LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/08/07 DAL BENEMERITO UNDYING
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 26/08/07 17:13 - 3841 commenti

I gusti di Undying

Un giornalista (Morandi) arriva a Roma dove conosce una bella prostituta (Maria Grazia Buccella), se ne innamora e tenta di ricondurla ad una vita normale, senza tuttavia riuscirci. Sorta di autobiografia dell'interprete principale (Gianni Morandi), virata più sul contesto paradossale ed ironico, con accenti di pura commedia nella rappresentazione di un provinciale catapultato nel mondo delle iene e della competizione cittadina. Salce è regista perspicace e, come sempre, autoironico ed intelligente: il suo tocco dona al film un aspetto grottesco.

Nando 16/12/10 00:58 - 3454 commenti

I gusti di Nando

Le vicende di un giovane di provincia catapultato nella realtà della metropoli. Salce è molto attento all'analisi introspettiva dei suoi interpreti, con cui cerca un raffronto con la realtà che li circonda: ma qui il taglio è più da commedia, anche perché Morandi non è un vero attore. Infatti, nonostante l'impegno e la narrazione, tende al malinconico.

Dusso 18/12/11 22:52 - 1533 commenti

I gusti di Dusso

Luciano Salce realizza una commedia che tutto sommato svolge discretamente il proprio dovere; Morandi funziona, meno la Buccella. Notevole l'inseguimento poliziesco. Interessante il cast nelle seconde linee: anche in partecipazioni brevissime troviamo grandi caratteristi.

B. Legnani 4/05/12 22:49 - 4672 commenti

I gusti di B. Legnani

Scarsotto (*½). A volte calca la mano in maniera eccessiva (l'imbranatura iniziale del protagonista), come se fossimo in una farsa (ma così non è). Tiene accettabilmente per un'ora, ma crolla con l'arrivo della dentosa Hare e il folle episodio al monastero, che prelude ad un inseguimento da vero e proprio poliziottesco. Morandi non è un attore e lo si vede fin troppo. La Buccella, anche perché il personaggio è costruito sui suoi occhioni, funziona benino. Divertente riconoscere le seconde linee e i non accreditati.

Stefania 5/05/12 12:48 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Ogni provinciale immigrato in una metropoli deve incontrare una prostituta, perché la metropoli stessa, nell'immaginario comune, "è" una prostituta: attraente, cinica, corrotta. Ma la metropoli è anche una "madre", e la prostituta Lilli svolge un ruolo materno nei confronti del provinciale Morandi, in questo che è un film di formazione, sul passaggio all'età adulta, con tutti i suoi entusiasmi e le sue delusioni. Una commedia che ha il merito di rivisitare in maniera fresca e spigliata stereotipi da romanzo d'appendice, immergendoli in un affresco abbastanza realistico della Roma anni '70.
MEMORABILE: Morandi che imbratta l'auto del cliente di Lilli con la nafta. La rocambolesca... inchiesta giornalistica sui malavitosi.

Tomastich 4/07/12 16:40 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Un Salce che non graffia a dovere ma che con gran mestiere riesce a costruire un'innocente pellicola dove il povero Morandi si innamora di una ragazza squillo. Roma e il Messaggero costituiscono il teatro perfetto in cui inscenare tutta la storia. Piacevole ma sonnacchioso.

Daidae 7/09/12 03:46 - 2719 commenti

I gusti di Daidae

Salce ha fatto di meglio, ma il film tutto sommato funziona. Bene gli interpreti, sopratutto Morandi, passabile la Bucella e la meteora Tery Hare non sfigura. Un buon misto tra sentimentalismo e commedia. Alcune scene molto divertenti, come la casa che vibra e l'inseguimento. Bello, anche perché Morandi canta solo nei titoli di coda.

Galbo 10/10/12 05:53 - 11310 commenti

I gusti di Galbo

Non è invecchiato benissimo questo film di Luciano Salce, sospeso tra commedia di costume, farsa e film sentimentale. Funziona il personaggio interpretato da Gianni Morandi che riesce bene a rappresentare la rustica ingenuità del ragazzo di provincia. Meno riuscita la sceneggiatura che calca troppo la mano sul versante farsesco e nel finale preferisce soluzioni convenzionali. Non male il cast di contorno. Buona l'ambientazione.

Motorship 28/04/13 17:52 - 567 commenti

I gusti di Motorship

Non è il miglior film di Salce, ma comunque è una commedia molto gradevole sulla Roma degli anni 70 e sulla situazione dei giovani di paese che si accingono a vivere a pieno la capitale. Il quadro generale descrive bene quel periodo, anche se la satira non graffia più di tanto a causa di una sceneggiatura non proprio perfetta. Buona la prova di Gianni Morandi, meno quella della bella Maria Grazia Buccella (funziona meglio Tery Hare). In più tanti ottimi caratteristi in parti più o meno brevi e in buona parte non accreditati. Non male.

Homesick 11/07/13 17:10 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Negli occhi dolcemente rassicuranti e insieme malinconici della Buccella si manifesta l’anima di questa commedia di Salce, che dalle allegre premesse si fa sempre più amara percorrendo un cammino incerto: pervio quando rintraccia le vicissitudini quotidiane dell’impacciato provinciale Morandi nella ricerca di lavoro e nel controverso rapporto con la compagna che lo mantiene; sdrucciolevole allorché devia su stonanti parentesi farsesche (l’invito dei vicini di casa, il colpo al monastero). Ovvio che la Buccella si faccia notare anche per le gambe e per la mise chic da prostituta metropolitana.
MEMORABILE: Il completo rosso che la Buccella regala a Morandi; l’appartamento-topaia di Moranti e la sua trasformazione dopo l’intervento della Buccella.

Rufus68 19/02/19 22:31 - 3012 commenti

I gusti di Rufus68

Il Morandi bravo ragazzo ingenuo funziona assai poco: dalla sua vanta davvero atteggiamenti da provinciale imbranato e inurbato da poco. I cincischiamenti nella recitazione, però, depotenziano il personaggio, mai davvero ruspante e mai davvero attore. Anche la storia costruita su di lui è assai pallida; la vena caustica e, a tratti, cinica del Salce più sulfureo mai emerge limitandosi egli a un garbato fotoromanzo. Graziosa la Buccella, discreti certi comprimari (su tutti Fabrizi).
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Gabriele • 17/01/13 15:34
    Disoccupato - 32 interventi
    Se non ricordo male, la scena finale deve essere stata girata sul GRA all'altezza dello svincolo sulla Cassia, in una Roma innevata il che farebbe risalire le riprese ai primi di marzo del 1971:epica nevicata a Roma.
  • Homevideo Alexpi94 • 5/12/17 20:28
    Pulizia ai piani - 180 interventi
    Nel 2014 è uscito il buon dvd Cecchi Gori. DVD 5 Master buono e nel corretto formato cinematografico: 2.35:1 (16:9). Audio: Italiano Dolby Digital 2.0 (pulito) Sottotitoli: Italiano Durata: 1h:32m:32s Fotogramma scattato a 26m:26s
    Ultima modifica: 9/10/18 16:11 da Zender