Passaggio di notte - Film (1957)

Passaggio di notte

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/04/12 DAL BENEMERITO RAMBO90
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Rambo90 26/04/12 20:21 - 7707 commenti

I gusti di Rambo90

Un ex giudice di pace accetta l'incarico di fare da scorta alle paghe dei minatori, anche se ciò lo metterà contro il fratello fuorilegge. Western minore fra quelli interpretati da Stewart, con personaggi un po' stereotipati ma una confezione di gran classe. Bella la fotografia, ottime le interpretazioni (Duryea cattivo psicotico è da vedere) e la colonna sonora. Buono il lungo confronto finale, da vedere.

Saintgifts 10/10/12 23:52 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Esteticamente perfetto, grande cura nelle inquadrature e nella scelta dei luoghi tra Colorado e California, con paesaggi dai caldi colori autunnali. Regia professionale con Tiomkin che fornisce una colonna sonora da par suo. A completare questo godibilissimo western un cast adeguato con personaggi ben delineati. James Stewart ricalca uno stile a lui congeniale, è credibile anche quando imbraccia una fisarmonica piuttosto che un Winchester e se la cava pure a cantare. Elegante e curato come sempre Audie Murphy. Ottimo spettacolo.
MEMORABILE: Le scene del ballo iniziale e la scazzottata tra donne; La Durango and Silverton Narrow Gauge Railway; La sparatoria finale.

Homesick 11/10/14 16:25 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Convenzionale e minore, rivisita stancamente e con inclinazione melodrammatica due temi classici del western (le ferrovie alle prese con il banditismo, il conflitto tra fratelli), appoggiandosi ai paesaggi naturali immortalati da un raggiante Technirama. Stewart non aggiunge nulla di nuovo alla sua carriera e si trova a ripetere con la consueta serietà la parte di cowboy tutto d'un pezzo; più stimolanti la gentile ironia di Murphy, giovane fuorilegge in giacca di pelle ben doppiato dai toni spavaldi di Pino Locchi, e la vivace caratterizzazione della Carey, mascolina noleggiatrice di muli.
MEMORABILE: L'assalto al treno.

Puppigallo 22/11/18 19:03 - 5299 commenti

I gusti di Puppigallo

Western con personaggi di consistenza cartavelinica, a dir poco stereotipati (il giusto, colui che ha smarrito la retta via, la carogna...), che non può neanche contare su un buon ritmo, anzi. E nonostante qualche scambio verbale riesca un po' a ravvivare la pellicola, il protagonista e la sua fisarmonica finiranno comunque per minarne la narrazione. In più, il giovane pistolero di turno, seppur simpatico, è assai poco credibile, sia come reazioni, che come atteggiamento (troppo allegro e scanzonato, in un simile ambiente...). Decisamente mediocre.
MEMORABILE: La parte sul treno, dove Stewart e il ragazzino si godono il viaggio all'esterno.

Daniela 4/05/19 10:04 - 12699 commenti

I gusti di Daniela

Ex giudice di pace caduto in disgrazia per aver aiutato il fratello minore scavezzacollo riceve un incarico che lo porterà nuovamente a confrontarsi con il ragazzo, entrato a far parte di una banda specializzata in rapine ai treni... Western di stampo classico, senza elementi di novità o particolare interesse ma di buona confezione e con un cast di pregio. Più che Stewart e Duryea, impegnati in ruoli fotocopiativi rispetto ai precedenti, a spiccare è Murphy in un personaggio più complesso ed ambiguo di quelli abitualmente interpretati.

Nicola81 22/06/22 16:36 - 2873 commenti

I gusti di Nicola81

Western che più classico non si può, la cui convenzionalità narrativa trova parziale riscatto in una pregevole confezione (azzeccata anche la colonna sonora di Tiomkin). James Stewart interpreta un personaggio che nulla aggiunge e nulla toglie alla sua prestigiosa carriera (in compenso la sua fisarmonica verrebbe voglia di buttarla giù dal treno), Duryea perfettamente a proprio agio nell'ennesimo ruolo canagliesco mentre Murphy appare fin troppo scanzonato. Molto ben girata, anche se scontata negli esiti, la resa dei conti conclusiva.

Tarabas 2/08/22 22:36 - 1878 commenti

I gusti di Tarabas

Fratelli contro lungo la ferrovia destinata ad attraversare il Colorado. Uno rapina i treni, l'altro deve impedirlo. Onesto prodotto medio di genere in cui bastava mettere Stewart, Dureya e Murphy e il gioco era fatto. Ora funziona molto meno, ovviamente, e la fotografia ipercolorata non aiuta, terribilmente passata di moda. Meglio gli interni, costruiti con un gusto meno scontato. Il resto scorre senza lasciare molte tracce, facendo rimpiangere i titoli di Anthony Mann con il vecchio Jimmy.

Rocchiola 19/04/24 08:21 - 974 commenti

I gusti di Rocchiola

Stewart è un giudice di pace a cui viene affidata la custodia delle paghe degli operai ferroviari che fanno gola a una banda di fuorilegge di cui fa parte il suo giovane fratello. Doveva dirigerlo Anthony Mann, che abbandonò il progetto ritenendolo mediocre e infatti assomiglia a uno dei suoi western. Affidato al più modesto Nelson ne esce un discreto film che sfrutta benissimo la componente paesaggistica e dai toni meno melodrammatici rispetto alle opere del più celebre e celbrato collega. Duryea è un cattivo ghignante di livello, splendida fotografia in Technicolor.
MEMORABILE: L’incontro con l’anziana ma intraprendente Miss Vittles; Il regolamento di conti finale tra i carrelli della funivia in disuso.

Elaine Stewart HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Le sette sfideSpazio vuotoLocandina BrigadoonSpazio vuotoLocandina Jack Diamond gangsterSpazio vuotoLocandina Peccati d'estate
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Discussione Caesars • 21/06/22 10:02
    Scrivano - 16818 interventi
    In un primo tempo avrebbe dovuto  dirigerlo Anthony Mann, che però rinunciò in quanto a suo parere la sceneggiatura era troppo debole. (fonte: rivista e sito FilmTV)
  • Homevideo Buiomega71 • 1/06/23 15:04
    Consigliere - 26085 interventi
    In blu ray per A & R Productions, disponibile dal 16/06/2023
    Ultima modifica: 1/06/23 16:31 da Buiomega71
  • Homevideo Rocchiola • 19/04/24 08:28
    Call center Davinotti - 1264 interventi
    Per quanto i bluray della A&R siano sempre masterizzati in casa (cioè sono dei BD-R), la visione di questo film è davvero eccelsa. Immagini perfettamente ripulite e nitide, colori vivi, definzione davvero ottima. Audio italino potente e chiaro. Non so quale master abbiano utlizzato (forse quello Usa della Kino Lorber o più facilmente quello del BD tedesco Explosive Media), però si tratta indubbiamente di un prodotto di alta qualità, soprattutto anche in ragione dell'età del film.
    Ultima modifica: 19/04/24 08:38 da Rocchiola