Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL DEMONE SOTTO LA PELLE

All'interno del forum, per questo film:
Il demone sotto la pelle
Titolo originale:The parasite murders
Dati:Anno: 1975Genere: thriller (colore)
Regia:David Cronenberg
Cast:Paul Hampton, Barbara Steele, Joe Silver, Lynn Lowry, Allan Kolman, Susan Petrie, Ronald Mlodzik, Barry Baldaro, Camil Ducharme, Hanka Posnanska, Wally Martin, David Cronenberg (n.c.)
Note:Aka "They came from within", "Shivers" o "Frissons".
Visite:2045
Il film ricorda: La notte dei morti viventi (a Acid burn)
Filmati:
Approfondimenti:1) MUTAZIONI IN CORSO: IL CINEMA DI DAVID CRONENBERG
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 21
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 6/5/07 18:33 - 3875 commenti

Cronenberg riesce a sfruttare al meglio quanto la piccola produzione mette a disposizione. Sono presenti, in nuce, tutte le tematiche che suggellano uno stile distintivo, amplificato dalle opere successive (con più mezzi, ma meno spessore) e caratteristica propria dell'autore: la contaminazione per contatto sessuale (l'Aids ancora era lontano), la metamorfosi corporea, il parassita all'interno della "cosa materiale". Barbara Steele è lontana dalle interpretazioni di cormaniana memoria, ma l'atmosfera tetra e malata del film contagia il pubblico.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 3/7/08 18:55 - 5737 commenti

Cronenberg ha la vista lunga: da un lato anticipa e analizza l’attualità (viagra, AIDS, contagi); dall’altro, individua un microcosmo mortale (un complesso condominiale ipertecnologico e autosufficiente, poi ripreso in tono minore da Bava jr.), dove prolificano viscidi parassiti e creature zombesche. Non mancano la fascinazione per mutazioni e deformazioni dei corpi, da sempre oggetto di particolare interesse da parte del regista, così come sangue e violenza facili. Grezzo e diretto secondo i dettami del b-movie, ma arrancante nel ritmo e non di rado baracconesco.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La brutale lotta tra il medico e la ragazza; il contagiato vomita dalla finestra sul parasole di una passante; gli zombi alla conquista della città.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Rebis 14/12/08 12:14 - 2072 commenti

Cronenberg aveva le idee chiare già in partenza: in Shivers non c'è tutto ma c'è già molto, particolarmente nella concezione di una sessualità magmatica e inalienabile che ingloba, sommerge, travalica ogni genere e definizione in una sorta di "tutto erotico". I limiti del film stanno nella costruzione del ritmo - piuttosto catatonico - e nelle performance attorali - abbastanza goffe. Eccellente è invece lo studio delle inquadrature e l'utilizzo del ralenti. Notevole e conturbante il finale di stampo evidentemente romeriano. Meravigliosa Lynn Lowry.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Caesars 4/5/07 10:01 - 2331 commenti

Esordio di Cronemberg nel lungometraggio, "Il demone sotto la pelle" presenta notevoli motivi d'interesse (sono già presenti i temi che il regista presenterà nelle sue opere future) ma non è privo di momenti non molto riusciti. Buona l'idea di ambientare la storia nello spazio ristretto di un moderno condominio e di affidare il ruolo principale all'ex star dell'horror Barbara Steele. A onor del vero alcuni passaggi del film non convincono appieno come realizzazione, ma sicuramente la mano del regista già si vede. Da conoscere.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Herrkinski 17/6/08 17:23 - 3872 commenti

Notevole esordio di Cronenberg, che introduce le sue classiche tematiche (il contagio tramite l'atto sessuale, le mutazioni, ecc.) poi ampliate e perfezionate con il seguente Rabid e in buona parte dei suoi film. Girato con uno stile molto statico e settantiano, privo di virtuosismi inutili ma non per questo piatto, il film può annoverare tra le interpreti anche un'ancora piacente Barbara Steele. Parecchio il sangue versato, con alcune sequenze "forti" e ottima l'apocalittica parte finale. Bella anche la claustrofobica location.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'autopsia della ragazza e il conseguente suicidio del medico.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Hackett 5/3/15 13:41 - 1557 commenti

L'Arca di Noè, residenza prestigiosa per abbienti che non vogliono correre i rischi della metropoli, diventa per Cronenberg incubatrice proprio del male che doveva tenere lontano. Horror fisico e concettuale, il film come un'infezione (pre AIDS) prima si nasconde e poi si espande senza distinzioni sociali. Profeticamente pessimista.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Flazich 19/5/08 1:10 - 658 commenti

Cronenberg ambienta il suo primo vero film in un palazzo che ricorda molto il concetto di Unités d’Habitation di Le Corbusier e non a caso. Una singola cellula autosufficiente che impazzisce e contagia. La società malata che contamina la carne e si diffonde. La carne che muta per poi rigenerarsi, mascherarsi per poter meglio continuare indisturbata. Opera matura nei contenuti ma scarna visivamente. Assolutamente necessaria per capire il cinema del maestro canadese.
I gusti di Flazich (Fantascienza - Poliziesco - Thriller)

Fabbiu 7/2/12 17:07 - 1843 commenti

La mutazione di Cronenberg, che ancora deve avere il tempo di perfezionarsi ma già infetta il cinema col sangue. Sorprende tutta la concettualizzazione sulla sessualità e il demone, frutto di una razionalità scientifica combinata all'istinto, che ha il potere di disinibire l'uomo e renderlo folle per l'impulso e il desiderio. Lo si può vedere in un'ottica più divertita, di "zombi" Romeriani che non divorano ma baciano e voglio fare l'amore; meno pacatezza e piu vivacità d'azione lo aggiusterebbero?
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Trivex 1/4/09 22:05 - 1355 commenti

Horror ben piazzato nel sangue e nelle immagini controverse, molto spinto nell'ipotesi, tutt'altro che miope, del contagio da "persona a persona". Il prodotto della contaminazione è certamente originale e molto avanzato, anche per come viene rappresentato. Molte leggende su versioni ancora più sadiche, condannate al rogo dall'impietosa censura dell'epoca. Un poco lento, ma claustrofobico, disturbante e dannatamente ben eseguito, che si vuole di più?
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Enzus79 24/12/08 9:47 - 1540 commenti

Il capolavoro di David Cronenberg. Un virus si introduce nei corpi di persone che alloggiano in residence. Ci saranno molte vittime... La metafora che Cronenberg usa per andare contro la scienza ed i suoi limiti è eccezionale. Credo che molti registi che son venuti dopo, reputati dei "maestri" non abbiano fatto più del canadese.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Pinhead80 12/2/11 14:05 - 3056 commenti

Cronenberg gira un delirio fatto di sangue, sesso e carne ambientato in un residence con tanto di piscina. Il parassita è subdolo, strisciante e terribilmente eccitato. La carne si sfalda sotto occhi arresi ai sensi e in scacco alla promiscuità. L'incontrollabilità delle pulsioni diventa oggetto di orrore e di scoperta. E intanto la carne continua a trasformarsi in un incubo per alcuni, o chissà, in un giardino delle delizie per altri...
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Myvincent 9/6/10 22:09 - 2092 commenti

In un nuovo e ricco complesso residenziale, un parassita molliccio tipo sanguisuga s'introduce nei corpi delle persone trasformandole in esseri assetati di sesso e orgasmi. Il tutto in un crescendo di horror al limite del grottesco. Nessuno si salverà, neanche l'illuminata scienza medica. Cronemberg alle prese con le sue amate tematiche kafkiane per un film senza pretese ma dai vari risvolti sociali e psicoanalitici, critici sul nostro occidente.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Rufus68 10/4/17 23:16 - 2002 commenti

Nella metafora centrale (lo scatenamento epidemico della libido che è anche fine della civiltà) è racchiuso il valore del film, tecnicamente ancora acerbo. A differenza di Ballard (il suo "High rise" è dello stesso anno), dove l'apocalissi è interiore, il primo Cronenberg pone l'accento sullo sfacelo del corpo, fomite di orrori e d'ogni principio di dissoluzione. A tratti rozzo, ma alla distanza capace di rendere con forza tale spettacolo da finis terrae.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Minitina80 16/8/18 11:48 - 1710 commenti

Un’opera che mina quella sensazione di indistruttibilità a cui quotidianamente ognuno fa affidamento. L’uomo è parte integrante della Natura e in quanto tale può essere preda e vittima, anche se di piccoli organismi parassiti capaci di alterare le volontà dell’individuo trasformando il corpo in veicolo per la trasmissione della malattia. La via scelta per il contagio è il sesso e l’enorme edificio lussuoso si erge a simbolo del progresso che si ritorce contro l’uomo stesso, diventando una trappola. Il manifesto indiscusso del regista canadese.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Ryo 8/2/13 15:09 - 1678 commenti

Il primo film importante di Cronenberg potrebbe risultare datato per gli occhi odierni, eppure è racchiude un certo fascino retrò dato dalla fantasia di una sceneggiatura interessante e da trucchi disgustosamente realizzati alla perfezione. Originale la rivisitazione del tema "morti viventi" che qui non sono per nulla morti ma talmente viventi che il loro obiettivo non è cibarsi degli esseri viventi ma... stuprarli. Il demone sotto la pelle è una creatura ripugnante che libera i freni inibitori del corpo ospite e si riproduce per via sessuale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La vecchina con ombrello; La creatura che entra dalla vagina; Il dottore che scopre il paziente e viene attaccato.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Luchi78 22/6/11 16:44 - 1521 commenti

L'inizio fa presagire a qualcosa di terrificante, il resto del film tradisce in parte le attese se non altro per una certa ripetitività e la conseguente mancanza di emozioni forti. La mano di Cronenberg è comunque evidente e i mostri parassiti ricordano tanto un primordiale riferimento al "simpatico" intruso di Alien. Martellante il riferimento al sesso che poi diventa una sorta di morbo da cui sfuggire...
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Greymouser 23/4/10 18:11 - 1441 commenti

Nasce qui il fenomeno Cronenberg e in questo film, solo apparentemente senza grosse pretese, è "in nuce" tutto il genio eversivo e inquietante di questo grande del cinema di tutti i tempi. Un soggetto che in altre mani avrebbe prodotto al massimo un fanta-horror di serie B, genera una serie incredibile di sottotesti antropologici e psicologici e sarebbe facile scomodare Reich, Jung, Freud e Nietzsche. Ma David non ci lascia lì a fare gli intellettuali, ci mette le mani alla gola e ci precipita nel primo della serie dei suoi personali incubi.
I gusti di Greymouser (Fantastico - Horror - Thriller)

Tomastich 8/9/13 9:42 - 1183 commenti

L'idea di una residenza borghese autosufficiente rimanda all'Unité d'Habitation di LeCorbusier (mentre in un ottica cinematografica ci possiamo spostare nel decennio successivo per arrivare al secondo Demoni di Lamberto Bava). Horror-fantascientifico allo stato puro, con tocchi chirurgici e social-politici. La ninfomania conquisterà il mondo!
I gusti di Tomastich (Animali assassini - Horror - Thriller)

Samdalmas 26/1/17 15:43 - 254 commenti

Primo film di Cronenberg, il cui stile è ancora frammentario ma già inquietante, sin dal titolo. In un condominio modello un viscido parassita entra nei corpi e provoca violenti raptus sessuali. Non manca il solito dottore che cerca di fermare l'orrida invasione. Mix di fantascienza, horror ed erotico abbastanza riuscito anche se lontano da futuri capolavori come La mosca.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'orgia nella piscina.
I gusti di Samdalmas (Musicale - Poliziesco - Thriller)

Franz 18/11/09 16:06 - 108 commenti

Film un po' superato, lento, ma che ho sempre trovato sufficientemente disturbante e dall'atmosfera malata. Un complesso residenziale di ultimissima (all'epoca) generazione e futuristica (oggi certe "modernità" e comfort di allora fanno un po' sorridere) concezione, perfetto nelle sue forme geometricamente funzionali, viene abitato non solo da famiglie e varia umanità, ma anche da 'vermonì che si intrufolano nei corpi umani generando follie di varia natura. Invero abbastanza pulp, ma con misura!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I corridoi e i vani vari del super-condominio.
I gusti di Franz (Commedia - Horror - Sentimentale)

Acid burn 5/3/18 21:55 - 32 commenti

La notte dei morti viventi in chiave virale e parassitaria. Quanti registi lo hanno visto e rielaborato. Il film inizia con una strana introduzione che incuriosisce e subito ci sono delitto, mistero, intrecci; a metà la tensione e la paura salgono, poi c'è una parte di stasi con illogiche e bizzarre situazioni. L'ambientazione al chiuso tra corridoi e piccole stanze è perfetta, rende il senso di oppressione e l'angoscia di essere contagiati e circondati. Recitazione e dialoghi non paiono invece per nulla all'altezza (anche per colpa della versione italiana).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La presentazione del residence; Il contagio in vasca da bagno; L'infermiera si spoglia davanti al medico che al telefono scopre il pericolo.
I gusti di Acid burn (Fantascienza - Giallo - Horror)