Romanzo criminale 2 - La serie - Serie TV (2010)

Romanzo criminale 2 - La serie (serie tv)

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONCineprospettive

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/11/10 DAL BENEMERITO IL DANDI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Jandileida 22/12/10 20:05 - 1554 commenti

I gusti di Jandileida

Termina l'epopea criminale dei bravi ragazzi "de noantri". Nessun calo rispetto alla prima parte, ma anzi si aggiungono una tensione accresciuta ed un clima latente di tragico redde rationem che rendono il tutto ancor più cupo e ancor meno apologetico di quel mondo sommerso, oscuro e violentissimo. Si ripetono di nuovo sia la splendida ricostruzione della Roma anni '70-'80 e delle sue trame sia le ottime interpretazioni dei protagonisti. Unici nei: l'accento posticcio della pur brava Di Rauso e alcune apparizioni shakespeariane del Libanese.

Il Dandi 17/12/10 00:09 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Grazie al successo della prima serie cresce il budget (più Roma che periferie, stunt spettacolari); purtroppo però (nonostante l'arco temporale e narrativo coperto sia più lungo) si gira un po' a vuoto e i punti deboli (dialoghi non più così memorabili, ambientazione 80's non più così ben resa come quella 70's) sono proprio quelli che un tempo erano quelli di forza. Far tornare il Libanese sotto forma di allucinazione è una soluzione di basso profilo, come pure inventarsi una cornice attribuendo un'identità all'anonimo protagonista del prologo. Doveva essere meglio.
MEMORABILE: Tutti gli (innumerevoli) omicidi: attesi, previsti (specie per chi ha letto il libro e visto il film) ma orchestrati magistralmente.

Piero68 17/12/10 11:11 - 2950 commenti

I gusti di Piero68

Con la dipartita del Libanese e il resto della banda ridotta ad un gruppo di cani rabbiosi la serie perde molto del suo smalto. Ma non è solo un problema di storia o copione. Il fine lavoro di cesellatura che lo sceneggiatore aveva fatto nella prima serie, tratteggiando magnificamente personaggi e situazioni, qui viene un po' a mancare. I flashback evocativi ad esempio, che tanto avevano funzionato, sono quasi scomparsi e i nuovi personaggi sembrano ombre nel panorama collettivo. Resta comunque un magnifico lavoro. Una mosca bianca della nostra TV.

Redeyes 30/12/10 18:13 - 2438 commenti

I gusti di Redeyes

Era impresa improba riuscire a non deludere dopo la prima fantastica stagione eppure.. Eppure il succedersi degli episodi accresce il desiderio di vederne ancora finendo per esser dispiaciuto per la fine. Ciò che maggiormente entusiasma è la profondità dei personaggi e la capacità degli attori. Al tutto si somma un sapiente utilizzo della musica e ottime ricostruzioni. La miglior serie televisiva italiana degli ultimi anni, senza dubbio, ma non solo.

Hackett 4/01/11 15:20 - 1864 commenti

I gusti di Hackett

Ottima seconda parte delle vicende relative alla celebre banda romana. La seconda serie vola alta e consolida quanto di buono si era visto nella prima parte. Racconto avvincente, ottimamente recitato e curato nei dettagli. Una regia sicura e un'intelligente sceneggiatura cooperano brillantemente nel narrare la caduta di personaggi che, dopo essersi divisi le simpatie degli spettatori, ora si svelano nella loro brutale ed efferata natura, in una epico-tragica storia criminale dove tutti sono sconfitti. Bellissimo.

Luchi78 5/01/11 09:56 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Degno seguito della prima serie, a tratti superiore, se non altro per il crescendo degli eventi e il risolversi delle situazioni. Nonostante la dipartita di uno dei principali protagonisti (il Libanese), vengono fatti salire in cattedra alcuni personaggi che nella serie precedente non erano a mio parere ben delineati, come il Dandi, che assume il ruolo già noto dai fatti reali. In definitiva, una delle cose migliori mai viste in tv.
MEMORABILE: Finale strepitoso sulle note di Liberi Liberi.

Gugly 24/04/11 18:15 - 1180 commenti

I gusti di Gugly

Dopo la morte del Libanese (chi è stato?) la banda implode su stessa: la seconda parte della storia conferma l'alto livello del prodotto e ci porta a chiederci come andrà a finire tra egoismi personali, collegamenti con mafia, camorra, servizi segreti e altre amenità. "Ritorna" perfino Libano con un evidente rimando shakespiriano che tuttavia non stona. Gli interpreti si confermano tutti bravissimi e tra le novità spicca la grande dark lady della Di Rauso. Straconsigliato.
MEMORABILE: Il commissario Scialoja pestato a sangue e abbandonato in mezzo ai rifiuti.

Ilcassiere 2/02/11 12:39 - 284 commenti

I gusti di Ilcassiere

Se nella prima serie abbiamo visto l'ascesa inarrestabile della banda della magliana, nella seconda assistiamo alla sua lenta, violenta ed inevitabile fine. La fiducia reciproca, tra i membri del gruppo, inizia a vacillare e in molti iniziano a farsi gli affari propri. I pregi che ci hanno fatto amare le prime 12 puntate li ritroviamo pari pari in queste ultime 10; il più grande è che appena finisce una puntata si muore dalla voglia di vedere la successiva.

Cif 17/03/11 16:16 - 272 commenti

I gusti di Cif

Non è un tentativo commerciale di proseguire una serie di (inaspettato?) successo, ma la seconda parte di un'opera unitaria, coerente e coesa. La morte di Libano innesca un moto (auto)distruttivo nella banda, avvitata sugli egoismi e le rivalità dei protagonisti. Ciò che emerge con maggiore forza è l'intreccio con la mafia, la camorra e i sempre presenti servizi segreti. I personggi già magistralmente tratteggiati accentuano i loro tratti, fino a risultare deformati dai loro eccessi (su tutti Dandi). Finale epico, tra passato e presente. 4 1/2.
MEMORABILE: Le musiche, le facce, le auto, i dialoghi, i costumi, i luoghi, ogni minuscolo dettaglio trasuda quegli anni. Gli anni della Banda.

Mark 28/05/11 00:14 - 264 commenti

I gusti di Mark

Il pregio più grande di questa serie è l'incredibile compattezza e affiatamento del cast, attori giovanissimi ma incredibilmente convincenti. Questo sequel è forse più sbrigativo del primo, nel quale avevamo progressivamente assistito alla lenta ascesa del gruppo. Tuttavia il ritmo rimane inalterato, le scene d'azione, i colpi di scena, le superbe ricostruzioni ambientali e i costumi conservano immutati il loro potenziale. Stavolta non è il gruppo a fare storia ma il singolo destino di ciascuno di essi.

Stefano Sollima HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Romanzo criminale - La serieSpazio vuotoLocandina Crimini: Il covo di TeresaSpazio vuotoLocandina Crimini: Mork e MindySpazio vuotoLocandina ACAB - All Cops Are Bastards

Disorder 19/06/11 14:33 - 1416 commenti

I gusti di Disorder

Anche la seconda serie rimane su livelli altissimi e conferma la produzione come una delle migliori mai realizzate in Italia. I tempi d'oro della "mala" volgono al termine, la banda si sfalda e gli ormai ex-amici iniziano a spararsi tra loro: va da sè che il clima si fa sempre più pesante, cupo, con attimi di vera malinconia (il finale sulle note di "Liberi liberi" toglie il fiato...). Sempre ineccepibile la realizzazione, tecnicamente forse anche migliore della prima serie. Da vedere assolutamente...
MEMORABILE: L'ultimo saluto della banda al Libanese; il finale da applausi.

Nancy 31/08/11 21:15 - 774 commenti

I gusti di Nancy

Ciò che stupisce di questa seconda serie è l'incredibile mantenimento dell'alto livello della prima, che anzi viene - specie nelle ultime puntate - addirittura superato. Il declino e il disfacimento della Banda mostrano tutte le sfaccettature dei personaggi; le vicende, via via più complesse, sono piacevolmente intricate a formare un impianto narrativo impeccabile, coinvolgente e mai banale. Ancora una volta Sollima ci offre un ottimo esempio di serie tv made in Italy, lasciandoci qualche speranza sul made in Italy stesso.
MEMORABILE: Le faide finali; l'omicidio del Nero e del Sardo.

Coyote 15/04/12 17:54 - 185 commenti

I gusti di Coyote

La seconda serie, pur mantenendo lo stesso altissimo livello qualitativo della prima, perde un po' di mordente per la mancanza del Libanese, grande protagonista fino a questo punto. La storia si concentra allora sulla progressiva perdita di elementi della banda fino a un finale atteso, ben orchestrato anche se inevitabilmente meno struggente rispetto al precedente. Alla fine delle 22 ore di visione si ha l'impressione di aver assistito a uno spettacolo memorabile e il timore che per un po' non vedremo nulla a quest'altezza sulle tv italiane.

Mutaforme 3/06/12 00:26 - 415 commenti

I gusti di Mutaforme

La seconda serie è ancora sopra la media, ma non riesce ad incidere come la prima. Vuoi per l'assenza del libanese, che si sente parecchio, vuoi perché i personaggi non sono più "romanzati", ma diventano lo specchio di quello che è stato il vero volto sanguinario della banda. Non manca poi un senso di smobilitazione, dovuto all'inevitabile caduta della banda in favore dell'ascesa del Dandi. Comunque il cerchio si chiude perfettamente ed è un peccato che sia finito.
MEMORABILE: Il destino del Freddo, diverso da quello realmente toccato a Maurizio Abbatino.

Nicola81 15/02/14 13:24 - 2811 commenti

I gusti di Nicola81

Tutti i nodi vengono al pettine, imponendo a questo secondo capitolo un taglio ancora più cupo e drammatico. Certo, l'assenza del Libanese si fa sentire e le sporadiche apparizioni del suo "fantasma" appaiono poco coerenti con lo spirito della serie. Tutti gli altri pregi però rimangono, a cominciare dalla bravura degli interpreti, cui si aggiunge un'ottima new entry come la Di Rauso (peccato per l'accento). Un lavoro complessivo di altissimo livello che, con l'aria che tira sui nostri schermi, temo sarà difficile ripetere.
MEMORABILE: Gli omicidi; Il processo alla banda; Il finale.

Tarabas 14/05/14 13:04 - 1878 commenti

I gusti di Tarabas

Inevitabile sequel del grande "primo tempo", perde qualcosina per l'eccessivo peso dato al personaggio di Dandi, meno potente di quello del Libanese. Anche il Freddo si defila un po'. Di contro, emergono meglio i comprimari, che cercano un loro spazio nel disfacimento della banda (il che ricorda i travagli della famiglia Corleone nel Padrino II). Per il resto, la formula vincente viene riproposta con la stessa efficacia e l'ultima puntata arriva sin troppo presto, il che - per una serie - significa che è arrivata al momento giusto, senza tirare in lungo.

Mickes2 9/07/14 10:26 - 1670 commenti

I gusti di Mickes2

Svolta nerissima nell’epopea criminale romana. La banda della Magliana, trasfigurata, spellata, spezzata, non esiste più: al suo posto un covo di serpi senza scrupoli e mine impazzite dove a dominare è sempre più il Dio denaro e dove l’individualità e l’infamia prendono il sopravvento sul gruppo. Prima parte un po’ forzata mentre la seconda assume le sembianze di un inferno in terra in cui la speranza è un miraggio lontanissimo e la morte è vista come liberazione. Apporto attoriale d’intensità strabordante, tecnicismi mai eccessivi. Ottima.
MEMORABILE: Libanese: “A Bufalo e che me ponno fa’. Io so’ morto”.

Pinhead80 30/08/14 16:17 - 4698 commenti

I gusti di Pinhead80

Seconda parte di Romanzo criminale che riparte proprio da dove era terminata la prima. Si può tranquillamente considerare una cosa unica vista la qualità espressa anche in questa stagione. Grandissimo il lavoro di ricostruzione storica degli eventi che ruotano attorno alla vicenda. La resa dei conti è un po' tirata per le lunghe ma è l'unico difetto di una serie che, insieme a Gomorra, può essere considerata quanto di meglio è stato fatto in Italia a livelli di fiction in questi ultimi anni.

Ira72 23/11/16 15:49 - 1303 commenti

I gusti di Ira72

La seconda serie rende egregiamente la discesa agli inferi della banda. L'acredine tra Dandi e il Freddo, invece, cresce a dismisura e solo scoprire chi abbia ucciso il Libanese li accomuna ormai. Come per la prima, si viene catapultati negli arredi dell'epoca ottimamente ricercati (sempre più lussuosi e sfarzosi, per non dire pacchiani). Perfetti i costumi anni 80 e la scenografia. E che dire del cast? Non si avverte la recitazione, i protagonisti si muovono e parlano in maniera estremamente naturale, dunque... chapeaux!
MEMORABILE: "Mo che sei fermo che vedi? Brutto scopri' chi sei, eh?" (Libanese, comparso a Dandi in una delle sue tante allucinazioni).

Parsifal68 12/01/17 09:42 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

La seconda stagione inizia dove è terminata la prima, cioè dalla morte del Libanese. C'è il desiderio di vendetta dei suoi compagni ma, parallelamente, inizia il lento disfacimento della banda, dilaniata da lotte intestine per interessi forse più grandi di loro. Sollima conferma l'ottimo lavoro della prima stagione completando nel modo più logico la parabola autodistruttiva di una delle più potenti associazioni criminali della buia storia italiana, in nome dell'assioma che vuole effimere tutte le cose, specialmente quelle legate al malaffare.

Francesco Montanari HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Tutti al mareSpazio vuotoLocandina Oggi sposiSpazio vuotoLocandina Romanzo criminale - La serieSpazio vuotoLocandina Sotto il vestito niente - L'ultima sfilata

Magi94 12/10/17 13:55 - 938 commenti

I gusti di Magi94

La seconda stagione non è all'altezza della prima. In parte perché l'uscita di scena del Libanese porta a un'incertezza nella sceneggiatura, che spesso si ripete in scene di sfida o lotte tra membri della banda. In parte per colpa di un'idea di base spiacevole, vale a dire basare tutta la storia sulla banda di ragazzi amici cresciuti insieme, ormai invecchiati. La realtà era molto più complicata ed è un peccato che non la si sia raccontata bene, soprattutto fino al processo del '95. Il finale rischia l'apologia di cose non scusabili.

Nando 1/02/18 19:23 - 3799 commenti

I gusti di Nando

Una conseguenza della validissima prima serie che si avvale di ottimi interpreti e di una belluina violenza. Morto il Libanese la spirale di violenza aumenta progressivamente sino giungere a livelli inarrivabili con il gioco di tutti contro tutti. Ottime ricostruzioni ambientali e soprattutto una serie di volti appropriati che rendono veritiera la narrazione.

Gabrius79 1/12/23 15:19 - 1416 commenti

I gusti di Gabrius79

Una seconda parte quasi all'altezza della prima (e infatti riparte tutto da dove era terminata) ricca anch'essa di sangue e violenza e diretta con la solita professionalità da Stefano Sollima. Gran dispiego di attori in cui a farla da padrone ci sono Bocci, Roja e Marchioni tutti e tre veramente bravi, anche il resto del cast non sfigura. Ritmo non sempre lineare ma ciò non toglie comunque l'attenzione nel corso degli episodi. Resta una delle migliori serie italiane di questi ultimi anni.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Musiche Orsobalzo • 16/09/11 07:08
    Pulizia ai piani - 1100 interventi
    Grande inizio con un memorabile pezzo rock, uno di quelli che ha aperto la strada all'heavy metal:
    http://www.youtube.com/watch?v=dk3Ei_yoI4c

  • Curiosità Lòpe • 26/02/13 20:08
    Galoppino - 185 interventi
    IL GEMITO CHE ARRIVA DUE VOLTE!

    Nel secondo episodio, Dandi, Bufalo e Ricotta si trovano in macchina ad aspettare Gemito per fargli la festa.
    Appena posteggiata l'auto, Ricotta guarda una signora che attraversa la strada proprio davanti la loro auto mentre Dandi esclama "stà arrivà na machina..." convinto che si tratti del malcapitato (mentre in realtà si tratta di un'altra auto dalla quale scende una vecchietta).
    Mentre la signora attraversa la strada, si nota per qualche istante la Mercedes nera sulla quale arriverà poco dopo Gemito con il suo autista/gorilla già posteggiata!
  • Discussione Il Dandi • 21/01/19 15:30
    Segretario - 1488 interventi
    A dieci anni di distanza la prima serie regge ancora, il giudizio sulla seconda diventa molto più severo.

    In passato mi è capitato al massimo di voler cambiare voto di uno o mezzo pallino, stavolta chiedo a Zender se è possibile cancellare il commento e rifarlo da capo.
    Ultima modifica: 21/01/19 15:31 da Il Dandi
  • Discussione Zender • 21/01/19 15:40
    Capo scrivano - 47585 interventi
    L'unico caso in cui non posso cancellare ma devo sostituire è nel caso in cui chi chiede la sostituzione sia anche il benemerito. Cancellando perderebbe la benemeritata. Quindi, a meno che tu non voglia passare il sacro possesso della serie a Piero68, Dandi, dovresti riscrivermela qui. Se vuoi invece commettere l'empio gesto te lo cancello e si fa il passaggio di consegne (convocazione due giorni dopo per cerimonia speciale con passaggio della campanellina tra te e lui).
    Ultima modifica: 21/01/19 15:41 da Zender
  • Discussione Il Dandi • 21/01/19 16:57
    Segretario - 1488 interventi
    Ah, nessun problema, sono disposto ben volentieri a cedere la benemeritata a Piero68 visto che lui all'epoca (pur mantenendo un pallinaggio generoso) si rese conto più prontamente di me del calo rispetto alla serie precedente e il mio nuovo commento è molto più in linea col suo.

    Eccolo:

    Grazie al successo della prima serie cresce il budget (più Roma che periferie, stunt spettacolari); purtroppo però (nonostante l'arco temporale e narrativo coperto sia più lungo) si gira un po' a vuoto e i punti deboli (dialoghi non più così memorabili, ambientazione 80's non più così ben resa come quella 70's) sono proprio quelli che un tempo erano quelli di forza. Far tornare il Libanese sotto forma di allucinazione è una soluzione di basso profilo, come pure inventarsi una cornice attribuendo un'identità all'anonimo protagonista del prologo. Doveva essere meglio.

    (due e mezzo)
  • Discussione Zender • 21/01/19 17:34
    Capo scrivano - 47585 interventi
    Sostituito lasciandoti ciò che è tuo di diritto dai. Non si cedono benemeritate così importanti :)
  • Discussione Piero68 • 29/01/19 08:37
    Contratto a progetto - 240 interventi
    Scusate sono stato male e non ha fatto accessi per una decina di giorni. Per cui leggo solo adesso della questione.
    Per me va benissimo che la benemeritata rimanga a chi di dovere. Non l'avrei accettata comunque visto che non mi approprio mai del lavoro di altri.

    Colgo l'occasione per ribadire che rimango in linea con il commento (cioè che questa serie è inferiore rispetto alla prima) e potendoo, abbasserei il voto di un pallino. Cioè ne metterei solo 3.
  • Discussione Zender • 29/01/19 09:00
    Capo scrivano - 47585 interventi
    Come "potendo"? Puoi! Basta chiedere... Fatto.

    Ma sì, era uno scherzo in fondo, è chiaro che la benemeritata non gliel'avrei tolta.
  • Discussione Il Dandi • 29/01/19 09:44
    Segretario - 1488 interventi
    Piero68 ebbe a dire:
    ... potendo, abbasserei il voto di un pallino.

    Ecco, vedo che sulla lunga distanza perfino il tuo giudizio già allora più maturo si ridimensiona ulteriormente. È proprio di questo che ero curioso e grazie della conferma.
  • Discussione Tonaz • 31/03/21 01:19
    Disoccupato - 1 interventi
    Ciao a tutti raga, ma il bar (molto carino e moderno) dove viene girata la scena finale col Bufalo che muore qual'è?? Sulla mappa location non c'è :(