Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Capannelle 18/11/07 12:08 - 4050 commenti

I gusti di Capannelle

Tra i pochi film per giovani che ha raccolto consensi da più parti. Merito della regia vivace e pungente di Muccino e della buona prova di Accorsi, perno del film e personaggio emblema dei nostri tempi. Gli fanno da contraltare una brava e decisa Giovanna Mezzogiorno e una decente Martina Stella (ma viste le capacità attoriali della signorina, dobbiamo esserne contenti). Bravi anche Cocci e gli altri, coinvolti in una serie di casini non male. Soggetto poco originale ma confezionato con bravura e con una certa carica.

Galbo 30/11/07 07:32 - 11876 commenti

I gusti di Galbo

Film giovanilistico per una volta non banale come spesso capita ai film italiani, L'ultimo bacio mette in scena i dubbi e le speranze (spesso disattese) legate all'amore. La vicenda del gruppo di coetanei colti in punti cruciali della vita è ben scritta, con situazioni in cui lo spettatore può facilmente riconoscersi. Il film, realizzato con un'accorta regia, si avvale di un buon cast che amalgama felicemente attori giovani (Accorsi, Mezzogiorno) ad interpreti più esperti (Sandrelli, Castellitto).

Caesars 10/01/08 09:37 - 3364 commenti

I gusti di Caesars

Filmettino senza infamie e senza lodi che comunque si lascia vedere tranquillamente grazie anche a una regia accorta. La storia in sè non è niente di originale, comunque le immagini scorrono e la vicenda si riesce a seguire con il giusto interesse. Stefano Accorsi non è attore che il sottoscritto gradisca molto ma la sua prova è dignitosa; meglio di lui fa Giovanna Mezzogiorno.

Gugly 8/01/08 20:59 - 1055 commenti

I gusti di Gugly

Film furbo ma ben girato, con un'ottima colonna sonora. Adesso i difetti: la trama rivela delle belle inconsistenze: il trentenne in crisi post adolescenziale ma con lavoro avviato, la signora ricca ed infelice che non vuole invecchiare, il nevrotico che molla la famiglia (ma perché non ha fatto partire prima la moglie?)... eh no, se ci siamo con la descrizione dei caratteri, il contesto è totalmente irrealistico. Finale di vago omaggio a Germi.

Redeyes 29/02/08 17:17 - 2295 commenti

I gusti di Redeyes

Per quanto il film sia furbetto, gli attori fighetti o giù di lì e Muccino non sia il mio punto di riferimento come regista, trovo questo sia un film nient'affatto male. La fine dei sogni di coppia che cozza con l'incapacità di non sognare, di non esser infantile, di non esser egoisti. Due stagioni a confronto, che si vivono, non si amano, che tristemente vanno avanti. Una Mezzogiorno deliziosa ed una Stella, versione lolita, cui sarebbe difficile resistere. Cammeo della Consoli. Soundtrack piacevole.

Pigro 11/06/08 10:06 - 8790 commenti

I gusti di Pigro

Ragazzi quasi trentenni in crisi di crescita, sbandati tra ricerca del senso della vita e di ragazzine da portarsi a letto. Film generazionale, con una storia (e soprattutto un’idea di fondo) banale e retorica e tuttavia girato bene, con grande maestria tecnica e con buona sensibilità. Muccino è bravo, non c’è che dire e pure i suoi attori che riesce a valorizzare (toccante la fragilità di Stefania Sandrelli). Ma su tutto pesa l’inutilità di questo film dall'orizzonte piccolo. Stucchevole l’uso della musica in sottofondo su scene diverse.

Il Gobbo 15/06/08 15:12 - 3013 commenti

I gusti di Il Gobbo

Croce e delizia della carriera di Muccino, il film che ne attesta le qualità tecniche (merce non comunissima in una cinematografia recente che pullula di inquadrature da geometra e fotografia da realismo socialista) quanto la piatta adesione allo zeitgeist più conformista. Però il film funziona e si lascia guardare nonostante le falle degli interpreti (l'overacting della Mezzogiorno, e Accorsi sempre in versione maxibon): l'astuzia non è necessariamente un disvalore, se uno non pretende di avere inventato il cinema.
MEMORABILE: Accorsi che abbandona giustamente per strada il funesto Siddharta, tossico livre de chevet di tanti malcresciuti

Ciavazzaro 30/07/08 11:49 - 4774 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Atroce. Un cast di attori davvero pessimi, facenti parte della nuova generazione italiana (purtroppo). Nel cast si salva solo la sempreverde Stefania Sandrelli, ma per il resto a partire dalla crisi del trentesimo anno dei ragazzi a tutte le altre problematiche, il film risulta davvero penoso.

Matalo! 31/07/08 18:13 - 1371 commenti

I gusti di Matalo!

Ecco la rovina del cinema italiano. Un regista preoccupato di patinare le storie più banali e che propone come "attore" il fratello dallo sguardo ebete. Qui gli attori cani fanno a gara: dal protagonista, sopravvalutatissimo, all'insipida reginetta bionda, priva di sensualità e scucchiona. Trentenni così sarebbe meglio non esistessero ma se l'Italia di oggi è quella che è lo si deve anche a questa generazione e a questi registi. Il Lelouch dei poveri (e già Lelouch...)
MEMORABILE: La scritta "fine".

Schramm 9/09/08 03:29 - 2914 commenti

I gusti di Schramm

Un ruffiano -ergo precisino e leccatissimo nell'orchestrazione- caravanserraglio di defilippiane melensaggini che lascia d'int'o core una profonda voglia di rifarsi con uno snuff, possibilmente con Accorsi quale vittima predestinata, ucciso con clisteri e flebo di maxibon squagliati. A Muccì, settetrovo...

Martina Stella HA RECITATO ANCHE IN...

Tarabas 9/01/09 11:30 - 1851 commenti

I gusti di Tarabas

Terribile storiella di personaggi mediocri, con storie d'amore (per così dire) e corna varie che nemmeno i tronisti e le squinzie pomeridiane della De Filippi. Può darsi che sia ben girato, ma "francamente me ne infischio". La coppia dei personaggi di Accorsi-Mezzogiorno è la dimostrazione che Dio li fa e poi li accoppia. A parte la Sandrelli (che effettivamente in questo serraglio sembra un'aliena) i personaggi del film si fanno odiare tutti senza rimorsi: insopportabili e fasulli. Estetica del carino, direbbe qualcuno. No grazie.

Brainiac 23/01/09 13:14 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Ecco il film che ha il primato di coppie "fatte lasciare" nel mondo. Chiarisco subito: non è un capolavoro, ma neanche quel guazzabuglio di atrocità che è così di moda stroncare. Pregi: il film è ben diretto, le scene di litigio sono credibili (la Mezzogiorno è davvero brava, la Stella interpreta l'unico ruolo per lei possibile) e l'accusa di voler dipingere un mondo alla Mulino bianco non regge, perché il finale non è poi così consolatorio. Difetti: la Consoli e una certa patina pubblicitaria. Non esalta il cinema italiano, ma neanche lo distrugge. Passabile.

Daidae 27/01/09 22:40 - 2941 commenti

I gusti di Daidae

Ragazzine vogliose, trentenni in crisi di identità, Carmen Consoli che esclama "Ca**o in Africa!", anziani in vena di avventure amorose (sic!), attori infilati a forza (Muccino e l'attrice che qui interpreta la sua ragazza), se questo è il cinema italiano del 2000 stiamo freschi. Solito filmetto senza arte né parte girato da ragazzoni per un pubblico di ragazzini, si salvano (per modo di dire) solo Accorsi e Mezzogiorno, sprecata la Sandrelli. Scadente.
MEMORABILE: La parola Fine.

Homesick 30/01/09 18:19 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Un film confezionato ad uso e consumo del pubblico che chiede storie di coppie – non importa a quale di fascia appartengano – che si fanno, si disfano con il tradimento, si pentono e si riconciliano con la nascita di un figlio. Le recitazioni grintose e convinte di alcuni interpreti – Mezzogiorno, Sandrelli – sono messe a repentaglio dal dilagare di dialoghi sopra le righe e i personaggi, trattati con banalità e leggerezza, scadono in vuoti stereotipi contrapposti.

B. Legnani 16/05/09 23:10 - 5195 commenti

I gusti di B. Legnani

Carino. Dopo il primo tempo non gli davo moltissimo, perché troppo frammentario e con ragazzotti che parlano in modo ultraveloce, talora incomprensibile. Molto meglio la seconda parte, che conferma il talento (talora ruffianello) registico, sfodera un'eccellente Mezzogiorno accanto ad un ottimo Accorsi (degli altri giovani la migliore è la Impacciatore, mentre la Stella è davvero tremenda, ai limiti del sopportabile), raccorda bene i rivoli e i rivoletti. Ci sono Susanna Javicoli e Piero Natoli al loro ultimo film. **½.
MEMORABILE: Frase: "È la normalità la vera rivoluzione". Momento: il piano-sequenza (3 minuti) del grande litigio Mezzogiorno-Accorsi.

Cotola 13/07/09 21:48 - 8347 commenti

I gusti di Cotola

Muccino è sicuramente un maestro di ruffianeria ed un “mostro” di bravura nel captare gli umori del pubblico e dargli ciò che vuole. E, infatti, il film è piaciuto a tanti perché (fatto scientemente per piacere a tutti) considerato un veritiero ritratto di una generazione, in realtà (per fortuna perché i trentenni non sono tutti come li dipinge il regista), non fa altro che fare leva su una serie infinita di luoghi comuni. Per il resto che dire? Poco o nulla. Certo c’è di peggio, ma da qui a dire che è un bel film o che Muccino è un bravo regista…

Giacomovie 5/06/10 20:16 - 1376 commenti

I gusti di Giacomovie

Anche se con una buona dose di furbizia, il film offre una visione molto attendibile e interessante del modo di concepire i rapporti di coppia dalle diverse fasce di età al giorno d'oggi. C'è una discreta fluidità di scrittura ed è notevole l'interpretazione di Giovanna Mezzogiorno, che sprigiona grande carica nevrotica. ***

Luchi78 1/10/10 16:07 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Irreprensibile la regia di Muccino, anzi, a tratti notevole. Pregio fondamentale è quello di avere uno spezzone di film (il momento in cui scoppia la bagarre tra la Mezzogiorno e Accorsi) in cui la storia s'impenna, ed oltre ad un'ottima prova da parte dei due protagonisti, lo spettatore viene definitivamente coinvolto nell'atmosfera forzatamente angosciosa del film. Scrittura furbetta, ma ben girato. Qualcuno ha notato che il personaggio interpretato da Marco Cocci è quello che urla meno di tutti? Il perché è facilmente intuibile...

Nando 17/11/10 13:55 - 3641 commenti

I gusti di Nando

La generazione dei trentenni dell'anno 2000 narrata ed esaminata in questa pellicola lineare in cui lo stereotipo è perennemente in agguato. Tuttavia il soggetto regala validi momenti grazie soprattutto al cast variegato, a una regia vivace e all'argomento trattato. Grande successo, bella la Mezzogiorno.

Deepred89 20/11/10 02:14 - 3493 commenti

I gusti di Deepred89

Capostipite di uno dei filoni più deprimenti del cinema italiano del 2000, questo film di Muccino in realtà non è da buttare. Tecnicamente non malvagio, ben fotografato e recitato (mediamente) in maniera dignitosa, presenta qualche problema in più dal punto di vista della sceneggiatura: tra personanaggi odiosi e banalità a non finire, ad intrigare è solo la storia adulterina di Accorsi, mentre tutto il resto suscita o noia (Pasotti & co) o imbarazzo (tutte le parti con la Sandrelli). Molti epigoni, ma ciò non è propriamente un bene.

Gabriele Muccino HA DIRETTO ANCHE...

Trivex 29/04/11 11:14 - 1627 commenti

I gusti di Trivex

Diciamo che questo genere sarebbe un personale antigenere, ma questo film in parte lo salvo. Non posso soprassedere sull'insofferenza generale oltre al finale, semplicistico ed opaco. Rimangono alcuni tratti sostenibili, potenziali realtà comportamentali, significative dell'immaturità che cambia col tempo. Emergono drammi matrimoniali riscontrabili nella vita delle coppie vere, stesi con moderata capacità e tensione. Il messaggio propugnato è ambiguo e pure un po' sfigato: tranquilli, nella vita di coppia c'è anche di molto meglio!

Didda23 6/07/11 16:15 - 2355 commenti

I gusti di Didda23

L'opera più riuscita di Muccino: il regista, oltre a saperci fare con la macchina da presa, riesce a tirare fuori il meglio dal proprio cast. Il pregio maggiore del film è senza dubbio l'intensa interpretazione di tutto il comparto attoriale. A tratti può infastidire sia per le pretese sia per il tono retorico. Nella mediocrità della cinematografia italiana, l'opera spicca chiaramente. Buono!

Pinhead80 30/03/12 11:39 - 4300 commenti

I gusti di Pinhead80

Le novrosi delle coppie vengono messe in mostra da Muccino in maniera givanilistica e vengono sbattute in faccia allo spettatore adolescente che gode e si può immedesimare in liti furibonde e nelle scappatelle di un Accorsi sedotto dalla giovane Martina Stella. Detto questo il film presenta i soli limiti del prodotto che punta solo all'incasso sfruttando le paturnie di un pubblico attratto più dalla persona fisica che dal personaggio interpretato. Salvo la Mezzogiorno e poco altro.

Nancy 22/06/12 18:29 - 774 commenti

I gusti di Nancy

Muccino racconta con qualche banalità i trentenni, quelli che dovrebbero uscire dalla prolungata adolescenza e mettere la testa a posto. Tra viaggi utopici in Africa, tradimenti e urla (tante), il regista si addentra decisamente bene: sa come fare un film e si vede. Non sempre felice la scelta degli attori: Martina Stella imbarazzante, come a volte Pasotti e la Sandrelli. Brillante e bellissima Giovanna Mezzogiorno, che con una splendida interpretazione eclissa in toto quella di Accorsi. Azzeccata anche la colonna sonora. Non male.
MEMORABILE: La litigata tra Accorsi e Mezzogiorno.

Crisscross 24/08/13 18:58 - 4 commenti

I gusti di Crisscross

Salvo parte della storia perché l'evoluzione del tradimento all'interno di una coppia apparentemente perfetta ha sempre il suo perché. Oltre questo vedo poco. Un giorno qualcuno mi dovrà spiegare perché Accorsi sia considerato un grande attore. Sarebbe identico a sé stesso anche se interpretasse il Papa. Troppa Giovanna Mezzogiorno... Un'occasione persa per fare un film non solo famoso ma anche di valore.

Bergelmir 17/04/14 14:55 - 160 commenti

I gusti di Bergelmir

Nato per piacere a tutti, è in effetti un'ottima operazione commerciale che dà al pubblico italiano esattamente quello che vuole vedere e che vuole sentirsi dire sul conto dei rapporti affettivi e generazionali che hanno caratterizzato gli ultimi anni Novanta e i primi Duemila. La ricerca della felicità, la paura di invecchiare, la pienezza della vita... Nulla di nuovo, ma evidentemente c'era bisogno di qualcuno che riportasse questi temi all'attenzione di tutti in una confezione aggiornata.

Gabrius79 19/10/14 01:45 - 1325 commenti

I gusti di Gabrius79

Interessante e coinvolgente incursione di Gabriele Muccino nel mondo dei trentenni, dal quale esce fuori un quadro decisamente spietato e amaro. Il cast è interessante e ravvivato dalle bravissime Giovanna Mezzogiorno e Stefania Sandrelli, che interpretano due personaggi intensi; stessa cosa per Stefano Accorsi e Luigi Diberti altrettanto bravi. Leit motiv orecchiabile di Carmen Consoli che appare in un cameo.

Paulaster 6/02/15 17:47 - 3641 commenti

I gusti di Paulaster

Persi nella transizione da ragazzi a uomini, da donne a nonne, da ragazze a donne. Cast variegato dove i maschi sono immaturi ipocondriaci, gli adulti recitano come in un melodramma napoletano, le ragazze fanno i migliori ragionamenti (tranne la Mezzogiorno, che strilla come un’aquila). I contenuti sono al limite del trash amoroso, le fughe verso l’ignoto son degne di liceali e il finale a mo' di spot della chiesa cattolica. Muccino col dinamismo ci sa fare ed equilibra i toni sopra le righe.

Ultimo 8/02/15 12:20 - 1539 commenti

I gusti di Ultimo

Commedia diretta da Gabriele Muccino in cui emergono le tematiche dell'amore e della crisi di un gruppo di amici trentenni pervasi, chi più chi meno, dai problemi legati alla vita, alle amicizie, ai figli e al matrimonio. Protagonisti assoluti della vicenda sono Accorsi e la Mezzogiorno (entrambi in parte), una coppia di giovani sposi che va in crisi in seguito all'ingresso in scena di una giovanissima Martina Stella. Buono anche il resto del cast, per un film da tre pallini.

Elsolina 18/04/15 01:07 - 41 commenti

I gusti di Elsolina

Resta probabilmente la prova migliore per Muccino, che è riuscito a costruire uno di quei film che ha segnato una generazione e l'adolescenza di molti giovani italiani. Le storie di un gruppo di amici che, arrivati alla soglia dei 30 anni, si trovano a fare i conti con le loro responsabilità, paure, dubbi e, completamente disillusi e insoddisfatti, cercano di affrontarle o di sfuggirvi. Un cast armonioso: bravissimi Accorsi, la Mezzogiorno, Favino e Pasotti. Meno Martina Stella, ancora troppo inesperta.
MEMORABILE: Ho bisogno che ogni giorno succeda qualcosa di nuovo, per sentire che la mia vita va avanti.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Saintgifts 11/11/16 18:33 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Se non c'è la qualità sopperiamo con la quantità. Storie di coppie che prese una a una non farebbero neanche un corto decente; messe tutte assieme riempiono lo spazio di un lungometraggio, ma nulla più. Se Muccino ci sa fare con le tecniche di regia, lasci perdere i soggetti e le sceneggiature, se questi sono i risultati. Può darsi che la realtà sia anche così, ma nel cinema deve essere raccontata diversamente per fare presa e soprattutto deve mostrare angolazioni nuove per elevare il film da un fotoromanzo anni '50. Giovani attori deludenti.
MEMORABILE: Il negozio di articoli religiosi ricorda un altro ben diverso film, come pure lo stappare bottiglie di spumante inneggiando a nuova vita.

Lou 14/06/16 00:14 - 1081 commenti

I gusti di Lou

L'immaturità e l'assoluta mancanza di assunzione di responsabilità dei trentenni protagonisti maschili è descritta da Muccino in modo frenetico, drastico, semplificato, con eccesso di luoghi comuni, come se fossero le caratteristiche distintive di tutta la generazione. Come non bastasse, a completare il quadro desolante si aggiunge la penosa crisi coniugale della matura Sandrelli. Manca insomma un minimo di equilibrio e sensibilità. Per il resto il film è di buona fattura, molto ben recitato dalla coppia Accorsi/Mezzogiorno.

Thedude94 27/11/16 22:58 - 850 commenti

I gusti di Thedude94

Medaglia d'oro alla Mezzogiorno per l'urlo più forte! Scherzi a parte, oltre agli urli dei protagonisti alle prese con i propri problemi sentimentali, questo film racconta di più; ovvero dell'ansia che si ha quando si arriva in quel momento della vita in cui bisogna assumersi le proprie responsabilità poiché si sta per diventare definitivamente adulti. A raccontare le ansie Muccino risulta essere uno dei migliori: ottime inquadrature e buon racconto. La Sandrelli e la storia degli "vecchi" forse è un po' eccessiva e non viaggia insieme al film.

Ira72 17/01/17 15:25 - 1180 commenti

I gusti di Ira72

Sarà che mi sono avvicinata con molti pregiudizi (Muccino non è certo tra i miei registi preferiti), ma devo ammettere che il film non mi è affatto dispiaciuto. Per carità: pregno di facili sentimentalismi e di storie banalotte, eppure scorrevole, forse anche per le buone interpretazioni di Accorsi, Sandrelli e Mezzogiorno (stendiamo un velo pietoso su Martina Stella alla quale un corso di dizione non avrebbe fatto male). Senza infamia e senza lode.

Parsifal68 19/01/17 11:08 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

Film ben girato e ben interpretato da un gruppo di ottimi attori che nel 2001 erano ancora all'inizio delle loro carriere. Muccino fotografa in maniera spietata la generazione dei trentenni italiani, sospesa tra la gioventù che sta lentamente svanendo e la maturità che non si vuole raggiungere, con la conseguenza di perdere di vista le loro responsabilità. Fuori luogo la parte della Sandrelli che tenta di riavvicinarsi a Castellitto.

Bubobubo 17/03/19 22:01 - 1690 commenti

I gusti di Bubobubo

Sotto la colonna dei demeriti due voci soltanto, ma pesantissime: l'aver irrimediabilmente piagato in senso diaristico le riflessioni generazionali del cinema italiano degli anni (e decenni) a seguire e l'aver lanciato nella baraonda Martina Stella (visino perbene ma poco dotata quanto a recitazione). Per il resto, specie se rivisto a posteriori e depurato delle considerazioni più ruffiane e autoreferenziali, è un film ben diretto e interpretato (Favino e Santamaria da una parte, Sandrelli e Impacciatore dall'altra i migliori).

Modo 21/07/18 19:38 - 890 commenti

I gusti di Modo

Uno dei migliori film di Muccino, indubbiamente il più genuino, senza eccessive sovrastrutture. La storia scorre bene e i trentenni di quasi vent'anni fa sono raccontati verosimilmente. Il cast non è niente male, bravo Accorsi ma meglio di tutti per intensità Giovanna Mezzogiorno. Sicuramente un'opera smaliziata e furbetta che ha il pregio comunque di distinguersi da una certa piattezza che regnava a inizio anni 2000.

Rambo90 4/10/19 22:55 - 7109 commenti

I gusti di Rambo90

Un buon film corale, sebbene sbilanciato a favore di alcuni personaggi, nel quale Muccino segna per sempre la sua cifra stilistica. Dialoghi molto veloci, spesso urlati, scorci di realtà a volte un po' troppo teatrale ma che comunque fanno presa. Cast ben diretto e in parte (soprattutto la Mezzogiorno e una fragile Sandrelli), con alcuni camei curiosi come quello della Consoli. Funziona, si lascia guardare e ogni tanto fa sorridere. Bella la colonna sonora.

Victorvega 21/12/20 20:35 - 458 commenti

I gusti di Victorvega

Sicuramente un film furbo, ma discretamente realizzato e diretto, anche se probabilmente sopravvalutato. Al pubblico piacciono le storie generazionali, coinvolgono e fanno sentire partecipi; a maggior ragione quando non sono solo lo spaccato di una fascia d'età ma ne comprendono di più (in questo caso con la Sandrelli a rappresentare le cinquantenni). Bravi gli attori, i quali in molti hanno fatto e stanno tuttora facendo una bella carriera. Nel suo essere qui insopportabile, la Stella ben rispetta la caratterizzazione di un'adolescente tanto maliziosa quanto svampita.
MEMORABILE: Il litigio Accorsi-Mezzogiorno con lungo piano sequenza.

Camibella 14/03/21 12:03 - 277 commenti

I gusti di Camibella

Muccino fotografa la generazione di mezzo, quella dei trentenni, con esagerata drammaticità e con i toni esasperati che sono tipici del suo cinema. Il suo modo di rappresentare i personaggi che urlano in preda a chissà quali tragedie è alla lunga fastidioso e distrae lo spettatore dal seguire una trama comunque interessante e abbastanza ben recitata. Grande successo di pubblico e bella colonna sonora.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione B. Legnani • 24/01/10 21:21
    Consigliere - 14575 interventi
    Galbo ebbe a dire:
    ... non mi pare che il film sostenga che tutti i trentenni siano come i personaggi del racconto per cui non vedo la disonestà

    Concordo. Non vedo, da parte del film, questo tipo di sineddoche.
    In ogni caso "disonesto" mi pare aggettivo non cònsono...
  • Discussione Galbo • 25/01/10 08:35
    Consigliere massimo - 3914 interventi
    Gugly ebbe a dire:
    Sto ascoltando l'intervista di Muccino che presenta Baciami ancora: lo straccetto in in bocca è proprio di famiglia, sembra di sentire il fratello minore!

    almeno Gabriele a differenza di Silvio non recita ! :)
  • Discussione Funesto • 7/11/10 22:38
    Fotocopista - 1417 interventi
    Zender, credo che a Ciavazzaro ci vorrebbe una freccetta in giù, visto che dice che il film è orribile...
  • Discussione Zender • 8/11/10 07:53
    Pianificazione e progetti - 45833 interventi
    Decisamente, grazie Funesto.
  • Discussione Funesto • 8/11/10 16:36
    Fotocopista - 1417 interventi
    Prego ;-)
  • Musiche Deepred89 • 20/11/10 02:29
    Comunicazione esterna - 1469 interventi
    Vi sembrerò fissato, ma mi è sembrato di cogliere qualche somiglianza tra il tema principale del film e quello di un vecchio b-movie nostrano...

    http://www.youtube.com/watch?v=t9DIuARYsus

    http://www.youtube.com/watch?v=t1rYt2IVJas

    Provate ad ascoltare il primo da 0.54, e il secondo da 0.40.
  • Musiche B. Legnani • 20/11/10 11:19
    Consigliere - 14575 interventi
    Deepred89 ebbe a dire:
    Vi sembrerò fissato, ma mi è sembrato di cogliere qualche somiglianza tra il tema principale del film e quello di un vecchio b-movie nostrano...

    http://www.youtube.com/watch?v=t9DIuARYsus

    http://www.youtube.com/watch?v=t1rYt2IVJas

    Provate ad ascoltare il primo da 0.54, e il secondo da 0.40.


    In effetti da 0.40 a 0.50 è simillimo.
  • Discussione Gugly • 17/07/11 10:49
    Portaborse - 4666 interventi
    Devo comunque constatare con amarezza che parte dei trentenni o giù di lì che conosco riprendono i caratteri immaturi dei personaggi di tale film...e dato che non parlo di un solo individuo, devo dire che qualcosa di vero c'è, ahimè.
  • Homevideo Gestarsh99 • 4/11/11 11:50
    Scrivano - 20249 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc per Medusa Video:



    DATI TECNICI

    * Formato video 2,35:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 5.1 DTS HD: Italiano
    * Sottotitoli Italiano NU Inglese
  • Curiosità Raremirko • 1/08/13 19:36
    Addetto riparazione hardware - 3820 interventi
    La parte andata a Pasotti doveva essere di Enrico Silvestrin


    Fonte: Wikipedia