Lo trovi su

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Una briosa commedia americana che, almeno nella prima parte (quando la spinta umoristica non è ancora soffocata dall’inevitabile riassestamento buonista) trova dialoghi brillanti e una serie di battute davvero felici. A cominciare dall'equivoco sul quale si apre il film, quando Ralph Macchio e il suo amico, resisi protagonisti di un innocente furto di una scatoletta di tonno, finiscono in centrale accusati di omicidio (credendo di essere maltrattati per colpa del furtarello). Ma è chiaro che il film ha un'impennata all'entrata in scena di Joe Pesci, che i distributori italiani hanno pensato sciaguratamente di far doppiare a Leo Gullotta con accento siciliano in onore alle origini italiane del personaggio. Un handicap...Leggi tutto non da poco, per chi vede il film nella nostra lingua, e che svilisce con truce regionalismo l'impegno del simpatico attore, al suo primo ruolo da protagonista. Ben assistito dalla brava Marisa Tomei (ma l'Oscar è esagerato), Joe Pesci parodizza con acume (e grazie a una sceneggiatura particolarmente ben calibrata) la figura dell'avvocato di successo che tante volte abbiamo visto nei giudiziari americani e ne fornisce una versione molto “camp”, incapace ma convinto dei propri mezzi. Ralph Macchio e il suo amico a questo punto lasciano a lui tutta la scena facendolo interagire col giudice, l'avvocato dell'accusa, la fidanzata e i piccoli drammi legati all'impossibilità di dormire in pace. Nel secondo tempo la necessità di aggrapparsi al cinema per famiglie rovina non poco lo spirito iconoclasta del film, pur tuttavia si riesce a godere della storia fino alla sua scontata conclusione. Una commedia superiore alla media.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 3/03/07 09:24 - 4964 commenti

I gusti di Puppigallo

La star indiscussa del film è Joe Pesci (doppiato egregiamente), a suo agio nella parte dell’ “avvocato” italo-americano dalle maniere discutibili e dal linguaggio “particolare”. Brava anche la sua fidanzata, esperta di auto e motori, che gli tiene testa e spesso lo mette sotto. Divertente come smonta i testimoni (la pastella, le lenti da cambiare, il fogliame). Ma anche la deposizione della sua donna è notevole. Da piegarsi come si presenta vestito in tribunale. Il giudice lo odia. Godibile.

TomasMilia 24/04/07 13:16 - 157 commenti

I gusti di TomasMilia

Un film strepitoso. Una delle migliori commedie degli anni ’90. Joe Pesci, in una delle poche volte da protagonista assoluto, è fenomenale e il doppiaggio di Gullotta è perfetto per questo avvocaticchio penalista che fino a quel momento si è occupato di “offese personali”. Azzeccati i personaggi di contorno, dal giudice al difensore d’ufficio. Un legal-movie molto intelligente e divertentissimo nei duetti tra il giudice e Pesci e nella scena del contro-interrogatorio dei teste.

Sibenik 21/08/07 19:36 - 90 commenti

I gusti di Sibenik

Grande! Due sfigati, che rischiano la pelle a causa di un equivoco, affidano la propria difesa al cugino avvocato di uno dei due, il leggendario "Cugino Vincenzo" interpretato magistralmente da Joe Pesci. Il suddetto - tra abbigliamenti allucinanti ed un rispetto della Corte che rasenta il vergognoso - riuscirà comunque a farsi valere anche grazie al supporto della fidanzata, interpretata da un'altra italo-yankee doc quale è Marisa Tomei. Film basato pressochè sul nulla che, grazie alle gag dell'ottimo Pesci, risulta alla fin dei conti piacevole.
MEMORABILE: Marisa Tomei che illustra le caratteristiche del battistrada di alcune tra le vetture più leggendarie della storia motoristica americana.

Redeyes 29/01/08 16:09 - 2324 commenti

I gusti di Redeyes

Carinissima incursione nel legal-movie per Joe Pesci & Co. Il film è decisamente piacevole e scorre molto bene. Il cast è azzeccato: ottimo Pesci, brava la Tomei. La sceneggiatura non forza la mano e si limita a piacevoli situazioni senza la ricerca del colpo ad effetto. Ecco come si può fare un'ottima commedia giocando con un'idea scontata e già vista.

Galbo 2/02/08 10:51 - 11968 commenti

I gusti di Galbo

Buona commedia diretta da Jonathan Lynn che trova una delle sue principali ragioni di essere nella travolgente interpretazione di Joe Pesci particolarmente a suo agio nella parte dell'avvocato praticone a al quale si contrappone efficacemente la brava Marisa Tomei. Per il resto il film procede sui ritmi della commedia garbata, con momenti divertenti e sceneggiatura discreta. Meritevole di una visione.

Capannelle 4/03/08 08:59 - 4126 commenti

I gusti di Capannelle

Joe Pesci versione commedia nei panni di un avvocato alla sua prima causa dopo sei anni per salvare il cugino e l'amico da una strana accusa di omicidio. Pesci e l'assistente (la brava Tomei) arrivano da NY vestiti come autentici tamarri: lui dovrà prima conquistare la fiducia dei due accusati (grande il loro incontro) e poi quella del giudice, severo ma dall'istinto paterno. Contesto leggero e dialoghi frizzanti. Non sembrerebbe ma non ci sono cadute di stile.

Pigro 19/09/08 19:46 - 9031 commenti

I gusti di Pigro

Avvocato italoamericano non più giovane ma alle prime armi difende due ragazzi accusati di omicidio. Curioso, fresco, divertente, questo film poggia sulla simpatia frizzante di Joe Pesci e sul ritmo strampalato imposto dal regista Jonathan Lynn che forza con arguzia la stereotipia di genere (in questo caso i classici film giudiziari). Il doppiaggio di Leo Gullotta, un po’ forzato, accresce il piano surreale della vicenda funzionando alla perfezione.

Deepred89 9/01/09 14:04 - 3544 commenti

I gusti di Deepred89

Piacevolissima commedia giudiziaria. La prima parte, con un umorismo basato essenzialmente su doppi sensi (non volgari) funziona, soprattutto per la presentazione dello stravagante personaggio principale, mentre nel secondo tempo, più godibile e più divertente, l'intreccio giudiziario si rivela molto ben strutturato e il divertimento nasce essenzialmente dai vari colpi di scena. Regia discreta e funzionale alla storia; ottimo Joe Pesci, bella e brava Marisa Tomei, simpatici i due ragazzi (tre cui il karate kid Ralph Macchio).

Brainiac 28/01/09 16:33 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Nell'ambito della commedia americana, un capolavoro. Joe Pesci costruisce un personaggio storico, totalmente inadeguato, impreciso, truffaldino (insomma, tutte le caratteristiche che un buon avvocato dovrebbe evitare). Brava anche Marisa Tomei, sul cui Oscar gira una divertente leggenda metropolitana (secondo cui ci fu un errore nell'assegnazione). Bello ritrovare anche il "dimenticato" Ralph Macchio. Alcune sequenze sono d'antologia: il processo, la rissa, l'incontro fra i due cugini. Cult!
MEMORABILE: "Vincenzo, ti sei laureato sette anni fa, che cazzo hai fatto tutto questo tempo?". "Diciamo che ho studiato per l'iscrizione all'albo". "Sette anni?"

Tarabas 30/01/09 12:21 - 1858 commenti

I gusti di Tarabas

Avvocaticchio improvvisato, tamarro improponibile, Joe Pesci-Vinnie prende possesso del film dopo la prima mezz'ora e non la molla più, imperversando sui clichè del legal-thriller e facendoli a pezzi con l'aiuto della fidanzata-meccanico Marisa Tomei. Divertente parodia del classico genere "processuale" hollywoodiano con un po' di folklore broccolino e Joe Pesci debordante e incontrollabile. Solidissimo cinema d'intrattenimento; quando passa in tv una sbirciata la si dà sempre volentieri.

Jonathan Lynn HA DIRETTO ANCHE...

Lovejoy 31/01/09 16:20 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Discreta commedia a sfondo giudiziario che ha il suo meglio sopratutto negli scontri verbali tra un Joe Pesci in forma strepitosa e il giudice interpretato da un grande Fred Gwynne. Il resto (regia, sceneggiatura e comprimari) lascia francamente il tempo che trova. L'Oscar alla Tomei mi pare alquanto esagerato, pur essendo brava.

Soga 20/04/09 18:07 - 125 commenti

I gusti di Soga

Simpatica commedia in cui il gigioneggiante Joe Pesci è chiamato a interpretare un bizzarro avvocato, tanto incapace quanto sicuro di sè, impegnato nella difesa del giovane cugino e di un suo amico, accusati ingiustamente di omicidio. Uno scimmiottamento dei classici legal-movie che grazie a gag simpatiche ma soprattutto alla figura dominante di Pesci (accompagnato dalla brava Marisa Tomei nella vesta di fidanzata italotamarromeccanica) risulta un film molto gradevole, con alcune scene memorabili.
MEMORABILE: la deposizione finale della fidanzata di Vincenzo.

Daniela 22/04/09 14:32 - 11831 commenti

I gusti di Daniela

Commedia molto divertente, soprattutto quando ripercorre i topoi classici del legal thriller. Se avete qualche pregiudizio sugli avvocati, soprattutto cinematografici, non lasciatevi sfuggire questo cugino Vincenzo, dal look improbabile e dalla parlantina sciolta, interpretato con travolgente simpatia dal "bravo ragazzo" Joe Pesci, che dimostra di saper passare con facilità dal registo drammatico a quello comico. Contribuiscono alla riuscita Tomei e qualche buon caratterista (spassoso l'avvocato balbettante).
MEMORABILE: Vincenzo si presenta in carcere all'amico del cugino, che equivoca sulle sue intenzioni - la deposizione della fidanzata

Stubby 12/07/09 11:38 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Riuscitissima interpretazione di Joe Pesci che tiene sulle spalle tutto il peso del film in una commedia sufficientemente riuscita ma per quel che mi riguarda non molto di "richiamo". Ritroviamo il redivivo Ralph Macchio e la sempreverde (ancora adesso) Marisa Tomei. Una visione la vale.

Stefania 4/10/09 01:41 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

"Scommetto che qui i ristoranti cinesi fanno schifo", sentenzia Marisa Tomei appena giunta in Alabama col fidanzato Vincenzo. Si capisce subito che tra i due newyorkesi (per quanto italoamericani e un po' tamarri) e i provinciali della Bible belt saranno divertentissime scintille. Dal meccanismo dello spaesamento, unito al topos della "rivincita del perdente" (l'avvocaticchio tira fuori la grinta!) risulta una brillantissima commedia giudiziaria, con interpreti di travolgente simpatia e bravura.
MEMORABILE: Joe Pesci in tribunale che interagisce col giudice, assai impensierito dal suo aspetto e dai suoi modi...

Mdmaster 29/11/10 12:38 - 802 commenti

I gusti di Mdmaster

Legal comedy impreziosita da un bravo Pesci e dalla presenza della Tomei, premiata poi con uno degli oscar più discussi degli ultimi 20 anni. La vicenda è abbastanza stereotipata, ma nella prima parte si ride parecchio e per noi è curioso vedere un sistema legale così "partecipativo" decisamente opposto al nostro solo per "addetti". Il doppiaggio di Gullotta è forzato ma divertente, la Tomei è invece penalizzata e va apprezzata in originale col suo terrificante accento yankee. Gradevole, ideale per passare una serata con leggerezza.
MEMORABILE: I ripetuti alterchi di Gambini con il severissimo giudice; "La sedia elettrica per aver rubato una scatoletta di tonno?"

124c 30/11/10 17:25 - 2845 commenti

I gusti di 124c

Film comico-forense per un Joe Pesci (doppiato con accento siciliano da Leo Gullotta) che, una volta tanto, lascia i panni del piccolo mafioso duro. Ultimo film importante per l'attore Ralph Macchio (già allora perseguitato dai suoi tre Karate kid), ma la vera star è Pesci, imprevedibile avvocato "alla Fonzie". Da non trascurare, però, il valido contributo di Marisa Tomei (che vinse l'oscar per il ruolo di fidanzata di Vincenzo/Pesci) e del caratterista Fred Gwynne (ex-Frankenstein del serial tv I mostri, qui giudice serio ed astuto). Si ride.
MEMORABILE: L'avvocato balbuziente dell'amico di Ralph Macchio.

Cotola 10/03/11 23:53 - 8497 commenti

I gusti di Cotola

Commedia piacevole ma innocua, con una sceneggiatura non eccezionale ma sufficientemente divertente, che deve buona parte della sua riuscita alla prestazione di un Joe Pesci in grandissima forma, cui tiene però testa Marisa Tomei che per l’occasione venne premiata con l’oscar. Simpatica ma nulla più.

Piero68 18/04/12 10:27 - 2896 commenti

I gusti di Piero68

Riuscitissima commedia dei primi anni 90 che segnerà la fine della carriera cinematografica di Macchio (a dire il vero già scarsina) e la scoperta di Pesci quale mattatore di categoria davvero superiore. Sceneggiatura semplice ma di sicuro effetto, prende di mira alcuni luoghi comuni made in USA compresa la realtà di un Sud provinciale e conservatore. Dialoghi e battute ben congegnati che sfruttano bene gli equivoci. Oltre al già citato Pesci menzione d'onore anche per la Tomei, che qui addirittura si guadagna l'Oscar come miglior attrice non protagonista.

Rigoletto 9/12/16 14:12 - 1739 commenti

I gusti di Rigoletto

La commedia è di quelle leggere e Lynn giustamente fa di tutto per assecondare la natura del lavoro. Il risultato definitivo dice cha la spontaneità la fa da padrona e il cast, apparentemente solo funzionale, diventa valore aggiunto in ogni sequenza andando ben oltre la semplice presenza. A Pesci va il ruolo di mattatore (ottimamente doppiato da Gullotta), ma il duo Gwynne-Lane è assolutamente perfetto (Gwynne, giudice tutto d'un pezzo, alza moltissimo l'asticella finale). Sottovalutato, ma artisticamente molti registi (e attori) se lo sognano.
MEMORABILE: L'ottima prova della Tomei; "Sì, la signorina è la mia fidanzata!"; "Beh, allora questo spiega l'ostilità!"

Fred Gwynne HA RECITATO ANCHE IN...

Pessoa 11/12/16 02:45 - 2444 commenti

I gusti di Pessoa

Launer, autore della splendida sceneggiatura, produce questo film e chiama Lynn (laureato in legge a Cambridge) a dirigerlo e Pesci e Tomei (Oscar) a interpretarlo. Il risultato è una delle più belle commedie americane del decennio, dove si ride senza soluzione di continuità, specie nell'ampio spazio dedicato al processo. Tutto gira alla perfezione, come nella migliore tradizione di Hollywood e anche i caratteristi (fra i quali spicca Fred Gwynne nel suo ultimo ruolo) recitano più che egregiamente. Metterebbe di buonumore chiunque. Prezioso.
MEMORABILE: I battibecchi fra Pesci e Gwynne sull'etica processuale.

Lythops 11/07/17 20:27 - 987 commenti

I gusti di Lythops

Gradevole commedia che trova il suo maggior punto di forza nell'interpretazione di Joe Pesci, perfettamente a suo agio nei panni dell'italoamericano, sia esso gangster o, come nel nostro caso, avvocato. Da un soggetto basato su pochi elementi Jonathan Lynn costruisce un film che, nonostante il ritmo sinusoidale, si lascia guardare tutto sommato bene vista la comicità spesso genuina prevalente su quella forzata. Prodotto destinato a lasciare un ricordo piacevole.

Giacomovie 8/06/18 19:30 - 1381 commenti

I gusti di Giacomovie

Due amici vengono ingiustamente accusati di omicidio e si affidano al novizio e insicuro avvocato Vincenzo. Il soggetto si basa su un'idea funzionale e vincente che gli interpreti sorreggono con bravura. Mantiene costante un'aria di simpatia che diventa divertimento in diversi momenti. Gli amanti dei legal-movies non potranno che apprezzare l'inserimento della comicità in ambito processuale. Molto bravo Joe Pesci e Oscar meritato per Marisa Tomei.

Rambo90 23/08/19 00:15 - 7229 commenti

I gusti di Rambo90

Un Joe Pesci scatenato traghetta una commedia insolita, che converte il legal drama in una scoppiettante sequela di battute, senza rinunciare però alla classica tensione che si respira nelle scene in aula. L'ambientazione è riuscita, i personaggi secondari ben descritti (con menzione d'onore per la Tomei ma anche per il giudice severo di Gwynne) e il ritmo sempre tenuto alto da una buona regia. Notevole.

Enzus79 15/01/22 22:27 - 2437 commenti

I gusti di Enzus79

Cult della commedia americana anni Novanta. Avvocato senza esperienza difende in un processo due giovani accusati di omicidio. Esilarante ed effervescente, un film che diverte senza mai cadere nel banale o nel patetico, con un Joe Pesci più che convincente (apprezzabile di più in versione non doppiata però) e una Marisa Tomei (premiata con l'Oscar) davvero in parte.

Ultimo 5/06/22 10:05 - 1567 commenti

I gusti di Ultimo

Una buona commedia americana a sfondo processuale, riuscita grazie al talento di Joe Pesci, avvocato un po' strampalato che deve difendere il cugino (Ralph Macchio) dall'accusa di omicidio. La seconda parte è la più riuscita: si entra nel vivo del processo e Joe Pesci darà il suo meglio (i dialoghi con il giudice; con l'anziana testimone miope...), aiutato anche dalla buona prova della Tomei. Si arriva quasi alle due ore, ma salvo qualche momento di pausa nella parte centrale non ci si annoia praticamente mai. Un buon film senza dubbio.

Paulaster 30/06/22 09:38 - 3834 commenti

I gusti di Paulaster

Due ragazzi vengono accusati ingiustamente di omicidio. Commedia giudiziaria basata sul ruolo italoamericano di Pesci e con la Tomei più che discreta spalla. L’antefatto risulta piuttosto debole, come i primi momenti in tribunale e l’avvocato balbuziente. Nella seconda parte diviene un altro film, proponendo una struttura narrativa coinvolgente, senso del ritmo e crescendo emozionale. La coppia imputata sparisce progressivamente, ma non è una colpa.
MEMORABILE: L’arresto per vilipendio alla corte; Il vestito di seconda mano in tribunale; Le competenze automobilistiche della Tomei.

Smoker85 5/10/22 09:51 - 468 commenti

I gusti di Smoker85

Simpatica commedia che regala a Joe Pesci un ruolo puramente comico, dopo la partecipazione a Mamma ho perso l'aereo, stavolta da protagonista assoluto. Forse il più grave difetto del film è proprio l'aver lasciato troppo solo il protagonista, al netto della simpatia dei caratteristi e della bravura di Marisa Tomei. Diversi momenti buoni, ma di tanto in tanto si ha l'impressione che ci sia qualche forzatura nel voler far ridere a tutti i costi. Buon doppiaggio di Leo Gullotta, però anch'esso talvolta poco naturale, quasi a distaccarsi dalla faccia di Pesci.
MEMORABILE: I vari tentativi del giudice di sconfessare il presunto curriculum da penalista di Vincenzo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Raremirko • 13/08/18 21:48
    Addetto riparazione hardware - 3831 interventi
    Il film l'ho trovato di discreto intrattenimento, merito più che altro del sempre bravo Pesci ma, a mio modestissimo parere, l'Oscar alla Tomei (che mi è sempre piaciuta, comunque, da tutti i punti di vista) è a dir poco esagerato.
  • Discussione Daniela • 13/08/18 23:32
    Gran Burattinaio - 5846 interventi
    Raremirko ebbe a dire:
    Il film l'ho trovato di discreto intrattenimento, merito più che altro del sempre bravo Pesci ma, a mio modestissimo parere, l'Oscar alla Tomei (che mi è sempre piaciuta, comunque, da tutti i punti di vista) è a dir poco esagerato.

    Probabilmente hai ragione: la prestazione di Tomei è simpatica ma quell'anno era in lizza nella stessa categoria Judy Davis per Mariti e Mogli.
  • Discussione Raremirko • 13/08/18 23:55
    Addetto riparazione hardware - 3831 interventi
    Daniela ebbe a dire:
    Raremirko ebbe a dire:
    Il film l'ho trovato di discreto intrattenimento, merito più che altro del sempre bravo Pesci ma, a mio modestissimo parere, l'Oscar alla Tomei (che mi è sempre piaciuta, comunque, da tutti i punti di vista) è a dir poco esagerato.

    Probabilmente hai ragione: la prestazione di Tomei è simpatica ma quell'anno era in lizza nella stessa categoria Judy Davis per Mariti e Mogli.



    Ehhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh
  • Discussione Daniela • 14/08/18 06:35
    Gran Burattinaio - 5846 interventi
    Raremirko ebbe a dire:

    Ehhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh


    Tastiera guasta?
  • Discussione Galbo • 14/08/18 07:55
    Consigliere massimo - 3939 interventi
    Sarà anche un Oscar immeritato ma si tratta di una donna affascinante come poche....
  • Discussione Daniela • 14/08/18 14:27
    Gran Burattinaio - 5846 interventi
    Galbo ebbe a dire:
    Sarà anche un Oscar immeritato ma si tratta di una donna affascinante come poche....

    Su questo non ci piove :o)