Signori, il delitto è servito

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Clue
Anno: 1985
Genere: giallo
Note: Aka "Signori il delitto è servito". Scritto da John Landis e Jonathan Lynn ispirandosi al gioco da tavolo Cluedo.
Numero commenti presenti: 22
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Avete presente Cluedo, il celebre gioco da tavolo nel quale attraverso una serie di indagini bisogna arrivare a scoprire assassino, arma e luogo del delitto? Ebbene, SIGNORI, IL DELITTO E’ SERVITO (in originale CLUE, cioè il nome del gioco, senza tanti giri di parole) è la rappresentazione filmica di una possibile partita: i sei personaggi/pedine sono gli stessi (anche se per coerenza i nostri doppiatori avrebbero dovuto tradurre i cognomi Peacock, White e Green) con l'aggiunta di un maggiordomo tuttofare che funge da guida (Tim Curry), così come le stesse sono le sei armi del delitto e le nove stanze che compongono la villa (con tanto di passaggi segreti). L'idea insomma è chiara e in parte l'avevamo vista nel precedente INVITO A CENA CON DELITTO... Leggi tutto far convivere giallo e commedia (l'umorismo particolare, ricercato e non banale, è da ascrivere al soggettista e produttore John Landis) lasciando alla seconda il compito di fare la parte del leone. Sì, perché a seguire il complessissimo intreccio si finisce inizialmente per perdere la testa, tra decine e decine di pretestuosi colpi di scena. Meglio divertirsi seguendo l’iperattivismo logorroico di Tim Curry (un vero istrione), le situazioni al limite del paradosso, i dialoghi spigliati e le trovate bizzarre. Anche perché, tolte quelle, ci troveremmo in pieno film-gioco, curioso da principio ma sfibrante dopo i primi dieci minuti; un difetto che non si risolve e anzi viene amplificato dai tre diversi finali (ennesimo riferimento al gioco omonimo). Resto un'operazione insolita, bizzarra ma a ben vedere stucchevole.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 16/10/07 16:23 - 2632 commenti

I gusti di Caesars

All'epoca l'idea di trasporre su pellicola un gioco di società molto diffuso (il "Cluedo") era sicuramente originale, vent'anni dopo purtroppo non si contano più i giochi (videogames) che sono stati trasformati in film. Quindi a modo suo si può considerare questo lavoro il progenitore dei vari Resident evil e consimili. Detto ciò, l'idea era sicuramente migliore della realizzazione, in quanto il gioco si fa presto ripetitivo e la noia farebbe capolino se non ci fosse la bravura degli attori (Tim Curry su tutti) a tenere a galla la baracca.

B. Legnani 11/11/07 00:41 - 4658 commenti

I gusti di B. Legnani

Abbastanza deludente, con un'abbondanza di sorprese che si fa troppo presto vero e proprio eccesso. Ricorda molto (anche troppo!) Invito a cena con delitto, con l'aggravante di essere privo dei momenti di classe che quello aveva. Anche qui, per dirla in breve, il troppo stroppia, viene a noia, e nasconde le cose migliori.

Cotola 12/12/07 01:02 - 7327 commenti

I gusti di Cotola

Divertente e gustoso giallo-rosa ispirato a uno dei giochi da tavolo più famosi di sempre. La sceneggiatura non è perfetta e le battute non vanno sempre a segno, tuttavia il film è molto gradevole e si lascia guardare fino ai possibili finali. Non un capolavoro ovviamente ma chi ha amato il gioco non rimarrà troppo deluso. Gli altri forse potrebbero non amarlo molto.

Mascherato 4/09/08 16:29 - 583 commenti

I gusti di Mascherato

Un film che monta lentamente, dopo un incipit in cui si sorride con moderazione (Lloyd che sorseggia rumorosamente la zuppa) e si partecipa (soprattutto se si è a conoscenza di Cluedo), ma che, poi, sfocia in una sarabanda finale esilarante (la ragazza del telegramma che muore prima di potersi annunciare, Tim Curry che apre la doccia al buio, credendo sia il pomello di una porta), che dà dei punti ad analoghi divertissement quali Invito a cena con delitto.

Lovejoy 23/10/08 14:54 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Sorta di Invito a Cena Con Delitto miscelato con il famoso gioco da tavola Cluedo. All'inizio diverte, ma poi subentra la ripetitività e finisce per stancare. Buona la regia di Lynn, comunque, e cast azzeccato. Ottimi in particolare i sempre grandi Curry e Lloyd.

Galbo 29/10/08 05:40 - 11269 commenti

I gusti di Galbo

Curiosamente ispirato ad un gioco di società (il Cluedo), è una curiosa commedia giallo-rosa il cui andamento presenta un crescendo: dai toni pacati iniziali fino ad un finale farsesco. Il film è una bonaria presa in giro delle atmosfere dei gialli di Agatha Christie. Sceneggiatura piuttosto riuscita (tratta da un soggetto di John Landis) con indovinati colpi di scena e regia che riesce quasi sempre a mantenere un ritmo elevato.

Vanadio 1/05/10 22:34 - 105 commenti

I gusti di Vanadio

Carino (sebbene economicamente fu un fiasco). Il gioco da tavola Cluedo trasposto al cinema, con risultati decorosi. Peccato per i centoquarantasei falsi finali, che fanno urlare allo spettatore "Ma insomma, chi è il colpevole?". Tra gli attori il maggiordomo (che una volta tanto non è il colpevole) Tim Curry, antipatico concierge in Mamma ho riperso l'aereo.

Mdmaster 29/10/10 08:55 - 802 commenti

I gusti di Mdmaster

Un'idea che oggi troveremmo delirante (un film ispirato a un gioco da tavola?) e sarebbe probabilmente realizzata da Uwe Boll. Lynn ne tira fuori una commedia decisamente isterica ma molto garbata e discretamente divertente. Ciò in gran parte grazie a una sceneggiatura che regge e un cast davvero in forma, con uno dei pochi ruoli ben azzeccati da Tim Curry negli anni ottanta. Peccato per una prima parte un po' soporifera, che però rende il finale caciarone e incasinato ancora più divertente.

Tomastich 3/12/11 11:29 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Cluedo + Agatha Christie: un connubio sulla carta vincente. Il famoso gioco in scatola (un mio must dell'infanzia) riportato sul grande schermo! Tim Curry e la sua banda di "cialtroni" (tra cui Christopher Lloyd e Michael McKean, per citare i più noti) si danno da fare per confondere lo spettatore e con i tre finali ci si può sbizzarrire.
MEMORABILE: La consegna delle armi.

Rambo90 20/12/11 01:15 - 6243 commenti

I gusti di Rambo90

Nella struttura è identico ad Invito a cena con delitto, anche se i personaggi qui sono tratti dal famoso gioco Cluedo. Il difetto sta nell'estrema concitazione della sceneggiatura, dove tutti urlano e si agitano dall'inizio alla fine. Comunque il cast è buono (Lloyd e la Warren sono i migliori del gruppo) e l'intreccio giallo che fa da sfondo alla vicenda è interessante (almeno all'inizio, prima che la vena comica prenda il sopravvento). Divertente.

Ale nkf 3/01/12 13:32 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Lynn confeziona una pellicola avvincente, sulla falsariga di Invito a cena con delitto. Questo gli è leggermente inferiore sia per quanto riguarda il cast (allora c'era Falk) che per la sceneggiatura, ma il ritmo rimane comunque elevato per quasi tutta la durata del film ad eccezione di un finale stile Christie (questa dovrebbe essere una sorta di presa in giro) in cui tutti i sospettati avrebbero avuto movente e possibilità di commettere l'omicidio.

Ryo 11/07/12 15:05 - 2156 commenti

I gusti di Ryo

É possibile trasporre un film da un gioco da tavola, se pur famosissimo? Sì! E anche farne un ottimo film! Senza prendersi sul serio, il cast azzeccatissimo si diverte e fa divertire nei meandri della villa che contiene le stesse stanze della villa, le stesse armi e naturalmente gli stessi personaggi. Chi sarà l'assassino? Provate a scoprirlo e ad azzeccare uno dei tre possibili finali!
MEMORABILE: La divisione delle ricerche in coppia; I tre finali; La ragazza del telegramma.

Hackett 21/07/12 09:20 - 1717 commenti

I gusti di Hackett

Frizzante commedia gialla ispirata al celebre Cluedo che vanta un cast di rilevo, oltre ad una sceneggiatura scritta con verve e leggerezza (tre gli altri da Landis). L'impostazione è abbastanza teatrale e la bravura di Tim Curry (quanto sottovalutato attore) è alla base della buona riuscita di una narrazione a tratti caotica. Divertente e originale.

Il Dandi 7/12/13 18:15 - 1722 commenti

I gusti di Il Dandi

Deludente parodia gialla ispirata al gioco da tavolo "Cluedo", sconta troppi punti in comune col precedente Invito a cena con delitto di cui non ha né il ritmo, né gli attori, né le battute. Si capisce che il cast deve essersi divertito molto, ma allo spettatore non strappa più che saltuari sorrisi. Il gioco viene presto a noia, e anche il finale cult con tre soluzioni differenti poteva essere realizzato meglio.
MEMORABILE: -C'è una cosa che ancora non capisco... -Una sola?

124c 17/07/14 17:00 - 2747 commenti

I gusti di 124c

Il Cluedo è un gioco da tavolo sulle detectives stories dove ci sono gli indizi da seguire, gli indiziati e l'investigatore (ovvero colui che gioca) che risolve il mistero. L'idea è folle, la trama anche, il cast è ben assortito e i colpi di scena non mancano. Imprevedibili i vari finali, che noi abbiamo potuto vedere tutti in una volta mentre gli americani no. Fra i tanti bravi attori svetta il misterioso maggiordomo impersonato da Tim Curry che, come ai tempi del Rocky Horror Picture Show ci regala una delle sue performance migliori. Bravo anche Christopher Lloyd.

Gippal 26/03/17 14:14 - 75 commenti

I gusti di Gippal

Un film divertente che, traendo ispirazione dal popolare gioco da tavola Cluedo, riporta in scena tutti i personaggi in un'intrigante, misteriosa e spassosa investigazione. Costanti punzecchiature al mondo statunitense e al finto perbenismo e puritanesimo che lo caratterizzano convincono, seppur, talvolta, il nosense fine a sè stesso faccia da padrone risultando tanto eccessivo quanto fastidioso. Imprevedibili e davvero simaptici i finali, che mi hanno convinto ad aggiungere mezzo punto in più.

Belfagor 8/04/17 23:26 - 2617 commenti

I gusti di Belfagor

Con la sua struttura ispirata al giallo classico, Cluedo è un gioco che ben si presta a un adattamento cinematografico. Lynn sceglie l'approccio semiserio, virando progressivamente dal giallo alla commedia, con intrighi e rivelazioni che si sovrappongono e si ingarbugliano senza sosta. A compensare un qualche calo di ritmo interviene il cast ben assortito, capeggiato da un ottimo Tim Curry che domina il film dall'inizio alla fine. Nota di meito anche per Lloyd e la Brennan.
MEMORABILE: Wadsworth ricostruisce gli eventi sfrecciando da una sala all'altra.

Pesten 24/02/18 14:09 - 632 commenti

I gusti di Pesten

Divertentissima trasposizione in video del gioco Cluedo, dove tutte le finezze di un romanzo tipico della Christie vengono mischiate a una commedia dal ritmo perennemente indiavolato. E' proprio il ritmo a differenziare la pellicola da altri famosi lavori di stampo giallo, estremizzando il lato comico e portandolo quasi all'eccesso, in alcuni momenti. Di certo non c'è un momento di pausa e la visione è ancora piacevole, dopo tutti questi anni. Magistrale la prova di Curry, che sotterra il resto del cast.

Von Leppe 1/03/18 13:29 - 1010 commenti

I gusti di Von Leppe

Un gruppo di persone dal passato poco limpido vengono invitate in una grande casa da un misterioso maggiordomo: incipit palesemente ispirato a "Dieci piccoli indiani" che ben presto prende la via di un gioco da tavola con risultati ingarbugliati, specie nel finale dalle tante soluzioni che riesce anche ad annoiare. Le parti comiche non sono poi così riuscite. Le scenografie da castello in stile Tudor sono abbastanza buone e creano l'atmosfera adatta alla situazione giallo-umoristica all'inglese, anche se il film è ambientato in America.

Anthonyvm 19/05/18 23:15 - 1586 commenti

I gusti di Anthonyvm

Il parallelismo con Invito a cena con delitto è quasi obbligatorio, data la similarità dei temi e dell'approccio e per quanto questa trasposizione cinematografica di Cluedo sia corretta e simpatica, non regge il paragone con l'ispiratore. Di rado riesce davvero a far ridere, i luoghi comuni del giallo sono messi alla berlina in maniera intelligente ma non brillante. Il cast, tuttavia, è ottimo e lo spettatore si sente coinvolto fino all'ultimo nel tentativo di venire a capo del mistero. Il finale multiplo diverte e soddisfa. Una buona parodia.

Siska80 1/04/20 16:20 - 322 commenti

I gusti di Siska80

Il film si ispira al famoso gioco del Cluedo che molto ricorda "Dieci piccoli indiani" di Agatha Christie e offre una vasta galleria di irresistibili (seppur corrotti) personaggi interpretati da un cast affiatato che pare molto divertirsi a creare una serie di esilaranti gag (il bravo Tim Curry gigioneggia). Il primo tempo ha un ritmo serrato che nel secondo cala, anche perché si avvia verso un'insoddisfacente risoluzione proponendo due finali alternativi, quindi quello vero.
MEMORABILE: I protagonisti inscenano una serata di divertimento di gruppo dinanzi alla Polizia.

Ultimo 22/05/20 11:16 - 1322 commenti

I gusti di Ultimo

Giallo-rosa che si ispira al famoso gioco da tavolo. Qualche trovata buona c'è, ma nel complesso si tratta di una pellicola mediocre, in cui nessuno del cast si esalta per bravura e in cui mancano colpi di scena degni di nota. Si può guardare, ma non rimane impresso a lungo. Da segnalare come migliore Christopher Lloyd, che ha comunque vissuto tempi migliori viaggiando nel tempo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità G.Godardi • 11/11/07 16:51
    Magazziniere - 667 interventi
    E' noto, almeno per chi lo ha visto, che il film possiede tre finali. Forse è un po' meno noto che alla sua uscita (almeno all'estero) il film fu distribuito in tre versioni differenti, ognuna con uno dei tre finali diversi in coda: era il caso a decidere quale dei tre finali alla fine lo spettatore vedeva. Ma poco cambiava in quanto funzionavano tutti e tre, logicamente. Alla sua uscita in vhs, invece, i tre finali furono accorpati e inseriti di seguito. E così è sempre stato visto il film anche in tv.
  • Discussione G.Godardi • 11/11/07 16:57
    Magazziniere - 667 interventi
    Scusa Buono.....dici testualmente "Ricorda molto (anche troppo!) Signori, il delitto è servito, con l'aggravante di essere privo dei momenti di classe che quello aveva".....ma non è questo il film di cui parli? Alla faccia dell'autoreferenzialità dei film! :))) A parte gli scherzi immagino ci sia stato una svista, o sul titolo commentato o su quello da te citato.
    Ultima modifica: 12/11/07 00:58 da G.Godardi
  • Discussione Zender • 11/11/07 18:23
    Consigliere - 43748 interventi
    Io direi che in effetti Buono si riferiva a Invito a cena con delitto, film decisamente simile (come anche il buon Caesars ha scritto nei Ricorda). Nel momento in cui me lo segnala credo che lo correggerà. Quanto ai diversi finali (vedi "Curiosità") direi che è una scelta in linea con il gioco in scatola al quale s'ispira (Clue, da noi Cluedo), che appunto dà la possibilità di accusare (anche sbagliando) più persone.
  • Discussione B. Legnani • 11/11/07 20:34
    Consigliere - 13671 interventi
    Scusate dell'errore. *** È lo stesso errore che fa Marco Giusti nel libro sullo spaghetti-western, quando nella scheda de IL GRANDE DUELLO, cita appunto lo stesso film anziché fare riferimento a GIU' LA TESTA. Io, allora, si vede che me la sono montata... p.s. aggiungo che se mi avete "chiamato", la chiamata non è stata da me ricevuta.
    Ultima modifica: 12/11/07 04:36 da B. Legnani
  • Discussione Cotola • 12/12/07 01:07
    Consigliere avanzato - 3594 interventi
    G.Godardi ebbe a dire in curiosità: E' noto, almeno per chi lo ha visto, che il film possiede tre finali. Forse è un po' meno noto che alla sua uscita (almeno all'estero) il film fu distribuito in tre versioni differenti, ognuna con uno dei tre finali diversi in coda: era il caso a decidere quale dei tre finali alla fine lo spettatore vedeva. Ma poco cambiava in quanto funzionavano tutti e tre, logicamente. Alla sua uscita in vhs, invece, i tre finali furono accorpati e inseriti di seguito. E così è sempre stato visto il film anche in tv. Giusto per curiosità...ma il vero finale è il secondo o il terzo? a me sembra il terzo ma non ci metterei la mano sul fuoco visto che non vedo il film da parecchi anni e che le didascalie, almeno a quanto ricordo, non erano chiarissime in merito.
    Ultima modifica: 21/11/15 08:37 da Zender
  • Discussione Caesars • 12/12/07 09:02
    Scrivano - 9961 interventi
    G.Godardi ebbe a dire: E' noto,almeno per chi lo ha visto,che il film possiede tre finali.Forse è un po' meno noto che alla sua uscita(almeno all'estero,qui da noi non saprei dire) il film fu distribuito in tre versioni differenti,ognuna con uno dei tre finali diversi in coda: era il caso a decidere quale dei tre finali alla fine lo spettatore vedeva.Ma poco cambiava,in quanto funzionavano tutti e tre logicamente. Alla sua uscita in vhs invece furono accorpati tutti e tre i finali di seguito.E così è sempre stato visto il film anche in TV. Non ci giurerei, essendo passati oramami 20 anni, ma anche al cinema quando lo vidi c'erano i tre finali uno di seguito all'altro.
  • Discussione G.Godardi • 12/12/07 18:23
    Magazziniere - 667 interventi
    Caesars ebbe a dire: G.Godardi ebbe a dire: E' noto,almeno per chi lo ha visto,che il film possiede tre finali.Forse è un po' meno noto che alla sua uscita(almeno all'estero,qui da noi non saprei dire) il film fu distribuito in tre versioni differenti,ognuna con uno dei tre finali diversi in coda: era il caso a decidere quale dei tre finali alla fine lo spettatore vedeva.Ma poco cambiava,in quanto funzionavano tutti e tre logicamente. Alla sua uscita in vhs invece furono accorpati tutti e tre i finali di seguito.E così è sempre stato visto il film anche in TV. Non ci giurerei, essendo passati oramami 20 anni, ma anche al cinema quando lo vidi c'erano i tre finali uno di seguito all'altro. In Italia allora passò la versione con tutti i tre finali,ma sono sicuro che almeno nel paese d'origine del film alcuni cinema addottarono l'espediente dei tre finali diversi per sala(in tal senso l'operazione era anche molto macchinosa e dispendiosa,in quanto abbisognava di una multisala di cui tre sale di questa fossero adibite alla proiezione delle tre versioni differenti del film).Questo lo lessi su Ciak in un articolo sul film ai tempi della sua uscita. Per quanto riguarda il vero finale,non penso che ne esista uno vero in assoluto,ma che tutti e tre possano ritenersi plausibili.
  • Curiosità Buiomega71 • 20/11/15 19:03
    Pianificazione e progetti - 21563 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (Ciclo: "Delitto per diletto", venerdì 16 giugno 1989) di Signori, il delitto è servito: