La ragazza del terzo piano

Media utenti
Titolo originale: Girl on the Third Floor
Anno: 2019
Genere: horror (colore)
Note: Aka "La ragazza del 3° piano".
Numero commenti presenti: 7

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 31/10/19 DAL BENEMERITO HERRKINSKI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Herrkinski 31/10/19 15:52 - 5770 commenti

I gusti di Herrkinski

Esordio del regista e dell'ex wrestler/MMA Punk, che sopperisce ai probabili limiti attoriali con una mimica efficace e divertente, dagli esiti positivi; la storia impiega un po' troppo a entrare nel vivo ma assicura un'ultima mezz'ora delirante e grottesca che riporta alla mente certo horror anni '80. Tra liquami disgustosi, esplosioni splatter e un'antica casa di sicura presa, il film trova una sua originalità seppur lo script tenda a risultare un po' confuso nel finale; non del tutto riuscito ma piuttosto godibile, nonché ben confezionato.
MEMORABILE: L'attacco delle biglie.

Corinne 19/04/20 17:43 - 407 commenti

I gusti di Corinne

Da uno spunto abusatissimo (la vecchia casa con spiriti inquieti e un delitto del passato che ne impregna, letteralmente, le mura), Stevens trae un film particolarissimo, ipnotico, quasi onirico, travalicando il genere. Un horror femminista che ibrida sapientemente suggestioni da ghost story classica e splatter, supportato da una location di fortissimo impatto.
MEMORABILE: Le biglie.

Lupus73 27/09/20 15:44 - 919 commenti

I gusti di Lupus73

Maritino "modello" svolge lavori di ristrutturazione nella nuova residenza (aspettando la moglie incinta) che è un ex bordello; una sera ha una scappatella con un avvenente giovane del luogo. Ghost story ben confezionata e dai presupposti interessanti, con trovate brillanti (la storia dell'ex bordello, i liquami, lo sperma), ma con alti e bassi e alcune spigolosità in una sceneggiatura acerba dovute a un soggetto un po' frastagliato; in ultima analisi i pezzi del puzzle non sempre si incastrano bene, e anche quando lo fanno non sempre entusiasmano. Intrattiene ma può deludere.
MEMORABILE: Il protagonista che ascolta quotidianamente in cuffia extreme metal; I credits con (oggi) inusuali caratteri goticissimi.

Daniela 20/04/21 23:35 - 10326 commenti

I gusti di Daniela

In attesa di diventare padre, un tizio inizia a ristrutturare una grande casa con qualche problema come ogni casa maledetta che si rispetti. Inoltre una bella sconosciuta, alle cui grazie il bischero ha dapprima ceduto, inizia a molestarlo sessualmente... Non è l'originalità il punto forte di questo esordio registico quando una certa abilità nel bricolage che finisce per produrre un film ibrido ma con un proprio carattere. L'ex wrestler Brooks sembra il gemello diverso di Jim Carrey ed il suo personaggio non suscita alcune empatia ma va bene così, mentre lascia perplessi l'epilogo.
MEMORABILE: L'essudazioni di liquidi organici da pareti e condutture; Le biglie "changelinghiane".

Fedeerra 8/05/21 03:33 - 625 commenti

I gusti di Fedeerra

Prima opera per Travis Stevens, che dentro la sua casa vittoriana sputa fuori rimandi e omaggi a capolavori come Amityville horror e Repulsione, fino ad arrivare anche a produzioni più attuali tipo American horror story e Madre! Ma “La ragazza del terzo piano” è anche un film con un piccolo mondo tutto suo, coraggioso e oltraggioso, che sacrifica la coerenza e la verosimiglianza per mirare alla potenza del simbolismo e del surrealismo. Da vedere.

Jena 8/05/21 16:43 - 1308 commenti

I gusti di Jena

Ovviamente il vero cattivo è il solito maschio sessista e violento, mentre il fantasma malvagio è una ragazza che è stata sfruttata sessualmente dai cattivoni ricconi della città; ovviamente risolveranno le cose la moglie tradita e una specie di madre spirituale che ci riserva il solito pippone finale. La cosa migliore è CM Punk che almeno nella prima parte sembra una specie di Bruce Campbell alle prese con la Casa maledetta.  Dal clima scanzonato si passa ad uno più serioso e horror, che convince meno, anche per il solito moralismo politically correct. Buoni effetti speciali slime.

Pumpkh75 1/06/21 14:32 - 1400 commenti

I gusti di Pumpkh75

La tagline italiana della dimora raimiana, quel “Sembra una casa normale, da fuori....”, sembra fargi da zerbino. Che interni di gran gusto, però: bandoli di matassa che si perdono e spezzati si ritrovano legati, brulicanti pruriti sessuali di un passato boudoir e di un presente fedifrago, fantasmi dai corpi straziati e riassemblati su fiumane di liquami vari e privi di natura certa. Ricompone il tutto l’immobilismo mascellare di CM Punk, strepitosa teatralità da wrestler su fissità recitativa, e lo inclina in parte solo l’epilogo stereotipato. Eccitantemente stiloso.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Buiomega71 • 5/03/21 10:24
    Pianificazione e progetti - 22738 interventi
    Uscito da noi in dvd con il titolo La ragazza del terzo piano.
    Ultima modifica: 5/03/21 10:37 da Zender