Disobedience

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/08/18 DAL BENEMERITO DEEPRED89
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Deepred89 7/08/18 23:34 - 3291 commenti

I gusti di Deepred89

Fotografa quarantenne con vita notturna stile In cerca di mr. Goodbar si ritrova ospite, in seguito alla morte del padre, di una famiglia di ebrei ortodossi. Un bel contesto di maniacalità religiosa (l'aria è quella della combriccola di Rosemary's baby) che calza perfettamente con le tentazioni saffiche sulle quali verterà l'intera narrazione, sorretta da una regia robusta e dalla livida fotografia. Il film però si perde però in esiti accomodanti che fanno sfumare le sottili morbosità e le latenti tensioni. Ottima la scelta dei protagonisti.
MEMORABILE: I corposi scambi di saliva durante il momento tanto atteso (anche dallo spettatore).

Myvincent 28/10/18 19:06 - 2571 commenti

I gusti di Myvincent

La solita critica agli ambienti ortodossi di una comunità ebraica negli U.S.A. non poteva sottrarsi al tema dell'omosessualità, per di più femminile. Lo sconvolgimento delle regole è totale, dal momento in cui si apprende che il ritorno della pecora nera all'ovile, causa il funerale di un amato rabbino, è proprio a causa di tutto ciò. Purtroppo la retorica prende il sopravvento da allora ed esplode in un finale che più costruito non si poteva proprio. Gli atteggiamenti saffici delle protagoniste sono davvero poco credibili.

Bubobubo 18/11/18 15:29 - 1223 commenti

I gusti di Bubobubo

Radici e trasgressione. Una falla autogenerante in un sistema chiuso, autoreferenziale: un ricordo obliato a forza che riemerge con prepotenza; la forza dirompente di una donna indipendente di fronte a fragili simboli di potere maschile. Il modo in cui viene approcciata la storia (con uno sguardo intrigante sulle dinamiche interne alla comunità ebraica londinese) è decisamente interessante e perfetta è la scelta delle protagoniste (incantevoli sia Weisz che McAdams), la cui intesa è totale aldilà dell'erotismo. Un po' di retorica sul finale.
MEMORABILE: Ronit e Esti, nella casa vuota e disordinata del Rav, ascoltando "Lovesong" dei Cure da una vecchia radio; La travolgente scena d'amore.

Daniela 4/04/19 10:12 - 9494 commenti

I gusti di Daniela

In occasione della morte del padre rabbino, una fotografa ritorna nella comunità londinese di ebrei ortodossi da cui si era allontanata anni prima... Lelio racconta un ritorno alle radici soffermandosi da un lato sul quadro ambientale di soffocante conformismo e tutto declinato al maschile, dall'altro sul riaccendersi della passione fra la protagonista ed una amica d'infanzia, ora moglie rassegnata di un rabbino. Ne risulta un film interessante e ben recitato ma non del tutto convincente, a tratti ridondante, per un bilanciamento tra le due parti faticoso e non privo di forzature.

Galbo 15/05/19 17:12 - 11415 commenti

I gusti di Galbo

Il regista Lelio continua ad occuparsi di figure femminili più o meno irrisolte, come nei suoi film precedenti. In questa pellicola entrano preponderanti anche le motivazioni etico religiose e il clima morale opprimente legato alle comunità fortemente conservatrici a cui si contrappone l’intenso legame passionale delle due protagoniste. Il tutto descritto in modo realistico ma troppo distaccato per essere emotivamente coinvolgente, nonostante l’impeccabile prova delle due interpreti principali.

Ira72 24/02/20 14:55 - 951 commenti

I gusti di Ira72

Un film manieristico oltre misura, in cui gli orpelli grandi come macigni finiscono per schiacciare l'unico brivido di interesse che poteva derivare dalla storia saffica (peraltro interpretata così cosà). La trama è abusata (il peccato che giunge in una comunità religiosa bigotta), lo sviluppo è soporifero e l'ambizione del regista è eclissata da un calderone di cliché che davvero nulla aggiungono alla cinematografia americana degli ultimi anni. Il finale, poi, è sintetico come la parrucca di McAdams.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.