The birth of a nation - Il risveglio di un popolo

Media utenti
Titolo originale: The Birth of a Nation
Anno: 2016
Genere: biografico (colore)
Note: Il film narra la rivolta di schiavi avvenuta in Virginia nel 1831, guidata da Nat Turner.
Numero commenti presenti: 3

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/07/17 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 14/07/17 10:05 - 9370 commenti

I gusti di Daniela

Le ambizioni di Parker, attore esordiente alla regia, sono palesi: proporre un contromanifesto rispetto all'epopea di Griffith, raccontando la storia dalla parte degli oppressi. Pur rispettando nella sostanza i fatti, il suo film non riesce però ad indignare quanto avrebbe potuto/dovuto a causa di una messa in scena troppo tradizionalmente hollywoodiana che lo fa sembrare la versione cruenta di un film para-spielberghiano qualsiasi, al pari di 12 anni schiavo. Certo ben fatto, interpretato con convinzione ed interessante come spunto per approfondimenti ma meno coinvolgente del previsto.

Nando 21/10/17 00:33 - 3470 commenti

I gusti di Nando

Il predicatore e schiavo Turner e la sua utopistica rivolta contro l'oppressione bianca nella prima metà dell'Ottocento. Un personaggio poco conosciuto, che poco incise sulle condizioni di vita degli schiavi, che comunque è giusto ricordare; e il merito è di Parker, che realizza un buon film in cui, giustamente, evidenzia la becera arroganza dei padroni bianchi. Indubbiamente didascalico e decisamente ricco di luoghi comuni ma la visione appare, emotivamente parlando, interessante e degna di nota.

Bubobubo 16/08/18 15:20 - 1199 commenti

I gusti di Bubobubo

Un documento sicuramente interessante, per il modo e il periodo storico in cui è stato girato (come a voler sottolineare, finanche involontariamente, che certe cose proprio non cambiano mai...). Poteva però incidere ancora più a fondo di quanto non faccia, all'interno - magari - di un discorso politico più centrato, più compatto. Così, invece, il revenge della seconda parte sembra quasi un mash up tra Gangs of New York e Django unchained. Andrà meglio la prossima volta.
MEMORABILE: La controversa figura di Samuel Turner; Il tremendo Raymond Cobb, tra i villain più intensi visti di recente.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Daniela • 14/07/17 10:25
    Consigliere massimo - 5121 interventi
    Il film racconta la vita di Nat Turner, uno schiavo nero che, avendo imparato a leggere la Bibbia, teneva inizialmente prediche agli schiavi delle piantagioni per esortarli all'obbedienza. In seguito, si convinse che Dio fosse dalla parte dei neri contro i loro oppressori. Nel 1831 Turner guidò quindi una rivolta di schiavi che portò al massacro di qualche decina di bianchi, compresi alcuni ricchi possidenti della zona. La rivolta venne stroncata nel sangue con lintervento dell'esercito: Turner e suoi compagni superstiti vennero impiccati e molti altri neri, compresi bambini e donne, vennero linciati durante i mesi successivi.
    A seguito di questa vicenda, venne emanato un editto che vietava ai padroni di insegnare a leggere ai loro schiavi.

    Maggiori notizie qui (inglese).

    Alla figura di Turner è dedicato un bel romanzo dello scrittore americano William Styron: Le confessioni di Nat Turner, pubblicato nel 1967.
  • Discussione B. Legnani • 19/02/20 20:02
    Consigliere - 13795 interventi
    E' mancata Esther Scott.