LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Al cinema, grazie al famoso effetto chiamato “Sensurround”, il film di Mark Robson doveva risultare quasi godibile; qualcuno diceva che simili boati potessero rovinare l’udito per sempre; era insomma nata una sorta di leggenda, attorno a EARTHQUAKE e al suo bizzarro sistema di altoparlanti che aveva il compito di ricreare il climax durante le scosse. Il film in sé per sé passava in secondo piano; tanto sapevano benissimo tutti cosa aspettarsi (nonostante all'interno del genere catastrofico EARTHQUAKE venga considerato un apripista): storielle varie di mariti insoddisfatti (Charlton Heston) che si gettano tra le braccia dell'amante (Geneviève Bujold), poliziotti dai nervi tesi (George Kennedy), eroi dell'ultim'ora, ubriaconi indolenti... Leggi tutto(Walter Matthau, accreditato col nome di Walter Matuschanskayasky), esperti sismici e potenti che non gli danno retta per non allarmare i cittadini inutilmente. La paura del “Big One” a Los Angeles esiste da sempre: metterla in scena con effetti speciali convincenti (premiati con l'Oscar) voleva dire toccare un nervo scoperto e cogliere l'interesse di molti. Peccato che la solita durata eccessiva renda insostenibile la proiezione, ricca di frasi noiosissime (e dire che alla sceneggiatura ha collaborato il Mario Puzo del PADRINO) e frustrata dal giocarsi l'evento già al cinquantesimo: dieci minuti di catastrofi assortite e crolli di case di cartone. E dopo? Un'ora intera di soccorsi, gente tra le macerie, facce sconvolte e un paio di ulteriori richiami sismici per smuovere le acque (in senso letterale, visto cosa accade a una diga che sembra stare sopra Longarone). Meglio la prima parte, di attesa...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Pol 23/11/07 18:41 - 589 commenti

I gusti di Pol

Film catastrofico dallo schema stra-classico. E in effetti, visto con gli occhi di oggi, è probabilmente il suo maggiore limite: tutto è prevedibile, scontato. Ovviamente la parte migliore è quella del disastro, realizzato con effetti speciali ottimi ancora oggi (considerando che gli effetti digitali non esistevano). Poi, nella seconda parte, si tira un po' a campare, con personaggi a dir poco caricaturali (il militare invasato) e immancabile lieto fine.
MEMORABILE: Quando un'ascensore si schianta a terra, sullo schermo compare una grossa macchia di sangue disegnata: un incredibile effetto da z-movie!

Lovejoy 29/12/07 21:45 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Catastrofico come genere ma anche come risultato finale. Diretto da un Robson non al suo massimo, con un copione che segue passo passo lo schema del genere finendo per risultare costruito a tavolino, falso, a tratti persino noioso. I personaggi e i dialoghi risultano a dir poco irritanti. E non bastano gli effetti speciali né il ricco cast d'attori, a risollevare la situazione. Heston e la Gardner sono tra l'altro insopportabili. Meglio allora Kennedy. Divertente cameo di Walter Matthau, che viene accreditato con il suo vero nome. Pessimo.
MEMORABILE: Il divertente cameo di Walter Matuschanskayasky alias Walter Matthau!

Ciavazzaro 9/04/08 14:27 - 4751 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Solido catastrofico, con un cast di stelle davvero imponente: a partire dal compianto Heston, la Gardner (doppiata da Benita Martini), la Bujold, Kennedy, Greene, Sullivan Nolan, Matthau (in un cameo); un piccolo ruolo anche per la moglie di Jennings Lang Monica Lewis, sempre presente in questi catastrofici (è Molly, la segretaria bionda). Gli effetti speciali del terremoto sono ancora oggi efficaci; ci sono una buona introspezione psicologica e ottime musiche. Da gustare.

Undying 10/04/08 21:02 - 3841 commenti

I gusti di Undying

Fumettone melodrammatico, retto principalmente sulla gigantesca messa in scena di un evento catastrofico, in grado di ricordarci la nostra (misera) posizione sul Pianeta Terra. Gli attori non sono bravi, anche se presenziano nomi del calibro Charlton Heston e Ava Gardner e, ad aggravare il tutto, concorre la banalità dicotomica del plot, che spacca il film in due parti (bene e male, eroi e vigliacchi senza vie intermedie) con una psicologia dei protagonisti tratteggiata in maniera superficiale...

Enricottta 11/09/09 16:33 - 507 commenti

I gusti di Enricottta

Il successo del film fu condizionato dal fattto che terremoti "freschi", in quel periodo, in Italia non se ne ricordano. Sono sicuro che se il film fosse entrato più avanti nelle sale... Comunque a parte le dietrologia "sismiche", 'sto film è un cagata pazzesca e non trovo quasi nulla di bello da ricordare, eccezzion fatta per una maglietta indossata da Victoria Principal, magari per quello che si immagina stia dentro. Cast incredibile sprecato.

Markus 9/12/09 13:19 - 3193 commenti

I gusti di Markus

Tra i catastrofici americani Anni Settanta questo è tra i più noti. Tensione e azione concreta nella seconda parte, ma per arrivarci occorre sorbirci tutto un primo tempo di noia e inutili dialoghi intrisi di convenzionale, oltre che le solite solfe di coppia aperta e moderna di quel tempo. L’idea (suppongo) sia che il regista abbia voluto presentarci una calma apparente prima del disastro. A suo modo un classico.

Lucius 1/01/11 13:42 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Premesso che la pellicola va valutata secondo i canoni dell'epoca, trattasi di uno dei migliori catastrofici di quel decennio, un kolossal per quei tempi. Un cast particolarmente professianale e gli scenari di distruzione di una Los Angeles polverizzata gli elementi principali che saltano all'occhio, ma tra i risvolti va segnalato anche il lavoro psicologico sui personaggi, specie quello sulla coppia Gardner/Heston, che in pericolo di vita si "ricongiunge" nell'eternità in un vano tentativo di salvataggio dalla marea che avanza.

Galbo 8/09/11 07:08 - 11269 commenti

I gusti di Galbo

Tra i primi e migliori esempi del genere disaster movie che imperversò negli anni '70, Terremoto è un film piuttosto riuscito sul versante tecnico. Considerata l'epoca della realizzazione, gli effetti speciali sono decisamente convincenti. Peccato che la storia sia realizzata all'insegna della prevedibilità più assoluta con personaggi monodimensionali che i pur bravi attori impiegati non riescono a rendere maggiormente interessanti.

Belfagor 15/12/11 19:33 - 2617 commenti

I gusti di Belfagor

Uno dei primi esempi di disaster movie, che punta tutto sugli effetti speciali e sulle scene catastrofiche dall'impostazione monumentale. La sceneggiatura è alquanto schematica, dominata dal melodramma e dalla divisione dicotomica dei personaggi, i quali sono monodimensionali, nonostante siano interpretati da un cast ricco di celebrità. C'è comunque qualche tentativo di introspezione psicologica per descrivere le reazioni davanti a simili tragedie che espongono la debolezza del genere umano. Apprezzabile il cameo di Matthau.

Daniela 3/09/13 16:15 - 8960 commenti

I gusti di Daniela

Catastrofico canonico che attorno ad un disastro - naturale in questo caso ma al solito complicato da avidità e imprevidenza tutte umane - fa ruotare una serie di vicende intrecciate e più o meno interessanti di un pugno di personaggi interpretati da vecchie e nuove glorie dello schermo. Al cinema, se la sala è dotato di un buon impianto "sussultorio", il terremoto fa la sua parte sonora, ma la visione è condannata alla piattezza sismografica da una sceneggiatura banalissima che gli attori supportano con prestazioni di routine. Mediocre.

Rigoletto 18/10/13 20:52 - 1478 commenti

I gusti di Rigoletto

Chi è abituato ai grandi catastrofici degli ultimi 20 anni farebbe bene a... mettersi in salvo. A me, che non sono particolarmente schizzinoso, non è dispiaciuto, anche in considerazione del periodo in cui è uscito. La parte interessante sta nell'evento in sé, con un Charlton Heston che si danna l'anima per buttare fuori dalla barca tutta l'acqua che entra, mentre il resto del cast, in cui figurano grandi nomi, non incide come potrebbe. Gustoso cameo dell'ubriacone Matthau. **
MEMORABILE: Lo schianto dell'ascensore; La signora investita dai vetri; Walter Matthau che si fa un goccetto.

Saintgifts 6/08/14 10:27 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Plot classico (per questo tipo di film) con la parata iniziale dei personaggi (con le loro vite, le aspirazioni e il quotidiano) che poi saranno in primo piano nel momento della catastrofe. Vecchie glorie e stelle nascenti a impersonarli. Gli effetti, parte importante del film, sono discreti: alcuni notevoli, altri decisamente ridicoli come le case di cartone sulle esili palafitte. Giudicarlo oggi non va a suo vantaggio: troppo moderno per essere annoverato tra i pionieri degli effetti e troppo vecchio per beneficiarne.

Piero68 11/11/14 10:55 - 2749 commenti

I gusti di Piero68

Earthquake, insieme all'Inferno di cristallo e all'Avventura del Poseidon, chiude la perfetta trilogia dei disaster-movie anni 70, antesignani di fatto di tutto il genere che tanto successo avrà nei decenni a seguire. Buon cast e buoni effetti (vista l'epoca) anche se la sceneggiatura latita non poco e si limita a personaggi e situazioni tipo. Inutile negare che il film vero e proprio lo fanno il terremoto e l'immediato post. Tutto il resto è poco più di un riempitivo. Visto da bambino, all'epoca, suscitò in me vero e proprio terrore.

Claudius 5/08/15 12:03 - 381 commenti

I gusti di Claudius

Tra i film catastrofici è uno dei più celebri e, tutto sommato, riusciti. La storia è all'insegna della prevedibilità assoluta ma si lascia guardare volentieri (soprattutto la prima parte). Cast di stelle come da manuale anche se più dei due protagonisti si fanno notare Greene, Kennedy e la Bujold. Si può vedere.
MEMORABILE: L'ascensore; Il cameo di Matthau.

Matalo! 5/08/15 14:33 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

La cosa peggiore è il montaggio, con stacchi per nulla fluidi che fan notare i diversi ciak della stessa scena. Ed è poco più di un telefilm in cui il peggio avviene nella prima metà (che dovrebbe essere la più succulenta). Ma senza sensourround Cerwin Vega in tv mostra la sua modestia. Scene cult: Eastwood che si scioglie sullo schermo. Matthau col suo vero nome è un simpatico ubriacone che non si accorge di nulla. Victoria Principal sempre "bbona".
MEMORABILE: L'ascensore precipita e abbiamo un fermo immagine con cartoon di macchie di sangue.

Taxius 7/08/15 14:32 - 1634 commenti

I gusti di Taxius

Molto probabilmente il capostipite del genere catastrofico. Gli effetti speciali non sono affatto male calcolando, ovviamente, che il film è del 74. La storia è quella che è, famiglia/e da riunire, gente che va fuori di testa e il solito eroe che salva il mondo. Il cast di stelle ha aiutato non poco per la riuscita del film. Spiazzanti gli ultimi 30 secondi di film. Non un capolavoro, ma un film assolutamente godibile.

Rambo90 24/06/16 16:49 - 6243 commenti

I gusti di Rambo90

Classicone del cinema catastrofico, per l'epoca forse molto spettacolare, oggi leggermente datato per alcuni effetti e situazioni da melodramma hollywoodiano. Rimane comunque un film godibile, dalla confezione più che dignitosa e la regia robusta, con qualche bel personaggio e alcuni momenti di buona tensione. La parte migliore è ovviamente la seconda, quando le scosse cominciano ad arrivare. Bene la coppia Heston/Kennedy, meno incisiva la Gardner, poco più di un curioso cameo quello di Matthau. Da vedere.

Jurgen77 25/07/16 13:57 - 628 commenti

I gusti di Jurgen77

Uno dei precursori del cinema catastrofico e, come sempre, uno dei migliori. Buoni anche gli effetti speciali che, se si considera il periodo, sono ben fatti e curati. La trama di per sé è abbastanza "convenzionale" e i protagonisti non aggiungono molto alla pellicola, visto che il tutto è concentrato sull'imminente disastro e sul come uscirne vivi. Ci saranno poi un'infinità di "sequel" e film similari di scadentissima fattura.

Puppigallo 5/11/18 19:01 - 4467 commenti

I gusti di Puppigallo

A condannare alla medioctità questa pellicola catastrofica ci pensano i personaggi, non tanto per la qualità della recitazione, anche dignitosa, ma per la loro pochezza, per il disegno elementare, peggiorato da luoghi comuni e comportamenti stereotipati. Per fortuna, le scene di distruzione sono di tutto rispetto, vista anche la datazione (la mega scossa è notevole; e ciò che ne consegue non può non colpire, vista anche l'assenza di computer grafica, che semplificherà, ma solo molti anni dopo). E' questo, alla fine, l'unico motivo per visionarlo. P.S. Assurdi, Matthau e il militare-mitraglia.
MEMORABILE: La frittata in ascensore; Bambino svenuto (facciata sull'asfalto), canale, elettricità e acqua in arrivo; Heston sceglie la babbiona...
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Key man • 20/05/12 15:17
    Galoppino - 685 interventi
    non riuscivo a dormire...così ho acceso la tv, e mentre stavo guardando "Il medico...la studentessa" hanno iniziato a muoversi la lampadari e il letto. Si è sentito parecchio anche a Rimini
  • Discussione Didda23 • 20/05/12 20:28
    Comunicazione esterna - 5689 interventi
    Rebis, figurati era normale che il mio pensiero si rivolgesse a te. Ho pensato pure a Pigro e Fauno ma non avendo il loro contatto telefonico, non ho potuto mandare un messaggio...
  • Discussione Zender • 20/05/12 20:35
    Consigliere - 43746 interventi
    Ok, per continuare passare al davibook, grazie, dove in effetti avevamo chiesto notizie (e dove ringrazio Funesto per le belle parole, sentite da chi aveva ben vivo il ricordo dell'Aquila).
    Ultima modifica: 20/05/12 20:38 da Zender
  • Homevideo Xtron • 9/10/13 17:57
    Galoppino - 1828 interventi
    Il BLURAY UNIVERSAL ha una durata di 2h01m58s (immagine a 26m15s)
    Ultima modifica: 9/10/13 19:33 da Zender
  • Musiche Lucius • 5/01/15 01:25
    Scrivano - 8448 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il 45 giri originale italiano:
    Ultima modifica: 5/01/15 08:43 da Zender
  • Curiosità Zender • 18/05/16 19:49
    Consigliere - 43746 interventi
    Dalla collezione "Sorprese d'epoca Zender" il flano del film. Come faceva notare Caesars, nelle sale a suo tempo il film fu presentato col sistema sonoro "Sensurround" che faceva vibrare le poltrone nelle scene col terremoto (un sistema analogo fu usato nei cinema anche per certe scene di Chi sei?). Eccone la prova (con conseguente esenzione di responasabilità da parte della direzione):
  • Discussione Caesars • 18/05/16 23:45
    Scrivano - 9961 interventi
    Bellissimo il flano, Zender
  • Discussione Zender • 19/05/16 08:26
    Consigliere - 43746 interventi
    Sì, te l'avevo fatto vedere perché ho spostato nello stesso post del flano la tua curiosità.
  • Discussione Caesars • 19/05/16 10:53
    Scrivano - 9961 interventi
    Ho visto, grazie.
  • Discussione Piero68 • 24/01/18 11:33
    Gestione sicurezza - 234 interventi
    Per chi come me lo vide al cinema che era bambino non potrà dimenticare il terrore provato durante la visione. Infatti, il film venne presentato nei cinema con un innovativo sistema audio chiamato "Sensurround" che grazie alla trasmissione di basse frequenze durante le scene di terremoto otteneva l'effetto di far tremare le poltroncine nelle platee. Questo scatenava sovente il panico nei cinema in quanto lo spettatore non veniva preventivamente avvertito di questo effetto presente durante la proiezione