LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/11/07 DAL BENEMERITO POL
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Pol 13/11/07 20:07 - 589 commenti

I gusti di Pol

Film post-apocalittico in cui accanto a sequenze trash di prim'ordine troviamo lunghissime scene in cui, praticamente, non succede niente. D'altronde il budget è di quelli bassi (ma bassi sul serio) ed il regista non fa niente per nasconderlo, tra sequenze allungate fino allo sfinimento pur di raggiungere i 90'. Scenografie di cartone ed "effetti speciali" incredibilmente ridicoli. Se amate i b-movies questo è pane per i vostri denti, altrimenti... alla larga!

Samtam90 21/07/08 20:01 - 56 commenti

I gusti di Samtam90

Da conservare negli annali del trash: l'anemico computerino di bordo, la recitazione degna del teatrino delle marionette (fantastici i latrati di uno dei membri [lobotimizzati] delle "gang"), i fucili che sparano (a salve) con effetti "sonori" aberranti, l'inseguimento tra il protagonista e i veicoli di due dementi che si investono fra loro, al rallentatore (per giungere ai fatidici 90'!). Inutile dire che per tutto il resto del film non succede nulla e la storia è spiegata da una lunga didascalia all'inizio del film. Impareggiabile porcata.
MEMORABILE: Gli scontri tra le bande, corredati da effetti sonori che fanno impallidire i kolossal hollywoodiani.

Daidae 10/04/09 00:40 - 2806 commenti

I gusti di Daidae

Se amate il pagliaccesco post-atomico statunitense e i film di serie B questo prodotto è eccezionale. Trama banalissima e per niente originale (il solito dittatore, i soliti gladiatori ribelli, etc), scene ultraridicole; dispiace trovare un superbo attore come Pleasence in questa "roba". Da vedere solo se vi piace il genere.
MEMORABILE: Prosser che modifica la mente di una prigioniera con un telecomando!

Herrkinski 9/12/09 23:13 - 5518 commenti

I gusti di Herrkinski

Produzione italo-americana per questo Z-Movie post-apocalittico. La regia viene affidata allo specialista di action David Worth, costretto a lavorare con un budget irrisorio e un cast mediocre, a parte i soliti Pleasence e Williamson (il protagonista Ginty è insopportabile). L'azione c'è e il film è godibile, ma la componente trash è alta; effetti sonori da sci-fi anni '50, doppiaggio italiano tremendo, location laziali poverissime. Notevoli le musiche, stile videogioco anni '80, dello specialista Patucchi. Finale con Pleasence geniale.

Buck ii 25/02/10 18:21 - 55 commenti

I gusti di Buck ii

5 pallini! Solamente 5 pallini si possono dare a questa pellicola. B-movie allo stato puro, trash allo stato puro; neanche il mitico Ed Wood sarebbe stato capace di fare un film come questo. Worth ci catapulta in un futuro fantascientifico dove l'incredibile si coniuga con l'impossibile, ed è proprio impossibile non rimanere di stucco davanti ad un'opera come questa, che sa un po' di quel teatro postdrammatico di difficile presa. Più che futuro si torna indietro nel tempo, quando da piccoli si giocava in cortile a fare la guerra. Ultra-scult!!!
MEMORABILE: La gang di punk e le rotelle in bella mostra della motocicletta di un killer che tenta di ammazzare Ginty (incredibile effettaccio).

Rambo90 17/08/10 04:35 - 6604 commenti

I gusti di Rambo90

Dire trash è dire poco: della trama di fondo ho capito poco e nulla perché le scritte iniziali erano in inglese, ma mi è bastato vedere il primo inseguimento in motocicletta per capire il livello. Effettacci come solo gli anni 80 regalavano e ritmo da ospizio. Del protagonista Ginty meglio non parlarne (così come del mitico Williamson, che fa l'angelo che veglia dall'alto). Ma Pleasence doveva pagare la bolletta del gas o cosa?
MEMORABILE: Gli zombie nella caverna... una vera gioia per gli occhi!

Blazer00 17/04/11 22:39 - 8 commenti

I gusti di Blazer00

Detto al italiana... spazzatura! Si inizia subito male con il computer della moto che sembra essere il fratello brutto e nato male di Kitt (Supercar). Pessima la scena della moto in fiamme a rallentatore, con le rotelline alla ruota posteriore per tenere la moto dritta e il manichino sopra che prende fuoco. Regia, effetti speciali e stunt penosi. Si salvano gli attori e le musiche di Daniele Patucchi.

Disorder 10/06/11 13:13 - 1412 commenti

I gusti di Disorder

Leggenda vuole che al regista Worth, sbarcato a Roma, la produzione abbia consegnato semplicemente una locandina con l'imperativo "facci un film". I risultati si vedono: questo è veramente uno dei più folli B-movie mai realizzati. Tutto procede per approssimazione, senza una logica; sulla realizzazione stendiamo un velo pietoso, basta vedere la prima scena per capire a che livelli siamo. Assurde anche le location (bei colli ordinati e verdeggianti, del tutto fuori posto in un post-atomico). L'unico pregio del film è che si ride, e tanto!
MEMORABILE: L'effetto sonoro dei mitra (una specie di pernacchia); la moto in fiamme con rotelle; l'esplosione dell'auto con visibile stunt-man catapultato fuori.

Siregon 17/07/11 14:39 - 353 commenti

I gusti di Siregon

Spassosissima trashata anni 80 con ambientazione furistica all'amatriciana. Ogni sequenza regala qualche perla di recitazione, effetti, montaggio e musiche. Inseguimenti imbarazzanti, moto elaborate da art attack, manichini scagliati un po' ovunque. È il festival dell'assurdo involontario e quindi è godibilissimo, ma cinematograficamente parlando è una mostruosità.

Schramm 15/02/14 14:20 - 2516 commenti

I gusti di Schramm

Più che un post-atomico, un post-cinema, un post-tutto, un post-it per tenere vivo e caldo il ricordo dello scult in un'epoca contraddistinta dalla patina. Dietro la poltiglia che vede mantecati (e resi mentecatti) Supercar, Megaforce, 2019, I nuovi barbari, Exterminator, prende vento una di quelle spastiche "opere" stanti al di qua e al di là di qualsivoglia idea di cinema, che obbligano a domandarti cosa stai fruendo, lasciandoti senza risposta: parlare di regia, montaggio, fotografia, script, produzione, in tal caso, sarebbe eufemistico. Di centrato resta il titolo: siamo all'Omega, di tutto.*
MEMORABILE: L'inno à la Radio Maria finale, con tanto di tripudio di festoni e palloncini colorati, lascia incapaci di eloquio.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Metuant 16/02/14 11:48 - 455 commenti

I gusti di Metuant

Orripilante oltre ogni logica; praticamente ogni sequenza provoca sconquassi di risate involontarie fino a un certo punto... quindi un'autentica icona del trash! Difficilmente si è arrivati a certi livelli e per i cultori del genere è una perla rara che non va assolutamente persa; al di là del protagonista, la parte di Pleasance basterebbe da sola per portare avanti il baraccone. Voto simbolico.

Lòpe 19/02/14 17:09 - 14 commenti

I gusti di Lòpe

Il film cerca di aprire, senza successo, un nuovo genere nella filmografia, lo spaghetti-post-atomico. Storia a malapena interpretabile, effetti speciali da antologia, scenari che praticamente non hanno nulla a che vedere con il genere di film (da ricordare solo come estremo più basso della storia). Interpretabile come la "corazzata Kotiomkin" del Secondo tragico Fantozzi.
MEMORABILE: La macchina per le esecuzioni simile a un etilometro; Le scene d'azione a rallentatore.

Minitina80 25/02/16 20:33 - 2468 commenti

I gusti di Minitina80

Difficilmente capita di imbattersi in una pellicola di tale pochezza; mezzi e capacità al limite del risibile e ben al di sotto del senso comune del trash. È talmente improbabile e assurdo, oltre che improponibile, da esercitare paradossalmente un fascino quasi grottesco. Resta un mistero come un attore del calibro di Pleasence abbia accettato di partecipare a un simile scempio su celluloide. Da vedere solo per curiosità, coscienti di rimanere attoniti già dopo i primi minuti.
MEMORABILE: La fastidiosa motocicletta parlante e l’imbarazzante finale canoro tutti abbracciati.

Taxius 31/08/16 15:37 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

Terribile post apocalittico made in Italy in stile Mad Max, girato con due lire; si sono visti film decisamente migliori girati con gli stessi mezzi, quindi neanche la scusa del basso budget può valere. Effetti speciali di una tristezza unica (la moto sorretta dalle rotelline...), una trama che non esiste, costumi terribili e attori scadenti rendono il film una vera ciofeca. Terribile le voce dell'odiosa moto parlante in stile super car. Povero Donald Pleasance...

Pessoa 22/07/17 06:44 - 1443 commenti

I gusti di Pessoa

Film ormai assurto all'Olimpo del supertrash, con una teoria di leggende metropolitane che ne ammantano l'aura. Si procede per cinefila curiosità fra dialoghi insensati, moto con rotelle, scenografie riciclate, errori di grammatica, esplosioni non provocate e mitra scorregioni e quando si arriva alla fine la misura è ormai colma. Non è il caso di sparare sulla Croce Rossa, anche perché il regista, chiunque sia, può addurre a parziale giustificazione un budget irrisorio. Consiglio di passare oltre o, se si entra, di lasciare ogni speranza...

Noodles 19/11/19 22:36 - 1039 commenti

I gusti di Noodles

Pessimo, si rivela per ciò che è dai primi istanti, con l'insopportabile voce del computer nella moto del protagonista. È tutto tremendo, dai dialoghi agli effetti speciali e sonori, passando per una trama inesistente e una recitazione assurda. Non c'è un fotogramma che valga la pena di guardare. Va bene il budget basso, ma qui non può essere una giustificazione. Da evitare assolutamente.

Trivex 26/01/21 11:18 - 1532 commenti

I gusti di Trivex

Micidiale prodotto che va oltre il “trash” cinematografico. Un delirio senza soluzione di continuità che non risparmia nessun elemento, ad eccezione delle discrete musiche: sceneggiatura, performance dei partecipanti, effetti speciali, regia eccetera... Tutto sembra costituito in modo da lasciare allibito il povero spettatore, distruggendo ogni  seria aspettativa e conservando esclusivamente l’elemento consolatorio di qualche grassa risata nelle parti più incredibili. Impossibile citare tutti i momenti che vanno oltre l’assurdo: vedere per credere!
MEMORABILE: Il computer della moto che dice parolacce; Tutti sparano, solo loro non vengono colpiti; Il "finalone" canterino (apoteosi del delirio).
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Buiomega71 • 14/02/14 20:41
    Pianificazione e progetti - 22427 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    svelo l'arcano: l'autrice di questo bignami dell'improponibile è Ivana Massetti, l'autrice di quest'altra atrocità

    Fonte, Schramm ?
  • Discussione Schramm • 14/02/14 20:58
    Risorse umane - 6782 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Schramm ebbe a dire:
    svelo l'arcano: l'autrice di questo bignami dell'improponibile è Ivana Massetti, l'autrice di quest'altra atrocità

    Fonte, Schramm ?


    vedi sopra, ho ampiamente modificato il post
  • Curiosità Schramm • 14/02/14 21:13
    Risorse umane - 6782 interventi
    INJOKES / CURIOSITA'

    * Fonti di citazione e di ispirazione del film:

    - Megaforce, dal quale ripesca l'attrice Persis Khambatta con un ruolo quasi identico.

    - I nuovi barbari, dal quale ricicla alcuni veicoli da combattimento (fonte: Wikipedia)

    - Exterminator, per la mole di esplosioni quasi pari a quelle nel film

    * Il ruolo della Khambatta fu inizialmente offerto ad Anna Kanakis e successivamente a Zoe Chauveau, e da entrambe rifiutato.

    (fonte Wikipedia)

    * La pellicola non è mai stata distribuita nelle sale italiane (secondo alcuni sarebbe uscita col titolo de Il Giustiziere della terra perduta, ma non ve n'è traccia alcuna sui minuziosissimi tomi del CCC), per poi ottenere uno straight to video nel 1986 per l'Eureka Video, la stessa che licenziò anche She, che vede come assistente alla regia sempre la Massetti.

    * Tra i generici, figurano anche un paio di pornoattori

    * Le musiche sono a opera di Daniele Patucchi
  • Discussione Buiomega71 • 14/02/14 21:17
    Pianificazione e progetti - 22427 interventi
    Non per nulla , Schramm. Ma dalla lista di citazioni (più o meno volute) toglierei Dominator, che viene un anno dopo a I Predatori...
  • Discussione Schramm • 14/02/14 21:29
    Risorse umane - 6782 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Non per nulla , Schramm. Ma dalla lista di citazioni (più o meno volute) toglierei Dominator, che viene un anno dopo a I Predatori...

    vero, corretto ;)
  • Discussione Schramm • 15/02/14 00:24
    Risorse umane - 6782 interventi
    tra i riferimenti andrebbe aggiunto anche 2019

    nell'incredibile scena con lo scultissimo inno finale (con tanto di palloncini colorati svolazzanti) figura en passant anche d'Ecclesia -che in 2019 è Kirk- (ma c'è anche una comparsa che è pazzescamente identica a pippo franco!!!) e le scenografie sono sempre curate da Geleng, evidentemente in maniera molto sbrigativa (ma una macchina è identica a quella del Nevada Race iniziale). anche i suoni (gli spari, gli ultrasuoni killer) sono gli stessi, come medesimo è il sound-designer dei due film. evidentemente hanno tutti lavorato parallelamente in due produzioni ravvicinate.

    in ogni caso è uno di quei film che per essere commentato avrebbe bisogno di una legenda aggiornata con i sottopallini da -1 in giù
    Ultima modifica: 3/02/16 15:45 da Schramm
  • Discussione Herrkinski • 15/02/14 21:35
    Vice capo scrivano - 2325 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    La gestazione dell' "opera" fu complessa e il nodo gordiano è difficile da sciogliere: il film è parzialmente diretto da Ivana Massetti, responsabile di quest'altro bignami dell'improponibile La Massetti ne fu assistente volontaria alla regia, mentre Roberto Poppi, storico cinematografico firmatario del Dizionario del cinema italiano per la Gremese, ne fu il produttore esecutivo. Sebbene la Massetti abbia sostenuto che Worth non fosse che Massaccessi sotto mentite spoglie, Roberto Bessi (il produttore del film) l'ha smentita confermando che il regista fu effettivamente Worth, che in passato ebbe trascorsi da direttore della fotografia per Eastwood (cosa che, a giudicare dal film, non si direbbe affatto); secondo molti numi tutelari del cinema trash questi non ci pensò due volte a lasciare il set non appena resosi conto dello sfacelo che era chiamato a sistemare alla meno peggio, lasciando al timone di regia gli stessi Ginty e Williamson, ma Bessi non ha mai avvalorato questo cambio di rotta.

    Questo è almeno in sintesi quanto racconta un utente di film tv riportando le dichiarazioni degli stessi Massetti, Poppi e Bessi da lui interpellati.

    Quindi -secondo me- il sospetto di una regia ibrida e di incerto credito rimane. Anche perché va notato che Worth non annovera questo film nel suo CV, nel suo blog si limita a indicare di aver lavorato anche in Italia.

    Sembra una storia simile a quel che successe con Nosferatu a Venezia.
    Il film comunque è trash allo stato dell'arte!
    Ultima modifica: 15/02/14 21:36 da Herrkinski
  • Discussione Schramm • 16/02/14 19:39
    Risorse umane - 6782 interventi
    Herrkinski ebbe a dire:
    Il film comunque è trash allo stato dell'arte!

    secondo me stiamo anche anni luce oltre il trash. devo ancora ripigliarmi dal finale!! mai mi era caduta così la mascella dallo sgomento!
  • Discussione Lòpe • 17/02/14 15:02
    Galoppino - 198 interventi
    Curiosamente gli interni della New-Way, la fortezza dei soldati Omega, verrà riciclata qualche anno dopo come uffici della "Mondial immobiliare", dove è impiegato Giandomenico Fracchia (Villaggio) come venditore nel film Fracchia contro Dracula.



  • Homevideo Buiomega71 • 29/04/14 19:24
    Pianificazione e progetti - 22427 interventi
    In dvd per Cult Media, disponibile dal 18/06/2014

    http://www.amazon.it/Predatori-DellAnno-Omega-Robert-Ginty/dp/B00JX1NXBU/ref=sr_1_207?s=dvd&ie=UTF8&qid=1398792222&sr=1-207