Orsomando

I FILM IN TV DI Martedì, 5/07/22

Che film ci sono stasera in tv in prima serata?
Ma non solo questa sera, anche la mattina o il pomeriggio, se capita una giornata di pausa. E i più nottambuli possono trovare anche i film che vanno in onda a tarda notte, i cosiddetti fuori orario. Cliccate sulle frecce per cercare tra i palinsesti passati e futuri oppure controllate direttamente tutta la settimana.
Volete invece contribuire? Scoprite come si fa cliccando qui.
  • ALLE ORE 06:00 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Maciste contro i mongoli (1963)


    Reeves: Film mitico, con Mark Forest che capita non si sa bene come nell'Europa medievale e deve vedersela con una complicata guerra di successione che coinvolge purtroppo anche la zona baltica. Ci sono tradimenti e molte avventure, c'è soprattutto Renato Rossini che, sia pure con gli occhi allungati dal trucco, è quello che recita meglio e c'è la mano sicura del vecchio Domenico Paolella.
  • ALLE ORE 07:35 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    4 marmittoni alle grandi manovre (1974)


    B. Legnani: Agghiacciante. Già far fare a Raf Luca, Sergio Leonardi (insopportabili), Angelo Pellegrino (monocorde) e Gianfranco D'Angelo (il migliore) quattro ventenni è una brutta partenza. Il resto non migliora il tutto, una serie di quadri con tentativo di battuta finale. Solo che le battute non funzionano e, delle poche che funzionano, quasi tutte sono telefonatissime. Si salva il grande Gianni Agus che dà al suo colonnello i tic del favoloso caratterista che tutti conosciamo. Da evitare con cura.
  • ALLE ORE 07:50 su Iris

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Sette uomini e un cervello (1968)


    Homesick: Sulla scena Rossano Brazzi è sempre un ammirevole professionista, ma dietro la macchina da presa si mostra alquanto impacciato, anche a causa dell’estrema debolezza della sceneggiatura e del cast di supporto. Come spesso capita in queste occasioni, il film ricava la propria seppur minima attrattiva dai rutilanti quadri cromatici vintage e dall’avvenente comparto femminile guidato dalle discinte Ann Margret e Hélène Chanel.
  • ALLE ORE 08:10 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Trastevere (1971)


    Markus: Tozzi firma un testamento d’amore nei confronti del caratteristico quartiere romano di Trastevere. Il film è presentato sotto forma di episodi incrociati con attori assortiti e non tutti romani, appunto per descrivere quanto il quartiere (in quel periodo) mutò la sua caratteristica romanesca per popolarsi di estranei al luogo che lo fecero proprio, snaturando perciò le peculiarità. Una forma d’analisi storiografica, ma anche con cenni psicologici - talvolta drammatici - di varie umanità.
  • ALLE ORE 09:15 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Le tre spade di Zorro (1963)


    Il Gobbo: È del 1963, ma dimostra almeno vent'anni di più, questo Zorro spagnolo di fattura, appunto, antichissima, e per di più senza il technicolor rutilante hollywoodiano, o protagonisti del carisma di Douglas Fairbanks o Tyrone Power. Qui il tizio (Guy Stockwell) è fiacco assai, come il resto del cast, musiche (oscene) e atmosfere sono più da Marcellino pane e vino, la sceneggiatura (di Mario Amendola!) ha meno sorprese di una puntata del processo di Biscardi. Terribile
  • ALLE ORE 10:05 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Submergence (2017)


    Nando: Un uomo e una donna s'incontrano in un resort in Normandia e dopo un approccio filosofico con discorsi impegnati s'innamorano ma i rispettivi lavori li richiamano all'ordine. Nella narrazione si osservano tre vicende in una che, dopo l'innamoramento, sfociano in stupendi paesaggi artici e in una cupa quanto malvagia prigionia in Somalia. La pellicola mostra speranza e la voglia di ritornare a vivere un'intensa passione. Riflessioni sempre di livello con i  due protagonisti appropriati ma talvolta la narrazione si mostra prolissa.
  • ALLE ORE 11:50 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Zan, re della giungla (1969)


    Siska80: La bella regina delle Amazzoni viene rapita da tre banditi, ma ci pensa Tarzan (o Zan, come viene chiamato qui) a salvarla. Produzione sommaria, eppure di una mediocrità che suscita persino una certa tenerezza: la recitazione appena sufficiente dell'intero cast è solo il male minore se l'occhio si sofferma sulla povertà di location palesemente fittizie, sui costumi di modesta fattura delle tribù che fasciano ad hoc il corpo degli attori (soprattutto quello formoso delle giovani donne), sui capelli ben fissati col gel del protagonista e su un happy end di gruppo francamente ridicolo.
  • ALLE ORE 16:30 su Rete 4

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Uomo bianco va' col tuo Dio! (1971)


    Giùan: Al contrario di quanto farà Iñárritu più di quattro decadi dopo, Sarafian, in linea con la filosofia dei tempi e il proprio universo di valori cinematografici, piega l'epica di Glass (il cui nome è qui cambiato in Bess) a quell'istanza libertaria e anti-sistema che coinvolse la cosiddetta new wave hollywoodiana. Il film s'apre in tal senso a numerosi momenti lirici il cui incanto talora tedioso toglie forse nerbo al film, relegando in secondo piano vendetta e avventura. Grandi l'interpretazione di Harris, l'idea dell'Arca di Achab/Huston e il finale di invidiabile, compatta coerenza.
  • ALLE ORE 17:40 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    La Venere dei pirati (1960)


    B. Legnani: In un bellissimo scenario colorato, un ruolo di secondo piano è affidato a Giustino Durano, che regge bene il "tòpos" del servo infingardo ma simpaticone. Sono le due sole cose che funzionano, oltre alla bellezza delle tre donne. La trama ha assurdità spazio-temporali e voragini di sceneggiatura cui si stenta a credere: come diavolo ha fatto Durano a smaterializzarsi dal castello, ricomponendosi sull'isola dei pirati??? Non ci viene neppure risparmiato il "segretone" da romanzaccio dell'Ottocento. Con molta (troppa?) generosità, arriva a *½.
  • ALLE ORE 19:05 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Ecco noi per esempio... (1977)


    Galbo: La coppia comica Celentano Pozzetto poteva essere meglio sfruttata dal cinema italiano, visto l'indubbio talento dei due. Prova ne è questo film in cui la prestazione dei protagonisti è la cosa migliore, ma il contesto è decisamente non all'altezza, con una sceneggiatura tanto banale nei risultati quanto pretenziosa nelle intenzioni, con la supponenza di volere affrontare problematiche sociali, ma con scarsa adeguatezza nel poterlo fare. Regia quanto mai impersonale.
  • ALLE ORE 20:55 su TV2000

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Attenti alle vedove (1959)


    Daniela: David è una vedova battagliera che alleva aragoste, Golia il proprietario della linea ferroviaria per colpa della cui tirchieria una grossa partita di crostacei è defunta durante il trasporto. Lotta impari? Nelle commedie hollywoodiane del tempo, Golia ovviamente non ha speranze, anche senza contare che la vedovella è affiancata da un avvocato boy-scout aspirante sindaco da sempre innamorato di lei. Pellicola piacevole ma alquanto risaputa, in cui la modestia delle sceneggiatura è riscattata almeno in parte dalla regia abile dello specialista Quine e della professionalità del cast.
  • ALLE ORE 21:10 su 20 Mediaset

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    R Oldboy (2013)


    Gestarsh99: Missione all'apparenza fattibile quella presa in consegna da Spike Lee: adeguare i propri elegantissimi virtuosismi di ripresa agli ipertecnicismi barocchi del cinema coreano più nero e insondabile. Dunque un matrimonio ideale quello tra il regista di colore e Park Chan-Wook, ma l'affinità stilistica e la mano ferrata sul tema della violenza non bastano a ratificare la positiva riuscita di un remake svestito di ogni impatto fragoroso e sprofondamento abissale, scolasticamente tradotto in uno psicodramma thriller rigonfio di soluzioni impacciate e incestuosi tappabuchi tarantiniani. Innaturale.
  • ALLE ORE 21:10 su Italia 2

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Final Destination 3 (2006)


    Buiomega71: Wong si riprende la sua "signora in nero" sottrattagli dall'ipertrofico Ellis. Sembra più un remake del primo, con ottovolanti e metropolitane impazzite, un crossover tra il disaster movie e lo slasher teen, con riminiscenze da Rollecoaster. Il plot è piuttosto misero, ma restano segnali non banali come l'articolo sull'11 settembre. Corpi spatasciati a iosa, feste patronali che si trasformano in splatterfeast con fuochi artificiali e cavalli imbizzarriti. Abbastanza divertente, anche se ormai si respira aria di deja vù. Solo per fan della saga.
  • ALLE ORE 21:10 su Iris

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Posta grossa a Dodge City (1966)


    Galbo: Commedia western incentrata su una partita di poker. Film gradevole e divertente, con una regia che mantiene un ritmo sempre elevato. I personaggi sono ben caratterizzati e la vicenda scorre piacevolmente con un'impennata di interesse finale. Ottima la prova del cast. Buono il doppiaggio italiano.
  • ALLE ORE 21:15 su Cielo

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Le mie grosse grasse vacanze greche (2009)


    Galbo: Georgia è una guida turistica che porta gruppi di vacanzieri in giro per il suo paese natale. Sfruttando furbescamente un titolo italiano che rimanda a un grande successo di qualche anno fa (con la stessa protagonista, Nia Vardalos), Donald Petrie dirige una scialba commedia che sfrutta tutti gli stereotipi della comicità turistica ma che non va al di là di una stantia mediocrità, non riuscendo mai a divertire veramente. Anche un attore come Dreyfuss è evidentemente mal utilizzato.Rimane la bella illustrazione dei paesaggi greci.
  • ALLE ORE 21:20 su Canale 5

    Buiomega71 annuncia che trasmetteranno:

    R Sono tornato (2018)


    B. Legnani: Film alterno, con momenti riusciti e altri che girano a vuoto. Sulla sedia del colpevole sta più che altro il mondo della televisione, ma è un mondo di oggi come la Democrazia Cristiana di ieri: digerisce tutto (infatti coproduce Sky). Popolizio è straordinario, perché riesce a essere Mussolini senza eccedere, ma anche e specialmente con gesti composti e parole non stentoree. Il resto del cast gli è decisamente inferiore. Brutto il prefinale, con la tv della lacrima, ma perfetto il noto finale, che testimonia che gli italiani aspettano sempre un Uomo della Provvidenza, qualunque colore abbia.
  • ALLE ORE 23:10 su Cine 34

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Deserto rosso (1964)


    B. Legnani: Micidiale opera d’un Maestro che ripete sé stesso, crea un tedio forse ineguagliabile, obbliga i personaggi a dialoghi spesso irreali o surreali, ricevendo (sia di conseguenza, sia per scarsa professionalità di base) recitazione mediocri, talora imbarazzanti, Monica Vitti compresa. Si dà ragione a Bruno Cortona. Impeccabile la stroncatura di Rondolino: “cristallizzazione degli elementi più vitali e originali delle opere precedenti” che produce “un manierismo (…) che mina alla base il valore del discorso poetico”. Difatti è nato male, non male invecchiato. Clamoroso fiasco di incassi.
  • ALLE ORE 23:20 su Iris

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Passaggio di notte (1957)


    Daniela: Ex giudice di pace caduto in disgrazia per aver aiutato il fratello minore scavezzacollo riceve un incarico che lo porterà nuovamente a confrontarsi con il ragazzo, entrato a far parte di una banda specializzata in rapine ai treni... Western di stampo classico, senza elementi di novità o particolare interesse ma di buona confezione e con un cast di pregio. Più che Stewart e Duryea, impegnati in ruoli fotocopiativi rispetto ai precedenti, a spiccare è Murphy in un personaggio più complesso ed ambiguo di quelli abitualmente interpretati.
  • ALLE ORE 23:40 su Rai 4

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Nemesi (2016)


    Galbo: Certamente un film imperfetto e con qualche incongruenza di scrittura (in alcuni passaggi “gira” decisamente a vuoto), eppure questa opera del veterano Hill ha un suo fascino che rifugge dal semplice trash legato alla storia, peraltro per qualche verso simile a quella di un film di Almodovar. Dove lo spagnolo ha realizzato un melodramma sentimentale, Hill concepisce un noir con più livelli di lettura, ben realizzato nelle scene d’azione e dove viene abilmente celato (non sempre) il budget che appare piuttosto risicato. Nel complesso non male.
  • ALLE ORE 23:50 su NOVE TV

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Conan il barbaro (1982)


    Caesars: Fumettone che a suo tempo ebbe notevole successo generando un seguito e varie imitazioni. Schwarzenegger è l'interprete ideale per il ruolo di Conan e degna di nota è anche la presenza di James Earl Jones, ma il film è troppo lungo e si prende un po' troppo sul serio per risultare convincente. John Milius ha fatto di meglio.
  • ALLE ORE 01:15 su Iris

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Moglie a sorpresa (1992)


    Galbo: Discreta commedia diretta da Frank Oz in cui Steve Martin architetto sognatore costruisce una casa per una donna che rifiuta di sposarlo. Il valore aggiunto del film è rappresentato dai suoi interpreti. Sia Martin che la Hawn sono attori ideali per questo genere di commedia in cui la verve dei personaggi conta più dei contenuti che infatti non sono granchè. Ne' il tema nè la sceneggiatura sono particolarmente originali e brillanti; solo le buone prove (e la simpatia personale) degli attori rende lo spettacolo godibile.
  • ALLE ORE 01:50 su Rete 4

    Buiomega71 annuncia che trasmetteranno:

    Sexy ad alta tensione (1963)


    Ronax: Prodotto da Canevari e firmato dal suo collaboratore De Fina, il film è una sequela ininterrotta di semi-spogliarelli e balletti, inframmezzati da intermezzi canori e cabarettistici dalle vane pretese umoristiche. Privo di un filo conduttore e girato interamente in studio, ci risparmia almeno le bufale sensazionalistiche e finto-documentaristiche alla Jacopetti o alla Bianchi Montero. Qualche strip, contenuto ovviamente nei rigidi limiti della censura del tempo, si guarda volentieri ma nel complesso la noia regna sovrana. Commento di Alberto Penna irritante come e più del solito.
  • ALLE ORE 02:25 su Rai 2

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Il grande racket (1976)


    Gestarsh99: Pilastro indemolibile del cinemachismo castellariano, la quintessenza imbestialita della filmografia vigilantista made-in-Italy. Il celodurismo di Enzo G. ci va giù pesante, martensìtico, cementizio, frantumando col suo tocco scultorio fatto d'icasticità affascinatrice quei vetri blindati che separano il consentito dal riprovevole e lo squadrismo nero dal paladinismo piccolo-borghese. Dal canto loro, i fratelli De Angelis vi musicano sopra un flusso acido di rock psichedelico che s'incrosta alle immagini come sangue rappreso sul volto di un combattente. Un combattente vivo sì, ma morto dentro.
  • ALLE ORE 03:00 su Rai Movie

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    Quello che so di lei (2017)


    Galbo: Due donne che condividono una parte del loro passato, si ritrovano in un momento particolare della vita di entrambe. Un film che non può prescindere dalle fascinose protagoniste, aderenti al loro personaggio e in grado di trovare un buon feeling reciproco. La psicologia dei personaggi è ben tratteggiata e l’ambientazione anonima è funzionale ad una storia di solitudine e bilanci amari dell’esistenza. Un buon film.
  • ALLE ORE 03:30 su Rete 4

    Caesars annuncia che trasmetteranno:

    I due della legione (1962)


    B. Legnani: Grazioso filmetto con Franco&Ciccio, in cui non esagerano con smorfie e tormentoni, grazie ad una sceneggiatura (a sedici mani...) che, pur con qualche momento di stanca, riesce a divertire. C'è un bel cast di contorno, nel quale però non funziona Noschese, qui inutile. Stupende la Neri e la Vianello. Da notare che Cesare Polacco ricicla (con sorpresa finale) la battuta sulla Brillantina Linetti: peraltro altre frasi prese da Carosello sono citate altre volte (se sente anche un "Ullallà: è una cuccagna!").
  • ALLE ORE 04:30 su Iris

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Un'adorabile idiota (1963)


    Pigro: Non solo è un agente segreto russo imbranato, ma la sua ragazza è pure una svampita, e il furto del dossier inglese fallisce sempre. Commediola semplice semplice, ma realizzata con un ritmo frizzante, un brio spiritoso e una simpatica coppia di attori come Perkins e Bardot, al punto da rendere piacevole e gustosa la visione. Senza pretese, il film sa giocare con gli stereotipi dello spionaggio. E mette allegria.
  • ALLE ORE 05:00 su Rai Movie

    Gestarsh99 annuncia che trasmetteranno:

    Seduzione mortale (1953)


    Daniela: La seduzione del titolo italiano è quella messa in atto da una ereditiera viziata, morbosamente legata al padre, nei confronti di un modesto autista che cede più per pigrizia che per passione... Preminger, che aveva già toccato il vertice del noir in Vertigine, qui non si ripete per demerito di una sceneggiatura un poco sfilacciata e di interpreti di contorno opachi o insignificanti. Se è comunque un buon film lo si deve al fascino minuto di Simmons, alla sensualità indolente di Mitchum, ad un finale tragico di notevole impatto.