L'ultimo boyscout - Missione sopravvivere

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The last boy scout
Anno: 1991
Genere: action (colore)
Regia: Tony Scott
Numero commenti presenti: 26
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Magnetti 12/04/07 09:55 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Film che regala due ore di divertente e fracassone intrattenimento e che "tira" fuori al meglio la spigliata parlantina (e fisicità) di Bruce Willis. Inoltre la sua accoppiata con Damon Wayans funziona, soprattutto negli scambi di battute. I due indagando sulla morte della fidanzata (e prostituta d'alto bordo) di Wayans arrivano ad un boss delle scommesse sul football americano. Imperdibile per gli amanti degli action montati come video clip (ma qui Tony Scott non esagera come in Domino). Si astengano gli altri.

Puppigallo 18/10/07 18:52 - 4525 commenti

I gusti di Puppigallo

L'intera pellicola ha ragione di essere grazie a Bruce Willis (in grande forma) e alla sua spalla (Wayans): un atleta che si improvvisa detective per far venire alla luce il marcio nel mondo dello sport, dove un boss (Marcone) fa il bello e il cattivo tempo. Azione, battute, violenza e un rocambolesco finale fanno sì che i due protagonisti possano dare il meglio, tra sicari senza pietà e poliziotti ottusi, o semplicemente bastardi, in un ambiente dove le scommesse sono tutto e gli atleti sembrano semplici burattini da manovrare. Riuscito.
MEMORABILE: La figlia del protagonista al giocatore: "Lo sai, tu sei il suo eroe". E lui, sanguinante: "Ah sì? E tuo padre li picchia tutti i suoi eroi?".

Stubby 20/10/07 10:43 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Un film colmo d'azione che offre anche dei siparietti divertenti. Bruce Willis è il mattatore della pellicola assieme a Damon Wayans, comico che avrà successivamente molto successo grazie ad un noto telefilm. Alcune scene sono veramente memorabili (una su tutte quella della sigaretta). Consigliato a tutti gli amanti del genere action.
MEMORABILE: "Mi daresti una sigaretta?"

Galbo 24/10/07 05:57 - 11449 commenti

I gusti di Galbo

Action assolutamente nella media valorizzato dalla presenza di un Bruce Willis in buona forma: i momenti migliori del film sono i duetti con il coprotagonista mentre le scene d'azione, pur se ben realizzate (ma è il minimo richiesto ad un regista come Tony Scott, qui peraltro meno esagerato del solito) non sono memorabili. La regia è discreta ma tende un po' troppo, come da abitudine del regista, ad uno stile da videoclip.

Buiomega71 20/06/17 23:37 - 2297 commenti

I gusti di Buiomega71

La quintessenza del cinema scottiano: imprevedibile, adrenalinico, con uno degli incipit più violenti e feroci di tutto il cinema action anni '90, quasi pretarantiniano (le battute, i dialoghi, il cinismo grottesco pulp), un Arma letale completamente fuori dagli schemi, impregnato di puro cinema muscolare che tiene, per tutta la sua durata, col fiato sospeso. Il cinema estetico di Tony Scott si sposa con irrefrenabili e tumultuosi scontri a fuoco, di sanguinari colpi in arrivo, di machismo e tocchi di ferocia come nei migliori gangster movie. Solidissimo e febbrile.
MEMORABILE: Lo straordinario incipit col giocatore e il conseguente massacro a colpi di pistola; L'uccisione di Halle Berry; La valigetta; Willis e il peluche.

Rambo90 22/11/11 23:13 - 6432 commenti

I gusti di Rambo90

Uno degli action che mi hanno divertito di più in assoluto: ricco di belle sequenze d'azione, ironico, con tante battute da ricordare e soprattutto con un Bruce Willis in grandissima forma. Il suo personaggio somiglia non poco a John McClane (e la storia intorno è stravista), ma il film funziona forse proprio per questo; Damon Wayans poi è una buona spalla e gli regge il gioco. Velocissima la regia di Tony Scott, che rispetto al fratello è molto più a suo agio con i film adrenalinici. Imperdibile.
MEMORABILE: Willis che balla.

Pigro 19/10/08 10:35 - 7910 commenti

I gusti di Pigro

Investigatore privato e ex campione di football insieme contro i cattivi... Il film promette azione, e in effetti quella c'è, supportata da una cura encomiabile nelle riprese e nella sceneggiatura. C'è perfino una scena iniziale cupa e inquietante, molto bella (che, col senno di poi, non si capisce come sia riuscita a venir fuori). Ma il succo della vicenda è ovvio, gli snodi pure, e l'ironia scanzonata altrettanto: un gusto per la leggerezza "simpatica" che suona decisamente stucchevole, e alla lunga diventa insopportabile. Perdibile.

Redeyes 4/02/09 15:27 - 2160 commenti

I gusti di Redeyes

Tony Scott, fratello perdente del grande Ridley, non dà mai grandi aspettative e in virtù di ciò non disdegno questo film ricco di luoghi comuni e battute tipicamente americane. Certamente Bruce vale da solo il prezzo del biglietto e sorregge tutto il film ma non dico che ciò sia un disvalore. Alcune gag sono entrate di diritto nell'Olimpo del cinefilo appassionato d'action. Godibile sicuramente!

Daniela 21/09/09 18:36 - 9640 commenti

I gusti di Daniela

Forse il migliore Tony Scott di sempre. Niente di straordinario, ma un solido film d'azione di quelli senza un attimo di tregua (così c'è poco tempo per riflettere su varie incongruenze o coincidenze troppo fortunate), con un protagonista molto in palla che duetta con ironia con un partner all'altezza della situazione. Da fermo, Bruce Willis ha un fisico ordinario ma quando ingrana la quinta non lo ferma nessuno. Due ore di divertimento superficiale ma ben girato: può irritare per la sua convenzionalità, però difficilmente annoia

Ciavazzaro 23/09/09 12:20 - 4766 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Il povero Bruce Willis fa quello che può, ma la sostanza è davvero poca. Infatti Tony Scott dirige un film che non si eleva dalla media, ma che si basa tutto su azione a buon mercato. E il protagonista non riesce a salvare completamente la pellicola, che potrebbe annoiare anche i fan del genere.

Patrick78 21/01/10 10:16 - 357 commenti

I gusti di Patrick78

Entertainment allo stato puro, questo di Tony Scott che si libera di ogni velleità artistica e sforna un action dal ritmo vertiginoso per una volta tanto sorretto da uno script degno di nota. Pellicola divertentissima e mio personale cult in cui Bruce Willis interpreta un Marlowe degli anni novanta più incline alla violenza e allo sproloquio. Il modello è Arma letale (stesso sceneggiatore e produttore) ma la regia di Scott per una volta tanto riesce a dare quella marcia in più ad un film che altrimenti non avremmo neppure ricordato. Riuscitissimo.
MEMORABILE: Se mi tocchi un'altra volta t'ammazzo...

Cangaceiro 11/02/10 13:07 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

In due parole: fuoco e fiamme! Tony Scott non è né un autore né un artigiano, è un ottimo direttore di parco giochi capace di dare lezioni a molti in questo campo. Come sua abitudine la prima parte è superba tra adrenalina, azione e dialoghi spassosamente inesauribili. Le scene finali invece sono da fuochi d'artificio, con risvolti incredibili al limite del mirabolante. Willis in stato di grazia, alla sua miglior prova di sempre esclusi i McClane, riesce a far piegare dal ridere in alcune occasioni grazie anche a Wayans, vera spalla di lusso. Esaltante!
MEMORABILE: Willis quando punta la pistola alla tempia di sua figlia!

Darkknight 12/02/10 10:12 - 353 commenti

I gusti di Darkknight

Da Shane Black (sceneggiatore di Arma Letale e del sottovalutato Scuola di Mostri) un tipico action comedy anni '90, ma nella sua forma migliore, con tante battute azzeccate ed indimenticabili e che è anche una bella parabola sul riscatto e la fiducia in se stessi. Particina per l'allora sconosciuta Halle Berry. Bruce Mc Gill era noto come Jack Dalton, l'amico combinaguai di MacGyver. Noble Willingham. (il C.D. di Walker Texas Ranger) qui fa il cattivo.
MEMORABILE: Il killer che sta per ammazzare Willis: "Niente di personale". Willis: "Questo lo credi tu: ieri sera mi sono fatto tua moglie...".

Cotola 23/11/10 23:57 - 7622 commenti

I gusti di Cotola

Solido e divertente film d’azione, pieno di spacconate ed esagerazioni (tipiche di certo cinema americano), con un ritmo alto e travolgente che avvince lo spettatore per tutta la sua durata. Personaggi e sviluppi narrativi del tutto prevedibili, eppure fa il suo “sporco lavoro”. Ideale per mandare il cervello in vacanza.

Tomastich 18/03/11 12:30 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Tony Scott aveva realizzato una cinquina d'esordio da far impallidire il fratello (non è assolutamente vero, ma l'ho scritto tanto per far spaventare qualche purista). Invece in questo action-movie fa cilecca anche perché la coppia Willis-Wayans non è quella Nolte-Murphy e neanche Gibson-Glover. Si guarda con piacere e si accetta per quello che è.

Uomomite 3/05/11 04:05 - 174 commenti

I gusti di Uomomite

Ragazzi, porca miseria, questo si che è un film! Sceneggiatura scoppiettante (non una, dicesi UNA, battuta fuori posto), Bruce Willis che gigioneggia da par suo e Damon Wayans che gli fa da spalla di lusso. Si ride (parecchio), l'adrenalina va su alla grande e c'è persino un uomo squartato dalle pale di un elicottero. Qui lo dico e qui (non) lo nego: Tony è meglio di Ridley.

Mickes2 28/11/12 16:21 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

Ufficialmente ex-cult personale. Dopo una sequenza iniziale tra le più cupe e seriose mai viste, prende forma una storiella logorroica e priva di mordente. Dal punto di vista tecnico siamo di fronte a un film onesto, girato con perizia e curato nel montaggio ma, se nella prima parte l’umorismo ingrana e la coppia Hallenbeck-Dix è goduriosamente eterogenea, la seconda ostenta dinamiche fiacche e battute sempre più irritanti. Non c’è ritmo o interpretazione che tenga quando la scrittura è così di basso livello.
MEMORABILE: La sequenza della sigaretta.

Piero68 15/11/12 09:11 - 2781 commenti

I gusti di Piero68

Classico e intramontabile film d'azione in perfetto stile anni 90. A dar vita allo show il duro per antonomasia di quel periodo (Willis) e un regista che mastica action a colazione. La sceneggiatura c'è e regge pure fino alla fine, le battute divertenti abbondano e le scene adrenaliniche sono davvero ben studiate. A far da spalla a Willis un semisconosciuto (per l'epoca) Wayans, che si era segnalato per la commedia Le ragazze della terra sono facili. Come ogni action che si rispetti, si beve tutto d'un fiato. Si rivede sempre conm piacere.
MEMORABILE: La "scala digitale" di Mike; Willis che contempla un mozzicone gettato a terra a metà, poi pensa "Tanto sono un pezzente" e lo raccoglie per fumarselo.

Saintjust 21/07/13 04:12 - 111 commenti

I gusti di Saintjust

Una volta di più Tony mostra qual è quello bravo tra i fratelli Scott. Buonissimo action con un prologo azzeccato e una prima parte assolutamente divertente grazie alle riuscite battute del duo Willis/Wayans. Come contorno almeno un paio di scene che restano nella memoria. Probabilmente si perde nell'ultima parte, dove la trama si fa prolissa e il ritmo cala (sì, la scena nel bosco con la Harris non è molto riuscita). I momenti con grande azione non sono memorabili (il demerito va alla sceneggiatura) ma sono girati con mestiere e perizia.
MEMORABILE: Bruce Willis che balla la giga nel finale.

Zutnas 4/04/14 23:56 - 85 commenti

I gusti di Zutnas

Battute di spirito e sarcasmo sono in molti film di Bruce Willis, ma qui, complice un esaurito giocatore di football come comprimario, sono il vero punto di forza. Non che l'azione sia trascurata con scene ben fatte e adrenaliniche, ma la trama non lascia molto spazio all'immaginazione e il finale è troppo "...e vissero tutti felici e contenti". Rimane comunque un imperdibile action-commedia.

Samuel1979 8/07/14 18:01 - 474 commenti

I gusti di Samuel1979

È senz'altro un film d'azione fra i migliori di sempre, ma trattasi anche di una commedia divertentissima grazie alla versatilità del duo Willis e Wayans, che qui si rivelano fatti l'uno per l'altro. Nel film vi è un chiaro riferimento al fenomeno delle scommesse illegali nel football americano, piaga ancora oggi diffusa.
MEMORABILE: Vado al bagno, vuoi venire a darmi una mano ? Il dottore dice che non devo sollevare pesi.

Tarabas 4/09/14 13:16 - 1717 commenti

I gusti di Tarabas

Nemmeno la mia simpatia per Willis, attore che avrebbe meritato qualche ruolo più interessante, mi ha fatto apprezzare minimamente questo clone di mille altre strane coppie action (in primis, Nolte/Murphy in 48 ore). La trama è francamente ridicola, con un complottone tanto complicato quanto inverosimile. Lo svolgimento è sbalestrato, tra scene d'azione improbabili e siparietti che non funzionano mai, men che meno quando entra in scena la grama spalla Wayans o, peggio, la figlioletta dell'eroe. Die hard resta un modello irraggiungibile di efficacia.

Saintgifts 31/10/15 09:57 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Ciò che è alla base del film (scommesse milionarie truccate nel football americano con conseguente esaurimento dei giocatori, ben espresso in una piovosa e buia scena iniziale) viene completamente tralasciato con l'entrata in scena del sole e di un Willis, ex guardia del corpo del Presidente e ora investigatore privato senza giacca e cravatta. Con Willis entra in scena anche la spensieratezza (nel senso che non bisogna proprio pensare a ciò che accade) e la visione diventa, per chi apprezza, divertente e di aiuto per alleviare le frustrazioni.

Ultimo 21/12/15 14:11 - 1384 commenti

I gusti di Ultimo

Film d'azione senza nulla di eclatante nella sceneggiatura, ma con un Bruce Willis ispiratissimo all'apice della carriera. E' lui a tenere vivo il film grazie a un'ottima prova, interpretando un personaggio molto simile al Mcclane della fortunata serie Die Hard. Così la pellicola scorre tra una battuta, una sparatoria e qualche inseguimento. Convincente anche Damon Wayans, per un buon action anni 90.
MEMORABILE: Il finale allo stadio.

Raremirko 19/06/17 00:46 - 524 commenti

I gusti di Raremirko

Niente di che, anche a una seconda visione, e in effetti i Die hard son modelli irraggiungibili. Script intricato e poco credibile, ritmo sciapo e Scott ha fatto di molto meglio, anche riguardo all'action. Si salva solo il discreto cast (ma Wayans è sempre uguale a è stesso), qualche dialogo e Willis, che è in forma. Sufficiente ma sport e action potevan esser meglio amalgamati.
MEMORABILE: L'intro col tipo impazzito.

Nicola81 6/11/20 23:24 - 2007 commenti

I gusti di Nicola81

La sequenza iniziale è sorprendentemente cupa, ma ben presto i toni diventano quelli che ci si aspetta, con la commedia che si mescola al noir e all'action. Una commistione di generi fatta apposta per esaltare un Bruce Willis perfettamente a suo agio nei panni dell'investigatore privato stropicciato ma dal grilletto facile e dalla battuta pronta, che trova in Wayans una spalla efficace. Certo la trama ha diversi momenti farraginosi e inverosimili, ma il ritmo è alto, le sequenze più spettacolari sono ben dirette e i dialoghi spassosi assicurano una buona dose di divertimento.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Samuel1979 • 17/03/13 16:55
    Call center Davinotti - 2978 interventi
    Il brano dei titoli di coda è "Moody River" di Pat Boone.
  • Discussione Samuel1979 • 31/10/15 00:28
    Call center Davinotti - 2978 interventi
    Vengo a sapere solamente adesso della morte di Taylor Negron, avvenuta pochissimo tempo addietro. Nel film era Milo, lo spietato antagonista di Bruce Willis.



    https://en.wikipedia.org/wiki/Taylor_Negron
    Ultima modifica: 31/10/15 00:28 da Samuel1979
  • Discussione Raremirko • 31/10/15 23:48
    Addetto riparazione hardware - 3505 interventi
    Samuel1979 ebbe a dire:
    Vengo a sapere solamente adesso della morte di Taylor Negron, avvenuta pochissimo tempo addietro. Nel film era Milo, lo spietato antagonista di Bruce Willis.



    https://en.wikipedia.org/wiki/Taylor_Negron



    E' quello che viene fatto a pezzi dalle eliche dell'elicottero no?

    Bravo antaognista.
  • Discussione Raremirko • 18/06/17 23:16
    Addetto riparazione hardware - 3505 interventi
    Comunque non sona ssolutamente d'accordo sul fatto che Tony sia stato più bravo di Ridley...
  • Discussione Buiomega71 • 18/06/17 23:35
    Pianificazione e progetti - 22101 interventi
    Per me Miriam si sveglia a mezzanotte si mangia tutti i film di Ridley
  • Discussione Raremirko • 19/06/17 00:48
    Addetto riparazione hardware - 3505 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Per me Miriam si sveglia a mezzanotte si mangia tutti i film di Ridley


    Addirittura?

    Tengo conto del parere comunque.


    Ma qui non ho ben capito l'intro col giocatore che in campo spara a tutti...

    Che c'entra col resto?


    Non è rivolta solo a te la domanda Buio.
  • Discussione Kanon • 19/06/17 05:10
    Fotocopista - 816 interventi
    Che c'è da capire, Rare ? È un prologo che introduce il football come situazione attorno a cui ruoterà tutta la vicenda ed inoltre quel suicidio verrà citato da Marcone durante il film. Per dirlo all'americana, è un intro che "set the tone" dell'intera pellicola.
    Tra l'altro, questo film ha avuto una lavorazione travagliatissima.

    Comunque Tony Scott piace anche a me : assieme al fratello Ridley, va loro riconosciuta una stupenda capacità di saper fare cinema.
  • Discussione Buiomega71 • 19/06/17 05:34
    Pianificazione e progetti - 22101 interventi
    Assolutamente in linea con Kanon. Non solo l inizio dell ULTIMO BOY SCOUT e forse uno dei migliori dell intero cinema action novantiano, di una ferocia e violenza adrenalinica assai rara, tanto che quasi tutti ricordano quel momento che resta marchiato a vita. Ma il cinema di Tony vale quanto il cinema di Ridley, con l aggiunta che THE HUNGER resta ( almeno per quanto mi riguarda) un diamante che nemmeno Ridley ( pur amando) mi ha saputo regalare.

    L ULTIMO BOY SCOUT resta uno dei migliori action mai girati, con un intro da paura e con sapori quasi pre tarantiniani, come straordinario e REVENGE ( sporco, feroce, peckinpahniano, indissolubilmente scottiano)

    La domanda non era rivolta a me ( giustamente) ma ho detto la mia
    Ultima modifica: 19/06/17 05:50 da Buiomega71
  • Discussione Raremirko • 20/06/17 22:14
    Addetto riparazione hardware - 3505 interventi
    Kanon ebbe a dire:
    Che c'è da capire, Rare ? È un prologo che introduce il football come situazione attorno a cui ruoterà tutta la vicenda ed inoltre quel suicidio verrà citato da Marcone durante il film. Per dirlo all'americana, è un intro che "set the tone" dell'intera pellicola.
    Tra l'altro, questo film ha avuto una lavorazione travagliatissima.

    Comunque Tony Scott piace anche a me : assieme al fratello Ridley, va loro riconosciuta una stupenda capacità di saper fare cinema.



    Mi è sembrata un intro abbastanza/molto slegata da tutto il resto, tutto qui.
  • Discussione Piero68 • 3/01/19 13:08
    Contatti col mondo - 234 interventi
    Piccola curiosità:

    Quando Willis/Hallenbeck torna a casa per la prima volta con Wayans/Dix, la figlia sta guardando in televisione Arma letale