LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/06/10 DAL BENEMERITO ENRICOTTTA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Enricottta 16/06/10 19:34 - 507 commenti

I gusti di Enricottta

Maruzzella, l'amore impossibile di un musicista che oggi definiremmo neomelodico. L'Allasio si impone per la bellezza da infarto, Serato solito latin lover de' noantri, Carosone la faccia triste di Napoli. Cocktail preparato male e servito peggio, sullo sfondo bei paesaggi con colori pastello che virano verso il cinemascope. Ricordi di un bambino, che vedeva queste pellicole su RAI 1 alle 10 di mattina, credo in occasione della fiera della casa di Napoli.

Homesick 19/07/11 11:06 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Se la vicenda sentimentale è talmente scontata da rendersi irritante, del tutto inattesa è invece la capacità di Capuano di rannuvolare una commedia esposta al calore di Napoli e delle canzoni diegetiche di Carosone con spunti da romanzo d’appendice (il medesimo uomo conteso tra figlia e matrigna, l’imbroglio del testamento, l’omicidio-suicidio) che, insieme all’intermezzo onirico del balletto saraceno, rammentano l’appartenenza del regista al cinema avventuroso. Florida e solare, l’irresistibile Marisa Allasio sfoggia un campionario di bikini, costumi interi, prendisole ed abiti da sera.
MEMORABILE: Marisa Allasio che esce dall’acqua in bikini giallo; lo scatenatissimo assolo di batteria di Gegè Di Giacomo, con tanto di colpi di pistola finali.

Guru 5/09/15 12:05 - 348 commenti

I gusti di Guru

Musicarello senza troppe pretese, recitato con poco entusiasmo. Niente da togliere al genio artista Renato Carosone ma la storia è mediocre e poco veritiera. Alcune scenografie meritano attenzione anche tenuto conto dell'anno di realizzazione con evidente influenza americana. Belli i paesaggi di sfondo.

Daniela 6/09/17 23:03 - 9415 commenti

I gusti di Daniela

Ragazza orfana ingenua si innamora dell'amante della matrigna che la sta derubando dell'eredità paterna con la complicità di un ragioniere a sua volta abbindolato dalla maliarda ... La trama sentimental-melodrammatica è di scarso interesse in questo simil musicarello con Carosone che fa inutilmente gli occhi dolci ad Allasio, sfolgorante bellezza nordica, a sua volta attratta dallo stoccafisso Serato. Del resto, in film di questo genere, la trama è solo un pretesto per inanellare una serie di canzoni: qui sono simpaticamente ruspanti, per cui sotto questo aspetto il film è apprezzabile.

Markus 7/08/20 18:17 - 3297 commenti

I gusti di Markus

Chiaramente il film ruota attorno alla sciantosa Marisa Allasio, che coglie l'occasione - e fa bene - per mettere in mostra le sue curve in ogni dove e a Renato Carosone, con i suoi scatenati ritmi canori. Diviso tra film musicale e commedia sentimentale partenopea, l'opera di Luigi Capuano  non va oltre a un campionario d'ovvietà e dialoghi - ai limiti del logorroico - tipici del periodo. La confezione è purtroppo povera e quasi tutta d'interni; resta solo la verve italica di alcuni dei "personaggi", che di certo non basta a reggere il peso della scarsa pellicola.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità R.f.e. • 18/06/10 13:18
    Call center Davinotti - 854 interventi
    Doppiatori:

    *Luisella Visconti: Marisa Allasio
    *Roberto Villa: Massimo Serato
    *Aldo Giuffré: Renato Carosone

    Adolfo Geri si doppia da sé

    doppiaggio: C.I.D. (1956)
  • Curiosità R.f.e. • 18/06/10 13:24
    Call center Davinotti - 854 interventi
    Fotografia a colori sgargianti, nel famigerato sistema Ferraniacolor.

    Alcuni altri film italiani girati con questo sistema di colore furono: Totò a colori, Magia verde, La spiaggia, Africa sotto i mari, Miseria e nobiltà, Il più comico spettacolo del mondo, Un turco napoletano, Il medico dei pazzi, Gran Varietà, Afrodite dea dell'amore, Amori di mezzo secolo, La congiura dei Borgia, Il conte Aquila, Cavalleria rusticana, Ci troviamo in galleria, Totò all'inferno, Giorni d'amore, La grande strada azzurra, Cinema d'altri tempi, A Sud niente di nuovo, Attanasio cavallo vanesio, Due notti con Cleopatra, Pezzo, capopezzo e capitano, Giove in doppiopetto, Rascel marine, Canzoni di mezzo secolo, Canzoni, canzoni, canzoni, Canzoni di ieri, canzoni di oggi, canzoni di domani, ecc.
  • Curiosità Enricottta • 19/06/10 12:15
    Custode notturno - 82 interventi
    Grazie mille R.f.e ,per la precisazione sul sistema di colore su pellicola Ferraniacolor,la mia non era sciatteria ma onestamente non ricordavo come si chiamasse.Però i film che hai menzionato li ho visti quasi tutti ,e condivido con te sulla bruttezza dell'effetto,sui visi in special modo.Ricordo un Totò a colori,appunto colori,che sembrava "carnevale",come si dice dalle nostre parti.