LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

I film sulle truffe rappresentano in Italia (paese dei “furbi” per eccellenza) uno dei sottofiloni più redditizi e battuti. Niente di strano che i fratelli Vanzina, da poco usciti con il sequel di FEBBRE DA CAVALLO e prima con altri titoli già vicini al tema (vedi MONTECARLO GRAN CASINO’ o I MITICI) decidano di dedicare un intero film all'argomento (agganciandosi idealmente alla celebre canzone di Venditti, il cui tema riecheggia più...Leggi tutto volte); anche perché viene facile accostarlo alla commedia, come aveva dimostrato a suo tempo Neri Parenti con SCUOLA DI LADRI, film a questo molto affine. Mancano tuttavia nel cast i grandi nomi, a cui Vanzina sopperisce riproponendo in parte quelli di LE BARZELLETTE (Buccirosso, Izzo...) integrandoli con altre facce note di provenienza televisiva. Il gruppone di truffati che si trasformano in truffatori è in definitiva composto da Carlo Buccirosso (la “mente”), Valeria Marini, Max Pisu, Biagio Izzo ed Enzo Iacchetti (presto rimpiazzato da Leo Gullotta). Come consigliere esterno e organizzatore nell'ombra (un po' il ruolo di Salerno in SCUOLA DI LADRI) ecco il calzante Ricky Tognazzi e il quadro è completo. Carlo Vanzina ci mette una regia al solito svelta e competente, suo fratello Enrico sceneggia con più verve del previsto anche perché coadiuvato da una vecchia volpe come Piero De Bernardi. Ma il film, seppur non sgradevole e con qualche momento divertente, non convince molto: colpa di un cast nel complesso deludente (Izzo che fa il finto russo con la grana modello Abramović è imbarazzante) e di una storia ampiamente prevedibile fino al suo epilogo. Alcune finezze meritavano miglior sorte.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ciavazzaro 28/09/09 13:02 - 4770 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Insomma. La Marini fa solo da presenza scenica, perché in quanto a recitazione... Cast eterogeneo: si passa da Gullotta a Iacchetti, professionale. Il film non è gran cosa, ma come già detto il cast si mobilita per renderlo accettabile e anche più.

Galbo 21/06/08 06:08 - 11769 commenti

I gusti di Galbo

Con questo film Carlo Vanzina continua nel suo ritratto cinematografico dell'Italia odierna, prendendo questa volta di mira il mondo delle truffe e un gruppo di onesti che progettano un'ipotetica rivalsa. Il film pur non eccezionale, è vedibile per alcune trovate brillanti carine ed attori piuttosto simpatici (con l'eccezione della Marini, veramente inguardabile). Simpatico in particolare Ricky Tognazzi nei panni della mente occulta della scalcinata banda.

Cangaceiro 3/01/09 11:38 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Senza un asso sbanca botteghino e con un cast quasi interamente televisivo (anche la regia è da piccolo schermo, ma perché è uscito nelle sale?) i Vanzina confezionano un discreto film sul mondo delle truffe condito da una sterile critica sociale, puntualizzata da vari riferimenti a fatti reali (il crac Parmalat, i paradisi fiscali, ecc...). Nonostante sia zavorrato dalla presenza della Marini, il gruppo di attori è ben amalgamato e grazie al sostenuto ritmo narrativo riesce bene ad intrattenere, anche se si sorride soltanto qua e là. Si rivede Della Casa.

Ale nkf 16/05/09 13:40 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Film più che discreto con un cast ottimo e una storia abbastanza convincente. Il film si sviluppa quando un gruppo di persone truffate cercano di truffare a loro volta altre persone. Buona l'interpretazione degli attori. Da vedere per una serata divertente.

Rambo90 23/06/10 20:23 - 6952 commenti

I gusti di Rambo90

Buon film dei Vanzina sulle truffe che ricorda in parte gli imbrogli dei vari Febbre da cavallo e de I mitici (sempre diretto da loro). La storia è piena di colpi di scena e di cambiamenti direzionali della trama, il cast è affiatato e in gran forma (bravissimi Tognazzi e Gullotta, ma anche Buccirosso e Izzo non sono da meno). Peccato per l'uscita di scena repentina di Enzo Iacchetti e per un paio di banalità che impediscono al film di diventare un ottimo prodotto. Da vedere.

Magnetti 26/05/11 10:23 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Film che scorre bene e piacevole da guardare. Merito della regia professionale di Vanzina e degli attori che se la cavano, senza cercare di strafare e senza diventare macchiette. Purtroppo è proprio nel "succo" del film che si trova il difetto principale. La fase iniziale della truffa è molto interessante e ci si incuriosisce parecchio su dove si voglia arrivare rimanendo poi delusi, a bocca asciutta e fin irritati nella scena finale presa pari pari da Due figli di... Nonostante questo il film è consigliato e, ribadisco, gradevole.

Nando 20/03/12 22:50 - 3599 commenti

I gusti di Nando

Commediola italica in cui viene evidenziato il mal costume delle truffe: abbindolati da una banca un gruppo di onesti cittadini cercherà una rivalsa. Situazioni risibili, immagini tendenti alla fiction e momenti narrativi poco credibili e scontati. Cast ridanciano che si limita al compitino con una Marini carentissima.

Graf 11/04/12 13:49 - 708 commenti

I gusti di Graf

Un pellicola dei Vanzina insolitamente gradevole e per nulla volgare. La truffa alla banca viene raccontata in modo piano, chiaro ed avvincente. La suspense per il colpo non viene mai meno per tutto l'arco del film e i personaggi, tutti simpatici e "ordinari", sono ben profilati nelle loro motivazioni psicologiche e non scadono mai nel macchiettistico e nel guittume. Un buon esempio di cinema artigianale italiano in fecondo e stabile equiibrio tra commedia dei caratteri e genere noir. Convincente il concerto recitativo di tutti i caratteristi. Buono.
MEMORABILE: Valeria Marini, non dovendosi spogliare, è costretta a recitare: tutto sommato se la cava bene.

B. Legnani 6/06/12 15:10 - 5063 commenti

I gusti di B. Legnani

Potabile film vanziniano (vanziniano in tutto e per tutto), che alterna momenti di brio ad alcuni di stanca. Non è certo un campione di imprevedibilità ed ha alcune prestazioni attoriali assai mediocri, ma tutto sommato si regge fino alla fine con qualche divertito sorriso. Buccirosso su tutti. **

Piero68 3/12/12 08:57 - 2851 commenti

I gusti di Piero68

Una volta tanto i Vazina bros. propongono un film brioso e con una sceneggiatura che, a tratti, funziona pure bene. Scevro da volgarità gratuite (e soprattutto inutili), il film non è nemmeno una commedia in senso letterale, visto che il core della pellicola non sono né le gag né le battute. E' semplicemente un film leggero dove più che ridere si sorride e, in alcuni casi, ci si ferma pure a riflettere. Cast non altisonante ma comunque funzionale alla pellicola. Persino la Marini non sfigura più di tanto. Buccirosso un gradino più su degli altri.

Carlo Buccirosso HA RECITATO ANCHE IN...

Gabrius79 28/09/15 22:39 - 1291 commenti

I gusti di Gabrius79

Un film reso simpatico dal cast ma che a conti fatti non dà i risultati sperati. Qualche sorriso e qualche trovata gradevole si alternano a momenti decisamente scarsi. I migliori della combriccola sono Buccirosso e Tognazzi, mentre gli altri se la cavano ai limiti della sufficienza. Piacevole la fotografia.

Deepred89 11/06/16 23:33 - 3458 commenti

I gusti di Deepred89

L'ingombrante figura di Valeria Marini non affossa una commedia di assoluto spasso, confezionata senza troppe finezze e in grado di raggiungere agilmente il suo obiettivo: intrattenere e divertire con una paradossale storia di criminali allo sbaraglio. A coronare il risultato concorrono un notevole cast maschile (poco azzeccato solo Iacchetti, che esce presto di scena), un ritmo che non si arresta un secondo, una sceneggiatura ben elaborata e una buffa OST che arrangia in ogni possibile salsa la hit vendittiana. Da non sottovalutare.

Ultimo 23/11/16 19:08 - 1508 commenti

I gusti di Ultimo

Commedia dei fratelli Vanzina senza infamia e senza lode, basata sul mondo delle truffe. Il cast è noto e si vedono molti volti noti del cinema vanziniano: brillano su tutti Biagio Izzo e Tognazzi, mentre risulta insopportabile la Marini. Non male Buccirosso. Regia un po' televisiva, ma a patto di non aspettarsi un capolavoro si può guardare.

Mco 3/04/18 23:01 - 2230 commenti

I gusti di Mco

La sublime arte (cinematografica) della truffa trova compiutezza in un pool di volti noti della commedia italiana. Il divertimento, pur se velato di prevedibilità, non si fa attendere e le situazioni messe in scena riescono a esaltare i punti di forza degli attori impiegati. La Marini mai così seducente, Buccirosso gran mattatore e Gullotta che sembra tornato ai bei tempi del Bagaglino. Per i più curiosi, c'è anche il Gianfilippo dei Cinque del quinto piano (Luca Sandri) come direttore di banca. Insomma, pane per i denti di un buon generefilo.
MEMORABILE: Il forzato accento russo di Izzo.

Pessoa 30/09/21 22:47 - 1879 commenti

I gusti di Pessoa

Tipico prodotto vanziniano che si limita a riprendere e sceneggiare in salsa nazionalpopolare canovacci rodati. Anche in questo caso si nota grande professionalità nel realizzare un prodotto decente senza la presunzione di competere con capolavori come La stangata et similia. Il cast di buon livello, con un superbo Buccirosso, completa il quadro di un tipico film per famiglie, divertente, rassicurante, sostanzialmente innocuo. Forse non abbastanza per il palato di un cinefilo, ma del resto il film non è stato pensato per entrare nella storia del cinema alto. In quel senso, funziona.

Androv 28/11/21 19:33 - 59 commenti

I gusti di Androv

Commedia gradevole e spensierata con un intreccio riuscito e simpatico e un cast tutto sommato ben assortito, tranne qualche caduta (Gullotta, qui particolarmente antipatico). La Marini è in parte e al top della sua bellezza. Molto azzeccata la scelta di Ricky Tognazzi, insolitamente in una parte "viscida". Peccato per la prematura uscita dal film di uno Iacchetti caricatissimo. Luca Sandri straordinario, andrebbe rivalutato. Un film senza pretese ma ben scritto e girato, da vedere come gradevole passatempo.
MEMORABILE: Il personaggio di Sandri; Le gag Izzo-Buccirosso; L'intreccio; La simpatia del cast; La bellezza della Marini.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Cangaceiro • 14/06/10 13:37
    Call center Davinotti - 742 interventi
    Evidentemente ai tempi del mio commento ebbi qualche problema col salvaricordi! :D
  • Discussione Zender • 14/06/10 19:47
    Consigliere - 45275 interventi
    Ho notato :)
    Solo che cancellandotene uno ho dovuto cancellarli tutti.
    Se vuoi far ricomparire I mitici devi risalvare (una volta solo però)...
  • Discussione B. Legnani • 6/06/12 15:27
    Consigliere - 14459 interventi
    Della Casa recita nel film?
    No l'ho notato.
    Non è che lo si è confuso con Buccirosso?
  • Discussione Mauro • 6/06/12 15:33
    Disoccupato - 10482 interventi
    Confermo la presenza di Roberto Della Casa; interpreta il ruolo del responsabile dell'ufficio passaporti (quando Bucirosso e soci vengono arrestati dai finti vigili e portati alla centrale)
  • Discussione B. Legnani • 8/06/12 08:32
    Consigliere - 14459 interventi
    Non lo ho riconosciuto! Qualcuno può mettere immagine?
    P.S. I poliziotti sono veri.
  • Discussione Mauro • 8/06/12 08:39
    Disoccupato - 10482 interventi
    vero... ma stavano partecipando ad una controtruffa orchestrata da Tognazzi.
  • Discussione Mauro • 8/06/12 18:13
    Disoccupato - 10482 interventi
    Eccolo... ho preso proprio il momento dell'ingresso in scena di Della Casa

  • Discussione B. Legnani • 8/06/12 22:55
    Consigliere - 14459 interventi
    Mauro ebbe a dire:
    Eccolo... ho preso proprio il momento dell'ingresso in scena di Della Casa


    È proprio lui. Grazie.