Quella notte inventarono lo spogliarello

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The night they raided Minsky's
Anno: 1968
Genere: commedia (colore)
Numero commenti presenti: 6
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Dopo l'esordio non del tutto riuscito di FESTA DI COMPLEANNO, William Friedkin sfodera finalmente tutto il suo talento e ci regala uno dei più avvincenti omaggi agli spettacoli americani degli Anni Venti. Diretto con virtuosismi registici da antologia, montato con un senso del ritmo strabiliante, THE NIGHT THAT RAIDED MINSKY’S fa sembrare il mondo tutto sommato statico del teatro burlesque uno scatenato e rutilante avvicendarsi di gag e numeri di ballo da riempire gli occhi. Il tipo di inquadrature insolite, ardite, a volte sperimentali che movimentano gli spettacoli, seguono le musiche unendosi in un folgorante esercizio di stile mai fine a se stesso, che invece anima ogni sequenza...Leggi tutto vivacizzandola. La grande attenzione per scenografie e costumi garantisce credibilità alla vicenda, contribuisce a rievocare mirabilmente il clima dell'epoca e gli spettatori che gremiscono il teatro gridando ed esaltandosi al primo accenno di “mossa” sono ripresi da Friedkin con primi piani alternati a veloci carrellate mentre la musica accompagna il loro incessante vociare. All'interno di tutto questo la storia di Rachele (Britt Ekland), amish che sogna una carriera da ballerina, sembrerebbe un po' perdersi, mentre invece si fa strada lentamente (grazie anche alla collaborazione dell'ottimo Jason Robards) per condurci allo spogliarello già annunciato nel titolo italiano, ennesimo pezzo di bravura di un Friedkin in stato di grazia. Il cinema insomma sublima il teatro, lo carica di una spettacolarità sconosciuta e lo fa senza mai perdere il gusto fondamentalmente raffinato per l'ironia pungente che il regista svilupperà ancor meglio nello splendido FESTA PER IL COMPLEANNO DEL CARO AMICO HAROLD. Le ballerine sono grasse, talvolta quasi sformate, non certo perfette e per questo azzeccatissime.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 16/02/08 12:03 - 4717 commenti

I gusti di B. Legnani

Brulicante. Film ritmatissimo, giocoso, conquistante. Io non amo gli spettacoli più o meno teatrali messi al cinema, ma stavolta la gestione delle masse di persone nello spazio chiuso, la ricerca quasi lombrosiana dei primi piani degli spettatori, unita a prestazioni personali notevoli (grande Robards, ma sorprendent Wisdom!), produce un film trascinante, al punto che il castissimo (oggigiorno) finale entusiasma lo spettatore odierno al pari degli allupati personaggi. La stupenda Ekland ha due sole vere espressioni (o è sorpresa o è felice), ma funziona benissimo. Un buon film.
MEMORABILE: Lo spogliarello.

Homesick 18/10/08 17:35 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Barocco e frastornante, uno spaccato sul burlesque in cui si respira tutta l’atmosfera festosa degli Stati Uniti degli anni Venti: l’avanspettacolo, le strade, i costumi, i torniti corpi femminili, i tentativi di trasgressione ostacolati da una censura bacchettona e opprimente. Il tanto atteso strip-tease, comunque, arriva solo nel finalissimo. Tra i volti noti compare anche Forrest Tucker, il sergente o’Rourke de I forti di Forte Coraggio.

Daniela 16/07/15 12:17 - 9372 commenti

I gusti di Daniela

Fuggita a New York col sogno di diventare ballerina, l'ingenua Rachele trova lavoro in un locale di terz'ordine, già nel mirino della Lega per la repressione del vizio per gli spettacoli ritenuti "sconci", ma il babbo puritano è sulle sue tracce... Gradevole rievocazione dell'ambiente del vaudeville anni '20, illuminata dalle prestazioni dal pregevole cast maschile e dalla leggiadria di Ekland, attrice modesta ma qui assai fresca e graziosa. Friedkin, ad inizio carriera, dirige con una ironia benevola distante dal sarcasmo del film successivo o dalla durezza asprigna delle sue opere più note.

Rebis 14/01/16 12:59 - 2088 commenti

I gusti di Rebis

L'anima comica di William Friedkin, caduta nell'ombra tetra e monumentale degli insigni capolavori, non rinuncia al tema cardine della sua filmografia: gli esiti della repressione esercitata dalle istituzioni sulle pulsioni libidiche. Opera straripante e sovraeccitata che è innanzitutto arte del montaggio - in un esercizio sintattico che sposa il ritmo dello slapstick alla verticalità di Eisenstein - e poi divertita, accuratissima ricostruzione storica - memorabile l'incipit che dissolve il b/n d'epoca nel colore. Jason Robards in stato di grazia; sommaria la caratterizazione di Britt Ekland.

Rocchiola 12/03/18 09:45 - 864 commenti

I gusti di Rocchiola

Forse l'esito migliore del primo Friedkin, quello per intenderci antecedente al Braccio violento della legge. Il regista non è mai stato molto portato per la commedia ma in questo caso offre un quadro spassoso e al contempo amarognolo del sottobosco dell'avanspettacolo degli anni 20. Il suo passato di documentarista si vede nell'accurata ricostruzione d'epoca, la sua abilità registica nel ritmo indiavolato. Cast superlativo con in testa Wisdom snodabile clown malinconico. La Ekland è di una bellezza abbacinante. Lahr era il leone codardo nel Mago di Oz.
MEMORABILE: Il ballo finale della Ekland; Gli interventi di Denholm Elliott censore bacchettone; I numeri musicali; L'arrivo della Ekland nell'East Side.

Caesars 28/04/20 09:49 - 2690 commenti

I gusti di Caesars

Friedkin ricostruisce l'epoca del burlesque e ci restituisce appieno l'atmosfera che si respirava a quei tempi. A rendere gradevole la commedia ci pensano Jason Robards e un notevolissimo Norman Wisdom, il cui fisico sembra fatto di plastilina. Per il resto la Ekland è sicuramente graziosa ma non riesce a essere molto più che decorativa e fa piacere rivedere Tucker (meglio noto come il sergeant O'Rourke de I forti di forte coraggio). Il film si concentra un po' troppo sui "numeri" dello spettacolo e la cosa alla fin fine stufa un po'.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 23/10/08 07:55
    Consigliere - 43495 interventi
    Sì, ma il migliore del lotto resta Friedkin...
  • Discussione B. Legnani • 23/10/08 13:25
    Consigliere - 13800 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Sì, ma il migliore del lotto resta Friedkin...

    Sì, le inquadrature tra gli spettatori sono bellisime. E non solo quelle.
  • Homevideo Zender • 16/05/09 10:19
    Consigliere - 43495 interventi
    In dvd il 24 giugno 2009 uno dei film che rievelò al mondo il talento dell'emergente Friedkin!
    Audio: Ita.mono
    Video: 16:9/1.85:1
    Extra: Commento di Vieri Razzini + Galleria fotografica + Biografie +Trailer
  • Musiche Lucius • 1/07/13 06:57
    Scrivano - 8326 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il 45 giri originale italiano:

    Ultima modifica: 1/07/13 08:02 da Zender
  • Discussione Daniela • 16/07/15 12:25
    Consigliere massimo - 5121 interventi
    per Zender:
    al cast andrebbe aggiunto Harry Andrews, che interpreta il babbo bacchettone della protagonista, ossia questo simpaticone qui:

  • Discussione Zender • 16/07/15 17:55
    Consigliere - 43495 interventi
    OK, aggiunto.
  • Homevideo Rocchiola • 12/03/18 09:51
    Call center Davinotti - 1133 interventi
    Tenetevi stretti i DVD di questa serie "Il piacere del cinema" pubblicata dalla Flamingo con commento del critico Vieri Razzini, in quanto presentano quasi sempre una qualità ottimale ed un esame critico del film piuttosto interessante.
    Ovviamente sono fuori catalogo è stanno assumendo prezzi più elevati della media, in particolare questo titolo parte da 29-30 euro su Amazon.
    Qualità video ottima (probabilmente è stato usato il master dell'edizione MGM internazionale), priva di imperfezioni e dai colori equilibrati e lucenti.
    Audio italiano dolby digital 2.0 di buona fattura.
    Ad oggi non è ancora uscito in bluray nemmeno all'estero.
  • Discussione Caesars • 28/04/20 09:58
    Scrivano - 10681 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:
    Appena rivisto. Non ricordavo che Wisdom fosse così bravo.

    Davvero bravissimo Wisdom.
    Credo di non aver mai visto altri film da lui interpretati, ma qui è incredibilmente efficace.
  • Discussione Daniela • 28/04/20 12:08
    Consigliere massimo - 5121 interventi
    Norman Wisdom da noi è poco noto, ma nella sua carriera di attore ha recitato in tantissime commedie, spesso in ruoli comici alla Jerry Lewis.
    Proprio a lui è legato uno dei miei primi ricordi cinematografici. Avrò avuto sette o otto anni ed i miei genitori avevano affittato per una settimana un appartamento al mare, a Marina di Grosseto. I miei portarono me e mia sorella a vedere un film nel cinemino locale, uno stanzone pieno di sedie con uno spazio vuoto davanti allo schermo dove sedevano per terra i bambini, tra cicce e gomme da masticare spiaccicate. Risi molto quella sera: il protagonista era un tipo che combinava un sacco di guai all'interno di un ospedale.
    Svariati anni dopo ho scoperto il titolo di quel film, molto più innocente di quanto il titolo stesso possa far pensare: Si spogli... infermiera. Il tipo dalla buffa faccia gommosa era proprio Norman Wisdom.
    Ultima modifica: 28/04/20 12:12 da Daniela
  • Curiosità Caesars • 28/04/20 13:47
    Scrivano - 10681 interventi
    Il personaggio (Professor Spats) interpretato da Bert Lahr avrebbe dovuto avere più spazio, ma purtroppo l'attore venne a mancare durante le riprese del film.

    Fonte: Imdb