Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONCineprospettive

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Un thriller erotico di poco conto, assurto agli onori della cronaca (tra i fan, s'intende) per via di una storia riguardante alcune scene hardcore girate all'insaputa dei protagonisti e del regista Gariazzo: c’è chi, per girarle, pare restasse sul set dopo che regista e protagonisti se n'erano andati. Saputa la cosa, questi ultimi avrebbero abbandonato il set in segno di protesta ma i produttori, grazie a un abile montaggio, sarebbero riusciti comunque a dare una forma al film grazie al fatto che l'inizio e la fine erano già stati girati (forse prevedendo l'abbandono precoce della troupe, chissà). Al di là di questo e delle scene incriminate, PLAY MOTEL è solo un modesto tentativo di coniugare...Leggi tutto thriller e softcore (perché la Rizzoli, scandalizzata dalle vicende sopra riportate, si lascia comunque riprendere dalla testa ai piedi nella lunga sequenza del servizio fotografico, con tanto di primi piani “erotici”). Il soggetto non era poi tanto male - un complicato intrigo di ricatti e omicidi che girano attorno al motel del titolo e a una fantomatica casa editrice di fotoromanzi porno - e la regia di Gariazzo è discreta, ma i disastri in sede di montaggio e una sceneggiatura approssimativa non hanno certo aiutato. Gli omicidi sono in puro stile argentiano (guanti neri e primi piani insistiti sull'occhio dell'assassino), il folto cast ce la mette tutta, le musiche di Ubaldo Continiello puntano molto sulla title-track suonata “alla Oliver Onions”, gruppo a cui Continiello si rifà anche per il resto della colonna sonora. Nonostante l’imperante squallore si è insomma visto senz’altro di peggio, nel genere.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 23/03/07 22:35 - 5358 commenti

I gusti di B. Legnani

Un'occasione persa. Idea interessante, svolgimento scombiccherato, al punto che non si accettano quelle forzature (ma non ci sono le donne poliziotto?) che, con un contorno OK, potevano andare. Bellissima la Rizzoli. La Webley (Patrizia De Rossi) non è coinvolta, diversamente dalla Frajese-Lotar, nelle scene hard. In relazione all'ignoranza da parte del regista di tali inserti, divertente la noticina di Luca Rea ("I colori del buio", pagina 203): "Visto che Gariazzo non sapeva di dover fare un film porno, ma credeva di dover girare un normale giallo, forse poteva anche farlo un po' meglio".
MEMORABILE: La Lotar, allora [f]icona del proibito.

Undying 7/03/08 00:19 - 3812 commenti

I gusti di Undying

La locandina della VHS (edizione AD) rimanda ad un genere poco equivoco: quello a Luce Rossa. Tradendo la reale origine del film, interpretato, oltreché dalla splendida Anna Maria Rizzoli, anche da Antonella Antinori. Tra gli attori si segnalano le presenze di Ray Lovelock e di Anthony Steffen. Il flm è invece una pedestre imitazione del climax argentiano, ibridato da un forte erotismo, audace per l'epoca (nell'edizione v.m.18). Circolano due versioni: quella hard è completata dalla performance di Marina Hedman. Produzione stile Malabimba.

Il Gobbo 16/11/07 09:32 - 3015 commenti

I gusti di Il Gobbo

Insulsetto, pure nella versione "hard" che ho visionato (gustosa però la prima, con Fisichella diavolo controfigurato al dunque e la Frajese suora...). Il meccanismo si capisce dopo un quarto d'ora, la suspense è quella d'una puntata di "Ballarò" e la recitazione, avrebbe detto Sandro Ciotti, inapprezzabile (terribile l'avvocato). Tuttavia una fulgida Rizzoli mostra tutti i suoi "solidi argomenti" (come gli dice l'allupato fotografo Cutini già "star" di Operazione Kappa) e lancia il film verso i due pallini. Steffen non ha il cappello, ma spara sempre bene.

Ciavazzaro 6/02/08 17:42 - 4773 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Probabilmente il giallo (se così può essere definito) più brutto della storia del cinema italiano. Come film erotico funziona molto bene, solo che ogni tanto per sbaglio spunta fuori un omicidio. La trama è risibile, ma in compenso c'è un cast di bellezze (nudissime) e buoni attori (che non vengono però valorizzati). Da evitare come la peste.

Deepred89 24/02/08 21:55 - 3565 commenti

I gusti di Deepred89

Bruttissimo giallo erotico italiano con qualche scenetta hard. La storia è lenta, banalissima e diluita con troppe inutili scene di sesso, alcune delle quali piuttosto squallide. La regia di Gariazzo non è proprio pessima, anche se si nota una svogliatezza notevole. Stesso discorso per il cast, con vari attori interessanti (Lovelock, la Rizzoli, Steffen) che però non si impegnano minimamente. Le simpatiche canzonette di Continiello sono inadeguate e utilizzate nel peggior modo possibile. Evitabilissimo.

Cotola 11/04/08 20:36 - 8564 commenti

I gusti di Cotola

E li chiamano gialli... In realtà questo film non ha nulla di quel genere. Si tratta piuttosto di un pessimo filmaccio erotico all’interno del quale ogni tanto spunta qualche cadavere. Noia che regna suprema e sceneggiatura, si fa per dire, ai minimi storici e condita da tantissimi spogliarelli gratuiti messi lì solo per raggiungere una durata dignitosa (e per accalappiare l’attenzione degli spettatori più boccaloni e sporcaccioni).

Renato 29/10/08 19:32 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Mediocre thriller-erotico giocato molto sul secondo versante. Già la storia non è il massimo (facoltosi uomini ricattati dopo una scappatella in un orrido motel da camionisti), e Gariazzo non fa molto per migliorare il tutto. Sulle scene erotiche si può dire che sono spesso troppo lunghe e spezzano la tensione (ah!ah!) del racconto; in ogni caso non si raggiunge lo squallore di prodotti analoghi dei vari Batzella o Polselli... insomma siamo sopra la soglia della decenza, via. E poi Cutini ha il suo perché.

Daidae 28/02/10 02:54 - 3008 commenti

I gusti di Daidae

Dai... non fa così schifo come.. tutti dicono. Si tratta ovviamente di un prodotto di serie Z, dove attori, scenografia e regia sono mediocri (e ci sto andando leggero). Trama banale e facilmente comprensibile: giallo? Thriller? Qui siamo più sull'erotico spinto mischiato col poliziesco. Dopo questa "opera" nacquero altri filmacci che mischiavano scene "normali" con scene pornografiche. Mediocre.. e sono buono.
MEMORABILE: La Rizzoli nuda, sempre un bel vedere.

Trivex 19/04/10 17:36 - 1664 commenti

I gusti di Trivex

Se lo si considera come giallo, è meglio buttare tutto. Se si cataloga come trash, qualcosa da salvare c'è. La parsimonia di mezzi evidente (non si vede un solo poliziotto in divisa) accompagna la povertà artistica e tecnica. La trama, comunque dotata di senso e potenzialità, si arrende alle considerazioni appena enunciate. Mancano poi pezzi di storia, sacrificati a danno di altre scene inutili, inserti hardcore compresi (ma Marina pratica direttamente, nella parte iniziale). E poi c'è il quesito fondamentale: ma perché indagano i due ragazzi e non i poliziotti?

Homesick 25/03/10 17:44 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Pasticciaccio di rara bruttezza e inettitudine, per giunta privo di quell’aura “weird” che avrebbe potuto salvarlo. La traccia giallo-poliziesca, già di per sé quasi impercettibile, si smarrisce nella squallida ambientazione in un motel sordido ed equivoco, ideale teatro per un soft-core ripugnante (il porno è nell’aria) al quale solo la grazia della Rizzoli nuda riesce a donare una certa attrattiva erotica. Tranne Novelli, che svolge egregiamente il suo consueto compito di menar le mani, tutti gli altri attori si afflosciano come marionette senza fili né burattinaio. Pessimo.
MEMORABILE: Il momento ‘nunsploitation’ tra Fisichella-diavolo e la Hedman-suora: roba da far cascare le braccia (e non solo quelle…).

Anthony Steffen HA RECITATO ANCHE IN...

Fauno 20/09/11 11:34 - 2115 commenti

I gusti di Fauno

A parte il nudo della Rizzoli, tutto l'hard è stomachevole e da buttare. Come trama e come sorprese, non così scioccanti, ci siamo, anche se non è certo il primo film sulle foto compromettenti di quelli che contano. Il cast è indubbiamente valido, mi è solo dispiaciuto vedere Cutini in un ruolo così da mentecatto. Tutto sommato mi ha coinvolto e in certi punti mi ha anche divertito... tenendo presenti i limiti, una visione la consiglio.

Dusso 4/10/12 10:11 - 1548 commenti

I gusti di Dusso

Mi son piuttosto divertito a vederlo. Non ha senso che rimarchi ora tutti i limiti di un film come questo, ma bisogna dire che il meccanismo giallo da subito facilmente intuibile mi ha stupito nel finale: mancava tra i sospettati uno che proprio mi aspettavo ci fosse e che invece non c'entrava nulla. Buone le musiche, bellissime donne; Gariazzo sa tenere comunque un certo ritmo, visto che anche che le scene erotiche non sono malaccio; sempre adorabile Steffen.

Motorship 6/10/12 18:13 - 585 commenti

I gusti di Motorship

Non mi è dispiaciuto, anche se bisogna riconoscere che è un film fatto piuttosto maluccio, mal recitato. Di giallo c'è davvero poco: più erotico che altro. Il cast non è proprio da buttare, ci sono Lovelock, Novelli, Cutini e anche Steffen, anche se il film lo si ricorda soprattutto per i nudi delle bellissime donne, in particolare della splendida Anna Maria Rizzoli, ma anche della Hedman e della Antinori. Ed è per questo che il mio giudizio non è pessimo.

Herrkinski 7/03/13 02:33 - 7224 commenti

I gusti di Herrkinski

Visto nella versione epurata delle scene hard-insert. Mix tra giallo e poliziesco, dalle forti tinte sleazy, un po' come successe per il contemporaneo Nude per l'assassino; il regista infatti sembra più interessato a spogliare pedissequamente le attrici di turno (un buon gineceo tra l'altro, con Rizzoli, Behn e Hedman) che a creare un intreccio narrativo degno di nota. Musiche funkeggianti, molti nudi, scenografie povere, fotografia pessima, montaggio approssimativo, sceneggiatura confusionaria: un mezzo scempio. Se non altro, folkloristico.

Jurgen77 27/06/16 08:17 - 630 commenti

I gusti di Jurgen77

Interessante connubio tra erotico e giallo, che parte da una buona idea per poi deludere il pubblico. Buone le scene di nudo e di spogliarello in pieno stile anni 70. Povere le ambientazioni e abbastanza scontato il finale. Spiccano le comparse femminili che si concedono mostrando pure il pube. Attori non nuovi per il genere. Da Gariazzo ci si poteva aspettare qualcosa in più.

Myvincent 26/06/16 15:58 - 3417 commenti

I gusti di Myvincent

Anna Maria Rizzoli e Marina Frajese fungono da esca, spacciando questo giallo all'italiana per un porno-soft (pur se le scene scollacciate non mancano), dove si aggira misterioso un assassino di belle donne. Il tema centrale è il ricatto sessuale e la trama si avvale di una regia tutto sommato professionale. Se non andate troppo per il sottile, dategli uno sguardo: ne rimarrete piacevolmente sorpresi.
MEMORABILE: Il servizio fotografico-spogliarello della bellissima Anna Maria Rizzoli.

Faggi 9/01/17 18:43 - 1535 commenti

I gusti di Faggi

Giallo/erotico scapestrato e scalcagnato. Non orribile, si lascia seguire e in qualche passaggio incuriosisce ma resta una mezza boiata. La Rizzoli e la Frajese mostrano volentieri le loro grazie; l'intrigo è pretestuso, la regia è in stato di quasi latitanza ma l'insieme non suscita antipatia. Da vedere in leggerezza o per approfondire lo studio di certe irripetibili (e libere) produzioni italiche settantiane.

Tonios 6/06/17 21:48 - 25 commenti

I gusti di Tonios

Tentativo di creare un connubio tra il poliziottesco e un noir di bassissimo livello, dopo cinque minuti ti distrai facilmente. Gli attori sono doppiati alla carlona e certo la faccia da pesce lesso di Lovelock non aiuta. Stupenda la Rizzoli, ma decisamente inespressiva. Complice la scelta della location e la bassa qualità delle riprese sembra proprio uno dei primi poliziotteschi di dieci anni prima.

Il Dandi 25/08/17 12:14 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Giallo soft-core noto principalmente per aver circolato in versione hard. Gariazzo azzarda inizialmente un paio di manierismi da vero thriller (i primissimi piani dell'iride dell'assassino), ma ben presto dialoghi e recitazioni assestano il film su un livello di svogliatezza e dilettantismo che ha come unica cifra possibile quella del comico involontario (il main title theme musicale ci mette del suo). Ci si accontenta anche con le attrici (a partire dalla esplicita Hedman) che non erano le più desiderabili, ma solo le uniche disponibili.
MEMORABILE: Il reparto costumi della stanza dei ricatti sessuali: Fisichella sceglie quello da diavolo, Masè quello da cardinale.

Maik271 1/05/18 15:23 - 436 commenti

I gusti di Maik271

Che c'è da salvare in una pellicola gialla che chiaramente sfrutta il tema pecoreccio per far vedere abbondanti nudità? Non molto purtroppo, nonostante la partecipazione di due attori come Lovelock e Steffen che avrebbero potuto offrire più qualità. In questo caso è chiaramente preferito il richiamo erotico enfatizzato dalla presenza della sempre bella Rizzoli e della preporno Marinona. Di giallo poche cose da ricordare. Unica nota lieta una bella confezione: evidentemente ci credevano anche i produttori. Peccato.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Paulaster 12/07/18 10:10 - 3913 commenti

I gusti di Paulaster

In una stanza del motel in questione vengono scattate foto a scopo ricattatorio. Trama gialla da fotoromanzo (visi compresi) con inserimenti softcore che rasentano il trash (i travestimenti per il sesso). Le uniche parti che si fanno apprezzare sono i soffocamenti in stile argentiano, anche perché l’investigazione privata è a dir poco inverosimile. Ovvia ricerca di un pubblico amante del pruriginoso, al quale viene data un minimo di sostanza.
MEMORABILE: Gli occhi in primissimo piano.

Pessoa 6/06/20 14:55 - 2476 commenti

I gusti di Pessoa

Giallo esile ma non banale di Gariazzo, si svolge lungo una trama che, pur priva di veri e propri colpi di scena, procede lineare verso un finale piuttosto scontato. Più che di erotismo (nella versione soft, almeno) si può parlare di plastiche nudità (superba quella della Rizzoli) inanellate ad uso e consumo dei fruitori delle riviste erotiche patinate, che non a caso vengono spesso citate nel film (Confidenze erotiche). Discreta prova del cast (Steffen su tutti), regia poco più che sindacale, dialoghi non memorabili, confezione povera, musiche irritanti. Guardabile, ma anche no!

Geppo 2/05/21 21:32 - 308 commenti

I gusti di Geppo

Un misto di giallo ed erotico hard (a quanto si dice sequenze aggiunte successivamente, all'insaputa dei protagonisti), ma al di là di tutto questo non è così male come viene spesso descritto. Quasi tutto il film è stato girato al Park Hotel Costanza di Via Cristoforo Colombo a Roma (location principale anche dell'ottimo Il marito in vacanza, girato appena due anni dopo). Tecnicamente è realizzato con pochi mezzi e gli attori si arrangiano come possono. La trama risulta comunque abbastanza interessante. A suo modo è un cult.
MEMORABILE: Il servizio fotografico ad Anna Maria Rizzoli.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Zender • 26/04/16 18:23
    Pianificazione e progetti - 46669 interventi
    Il manifesto che si vede in strada in una scena del film è quello di All'ultimo secondo, con Peter Fonda, uscito in Italia nell'aprile del 1979 (almeno così pare consultando l'archivio Stampa), quindi quello dovrebbe essere il periodo in cui Play motel è stato girato.

  • Homevideo E.m. • 24/06/16 16:55
    Galoppino - 78 interventi
    Non ricordo più...come bisogna fare per avere la versione "giusta" della Cecchi Gori. Io ahimè, ho quella fallata senza inserti hardcore
  • Homevideo E.m. • 24/06/16 17:05
    Galoppino - 78 interventi
    Scusate ho letto solo ora il messaggio di Quidtum, ho scritto alla Cecchi Gori.
  • Discussione Schramm • 22/02/18 14:07
    Scrivano - 7479 interventi
    Mco ebbe a dire:
    Zender ebbe a dire:
    Io hard veri e propri sulle private degli anni corsari non li ricordo. Film VM 18 a valanga, ma hard hard mai.



    Carissimo Zender, pensa invece che quando frequentavo le medie ed ancora i primi anni di liceo


    ma anche alle elementari, quando queste emittenti non avevano guinzaglio alcuno, a partire dalle 23 si scherzava assai poco...
  • Discussione Mco • 23/02/18 11:42
    Scrivano - 9951 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    Mco ebbe a dire:
    Zender ebbe a dire:
    Io hard veri e propri sulle private degli anni corsari non li ricordo. Film VM 18 a valanga, ma hard hard mai.



    Carissimo Zender, pensa invece che quando frequentavo le medie ed ancora i primi anni di liceo


    ma anche alle elementari, quando queste emittenti non avevano guinzaglio alcuno, a partire dalle 23 si scherzava assai poco...


    ESatto, ma nel primo pomeriggio passavano hard belli tosti. Ed era tutto un giro di telefonate tra amichetti... Ah ah ah ah
  • Discussione Schramm • 23/02/18 12:24
    Scrivano - 7479 interventi
    Mco ebbe a dire:
    Schramm ebbe a dire:
    Mco ebbe a dire:
    Zender ebbe a dire:
    Io hard veri e propri sulle private degli anni corsari non li ricordo. Film VM 18 a valanga, ma hard hard mai.



    Carissimo Zender, pensa invece che quando frequentavo le medie ed ancora i primi anni di liceo


    ma anche alle elementari, quando queste emittenti non avevano guinzaglio alcuno, a partire dalle 23 si scherzava assai poco...


    ESatto, ma nel primo pomeriggio passavano hard belli tosti. Ed era tutto un giro di telefonate tra amichetti... Ah ah ah ah


    di veramente hard il pomeriggio ci capitò durante il merendero una mastectomia a cieloschermo aperto e a tutto dettaglio. cose impensabili alle 17 del 2018.

    tornando al film, ho per le mani la vs uncut ma approfondendone i contenuti skippando di commento in commento non si direbbero certo 90' ottimamente investiti...
  • Discussione Ruber • 23/02/18 17:07
    Contratto a progetto - 9177 interventi
    Mco ebbe a dire:
    ESatto, ma nel primo pomeriggio passavano hard belli tosti. Ed era tutto un giro di telefonate tra amichetti... Ah ah ah ah

    Ahahaah immagino il tipo di telefonate! io in quegli anni passavo non so perchè (!!) alcuni momenti dellea giornata dietro le vetrine dell edicola dietro casa mia che era super fornita di ogni ben di Dio ;)

    Tornando al film in questione direi che rappresenta uno di quelkle film morbosi, ma direi che rispetto a film come la "La signora della notte" con la Grandi e un hard molto ma molkto soft, nel film con la Grandi e praticamente quasi un hard bello e fatto.
  • Discussione Carlitos • 20/08/19 10:54
    Galoppino - 73 interventi
    Pare che il padre della Rizzoli andò a vedere il film al cinema. Trovandosi poi un porno fece una ramanzina alla figlia. La figlia assieme a Lovelock e il regista Gariazzo, si lamentò con la produzione. Alla prima lettura di questa storia davo ragione alla Rizzoli, poi però mi sono accorto che scene di nudo abbastanza erotiche la Rizzoli in questo film le ha fatte e non controfigurate. Un paradosso, insomma.
  • Homevideo Buiomega71 • 15/04/20 11:53
    Pianificazione e progetti - 24614 interventi
    Dovrebbe essere disponibile il blu ray tedesco della Cinestrange Extreme, provvisto di audio italiano

    http://www.sinart.asso.fr/play-motel-42394
  • Musiche Carlitos • 14/01/22 14:20
    Galoppino - 73 interventi
    Colonna sonora notevole di Ubaldo Continiello (1941-2014), oggi irrecuperabile a causa del trafugamento dei master, dei quali non si ha più traccia da ormai diversi anni.
    Ultima modifica: 14/01/22 14:21 da Carlitos