The equalizer - Il vendicatore

Media utenti
Titolo originale: The Equalizer
Anno: 2014
Genere: action (colore)
Note: Remake della serie tv "Un giustiziere a New York".
Numero commenti presenti: 24

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/10/14 DAL BENEMERITO RAMBO90
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Jandileida 10/02/17 14:38 - 1253 commenti

I gusti di Jandileida

Action molto modesto con un sempre bravo Denzel nel ruolo del vendicatore senza macchia e senza paura. Il film si lascia guardare ma siamo dalle parte del rimasticato, anzi del ruminato: la storia è infatti piatta che più piatta non si può e i pochi guizzi previsti fanno al massimo alzare le spalle. Il cattivone di turno tra l'altro è una macchietta e anche i personaggi di contorno saranno stati scritti in dieci minuti, visto lo spessore quasi nullo. Fuqua comunque dà un certo ritmo ma, anche a causa della durata XL, alla fine si sbadiglia.

Rambo90 9/10/14 23:18 - 6347 commenti

I gusti di Rambo90

Denzel Washington incarna l'ennesimo agente in pensione, probabilmente della CIA, che decide di trasformarsi in giustiziere. La trama scorre su questi binari ma con classe grazie alla regia dell'ormai espertissimo Fuqua e all'interpretazione del protagonista, glaciale e freddo quanto basta, ma anche cordiale e sorridente con chi gli è caro. Molta violenza, un paio di gustose "esecuzioni" (quella con il cavatappi su tutte) e un finale uno contro tutti degno del Seagal dei tempi d'oro. Azzeccato il villain, esornativi Pullman e la Leo.

Digital 11/10/14 19:47 - 1120 commenti

I gusti di Digital

Action girato da Dio e recitato con consumato mestiere da un Denzel Washington particolarmente a suo agio in questi ruoli da giustiziere meticoloso ma alquanto letale. Certo, non aspettatevi nulla di originale (i soliti russi malavitosi contro l’invincibile eroe a stelle e strisce), però è innegabile che la regia consoca alla perfezione i meccanismi del genere, portandoli al loro massimo e insistendo, quasi inaspettatamente, in una violenza talvolta debordante. Notevole Csokas come odioso villain tappezzato di tatuaggi.

124c 13/10/14 12:40 - 2772 commenti

I gusti di 124c

Come dicevano in Charlie's angels di McG: "Un altro film tratto da una vecchia serie tv", in questo caso Un giustiziere a New York, con l'inglese bianco Edward Woodward. Rispetto al serial di base, qui si alza il tiro della violenza trasformando l'agente CIA Robert McCall di Denzel Washington nello Stallone di John Rambo che incontra il Punitore di Lundgren e Il giustiziere della notte di Bronson. Fuqua gira un film adulto e a tratti splatter, ma sembra scordarsi della trama iniziale della Moretz, che viene ripresa solo alla fine. Medio.
MEMORABILE: I cinque mafiosi russi uccisi in 28 secondi da Denzel Washington.

Belfagor 17/10/14 16:08 - 2623 commenti

I gusti di Belfagor

Inizia in modo insolito, con una buona caratterizzazione del giustiziere tra la mania per l'ordine e la quotidianità insospettabile e migliora con l'inizio della guerra contro la mafia, tanto da far pensare più a un thriller metropolitano che al tipico film d'azione. Purtroppo Fuqua non mantiene le promesse e scivola nel suo solito vortice di cliché: eroe a stelle e strisce, cattivoni stranieri (in questo caso russi, guarda un po') e una escalation finale talmente esagerata da invalidare il promettente primo tempo.

Puppigallo 26/10/14 10:58 - 4510 commenti

I gusti di Puppigallo

Nel complesso non è male, soprattutto grazie a Denzel e al suo personaggio (una sorta di Bronson, ma più istruito ed educato). Certo, siamo ai limiti del super eroe, che tutto può e nulla lo scalfisce; e questo nonostante un cattivo psicotico, la mafia russa che lo cerca, più agenti corrotti. C'è però da dire che, a differenza di altri film del genere, anche la prima parte, quella di preparazione, è sopportabile, non costringendo lo spettatore ad attingere troppo al serbatoio della pazienza. E' un action senza pretese, con spruzzate di retorica, che ha il pregio di farsi seguire senza sforzo.
MEMORABILE: Denzel si concentra (e sono dolori); Il rapporto con la giovane prostituta, che chiede notizie del Vecchio e il mare, il libro che Denzel sta leggendo

Geppo 26/10/14 12:15 - 288 commenti

I gusti di Geppo

È un po' Il giustiziere della notte dei giorni nostri. Per quasi l'intera durata accompagna lo spettatore senza mai annoiarlo e inserendo anzi davvero tanta adrenalina e tensione, con gran belle sequenze splatter. Denzel Washington ha la faccia perfetta per il ruolo (geniali i suoi incredibili primi piani). Bravissima e sorprendente nella sua interpretazione Chloë Grace Moretz, come anche Johnny Skourtis. Ho trovato un po' esagerato il finale... ma il cinema americano, si sa, è fatto così. Ottime e precise regia e colonna sonora.
MEMORABILE: I dialoghi tra Denzel Washington e Chloë Grace Moretz.

Dusso 30/10/14 11:40 - 1535 commenti

I gusti di Dusso

Solito film sulla figura del giustiziere che non ho trovato per nulla originale. Dopo un primo tempo senza sorprese e con un ritmo sottotono arriva una seconda parte migliore, più vivace, condita da scene crude nei regolamenti di conti. Ottimo Denzel Washington, "misurato" protagonista.

Galbo 14/12/14 20:24 - 11388 commenti

I gusti di Galbo

Spostandosi dalla Casa bianca ad una Boston ostaggio della mafia russa, il regista Fuqua racconta ancora una volta la storia di un giustiziere solitario. Questa volta però si sforza, attraverso una sceneggiatura discretamente scritta, di dare maggiore "spessore" al personaggio principale. Il film funziona sopratutto nella prima parte mentre nella seconda diventa più convenzionale anche se tecnicamente si mantiene su ottimi livelli grazie alla indiscussa capacità del regista nel concepire le scene d'azione. Credibile il protagonista Washington.

Capannelle 15/12/14 13:12 - 3723 commenti

I gusti di Capannelle

Siamo sempre lì: il vendicatore buono, la ragazzina da redimere e i cattivi sprezzanti. Però la mano in regia è buona e riesce a compensare qualche banalità e qualche scena ripetitiva che poteva essere tagliata, riportando il film sotto le due ore. Alla fine accetti anche che Denzel si trasformi in una macchina assassina e incuta terrore a quegli omaccioni il cui numero di tatuaggi supera quello dei neuroni. Buono l'acting dei protagonisti, buoni la fotografia e il supporto musicale.

Viccrowley 16/12/14 08:42 - 803 commenti

I gusti di Viccrowley

Nuovo action dai toni plumbei e malinconici per la coppia Fuqua/Washinghton, ormai garanzia di contenuto oltre che di forma. Prendendo spunto da una serie tv, Fuqua dilata i canoni dell'action rendendolo quasi totale attesa e lasciando fuori campo parecchi momenti d'azione in favore di un approfondimento di buoni e cattivi che li porta quasi a mescolarsi e a diventare facce di una stessa medaglia. Ottimo il lavoro sulle luci, che suggeriscono anzichè mostrare corpi e volti pensosi e intristiti da un passato incancellabile.
MEMORABILE: La lotta nel locale russo scandita dai 16 secondi.

Furetto60 26/12/14 08:59 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Nel filone del giustiziere solitario sfruttato, riesce a offrire una versione insolita e originale: lui affronta a mani nude gruppi nemici soverchianti e armati fino ai denti, ha una memoria fotografica da computer, gli piacciono le piccole cose, non guida e, ah sì, raddrizza torti. Chi è? Questo interrogativo rimane sospeso, si sa solo che è lui l'arma (questa l'ho già sentita) e ha un cuore d'oro. Consciemente lenta la prima parte, cinetica e molto violenta la seconda, un action curato e ben interpretato.
MEMORABILE: Non è venuto per chiedere aiuto, è venuto a chiedere il permesso di farlo; La maschera di DW sotto l'acqua.

Daniela 23/02/15 07:46 - 9410 commenti

I gusti di Daniela

Bob, uomo di mezz'età che lavora in una specie di Mr.Brico, è un tipo solitario e di poche parole. Pur affabile con i colleghi, preferisce però passare il suo tempo libero in compagnia di un buon libro. Insomma, sembra un tipo tranquillo. Sembra... Dopo la ciofeca washingtoniana, Fuqua si riscatta con questo plot di giustiziere in incognito, molto tradizionale nello sviluppo ma con un buon crescendo narrativo (la quiete prima della tempesta), scene d'azione ben girate, un protagonista affidabile ed un antagonista all'altezza che sembra il fratello russo di Kevin Spacey. Action godibile.
MEMORABILE: La lunga sequenza all'interno del grande magazzino, con l'utilizzo di vari attrezzi di bricolage come armi letali

Stelio 31/03/15 23:58 - 384 commenti

I gusti di Stelio

Action estremamente ripetitivo, tutto basato sulle capacità interpretative di Washington. La sceneggiatura, piatta e inconsistente, è il problema maggiore. La noia della statica prima parte è controbilanciata da una seconda sicuramente migliore e movimentata (seppur non particolarmente ispirata), che rende più scorrevole la visione. Niente di che.

Minitina80 30/04/15 10:11 - 2344 commenti

I gusti di Minitina80

Il classico action-movie ben diretto e pomposo le cui pretese non possono andare oltre l’impatto visivo degli scontri uno contro tutti. La trama si intuisce dopo pochi minuti, compreso il prevedibile finale, ma forse il massimo che si può esigere da un plot del genere è sentir scorrere la propria adrenalina nel vedere Denzel Washington rompere le ossa alla mafia russa con tutto ciò che gli capita sotto, da un cavatappi a una pistola sparachiodi.

Piero68 25/08/15 08:56 - 2760 commenti

I gusti di Piero68

Dimenticate le pellicole di spessore come Training day o Brooklyn's finest dove tutto era sporco e marcio, Fuqua continua sul binario dell'action patinato con il trinomio fisso: eroe duro ma buono, gente da salvare, cattivissimi vendicativi. Un po' di sbirri corrotti non guastano mai et voilà, il film è pronto. Se la confezione è buona e la violenza è davvero strabordante, in alcune scene resta una sceneggiatura a tratti imbarazzante per pochezza. Troppo lungo inoltre, con alcuni momenti davvero superflui. Washington è bravo ma l'età inizia a pesare.

Nando 26/08/15 18:12 - 3477 commenti

I gusti di Nando

Sotto le spoglie di un tranquillo commesso di un magazzino si nasconde un freddo ex agente della CIA che ingaggia uno scontro senza esclusione di colpi con esponenti della mafia russa. Washington è appropriato nella parte e se la cava con il solito mestiere; ritmo elevato con buone scene d'azione, antagonisti credibili.

Parsifal68 1/09/15 13:02 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

Le premesse per assistere a un buon film in cui rispecchiarsi c'erano tutte e l'intenso battage pubblicitario faceva crescere un notevole interesse. Ma la montagna ha partorito un piccolissimo topolino e se non fosse per il gelido sguardo del grande Denzel Washington, sarebbe un film persino peggiore di quello che già è. Peccato, perché la coppia vincente di Training day doveva e poteva fare di più. Ma si sa... Hollywood vuole sangue e allora tutto l'inverosimile diventa possibile, compreso sconfiggere da soli la mafia russa!
MEMORABILE: La lunga scena del conflitto finale nel magazzino (ma è poca cosa).

Magnetti 20/09/15 09:20 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Siamo nel vero e proprio filone "vendicatori più o meno attempati interpretati da attori di successo del presente e/o passato". Anche questo tentativo coglie nel segno perché il film diverte e lo si guarda volentieri fino alla fine, sfociando in un finale per nulla consolatorio e poco americano. Washington se la cava ma il vero merito va agli sceneggiatori, che gli hanno dato il terreno fertile su cui agire. Film soddisfacente.

Russia1974 6/06/16 20:43 - 10 commenti

I gusti di Russia1974

Gran bel film. Ovvio, un po' scontato, russi cattivi americani buoni ed eroici, ma il ritmo è ottimo e i cattivi credibili (specialmente il bravo Marton Csokas, perfetto nel ruolo del pericoloso e instabile "Teddy" Itchenko). Washington è perfetto nel ruolo e ormai si trova a suo agio in queste parti, brava e dolce Chloe Grace Moretz nel ruolo della triste e giovanissima prostituta che stringe una bella ma difficile amicizia col protagonista.
MEMORABILE: Alina "Teri" che parla col protagonista del libro che sta leggendo; Alina in ospedale dopo essere stata picchiata; La strage di russi in 28 secondi.

Didda23 26/09/17 11:38 - 2287 commenti

I gusti di Didda23

Il ritorno del binomio Fuqua-Washington, pur non toccando le vette dell'esordio, è sostanzialmente buono. Il primo a livello registico confeziona sequenze action davvero notevoli, ma sa anche gestire i rallentamenti e le parti più intimiste (con dialoghi abbastanza interessanti); il secondo va a nozze con ruoli del genere e fornisce una performance di livello. Seppur privo di originalità, il film sa intrattenere senza pause e per il genere non è cosa da poco. Il crescendo narrativo è dosato con precisione e la parte finale è piacevole.
MEMORABILE: I 100 romanzi da leggere; Uno contro tutti; Le serate al bar.

Zardoz35 14/10/17 23:47 - 249 commenti

I gusti di Zardoz35

Un tranquillo magazziniere sulla via della pensione si ricorda di essere stato un agente speciale e, provocato, scatena l'inferno. Il solito film americano del tipo uno contro tutti, anche se stavolta Denzel al contrario di chi lo ha preceduto ha sempre il sorriso sulle labbra e se può si fa anche in quattro per aiutare i negozianti taglieggiati e la collega derubata. Il film è tutto nella sua interpretazione, peraltro ben aiutato da ottimi caratteristi, ma è senz'altro originale nel suo genere.
MEMORABILE: I mafiosi russi, a vederli bene non sembrano granché cattivi.

Bruce 18/09/18 12:03 - 1004 commenti

I gusti di Bruce

Eroe giustiziere che non accetta i soprusi e chi sfrutta i deboli ed è pronto a tutto per sconfiggere il male e sistemare le cose, senza limiti, arrivando sino al vertice dell'organizzazione criminale. Figura epica e utopistica, ma non per questo meno entusiasmante. Il film è un grande action thriller, nel quale determinante è la presenza e l'interpretazione di Denzel Washington: è lui a dare profondità e spessore a una pellicola altrimenti non così memorabile. Ottima la colonna sonora.

Pinhead80 16/05/19 16:09 - 3953 commenti

I gusti di Pinhead80

Bello, duro, tosto, un action di quelli come si deve con protagonista un Denzel Washington tanto gentile con chi ha bisogno, quanto letale con chi invece si approfitta del prossimo. Non c'è la solo la storia della prostituta da riscattare, ma tante altre piccole sottotracce che ci fanno capire come più che la sceneggiatura conti il protagonista, assolutamente indecifrabile. Non si sa praticamente niente di lui, solo che è meglio non essere un suo nemico.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.