Dirty love

Media utenti
Titolo originale: Dirty Love
Anno: 1988
Genere: erotico (colore)
Note: Aka "Dirty love - Amore sporco", Dancing Is My Life"; "Sexy dancing". All'estero è stato spacciato come ulteriore sequel di 11 giorni 11 notti, ovvero 11 Days 11 Nights: Part 5 - Dirty Love.
Numero commenti presenti: 7

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/03/12 DAL BENEMERITO LUCIUS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lucius 6/03/12 01:06 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Non può chiedere un passaggio in autostrada che le piazzano le mani tra le cosce, non può entrare in un bowling che le toccano il sedere... perché lei è femmina. Un'attrice che ha scritto nel suo DNA il suo futuro e un film che se non fosse per qualche numero di strip e per la partecipazione di Stryker sarebbe da dimenticare. La trama è di quelle pensate: deve vincere una gara di ballo ed è pronta a tutto. Che D'Amato sia un fan di Madonna? La Demy è pronta al grande salto: il cinema hardcore.
MEMORABILE: La frase cult: "Guarda che non dovete scopare, state solo ballando".

Daidae 14/03/18 15:21 - 2761 commenti

I gusti di Daidae

Tipico soft-erotico molto simile a diversi prodotti che si faranno "largo" negli anni successivi. Il cast non è certo eccezionale, ma si è visto di peggio, mentre alcune scene sono davvero lunghe e inutili (gli allenamenti della Demy o l'orrenda sequenza con gli spogliarellisti maschili). Colonna sonora tipicamente da fine anni 80 con musichette da discoteca.

Herrkinski 10/03/19 21:52 - 5275 commenti

I gusti di Herrkinski

Film "di recupero" di un D'Amato che evidentemente doveva essere proprio a corto d'idee; rispetto anche ad altri suoi erotici del periodo qui lo script è inesistente, una sorta di tentativo d'accodarsi a Flashdance e Dirty dancing riempiendo il film di interminabili sequenze di ballo (che sembrano del tutto improvvisate), allenamenti della Demy e riprese "rubate" a caso (gli spogliarellisti maschili) nei sobborghi di Richmond. La location tutta Usa e la ost italo-disco restano le uniche cose accettabili di un film chiaramente basato sul nulla.

Markus 11/03/19 12:04 - 3327 commenti

I gusti di Markus

Sin dal titolo sorta di variazione al ben più celebre Dirty dancing. Una provocante ballerina di provincia tenta la via del successo iscrivendosi a una scuola di danza di Richmond, in Virginia. La vicenda è ben poca cosa, in quanto composta da estenuanti allenamenti e scene di raccordo portate all'eccesso. I veri balletti, oltre a quelli che lo spettatore deve subire passivamente, riguardano il concedersi carnalmente (o non) della protagonista Valentine Demy, che come facile immaginare non è propriamente la Fracci. Discreta la colonna sonora.

Panza 5/04/19 18:20 - 1502 commenti

I gusti di Panza

Nel realizzare l'ennesimo erotico in terra americana, Massaccesi ibrida il genere con il filone legato al ballo e inaugurato da Flashdance potendo contare sul fisico da urlo della Demy (che recita in inglese) per le scene più hot. La sceneggiatura è talmente minimale e pretestuosa che sembra di assistere a scene scombinate malamente accostate tra di loro, perlopiù con dialoghi tirati via. Che poi di idee non ce ne fossero molte lo si vede palesemente nella lunga serata in discoteca, con quasi cinque minuti di infiniti balli e spogliarelli.

Marcolino1 10/06/19 16:51 - 506 commenti

I gusti di Marcolino1

Un Flashdance al rallentatore, ossia una lezione di ginnastica per anziani che aspira a qualcosa di "tosto" quando appaiono gli stupratori travestiti di Giochi carnali ma ahimè! la bolla esplode e le esibizioni ginniche della Demy rendono i video amatoriali di Youtube dei capolavori. Il softcore lascia più spazio all'immaginazione e una poetica ingenua nei duetti con l'efebico afroamericano collide con il luccichio corrotto del palcoscenico tra porn revenge in salsa polaroid e balletti minimali intorno al mangiacassette.
MEMORABILE: La lunga e inusuale sequenza degli strip tease maschili; La maestra di ballo obesa.

Nando 30/01/20 12:19 - 3495 commenti

I gusti di Nando

Modesta pellicola incentrata sul desiderio di un'esuberante ragazza di sfondare come ballerina. Rispetto a pellicole precedenti qui si punta maggiormente sul lato scabroso della vicenda mettendo in mostra il bel corpo della Demy. Lo sviluppo narrativo mostra situazioni slegate e interminabili balletti che talvolta annoiano.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Daidae • 14/12/18 21:46
    Compilatore d’emergenza - 872 interventi
    È uscito in vhs per Magnum 3b col titolo "Dirty Love"
    Ultima modifica: 14/12/18 21:49 da Daidae