Ender's game

Media utenti
Titolo originale: Ender's Game
Anno: 2013
Genere: fantascienza (colore)
Regia: Gavin Hood
Note: Il film è la trasposizione cinematografica del romanzo Il gioco di Ender di Orson Scott Card, scritto nel 1985.
Numero commenti presenti: 9
Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/11/13 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 3/11/13 10:29 - 4596 commenti

I gusti di Puppigallo

Fantascienza destinata a un target adolescenziale, che non giustifica la pochezza dell’insieme. Per i Formic (nemici alieni) le meningi non sono praticamente state spremute, limitandosi ad alienizzare una forma di vita Terrestre. In più, il protagonista (che se la cava piuttosto bene) sembra un Harry Potter dello spazio (maghetto tattico-militare); e naturalmente gli altri sono invidiosi, ottusi, lo ostacolano e lo sfruttano, almeno finchè... Serviva di più per creare un buon prodotto fantascientifico. Un paio di colpetti di scena finali non lo salvano da una generale mediocrità.
MEMORABILE: Bonzo, qui caposquadra, che nella vita reale probabilmente lavorerebbe in un circo; L'attacco "simulato".

Xamini 4/11/13 01:03 - 1050 commenti

I gusti di Xamini

Scifi impossibile da digerire da uno spettatore adulto e probabilmente persino da un ragazzo. La storia è banale e ricca di stereotipi; le soluzioni tutt'altro che fantasione e ben illustrate (le partite nell'arena di allenamento non risultano comprensibili e soffrono di mancanza di epica). Oltretutto manca un villain di carisma. Insomma, per stupire anche un adolescente non sono sufficienti green screen, fotografia e ammennicoli fantascientifici poco credibili: occorrono prima di tutto una buona ambientazione e una buona storia. Qui mancano entrambi

Rambo90 6/11/13 02:19 - 6710 commenti

I gusti di Rambo90

Delusione incredibile: il potenziale della storia viene sprecato in una piattissima sequela di addestramenti e di litigi fra cadetti per poi arrivare a un colpo di scena finale interessante ma telefonato sin dal titolo. Effetti sprecati visto che fondamentalmente nulla succede per tutta la pellicola; Harrison Ford nel film più brutto della sua carriera (nonchè peggior interpretazione), Kingsley sprecatissimo e Butterfield appena passabile. Salvo l'inizio, la confezione professionale e qualche momento.

Viccrowley 6/02/14 16:13 - 804 commenti

I gusti di Viccrowley

Se togli le luci a un abete di Natale, cosa ti resta? Un normalissimo albero. Stessa cosa accade a questo filmetto, dove tolti i colorati, decorativi e costosi effetti, ci si ritrova con un pugno di mosche. Interpreti puerili e imbarazza(n)ti, vedi i poveri Ford e Kingsley, quando non semplicemente anonimi come il protagonista, sorta di Harry Potter spaziale perennemente accigliato. Incredibile, nonostante il budget, riuscire a confezionare 120 minuti di così scarso interesse e di cosmico nulla. Da evitare a tutti i costi.
MEMORABILE: Il faccione imbolsito e vagamente spaesato del povero Harrison Ford, ormai tristemente sul viale del tramonto.

Galbo 12/03/14 05:43 - 11594 commenti

I gusti di Galbo

Sia pure in forma fantascientifica, si tratta del tipico racconto di formazione svolto attraverso la storia di un addestramento militare e dell'evoluzione della personalità di un giovane comandante. Realizzato in modo tecnicamente pregevole (convincono gli effetti speciali) e con una certa cura nella caratterizzazione dei personaggi, è un po' debole dal punto di vista narrativo. Molto bravo il giovane protagonista, affiancato da esperti "comprimari", come Harrison Ford e Ben Kingsley. Nel complesso, non male.

Gestarsh99 13/06/14 17:12 - 1381 commenti

I gusti di Gestarsh99

La fantascienza per ragazzi celebra in ghingheri il pedomilitarismo ludico, irregimentando una società futura in cui son proprio i bambini quelli addestrati a combatter gli insettoidi invasori spaziali, sotto un piovasco di spunti sottratti a Full Metal Jacket, a Starship Troopers e alla storia antica di Roma e Sparta. Privo delle escrescenze diabetiche di opere all'apparenza omofone (Hunger Games), lo show converge sull'apologia dell'interventismo, del "memento audere semper" e, a sghembo, anche del rispetto per gli sconfitti. Un cosmo-giocattolino per under-15 amanti del fantasy "laminare".
MEMORABILE: "In guerra l'unico insegnante è il nemico".

Piero68 19/11/14 10:00 - 2816 commenti

I gusti di Piero68

Tra i film più ingenui e puerili che siano mai stati prodotti. E puerile non perché gli attori siano dei ragazzini, ma perchè il livello è davvero infantile. A cominciare dai dialoghi, dove banalità terribili vengono passate come frasi del secolo. Ma anche la sceneggiatura e tutto il resto sa di bambini che giocano ai videogame. Chiaro il target di riferimento, ma questo non toglie che i film si possano fare bene anche quando i destinatari sono degli adolescenti (Harry Potter docet). Ford e Kingsley imbarazzanti e ridicoli.
MEMORABILE: La frasona del secolo: "Ricordati che nello spazio non c'è un sopra e un sotto".

Yamagong 18/11/14 23:41 - 274 commenti

I gusti di Yamagong

Notevole dispendio di SFX per un film che in 110 minuti riesce a dire poco o niente. E spiace molto vedere un classico della fantascienza trasformato in un Harry Potter fanta-militaresco, i cui unici veri punti di interesse sono il comparto visivo e alcune buone interpretazioni di supporto (Ford e Kingsley). Il resto è lasciato in balia di una regia videoclippara e una sceneggiatura realizzata alla catena di montaggio, che paradossalmente riesce a risollevarsi solo verso la fine! Vedibile, ma Orson Scott Card meritava un trattamento migliore...
MEMORABILE: Il colpo di scena principale e tutto quello che avviene subito dopo.

Daniela 9/11/19 09:47 - 10227 commenti

I gusti di Daniela

L'élite militare del futuro è costituita da ragazzini in grado di condurre una guerra preventiva contro una minaccia aliena come se fosse la partita di un videogame... Fantascienza adolescenziale per un pubblico della stessa fascia d'età mentre gli adulti, se potranno facilmente condividerne il messaggio finale, dovranno mettere in conto molta noia. Confezione accettabile ma trama esile con incongruenze e banalità sparse, VFX di routine, personaggi di modesto spessore interpretati da un cast dalle prestazioni altalenanti con Butterfield discreto, Kingsley immoto e Ford pessimo. Film loffio.

Hailee Steinfeld HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 27/06/14 18:14
    Scrivano - 16568 interventi
    Disponibile in Special Edition (Blu-Ray Disc) per Eagle Pictures:



    SCHEDA TECNICA

    * Formato video 2,35:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 5.1 DTS HD: Italiano Inglese
    * Sottotitoli Italiano NU
    * Extra Commento audio
    Scene tagliate ed estese
    Making of
    Assenza di gravità
    Cannes teaser