Ragazzi perduti

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The Lost Boys
Anno: 1987
Genere: horror (colore)
Numero commenti presenti: 26
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Ennesima rivisitazione del mito vampiresco, questa volta in salsa giovanile (d'altra parte il regista Joel Schumacher aveva appena girato ST. ELMO’S FIRE). A Santa Carla, un paese infestato da una gang di vampiri in abiti punk e capitanata dal giovane Kiefer Sutherland, arriva una nuova famigliola: lei è Dianne Wiest, arrendevole e pacata come nei film più impegnati di Woody Allen, ma i suoi due figli, al contrario, finiscono in piena lotta contro i vampiri: il maggiore (Jason Patric) ci esce insieme ignaro, attratto dall’ammaliante ragazzotta del gruppo, mentre il piccolo (Corey Haim) si allea con due pari età un po' invasati (uno di loro è il Goonies...Leggi tutto Corey Feldman, che da quel film prende l'atteggiamento e l'amore per le attrezzature “da guerra”) per combattere i nemici della notte con aglio e acqua santa. Si tratta di un film per ragazzi, a ben vedere, uno di quegli horror con buoni effetti speciali (i vari “impalamenti” sono sanguinari e spettacolari), colori e scenografie ben studiati, un pizzico di ironia facile facile e una regia piuttosto solida, che però non riesce a riabilitare sufficientemente una sceneggiatura e un soggetto terra-terra. E dispiace, potendo contare su un buon cast e sull’apporto di Schumacher, veder sprecate alcune buone trovate e un clima generale azzeccato. Purtroppo la banalità regna in definitiva sovrana, riducendo il tutto a un filmetto senza pretese che si esaurisce nello spazio della visione, in cui le scenografie e gli ambienti sembrano contare più della storia. Se cercate qualcosa di più interessante, più maturo e affascinante in tema setta di vampiri in borghese, c'è il coevo IL BUIO SI AVVICINA.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 29/04/07 16:21 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Considerato, da molti, un titolo di punta sulla moderna (fine anni '80) cinematografia dei vampiri, il film di Joel Schumacher è invece titolo ruffiano e premonitore della nuova e disastrosa corrente edulcorata di horror (mascherati) destinati ai teen-agers. Gli attori sono anche bravi e la regia di Schumacher è sempre molto accorta, ma è la storia che proprio non fila, orientata com'è al lato superficiale e all'apparenza. Attenzione puntata sui corpi, più che sullo spirito e la mente. Anemico.

G.Godardi 9/05/07 18:32 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Teen comedy horror (più comedy che horror) tipico della zona del crepuscolo di fine anni 80, quando tornarono di moda tematiche vampiresche (Ammazzavampiri, Vamp) o comunque "mostri classici" (Scuola di mostri). Prodotto da Donner, che inizialmente lo doveva pure dirigere ma, causa Arma letale, affidò il compitino all'ex designer Schumacher. Il Donner touch infatti è molto visibile, tanto da far sembrare il film un epigono de I Goonies. Ma per farlo piacere anche a non prepuberali è stata inserita una variante alla Gioventù bruciata. Furbetto ma veloce e ben fatto.
MEMORABILE: E' uno dei film preferiti di Tarantino (presumibilmente affascinato dall'atmosfera fumettistica che lo pervade) tanto da essere citato ne Le Iene.

Cinevision 19/09/07 12:02 - 72 commenti

I gusti di Cinevision

Una madre con i suoi due figli arriva nella piccola e apparentemente tranquilla cittadina di Santa Carla; i due si stabiliscono dal padre, un bizzarro ex-hippy. Le prospettive di vita sembrerebbero tranquille se non fosse che la piccola città è infestata da giovani vampiri in salsa punk. Il figlio più grande viene vampirizzato e a salvarlo ci penserà il più piccolo insieme a due ragazzini esaltati che giocano a fare gli ammazzavampiri. Ottima unione fra teen-movie e horror, con musiche che calzano a pennello.
MEMORABILE: Ogni sequenza con i fratelli Ranocchia: fanno morire dal ridere!

Puppigallo 16/01/08 09:55 - 4515 commenti

I gusti di Puppigallo

Dopo cinquanta minuti circa si ha già una certa nausea di questi ragazzini e ragazzotti, che ricordano i Goonies, solo un po’ più dark (ma poco). Ogni tanto (la scena sotto il ponte della ferrovia) ha qualche piccolo sussulto, ma si fatica parecchio a reggere i dialoghi puerili e alcuni personaggi quasi caricaturali. Poi, verso la fine, l’attacco alla casa ravviva il tutto, ma la cosa regge per non più di dieci minuti, dopodichè si conclude in grande pagliacciata, col combattimento finale. Evitabile.
MEMORABILE: Il vampiro sciolto nella vasca, piena di acqua e teste d’aglio, che causerà qualche “piccolo” problema alle tubature.

Lovejoy 15/05/08 15:16 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Modesto teen horror sui vampiri che si salva esclusivamente per merito degli attori (in particolare il convincente Sutherland e i giovani Haim e Feldman). Per il resto, la storia in sè non è particolarmente originale e Schumacher in cabina di regia non è un "mostro" di personalità. Comunque la vicenda si segue volentieri e per una volta gli effetti speciali non si divorano il film. Godibile.

Herrkinski 16/06/08 19:05 - 5208 commenti

I gusti di Herrkinski

Certo è un film che va visto senza pretese, ma non per questo è del tutto disprezzabile. Mix riuscito tra teen-comedy anni '80 (anche a causa dei classici Haim e Feldman) e horror vampiresco con contorno di iconografia punk, "Ragazzi Perduti" è un film davvero godibile, con parecchie sequenze azzeccate ed effetti speciali all'altezza (spesso anche parecchio splatter). Grande il giovane Kiefer Sutherland, a suo agio nel ruolo di leader dei cattivi e ottime musiche (sia il tema principale che i brani degli INXS). Gloriosamente '80s.

Ciavazzaro 26/07/08 12:06 - 4765 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Solitamente non apprezzo film del genere, ma questa volta devo dire che la pellicola in questione è una delle mie favorite. Merito di un buon cast, tra cui spicca il capo dei vampiri (un giovane Sutherland). C'è pure Corey Feldman. Da vedere, buoni effettacci sanguinosi.
MEMORABILE: La scena sul ponte della ferrovia, con il gioco molto divertente per i vampiri.

Galbo 16/11/09 07:06 - 11422 commenti

I gusti di Galbo

Il film rappresenta il tentativo di coniugare il genere giovanilistico con l'horror, sia pure di tipo piuttosto mitigato. Il risultato è uno strano ibrido con buone potenzialità ma dallo svolgimento piuttosto deludente a causa di una sceneggiatura che tende a rifugiarsi negli stereotipi del genere. Buona la prova del cast dove spicca un giovane e promettente Kiefer Sutherland.

Tomastich 26/04/10 11:36 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

In memoria di Corey Haim: dedicando un ricordo al giovane attore, co-protagonista di questa pellicola, scomparso un mese fa, è bello pure ricordare un epoca in cui l’entertaiment giovanile fondava su solide caratterizzazioni horror-fantasy, look da guerrieri con crinieri heavy rock ed una musica eccezionale. "I still believe" parla da sola… e continuerà a parlare per sempre, contro falsi revivals e ondate moderniste di revisionismo. Un difetto? La parte centrale è troppo lenta.

Rebis 10/05/11 08:45 - 2088 commenti

I gusti di Rebis

Un Luna Park sulla spiaggia; una cittadina californiana in pieno disadattamento anni '80; i "missing" che costellano i muri delle strade; un nonno svitato che la sa più lunga di quanto sembra; e poi l'idea di svecchiare il vampirismo (radicalizzata dalla Bigelow) che avrà lungo seguito nell'horror a venire. Il clima c'è tutto e visivamente il film si mantiene interessante mentre addensa le premesse, ma si banalizza quando arriva al dunque. Discreti guizzi ironici. Fascinoso Sutherland. La produzione esecutiva di Donner impone "innesti goonies" (col testimonial Corey Feldman). Godibile.

Provendola 10/09/11 11:08 - 6 commenti

I gusti di Provendola

Un film che passò alla storia per aver consegnato a una nazione all'insegna del conservatorismo patriottardo e del disimpegno assoluto tre icone che lasciarono un segno indelebile, simboleggiando esattamente l'opposto: il mitico Kiefer a capo della spietata gang dei vampiri e soprattutto i giovanissimi Haim e Feldman, nel ruolo degli antieroi paurosissimi e fuori di testa, due leggende per noi De-generazionali. Come dimenticare Haim che canta nella vasca da bagno "Non ho una casa per saltellare, sono una rana solitaria, non ho un uomo, dove sei Rob Lowe?"...
MEMORABILE: Alan Ranocchio che urla "È l'attacco di Eddie Munster!" e invece è solo il bambino "vampiretto" in presa a una crisi isterica!

Daidae 15/08/12 01:03 - 2748 commenti

I gusti di Daidae

Appena passabile, con un cast che se la cava discretamente. Troppo molliccio e troppo americano per chi come me è abituato ai vampiri di stile gotico presenti nei film europei. La parte centrale è indigeribile (noia a profusione e scene inutili), poi si risveglia. In sintesi: né troppo bello, né troppo brutto, sfiora la sufficienza.
MEMORABILE: L'impalamento del vampiro.

Dusso 26/12/12 00:12 - 1535 commenti

I gusti di Dusso

"E' un film bello da vedere" come dice lo stesso regista e sono pienamenente d'accordo; fantastico il lavoro sulle scenografie e la fotografia, bellissime location e colonna sonora suggestiva. E' un film di vampiri per teenager, quindi la storia non è certamente di alto livello, anzi, ma rivedendolo non me lo ricordavo così divertente e con un ottimo ritmo. Tra i tanti film di vampiri questo titolo rimane ancora oggi "fondamentale"; poi più anni 80 di così...

Jena 23/03/13 10:56 - 1207 commenti

I gusti di Jena

Ormai un classico. Eh sì, il film di Schumacher rappresenta, con Vamp, la summa del cinema vampiresco/ottantiano/reaganiano, con la sua demitizzazione del vampiro classico/Hammer e l'anticipazione di tutte quelle ibridazioni teen/vampiresche che domineranno gli anni a seguire. C'è tutto: l'estetica da video clip, i teenager in fregola, i ridicoli ammazzavampiri, un po' di sesso... La regia del buon Joel qua e là non è male e i giovani attori coivolti faranno nel bene o nel male parlare di sé. Per gli amanti degli anni ottanta un must!
MEMORABILE: Le aggressioni vampiresche dall alto; La bellissima sequenza dell'inseguimento in moto sulla scogliera.

Daniela 19/01/15 15:26 - 9525 commenti

I gusti di Daniela

Costretta a tornare in provincia a casa del babbo strambo, West si porta dietro i figli adolescenti; il maggiore entra però in un brutto giro... Uno dei titoli più citati del sotto-genere teen-horror degli anni Ottanta, declinazione giovani vampiri, deve la sua fama a qualche scena suggestiva e all'aver lanciato Kiefer bello e dannato, però è anche abborracciato nella sceneggiatura, con personaggi fastidiosi e/o macchiettistici, dialoghi spesso peurili, un finale baracconesco. L'ironia, che rende gradevoli film analoghi, è qui spesa con troppa parsimonia. Vedibile, ma deludente.

Darkknight 29/10/17 13:51 - 352 commenti

I gusti di Darkknight

Dracula meets Gioventù bruciata e I Goonies, ma perde nel confronto con Ammazzavampiri e Il buio si avvicina. Buoni regia, recitazione, fotografia, soundtrack ed effetti speciali, ma rimane uno dei film di vampiri più anemici (tranne una breve scena a metà film) mai visti. La resa dei conti finale rivitalizza il tutto, ma ci si annoia prima di arrivarci. L'amore per gli 80s l'ha reso un piccolo cult per serate nostalgiche ma senza pretese.
MEMORABILE: "C'è una cosa in questa città che mi è sempre rimasta sullo stomaco... Tutti quei maledetti vampiri."

Vito 22/05/18 04:19 - 662 commenti

I gusti di Vito

I moderni vampiri per Schumacher e Donner (qui produttore) sono i ragazzi ribelli degli anni '80 tutti sesso, droga e punk-rock. Giovani teppisti che dormono in caverne per sfuggire al sole della California e di notte partono a bordo delle loro moto in cerca di vittime. Un buon horror che tiene desto lo spettatore tra sangue, azione, combattimenti e molto umorismo. Ottimo il cast con Patric, Sutherland e i mitici two Coreys.
MEMORABILE: Patric viene iniziato al vampirismo tra vermi e bevute di sangue umano; Jamie Gertz; I Ranocchi bros.; L'assedio finale alla casa dei protagonisti.

Thedude94 17/07/18 17:55 - 589 commenti

I gusti di Thedude94

Classicone horror adolescenziale anni '80, quest'opera di Schumacher rimane una pietra miliare del genere per fattura e intrattenimento; i giovani attori sono bravissimi, così come gli adulti. Eccellente la fotografia vampiresca, che caratterizza i momenti di tensione che si vivono soprattutto nella parte finale. Per chi ama un po' i vampiri e un po' di commedia teen è un classico a cui non si può rinunciare; ottime le musiche e le scenografie; e quel po' di splatter che non può mancare, in film così. Notevole.

Minitina80 19/10/18 08:36 - 2364 commenti

I gusti di Minitina80

Un misto tra commedia di stampo adolescenziale e horror. Schumacher svecchia l’immaginario del vampiro calandolo in una realtà moderna, ben diversa da quella classica. Resta qualche dubbio, invece, sul modo in cui affronta il vampirismo, non provando minimamente a staccarsi da certi stereotipi ormai consunti. Se non ci fosse una semplicità di fondo che spesso e volentieri sfocia nel banale, sarebbe anche gradevole. Buono l’apporto della colonna sonora che fa sentire il suo contributo in più occasioni.

Taxius 17/12/18 22:32 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Ragazzi perduti è un riuscito tentativo di mescolare adolescenza e vampirismo, un po' come verrà fatto con Twilight circa 20 anni dopo ma con risultati opposti. Schumacher gira una pellicola che è un caposaldo del teen horror anni 80, divenuta cult grazie al fatto di essere pregna di tutti quei bellissimi cliché che andavano di moda in quel periodo. Sicuramente uno di quei film che non si dimenticano...

Rambo90 6/07/19 02:02 - 6397 commenti

I gusti di Rambo90

Teen horror molto godbile, riuscitissimo da un punto di vista visivo con immagini elaborate e in generale una bella messa in scena misteriosa. La trama coniuga momenti seri a un'aria da avventura per ragazzi alla Goonies ed è un bene, perché se difficilmente si riesce a prendere sul serio la minaccia, l'ironia sopperisce a questa carenza. Molto bene il variegato cast, soprattutto i ragazzini e un mefistofelico Sutherland. Azzeccata la colonna sonora. Notevole.

Hackett 2/11/19 11:38 - 1728 commenti

I gusti di Hackett

Altro piccolo tassello di quel mosaico horror tipicamente ottantiano, il film di Schumacher ne possiede pregi e difetti alternando una narrazione incalzante e momenti di tensione concreti a momenti lenti e di semi comicità regalati in particolare dai protagonisti più giovani tra i quali spicca un esasperato Corey Feldman. Tra vampiri cotonati e spalline abbondanti, questo piccolo cult rimane comunque un film godibile, anche se qualche passo indietro rispetto al precedente e più riuscito Ammazzavampiri.

Pumpkh75 14/11/19 14:13 - 1326 commenti

I gusti di Pumpkh75

Lagavulin tra le dita ma il pensiero va all’Ergo Sprint: estive spensieratezze costiere, la familiarità dei negozi di VHS e fumetti, una motley crue di vampiri hair metal e quella "Cry Little Sister" che canticchi per giorni. Qualità generale magari non eccelsa eppure poco import(av)a e poco perché della bandiera apprezzi i colori e meno la stoffa. E’ l’apice per molti (Schumacher, Feldman) e la Bigelow gli sottrarrà i Goonies per trasformarlo in quella pietra miliare che è Il buio si avvicina. Età avanzata, pallinaggio in rapida salita.

Pesten 16/11/19 16:33 - 639 commenti

I gusti di Pesten

Frose uno degli ultimi esempi di come teen movie non significasse al tempo qualità infima. Il regista prende una storia di vampiri, la porta nell'era moderna (eravamo alla fine degli anni 80), la edulcora, la imbastardisce con un velo di ironia filo trash, la rende semplice come fosse un'avventura che tutti da giovani vorrebbero vivere nel week end. Il risultato è un film che, grazie anche a una colonna sonora incredibile, ha segnato nel bene e nel male la fine di quel decennio diventando un piccolo cult. Ancora oggi è un piacere vederlo.
MEMORABILE: La colonna sonora; I fratelli Ranocchi.

Lupus73 29/07/20 02:02 - 639 commenti

I gusti di Lupus73

Variazione tutta ottantiana e patinata del genere gothic vampiresco. Famiglia si trasferisce in una città dall'atmosfera surreale e tenebrosa, il figlio maggiore subisce un'iniziazione da una banda giovanile notturna che si rivela un covo di vampiri. Sorta di incrocio tra Il buio si avvicina (decisamente migliore) e le prodezze dei Goonies (c'è Feldman) in versione ammazza-vampiri. Alcune scene (e scenografie) sono molto suggestive e curate, ma la sceneggiatura è troppo da fumetto per ragazzini (e c'è anche il negozio). Finale da parodia. Meglio rivedersi Ammazzavampiri.
MEMORABILE: Kiefer Sutherland nel ruolo del beffardo vampiro capo banda.

Rigoletto 30/08/20 10:52 - 1604 commenti

I gusti di Rigoletto

Prodotto da Richard Donner, il film diretto da Joel Schumacher porta nuovo sangue al mito vampiresco diventando un piccolo cult degli anni '80. Il target è un pubblico giovanile che si rispecchierà nei protagonista e la storia, venata di umorismo (soprattutto nella figura dei fratelli Ranocchi, Feldman e Newlander), non può non suscitare una certa simpatia. Nel cast anche Kiefer Sutherland, che riprende il ruolo di bulletto come in Stand by me, offrendo un'altra buona interpretazione.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Ciavazzaro • 7/06/09 12:47
    Scrivano - 5604 interventi
    Per il ruolo del nonno vennero considerati Kennan Wynn che pero' mori poco prima dell'inizio delle riprese,e John Carradine che pero' era troppo malato per poter partecipare.
  • Curiosità Ciavazzaro • 11/06/09 11:11
    Scrivano - 5604 interventi
    Inzialmente lo stesso produttore esecutivo Richard Donner voleva dirigere il film,ma alla fine fu convinto ad affidare la regia a Joel Schumacher.
  • Discussione ShangaiJoe • 24/11/11 19:56
    Galoppino - 217 interventi
    Il primo omicidio (quello del guardiano del Luna Park) ha, a mio avviso, più di una similitudine con l'omicidio di Flavio Bucci in "Suspiria".
  • Discussione Zender • 24/11/11 20:23
    Consigliere - 43615 interventi
    ShangaiJoe ebbe a dire:
    Il primo omicidio (quello del guardiano del Luna Park) ha, a mio avviso, più di una similitudine con l'omicidio di Flavio Bucci in "Suspiria".
    Che a sua volta doveva molto al finale di La notte delle streghe. Chissà, magari Ragazzi perduti salta Suspiria e si rifà direttamente alla matrice originale. Purtroppo il film di Schumacher non lo ricordo...
  • Homevideo Zender • 23/02/17 08:36
    Consigliere - 43615 interventi
    Il bluray import targato Warner Bros ha anche l'audio (e i sottotitoli) in italiano:

    Audio: Italiano (Dolby Digital 2.0), Tedesco (Dolby Digital 2.0), Inglese (Dolby Digital 5.1), Inglese (Dolby TrueHD 5.1), Francese (Dolby Digital 2.0), Spagnolo (Dolby Digital 1.0)
    Lingua: Spagnolo, Tedesco, Francese, Italiano, Inglese
    Sottotitoli: Tedesco, Inglese, Portoghese, Spagnolo, Danese, Olandese, Francese, Finlandese, Italiano, Norvegese, Svedese
    Regione: Regione B (Maggiori informazioni su Formati Blu-ray.)
    Formato immagine: 1.77:1
    Studio: Warner Home Video - DVD
    Durata: 97 minuti

    https://www.amazon.it/Lost-Boys-Edizione-Germania/dp/B001DX9FU4/ref=sr_1_1_twi_blu_2?ie=UTF8&qid=1487835243&sr=8-1&keywords=ragazzi+perduti
  • Discussione Raremirko • 18/04/17 02:24
    Addetto riparazione hardware - 3482 interventi
    Sinceramente non mi è piaciuto molto...

    Ok location, nella media effetti e make up, facce giuste, ma il film pare non decollare mai.

    Pure l'elemento horror non è sfruttato tanto bene, in un film a tratti blando e superficiale, che ho trovato a malapena sufficiente.

    C'è tanto Donner (produttore) e poco Schumacher e, francamente, i Goonies eran un'altra cosa...

    Qualche potenzialità, gran cast (tra gli altri, il 2 volte premio Oscar Dianne Weist e Edward Hermann), scorrevolezza, ma il film non ha l'anima.

    Schumacher farà di molto meglio; 2 sequel.
  • Discussione Buiomega71 • 18/04/17 19:34
    Pianificazione e progetti - 22024 interventi
    A me non era dispiaciuto. Tolti gli insopportabili fratelli "ammazzavampiri" Ranocchio, e un film veloce e divertente, con un pizzico di cattiveria che non guasta , nonchè di un notevole colpo di scena (chi è il capo dei vampiri? Ma pensa te...)

    Io lo trovai molto schumacheriano e molto poco donneriano (I Goonies era farina del sacco di Spielberg alla fine e Linea Mortale ne è un proseguio più adulto)

    Mi ha divertito alla fine, e meno peggio di tanti film ottantiani sui succhiasangue.

    Deliziosi gli SFX di sua maestà Greg Cannom
    Ultima modifica: 18/04/17 19:34 da Buiomega71
  • Discussione Raremirko • 20/04/17 03:30
    Addetto riparazione hardware - 3482 interventi
    Beh, anche di Columbus se vogliamo, che ne I Goonies era co-sceneggiatore...


    Mamma cosa mi hai fatto scoprire: Josh Brolin era Brand!! E cè pure Pantoliano, non me lo ricordavo...


    Sapevi dei 2 sequel di The lost boys?

    Si, gli sfx li rivaluto; ho visto gli extra del blu ray e certe creature animatroniche sono notevoli.
  • Discussione Caveman • 19/12/18 18:49
    Pulizia ai piani - 280 interventi
    Uno dei miei film preferiti nel genere vampiresco.