Venerdì 13: Il terrore continua

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Friday the 13th: a new beginning
Anno: 1985
Genere: horror (colore)
Note: Sequel di "Venerdì 13".
Numero commenti presenti: 25
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Dopo le tremende mazzate rimediate nel capitolo IV da parte dell'ardimentoso Tommy (Corey Feldman), gli autori non se la sono sentita di far rinascere subito il caro Jason. E così han tentato di nascondere, dietro l'immancabile maschera da hockey, un uomo che ha subito il fascino del killer di Crystal Lake (ne conserva gli articoli di giornale) e che pensa bene di replicare le gesta dopo che gli uccidono il figlio. Una variante non da poco, per una saga così monolitica, anche se in fondo nell'economia della vicenda non cambia molto: c'è sempre l'allegra combriccola di ragazzotti smaniosi di far sesso (tra loro il semi-catatonico Tommy del capitolo precedente...Leggi tutto, cresciuto e non più col volto del “Goonies” Feldman) ai quali si aggiunge una lunga teoria di personaggi improvvisati che compaiono come funghi giusto per farsi accoppare dopo qualche minuto. E infatti il numero di omicidi stavolta è impressionante, tanto che trovare per ognuno una morte “fantasiosa” si rivela impossibile, costringendo Jason a fare ampio uso dell'inseparabile machete nella maggior parte dei casi. Quando però si decide di variare c'è di che sollazzarsi: asciate improvvise, razzi di segnalazione sparati in bocca, cesoie da giardiniere conficcate nelle orbite, bende strette sugli occhi fino a farli saltare e quant'altro. L'unica è fare attenzione a procurarsi l'edizione integrale del film, perché altrimenti vi resterà in mano una storiellina di nessun interesse, che quanto a vacuità rivaleggia senza problemi coi peggiori capitoli della serie. Dialoghi, cast, musiche sotto la media. Tommy, il sopravvissuto del IV episodio, ha le visioni di Jason per tutto il film: insopportabile!
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Giapo 30/03/07 09:03 - 232 commenti

I gusti di Giapo

Partenza in quarta, attori finalmente all’altezza in grado di interpretare personaggi divertenti e sopra le righe: le loro violentissime morti sono estremamente appaganti. Anche la storia è decisamente buona e originale, considerando i limiti imposti dalla saga, anche se si basa su dei presupposti francamente improbabili. Verso la fine il film diventa un po’ scialbo anche per la mancanza di violenza visiva che di solito rappresenta il punto di forza di questo tipo di film.

Undying 23/04/07 00:13 - 3841 commenti

I gusti di Undying

L'episodio "spurio" della serie, perchè incentrato sulle vicende di quello che tutti credono essere Jason. C'è qualcosa di Tenebre in questo film, il più (ir)razionale dell'intera serie, quello che tenta di dirottare lo spettatore conducendolo nei meandri follia umana. Delitti iperferoci ma mai esplicitamente rappresentati e una decisa ripetitività nel primo tempo lo rendono meno riuscito dei predecessori. Ma se si ama il genere non saprà tradire. L'impasto è composto dai soliti ingredienti: teen-agers, sesso, violenza...

Deepred89 21/09/07 14:30 - 3272 commenti

I gusti di Deepred89

Piuttosto scarso ma superiore al precedente quarto capitolo. C'è qualche buona sequenza, ma il tutto è immerso in un banalità sconcertante. Poco memorabili gli attori, poco memorabili gli omicidi, discutibilissimo il finale. Non il peggiore della saga ma si può benissimo evitare.

Herrkinski 21/05/08 12:02 - 5041 commenti

I gusti di Herrkinski

La variante del killer che si ispira a Jason può far storcere il naso ai puristi della serie, ma a conti fatti poco cambia: vediamo il solito mostro con la maschera da hockey che si aggira per i boschi facendo una carneficina, con la solita fantasia macabra. Sale ancora il body-count, rendendo questo capitolo uno dei più truci della serie. A tratti tremendamente anni '80 e pieno di personaggi insopportabili (a partire dal protagonista), ma poteva essere un discreto canto del cigno... Così non è stato! Il 'verò Jason tornerà.
MEMORABILE: L'inizio, con l'incubo di Tommy in cui Jason sorge dalla tomba.

G.Godardi 22/06/08 15:56 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Credevate che la mattanza fosse finita? E invece no. I buoni incassi del "capitolo finale" hanno indotto la Paramount a ributtarsi nella serie, con quenso "nuovo inizio". Si riprende il personaggio di Tommy dal film precedente (e tornerà anche nel successivo): rimasto traumatizzato dopo la morte di Jason viene rinchiuso in una comunità terapeutica agreste per disdattati. Ma qui ricominciano le morti jasoniane. Capitolo un po' "fuori serie" (in realtà si riaggancia direttamente al primo capitolo, per la trama). Meno splatter e più sesso. E tanto anni 80.

Homesick 27/03/09 18:52 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Jason è morto (per ora…), ma un suo emulo è in agguato… Direttamente ricollegato al capitolo precedente tramite lo shock subito dal bambino – nel frattempo cresciuto - , si imbarca nei solita catena di delitti fantasiosi e iperviolenti, intervallati con humour di bassa lega e qualche nudo; particolarmente imbranati gli attori. La pallina davinottica è una sola, ma paradossalmente il film è alquanto…palloso.

Rebis 29/04/09 17:44 - 2088 commenti

I gusti di Rebis

Pur con un encomiabile rispetto per la continuity, il quinto capitolo si spinge fuori dai binari convenuti. Ma Steinmann fallisce clamorosamente non realizzando alcuna soluzione all'altezza della novità: il gore è modesto, censuratissimo, privo di reale inventiva - oltre a ricalcare sovente gli omicidi messi a segno dal prototipo) - e quando tenta la chiave del grottesco l'esito è ridicolo. Piatto e prevedibile scivola senza suspense verso un finalone artificioso, dove l'esasperato accumulo di colpi di scena mira a procrastinare una telefonatissima conclusione. Recitazione da eutanasia.
MEMORABILE: La sequenza dell'omicidio con le cesoie e con il laccio (pur modesto guizzo...).

Kekkomereq 23/11/11 20:09 - 359 commenti

I gusti di Kekkomereq

Il quarto capitolo faceva pena ed era impossibile fare peggio, perciò i produttori hanno pensato bene di cambiare un paio di cosette: siamo sempre vicino al lago Crystal Lake ma non ci sono più i teenager eccitati; questa volta ci piazzano un gruppo di malati di mente! Le uccisioni sono sempre le stesse, ma c'è anche qualche buon effetto splatter. Come nel precedente la recitazione è un optional, ma l'idea della casa per i malati è meglio della solita minestra riscaldata; la serie aveva davvero un disperato bisogno di novità.

Ryo 31/01/12 12:19 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Morto un Jason se ne fa un altro. Ma la formula rimane invariata: Stesse uccisioni fantasiose nei metodi più particolari (alcuni riciclati da precedenti capitoli), soliti ragazzi vogliosi di sesso e solite location in baite di campagna. La novità è introdotta dal centro di recupero di giovani disadattati e non più giovani in vacanza. Insoliti e suggestivamente disturbanti i vicini campagnoli. Finale da minestrone con continui ribaltamenti di trama.
MEMORABILE: La scena di sesso nel bosco con l'uccisione dei ragazzi; Lo sporco e il marciume dei vicini.

Myvincent 11/08/12 17:08 - 2526 commenti

I gusti di Myvincent

Torna Jason, più arrabbiato che mai e armato di machete all'interno di una comunità di recupero dove solo in pochissimi resteranno in vita. Assassinii truculenti e variegati per una storia che, sebbene usurata, regala sempre qualche brivido. Sullo sfondo musiche e moda in puro stile anni '80. Finale a sorpresa, doppia sorpresa.

Rambo90 30/09/12 15:57 - 6318 commenti

I gusti di Rambo90

L'idea di un nuovo assassino a indossare la maschera da hockey di Jason è buona, gli attori sono in parte più adulti e finalmente non ci sono i classici ragazzi in vacanza. Gli omicidi sono sempre gli stessi però, tutti ultraviolenti e alcuni particolarmente fantasiosi (il bodycount è impressionante: 19 cadaveri in tutto). Il ritmo regge fino alla fine, dove un colpo di scena spiazza lo spettatore, anche se poi Jason in persona tornerà nel film successivo.

Pumpkh75 28/03/13 20:25 - 1299 commenti

I gusti di Pumpkh75

La Paramount va in svantaggio su clamoroso autogol. C’è pochissimo da salvare, forse solo il gore esibito: zero recitazione, regia inadatta, messa in scena rozzissima e sbrigativa, ma soprattutto manca il fulcro della saga. Non bastano i pochi istanti di Corey Feldman né la maschera emulativa di Jason: la battaglia con l’Halloween senza Michael Myers è impari. Non fosse per quella scritta Venerdi 13 sulla fascetta, farebbe parte della collezione di pochissimi.

Tomastich 11/05/13 11:21 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Se Halloween aveva giocato la carta dell'apocrifo con classe e fascino, Venerdì 13 tenta di spiazzare lo spettatore con un escamotage poco divertente (che non rivelerò). Le ambientazioni statiche e gli attori poco capaci affossano ancora di più la scarsa operazione.

Jason19 13/01/14 15:57 - 22 commenti

I gusti di Jason19

Questo capitolo è uno dei più violenti della saga, ma non è tra i migliori. La recitazione è scadente e la regia non particolarmente curata. Un film fatto esclusivamente per sfruttare il successo ottenuto dal precedente. La trama non cambia, sempre il solito gruppo di ragazzini idioti che vengono fatti fuori dal killer con la maschera da hockey. L'unica cosa che si salva è il colpo di scena finale. Esclusivamente per i fan della saga.
MEMORABILE: L'omicidio della ragazza con le cesoie.

Daidae 3/01/16 18:54 - 2731 commenti

I gusti di Daidae

Tra i peggiori capitoli della saga. Alcune scene sono copiate dai film precedenti, le idee scarseggiano, ma è buona invece la trovata dell'emulo. Alcuni personaggi sono a dir poco insopportabili (i contadini con figlio demente e il baffuto arrapato) e viene facile fare il tifo per il pseudo-Jason. Film mediocre che tende allo scarso.

Buiomega71 13/01/16 21:43 - 2235 commenti

I gusti di Buiomega71

Esecrabile sequel di una sciatteria e di una povertà da rasentare il sublime. Regia quasi semi amatoriale, SFX ridicolissimi e mal realizzati. Cosa mi devo sorbire nelle (finte) gesta di Jason? Uno sceriffo che assomiglia a Max Tortora, una sottospecie di Prince che viene infilzato in un cesso mentre canta (!), un buzzurro guardone che manco nelle commediacce erotiche, un'ochetta che fa la breakdance prima di essere uccisa; un ragazzino che affronta Jason con un bulldozer che nemmeno nei Goonies! Il tutto condito con terribili dissolvenze in nero. Imbarazzante.
MEMORABILE: La fan di Cindy Lauper strattonata per il collo da Jason (o chi per lui, vabbè); Il finale nel fienile che fa sembrare tutto una parodia di Venerdì 13.

Jena 22/10/16 20:57 - 1171 commenti

I gusti di Jena

I primi 15 minuti (quelli nel bosco mentre durante un diluvio avviene il disseppellimento di Jason) sono fra i più belli di tutta la saga. Poi inizia il bodycount: si è allibiti più che altro dalla galleria di incredibili freaks che il film mette in campo (dal ciccione che si strafoga di cioccolato alla famiglia di subumani, ai soliti teen in calore), su cui si abbatte la furia dello (pseudo) Jason. Omicidi sempre fantasiosi, ma il film spicca per un citazionismo sfrenato (vedi duello con la motosega) e una certa suspense nel finale!
MEMORABILE: Ad uno viene infilato in gola un razzo; Un altro viene trapassato con una lancia mentre è in bagno; A un altro viene staccata la testa con un laccio.

Hackett 9/01/17 18:18 - 1721 commenti

I gusti di Hackett

Lodevole lo sforzo narrativo di voler trovare una nuova strada per portar morte tra i giovani che frequentano una comunità di recupero. Certo la trama fa abbastanza acqua, ma se non altro si gioca sull'ambiguitá del protagonista (il Corey Feldman del capitolo IV cresciuto) e sul desiderio di vendetta di un'insospettabile. Alla fine c'è pure spazio per una famiglia di zotici (solo madre e figlio) stile Non aprite quella porta e per un bimbo di colore che sdrammatizza in stile anni '80.

Anthonyvm 19/04/18 22:17 - 1795 commenti

I gusti di Anthonyvm

Famigerato sequel odiato per una volta non solo dalla critica ma anche dai fan, per colpa di un colpo di scena finale che sa di "tradimento". Al di là della delusione degli appassionati, si tratta di un modesto ma non disprezzabile slasher che non brilla per qualità tecniche, né tantomeno per logica, ma almeno gode di un bodycount decisamente sostanzioso, sangue in abbondanza (certo che si sente la mancanza degli effetti di Savini!) e qualche nudo accattivante. Un film sfortunato e dimenticato, sarà di fatto ignorato nel successivo capitolo.
MEMORABILE: Le maschere del protagonista; Il finale che lascia intendere una prosecuzione assai diversa da quella che in effetti sarà.

Caveman 26/11/18 23:18 - 163 commenti

I gusti di Caveman

La pellicola precedente chiudeva (per la prima volta) un cerchio, quindi qui si cerca il modo di poter continuare, in modo tutto sommato apprezzabile; e dire che piccoli indizi portano lo spettatore a poter capire dove si voglia andare a parare (la maschera blu, l’altro occhio “cecato”, il tema musicale classico mancante). A unire però pellicola precedente e film successivo ancora quel Tommy Jarvis (nuovo film, nuovo interprete) unico in grado di affrontare Jason, o chi per lui...

Viccrowley 25/06/19 15:04 - 803 commenti

I gusti di Viccrowley

Capitolo interlocutorio della saga jasoniana, il quinto episodio è celebre per essere quello dell'emulo del mostro di Crystal Lake. Steinmann non è un genio in regia, ma dona al film un'atmosfera grottesca con un cast zeppo di freaks e situazioni che rimandano al grandissimo Sleepaway camp. La situazione che darà il via al massacro è stupida e assurda ai limiti dell'incredibile e personaggi come i due redneck sono talmente sopra le righe da risultare stranianti. Fantasiosi gli omicidi orchestrati da Becker, come sempre rovinati dalla censura.
MEMORABILE: Il ciccione preso a colpi d'ascia.

Vito 24/09/19 16:25 - 638 commenti

I gusti di Vito

Jason (anche se stavolta non è proprio lui...) continua a mietere vittime in zona Crystal Lake. Gli omicidi sono molto fantasiosi e spesso violenti, tra cesoiate negli occhi e decapitazioni, ma il film non decolla mai veramente e risulta deludente. Pieno di umorismo (la coppia di bifolchi, il nero che canta prima di essere accoppato) spesso involontario, come il ragazzino che sale sul trattore per inseguire il killer (il quale pare uscito da Mamma, ho perso l'aereo)! Alla fine si gioca pure la carta del male trasmissibile, scelta poi accantonata nei sequel.

Maxx g 8/04/20 23:26 - 492 commenti

I gusti di Maxx g

Quinto film sul terrificante assassino Jason Voorhees. In Italia divenne "Il terrore continua" mentre l'originale invece lo definiva "Un nuovo inizio". Non ci sono i soliti ingenui campeggiatori, ma la lista degli omicidi (prevedibili) è ovviamente numerosa. Ci sono la solita tensione, qualche seno scoperto e un finale a sorpresa. Ovviamente gli amanti del genere avranno pane per i loro denti. Nulla di che.
MEMORABILE: L'omicidio della coppia appartata; Il finale.

Gabigol 13/04/20 17:21 - 411 commenti

I gusti di Gabigol

Classico progettino cinematografico d'inerzia per fare terra bruciata al botteghino. Morto Jason (almeno sulla carta), la prima necessità narrativa è quella di innestare nella storia un emulo. Se la motivazione di quest'ultimo riesce in qualche modo a reggere, a venire meno è la fantasia degli omicidi - body-count ben nutrito, forse il maggiore della serie sino a qui - nonché un canovaccio narrativo più florido di idee per rinverdire un brand adagiato su se stesso. Score musicale anonimo e cast modestissimo.
MEMORABILE: Il disseppellimento; Il razzo segnalatore in bocca; Le cesoie usate a scopo oculistico; Il colpo di scena finale (a caso).

Siska80 6/05/20 11:29 - 523 commenti

I gusti di Siska80

Forse l'episodio con la trama migliore e il finale più toccante, che si ricorda anche per un colpo di scena in grado di sorprendere i meno attenti (deludendo invece quelli a cui nulla sfugge). L'ambientazione in un istituto psichiatrico in cui vivono giovani abbandonati a se stessi contribuisce a rendere l'atmosfera cupa e un po' malinconica. Modesto il cast, ambigua l'ultima sequenza che probabilmente mirava a chiudere definitivamente la serie (salvo poi ripensarci).
MEMORABILE: Il brutale omicidio di Joey.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Herrkinski • 15/03/13 02:30
    Scrivano - 2290 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Io ricordo che le visioni di Jason nel film erano veramente una stucchevole ripetizione portata avanti non so per quanto, e che all'inizio Jason adopera un po' troppo il machete, per accoppare, mentre sappiamo che il bello di questi film è trovare sempre qualche idea nuova per la soppressione di vite innocenti.
    Beh in realtà di omicidi ce n'è parecchi e variegati oltre a quelli infilzati o sgozzati dal machete: tra torce da segnalazione spente in bocca, mannaiate in faccia, asce piantate nel cranio e in pancia, spranghe appuntite usate tipo shish-kebab, decapitazioni, una cesoia negli occhi, una curiosa garrota che stritola occhi e tempie a un tizio, un altro piantato a un albero con un chiodo in fronte, ce n'è per tutti i gusti.. Qui un interessante body-count di quest'episodio: http://www.youtube.com/watch?v=1NDJuzVBIuQ
    Sono invece abbastanza d'accordo che alla lunga le apparizioni di Jason diventavano un po' ripetitive.
    Ultima modifica: 15/03/13 03:02 da Herrkinski
  • Discussione Herrkinski • 15/03/13 02:33
    Scrivano - 2290 interventi
    Rebis ebbe a dire:
    Il quarto capitolo chiudeva il ciclo in modo perentorio, con una fenomenale sequenza splatter... Inevitabilmente il quinto capitolo mi era parso pretestuoso (e, senza spoilerare troppo, in effetti, lo è): lo ricordo molto fiacco malgrado lo script si affannasse a trovare soluzioni originali... E anche il gore non mi era sembrato granchè (ma chissà, forse in tv era stato tagliato).
    Vero, il quarto sarebbe stata la chiusura perfetta; eppure questo quinto capitolo, grazie alla famosa variante e alla dose di sadismo elevata, era un bel colpo di coda. Capisco che ci si sarebbe potuti fermare all'ottimo quarto episodio, ma intendevo che questo quinto nonostante tutto aveva mantenuto una bella qualità rispetto ai successori. Se non altro, aveva la giusta atmosfera, cosa che è andata un po' perdendosi dietro a un certo umorismo di fondo nei successivi.
  • Discussione Herrkinski • 15/03/13 02:58
    Scrivano - 2290 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    D'accordissimo con Rebis, fino al quarto (che è il capitolo che adoro in assoluto dell'intera saga) la sagra di sangue al machete (e non solo) e stata entusiasmante e irresistibile.

    Ma il Terrore continua ha spezzato questo equilibrio finqui raggiunto.

    Anche se in tv passava intonso (almeno, era la stessa versione della vhs Cic Video, col divieto ai 14), lo trovato ridicolo, insensato e francamente demenziale.

    Non solo per gli orrendi sfx di Martin Becker (davvero brutti), ma per tutto l'insieme...

    Dai personaggi alla Zattere pupe porcelloni e gommoni, ad uno scontro finale simil Goonies (tra "Jason " e un ragazzino saccente rompicoglioni alla guida di un...buldozer!), alla rozzezza dell'insieme che in alcune trovate assomiglia più ad un prodotto della Troma.

    Vabbè il tentare di essere originali (anche se il twist finale su Jason sfiora la pagliacciata), ma questo quinto capitolo e davvero pessimo e mal girato, un tanto al chilo.

    Anche la chiusa finale vorrebbe essere originale ma e solo ridicola e pretestuosa

    Per me il più brutto in assoluto della serie, che più che la continua di Venerdì 13 sembra un Phobia prodotto da Llloyd Kaufman.

    Gettare via, senza appello.

    Ps: Unica scena degna di nota il ciccione demente (in tutti i sensi, che se non sbaglio era Dominick Brascia il regista scult di Furia assassina, altro "capolavorone" slasheroso/trashoso) affettato da Jason a colpi d'ascia (ma rovinato non solo dalla regia pedestre del buon Steinmann, ma anche dagli "amatoriali" sfx di Becker)

    Insomma la cosa più bella del film era il manifesto cinematografico dell'uscita italica nelle sale (con tanto di motosega in primo piano), per il resto trash a iosa ben poco divertente.

    Madonna Buio, senza pietà! :-D
    No, a questo giro non sono d'accordo..

    Riguardo agli SPFX, certo Becker non è Savini, tuttavia ha fatto un buon lavoro, non inferiore a molti altri episodi della serie o a tanti slasher similari.

    I personaggi sono piuttosto insopportabili, ma sono carne da macello come negli altri episodi; a me il gruppo che più ha infastidito dei primi 5 capitoli era proprio quello del quarto ad esempio. Il ragazzino nero invece mi sta abbastanza simpatico, è anche un modo interessante di continuare il tema iniziato col quarto, dove Tommy bambino uccideva Jason; in questo Reggie fondamentalmente salva Tommy cresciuto, quindi c'è una sorta di continuità. A dirla tutta, nemmeno Feldman nel quarto episodio era un campione di simpatia ed era anche piuttosto saccente..

    Sì, la scena del bulldozer è un po' demenziale, anche se nella serie di cose demenziali se ne sono viste a bizzeffe, specialmente dal sesto capitolo in poi; in particolare nel settimo e nell'ottavo ci sono momenti completamente ridicoli.

    Definirlo quasi pari a un prodotto Troma mi sembra davvero eccessivo, Steinmann non è un cattivo regista e la confezione era ai livelli dei primi quattro, anche come musiche; il grosso calo l'ho visto dal sesto in poi.

    Il twist finale che rivela il "trick" del film sul momento può deludere, ma non dimentichiamo che..

    SPOILER


    Nel primo episodio il killer era la madre di Jason, quindi ci può stare che qui il killer non sia lui ma il padre del tizio ucciso. Certo, pretestuoso finchè si vuole, ma preferivo questo piuttosto che veder Jason resuscitato da un fulmine stile Frankenstein nel sesto capitolo: quello sì che era ridicolo!
    Inoltre la scena finale, con lo spirito di Jason che si manifesta nello specchio e manda fuori di testa Tommy, facendolo impersonare nel killer, ha una certa aura malvagia.


    FINE SPOILER

    Per concludere, trovavo molto bella anche la sequenza iniziale dell'incubo al cimitero.

    Non sapevo che il Brascia del terribile Furia Assassina fosse il ciccione in questo film!

    Mi piacerebbe vedere il manifesto italiano di cui parli, riesci a postare un link?
  • Discussione Zender • 15/03/13 07:59
    Consigliere - 43431 interventi
    Herrkinski ebbe a dire:

    Mi piacerebbe vedere il manifesto italiano di cui parli, riesci a postare un link?

    L'ho sostituito a quello esistente, che era davvero anonimo. Meglio quello italiano in effetti!
  • Discussione Buiomega71 • 15/03/13 10:16
    Pianificazione e progetti - 21767 interventi
    Herrkinski ebbe a dire:
    Buiomega71 ebbe a dire:
    D'accordissimo con Rebis, fino al quarto (che è il capitolo che adoro in assoluto dell'intera saga) la sagra di sangue al machete (e non solo) e stata entusiasmante e irresistibile.

    Ma il Terrore continua ha spezzato questo equilibrio finqui raggiunto.

    Anche se in tv passava intonso (almeno, era la stessa versione della vhs Cic Video, col divieto ai 14), lo trovato ridicolo, insensato e francamente demenziale.

    Non solo per gli orrendi sfx di Martin Becker (davvero brutti), ma per tutto l'insieme...

    Dai personaggi alla Zattere pupe porcelloni e gommoni, ad uno scontro finale simil Goonies (tra "Jason " e un ragazzino saccente rompicoglioni alla guida di un...buldozer!), alla rozzezza dell'insieme che in alcune trovate assomiglia più ad un prodotto della Troma.

    Vabbè il tentare di essere originali (anche se il twist finale su Jason sfiora la pagliacciata), ma questo quinto capitolo e davvero pessimo e mal girato, un tanto al chilo.

    Anche la chiusa finale vorrebbe essere originale ma e solo ridicola e pretestuosa

    Per me il più brutto in assoluto della serie, che più che la continua di Venerdì 13 sembra un Phobia prodotto da Llloyd Kaufman.

    Gettare via, senza appello.

    Ps: Unica scena degna di nota il ciccione demente (in tutti i sensi, che se non sbaglio era Dominick Brascia il regista scult di Furia assassina, altro "capolavorone" slasheroso/trashoso) affettato da Jason a colpi d'ascia (ma rovinato non solo dalla regia pedestre del buon Steinmann, ma anche dagli "amatoriali" sfx di Becker)

    Insomma la cosa più bella del film era il manifesto cinematografico dell'uscita italica nelle sale (con tanto di motosega in primo piano), per il resto trash a iosa ben poco divertente.

    Madonna Buio, senza pietà! :-D
    No, a questo giro non sono d'accordo..

    Riguardo agli SPFX, certo Becker non è Savini, tuttavia ha fatto un buon lavoro, non inferiore a molti altri episodi della serie o a tanti slasher similari.

    I personaggi sono piuttosto insopportabili, ma sono carne da macello come negli altri episodi; a me il gruppo che più ha infastidito dei primi 5 capitoli era proprio quello del quarto ad esempio. Il ragazzino nero invece mi sta abbastanza simpatico, è anche un modo interessante di continuare il tema iniziato col quarto, dove Tommy bambino uccideva Jason; in questo Reggie fondamentalmente salva Tommy cresciuto, quindi c'è una sorta di continuità. A dirla tutta, nemmeno Feldman nel quarto episodio era un campione di simpatia ed era anche piuttosto saccente..

    Sì, la scena del bulldozer è un po' demenziale, anche se nella serie di cose demenziali se ne sono viste a bizzeffe, specialmente dal sesto capitolo in poi; in particolare nel settimo e nell'ottavo ci sono momenti completamente ridicoli.

    Definirlo quasi pari a un prodotto Troma mi sembra davvero eccessivo, Steinmann non è un cattivo regista e la confezione era ai livelli dei primi quattro, anche come musiche; il grosso calo l'ho visto dal sesto in poi.

    Il twist finale che rivela il "trick" del film sul momento può deludere, ma non dimentichiamo che..

    SPOILER


    Nel primo episodio il killer era la madre di Jason, quindi ci può stare che qui il killer non sia lui ma il padre del tizio ucciso. Certo, pretestuoso finchè si vuole, ma preferivo questo piuttosto che veder Jason resuscitato da un fulmine stile Frankenstein nel sesto capitolo: quello sì che era ridicolo!
    Inoltre la scena finale, con lo spirito di Jason che si manifesta nello specchio e manda fuori di testa Tommy, facendolo impersonare nel killer, ha una certa aura malvagia.


    FINE SPOILER

    Per concludere, trovavo molto bella anche la sequenza iniziale dell'incubo al cimitero.

    Non sapevo che il Brascia del terribile Furia Assassina fosse il ciccione in questo film!

    Mi piacerebbe vedere il manifesto italiano di cui parli, riesci a postare un link?


    Capisco Herr che tu l'abbia apprezzato, ma io lo trovato davvero misero e per giunta mal diretto

    Gli sfx di Becker sono davvero cartooneschi (per usare un eufemismo, che ripeterà pure nel sesto e nell'ottavo che in quanto a sfx sono davvero bruttini-gli arti strappati o amputati sono palesemente fintissimi!)

    Forse avrebbe funzionato come "ripoof" , ma come anello della saga e davvero squallido e stonato.

    Taccio, poi, sulle dissolvenze in nero come nei più nefasti filmettini tv, nonchè le esilaranti foto di Jason sui giornali che lo ritraggono in pose da scompisciarsi e assolutamente innaturali.

    Non ultimo le battute finali, che sembrano una parodia del terzo (bellissimo) capitolo

    Insomma, questo Terrore continua, a me, fà l'effetto delle unghie sulla lavagna

    Ma posso capire che abbia i suoi estimatori (come qualsiasi capitolo della saga)

    Sì, il manifesto italico cinematografico, al contrario del film, e davvero azzeccato!
    Ultima modifica: 15/03/13 10:29 da Buiomega71
  • Homevideo Daidae • 2/12/18 13:28
    Contratto a progetto - 865 interventi
    È uscito in vhs per Cic Video/Paramount
    In DVD è uscito per Paramount/Universal Pictures Italia
    codice asin: B000SL1RO4
    Ultima modifica: 2/12/18 15:33 da Daidae
  • Homevideo Buiomega71 • 2/12/18 14:01
    Pianificazione e progetti - 21767 interventi
    In realtà la CIC Video comprendeva la Universal e la Paramount (vhs Paramount?)

    Semmai Cic Video/Paramount
  • Homevideo Daidae • 2/12/18 15:23
    Contratto a progetto - 865 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    In realtà la CIC Video comprendeva la Universal e la Paramount (vhs Paramount?)

    Semmai Cic Video/Paramount

    Ho messo due etichette distinte in quanto le vhs presentano una copertina differente,quindi penso siano due rilasci differenti.

    Questa è la vhs Paramount/Univideo

    https://i.ebayimg.com/images/g/RC0AAOSwPIhZ8tgA/s-l1600.jpg

    Questa è quella della CIC

    https://i.ebayimg.com/images/g/c4QAAOSwBoZZdcuu/s-l1600.jpg
    Ultima modifica: 2/12/18 15:27 da Daidae
  • Homevideo Buiomega71 • 2/12/18 15:28
    Pianificazione e progetti - 21767 interventi
    Daidae ebbe a dire:
    Buiomega71 ebbe a dire:
    In realtà la CIC Video comprendeva la Universal e la Paramount (vhs Paramount?)

    Semmai Cic Video/Paramount

    Ho messo due etichette distinte in quanto le vhs presentano una copertina differente,quindi penso siano due rilasci differenti.


    Quella a cui ti riferisci è la seconda edizione da vendita del film

    Univideo è tipo un marchio SIAE, con la label non c'entra nulla
    Ultima modifica: 2/12/18 15:28 da Buiomega71
  • Homevideo Daidae • 2/12/18 15:31
    Contratto a progetto - 865 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Daidae ebbe a dire:
    Buiomega71 ebbe a dire:
    In realtà la CIC Video comprendeva la Universal e la Paramount (vhs Paramount?)

    Semmai Cic Video/Paramount

    Ho messo due etichette distinte in quanto le vhs presentano una copertina differente,quindi penso siano due rilasci differenti.


    Quella a cui ti riferisci è la seconda edizione da vendita del film

    Univideo è tipo un marchio SIAE, con la label non c'entra nulla

    Osservando meglio l'immagine sul rilascio della "CIC" appare il marchio Paramount...vado a correggere.
    Con tutte queste etichette è facile confondersi :)