Lo trovi su

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

La gara, nei pulp esagitati alla Guy Ritchie, si fa come sempre a chi spinge di più sul pedale dell'acceleratore; in questo senso SMOKIN’ ACES non è secondo a nessuno, perché il regista John Carnahan si appropria di un linguaggio cinematografico ben preciso e - complice il fondamentale montaggio al fulmicotone - assomma decine di personaggi improbabili lanciandoli nel frullatore a sparare, correre e crepare sul set principale, l'albergo e Casinò "Horizon", sul lago Tahoe in Sierra Nevada. E' qui che il supertestimone Buddy "Aces" Israel (Piven), un ex prestigiatore piazzatosi ai vertici di Cosa Nostra e ora deciso a "cantare",...Leggi tutto si è piazzato - scortatissimo - in attesa di svelare gli altarini del boss Primo Sparazza (Ruskin) assestando così il colpo definitivo alla mafia. L'FBI sa quale sia l'importanza dell'uomo e Stanley Lock (Garcia) manda sul lago i suoi uomini migliori; ma insieme a loro, come prevedibile, si muove un intero sottobosco di sicari che convergono lì per uccidere Israel.

Sparazza ha pagato la bellezza di un milione di dollari a un misterioso "Svedese" per avere il cuore del traditore, e quando si parla di cifre simili si capisce bene quanto allettante sia la preda per qualsiasi criminale. Presentati uno ad uno come partecipanti a un'autentica corsa al massacro, vediamo sfilare killer di ogni specie, ovviamente ognuno di essi caratterizzato a dovere: dalla coppia in gonnella (una spara da lontano in modello cecchino, l'altra si traveste per avvcinare l’obiettivo) al trio di fratelli dementi che gridano, saltano, brandiscono seghe elettriche e fiamme ossidriche (i più fuori di testa del lotto e inevitabilmente i più spassosi, se si accetta di stare al gioco). Ma sarebbe inutile citare tutta la fauna impazzita che si ritrova nel grande albergo-casinò dove Israel si è stablito all'ultimo piano con la copertura dei proprietari (che registrano quella zona come ancora "in costruzione").

Dopo una prima parte di attesa, in cui con un eccesso di verbosità si va a spiegare una situazione piuttosto elementare appesantendola di specifiche superflue, si aprono le danze. Lo stesso Buddy Israel è figura a dir poco eccentrica: drogatissimo, allucinato, si trascina nella suite con vista tra gruppi di prostitute mezze nude e tirapiedi ridicoli (si segnala quello coi capelli a scodella) cianciando senza spesso nemmeno rendersi conto di quel che dice. Triturando tutto in un'azione condotta a velocità devastante, che irrompe dopo che i nostri sicari assortiti han lasciato un po' andare la lingua in qualche dialogo dal sapore tarantiniano (per quanto lontano dalla genialità del modello),

Carnahan si inserisce nel filone pulp lasciando a suo modo il segno: sono molte le scene spassose, alcune lavorate con tecniche imprevedibili (la fast motion quando è in scena un bambino filogiapponese scatenato), altre semplicemente sorprendenti (la sparatoria ravvicinata in ascensore). Insomma, ce n'è abbastanza per soddisfare chi non va troppo per il sottile, anche se qualche ambizione il film ce l'ha e la tecnica notevole lo mantiene almeno esteticamente su alti livelli. Certo sarebbe stato meglio non sovraccaricare la trama di particolari inutili e magari limitare i colpi di scena finali, che appesatiscono decisamente tutta l'ultima parte, tagliare qua e là (magari alcune parti con Ryan Reynolds, tante e poco caratterizzanti)... Un cast ricchissimo e un regista simile avrebbero potuto produrre anche di meglio...

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/07/07 DAL BENEMERITO G.GODARDI POI DAVINOTTATO IL GIORNO 18/06/24
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

G.Godardi 18/07/07 17:55 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Buddy Aces Israel, malavitoso da mezza tacca, decide di pentirsi e spifferare tutti i suoi segreti al FBI; ma Primo Sparazza, killer camaleontico, è già sulla sua strada. Scomodare il nome di Tarantino per questo film ha un suo senso, per una buona volta. Ma vi sono anche vistose inflenze da Ocean's Eleven e Slevin. Un compitino ben svolto e abbastanza divertente. Buon cast di attori che sembrano divertirsi molto. Un film che pare l'opposto del precedente Narc: tanto era freddo e distaccato quello, tanto è caldo e avvolgente questo. Finale a sorpresa.
MEMORABILE: La morte di Ben sotto le note di Morricone... più Tarantino di così!

Giapo 31/07/07 08:54 - 246 commenti

I gusti di Giapo

Un campionario di personaggi completamente sopra le righe, una colonna sonora da urlo, dialoghi vibranti e coloratissimi, sangue e violenza a gogò con molta ironia. Tarantiniano nello stile e negli eccessi, è un film magari poco originale ma che coinvolge e diverte proprio per la sua esagerazione. Per i fans di Guy Ritchie e Tarantino.

Lattepiù 5/09/07 17:38 - 208 commenti

I gusti di Lattepiù

Godibile pacchianata gangster. Comincia divertendo e al contempo irritando per il campionario un po' forzato di personaggi grotteschi, superbestiali e sopra le righe; tocca il sublime nella parte centrale, dove le varie sottotrame confluiscono in una carneficina di devastante potenza; scade miseramente in un finale drammatico che non ci sta per niente. Il film ha al suo attivo tre nazi completamente pazzi cattivissimi e simpaticissimi e una Alicia Keys incredibilmente gnocca. Si lascia guardare ma è un po' il trionfo del tarantinismo di riporto.

Galbo 11/04/08 05:45 - 12463 commenti

I gusti di Galbo

Dopo il riuscito Narc, il regista Joe Carnahan torna con questo film ipercinetico e esasperatamente violento (tanto che la violenza diventa quasi surreale e parodistica) ma indubbiamente ben realizzato e sufficientemente divertente (finale compreso) da risultare molto divertente per lo spettatore. Merito del soggetto (bizzarra storia di testimoni scottanti e killer fuori di testa) non originale ma ben svolto, di una regia di stile e di un gruppo di ottimi attori, tra cui il redivivo Ray Liotta e un bravo Ben Affleck.

Blutarsky 29/12/07 13:02 - 360 commenti

I gusti di Blutarsky

Divertente fumettone messo in piedi da Joe Carnach che ha l’unico difetto di mettere troppa carne al fuoco. La presenza di troppi personaggi e sottotrame che si intersecano rendono macchinosa la sceneggiatura e non permettono lo sviluppo di alcuni interessanti caratteri. A parte questo la regia è ottima e Carnahan sa come dirigere gli attori e come orchestrare delle ottime scene d’azione. Cast di prim’ordine con Liotta che gigioneggia e una sorprendente Alicia Keys in un ruolo da bad girl. Esagerato e sopra le righe ma anche molto divertente.

Lele Emo 18/01/09 20:42 - 184 commenti

I gusti di Lele Emo

Divertente riassunto di tutto ciò che si vuol vedere in un gangster-action movie. Il tutto è dannatamente esasperato: armi usate (si pensi all'M60 da guerra che spara dalla finestra o alla motosega) ai personaggi (i tre punk-neo-nazi sono al limite del commovente), un film che per certi versi rimanda ad alcune esagerazioni tarantiniane. Splendida Alicia Keys, molto valido Reynolds che in questa parte si tuffa con disinvoltura e risulta assolutamente arruolabile anche per qualcosa di più serio. Per una serata spensierata.

Supercruel 26/01/09 21:39 - 498 commenti

I gusti di Supercruel

Dallo stesso regista del ben più classico (e ben migliore!) Narc, un gangster movie che soffre di tarantinismo dal primo all'ultimo minuto. Nulla di tremendo, ma "Smokin'Aces" sembra un fiacco e sterile tentativo di scopiazzare Pulp Fiction, condito con un tocco che può ricordare anche Guy Ritchie. Moderno, fracassone, cazzone e colorato, il film scorre veloce tra situazioni assurde e personaggi sopra le righe. Per ora Joe Carnahan si è trovato maggiormente a suo agio con lo stile sobrio di Narc.

Patrick78 3/02/09 15:07 - 357 commenti

I gusti di Patrick78

Definito dallo stesso regista "un treno in corsa senza freni", il film di Carnahan risulta un po' troppo affine allo stile tarantiniano senza però avere le stesse peculiarità che contraddistinguono le pellicole del genio di Knoxville. Ora una domanda sorge spontanea e legittima: se un treno in corsa non ha i freni, quale sarà la sua destinazione? Semplice, finirà per schiantarsi al capolinea. Ed è quello che succede al film, che gioca con personaggi al limite del ragionevole (la banda di nazisti) e situazioni già viste in decine di altri film. Rimandato.

Rambo90 2/02/10 02:28 - 7745 commenti

I gusti di Rambo90

Ottimo action corale e sopra le righe: la storia di partenza serve solo come miccia per far esplodere una bomba di esasperata violenza, humor e azione. Il montaggio è ottimo e ogni personaggio adeguatamene disegnato. Il cast è superlativo con Liotta in testa, seguito da Jeremy Piven, Jason Bateman e Ben Affleck, mentre Andy Garcia ripete il personggio della serie Ocean's. Finale stupendo. Da vedere.

Daniela 13/03/10 07:36 - 12804 commenti

I gusti di Daniela

La "taglia" posta da un boss mafioso sul cuore di un prestigiatore coinvolto nel giro ed in procinto di spifferare tutto all'FBI scatena una sanguinosa caccia al tesoro cui partecipano killer più o meno professionali ed astuti. Tarantinata tarantolata affollata di volti noti, con immancabile ribaltone finale, tanto palesemente modaiola e parodistica che può risultare piacevole, se affrontata con lo spirito giusto. Stona però la chiusura in chiave seria, sorta di pistolotto moralista che non lega con quanto visto in precedenza.
MEMORABILE: L'uscita di scena di Ben Affleck; La banda dei tre fratellastri nazi-skin

Joe Carnahan HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Narc - Analisi di un delittoSpazio vuotoLocandina A-teamSpazio vuotoLocandina TickerSpazio vuotoLocandina Stretch

Jena 17/12/11 11:30 - 1577 commenti

I gusti di Jena

Del genere post tarantiniano é sicuramente il risultato migliore, se pensiamo a cose come Bitch Slap o Hell ride. Ed é sicuramente piu divertente di Ocean's Eleven. Non dice niente di particolare ma lo dice benissimo, con ritmo assolutamente perfetto e svariati personaggi azzeccati (non tutti...). In definitiva ci si diverte e si arriva ad un finale col botto. Inespressivo Reynolds, ottimo Jeremy Piven, la vecchia guardia (Liotta e Garcia) sempre in sella. Carnahan da tenere d'occhio.

Furetto60 25/05/13 13:00 - 1203 commenti

I gusti di Furetto60

Viene da chiedersi, vista l'immagine che il cinema Usa offre del FBI, come possano trovare impiegati... Action movie esagerato e spesso irreale, con spettacolarizzazione della violenza in parte stemperata da inserti comici, su tutti l'avvocato pederasta (peccato appaia per poco) e i nazi-killer. Meriti del film, oltre a un cast di ottimi attori, una trama che, pur nella sua semplicità, non è banale, e il finale drammatico.
MEMORABILE: L'avvocato in reggipetto; I nazi in ascensore; Il bambino scemo con fascia giapponese.

Almicione 6/06/15 21:41 - 764 commenti

I gusti di Almicione

In effetti l'idea di diversi killer in lizza per la stessa unica vittima è interessante e coinvolgente, ma forse lo sarebbe stato di più se i sicari fossero stati consapevoli gli uni degli altri; inoltre vengono mal sfruttate le interazioni reciproche e con la polizia. La chiarezza della scena viene sacrificata in favore di una spettacolarità che cerca di ridurre al minimo i momenti di pausa, ma che in realtà crea un modesto, farraginoso film che, eccetto per qualche trovata notevole, non possiede nulla di memorabile (colpo di scena compreso).

Il Dandi 26/06/18 12:48 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Come può un film essere tanto avvincente (nel ritmo imposto dalla regìa) e contemporaneamente tanto noioso (per prevedibilità dell'assurdo svolgimento)? Esempio deteriore di tarantinesimo applicato al videogame sparatutto, dove tutti i (troppi) personaggi non fanno altro che morire ininterrottamente e sferzare l'ennesima ultima (?) zampata prima della fine. Lo spiegone finale affidato a Andy Garcia è di un improbabile che manco nel più demenziale weird anni '70 si sarebbe osato tanto.
MEMORABILE: Il duplice omicidio nell'ascensore.

Puppigallo 21/07/18 09:21 - 5340 commenti

I gusti di Puppigallo

Pellicola che potrebbe essere inserita sotto la voce “fumetti mancati”, visti i personaggi, specialmente i cattivi di turno e la sceneggiatura, con risvolti a dir poco fantascientifici. Detto ciò, il ritmo è discreto, i protagonisti sono così assurdi da suscitare un certo interesse; e alcune situazioni, spesso quasi comico-demenziali, danno una certa soddisfazione. Non male, dopotutto. Peccato però che non abbiano dato più spazio al nero, decisamente spiritoso, che si occupa delle prostitute (dice a uno sgherro di non esagerare con la lozione, perchè incomincia ad assomigliare a un muppet).
MEMORABILE: Il capo dei nazi fa parlare il cadavere; Il nero, da sobrio, a una prostituta "Ma che culo hai? In poche ore mi sei passata da pantera a pantegana".

Taxius 8/04/20 15:26 - 1656 commenti

I gusti di Taxius

Un pentito di mafia deve cantare, ma per evitare che questo avvenga chi di dovere offre una taglia affinché la sua bocca venga cucita; di conseguenza tutti i migliori killer sul mercato si mettono in fila per fargli la pelle. Action tamarro e ultra caotico in cui dall'inizio alla fine si assiste a una sequenza infinita di morti, omicidi e torture. Lo stile di regia ricorda abbastanza quello di Tarantino, senza ovviamente raggiungerne la qualità. Molto interessante il finale, che si rivela essere molto originale e per nulla banale.

Il ferrini 25/12/23 00:39 - 2435 commenti

I gusti di Il ferrini

Una sceneggiatura tutt'altro che impermeabile viene però condita con una serie di personaggi molto divertenti. Su tutti, innegabilmente, il trio nazi che rammenta i nichilisti dei Coen ma fanno molto più sul serio. La regia è un po' alla Rocknrolla e il cast (extra lusso) muore senza tanti complimenti, in mezzo a battute micidiali e situazioni assurde (il bambino iperattivo è odioso, la zia fulminatissima). Ritmo da epilessia, intrattenimento puro. Esiste anche un gustoso finale alternativo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.