Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Di fronte a un soggetto tanto minimale, che rimastica senza fantasia la solita storia dell'ex gangster in pensione riportato in azione da chi gli ha ammazzato il cane... Il cane? Beh sì, ma perché il cane era l'ultimo regalo fattogli dalla moglie prima di morire, e poi gli hanno rubato anche la macchina... La macchina? Beh, ma era una Mustang customizzata mica male. D'accordo, diciamo che come movente per una vendetta che insanguinerà mezza New York è un po' deboluccio, ma in fondo John Wick lo fa per una questione di principio. Dovevano lasciarlo stare... lui ne era uscito a fatica da quel mondo, maledetti russi; e adesso invece un ragazzetto idiota in vena di arance meccaniche con gli amici gli...Leggi tutto è entrato in casa e ha fatto quel che ha fatto. Cosa si aspettava? Che John Wick detto l'uomo nero lo lasciasse in pace, una volta scoperto chi era? Ovviamente no. E infatti Wick si riprende le pistole che aveva sotterrato in casa e parte in missione punitiva. Ci proveranno a farlo fuori in 820, ma lui è un'iradiddio, ne uccide più che la peste e ha in testa un solo obiettivo: il ragazzetto scemo che ha scoperto nel frattempo essere figlio del suo ex socio russo. Gli mettono persino una taglia di due milioni di dollari sulla testa a Wick, ne pagano altrettanti per assoldare un killer professionista (Dafoe)... Macché, lui ha mille vite e non lo freghi in nessun modo, nemmeno quando ha la pancia sbudellata e il braccio rotto a tracolla! Keanu Reeves dà il volto all'ennesimo vendicatore solitario e letale per un action che trova la sua ragion d'essere nelle lussuose scenografie, nelle riprese ariose, nella splendida fotografia e nelle musiche supervisionate come si deve. Un noir convenzionale ma diretto con gusto, un po' povero nella caratterizzazione dei personaggi (a cominciare da un Keanu Reeves piuttosto anonimo, sono meglio le seconde linee), ma godibile nelle tante scene d'azione, ambientate abilmente e scosse come si conviene dall'immancabile montaggio furioso. Qualche raro spicciolo ironico che non guasta, un protagonista di pochissime parole e una corsa interminabile verso l'obiettivo finale che passa attraverso decine di ostacoli come se fossimo in un videogioco (parallelo suggerito dagli stessi autori nella sequenza in cui gli ammazzamenti reali si alternano a quelli di chi si diverte con uno sparatutto davanti alla tv). Divertente l'idea dell'albergo extralusso per gangster in cui è... vietato uccidere, ben studiata la presentazione di Wick ad opera del suo ex socio, che ne dipinge la sovrumana potenza al figlio scemo facendogli lentamente capire a chi è andato disgraziatamente a pestare i piedi. Sgargiante fumettone a luci prevalentemente notturne diretto da un attore/aiuto regista che ha sempre praticato l'action, JOHN WICK mantiene quello che promette senza sconfinare di un millimetro dal suo campo. Dignitosamente modesto, elegantemente stiloso fin nella sovrapposizione dei sottotitoli per i dialoghi in russo.

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/01/15 DAL BENEMERITO VICCROWLEY POI DAVINOTTATO IL GIORNO 1/02/15
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Didda23 3/02/15 09:22 - 2436 commenti

I gusti di Didda23

Un film corretto, che non vola troppo alto né troppo basso, penalizzato esclusivamente dalla scarsa originalità del soggetto. Senza dubbio si apprezza la ricercatezza delle location e degli interni (l'hotel, la spa, la casa del protagonista) e la bellezza di certe sequenze action. Si percepisce, quindi, una cura formale notevole (vedasi i sottotitoli) che cozza con l'ordinarietà dei dialoghi e delle prove attoriali (Dafoe pare un po' sprecato). Gli appassionati del genere, soprattutto se senza troppe pretese, potranno sicuramente gradire.

Viccrowley 16/01/15 12:39 - 814 commenti

I gusti di Viccrowley

Sulla scia degli ultimi action con gli indistruttibili Washington e Neeson si fa largo il redivivo Keanu Reeves, con un personaggio come di consuetudine in cerca di vendetta. I registi vengono dalla direzione degli stunt e si vede, data l'eleganza e cineticità delle sequenze d'azione che mischiano arti marziali, parkour e armi da fuoco, facendo di Reeves una sorta di fumetto vivente, silenzioso e quasi invulnerabile. Inutile cercare chissà quale finezza di sceneggiatura, tutto scorre su binari canonici meritevoli comunque di una spensierata visione.
MEMORABILE: Una volta l'ho visto uccidere tre uomini in un bar... con una matita, una fottuta matita!

Digital 23/01/15 12:32 - 1259 commenti

I gusti di Digital

Lasciate ogni speranza di originalità, voi che vi accingete a visionare John Wick... Action movie centrato sul solito eroe invincibile in cerca di vendetta (il pretesto arriva dall’uccisone del suo cagnolino e dal furto della sua scintillante Mustang del '69), dal ritmo vorticoso e dall'elegante fotografia prevalentemente notturna. Ottimamente coreografate e pregne di violenza le scene di lotta. Inverosimile, derivativo, ma anche tanto tanto divertente, questo fumettone ipercinetico con un Reeves che sembra non risentire dello scorrere del tempo.

Rambo90 27/01/15 23:14 - 7742 commenti

I gusti di Rambo90

Trama già vista, sicuramente, ma spettacolo di indubbio coinvolgimento e confezione davvero ottima. John Wick è il classico action vecchio stampo: una vendetta da compiere, sparatorie, combattimenti e un protagonista indistruttibile. La regia è buona e la storia è in crescendo, da una partenza lenta fino a uno scontro finale old style (a mani nude). Reeves nel ruolo migliore da anni, Nyqvist ottimo villain e la partecipazione sempre gradita di Dafoe. Cosa si può cercare di più?

Daniela 28/01/15 00:06 - 12786 commenti

I gusti di Daniela

Consigli da tenere bene a mente: non rubate Mustang e soprattutto non uccidete cagnolini innocenti. Il loro padrone potrebbe essere un ex killer professionista, ed allora per voi sarebbero guai seri. Poste le premesse nel primo quarto d'ora, parte la vendetta, tremenda vendetta, con Reeves letale e quasi infrangibile ed una caterva di tizi che cercano di fargli la buccia e/o di salvare la propria. Originalità scarsa (a parte l'idea dell'hotel di lusso zona franca per i criminali), ma passatempo assicurato se si cerca solo un action scacciapensieri con poche chiacchere e ancor meno pretese.
MEMORABILE: Il controllo del poliziotto ("ha ripreso il lavoro?"); il servizio di ripulitura ed asporto dei cadaveri (raccolta differenziata porta a porta)

Puppigallo 29/01/15 19:05 - 5333 commenti

I gusti di Puppigallo

In un action che basa tutto su protagonista e azione, se non si può contare sul carisma del primo, per quanto si susseguano uccisioni e si getti nella mischia Dafoe, il risultato sarà comunque una pellicola vedibile e nulla più, della quale non rimarrà quasi subito alcuna traccia mentale. Si può soprassedere sulla fantascientifica micidialità dell'ex sicario (un Terminator in carne e ossa), ma quando si guarda in faccia Reeves non si può fare a meno di pensare che i sui ruoli più credibili restino quelli di prostituto in Belli e dannati e di fighetto volante in Matrix.
MEMORABILE: Dice del protagonista: "Lui non è l'uomo nero. Lui è quello che mandi a uccidere il fottuto uomo nero". "Notte John". "Notte Jimmy".

Galbo 28/01/15 18:31 - 12456 commenti

I gusti di Galbo

Killer tosto e "cazzuto", John Wick è il protagonista di un film che non eccelle certo per l'originalità della trama, ma ha una sua ragione di essere: nobilitato da un buon cast, con il ritorno in grande spolvero di Keanu Reeves e il degno antagonista di Michael Nyqvist, pregevole per la fotografia notturna e con scene d'azione di ottimo livello, fatta la tara per l'inevitabile esagerazione che rende il protagonista una sorta di Rambo 2.0. Il finale lascia aperte le porte per un possibile sequel. Godibile.

Magnetti 13/03/15 10:43 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

La capacità del film di creare intorno al personaggio di John Wick l'aspettativa di vedere un killer micidiale è straordinaria e, per gli amanti del genere, impareggiabile. La sensazione perdura in tutto il film perchè quando si parla di Wick tremano tutti (anche la polizia non si osa a redarguirlo). La miccia che lo (ri)accende poi è geniale (il cagnolino ucciso a sprangate). Peccato che quando si passa dalle aspettative alle scene girate si perda un buon 50% restando nella media dei film di azione. Reeves era perfetto per la parte ma non sono riusciti a sfruttarlo al meglio. Peccato
MEMORABILE: Il poliziotto che bussa a casa Wick: lui apre insanguinato con vari corpi a terra. Il poliziotto "tutto bene lei?" e se ne va.

Capannelle 29/05/15 11:17 - 4445 commenti

I gusti di Capannelle

I due registi dimostrano senso del ritmo e conoscenza del genere, ma la storia manca di quel quid che possa stimolare la mente. Non tanto per l'originalità della trama (è come cavar sangue dalle rape) ma per la mancanza di varianti nei personaggi o spunti ironici. Alla fine chi rimane impresso (oltre alla fottuta cagnetta) è infatti un cattivo abbastanza autoironico interpretato da un Nyqvist in forma. Reeves tra luci e ombre, Dafoe marginale. Confezione visiva comunque buona.

Minitina80 6/06/15 16:17 - 2998 commenti

I gusti di Minitina80

Anche i meno smaliziati riusciranno a capire lo svolgimento della trama e come andrà a finire dopo i primi minuti di pellicola, pertanto non ha senso spendere ulteriori parole a riguardo. È un prodotto di intrattenimento che vanta una buona fotografia, un Keanu Reeves all’altezza e tanta azione figlia della sete di vendetta. Dicreto, ma ci si accontenta di una visione senza troppa voglia di rivederlo. C’è anche Willem Dafoe, ma è decisamente relegato in secondo piano.

David Leitch HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Atomica biondaSpazio vuotoLocandina Deadpool 2Spazio vuotoLocandina Fast & furious - Hobbs & ShawSpazio vuotoLocandina Bullet train

Jandileida 15/07/15 11:36 - 1583 commenti

I gusti di Jandileida

Action di buona fattura che rivisita, diligentemente, il tema millenario del revenge. Stavolta a fare esplodere l'ira funesta di un killer leggendario è nientemeno che la dipartita di un cagnolino: storia senza fronzoli che va dritta al sodo della furia dell'eroe ferito che si rivolge contro tutto e tutti. Va sicuramente ricordata la scena della sparatoria in discoteca, veramente ben coreografata e dal sapore orientale. Tonico il cast con il redivivo Keanu e il brillante Nyqvist a spiccare su tutti. Buon film di genere.

Medicinema 4/01/16 00:12 - 125 commenti

I gusti di Medicinema

Alla sua filmografia, sempre più confusa, degli ultimi anni Reeves aggiunge questo action, alla stregua di tante star di Hollywood, che non mette e non toglie nulla alla sua carriera. Seppur dotato di alcuni guizzi originali, infatti, il film non riesce a sganciarsi dai triti stereotipi del genere, incentrandosi sulla solita vendetta personale scatenata dal solito sgarro. Atmosfere cupe alla Max Payne e una girandola di personaggi che manda quasi in confusione, tanto che alla fine è meglio accontentarsi delle scene d'azione, neppure memorabili.
MEMORABILE: La motivazione della vendetta: un povero cagnolino...

Piero68 4/01/16 11:01 - 2961 commenti

I gusti di Piero68

Revenge-movie senza un briciolo di originalità e dai toni volutamente esasperati. Se siete amanti dei cani godrete come matti quando Reeves/Wick versione Terminator mieterà i cattivi a frotte, colpevoli di avergli rubato la macchina e ucciso un cucciolo. Diversamente sarà difficile farsi una ragione di tanto sadismo. Cast ben assortito con una discreta fotografia notturna e buoni interni. Qualche trovata divertente e ottimi i camei dei vari Leguizamo, McShane e Defoe. Insomma, se ci si dimentica che un film ha anche bisogno di una storia...

Nando 4/01/16 16:43 - 3837 commenti

I gusti di Nando

Action abbastanza convenzionale con il tema della vendetta come linea guida. Sparatorie e combattimenti di buona fattura intercalati con inseguimenti automobilistici. Reeves ha il fisico e lo charme del bello e dannato e appare indistruttibile, riusciti solo in parte i suoi antagonisti, buona parte di Dafoe. Probabile il seguito.

Parsifal68 4/01/16 22:18 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

Ad un killer della malavita "a riposo", vedovo inconsolabile, rubano la costosissima auto e gli uccidono il cagnolino che la povera moglie in fin di vita gli ha regalato prima di morire. Non l'avessero mai fatto! Dopo Neeson e Washington anche il talentuoso Reeves cade nelle grinfie di questi esagerati e americanissimi action movie con il superman indistruttibile di turno, che uccide tutto e tutti e nessuno riesce a uccidere. Certo lui è bello e dannato, ma non basta a salvarlo dal ludibrio. Puah.
MEMORABILE: La bellissima casa e il cagnolino.

Scarlett 10/01/16 05:14 - 307 commenti

I gusti di Scarlett

Altro che cinefili, questa pellicola sarebbe meglio definirla per cinofili. Già, perché che fai? Freddi il cane di un pericolosissimo sicario e poi, peggio, gli freghi la macchina? Considerando che si potrebbe dire che abbia ucciso per molto meno, Keanu-monoespressione si lancia in una mischia interminabile di sequenze action e sparatorie e si salvano giusto queste, vista la pochezza dei dialoghi e di tutto il resto del teatrino. Evitabile con serenità.

Pol 16/01/16 15:06 - 589 commenti

I gusti di Pol

Essenziale e asciutto come un buon action deve essere. Non ci sono sfumature, intrighi, colpi di scena, solo un'inarrestabile vendetta che ci regala alcune sequenze genuinamente esaltanti come la lunga caccia all'uomo nel red circle, roba che riguarderei in loop. I piedi sono ben piantati nel cinema di genere duro e puro, senza alcuna ambizione "alta", senza alcuna plausibilità né verosimiglianza, solamente con la voglia di alzare il volume e spaccare tutto. Di fronte a film così onesti mi commuovo.

Hackett 14/06/16 18:57 - 1868 commenti

I gusti di Hackett

Action adrenalinico che segna il ritorno di Reeves in un ruolo macho, dopo quello unisessuale di pellicole più sentimentali. Il bravo Keanu sembra quindi interessato a rilanciarsi come altri colleghi tramite la forza fisica e coglie l'occasione di questo action della vendetta dove può sfoggiare una discreta agilità e una totale mancanza di pietà. Per il resto trama da fumetto, solito corollario di criminali slavi e arti marziali letali miste a proiettili. Divertente per una visione scacciapensieri.

Taxius 10/03/17 13:42 - 1656 commenti

I gusti di Taxius

Il figlio di un boss mafioso russo uccide il cane e ruba la macchina a un tizio qualunque; peccato che quel tizio sia John Wick, pericolosissimo killer in pensione. Il torto scatenerà la sua vendetta. Riuscito e divertente action in stile moderno in cui non sono più i muscoli i protagonisti. Sembra un fumetto, con bellissimi colori fluorescenti e scene action molto veloci, con sparatorie e scazzottate piuttosto violente. La trama è semplice (una vendetta e il conseguente sterminio dei cattivi), ma il tutto è gestito molto bene.
MEMORABILE: Il combattimento in discoteca.

Saintgifts 1/04/17 00:20 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Lo stupido figlio del boss avrebbe dovuto capire fin dalla prima risposta in russo che John Wick gli dà, alla sua richiesta di vendergli l'auto d'epoca, che non era il caso di insistere malamente, ma tant'è, il film doveva pur procedere. Action revenge esagerato, ma è proprio l'esagerazione, assieme a trovate originali (l'hotel di lusso, il rispetto di tutti verso il protagonista, killer straconosciuto) la cifra che connota un film che ha il torto di stancare dopo le prime sparatorie e scazzottate, che poi si ripetono con risultati prevedibili.

Dean Winters HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Hellraiser 6: HellseekerSpazio vuotoLocandina P.S. I love you - Non è mai troppo tardi per dirloSpazio vuotoLocandina OzSpazio vuotoLocandina Strip search

Redeyes 17/07/17 07:58 - 2456 commenti

I gusti di Redeyes

John Wick ritirato dal mestiere viene turlupinato in casa come un povero pensionato della Bassa e siccome al cavaliere nero non gli devi rompere riveste i vecchi abiti. Lo sviluppo non eccelle in originalità e per quanto Reeves possa apparire come un clone del Meccanico Statham ci si riesce a divertire. Tutta la storia è un'adrenalinica sparatoria su e giù per la città, credibile quanto la neve d'agosto a San Francisco, ma apprezzabile per certe trovate come il Continental e per le scene di lotta efficacemente divertenti.
MEMORABILE: Il regno del Continental.

Ultimo 25/02/19 17:30 - 1672 commenti

I gusti di Ultimo

Una sorta di Giustiziere della notte in versione moderna, ben interpretato da Keanu Reeves. Il film ha una trama piuttosto semplice ma è totalmente costruito su scene d'azione ben fatte, con sparatorie a tratti esagerate ma apprezzabili, per gli amanti del genere. Finale piuttosto scontato, ma va bene così. Bravo anche Michael Nyqvist, del quale si apprezzano gli scambi di battute col nemico John Wick. Buono.
MEMORABILE: La scena con sparatoria nella piscina.

Noncha17 28/06/19 14:00 - 87 commenti

I gusti di Noncha17

Ecco il debutto alla regia dello stuntman che ha dato il via agli action/revenge-movie con certe atmosfere "al neon" mixate alle arti marziali (vedi la variante femminile Atomica bionda). E' sorretto da una fotografia impeccabile e da un'eccellente soundtrack a opera di Tyler Bates, poi anche compositore per il qui presente Marilyn Manson. Quello che colpisce maggiormente dello script è il "mondo" creato attorno a un hotel come zona neutra! Inoltre, è sempre stata la semplicità - unita all'efficacia dello humour (questo mai "usato" dal protagonista) - a far funzionare questo tipo di film...
MEMORABILE: Il modo di "sfogarsi" di John; Le frasi in sovrimpressione; Il caveau a fuoco; Pagamento a gettoni; In discoteca; Le riprese notturne sulla città.

Il ferrini 17/06/20 01:27 - 2426 commenti

I gusti di Il ferrini

Più vicino a un videogame che a un film vero e proprio, è sostanzialmente l'ennesimo vengeance movie in cui il protagonista fa una strage, il tutto strutturato con i tipici livelli che aumentano di difficoltà fino ad arrivare al villain finale. Reeves deve stare zitto e avere un'unica espressione per tutta la durata, quindi è perfetto. Detto questo, non si può negare che Il film sia maledettamente divertente e che scorra veloce mantenendo sempre alta la tensione. Il figlio scemo del boss mafioso potrebbe rammentare Cassel ne La promessa dell'assassino. Fumettone simpatico. 

Daraen4 7/01/21 01:20 - 102 commenti

I gusti di Daraen4

Una confezione da urlo, decorata da musica elettronica al neon, per una storia basilare e raccontata da un montaggio alla Tarantino, prima le conseguenze poi le cause, dotata di un ritmo che si alza lentamente, senza accorgersene, dietro a una musica incalzante e che accompagna le perfette scene action; un videogioco che non insulta, anzi, abbraccia e onora il cinema, dandoci in pasto un supereroe finalmente non tratto da fumetti; il noir che si impasta con l'azione, in un turbinio iper-calcolato, in un universo narrativo tutto da esplorare.

Pinhead80 7/01/21 21:26 - 4920 commenti

I gusti di Pinhead80

Quello che sembra essere un uomo mansueto a cui è mancata la moglie e che è stato derubato dell'auto (e non solo), si rivelerà essere una sorta di macchina da guerra vendicativa chiamata in gergo "uomo nero". Il più classico dei film d'azione con vendetta annessa è ben interpretato da un credibile Keanu Reeves. John Wick non parla molto, reagisce d'istinto ed è praticamente inarrestabile. Tanto basta a renderlo leggendario. Il resto del cast si comporta bene (Dafoe su tutti) e alcune trovate sono simpatiche e geniali (gli uomini che arrivano a ripulire quanto combinato da Wick).
MEMORABILE: I poliziotti che arrivano a casa di John Wick e che se ne vanno chiedendogli se ha ripreso a "lavorare"; L'albergo e i suoi servizi.

124c 22/02/21 03:19 - 2935 commenti

I gusti di 124c

Se Liam Neeson affronta i film d'azione con la sua tipica serietà, Keanu Reeves qui, nel ruolo di un ex-killer che torna in attività per sterminare dei mafiosi russi, lo fa con una certa autoironia e violenza pulp da videogioco spara-spara e picchiaduro, che piace e conquista. Buono il cast di contorno, in special modo il cecchino- killer di Willem Dafoe, la bella femme fatale Adrienne Palicki e l'ambiguo Ian Mc Shane. Primo capitolo di una saga che parte da alcune ragioni simboliche quanto assurde: la morte di un cagnolino e il furto di un'auto sportiva.

Schramm 12/07/21 17:28 - 3578 commenti

I gusti di Schramm

Directory: mafia russa ---> auto rubata + cane ucciso ---> proprietario imbufalito che vedi caso è 1) ex ammazzatutti e 2) più industruttibile di titanio, silicio, acciaio e Hulk combinati ---> 90' di fight-scenes a tutta iperbole ma a frequenza cardiaca 0, capitanate da un Reeves per metà ancora Matrixlineare e per l'altra re del silates ---> exe autoironia introvabile (grosso guaio, in difetto di verosimiglianza) ---> disco coinvolgimento pericolosamente infetto e hardware filmico inchiodato. Si desidera quarantenare quest'elemento e installare l'anti-malwares Naishuller? Si.

Anthonyvm 17/07/21 16:18 - 5889 commenti

I gusti di Anthonyvm

Sfavillante rilancio per Keanu Reeves in campo action-thriller, con un revenge movie tanto fumettistico quanto appassionante, un'overdose di adrenalina che fa delle coreografie combattive e del montaggio frenetico le sue infallibili armi. Non ci si poteva aspettare diversamente dall'esordio dietro la macchina da presa di uno stuntman esperto come Stahelski, che confeziona un piccolo capolavoro di violenza videoludica, dark (magnifica fotografia) e divertente come non se ne vedevano da anni, contornato da una colonna sonora da brividi. Piccola ma preziosa la partecipazione di Dafoe.
MEMORABILE: Il pestaggio con canicidio; Il tavolo per 12; La strage al locale; Attentato in camera d'albergo; Il massacro nella chiesa; Resa dei conti senza armi.

Thedude94 20/04/22 23:38 - 1112 commenti

I gusti di Thedude94

Trovare un film d'azione così ben diretto e girato al giorno d'oggi risulta molto difficile, ma John Wick ribalta completamente il punto di vista moderno di action sopra le righe riportando una certa classicità nelle scene di combattimento e sparatorie, che dominano il racconto. Stahelski ha un passato da stuntman, e si vede, e dà giustamente il meglio di sé nella regia delle scene più frenetiche e nelle coreografie, piuttosto che basarsi sulla sceneggiatura e sui dialoghi, che qui sono davvero pochi. Qualche ingenuità c'è, ma non si può dire che non sia un buon film.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Un duro per la leggeSpazio vuotoLocandina The city of violenceSpazio vuotoLocandina La lineaSpazio vuotoLocandina Belly of the Beast - Ultima missione

Enzus79 20/11/22 23:11 - 2982 commenti

I gusti di Enzus79

John Wick, ex killer a pagamento, dovrà vendicarsi dell'uccisione del suo cane e del furto della sua auto. Film action incentrato sulla vendetta, e fin qui niente di nuovo. I fattori più interessanti sono evidentemente la regia (ottimi gli inseguimenti e le scazzottate) e il protagonista, che risulta tutt'altro che stereotipato. Discreta la colonna sonora. Adrenalinico.

Muttl19741 2/04/23 18:21 - 164 commenti

I gusti di Muttl19741

Apoteosi della "cafonata" all'americana,  pellicola intrisa di quarant'anni di collaudata abilità negli action movies puri. Violentia gratia violentiae, supportata da una trama risibile e pretesti quantomeno discutibili. Puro intrattenimento, comunque ben riuscito e costruito, portato sullo schermo da un ottimo Keanu Reeves supportato da ottimi e noti comprimari. Minestra mangiabile e saporita.

Jena 10/05/23 19:51 - 1575 commenti

I gusti di Jena

Bisogna vederlo come un videogioco o meglio ancora come un fumetto in movimento. Allora ci si può anche divertire, perché di qualità tecnica ce n'è parecchia, a partire dall'ottima regia e dall'ottima fotografia con immagini e inquadrature assai curate. Bella anche la soundtrack incalzante. Da tempo non si vedeva un Reeves così in palla; ottimi però soprattutto il cattivone russo di Nyqvist e l'ironico McShane. A livello di trama l'unico interesse è vedere come saranno accoppati gli sgherri di turno (buona però l'idea del Continental zona franca dei criminali).
MEMORABILE: Il massacro nel locale che neanche in Kill Bill; Le riprese della città dall'alto; Reeves uomo nero specie di incrocio tra Michael Myers e Terminator.

Giùan 8/07/23 10:08 - 4663 commenti

I gusti di Giùan

Difficile davanti a opere di così regressiva gratuità non farsi venire in mente il feroce censore morettiano contro Henry (che per inciso è ben più ambiguo e disturbante del qui presente John), soprattutto quando il livello narrativo è talmente basico (una sorta di fratello delle Erinni nato dal sangue non di Urano ma d'un cagnolino), da dover necessariamente anteporre la forma alla sostanza. Ma pure qui il film risulta perdente su una linea filmografica che da Melville arriva a John Woo. Di buono l'idea dell'hotel di "confine" e "tregua" e un Nyqvist molosso russo con prole inetta.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Discussione Schramm • 25/07/21 16:59
    Scrivano - 7707 interventi
    antò, considerato che questo trittico ti ha reso particolarmente entusiasta dovresti assolutamente vedere come è stato inventivamente riprocessato/svecchiato da ilya naishuller. e sapere, ma forse già ne sei al corrente, che tra circa un annetto dovrebbe approdare in sala il quarto - glub! - capitolo.
    Ultima modifica: 25/07/21 18:29 da Schramm
  • Discussione Raremirko • 25/07/21 17:54
    Call center Davinotti - 3862 interventi
    Ho visto solo il primo e lo trovai solo discreto.
  • Discussione Anthonyvm • 25/07/21 23:55
    Scrivano - 813 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    antò, considerato che questo trittico ti ha reso particolarmente entusiasta dovresti assolutamente vedere come è stato inventivamente riprocessato/svecchiato da ilya naishuller. e sapere, ma forse già ne sei al corrente, che tra circa un annetto dovrebbe approdare in sala il quarto - glub! - capitolo.
    Oh, sì, ho già puntato l'attenzione sul nuovo film del regista moscovita, anche per la presenza di Bob Odenkirk che è un bel fiore all'occhiello. Vorrei recuperare pure il suo esordio in POV, di cui ho visto solo alcuni frammenti in TV anni fa.
    E naturalmente non mi farò scappare la quarta entry! ;)