LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Quando gli entrano in casa i ladri e lui, invece di reagire, li lascia andar via imponendo al figlio che ne aveva abbrancato uno di mollare la presa, si potrebbe pensare ma sì, basta con questi vendicatori selvaggi, un po' di sano buon senso... Poi però leggi che il nome dello sceneggiatore è quello dei tre JOHN WICK e qualcosa non torna. Perché anche qui i cattivi pare abbiano fatto qualcosa che non dovevano: non sarà proprio come ammazzare il cane ma portar via il braccialetto col gattino della figlia non si fa, andiamo... E così ecco che il grigio contabile Hutch Mansell (Odenkirk), fin lì dipinto come un travet che trova rifugio solo nella sua famiglia, parte al contrattacco, lasciando...Leggi tutto per strada ogni mezza misura e trasformando il film in qualcosa che fa ripensare a Rambo e John Wick come a umili esponenti del Neorealismo. Poco da fare: Mansell, in arte "Nessuno" (così lo chiamavano la CIA, l'FBI e chi più ne ha più ne metta), se le va a cercare come un perfetto attaccabrighe, e se vede salire in autobus il più tipico gruppo di bulletti pronti a molestare la ragazzina indifesa di turno non si fa pregare per scatenare l'inferno, tra fiotti di sangue, pugni, calci e miserevoli tracheotomie fai-da-te. Insomma, dopo la falsa partenza si rientra nei binari dell'action tritatutto con un nuovo eroe che una ne pensa e cento ne fa fuori. E che naturalmente tra i fatti fuori becca quello sbagliato, ovvero il fratello di un ferocissimo russo (Serebryakov) che ha il compito di sorvegliare l'enorme capitale in loco della mafia del suo paese. "Nessuno" deve pensare a proteggere la moglie (Nielsen), i due figli e pure l'anziano padre all'ospizio (Lloyd), ma il modo per liberarsi le mani lo trova, e cancellato il passato da bravo contabile si prepara alla sua guerra personale, a combattere cioè contro eserciti di killer armati dalla testa ai piedi che non vedono l'ora di farsi da lui macellare per il nostro sollazzo; perché quello non manca, inutile negarlo... Ormai siamo a chi la spara più grossa, e questo NESSUNO ha le carte in regola per salire ai vertici dell'implausibilità figlia di vecchi luoghi comuni, in questo caso il veterano reduce da chissà quali battaglie che se lo attaccano con un coltello si diverte pure di più. E si sa che in film così a salvarci dalla noia possono intervenire solo due cose: una regia capace che non ceda mai nel ritmo e una buona dose d'ironia che non faccia mai prendere troppo sul serio quello che in fondo resta un fumettone iperviolento in cui schierarsi come sempre dalla parte dell'invincibile eroe che non lo butti giù neanche se gli punti contro la canna d'un carrarmato. Odenkirk si presta bene alla bisogna e la faccia da simpatica canaglia alla Bruce Willis ce l'ha, anche se è meno scanzonato, inserendosi nella terra di mezzo tra John McClane e John Wick (o John Rambo, se vogliamo citare il padre di tutti i vendicatori inattaccabili). Nayshuller intanto non sarà John Woo (per esaurire i John in lista) ma le sue belle idee per mettere in scena un bel po' di violenza gratuita le ha. Per chi ama il genere una bella sorpresa, per gli avversatori il solito sparatutto da lasciare volentieri ai videogiocatori incalliti...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/04/21 DAL BENEMERITO HERRKINSKI POI DAVINOTTATO IL GIORNO 24/08/21
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Herrkinski 18/04/21 14:26 - 6588 commenti

I gusti di Herrkinski

Scritto dallo stesso autore di John Wick e si vede; le similitudini tra i due film sono molteplici ma qui l'azione e il body-count sono moltiplicati per mille, da far impallidire i vari Norris, Stallone & co. Adrenalinico, iper-violento (tanti i momenti grafici), dall'umorismo sarcastico, con personaggi da fumetto ed esagerazioni esilaranti, ha il pregio però di non indugiare in momenti di CGI evidenti mantenendosi su uno stile ereditato dai film 80s, non fosse per il montaggio rapido tipico dei 2000. Odenkirk sorprende e porta a casa senza dubbio uno dei migliori action del 2021.
MEMORABILE: Sull'autobus.

Daniela 22/04/21 09:00 - 11421 commenti

I gusti di Daniela

Mite padre di famiglia viene sbertucciato da tutti per aver subito una rapina in casa senza reagire ma, nella sua vita abbruttita dalla routine e dalle umiliazioni, quella è la goccia che fa traboccare il vaso e tornare alle vecchie abitudini... Tante le similitudini con John Wick in questo action fumettoso con un tasso di violenza a livello parossistico e con un bonus ulteriore: il surplus di ironia rappresentato dalla presenza di Odenkirk, ormai inscindibile dall'alter ego Jimmy McGill/Saul Goodman. Ben girato, con personaggi divertenti ed un'ottima ost: film godurioso. 
MEMORABILE: Dentro il bus; Il russo canterino e il russo nero; Nel bagagliaio; Il nonno indifeso (meglio non intenerirsi). 

Capannelle 13/05/21 23:45 - 4041 commenti

I gusti di Capannelle

Gagliardo ma inizialmente costretto a reprimere la propria indole, il padre di famiglia non si tiene più e riscopre i vecchi vizi. Se nel primi venti minuti si capisce che il film non va preso sul serio ma non si sa quanto possa brillare per originalità, è solo quando Odenkirk rompe le briglie che si respira aria di sano action sbarazzino e paradossale. I personaggi sono mediamente indovinati, il ritmo non cala e il tasso di ironia sa trovare nuova linfa anche nel prosieguo.

Kinodrop 20/05/21 19:13 - 2224 commenti

I gusti di Kinodrop

La scelta di Hutch di eclissarsi nell'anonimato dopo una carriera da agente attivo dell'FBI viene ribaltata a seguito di un episodio che rimetterà in circolo l'adrenalina e i modi spicci in uno scontro sempre più cruento contro una gang della mafia russa. Al suo secondo film, il regista sceglie l'ormai iconica faccia di Odenkirk sempre in bilico tra serietà e ironia, per un action piuttosto lineare come trama, ma efficace nel moltiplicare il ventaglio di azioni, vendette e colpi di scena sempre più esasperate che rivelano l'intento citazionistico e dissacratorio dell'operazione.
MEMORABILE: La scazzottata in autobus; L'intrusione della gang durante la cena; Nel bagagliaio; Il fumettistico boss Yulian; Il padre e il fratello di Hutch.

Schramm 14/06/21 16:26 - 2886 commenti

I gusti di Schramm

Ilya, dacci un mondo migliore e un neo-action superiore. Basta chiedere, ed è subito cinema alpha, che ridà il suo posto in prima centrale all'Èpos (e non solo perché Nessuno è nick di omerica risonanza) e non arrossisce nel commistionarlo all'inaudito (Llyod, su cui è aureo il silenzio). E ciò in un prodigo update di Wickipedia per intercessione di Saul man. Che tale formattazione spettasse a Naishuller, zero dubbi, memori di un Hardcore già keyword di stilnovismi steroidei; torna a esserlo per un login sull'Oltrecinema qui avvenuto oltre ogni successo. Ovazioni che più non ce n'è.

Rambo90 17/06/21 16:01 - 7059 commenti

I gusti di Rambo90

Sulla scia di John Wick ma prendendosi molto meno sul serio. Il film intrattiene come deve e fa divertire, con una regia semplice ma allo stesso tempo attenta allo stile e alle inquadrature, soprattutto nelle scene action. Odenkirk si rivela adatto a questo tipo di ruoli, capace di donare sfumature al personaggio ma anche di menar bene le mani. Preziosissima la partecipazione di un divertito Lloyd. Niente di originale, ma vale una visione.

Galbo 19/07/21 07:21 - 11849 commenti

I gusti di Galbo

Un uomo apparentemente pavido, si rivela quando viene messa in pericolo la sua famiglia, una sorta di macchina da guerra. Trama non particolarmente originale e molte somiglianze con alcuni film ad alto tasso adrenalinico di recente produzione. Questa volta però la presenza di un attore come Odenkirk fa la differenza (senza considerare il contributo dell’ottimo Lloyd), trasformando la pellicola in una commedia nerissima in cui la violenza è palesemente “cartonesca” e il personaggio prevale di gran lunga sul resto. 

Nando 21/10/21 11:38 - 3628 commenti

I gusti di Nando

Fumettone action in cui talvolta si sorride, nonostante le cruente scene di sparatorie e pestaggi. Un mite ragioniere, con un passato oscuro, dopo aver subito una rapina intraprende la via della giustizia a modo suo con risultati devastanti. Odenkirk è perfetto nella parte, con quella sua aria sovente stralunata, ed è ben coadiuvato da Lloyd. I cattivi russi mostrano tutto il loro lato kitsch e appaiono abbastanza credibili. Ritmo elevato per 90 minuti di svago energetico.

Giùan 5/01/22 10:25 - 3664 commenti

I gusti di Giùan

Ovvero quando l'action si fa così sfacciatamente bulimico da diventare catartico sublimando (quasi) la violenza in virtù (?) di un ipertrofica trascendenza. Tutto sul piano cinematografico funziona senza che Naishuller ci propini niente di originale, ma questo strambo miscuglio de Gli Incredibili (la cellula dei "revisori" FBI, il coinvolgimento di Papà Lloyd e dell'amico di colore) e schegge cronenberghiane fa il suo rozzo lavoro con cronometrica precisione. Perfetto Odenkirk, il cui "stempiamento" diventa col passar dei minuti più minaccioso, e sempre carismatica Connie Nielsen.

Rufus68 7/01/22 23:18 - 3535 commenti

I gusti di Rufus68

Deludente action, caricaturale ben oltre il fumetto. La scena principale, almeno quella che traina alla visione del film (il pestaggio sul bus), rimane l’unico segmento accettabile. Il resto si gonfia progressivamente di inverosimiglianza sino a rasentare un patetico grottesco (che ha il culmine con Lloyd sterminatore col catetere). Cast di pallide figurine e stereotipi di “russo kattivo” già profusi a sazietà. Odenkirk farebbe meglio a chiamare Saul per consigli sulle prossime prove.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Giufox 20/01/22 22:41 - 290 commenti

I gusti di Giufox

FIlm che coltiva il gusto per l'eccesso esaltandolo con l'istrionico Odenkirk - qui dismette i panni del famoso avvocato per indossare quelli dell'agente speciale "retired" e accasato. Il plot è quello vengeance di un commando qualsiasi che non sa tirare fuori il meglio dalle sue promettenti premesse - il vero Hutch si scopre presto e dà sfogo al suo vasto repertorio bellico abbandonando intrecci (più) plausibili. Resta un un giro di giostra ben realizzato nelle scene d'azione.
MEMORABILE: La sequenza del bus; Van Gogh e il gatto tra le macerie.

Deepred89 21/01/22 14:52 - 3484 commenti

I gusti di Deepred89

Notevole action che, nonostante le premesse, prende progressivamente le distanze sia dalla catarsi del film di vendetta che dal riscatto del cittadino qualunque stile Un giorno di ordinaria follia, dato che l'ordinarietà del protagonista viene presto messa in discussione. Siamo piuttosto in una guerra senza esclusione di colpi tra uomini più o meno indistruttibili, gestita con un senso dell'azione e della violenza adrenalinico e visivamente fascinoso, memore di certo John Woo. Stonano solo certi ormai scontatissimi utilizzi anempatici della colonna sonora in alcune scene d'azione.

Paulaster 2/03/22 09:51 - 3593 commenti

I gusti di Paulaster

Ex agente FBI viene derubato in casa. Anche se sembra il classico action col cittadino travestito da giustiziere e i cattivi che in realtà son cattivissimi, sembra più un film d'autore che un blockbuster. L’ultraviolenza c’è tutta (con un digitale non sempre all’altezza), anche se il protagonista non è un invasato ma un padre di famiglia. Sceneggiatura che poteva essere ampliata magari in sottotrame con la moglie, il padre e l’amico nascosto. Al gergo solitamente pieno di ormoni di queste pellicole viene preferito un tono più sobrio e umanizzato.
MEMORABILE: Il pestaggio sul bus; Il ricatto al Pentagono; La visita al padre; La casa a fuoco; Il seminterrato.

Pinhead80 16/03/22 13:20 - 4279 commenti

I gusti di Pinhead80

Se non si conoscono gli sceneggiatori il film può riservare notevoli sorprese visto l'andamento della vicenda. Chi invece mastica di cinema vedrà comunque un film ben girato, dalla sceneggiatura robusta e con interpreti dalle facce giuste. Il tema dell'uomo mite che si trasforma in una belva affascina da sempre il grande pubblico, anche perché tutto sommato trasmette un certo senso di protezione familiare. Il fattore "sorpresa" è dato dalla caratterizzazione del protagonista e dalla sua scarsa fisicità, cosa che contribuisce non poco a renderlo un vero e proprio mito. Molto buono.
MEMORABILE: I tentativi vani di arrivare in tempo a consegnare l'immondizia; La scena dell'autobus e il conseguente rientro a casa.

Didda23 10/05/22 11:12 - 2352 commenti

I gusti di Didda23

La formula vincente di John Wick (ovvero la miscela di adrenalina e parti totalmente esagerate da risultare ironiche) è riproposta dallo stesso sceneggiatore (Kolstand) poggiandosi sul senso del ritmo del regista russo Naishuller confezionando un'opera sostanzialmente perfetta per il genere. Interessante il montaggio, soprattutto nella prima parte che scandisce l'ordinarietà della vita del protagonista, poi quando la vicenda "esplode" si esaltano le qualità registiche con scene action coreografate con affascinante gusto. Odenkirk maschera perfetta, divertente Christopher Lloyd.
MEMORABILE: Odenkirk che manca sempre si un soffio la raccolta rifiuti; L'autobus; La visita nella residenza per anziani.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Daniela • 16/06/21 18:12
    Gran Burattinaio - 5801 interventi
    SPOILER
    Pur nel quadro di reazioni generalmente favorevoli o comunque benevoli, un personaggio in un certo contesto non è andato giù alla maggior parte dei recensori: il nonno a mano armata.
    Eppure, anche senza scomodare i grossi nomi che con l'action hanno costruito l'intera carriera ma pescando tra quelli che al genere si sono convertiti tardivamente - basta pensare al quasi settantenne Neeson: nel recente Honest Thief, tra una telefonata con voce minacciosa e l'altra, lo fanno cadere da un terzo piano e si poi rialzare come se nulla fosse.
    Allora viene il sospetto che il personaggio interpretato dall'ultraottantenne Lloyd non sia un'esagerata macchietta ma piuttosto si inserisca nell'evoluzione geriatriaca dell'action occidentale.
    Ultima modifica: 18/06/21 21:22 da Daniela
  • Discussione Schramm • 18/06/21 21:08
    Scrivano - 7244 interventi
    Daniela ebbe a dire:
    Pur nel quadro di reazioni generalmente favorevoli o comunque benevoli, un personaggio in un certo contesto non è andato giù alla maggior parte dei recensori: il nonno a mano armata.
    nel mio caso, il silenzio cui mi appello vuole essere uno spray repellente per gli spoiler e un salvasorpresa. perché, dammi pure dell'ingenuo, ma davvero non mi aspettavo una simile evoluzione col botto del personaggio. difatti sarei per affidare il tuo intervento alla voce attenzione spoiler, perché chi non l'ha ancora visto non credo proprio si aspetti uno llyod sterminatutti (per quanto la mela possa cadere vicina all'albero...)

    honest thief, pur trovandolo onesto (cos'altro se no?) l'ho trovato così antinevralgico che mi sono pure dimenticato di commentarlo..!!


  • Discussione Daniela • 18/06/21 21:23
    Gran Burattinaio - 5801 interventi
    x Schramm
    Sai che invece io me l'aspettavo fin dalla prima apparizione?
    Ultima modifica: 10/08/21 22:45 da Zender
  • Discussione Schramm • 18/06/21 21:52
    Scrivano - 7244 interventi
    per me è stato una sorpresa via l'altra. non ero incorso in alcuna anticipazione prima di vederlo, per cui puoi immaginare la cuccagna. e di tutte le cose che potevo snasare, con llyod l'esimio naishuller me l'ha proprio fatta sotto al naso..

    pensa che il giorno dopo una bella bombetta come questa, ho fatto l'idiozia di recuperare sto pezzo d'emmenthal qua...
    Ultima modifica: 18/06/21 22:02 da Schramm
  • Discussione Daniela • 18/06/21 23:48
    Gran Burattinaio - 5801 interventi
    Schramm ebbe a dire:

    pensa che il giorno dopo una bella bombetta come questa, ho fatto l'idiozia di recuperare sto pezzo d'emmenthal qua...
    Me lo ricordo brutto forte, tanto brutto che quasi quasi me lo riguardo... In compenso era bello il corto dedicato allo stesso personaggio, quello con Thomas Jane che va in lavanderia.

  • Discussione Schramm • 18/06/21 23:55
    Scrivano - 7244 interventi
    Daniela ebbe a dire:
    Schramm ebbe a dire:

    pensa che il giorno dopo una bella bombetta come questa, ho fatto l'idiozia di recuperare sto pezzo d'emmenthal qua...
    Me lo ricordo brutto forte, tanto brutto che quasi quasi me lo riguardo...
    no dai piuttosto riguardati nobody! io solo a ricordarmi travolta sono ancora qui che canticchio "se penso a come ho speso male / il mio tempoh/ che non tornerà / non ritornerà - più!"
    oppure, cine-punisher per cine-punisher, ripassati i tre wick...