JFK un caso ancora aperto

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: JFK
Anno: 1991
Genere: drammatico (colore)
Note: J.F.K. è John Fitzgerald Kennedy. In originale la voce del narratore è quella di Martin Sheen.
Numero commenti presenti: 27
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Un capolavoro, la sintesi perfetta tra fiction e reale, un documentario montato strepitosamente, un cast da “urlo”, Un Kevin Costner pressoché perfetto, un ritmo serratissimo, tre ore di storia americana. JFK rimarrà con molte probabilità il punto più alto della cinematografia di Oliver Stone e un compendio indispensabile per capire l'America di fine '60. Bisogna però premettere che per capire un'opera simile, che deve giocoforza implicitare avvenimenti ai quali lo spettatore italiano è totalmente estraneo (per non girare altre 20 ore di pellicola), è necessario sapere cos'è stata la Baia dei Porci, conoscere Castro e i meccanismi-base della Cia e altre sottigliezze:...Leggi tutto ecco però che conoscendole si potrà vivere appieno un film straordinario, di proporzioni mastodontiche, in cui l'unico punto debole è rappresentato dagli insulsi dialoghi tra Costner e Sissy Spacek, moglie petulante e incapace di comprendere l'importanza del lavoro del marito. Ma è solo un piccolo neo nel trionfo del Kolossal intelligente. Non c'è per il resto una parola fuori posto, un attore sottotono e se anche è vero che alcune forzature nella ricostruzione di una plausibile verità esistono, sconvolge pensare a cosa l'America ancora si rifiuti di credere.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 5/09/07 15:52 - 11545 commenti

I gusti di Galbo

Nonostante la durata non indifferente, JFK è un film che non annoia mai: in gran parte il merito va al regista Oliver Stone, uno dei pochi registi dotato di passione politica e che costruisce il suo film sugli irrisolti misteri che circondano la morte di uno degli ultimi miti americani. La sceneggiatura si districa bene a seguire tutte le sottotrame della storia e il cast è decisamente all'altezza a partire da Costner che dimostra vero interesse per il suo personaggio, fino ad una serie di grandi caratteristi di lusso.

Il Gobbo 4/09/07 09:37 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Sorta di enciclopedico centone delle teorie paranoico-complottarde sempre di gran moda (e purtroppo sovralimentate in anni e da eventi successivi), e che rilancia l'urgenza di attribuire alla CIA un cavalierato del lavoro, visto il numero di carriere che ha generato; rimane palloso e ingarbugliatissimo nonostante lo stupefacente (e giustamente premiato) tour de force in moviola del nostro Scalia, davvero straordinario. A dare il colpo di grazia allo spettatore già provato è l'arringa del procuratore Costner, di letale inespressività. Ronf

Undying 5/09/07 23:08 - 3836 commenti

I gusti di Undying

Ricostruzione cronologica di un avvenimento che ha (meno) nel bene e (più) nel male cambiato la storia della nazione più "democratica" -dura lex sed lex- del Mondo. Stone predilige un approccio realistico ed obiettivo, cercando di scandagliare le cause e le motivazioni che sono -come lecito dubbio impone- forse ben al di là della semplice azione "deviata" commessa dal (capro espiatorio) Lee Harvey Oswald iterata, alla nausea, dalla cronaca ufficiale. Trattazione filmica (avallata da documenti) che origina una lecita domanda: quid est veritas?

Renato 11/11/07 14:40 - 1647 commenti

I gusti di Renato

Ottima ricostruzione di un noto evento, ma direi più di un intero periodo. Ben sceneggiato dal regista e da Sklar, è a volte solo un po' faticoso da seguire a causa della sterminata mole di informazioni che sottopone allo spettatore. Inoltre uno stuolo di attori tutti di primissimo livello anche in ruoli minori fanno senz'altro la differenza... Stone credeva moltissimo in questo progetto ed ha realizzato un film di prim'ordine.

Lovejoy 5/01/08 15:44 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

A tutt'oggi il capolavoro assoluto di Stone. Bella ricostruzione di un periodo, gli anni '60, molto turbolento per l'America. Si inizia con l'omicidio di JFK passando per quelli di Robert Kennedy e Martin Luther King, giungendo infine, dopo una serrata indagine, al processo. Sceneggiatura perfetta, regia puntuale e un cast all star sono la forza di una pellicola che, nonostante la durata fiume, continua ad avvincere. Memorabili le prove di: Costner, Oldman, Pesci e Lee Jones. Tra i camei: Lemmon, Matthau, Candy e Donald Sutherland. Cult.

Gugly 6/01/08 21:50 - 1022 commenti

I gusti di Gugly

Bello. Terrificante. Nonostante la lunghezza lascia addosso l'adrenalina, grazie al montaggio ed alle musiche. Le scene dell'autopsia di Kennedy sono più paurose di qualsiasi film horror. A parte gli interrogativi su quanto ci sia di vero e quanto inventato, il film lascia il segno nonostante qualche calo di tono nelle scene familiari di Garrison. Da urlo l'interpretazione di Sutherland.
MEMORABILE: Tutto il discorso di Sutherland (mister X).

Capannelle 17/09/08 12:40 - 3803 commenti

I gusti di Capannelle

Coinvolgere lo spettatore per tre ore non è facile ma Stone ci riesce. Crea abilmente l'atmosfera, inizia a disseminare dubbi sulla versione ufficiale e confeziona l'affondo finale surrogato dai contenuti più forti (il filmato di Zapruder, la pallottola magica, l'autopsia). Avrebbe sicuramente giovato tagliare tutte le scene familiari e parte dell'arringa finale di Costner. Sprecati, inoltre, Pesci e Lee Jones in parrucca. Come lo stesso Stone ammise la sua è una ricostruzione di parte, che omette tutte le controdeduzioni. Ma il dubbio rimane...

Rickblaine 23/04/09 19:15 - 635 commenti

I gusti di Rickblaine

Oliver Stone sforna uno delle sue opere più riuscite. Molto lungo e significativo. I dialoghi sono pungenti, agghiaccianti e ogni singola situazione storica viene studiata ed approfondita dallo staff di Jim Garrison (Kostner). Il video originale è straziante, ma obiettivamente importante per maggiorare l'interesse delle autorità sul caso. Il cast è ottimo e nessuno delude (Joe Pesci su tutti).

Enzus79 23/04/09 17:18 - 1918 commenti

I gusti di Enzus79

Un film inchiesta perfetto (o quasi) deve esser fatto da registi come Oliver Stone, sennò si rischia di far brutta figura. Il regista ha chiamato a sè un "plotone" di attori: tutti hanno risposto con una grande interpretazione (eccezionale Tommy Lee Jones). Forse il difetto sta nelle scene familiari, che Stone avrebbe fatto meglio a non mettere. Bel monologo di Costner al processo. Comunque, uno dei migliori film degli Anni Novanta.

Cotola 25/04/09 22:52 - 7746 commenti

I gusti di Cotola

Visto lo scopo che si prefigge (far luce sul più grande "buco nero" della storia del Novecento americana e non) non è particolarmente riuscito poiché chi non conosce già bene le vicende di cui si parla, farà fatica a capirci qualcosa. Tuttavia è un film ben realizzato, mosso da una sana e vera passione civile che ha avuto il merito non da poco di aver risvegliato l'attenzione su un caso che giaceva ormai seppellito. In ogni caso grandioso il lavoro fatto da Scalia (oscar strameritato).

Oliver Stone HA DIRETTO ANCHE...

Rambo90 29/01/10 02:26 - 6599 commenti

I gusti di Rambo90

Ottimo thriller giudiziario basato sugli eventi che portarono all'assassinio di Kennedy nel '63. Il film si sforza di ricostruire quell'epoca e di dare un colpevole e una spiegazione per quel terribile fatto di cronaca. Il cast è superlativo e basterebbe da solo a fare del film un capolavoro, ma anche i dialoghi sono perfetti e la ricostruzione è ottima. La lunghezza eccessiva è controbilanciata da una tensione che non molla mai lo spettatore, che alla fine del film saprà (forse) cosa è successo all'epoca realmente.

Piero68 22/12/10 14:24 - 2799 commenti

I gusti di Piero68

Capolavoro di uno Stone dei tempi migliori, quando riusciva a fare solidi film di denuncia. Anche se la parte del leone questa volta non la fanno la regia bensì la sceneggiatura, sempre di Stone, ed il montaggio monumentale del grande Pietro Scalia, che per questo film si guadagna l'Oscar. È grazie a lui che Stone può scegliere una sceneggiatura didascalica che non solo non fa perdere lo spettatore in un caos di nomi e avvenimenti ma lo tiene pure incollato alla trama senza soluzione di continuità. Cast all-star sempre all'altezza della situazione.

Markvale 11/09/11 10:40 - 143 commenti

I gusti di Markvale

Questa volta Stone può disporre di un budget stratosferico e di un cast di stelle più e meno giovani di prima grandezza per costruire il monumentale film - inchiesta che smonta la versione ufficiale della Commissione Warren sull'assassinio del Presidente Kennedy. Innovativo sul piano squisitamente stilistico e formale - un montaggio rutilante e vertiginoso, ricolmo di immagini e fotogrammi - pecca, però, per il didascalismo di fondo e la facile retorica profusa a piene mani. Nonostante l'impegno civile, ridondante e squilibrato...

Vito 31/03/13 16:22 - 686 commenti

I gusti di Vito

Grandioso film di Stone sulla cospirazione ordita per uccidere il presidente Kennedy. Il sogno americano si trasformò in un incubo. Una pellicola che riesce veramente a mettere ansia, che mostra come possa essere labirintico, asfissiante e spietato il Potere. Quasi un horror. Terrificante il lungo discorso di Mister X interpretato da uno straordinario Donald Sutherland. Regia spettacolare, attori eccezionali, bellissima colonna sonora. Capolavoro.

Didda23 19/07/13 11:54 - 2307 commenti

I gusti di Didda23

Quando c'è da narrare una storia complessa, fitta di complotti tesi e controtesi, Stone straccia letteralmente tutti. In 3 ore e 17 minuti condensa aspetti differenti dell'uccisione di Kennedy e riesce nel miracolo di non essere sconclusionato, lasciando un forte senso di appagamento nello spettatore. Non è solo la divina sceneggiatura a entusiasmare: in effetti il cast offre prove sublimi da parte di tutti gli attori e la gestione della tensione raggiunge la perfezione. L'unica nota stonata è il rapporto fra Kostner e la Spacek. Immenso.

Bizzu 23/12/13 01:22 - 210 commenti

I gusti di Bizzu

Il vero merito di questo film sta proprio nel non essere solamente un film: come da dedica finale si propone non tanto come verità assoluta ma come memoria e soprattutto spunto di riflessione per le generazioni che non hanno vissuto il fatto. Dal punto di vista strettamente cinematografico non c'è nulla da contestare: Stone dirige senza una minima sbavatura, con il consueto ritmo frenetico che aiuta a digerire la mole di eventi e personaggi che giustamente non potevano essere esclusi a favore di uno snellimento della pellicola.

Delpiero89 2/10/14 16:55 - 263 commenti

I gusti di Delpiero89

Lungo, lunghissimo ma bello, bellissimo. Stone sposa "la teoria del complotto" lanciata da Jim Garrison relativa all'assassinio del Presidente John F. Kennedy. Tutto è studiato dettagliatamente e confezionato con classe e i 205 minuti, seppur notevoli, appaiono giustificati. Gran lavoro di montaggio e regia, con interessanti frame dell'epoca. Bravo Kevin Costner mentre non si contano i volti celebri che via via si susseguono in ruoli più o meno importanti.

Saintgifts 24/11/14 18:28 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Tecnicamente (e per tecnicamente intendo regia, cast, interpretazioni, ricostruzione ambientale e sceneggiatura in genere) il film è notevole, ma ciò che ne aumenta il valore è la sensazione, molto forte, che si sia stati in grado di ricostruire l'atmosfera di un momento storico importante, sensazione che aumenta con il passare degli anni. Film che "matura" sempre più nel tempo, acquistando sapore, senza paura di avvizzire e perdere di interesse. Il film stigmatizza un'inchiesta che solleva un velo (neanche tanto fitto) sul sottobosco del potere.

Nicola81 11/10/15 20:25 - 2067 commenti

I gusti di Nicola81

Lo sguardo di Stone sul mistero per eccellenza della storia americana è quello del radicale antimilitarista che, nonostante tutto, vuole ancora credere nella giustizia. Un film monumentale per i mezzi impiegati e la durata fiume, documentatissimo e intricatissimo (a maggior ragione per lo spettatore non americano), ma il risultato è probabilmente il migliore possibile, malgrado qualche parentesi familiare di troppo. Costner al ruolo della vita, ma il cast è magistrale anche nelle seconde linee. Strameritato l'Oscar per il montaggio.
MEMORABILE: I due momenti cardine per me sono il lungo racconto di Sutherland e l'altrettanto lunga arringa di Costner.

Jandileida 13/12/15 09:57 - 1289 commenti

I gusti di Jandileida

Riaprire il caso Kennedy poteva essere per Stone un trappolone: scendere troppo nel dettaglio avrebbe reso il film un polpettone indigeribile, non farlo avrebbe significato lasciare a stomaco vuoto gli affamati di verità. Per fortuna il buon Oliver riesce a trovare la giusta via di mezzo: si riesce dunque agevolmente a seguire il filo delle investigazioni di un ottimo Costner, tra segreti di stato e sentieri sdrucciolevoli. Durata importante che magari poteva essere ridotta tagliando alcune scene di vita familiare in pratica inutili. Grande Oldman.

Kevin Costner HA RECITATO ANCHE IN...

Magi94 9/09/17 21:36 - 735 commenti

I gusti di Magi94

Notevole, con tutti i punti di forza basati sull'essere puramente e vigorosamente un film hollywoodiano: regia magistrale, sceneggiatura lineare che tiene il ritmo, interpreti più che adeguati e montaggio virtuoso. Certo bisogna dire che il modo di fare di Stone un po' sottintende una certa verità rivelata, un'assenza di dubbio che scade nel semplicismo e fa perdere quell'eleganza dei film d'inchiesta in cui siamo sempre maestri noi italiani (insieme a Costa-Gavras). Questo però non toglie che si tratti di un ottimo film di denuncia storica.

Minitina80 8/10/17 13:11 - 2468 commenti

I gusti di Minitina80

Un’opera straordinaria, quasi perfetta, a cui soltanto qualche piccolo neo impedisce di raggiungere la perfezione. Un film che andava fatto e che solo Oliver Stone poteva realizzare, lasciando in eredità qualcosa di più di un semplice interrogativo. A parte l’inespressività di Kostner e le inutili parentesi con la moglie, avvince per quasi tre ore e mezzo nelle quali dà l’idea della cornice storica di un evento tragico, mostrando dinamiche nascoste che decidono il destino di milioni di persone e modificano il corso della storia.
MEMORABILE: La guerra è il più grosso affare dell'America: un affare da 80 miliardi di dollari l'anno.

Paulaster 24/07/18 09:56 - 2992 commenti

I gusti di Paulaster

Il procuratore Garrison prova a indagare da solo sull'assassinio di John Kennedy. Sceneggiatura che scandaglia tutti i dettagli del complotto aiutata soprattutto dalle figure di contorno. Durata abnorme che poteva essere contenuta eliminando le vicende familiari e accorciando la retorica dell'arringa. Stone si permette pure di fare congetture infondate (le elezioni del 1948 in Italia). Notevoli la ricostruzione finale e le prove di Lee Jones e Oldman (impressionante la somiglianza con Oswald).
MEMORABILE: La copertina di Life taroccata; Lo sparo in faccia al Presidente con ingrandimento ravvicinato.

Rigoletto 6/10/18 07:22 - 1626 commenti

I gusti di Rigoletto

Il mistero dei misteri che ha scosso gli Stati Uniti è qui esaminato da Stone con occhio attento e interpretato da Costner con un piglio non dissimile da Gli intoccabili. Grande rimpatriata di vecchie glorie, alcune con dei cameo inutili (Lemmon e Matthau, peraltro separati), altre di pregevolissima fattura come quella superlativa di Donald Sutherland. Il film, lunghissimo, vanta inoltre il pregio non comune di riuscire a catturare costantemente l'attenzione dello spettatore. Chapeau!
MEMORABILE: Il cameo di Sutherland; L'arringa in tribunale di Costner.

Thedude94 15/01/20 01:02 - 657 commenti

I gusti di Thedude94

Oliver Stone ci mette la sua bravura di regista, oltre che un animo e una voglia che si vedono chiaramente in un'opera che, anche se passa il tempo, rimane negli annali del cinema politico americano. Il regista non si nasconde né dietro al patriottismo né al complottismo e riesce a raccontare la passione di uomini che cercano soltanto giustizia in uno Stato che li ha abbandonati. Bravi tutti gli interpreti, in primis Costner, Oldman e Lee Jones. Meravigliosa la fotografia e lodevole il montaggio, che fa scorrere le ore come se niente fosse.

Noodles 18/04/20 17:32 - 1035 commenti

I gusti di Noodles

Il film è girato quasi come un documentario, una vera e propria inchiesta e nonostante l'enorme durata lo stile è asciutto, senza concessioni allo spettacolo, sempre interessante e coinvolgente. E non rovinano il lavoro i brevi inserti della piccola crisi tra Garrison e la moglie a causa del suo impegno lavorativo che lo porta a trascurare la famiglia. Un lavoro coraggioso su un uomo coraggioso e su uno dei tanti lati oscuri della politica a stelle e striscie. Splendido. Kevin Costner ai suoi massimi livelli.

Ultimo 10/10/20 23:30 - 1425 commenti

I gusti di Ultimo

Grandissimo film di Oliver Stone che ha il pregio di tenere alta la tensione per oltre tre ore così da non annoiare.La vicenda dell'assassinio di Kennedy viene tratta con cura maniacale, merito di una sceneggiatura di ferro e di un cast di alto livello (Kevin Costner su tutti). Nulla viene lasciato al caso e l'ultima parte (la migliore), quella processuale ambientata in aula, permette a ciascuno di trarre le proprio conclusioni su uno degli eventi più famosi (purtroppo) del secolo scorso. Per amanti della storia contemporanea e in generale per gli amanti del grande cinema.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Buiomega71 • 13/11/14 18:10
    Pianificazione e progetti - 22400 interventi
    Zender ebbe a dire:

    Per quanto mi riguarda seppellisce qualsiasi cosa abbia fatto Stone prima e dopo


    Su questo mi tengo i miei seri dubbi...
  • Discussione Galbo • 13/11/14 18:19
    Consigliere massimo - 3816 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Per me i capolavori di Stone sono ben tre: U-Turn (assoluto), Nato il 4 Luglio (dolorosissimo come pochi) e Tra Cielo e Terra (di una violenza devastante, con innesti addirittura alla Cannibal Holocaust)



    Anche a mio parere Tra cielo e terra è un film assolutamente degno di menzione a torto sottostimato...
  • Discussione Zender • 13/11/14 18:29
    Consigliere - 44111 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Zender ebbe a dire:

    Per quanto mi riguarda seppellisce qualsiasi cosa abbia fatto Stone prima e dopo


    Su questo mi tengo i miei seri dubbi...

    Non puoi averli Buio; è il mio parere e di quello sono certissimo, non aver dubbi. Io mica ne ho sui tuoi tre Stone migliori, non potrei mai averne :)
  • Discussione Buiomega71 • 13/11/14 18:44
    Pianificazione e progetti - 22400 interventi
    Galbo: Sì, uno dei Stone che amo di più in assoluto e uno dei suoi film più vergognosamente sottovalutati

    Zender Sì, in fondo hai ragione...Non avevo letto "per quanto mi riguarda", indi per cui legitimissimo
  • Discussione Deepred89 • 13/11/14 19:24
    Comunicazione esterna - 1435 interventi
    Io di Stone avevo visto solamente Assassini nati (che non mi piacque), U-Turn (niente male) e Platoon (di cui non ricordo nulla attualmente). Tra cielo e terra non l'avevo mai preso in considerazione, ma rimedierò senza dubbio.
  • Discussione Raremirko • 16/11/14 23:11
    Addetto riparazione hardware - 3571 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Uno dei miei film della vita. Inarrivabile (anche per una mia fissazione con il delitto Kennedy). Joe Pesci nel ruolo più centrato della carriera. Per quanto mi riguarda seppellisce qualsiasi cosa abbia fatto Stone prima e dopo (e Stone a me piace) e devo dire che ho trovato perfetto anche Costner, a differenza di Deep. Sarà che Costner lo trovo quasi sempre impeccabile...


    Ti quoto a mille, ieri ho visto la director's cut da 197 minuti (in passato avevo visto la teathrical) e sono ancora scosso.

    Tutto perfetto, impossibile distogliere gli occhi dallo schermo, megacast (bravissimo anche Oldman).

    Imho il miglior film di Stone.
  • Homevideo Raremirko • 23/11/14 00:16
    Addetto riparazione hardware - 3571 interventi
    Tra i circa 50 minuti di scene tagliate (anche dalla director's cut), sono presenti una sorta di discorso immaginario post mortem di Oldman/Oswald all'interno dell'aula del tribunale e un finale alternativo dove Sutherland (con un'improbabile capigliatura rossa) incontra Costner per un discorso finale che affronta i motivi dell'uccisione del presidente.

    Fonte: versione 2 dvd del film director's cut.
    Ultima modifica: 23/11/14 09:08 da Zender
  • Discussione Saintgifts • 24/11/14 18:35
    Scrivano - 42 interventi
    Ho notato un Tommy Lee Wallace nel cast, che presumo stia per Tommy Lee Jones.
  • Discussione Zender • 24/11/14 19:09
    Consigliere - 44111 interventi
    Sì certo, corretto, grazie.
  • Curiosità Buiomega71 • 8/06/15 17:11
    Pianificazione e progetti - 22400 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv ("Lunedìfilm", lunedì 23 novembre 1993) di JFK - Un caso ancora aperto: