Il fuggitivo

Lo trovi su

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Uno dei film simbolo degli Anni Novanta, è un action fuso ottimamente con gli spunti gialli che compongono l'intreccio della trama. Si parte dall'uccisione della moglie di Richard Kimble (Ford) rivissuta nei flashback del marito, chirurgo portato subito in centrale per gli accertamenti e poco tempo dopo condannato a morte per un delitto che ovviamente non ha commesso. Dice di aver visto persino in faccia l'assassino, un uomo con una protesi al braccio, ma nessuno gli crede. Evaso rocambolescamente (e non per sua iniziativa, giacché lui è uomo irreprensibile) durante un trasferimento carcerario, verrà perseguitato da uno sbirro dell'FBI (Lee Jones) che diventerà la sua nemesi. Ma Kimble è furbo, abile e intelligente e mentre è in fuga...Leggi tutto nella sua Chicago comincerà personalmente le indagini che dovranno condurlo a scoprire l'identità del misterioso killer di sua moglie. Una vicenda a doppio binario quindi, con due protagonisti assolutamente perfetti nelle rispettive parti (Lee Jones vinse pure l'Oscar) e un copione che permette loro di sfidarsi a distanza rimanendo sempre sul pezzo, senza mai allentare la tensione e solleticando la curiosità di chi guarda. La regia di Davis è funzionale; non merita particolari elogi (crea anzi un po' di confusione coi nomi dei personaggi secondari e nella ricostruzione dei fatti) ma permette di godersi il film senza distrazioni o inutili divagazioni. Sa essere spettacolare quando serve (l'incidente ferroviario durante l'evasione) e lasciare lo spazio necessario ai due divi. Il più sfaccettato è naturalmente Lee Jones: feroce, ottuso ma in grado di capire quando le indagini devono prendere una direzione diversa; al contrario Ford appare un modello civile di raro candore e di non facile credibilità, icona ideale dell'innocente votato al martirio. Costruito comunque al meglio nella sua alternanza tra azione e fase indagatoria, con qualche raro sprazzo d'ironia, offre un paio di buoni colpi di scena che vivacizzano il finale. Americanata, ma quando il termine indica innanzitutto una professionalità non comune. Qualche ingenuità nella prima fase, qualche ellissi evitabile, ma ci si passa sopra. Piccola parte per Julianne Moore benché quarta nei credits (la terza è Sela Ward, la moglie morta, che si vede anche meno), a conferma che al di fuori delle due star gli altri quasi scompaiono...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/03/07 DAL BENEMERITO STUBBY POI DAVINOTTATO IL GIORNO 12/08/15
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stubby 1/03/07 22:43 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Innanzi tutto voglio dire che è grazie a questo film se ho notato la straordinaria bravura di Tommy Lee Jones, fenomenale nella parte dello sceriffo che dà la caccia a Ford. Poi, per quel che riguarda il film, direi che è molto avvincente e carico di tensione. La storia è molto bella e coinvolge fin dalle prime battute, ma è sicuramente la bravura di Lee Jones a dare il tocco vincente al film. Ford sempre bravo. Da vedere.

Magnetti 2/03/07 12:37 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Film che non lascia un attimo di tregua allo spettatore: la fuga di Richard Kimble per sottrarsi ad un ingiusto verdetto, con alle calcagna il segugio Tommy Lee Jones, appassiona. Ritmo mai in calando, meccanismi della suspense perfetti... Ma allora qual è il difetto? Per il genere cui appartiene, non ha difetti. Certo, guardandolo si spegne il cervello e si viene traghettati con il pilota automatico fino alla fine, ma non è questo che a volte si cerca in un film?

Il Gobbo 14/11/07 18:50 - 3013 commenti

I gusti di Il Gobbo

Efficace versione per il grande schermo di un vecchio telefilm, col buono in situazione para-kafkiana costretto alla fuga da un persecutore inesorabile. Ovviamente Jones (bravissimo) dà al suo personaggio uno spessore umano che ne ridimensiona il lato "metafisico"; altrettanto ovviamente, è meglio del sempre più monocorde Ford. Film pensato per i grandi incassi, e che funziona abbastanza. Popcorn!

Caesars 15/11/07 09:59 - 3328 commenti

I gusti di Caesars

Trasposizione cinematografica della celebre serie televisiva targata anni '60. Il film è solido e si lascia seguire con molto interesse, grazie anche alla buonissima interpretazione che forniscono i due protagonisti. Non c'è molto di nuovo sotto il sole, ma la pellicola fa il suo mestiere in modo egregio. Buono.

Capannelle 9/11/07 11:33 - 4041 commenti

I gusti di Capannelle

Thriller che miscela sapientemente tensione e studio dei due personaggi rivali, dove la tradizionale distinzione tra buono e cattivo viene continuamente messa in discussione. Non si basa sulle trovate originali o spettacolari, ma tiene sulla corda con grande equilibrio. Tommy Lee Jones è essenziale per la riuscita del film, ma anche Harrison Ford dà vita a un carattere accattivante, abbastanza credibile, nonostante qualche eccesso buonista.
MEMORABILE: Quando Kimble firma il referto medico del ragazzino di colore.

B. Legnani 13/11/07 21:42 - 5165 commenti

I gusti di B. Legnani

Non poteva non piacermi questa trasposizione per il grande schermo della serie televisiva degli anni 1960 "The Fugitive", intitolata in Italia "Il fuggiasco", della quale ho un commosso ricordo. Harrison Ford, Tommy Lee Jones e tutti gli altri riescono a soddisfare le aspetattive dello spettatore nostalgico, che avrebbe anche rinunciato a qualche grandiosità (la diga), ma che le accetta senza troppo storcere il naso. Un bel film.

Galbo 17/11/07 05:53 - 11849 commenti

I gusti di Galbo

Tratto da una serie degli anni '60, è un film che continua ad essere molto gradito dal pubblico, come testimoniano i suoi innumerovoli passaggi televisivi; si tratta effettivamente di un film molto ben fatto: storia e sceneggiatura avvincenti (è un film d'azione, ma anche un thriller di stampo classico, con tanto di scoperta finale del colpevole), ben diretto (alcune scene come la fuga iniziale con l'incidente ferroviario rimangono nella memoria) con un personaggio protagonista che si adatta perfettamente ad Harrison Ford.

Lovejoy 24/12/07 22:53 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Ispirato ad una celebre serie televisiva, il film può contare su un buon ritmo, belle scene d'azione e su un attore carismatico come Tommy Lee Jones, il quale ruba il film al divo Ford con estrema facilità. Premiato giustamente con l'Oscar come Non Protagonista: in effetti quando Lee Jones è in scena si rimane incantati da come sia riuscito a calarsi nella parte (almeno, questo è l'effetto che fa al sottoscritto). Per il resto, la storia non è esattamente originale e Ford è poco convinto di ciò che sta facendo.
MEMORABILE: La scena del treno; tutte quelle in cui compare Lee Jones.

Ammiraglio 27/06/08 09:49 - 150 commenti

I gusti di Ammiraglio

Esempio mirabile di sceneggiatura perfetta, studiata a tavolino in ogni minimo particolare. I personaggi sullo schermo si comportano e dicono quello che lo spettatore vuole vedere e sentire. In particolare: Gerard che dal "I don't bargain" e "I don't care" finirà si per trattare e interessarsi della vicenda personale di Kimble che, parimenti, si comporta esattamente nella maniera umana che noi tutti volevamo vedere. Mentre nel contempo vediamo nel Dr. Nichols la trasformazione da good guy in bad guy.
MEMORABILE: Dr. Nichols quando dice che il Dr. Kimble è più intelligente di lui.

Cangaceiro 12/07/08 20:01 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Ottima miscela di thriller e azione per questo film che in questi 15 anni è invecchiato con gran dignità. Non c'è un attimo di pausa fin dalle prime battute e la narrazione cattura l'attenzione di chi guarda con il piacevolmente interminabile "rimpiattino" tra il dott. Kimble (per il quale Ford sembra nato) e l'infaticabile Gerard, poliziotto dalla lingua tagliente (molto curati i dialoghi) interpretato al meglio da Lee Jones. Più che vedibile.

Andrew Davis HA DIRETTO ANCHE...

Ciavazzaro 30/11/08 11:12 - 4772 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Discreto. Sicuramente molto meglio della serie televisiva prodotta negli anni 2000. Tratto da un'altra famosissima serie tv degli anni '50-'60. Dignitoso Ford, ottimi Lee-Jones e la Moore. Diventato sicuramente un classico, si fa anche apprezzare in numerosi punti.

Tarabas 1/12/08 18:41 - 1843 commenti

I gusti di Tarabas

Meccanismo narrativo perfetto per questo film che riunisce una trama thriller avvincente, scene d'azione emozionanti, humour e soprattutto una storia coinvolgente nella quale i due mattatori, Harrison Ford e Tommy Lee Jones, si calano al meglio. Bel cast di contorno per un solidissimo prodotto di cinema d'intrattenimento di qualità, sempre più raro. Gira a puntino il meccanismo di immedesimazione dello spettatore con l'innocente perseguitato. Si vede sempre con piacere ed è il miglior complimento che si possa fare. Nel suo piccolo, un classico.

Puppigallo 3/12/08 09:37 - 4853 commenti

I gusti di Puppigallo

Una sceneggiatura con poche pause, un ritmo piuttosto sostenuto, in alcuni momenti quasi forsennato e due attori in forma (Harrison Ford e Tommy Lee Jones) determinano la riuscita di questa pellicola. Ford sarà costretto a scappare e a nascondersi, praticamente dall'inizio alla fine, braccato da un Jones implacabile (un po' come Terminator che insegue la Connor). Ognuno dei due protagonisti pensa di essere nel giusto e questo gli dà la forza per proseguire, superando ostacoli di ogni tipo. Ma il film non è solo una fuga, è soprattutto una ricerca della verità. Buono, a tratti notevole.
MEMORABILE: Il tuffo del protagonista dalla cascata. Le sue indagini (le protesi).

Pigro 17/04/09 08:53 - 8749 commenti

I gusti di Pigro

Medico condannato a morte per uxoricidio, ma innocente, fugge e va alla ricerca del vero colpevole senza un braccio: una trama che sarebbe piaciuta a Hitchcock, che Davis tratta con minor raffinatezza, accentuando enfaticamente i toni dell'avventura dell'uomo solo contro tutti. Il film è godibile per il buon ritmo e per il duello narrativo (ma anche attorale) tra il fuggiasco Ford e il tenace poliziotto Jones. E poi funziona egregiamente il progressivo slittamento da film di inseguimento a film di indagine con continue sorprese. Incalzante.

Ale nkf 5/05/09 08:41 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Film veramente delizioso con un fuggitivo interpretato magnificamente da Harrison Ford. Anche la storia è molto avvincente e appassionante, soprattutto alla fine quando viene svelato il mistero che fin dall'inizio tiene lo spettatore col fiato sospeso. Un film che mi è piaciuto davvero tanto!

Cotola 14/10/09 23:45 - 8306 commenti

I gusti di Cotola

Perfetto esempio di blockbuster che funziona. La storia, che si ispira ad un vecchio telefilm, è semplice, risaputa ed abbastanza prevedibile (un uomo è accusato ingiustamente di omicidio, viene arrestato, fugge, deve trovare le prove per discolparsi e viene braccato dall’FBI) ma riesce tuttavia ad avvincere lo spettatore grazie ad un buon ritmo che tiene botta fino al finale. Buone le prove di Ford e Lee Jones. Per chi cerca una serata disimpegnata all’insegna di un sano ed efficace intrattenimento.

Rambo90 23/09/10 16:54 - 7059 commenti

I gusti di Rambo90

Uno dei grandi classici con Harrison Ford che, nei panni di Richard Kimble, regala una delle sue performance migliori. Qui è braccato dalla polizia che lo crede l'assassino di sua moglie, mentre lui stesso cerca di scoprire il vero colpevole. Una trama abbastanza banale ma riscattata da un ottimo ritmo e grandi scene d'azione, nonchè dal cast che conta tra i protagonisti il grande Tommy Lee Jones (l'unico che crede a Ford) che vinse anche l'oscar. La regia è svelta e Ford è davvero bravissimo a fare la vittima.
MEMORABILE: Ford: "Io non ho ucciso mia moglie"; Jones: "Non me ne frega niente!"

Saintgifts 7/11/10 00:00 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

La figura di Tommy Lee Jones, che incarna il poliziotto innamorato del suo lavoro e che lo espleta con tanta sicurezza e bravura, coadiuvato da una squadra di fedelissimi che conoscono bene il loro capo, determina buona parte del successo del film. Poi ci sono un grande ritmo, una buona sceneggiatura e un Harrison Ford in forma che completano l'opera. Alla fine è puro intrattenimento, nell'accezione più nobile del termine, anche se, a volerlo esaminare da più vicino, qualche riflessione di rimando se ne può trarre.

Mdmaster 17/11/10 18:28 - 802 commenti

I gusti di Mdmaster

Uno dei miei preferiti tra gli action anni 90, non me lo perdo mai a ogni passaggio televisivo (anche se sono davvero tanti). Un Harrison Ford in parte e uno splendido Tommy Lee Jones si rincorrono, a tratti senza neanche capire perché, soprattutto il primo, accusato ingiustamente di un omicidio. Grandissime sequenze di azione, finale prevedibile ma frutto di una sceneggiatura comunque ottima. Bei dialoghi, ritmo instancabile e giusta durata. Una piccola perla, da godersi ogni giorno dell'anno.

Giacomovie 7/02/11 18:11 - 1375 commenti

I gusti di Giacomovie

Inizio travolgente con un’introduzione che si tinge subito di giallo. Il fatto che poi il ritmo abbia inevitabilmente una leggera flessione non toglie interesse a questo film, che resta incalzante nel suo evolversi fino all'ultimo, con una sceneggiatura che avvince e convince ed una struttura dalle solide fondamenta. Grande il “duello” recitativo tra l’inseguitore e l’inseguito che può considerarsi concluso alla pari. Fra qualche anno potrà già essere considerato un classico del thriller d’azione. ***!

Sela Ward HA RECITATO ANCHE IN...

Lythops 8/04/11 18:19 - 980 commenti

I gusti di Lythops

Classico film d'azione ben interpretato e diretto, con protagonisti, maestranze e tecnici degli effetti speciali pienamente in forma. Sicuramente da guardare anche con birra, patatine e rutto libero senza soffermarsi troppo forse sulla logicità di alcune scene, col dottor Kimble che riesce sempre a passare inosservato quando serve alla sceneggiatura. Ma il cinema è anche spettacolo e qui è giusto che sia così.

Luchi78 24/06/11 11:46 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Film che funziona tantissimo, ma che personalmente non mi entusiasma eccessivamente. Punti deboli sono qualche esagerazione concessa più per la spettacolarità che per la credibilità e l'agente eccessivamente "caricato", anche se ben interpretato da Tommy Lee Jones. L'intreccio non è male e l'azione è mantenuta ad un ottimo livello per tutto il film. Bravo Harrison Ford.

Rigoletto 3/11/11 18:26 - 1713 commenti

I gusti di Rigoletto

È difficile dire chi tra Harrison Ford e Tommy Lee Jones sia il vero mattatore del film. Di sicuro la pellicola se ne avantaggia grazie anche (o dovrei dire soprattutto) all'ottimo ritmo impostole dal regista Andrew Davis (specie nell'inizio). Da vedere.
MEMORABILE: Jones ad un poliziotto: "Allora prenda una canna da pesca e mi porti il pesce che l'ha mangiato!".

Tomastich 13/06/12 22:26 - 1246 commenti

I gusti di Tomastich

Quando passa in tv non c'è verso che mi perda questo grande episodio del thrilling anni '90. Vista in un cinema estivo alla tenera età di 9 anni, questa pellicola è riuscita sempre ad emozionarmi come la prima volta. Ford è magistrale e Lee Jones (premiato con l'oscar) fa di tutto per farsi odiare. Indimenticabile.

Furetto60 11/12/13 08:49 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Non so quante volte l’ho visto, eppure mi piace sempre e, pur conoscendone la fine, non riesco a non provare profonda avversione per l’ottuso poliziotto interpretato da un fantastico Lee Jones, che ha caratterizzato la pellicola in modo decisivo. Il thriller si dipana senza un attimo di sosta, una pietra miliare del genere, ottimamente dosato tra parte action e parte investigativa.
MEMORABILE: Kimble riesce a salvare un giovane travestito da inserviente; Non ho ucciso mia moglie! Non me ne frega niente!

Daniela 12/12/13 16:20 - 11421 commenti

I gusti di Daniela

Medico ingiustamente condannato per la morte dell'amata moglie scappa alla ricerca del vero assassino, tallonato da uno sbirro onesto e testardo ben deciso a riprenderlo... Film reso avvincente dalla sceneggiatura accurata, il ritmo sostenuto con sequenze al cardiopalma, i caratteri interessanti e gli interpreti perfettamente calati nei rispettivi ruoli (con Jones che qui batte il pur convincente Ford). Cattivi un poco stereotipati e uno scioglimento finale non del tutto all'altezza del travolgente inizio: sono questi i pochi difetti di uno dei migliori thriller degli anni '90.
MEMORABILE: Tutta la parte iniziale fino all'incidente con il ribaltamento del furgone - L'inseguimento dentro la tubatura, con tuffo finale

Vitgar 2/08/14 09:53 - 586 commenti

I gusti di Vitgar

Ottimo action-thriller in cui un medico diventa un "lupo braccato" per dimostrare la sua innocenza nell'omidio della moglie. La trama è interessante e rispecchia stuazioni purtroppo reali. Harrison Ford è perfettamente a suo agio nel ruolo, come pure Lee Jones. La regia di Davis è perfetta e non consente cali di tensione. Ottima fotografia. Sicuramente da vedere.

Viccrowley 7/08/14 00:15 - 811 commenti

I gusti di Viccrowley

Nostalgia a pacchi per quegli anni, nemmeno tanto remoti, in cui l'action sapeva essere teso, asciutto, intelligente e con incursioni nel thriller. Davis realizza la sua miglior pellicola grazie anche all'apporto di Ford e Lee Jones che fanno a gara di bravura, inseguendosi per oltre due ore senza lasciar respiro e tregua allo spettatore. Il dottore accusato ingiustamente di omicidio è facile preda per l'immedesimazione, l'intreccio vagamente hitchcockiano e le grandi scene d'azione fanno il resto. Nostalgia si diceva, perché avercene così, oggi...
MEMORABILE: L'inseguimento nelle fogne; La resa dei conti sul tetto.

Nancy 30/08/14 16:01 - 774 commenti

I gusti di Nancy

Action tutto sommato piacevole anche se alla lunga tende alla noia, soprattutto a causa dell'improbabilità della sceneggiatura e di certi scivoloni che non aiutano certo la verosimiglianza. Ford e Jones impeccabili anche se un po' sprecati nella staticità dei loro ruoli. In ogni caso il ritmo è ben orchestrato. Un film che sa di certo noir americano: sarà che è tratto da una serie degli anni 60, saranno le grandiose scene come quella dell'incidente ferroviario e della diga, memori di una spettacolarità non ancora digitalizzata.

Manfrin 1/10/14 14:31 - 351 commenti

I gusti di Manfrin

Raro caso di film tratto da serie tv (e non il contrario come spesso accade), ma operazione indubbiamente azzeccatissima con un Ford in splendida forma e un'azione continua e appassionante; meritato ovviamente l'Oscar per Tommy Lee Jones. Consigliatissimo, per i pochi che non l'avessero visto.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

124c 12/12/14 18:02 - 2832 commenti

I gusti di 124c

Da una famosa serie televisiva degli anni '60, le avventure del dottor Kimble cacciato dal poliziotto Gerard per l'omicidio della moglie, commesso da un killer senza un braccio. Harrison Ford personalizza il personaggio portato al successo da David Janssen, seguendo i classici stereotipi dei suoi eroi. La sorpresa, però, è Tommy Lee Jones nel ruolo del poliziotto che lo insegue, che qui viene promosso a divo di serie A. Ottimo il cast di contorno, a cominciare dal bravo Jeroen Krabbé. Bello, ma con un inutile sequel dedicato solo a Jones.

Almicione 27/12/14 01:18 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Un chirurgo viene accusato dell'omicidio della moglie, ma lui continua a dirsi innocente fin quando intravede la remota possibilità di provarlo. Questo coinvolgente thriller ha dalla sua parte un buon ritmo oltre che una trama buona nonostante i banali passaggi. Il problema sta nell'inverosomiglianza delle situazioni: al di là dell'incidente ferroviario, per casualità non proprio casuali Kimble riesce sempre a sfuggire ai poliziotti persino a pochi centimetri da lui (e c'è sempre una banda in cui nascondersi). Piacevole, comunque.

Belfagor 20/04/15 12:44 - 2652 commenti

I gusti di Belfagor

Tratto da una serie degli anni '60, è un ottimo thriller con una sceneggiatura solida e una buona dose di azione, che però non va a discapito della qualità del mistero. Eccezionali i due protagonisti: Ford è il tipico eroe hitchcockiano (un uomo comune al centro di un caso più grande di lui), mentre Tommy Lee Jones è un ispettore Gerard (Javert?) implacabile nella sua ricerca della verità. Notevole anche il resto del cast, inclusa una Moore in uno dei suoi primi ruoli. Finale un po' diluito, ma nel complesso è un film molto avvincente.
MEMORABILE: Il prologo; "Non ho ucciso io mia moglie!" "Non me ne frega niente!"

Piero68 29/07/15 11:58 - 2866 commenti

I gusti di Piero68

Tratto da una serie di successo, il film è più unico che raro nel suo genere. Il ritmo serrato e la tensione altissima, unita a una performance dei "due contendenti" a livelli veramente strepitosi, ne fanno uno dei migliori film degli anni 90. Merito sicuramente di Davis, regista non proprio eccezionale ma che qui riesce a trovare gli stimoli giusti, e anche di una sceneggiatura impeccabile scritta a quattro mani da Stuart-Twohy. Di contorno ai grandi Ford e Lee Jones un gruppo di caratteristi di tutto rispetto. Fotografia del grande Chapman.

Bruce 28/10/15 11:50 - 1008 commenti

I gusti di Bruce

Action thriller di ottimo livello che ha dalla sua una buona storia, da giallo, due attori protagonisti e contrapposti assolutamente perfetti, un ritmo sostenuto e diverse scene spettacolari. Harrison Ford e Tommy Lee Jones sono qui al loro meglio. Rivisto anche di recente per l'ennesima volta, sempre con grande piacere. Nel suo genere, uno dei migliori.

Nicola81 26/10/16 10:54 - 2390 commenti

I gusti di Nicola81

Chirurgo ingiustamente condannato per l'omicidio della moglie deve sfuggire alla polizia e, al tempo stesso, trovare le prove della sua innocenza. Thriller che ha riscosso un grande successo e che si fa perdonare qualche americanata (la diga) e una durata leggermente abbondante: il mix tra caccia all'uomo e indagini è supportato da un ritmo alto (soprattutto nella prima parte), scene d'azione ben girate e dialoghi ficcanti. Bravi i due protagonisti, in particolare Jones nella sua evoluzione da segugio instancabile a poliziotto scrupoloso.
MEMORABILE: Tutta la parte iniziale, in particolare l'evasione dall'autobus.

Parsifal68 13/06/16 07:54 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

Rinomato chirurgo viene accusato della morte della moglie ed è costretto a fuggire per dimostrare la sua innocenza. Sarà braccato da un tenace tenente di polizia. Prendendo ispirazione da una serie televisiva di qualche anno prima, Davis confeziona un ottimo thriller, serrato nei tempi narrativi e ottimamente interpretato, soprattutto da Lee Jones. La fuga verso la redenzione è costellata di enormi difficoltà e anche farcita di qualche esagerazione, ma la trama funziona e tiene incollati alla poltrona. Finale stiracchiato.
MEMORABILE: La scena del tuffo dalle condotte d'acqua.

Taxius 23/04/17 21:09 - 1652 commenti

I gusti di Taxius

Ottimo action thriller diventato ormai un classico del suo genere che si fa vedere e rivedere mille volte senza mai annoiare. La trama è semplice, con un noto chirurgo accusato ingiustamente per l'omicidio della moglie che viene inseguito per mezzo paese dal poliziotto Tommy Lee Jones. Quello che funziona è il giusto mix di action e thriller. Grande cast e ottima regia... in definitiva un gran bel film!

Jandileida 2/06/17 12:35 - 1385 commenti

I gusti di Jandileida

Oramai è divenuto un classico a tutti gli effetti. E non che non abbia alcuni dei crismi che servono. Da sottolineare sono soprattutto un'ottima prima parte, con un fantastico ritmo e una storia asciutta ma centrata e Ford e Lee Jones che interpretano i loro personaggi con parecchio piglio e altrettanto mestiere. Dove un po' delude è invece nell'evolversi della storia: dopo la prima ora e mezza il film tende ad accartocciarsi su se stesso, finisce per perdere ritmo e mostra buchi consistenti di sceneggiatura. Bene ma non benissimo.

Pesten 1/09/18 12:35 - 692 commenti

I gusti di Pesten

Solo contro tutti, Harrison Ford di nuovo sugli scudi con un altro film di alto livello. Partendo da una storia di fondo semplice e lineare, l'azione creata intorno al tutto rende il film molto dinamico e in alcuni casi scoppiettante, grazie ai protagonisti principali e i loro caratteri agli antipodi. I comprimari forse non vengono sfruttati nel modo giusto, ma daltronde sono poco utili al contesto. La prima parte è tutta azione, la seconda lentamente si trasforma in un lavoro di indagine ben realizzato, mostrando così una varietà che non guasta.
MEMORABILE: La scena del treno.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Ultimo 6/09/19 10:03 - 1532 commenti

I gusti di Ultimo

Buon film, merito sopratutto di due grandi protagonisti come Harrison Ford e Tommy Lee Jones: il primo è accusato di uxoricidio e scappa, il secondo gli dà la caccia. La trama è ben congegnata e nonostante nella seconda parte perda qualcosa si mantiene complessivamente su buoni livelli. Meglio le scene d'azione rispetto all'intreccio giallo per un film da tre pallini pieni.
MEMORABILE: Ford: "Non ho ucciso mia moglie!"; Lee Jones: "Non me ne frega niente".

Noodles 21/03/20 23:23 - 1460 commenti

I gusti di Noodles

Misto di thriller e azione mozzafiato, con un ritmo velocissimo senza un attimo di tregua, che tiene incollati alla sedia anche se verso la fine la durata eccessiva si fa sentire e si desidera arrivare al finale. L'esagerato minutaggio rovina la pellicola, anche perché l'eccesso è riempito con scene abbastanza inutili. Più compatto sarebbe stato un gioiello. Ottimi cast ed effetti speciali. I più attenti noteranno che c'è un clamoroso errore di sceneggiatura.

Camibella 22/06/20 21:21 - 277 commenti

I gusti di Camibella

Accusato ingiustamente della morte della moglie, uno stimato chirurgo si dà alla fuga per trovare il vero omicida e scoprirà un complotto ai suoi danni. Ispirandosi a un telefilm degli anni '60, il regista Andrew Davis infonde a questo thriller un ritmo serratissimo ricco di colpi di scena grazie a un'ottima sceneggiatura nella quale Lee Jones e Ford sono bravissimi a dare credibilità alla loro personale guerra. 

Il ferrini 31/10/20 16:46 - 1950 commenti

I gusti di Il ferrini

Thriller dalla struttura solida ed efficace, due grandi attori a contendersi la scena e un bel budget a disposizione. Il risultato non poteva che essere buono, e infatti il film scorre veloce senza cali di tensione, assicurando pure scene d'azione adrenaliniche e un appagante finale. Non risentendo minimamente del tempo che passa, l'infinita fuga del Dottor Kimble e i suoi mille travestimenti sono ancora eccitanti e coinvolgenti come trent'anni fa. Obbligatorio per ogni cinefilo.

Silvestro 6/02/21 23:38 - 254 commenti

I gusti di Silvestro

Un film solido con alcune scene magistralmente girate e un livello di suspense che si mantiene sempre alto. Il vero pezzo forte è senza dubbio la prova di Harrison Ford e Tommy Lee Jones. Memorabile l'inizio, ben realizzato il finale, qualche lungaggine di troppo nella parte centrale, ma è un peccato di poco conto. Indubbiamente  una pellicola di notevole spessore.
MEMORABILE: La scena sul bus della prigione.

Anthonyvm 16/04/21 15:31 - 3755 commenti

I gusti di Anthonyvm

Fra i più interessanti e riusciti action-thriller degli anni '90. Pochi dialoghi, script essenziale, subplot perfettamente studiati al fine di caratterizzare i protagonisti (l'irruzione in casa dell'evaso, il bambino in ospedale), un ritmo infuocato e sequenze di purissima suspense. A questo si aggiunga un'ottima la coppia di "rivali": Ford è un eroe gradevole, ma Jones in veste di implacabile inseguitore alla Javert di Victor Hugo è indimenticabile. Il climax conclusivo non è spettacolare quanto ci si potrebbe aspettare, ma perlomeno non scade nel fumettistico. Ormai un classico.
MEMORABILE: La fuga e l'incidente ferroviario; Il tuffo alla fine del tunnel; Cameo di Julianne Moore; Confronto nella metropolitana con l'uomo senza braccio.

Minitina80 22/10/21 21:54 - 2740 commenti

I gusti di Minitina80

Si presenta bene sin dai primi minuti, dimostrando di sapere come introdurre i personaggi e la matassa che si andrà a dipanare nelle due ore e più di durata. Dispiace, invece, per qualche elemento improbabile e alcuni snodi non proprio plausibili di cui è impossibile non accorgersi. Scorre bene nelle scene d’azione e appassiona per un intrigo criminale meno distante dalla realtà di quanto si possa pensare. La sceneggiatura, per quanto si lasci intuire, è densa di particolari e sazia l’appetito di chi per una sera decide di non andarci tanto per il sottile.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Ciavazzaro • 9/11/09 09:57
    Scrivano - 5620 interventi
    Kevin Costner fu considerato per il ruolo di Sam Gerard.

    Fonte:Imdb
  • Homevideo Mco • 1/12/13 21:41
    Scrivano - 9927 interventi
    Disponibile dal 12 Novembre 2013 in Blu-Ray (Special 20th Anniversary Edition) per Warner Home Video.
  • Discussione Kanon • 25/01/14 21:27
    Fotocopista - 823 interventi
    - Questo film è il remake delle serie-tv "Il fuggiasco" (The Fugitive) girata tra il 1963 ed il 1967.

    - Andrebbe inoltre aggiunto il quadrato verde, perché ha un séguito: https://www.davinotti.com/film/us-marshals-caccia-senza-tregua/9668
  • Discussione Capannelle • 25/01/14 22:26
    Scrivano - 2825 interventi
    Mi ricordo che quel film fosse simile ma non un sequel
  • Discussione Kanon • 25/01/14 22:45
    Fotocopista - 823 interventi
    Capannelle ebbe a dire:
    Mi ricordo che quel film fosse simile ma non un sequel

    Ri-appare quasi al completo la squadra degli U.S. Marshals: stessi attori, stessi nomi, cambia il fuggiasco. Su Imdb è considerato un "follow".
    Ultima modifica: 25/01/14 22:46 da Kanon
  • Discussione Galbo • 26/01/14 06:43
    Consigliere massimo - 3904 interventi
    A mio parere è una storia diversa con alcuni protagonisti in comune. Le due vicende non hanno nulla a che vedere l'una con l'altra.
  • Discussione Zender • 26/01/14 08:18
    Pianificazione e progetti - 45723 interventi
    Come si fa avedere che è considerato un follow su Imdb, Kanon?
  • Discussione Kanon • 26/01/14 11:40
    Fotocopista - 823 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Come si fa avedere che è considerato un follow su Imdb, Kanon?

    http://www.imdb.com/title/tt0120873/trivia?tab=mc&ref_=tt_trv_cnn

    In ogni scheda di un film, bisogna andare nella sezione "connections" (quando essa è presente; non tutti i film ce l'hanno).

    È indubbio che le due storie non siano collegate, Galbo. La curiosità risiede nel fatto che gli autori hanno spostato la luce dei riflettori sulla squadra di Tommy Lee Jones, elevandola a protagonista del film dopo essere stata co-protagonista in questo. Stando alla legenda davinottiana, questo potrebbe essere un forte collegamento che rende i due film parenti.

    Il caso è dibattibile, per questo serve l'opinione del Mastermind.
    Ultima modifica: 26/01/14 11:42 da Kanon
  • Discussione Zender • 26/01/14 11:56
    Pianificazione e progetti - 45723 interventi
    Ok, grazie Kanon. Sì, va valutato caso per caso. In questo caso si può anche inserire il quadratino in effetti.
  • Discussione Capannelle • 27/01/14 12:32
    Scrivano - 2825 interventi
    Ah sì, come "collegato" lo capisco.

    Ho capito solo oggi che il Davinotti estende la definizione di sequel (che è altro) al collegato.. non avevo mai fatto caso ai quadratini di 007, Rocky, Die Hard etc sennò l'avrei capito prima...