[TV] Colombo: Prescrizione assassinio

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Prescription: murder
Anno: 1967
Genere: giallo (colore)
Note: E non "Prescrizione: omicidio" o "Prescrizione: assassino". E' il filmtv (tratto da uno spettacolo teatrale, "Enough rope") dal quale nascerà poi la serie tv "Colombo".
Numero commenti presenti: 27
Papiro: elettronico
Colombo SPECIALE COLOMBO

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

In questo primo film, che rispetto al successivo RISCATTO PER UN UOMO MORTO non è ancora un pilot ma un film-tv vero e proprio originato dal successo della rappresentazione teatrale, troviamo un Peter Falk giovanissimo, con i capelli ancora non troppo scompigliati e l’inseparabile impermeabile meno liso del previsto. Ma le caratteristiche del personaggio ci sono già tutte: dai sigari alla moglie, dall’atteggiamento insinuante ai “particolari che non tornano”. Ed infatti PRESCRIPTION MURDER, al di là dell’importanza capitale che riveste all’interno della storia della televisione, è subito un gran bell’episodio (anche se a voler essere precisi...Leggi tutto si tratta di un vero e proprio film-tv), recitato magnificamente e sceneggiato con una precisione degna dell’Hitchcock di DELITTO PERFETTO. I duetti tra Falk e Gene Barry (lo psichiatra Ray Fleming, che ha ucciso la moglie con la complicità della giovane amante) sono gustosissimi, un esempio perfetto di come a volte la televisione possa arrivare a raggiungere il cinema e, volendo, a superarlo. L’indagine è condotta con meticolosità e non mancano i colpi di scena. Solo il finale, forse, rischia di lasciare l’amaro in bocca per come si arriva alla prova schiacciante. Ma sono sottigliezze, se confrontate all’originalità della proposta e all’intelligenza dimostrata dai due creatori della serie, che in questo caso avevano già avuto modo di sperimentare il soggetto sui palchi teatrali. La regia di Richard Irving è essenziale e nel contempo efficace, completando un quadro in definitiva entusiasmante. Da notare come Colombo sia in alcune occasioni meno accondiscendente di quanto sarà in seguito, braccando le sue “vittime” con implacabile tenacia senza disdegnare d’alzare sorprendentemente il tono di voce, Ultima nota di merito, enorme, per il doppiaggio italiano: in Giampiero Albertini il nostro paese trova un doppiatore eccezionale, capace di regalare al personaggio sfumature assenti persino nell’idioma originario: una voce meravigliosa, che si lega straordinariamente a Falk.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 14/05/07 17:45 - 4717 commenti

I gusti di Puppigallo

Supportato da un assassino coi fiocchi (psichiatra, freddo, calcolatore e senza scrupoli), da uno svolgimento quasi impeccabile (giusto un paio di rallentamenti) e da un’indagine ben articolata (come ben articolata è la costruzione dell’alibi dell’assassino), il giovane Colombo può esibirsi nel suo repertorio di deduzioni, domande insidiose (per l’assassino) e particolarità che lo renderanno famoso (la finta sbadataggine e il tiramolla). Segnalo: “Noi due ci stiamo sintonizzando”, l’assassino che descrive l’assassino, la colonna sonora.
MEMORABILE: Colombo allo psichiatra: "Se qualcuno mette me in posizione orizzontale, m'addormento".

Fever 23/09/07 16:38 - 7 commenti

I gusti di Fever

Episodio superlativo, forse il migliore per introdurre chiunque alla serie del tenente più famoso della televisione. La caratterizzazione di Colombo non è ancora completa in questo primo film, ma già si intravedono gli aspetti che renderanno Peter Falk una leggenda. L'assassino è tra quelli indimenticabili per i fan della serie: il suo sangue freddo, unito alla eleganza dei gesti e dei dialoghi, rende Gene Barry un antagonista all'altezza dei migliori Jack Cassidy o Robert Culp.
MEMORABILE: Il dialogo tra il tenente e lo psichiatra nello studio di quest'ultimo. Una guerra psicologica d'altri tempi fra due uomini di grande acume.

Mfisk 10/02/08 21:05 - 127 commenti

I gusti di Mfisk

Prescription: Murder è il primo Colombo e quindi per sé un mito che rende impossibile un'analisi obiettiva. Oggi, avendo goduto tutti gli episodi, possiamo affermare che sia troppo teatrale; troppo statico; troppo "sceneggiato" (nel senso RAI, tipo "Gamma"). Contestualizzato e storicizzato, rimane un piccolo capolavoro magistralmente interpretato sia da Falk che da Berry. La regia di Irving (praticamente una camera fissa) è talvolta soporifera (si rifarà con [P.1]), ma la forza del soggetto ha la meglio. Comunque 5 palle, quale precursore.

Ciavazzaro 6/03/08 17:23 - 4770 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Un ottimo inizio per la serie di Colombo, con un episodio che può vantare nel cast: come assassino la star Gene Barry e come vittima l'altra grande star Nina Foch. Jazz e ben riuscito il tema musicale di Dave Grusin, molto gustosi i duetti psicologici tra Colombo e l'assassino pschiatra nello studio. Da notare anche la costruzione del delitto e la sequenza dei titoli di testa, che fa il verso al test psicologico di Rosarch.

Markus 29/04/09 12:50 - 3450 commenti

I gusti di Markus

Prima missione del Tenente Colombo, che tre anni dopo darà inizio alla bella saga. Qui si respira un'aria molto anni Sessanta che, per ovvie ragioni, non vedremo più. Un giovane Falk sa stillare indicazioni e stilemi di quello che poi ci mostrerà in tutte le sfaccettature durante gli anni Settanta. L'episodio è ben congegnato, con una buona dose di tensione e particolari stuzzicanti. Falk, per come lo conosceremo successivamente, appare troppo pulito ed ordinato!

Ale nkf 4/05/09 20:17 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Eccellente film-tv che segnerà l'inizio di una serie conosciutissima in Italia e nel mondo. Puntata unica per tutti i versi sia per il modo con cui Gene Barry organizza l'omicidio che per quello con cui Colombo riesce ad arrivare alla confessione finale. Le puntate successive non saranno mai, nemmeno in minima parte, simili a questa. Falk è giovanissimo ma, come si suol dire, "nella parte". Puntata da vedere e rivedere!

Jorge 14/12/09 11:00 - 164 commenti

I gusti di Jorge

La regia è certo teatrale e manierata, vista a posteriori, ma è riuscitissima. Bravissimi gli attori, Gene Barry è stato sottovalutato.. Peter Falk grandioso agli esordi, un po' meno gigionesco di come saremmo poi abituati a vederlo... C'è molto teatro, tanto Hitchcock e la trama è tra le più riuscite, specie nella prima parte. Episodio gustosissimo, perfetto apripista di una riuscitissima serie.
MEMORABILE: Il travestimento dell'amante e la sceneggiata sull'aereo... impagabili; povera moglie!

Qed 14/02/10 22:10 - 54 commenti

I gusti di Qed

Non voglio dire inarrivabile (perché non è un vero e proprio episodio), ma sono tentato. Non si riscontrano difetti che superino l'insignificanza, non ci sono fasi di stallo; il delitto in sé è davvero perfetto, il vulnus ne è semmai al di fuori (difatti Colombo per concretizzare deve impegnarsi come poche altre volte). La scena in ospedale ed il dialogo nello studio sono da annali; le parentesi comiche non mancano e non spezzano il ritmo. Prove attorali eccellenti, colpi di scena... Un inizio degno di una serie come questa. Capolavoro.
MEMORABILE: A Colombo: «Lei è un piccolo gatto astuto che vuole giocare con un topo più grosso di lui».

124c 15/02/10 18:13 - 2818 commenti

I gusti di 124c

Tenente Colombo, Capitolo primo. "Prescrizione assassino" è un filmtv destinato a diventare apripista di una lunga serie di gialli televisivi. Già qui, in questo primo episodio girato verso la fine degli anni 60, s'intravedono i tic e le manie del buon tenente: dalla moglie (sempre invisibile nei film), alle famose ultime domande all'indiziato di turno. Gene Berry, che impersona il colpevole dell storia, è un ottimo antagonista.

Daniela 17/02/10 10:02 - 10924 commenti

I gusti di Daniela

Il primo Colombo non si scorda mai... esordio dell'amatissimo tenente, per l'occasione un poco meno sgualcito di come si presenterà nelle successive occasioni. Ma il format di quasi tutte le indagini c'è già tutto: un omicidio mostrato nel suo svolgersi, un assassino intelligente, presuntuoso, di elevata classe sociale ed ottime conoscenze che commette l'errore fatale di sottovalutare Colombo, dimesso nell'aspetto ed apparentemente svagato, in realtà più astuto di lui ed implacabile come un tafano. Grande esordio, con pochi cedimenti.

Gene Barry HA RECITATO ANCHE IN...

Otis 8/05/10 16:02 - 40 commenti

I gusti di Otis

Fantastico esordio dell'amatissimo Tenente. Bellissima la costruzione dell'omicidio perfetto. L'assassino è freddo, calcolatore e senza nessuna parvenza di umanità. I duetti con il Tenente sono sempre di buon livello, il rapporto arriva quasi a livello di complicità tra i due, con il sottinteso presente alla fine della colpevolezza dello psichiatra. Se si vuole fare un appunto, può lasciare un po' delusi la modalità con cui si arriva alla prova decisiva.

Sedelfs 31/10/11 15:00 - 7 commenti

I gusti di Sedelfs

Grande Colombo che sembra uno scolaretto al suo primo incarico! Ancora non definita del tutto la personalità del nostro caro Tenente che però si dimostra già abile nel marcare stretto Ray Flaming. Finale un po' all'acqua di rose. Ottimo episodio, uno dei migliori.

Peter85 12/12/11 21:26 - 1 commenti

I gusti di Peter85

Prima apparizione del grande tenente Colombo: la storia è perfetta, gli attori ottimi nel ruolo e anche il doppiaggio lo è. Unico episodio preceduto da una stupenda colonna sonora/immagini. Il protagonista è uno psichiatra convinto di aver compiuto un delitto perfetto, pensa a tutti i minimi particolari, facendosi aiutare dall'amante giovane e infatuata.. Tuttavia, una volta che sbuca Colombo, ci fa subito notare piccoli errori che nel corso della puntata porteranno ad incastrare l'assassinio.
MEMORABILE: Il fazzoletto dimenticato in un primo momento sul telefono e poi preso; La prima apparizione di Colombo!

Didda23 11/03/13 20:37 - 2327 commenti

I gusti di Didda23

Falk tutto agghindato è affascinante e la sua prima entrata è celestiale (cozza con quanto mostrerà in futuro). Prima parte al cardiopalma con una costruzione del delitto e dell'alibi di prim'ordine per merito della psicologia metodica e chirurgica del personaggio interpretato magistralmente da Barry. Duetti con Colombo da manuale, con il nostro che con la sua finta tontaggine prende un certo vantaggio in quanto sottovalutato. Peccato per un finale non eccelso che vanifica leggerissimamente ciò che di grandioso si era costruito prima.

Furetto60 8/04/13 09:16 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Episodio tra i più avvincenti, merito di uno psichiatra di cui, da subito, si loda la grande intelligenza. In effetti il piano è talmente valido che Colombo, pur intestardendosi, non ne viene a capo ed alza perfino la voce, perdendo la consueta calma. L’anello debole dell’intrigo è la bellissima complice, che poi tanto debole non è, e il trappolone finale appare poco verosimile e forzato, soprattutto visto che proprio il tenente aveva evidenziato la differenza tra romanzi e vita reale. Peccato per questo scivolone finale.
MEMORABILE: La complice che esce dalla piscina mostrando un costume a pallini tipico dell'epoca decisamente ben riempito.

Panza 7/06/13 18:22 - 1585 commenti

I gusti di Panza

La prima apparizione del tenente Colombo è questo film-tv interessante dal punto di vista della sceneggiatura. Il delitto al centro della storia viene ben narrato e l'assassino colpisce per la sua freddezza rendendolo un villain memorabile. Falk però riesce a scovare le crepe in questo delitto perfetto in maniera persino semplicistica. Il suo personaggio deve delinearsi, ma già nei discorsi del Nostro sentiamo le allusioni alla propria famiglia. Regia statica compensata dalla tensione, che ci accompagna nella visione di questo notevole giallo.
MEMORABILE: Il tenente che torchia l'amante dello psichiatra; I titoli di testa; L'assasinio con la mano della moglie che batte i tasti del pianoforte; Il finale.

Il Dandi 27/01/14 04:37 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Esordio del Tenente (non ancora pensato come serie), dove il personaggio non appare ancora pienamente caratterizzato: troppe le cose che "non sono Colombo", ma paradossalmente sono proprio quelle che si apprezzano di più: in seguito saremo abituati a vederlo rincorrere i sospettati con sussiego, a circuirli mimando imbarazzo e finte scuse; qui invece si permette di voltare le spalle senza rispondere, o di lanciare accuse a viso aperto e a voce alta. Peccato per una confezione assai statica che denuncia l'origine teatrale del copione.
MEMORABILE: "Quando esce spenga la luce": Colombo esce, consapevole dell'inutilità di un'eventuale perquisizione, poi torna indietro e spegne la luce.

Gordon 22/02/15 14:09 - 224 commenti

I gusti di Gordon

Ottimo film tv che si distingue per un piano criminoso molto ben studiato. Le uniche due pecche (costano un pallino) sono Colombo che si attacca all'assassino per un'inezia e un finale poco chiaro. L'assassino darà anche vita a deliziosi duetti con un Colombo ancora poco delineato come personaggio. Tema musicale jazz (prima e unica volta).
MEMORABILE: Colombo che inizia a sospettare dell'assassino quando la moglie pronuncia il suo nome in punto di morte.

Ultimo 3/03/15 19:09 - 1497 commenti

I gusti di Ultimo

Il film tv che precede la serie vede la presenza di un Peter Falk giovane e senza quella folta chioma che siamo abituati a vedere, ma già maturo come poliziotto: entra in scena dopo circa 30 minuti e inizia a fare domande, deduce, parla della moglie, si impiccia della vita dell'assassino psichiatra Gene Barry e non lo molla un attimo (i dialoghi tra i due sono da cineteca). Insomma, un esordio coi fiocchi, che stenta leggermente nel finale ma si mantiene su livelli altissimi.

Digital 10/03/15 10:39 - 1153 commenti

I gusti di Digital

Primo episodio di una fortunata serie destinata a raccogliere numerosi consensi. La parte pre-Colombo è ottima, con una costruzione del delitto assolutamente geniale, sebbene non del tutto credibile (la donna che prende il posto della moglie dell’assassino poteva essere velocemente smascherata all'aeroporto). L’indagine poliziesca porta a ficcanti dialoghi tra uno sbarbato tenente e un Barry altamente spocchioso e sicuro di farla franca. Regia magistrale; ottima soundtrack. Mezzo pallino in meno a causa di un finale poco entusiasmante.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Lythops 6/05/15 15:28 - 980 commenti

I gusti di Lythops

Per questo film tv che precede il pilot non a caso viene scelto uno psichiatra, "firmando" in tal modo la caratteristica e la metodologia di una serie che entrerà nella storia. Imperdibile per la prima apparizione assoluta del tenente che rimarrà immutato per tenacia, metodo e stile in tutte le stagioni della serie. Narrativa datata eppure affascinante, notevole il contributo musicale, costantemente al servizio dell'immagine come nei film di quegli anni, col tema dei flauti poi ripreso da Zulawski in Possession. Ottimi attori.

Ira72 14/04/17 19:30 - 1118 commenti

I gusti di Ira72

Varrebbe la pena solo per gli arredi della ricca upper class: un tripudio di suppellettili, tessuti, mobili talmente attuali da lasciare stupefatti. Ma c'è molto di più. C'è lo psichiatra senza scrupoli furbo, furbissimo, che non sbaglia un colpo e gigioneggia col goffo (ti piacerebbe!) tenente, intento a pescare nelle tasche dell'impermeabile come Mary Poppins nella sua borsa. E poi c'è il tallone di Achille: una giovane, procace e svampita attricetta, paziente oltre che amante, perdutamente innamorata. E Colombo lo sa...

Magi94 1/01/18 21:37 - 777 commenti

I gusti di Magi94

Il primo Colombo in assoluto è un film-tv dove vengono messi in gioco quasi tutti gli elementi che han fatto la fortuna del geniale telefilm: il sigaro, l'aspetto trascurato, la modestia che va pari passo con l'ostinazione subdola. Il ritmo è più lento del dovuto, anche perché Peter Falk ancora non impersona al 100% il personaggio da noi tutti conosciuto e risulta più serio e trattenuto, ma i punti notevoli non mancano: uno fra tutti il finale, in puro stile "colpo di genio del tenente Colombo".

Kozincev 1/04/19 09:00 - 54 commenti

I gusti di Kozincev

La prima apparizione di Colombo è memorabile, come la perfetta sceneggiatura e l'intelligenza cinica del protagonista, prototipo perfetto dell'assassino colombiano: ricco, smaliziato, sicuro della sua impunità. Caratteristico e inalterato nelle lunghe stagioni del telefilm l'ambiente in cui si muove (con amabile goffaggine) il giovane tenente: case lussuose, studi sfarzosi, donne ingioiellate. Magnifico il duello psicologico nello studio dello psichiatra. Inizio coi fiocchi.

Anthonyvm 21/08/20 14:49 - 3257 commenti

I gusti di Anthonyvm

Il primissimo caso di Colombo è una perfetta vetrina per le sue successive imprese: ingegnoso il piano omicida così come la trappola risolutiva. Il fatto che Barry interpreti uno psichiatra consente agli sceneggiatori di esporre per filo e per segno, durante uno dei tanti ottimi dialoghi, il modus operandi del tenente finto-tonto e furbo-come-una-volpe. Falk è più aggressivo di come apparirà in seguito (basti vedere come si rivolge alla complice Katherine Justice), ma già qui si dimostra simpatico e accorto come al solito. Dirige Irving, che firmerà anche l'episodio pilota.
MEMORABILE: Lo strangolamento alle spalle; Il litigio sull'aereo; Barry sorpreso in casa da Falk insieme all'amante-complice; Il cadavere ripescato dalla piscina.

Alex 64 14/09/21 13:29 - 36 commenti

I gusti di Alex 64

Primo episodio e capolavoro! Colombo alle prime armi differisce leggermente nell'approccio con i suoi sospettati. Barry in versione psichiatra sicuro di sé gioca col tenente non considerando il punto debole del suo piano pressoché perfetto. Il colloquio tra i due nello studio è quanto di meglio si potrà vedere sino ai giorni nostri. Gli ingredienti ci sono tutti: dal movente offerto dalla moglie all'amante complice e sottomessa dal carattere debole fino a Fleming che tenta di togliere l'indagine al tenente con le sue conoscenze autorevoli. Un episodio imperdibile.
MEMORABILE: Colombo a colloquio con lo psichiatra: "Ma come si scopre un soggetto simile?" Dr. Fleming: "Non si scopre!".

Nicola81 24/10/21 00:03 - 2246 commenti

I gusti di Nicola81

Il debutto di Colombo avviene in un film tv che teoricamente non sembrava preludere alla serializzazione. Il suo personaggio non è ancora caratterizzato al 100%, ma la formula è già quella tipica: abbiamo all'opera un assassino astuto e che occupa una posizione socialmente elevata, il quale commette però l'errore di sottovalutare il tenente e finirà puntualmente incastrato. Qui l'impostazione è abbastanza teatrale, e infatti qualche lentezza affiora, ma la sceneggiatura è ben calibrata e riserva un paio di belle sorprese (finale compreso). Ottimi Barry antagonista e la Foch vittima.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Panza • 3/06/13 17:26
    Contratto a progetto - 5025 interventi
    Nella versione passata il 2 giugno su Top Crime il logo della Universal era presente prima e dopo i titoli di coda. La scena inizale della festa è stata fortuitamente mantenuta.
  • Discussione Daniela • 26/07/13 19:12
    Gran Burattinaio - 5693 interventi
    C'è una nuova stella sulla Walk of Fame di Hollywood, purtroppo assegnata postuma:

    http://www.kikapress.com/2013/07/26/article15095/peter-falk-nella-walk-of-fame-ora-ce-anche-la-sua-stella/

    Riconoscimento tardivo per un attore straordinario, che ha dato vita ad uno dei personaggi tv più amati di sempre, ma, come si dice in questi casi, meglio tardi che mai...
    Ultima modifica: 26/07/13 19:12 da Daniela
  • Discussione Zender • 27/07/13 09:16
    Consigliere - 45087 interventi
    Era ora! Un giusto riconoscimento!
  • Discussione Ale nkf • 23/11/14 22:58
    Risorse umane - 14031 interventi
    Zender, proprio adesso che ho mandato in pensione l'avatar di Colombo dopo anni di duro affiancamento, scopro che hai cambiato tutte le "locandine" delle varie puntate. C'è un motivo vero e proprio o no?
    Ultima modifica: 23/11/14 22:59 da Ale nkf
  • Discussione Cotola • 23/11/14 23:33
    Consigliere avanzato - 3689 interventi
    Un grandissimo attore, conosciuto soprattutto per Colombo (giustamente) ma che ha regalato al cinema
    anche tante prove di grande bravura e spessore.
  • Discussione Zender • 24/11/14 07:24
    Consigliere - 45087 interventi
    Ale nkf ebbe a dire:
    Zender, proprio adesso che ho mandato in pensione l'avatar di Colombo dopo anni di duro affiancamento, scopro che hai cambiato tutte le "locandine" delle varie puntate. C'è un motivo vero e proprio o no?
    Il motivo vero è che facevano schifo; queste sono in più alta definizione e da dvd. Il principio è rimasto quello: le facce degli assassini.
  • Discussione Ale nkf • 24/11/14 13:59
    Risorse umane - 14031 interventi
    Ahahah mi ricordo... Devo ammettere che adesso la qualità è nettamente superiore. Rifare 69 locandine non è proprio una cosa veloce veloce :)
  • Discussione Zender • 24/11/14 14:12
    Consigliere - 45087 interventi
    E' stato fatto tempo fa, e non in una giornata di certo.
  • Curiosità Zender • 14/06/18 14:36
    Consigliere - 45087 interventi
    Fondamentale, per capire il legame indissolubile tra Hitchcock e la serie di Colombo, un episodio della serie L'ora di Alfred Hitchcock intitolato “Lettere a zio George” (Dear Uncle George, 1963). Se Delitto perfetto era il film più palesemente anticipatore della serie, l'episodio citato del 1963 diventa l'anello mancante che ci porta da Hitchcock fino a Colombo lasciando chiara traccia del passaggio. Non è un caso che sia stato scritto e ideato proprio dagli autori di Colombo, Levinson & Link, e che si leghi scopertamente a Prescrizione: assassinio, il film-tv che anticipò la serie.

    Il protagonista è lo stesso attore (Gene Barry) e uccide la moglie con una statuetta di bronzo che non può non richiamare immediatamente il candelabro con cui lo psichiatra fa fuori la bionda consorte qui (bionda consorte peraltro molto simile). Lo fa oltretutto in un appartamento che richiama molto da vicino (il finestrone con terrazzo e vista, il tavolo-bar) quello di Prescrizione: assassinio (immagine sopra) e che in entrambi i casi diventa set principale. Si notino peraltro le sedie (A) in terrazza: identiche!




    Ecco il bar in salotto dove anche in "Lettere a zio George" si servono i protagonisti:



    Si introduce tra l'altro un tenente bonario in impermeabile sgualcito che non esita a parlare di sua moglie negli stessi termini di Colombo (non è lui ma lei a conoscere il protagonista, che cura una rubrica di lettere presso una rivista):



    A contare i particolari in comune ci si perde (i bicchieri ad esempio). Senza contare che il principale indiziato del telefilm hitchcockiano è Dabney Coleman, che in Colombo avrà un ruolo importante in due episodi diversi:



    Poi però ci sono anche gli agganci a Hitchock (al di là che la serie sia a lui intitolata), dalla signora che spia come nella Finestra sul cortile all'omicidio con telefonata (e chiavi) del citato Delitto perfetto. In definitiva “Lettere a zio George” è esattamente ciò che lega idealmente Hitchcock alla serie di Colombo (in particolare questo Prescrizione: assassinio), con i due autori della stessa a sovrintendere il passaggio.

  • Discussione Zender • 22/08/20 07:35
    Consigliere - 45087 interventi
    Ricordo sempre (come scritto un po' ovunque nel sito) che questo non è il pilot della serie, è un film tv tratto dalla pièce. L'unico pilot della serie è "Riscatto per un uomo morto", girato tre anni dopo, quando si decise di provare a vedere se era il caso di lanciare anche una serie, sul tenente.