    Pianificazione e progetti - 21899 interventi
    Direttamente dalla collezione privata di Buiomega71, la vhs Creazioni Home Video

    Ultima modifica: 2/02/13 13:58 da Zender
  • Discussione Travis • 13/02/13 07:47
    Magazziniere - 591 interventi
    Lucius ebbe a dire:
    Travis ma non si potrebbe interpellare qualche scenografo in grado di arrivare a qualcuno che ha lavorato a questo film per arrivare ad individuare la misteriosa villa di Mystere? Sarebbe un bel colpaccio...

    Ho mandato una email a Paola Comencini ma sfortunatamente è rimasta lettera morta. Mi dispiace.
  • Discussione Lucius • 13/02/13 14:58
    Scrivano - 8326 interventi
    Grazie mille per il tentativo, l'mportante è battere tutte le strade.
  • Curiosità Zender • 29/04/14 18:40
    Consigliere - 43512 interventi
    Dalla collezione "I flanetti di Legnani" (con contributo di Zender al restauro), il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della prima tv (anno 1986) di Mystere:

  • Discussione Icaroblu • 29/04/14 18:50
    Disoccupato - 106 interventi
    Bellissimo film di Vanzina. Mi era piaciuta tantissimo la colonna sonora che avevo preso LP. Nel cast un Gabriele Tinti invecchiato. La Bouquet bellissima e strepitosa. Bel ricordo
  • Discussione Lucius • 29/04/14 19:19
    Scrivano - 8326 interventi
    Verissimo e sottovalutato.
    La colonna sonora è impagabile, la sento spesso.
  • Discussione Zender • 30/04/14 07:53
    Consigliere - 43512 interventi
    Infatti è uno scanddalo che continuino a mancare un dvd o un bluray...
  • Curiosità Zender • 3/05/16 16:49
    Consigliere - 43512 interventi
    Dalla collezione "Sorprese d'epoca Zender" il flano del film:

  • Homevideo Ruber • 3/04/18 01:05
    Compilatore d’emergenza - 8964 interventi
    La versione disponibile su raiplay, dura 1h23m49s