LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Più che a POLVERE DI STELLE Salce si rifà al magnifico QUELLA NOTTE INVENTARONO LO SPOGLIARELLO di Friedkin. E' l’avanspettacolo visto attraverso gli occhi della protagonista Maria Grazia Buccella, contadinotta aggregatasi alla compagnia teatrale del cantante Silver Boy (Carlo Giuffrè). Non è del tutto chiaro se Luciano Salce abbia tentato la strada della parodia (evidente in alcune scene, con pesanti forzature caricaturali) o del melò applicato al mondo dei più poveri. Non si tratta insomma di una vera parodia, perché la storia raccontata vorrebbe a suo modo coinvolgere, mostrarci il versante...Leggi tutto squallido di un mondo realmente esistito. L'effetto parodistico pare quindi nascere quasi casualmente ed è come se Salce cogliesse la palla al balzo e calcasse la mano sugli aspetti più ridicoli della sua storia. Così il film si ibridizza col rischio di lasciare insoddisfatti. Ed è un peccato, perché le potenzialità per costruire davvero un'ottima parodia c'erano; Carlo Giuffrè è il perfetto prototipo del cantante di bassa lega e la Buccella indubbiamente si trova a suo agio nel ruolo della ragazzotta semplice e ingenua. Ma più gustose sono le caratterizzazioni di secondo piano con lo stesso Salce che, nella parte del capocomico Farfarello, crea un personaggio di rara povertà intellettuale assolutamente godibile nei suoi atteggiamenti da finto macho e nelle sue battute di pessimo gusto. Molto meglio comunque il secondo tempo, quando finalmente la vicenda prende quota e le figure cominciano a prendere una forma ben precisa. Qualche tocco geniale qua e là, ma nel complesso l’indecisione sulla via da intraprendere nuoce al film. Pippo Franco coreografo checca si vede poco e manca l'approccio comico.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Deepred89 5/07/07 20:48 - 3293 commenti

I gusti di Deepred89

Discreta commedia. La storia è un po' ripetitiva e scontata, ma ci offre un ritratto dell'avanspettacolo dell'epoca molto interessante. Curiosi e divertenti (e forse addirittura memorabili) quasi tutti i personaggi, impersonati perfettamente da un grandissimo cast. Buona la regia di Salce, anche se ha fatto di meglio. Il finale, comunque, è davvero geniale. Anche i numeri musicali sono di quelli che non si dimenticano.

Homesick 24/08/07 18:18 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Spassosa e insieme malinconica rievocazione del mondo dell'avanspettacolo al tramonto e dei suoi litigiosi retroscena, diretta dall’esperto Salce con stile fumettistico e qualche occhiata a classici come Eva contro Eva e È nata una stella. Gli attori sono assai brillanti: gli artisti da strapazzo Giuffrè e Salce, la superba finta spagnola Melato e la vecchia primadonna Valeri, sorta di Wanda Osiris dei poveracci. Un elogio particolare alla Buccella non solo per le gambe, ma soprattutto per il carattere di contadinella ingenua e di buon cuore conservato anche quando diventa soubrette.
MEMORABILE: Le barzellette di Salce; le finte recensioni della stampa estera sui titoli di coda.

Undying 26/08/07 16:52 - 3839 commenti

I gusti di Undying

Al contrario de Il provinciale (girato l'anno seguente, sempre da Luciano Salce con Morandi nel ruolo di campagnolo investito d'inattese occasioni) qua è la Buccella (nei panni di Enrichetta) che lascia la vita di provincia per sfondare nel mondo dello spettacolo. Il cast è composto da validi mestieranti (Garrone, D'Orsi, Giuffrè, Pippo Franco e la Melato). Il titolo, sequenziale di Dove vai tutta nuda?, la dice lunga (e dice tutto) giacchè Maria Grazia (all'epoca trentenne con un buon curriculum) è di un bello davvero raro...

Matalo! 17/09/08 19:28 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Maria Grazia Buccella: la amo dal 1973! Il film è uno dei migliori Salce mai fatti, sempre un po' greve ma veritiero su un mondo greve. Memore un po' delle delizie linguistiche di Straziami ma di baci saziami ma con più affetto per i personaggi rispetto al film di Risi. C'è un po' di on the road, molta provincia, tantissimo anni 70. Contraddicendomi, uno dei pochi film in cui apprezzo Franco. Melato straordinaria sa adattarsi ad ogni registro, alto medio e basso. Valeri in excelsis. Ma è sulla Buccella e sulla sua voce, sugli occhi e sulle forme che il film si poggia.
MEMORABILE: "Non è la chiappa che fa l'artista" dice Silver Boy a Erica.

Renato 27/11/09 12:11 - 1581 commenti

I gusti di Renato

Salce dirige questo bel film sul mondo dell'avanspettacolo più pulcioso, con un grande cast ed un retrogusto amaro che emerge in vari momenti e che si sposa perfettamente al tema. Non tutto funziona come potrebbe, ma nell'insieme la pellicola scorre molto bene, e la coppia Salce-Valeri è a dir poco spettacolare. Piccoli ruoli per Gilberto Galimberti ed Ennio Antonelli.

Gugly 17/01/10 22:23 - 1016 commenti

I gusti di Gugly

Divertito ma a suo modo commosso omaggio all'avanspettacolo con storia d'amore contrastata. La Buccella recita benissimo la parte della bella ingenua, Giuffrè riprende il ruolo abituale del seduttore ma è anche conoscitore di un certo ambiente. Salce, la Melato e la Valeri si divertono in quello che considero un film parecchio divertente, certo greve, ma gli spettacoli popolari (di una volta) erano così. Il Bagaglino di oggi? Non facciamo paragoni indecorosi, suvvia| Grande atmosfera seventies.
MEMORABILE: Il (primo) numero del Cocorocò.

Vstringer 4/02/10 01:36 - 349 commenti

I gusti di Vstringer

Fotoromanzo tra il nostalgico e il parodistico sull'avanspettacolo più scalcinato e greve, con lampi di introspezione nel presentare lo scarto tra la finzione scenica e la reale dimensione umana dei personaggi, dove appunti sulla ricotta rimbombano nella mente come frasi rubate a Liala e riciclate: in una simile rievocazione Giuffrè e Salce ci sguazzano, la Buccella è perfetta per il ruolo (come anche Pippo Franco coreografo gay), sorprende di più vederci attrici raffinate come la Melato e la Valeri che conquista col suo calco di Wanda Osiris.

Il Gobbo 28/07/10 14:05 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Strepitoso omaggio/epitaffio all'avanspettacolo in articulo mortis, affettuoso quanto tagliente. Cast eccellente, compresa la Buccella perfetta Alice nel paese dei morti di fame, gigantesca la prova di Salce/Farfarello e della Franca Valeri/Pola prima, ma tutto è giusto, preciso, efficace. Uno dei Salce migliori, assolutamente imperdibile.
MEMORABILE: Gli eleganti numeri della compagnia di Farfarello: "Col razzo... che ci vengo"; "Poppea monta sul cocchio"

R.f.e. 29/07/10 10:30 - 817 commenti

I gusti di R.f.e.

Un delizioso - ingiustamente sottovalutato dalla critica e da certo pubblico - piccolo film "stracult", affettuoso omaggio al mondo dell'avaspettacolo, parzialmente simile a "Straziami, ma di baci saziami". La Buccella, qui davvero incantevole, è stata la nostra "svampita" più credibile - altro che la Biagini! - oltre che il più bel culetto del cinema italiano prima dell'avvento di Nadia Cassini. Bravissimi e convincenti anche gli altri attori, Giuffré e la Valeri in testa. Secondo me, uno dei migliori film "di" Luciano Salce.
MEMORABILE: Il numero "Cocorocò"; la Valeri-Osiris; lo zio prete di Erika che non segue la trasmissione religiosa perché "non vuol fare lo straordinario".

Rambo90 12/08/11 00:15 - 6400 commenti

I gusti di Rambo90

Divertente film di Salce, di culto soprattutto per il suo modo di riprendere la realtà delle compagnie d'avanspettacolo (ben tre anni prima di Polvere di stelle) a metà fra parodia e realtà. Bellissima la Buccella, perfetta nel ruolo della protagonista e coadiuvata da uno stuolo di personaggi memorabili: Giuffrè/Silver Boy, Valeri/Pola Prima, Salce/Farfariello, la Melato e Pippo Franco come coreografo gay. Simpatici i numeri musicali, un po' scollegato tra un momento e l'altro ma buono.
MEMORABILE: Coroccocò!

Giùan 26/08/13 22:47 - 3016 commenti

I gusti di Giùan

Sulla scia dei contemporanei tentativi letterari firmati Age & Scarpelli di revisionare i codici dell'arte popolare "bassa" (fotoromanzo, fumetto, teatro di rivista), la combriccola di Salce non si perita in sofisticherie artistiche, scavando con ruspante ardore le lampanti miserie (ma pure i tenui splendori) di Re e cortigiani dell'avanspettacolo. Ne esce un film la cui (voluta) facile grevità è compensata da una coscienza assoluta e una schietta simpatia verso una genia di patetici egocentrici. La Buccella riluce di bellezza, bravura e pailettes. Coroccocòcò.
MEMORABILE: La straordinaria coppia Pola Prima (una Valeri imbolsita ma sempre saggia)/Farfarello (un Salce di strepitosa misura comica); Le tre rose di Giuffrè.

Albstef90 2/09/13 16:37 - 78 commenti

I gusti di Albstef90

Un film bello, colorato e molto divertente! Salce si sbizzarrisce nel mettere in scena varie figure diverse tra loro e collegarle insieme nel mondo dell'avanspettacolo. Buonissimi interpreti, con tanti caratteristi di contorno che offrono al film la loro personale perfomance. Forse il lavoro più ricordato e meglio rivalutato del regista, insieme a Fantozzi. Una menzione per le belle location e le musiche che accompagnano il tutto! Ruolo per Salce all'interno del film! Piacevole!
MEMORABILE: Silverboy e il suo gruppo!

Motorship 7/09/13 17:02 - 567 commenti

I gusti di Motorship

Sicuramente uno dei migliori film di Salce; un ironico, ma anche malinconico e commosso omaggio all'avanspettacolo. Tante le trovate e le scene divertenti, ma soprattutto grandissima prova del cast, sia di quello femminile (fantastiche la splendida Buccella, la Valeri e la Melato), sia di quello maschile (altresì fantastici Giuffrè, Salce e Pippo Franco). Molto belle anche le scenografie, ben valorizzate dall'ottima fotografia di Parolin e notevoli location. Da vedere.
MEMORABILE: La coppia Pola Prima (Valeri)/Farfarello (Salce); Il gruppo di Silverboy (Giuffrè).

Pessoa 25/09/14 18:29 - 1181 commenti

I gusti di Pessoa

Bella commedia sul mondo dell'avanspettacolo riportato sullo schermo fedelmente e senza finte nostalgie. Bravissimi Giuffrè e la Buccella ma tutto il cast offre una prova di grande rilievo, complice il regista (che ha frequentato parecchio quel mondo). Fra le seconde linee spiccano Focas e l'eterno Garrone. Freschi e per nulla noiosi anche i molti intermezzi musicali, che si alternano a una storia ben scritta. Il marchio di Salce si vede tutto, sia nella regia sia nell'interpretazione, soprattutto nei duetti con la vecchia amica Franca Valeri.
MEMORABILE: I duetti "poetici" fra Giuffrè e la Buccella; L'escamotage di Salce per mascherare l'impotenza.

Saintgifts 29/09/14 18:07 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Basta guardarla è riferito alla Buccella, naturalmente, ma solo dopo la trasformazione; e ad aiutare la pupa (nome perfetto al posto di crisalide) a diventare quella farfalla che basta guardarla, appunto, è, com'è giusto che sia, Danilo (Pippo Franco), il coreografo gay della compagnia di avanspettacolo di Silver Boy (Carlo Giuffrè), che porta buonumore e gambe femminili nei paesini più sperduti della penisola. La commedia ha il pregio di rimanere contenuta, mai volgare, pur raccontando bene una realtà ormai scomparsa. Si dilunga un po' troppo.

Rufus68 21/01/18 23:54 - 3119 commenti

I gusti di Rufus68

La morte del vaudeville italiano è qui rappresentata con la forza dell'italianità più pura: la naturale bellezza delle attrici, la cialtroneria, l'affastellamento di gerghi e dialetti, i luoghi comuni più tenaci (Franco gay, Giuffré gelosone) e una batteria di caratteristi d'eccezione oggi impensabile. Salce non riesce mai a elevare lo sguardo (non è Fellini) e talvolta si compiace nello spingere i toni popolari sino alla farsa; il retrogusto malinconico, tuttavia, è sincero e mai volgare. Come il vino buono non può che migliorare.

Nando 25/03/20 01:24 - 3486 commenti

I gusti di Nando

Grottesca commedia incentrata sull'avanspettacolo che evidenzia tutte le capacità istrioniche di Salce, che offre una pellicola bizzarra ma di buona fattura in cui si mostrano le fatiche di certi teatranti. Simpatiche le clip presenti e soprattutto sensuale la Buccella, che sprizza grande erotismo ma non si dimentica la grande arte di Giuffrè e l'esordio della grande Melato.

Markus 25/03/20 17:52 - 3310 commenti

I gusti di Markus

Omaggio non privo di sarcasmo e un alone nostalgico, tipico della commedia all'italiana, sul magico e insieme triste mondo dell'avanspettacolo e del cosiddetto varietà. Luciano Salce, che come spesso è capitato si ritaglia anche una parte, accende le luci sulle polverosi assi di quel vecchio modo di fare spettacolo, che è anche l'occasione per Maria Grazia Buccella di mostrare la sue capacità d'attrice, oltre che essere una bella donna. Una nota di rilievo ce l'ha il sempre ottimo Carlo Giuffrè, che del teatro ci ha fatto una ragione di vita.

Il Dandi 2/08/20 23:00 - 1821 commenti

I gusti di Il Dandi

Salce riesce ad anticipare il Sordi di Polvere di stelle nell'affettuoso elogio funebre del sottobosco dell'avanspettacolo, ma non riesce purtroppo ad eguagliare la grazia del Risi di Straziami, ma di baci saziami nel disegno fumettistico del melodramma burino che vede ostacolato e più volte ribaltato l'amore fra il cantante scaduto e la grezza ma fresca soubrette da lui creata. Peccato perché gli attori sono tutti in parte (specie Giuffré e la Valeri nella parodia di Wanda Osiris) ed è esclusivamente grazie alla loro verve che il film risulta godibile, ma mai davvero irresistibile.
MEMORABILE: Il coroccoccò.

Reeves 28/09/20 17:04 - 160 commenti

I gusti di Reeves

Un film davvero divertente, ricco di ritmo. Il mondo dell'avanspettacolo viene raccontato con quel misto di cattiveria, di nostalgia, di talento e di volgarità che erano elementi insiti nel suo DNA. Manca per fortuna la retorica, che invece è sempre presente quando si rievoca quel mondo ormai scomparso. Giuffrè e Salce si rubano la scena e le battute proprio come due grandi del palcoscenico, la Valeri è ironica come sempre, la Buccella è quel tipo di bellezza che all'epoca faceva impazzire. E le false recensioni finali sembrano quasi una soddisfazione che Salce ha voluto togliersi.
MEMORABILE: Coroccocò, la rivista che tutti avremmo voluto vedere.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 29/07/10 09:01
    Consigliere - 43619 interventi
    Eh sì, appena si sale sopra i 3 emmezzo compare spesso nelle visioni di ognuno, questo bizzarro animale. C'è chi lo ha schiacciato, ma poi ce ne si pente. Come finì con Pinocchio è noto a tutti...
  • Discussione B. Legnani • 29/07/10 11:35
    Consigliere - 13913 interventi
    Prendo tutto questo non come incitamento al legnanicidio tramite schiacciamento, bensì come prova di affetto.
  • Discussione Zender • 29/07/10 14:13
    Consigliere - 43619 interventi
    R.f.e. ebbe a dire in curiosità:
    La sequenza in bianco e nero con Errol Flynn e Olivia da Havilland che s'intravede sullo schermo di uno dei locali dove si esibiscono i personaggi di Basta guardarla, appartiene, per la precisione, a Capitan Blood (1935) di Michael Curtiz (fra l'altro, grave e inspiegabile lacuna davinottiana!).
    Non c'è niente di inspiegabile in realtà: come sempre è stato per il Davinotti, sono presenti in database film visti dagli utenti o di cui s'è discusso. Mai avuto nessuna pretesa di completezza, il Davinotti. Mancheranno sicuramente anche titoli più importanti di questo.
  • Discussione Roger • 25/02/14 15:32
    Call center Davinotti - 2810 interventi
    Tra le ballerine è segnalata Loredana Bertè: dovrebbe essere questa
  • Discussione Zender • 25/02/14 16:35
    Consigliere - 43619 interventi
    Mah, francamente non mi sembra proprio la Bertè...
  • Discussione Gugly • 25/02/14 18:05
    Segretario - 4677 interventi
    Naaaa, non è la Bertè.
  • Discussione Roger • 12/03/17 11:05
    Call center Davinotti - 2810 interventi
    Ecco Loredana Bertè, è una ballerina della compagnia di Farfarello (Salce) e ha una battuta quando brinda alla nuova soubrette Erica (Buccella)





    Ultima modifica: 12/03/17 11:08 da Roger
  • Discussione Zender • 12/03/17 17:46
    Consigliere - 43619 interventi
    Questa già ci assomiglia di più.
  • Curiosità Lucius • 10/02/18 13:26
    Scrivano - 8319 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, la scheda del film, presente in un catalogo di distribuzione d'epoca:

  • Discussione Zender • 10/02/18 13:26
    Consigliere - 43619 interventi
    Intervento spostato qui